Facebook Ads e Google Ads: come usarli in sinergia

Facebook Ads e Google Ads: come usarli in sinergia

Facebook Ads e Google Ads: due strumenti fondamentali per il digital marketing, "antagonisti" ma in grado di lavorare in sinergia.
Facebook Ads e Google Ads: due strumenti fondamentali per il digital marketing, "antagonisti" ma in grado di lavorare in sinergia.

Google Ads e Facebook Ads: le due piattaforme principali nel settore del marketing digitale. Nonostante le evidenti differenze, è possibile utilizzare questi due strumenti in sinergia per ottenere il massimo dalla propria campagna di marketing? La risposta è: assolutamente sì! Ecco tre consigli per far lavorare al meglio insieme questi due importantissimi tool.

Una premessa: prima di utilizzare Google Ads e Facebook Ads, bisogna almeno conoscerne il funzionamento per evitare che la nostra campagna di marketing sia inefficace o perfino controproducente. Noi ti consigliamo di seguire un tutorial online, come il videocorso “Google Ads e Facebook Ads da zero” a cura dei consulenti di marketing digitale Arantxa e Guille. In 25 lezioni imparerai a creare campagne di digital marketing con Google Ads, Facebook Ads e Instagram Ads e acquisirai le conoscenze necessarie per trarne il massimo vantaggio. Lo puoi trovare in sconto a questo link a meno di 10 euro.

Google Ads e Facebook Ads: come usarli insieme

Troppo spesso considerai rivali, le funzionalità di questi due strumenti si sposano invece particolarmente bene. Ecco, quindi, tre consigli per utilizzarli insieme.

  1. Crea curiosità con Facebook, ma converti con Google. Facebook Ads permette di profilare la potenziale clientela e suscitare in essa un certo tipo di sentimento, come la curiosità. L’obiettivo è che le persone, una volta trovato il tuo servizio o prodotto sul social network blu, lo vada a cercare su Google. Inserisci sempre il nome del brand e prodotto nelle keywords e crea messaggi coordinati tra le piattaforme.
  2. Inserisci le parole chiave nei titoli di Facebook Ads. I potenziali clienti, infatti, tendono a cercare su Google lo stesso titolo dell’inserzione trovata su Facebook. Per questo motivo è importante mantenere le medesime parole chiave.
  3. Sfrutta i lookalikes: si tratta delle persone simili ai tuoi clienti nel comportamento e interessi. Facebook Ads è in grado di raggiungere anche queste persone, che potrebbero quindi risultare a loro volta interessate al tuo prodotto o servizio e quindi cercarlo sul motore di ricerca.

Vuoi approfondire l’argomento? Ti ricordiamo la promozione attiva per il videocorso online “Google Ads e Facebook Ads da zero”: per soli 9,90 euro imparerai a ottenere il massimo dalle tue campagne marketing digitali utilizzando queste due utilissime piattaforme. Lo puoi trovare cliccando questo link, l’offerta scade tra poche ore.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 14 lug 2022
Link copiato negli appunti