Facebook in Europa riconosce meno

Sospesa la funzione per il suggerimento dei tag basato sul riconoscimento facciale. Il garante irlandese mette buoni voti alla piattaforma social, che sembra fare di più per gli utenti

Roma – Ad annunciarlo sono stati i vertici di Facebook, pressati da tempo dalle autorità irlandesi per i suggerimenti automatici nella feature di riconoscimento facciale su milioni di profili europei. Entro il prossimo 15 ottobre, la gigantesca piattaforma social disabiliterà gli strumenti del tagging basato sui volti , in seguito al turbinio di polemiche scatenatosi in vari paesi d’Europa.

Non si tratta di una resa da parte del social network di Menlo Park, intenzionato a ripristinare la feature una volta trovato un approccio migliore per informare gli utenti del Vecchio Continente . Garante nel governo di Dublino, l’ Irish Data Protection Commissioner (DPC) aveva riscontrato una pericolosa violazione della privacy nei meccanismi di riconoscimento dei volti (foto del profilo) per il suggerimento automatico dei tag per gli amici.

La sospensione della feature in blu ha certamente favorito i buoni voti ottenuti dalla stessa Facebook nell’ultimo report stilato dalla commissione irlandese. L’azienda californiana “non solo è conforme alla normativa europea sulla protezione dei dati, ma ha fatto di più rispetto ad alcune delle raccomandazioni iniziali”.

Il rapporto ha inoltre confermato che “agli utenti di Facebook viene dato il potere di controllare le proprie impostazioni con maggiore trasparenza, fornendo informazioni chiare sul periodo di conservazione dei dati personali e un accesso semplice e immediato ai propri dati”. La sospensione della feature per il riconoscimento dei volti social avrà valore per tutti gli utenti nei paesi comunitari.

Mentre si avvicina la definitiva pace con le autorità d’Europa – c’è ancora la grana in Germania sulla scrivania del commissario Johannes Caspar – Facebook offre ai suoi utenti la possibilità di eliminare intere cronologie di ricerca tra profili e pagine. In sostanza, i singoli account potranno controllare le informazioni presenti nella sezione dedicata alle attività .

Buone notizie per Facebook anche sul fronte statunitense, dove una corte d’appello federale ha approvato l’accordo da quasi 10 milioni di dollari per porre fine alla class action avviata per il contestato sistema pubblicitario basato sui beacon . Facebook dovrà devolvere la cifra pattuita a varie organizzazioni a tutela della privacy, dopo le attività di monitoraggio per rastrellare abitudini di consumo per i signori dell’ advertising globale.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Seguace di Kim scrive:
    E l'ultima notizia?
    Perchè non se ne parla su PI? Kim ha già dichiarato che il nuovo Megaupload è pronto al 90%, resusciterà anche Megavideo ed aprirà i battenti anche Megabox, i server nuovi sono già stati ordinati, non ci sarà possibilità di utilizzare il servizio in America (bene così imparano gli ameri-cani) insomma, vorrei vedere cosa rispondono i videotechini a questo dato che si sta risolvendo tutto per il meglio per il mio idolo.
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Alla faccia dei "dettagli burocratici"
    Vero, veronese?
  • Leguleio scrive:
    Qualcosa non torna
    Intercettazioni illegali se ne fanno un po' ovunque, credo, finché non si sarà trovato un modo di lasciare una traccia univoca nelle centraline della telefonia mobile e fissa che identifichi chi, quando e per quanto tempo ha spiato chi. Attualmente, a differenza ad esempio di una microspia messa in auto, o di una telecamera piazzata nel condominio, è impossibile per un comune cittadino accorgersene.E quindi, francamente, non si capisce come i servizi segreti neozelandesi si siano fatti cogliere con le mani nella marmellata. Sapendo di fare una cosa illegale, mi sembra il minimo che non vanno a dirla al primo ministro. Boh...
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Qualcosa non torna
      - Scritto da: Leguleio
      Intercettazioni illegali se ne fanno un po'
      ovunque, credo, finché non si sarà trovato un
      modo di lasciare una traccia univoca nelle
      centraline della telefonia mobile e fissa che
      identifichi chi, quando e per quanto tempo ha
      spiato chi. Attualmente, a differenza ad esempio
      di una microspia messa in auto, o di una
      telecamera piazzata nel condominio, è impossibile
      per un comune cittadino
      accorgersene.

      E quindi, francamente, non si capisce come i
      servizi segreti neozelandesi si siano fatti
      cogliere con le mani nella marmellata. Sapendo di
      fare una cosa illegale, mi sembra il minimo che
      non vanno a dirla al primo ministro.
      Boh...Se manca l'autorizzazione di un magistrato quell'intercettazione ha valenza ZERO perché non puoi dimostrare che non sia stata manipolata.
      • Leguleio scrive:
        Re: Qualcosa non torna
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: Leguleio

        Intercettazioni illegali se ne fanno un po'

        ovunque, credo, finché non si sarà trovato un

        modo di lasciare una traccia univoca nelle

        centraline della telefonia mobile e fissa che

        identifichi chi, quando e per quanto tempo ha

        spiato chi. Attualmente, a differenza ad
        esempio

        di una microspia messa in auto, o di una

        telecamera piazzata nel condominio, è
        impossibile

        per un comune cittadino

        accorgersene.



        E quindi, francamente, non si capisce come i

        servizi segreti neozelandesi si siano fatti

        cogliere con le mani nella marmellata.
        Sapendo
        di

        fare una cosa illegale, mi sembra il minimo
        che

        non vanno a dirla al primo ministro.

        Boh...

        Se manca l'autorizzazione di un magistrato
        quell'intercettazione ha valenza ZERO perché non
        puoi dimostrare che non sia stata
        manipolata.... Tra l'altro!Le intercettazioni abusive si usano, scusa il bisticcio, in modo abusivo. Si pongono sotto attenzione le persone che ricevono e fanno telefonate a Kim Dotcom, si sventano i suoi piani, si fanno appostamenti in base a quelle... Non si danno in mano al giudice istruttore.
        • bubba scrive:
          Re: Qualcosa non torna
          - Scritto da: Leguleio

          Se manca l'autorizzazione di un magistrato

          quell'intercettazione ha valenza ZERO perché
          non

          puoi dimostrare che non sia stata

          manipolata.

          ... Tra l'altro!
          Le intercettazioni abusive si usano, scusa il
          bisticcio, in modo abusivo. Si pongono sotto
          attenzione le persone che ricevono e fanno
          telefonate a Kim Dotcom, si sventano i suoi
          piani, si fanno appostamenti in base a quelle...
          Non si danno in mano al giudice
          istruttore.Non la vedo una cosa cosi strampalata... gli Usa e i lacche' Nz hanno raggiunto lo scopo primario : stroncare il giocattolo di dotcom e ficcanasare nei suoi harddisk.Il proXXXXX e' una cosa del tutto secondaria (anche se non indifferente ovviamente). E tira per le lunghe. E intanto il giocattolo rimane morto.Ovviamente se gli agguerriti avvocati di dotcom hanno messo alle strette la controparte, chiedendo da dove certi dati venivano fuori, era impossibile tergiversare all'infinito.
          • Leguleio scrive:
            Re: Qualcosa non torna
            - Scritto da: bubba
            Ovviamente se gli agguerriti avvocati di dotcom
            hanno messo alle strette la controparte,
            chiedendo da dove certi dati venivano fuori, era
            impossibile tergiversare
            all'infinito.Sì, è una possibilità. Anche se, ripeto, sapendo in partenza che certe conversazioni erano acquisite illecitamente, certe informazioni non andavano trasmesse, se non oralmente e in forma confidenziale.Come abbiano fatto a stringere all'angolo i servizi segreti, rimane ancora da chiarire. In Italia abbiamo i servizi segreti deviati (non ho mai capito se il riferimento fosse alle deviazioni sessuali), in Nuova Zelanda i servizi segreti ritardati (nel senso di ritardo mentale).
        • collione scrive:
          Re: Qualcosa non torna
          il problema è proprio l'usose tu hai fatto intercettazioni illegali, è stato per avere prove da usare contro Dotcomquando però le presenti dinanzi al giudice, quest'ultimo fa una rapida verifica e nota che nessuno le ha autorizzatei servizi neozelandesi si sono dimostrati degli emeriti idioti in questo casoinoltre non dimentichiamo che dire che i servizi lavorano per X e Y è alquanto incompleto, in quanto ci sono varie fazioni, con vari scopimagari una fazione antiamericana ha fatto venire alla luce le intercettazioni illegali
          • Guybrush scrive:
            Re: Qualcosa non torna
            - Scritto da: collione
            il problema è proprio l'uso

            se tu hai fatto intercettazioni illegali, è stato
            per avere prove da usare contro
            Dotcom

            quando però le presenti dinanzi al giudice,
            quest'ultimo fa una rapida verifica e nota che
            nessuno le ha
            autorizzate

            i servizi neozelandesi si sono dimostrati degli
            emeriti idioti in questo
            caso

            inoltre non dimentichiamo che dire che i servizi
            lavorano per X e Y è alquanto incompleto, in
            quanto ci sono varie fazioni, con vari
            scopi

            magari una fazione antiamericana ha fatto venire
            alla luce le intercettazioni
            illegaliNon proprio:usando il mezzo illegale A scopri il fatto "B" che dimostra (prova) la colpevolezza di C.Ad esempio:metti che Tizio sta organizzando una rapina alla banca per dopodomani.Durante una intecettazione non autorizzata Caio (amico di tizio) racconta a Sempronio dei piani di Tizio.Il giorno dopo un'auto civetta si piazza davanti alla banca e di li' a 24 ore sventa la rapina e arresta Caio.L'intercettazione illegale c'è stata, ma Caio finisce in galera comunque.Quindi, imho, il tentativo perpetrato ai danni di Dotcom è stato quello di curiosare nella sua sfera privata alla ricerca di prove. Se fosse emerso qualcosa, quest'ultima sarebbe stata oggetto di autorizzazione facendo giungere i Police a colpo sicuro.GT
      • Allibito scrive:
        Re: Qualcosa non torna
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

        Se manca l'autorizzazione di un magistrato
        quell'intercettazione ha valenza ZERO perché non
        puoi dimostrare che non sia stata
        manipolata.Effettivamente, un'intercettazione non autorizzata non ha alcuna valenza in aula, ne ha invece per le indagini, una volta acquisite prove (anche illegittime)si sa che strada intraprendere. Inoltre un giudice che le abbia ascoltate, riuscirà a non tenerne effettivamente conto nella sua mente davanti al dubbio?Io sono per usare i mezzi che ci sono (la tecnologia a voi cara)quando esistono forti e motivati sospetti, mi sembra strano che non abbiano chiesto o ottenuto subito le autorizzazioni necessarie, dal momento che l'attività di Kim era piuttosto chiara.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Qualcosa non torna
          - Scritto da: Allibito
          Effettivamente, un'intercettazione non
          autorizzata non ha alcuna valenza in aula, ne ha
          invece per le indagini,E' falso.
          una volta acquisite prove
          (anche illegittime)si sa che strada intraprendere.Le prove illegittime hanno lo stesso valore di un fotomontaggio dichiarato. Quindi ora mando in procura una foto della tua videoteca con dentro verbatim masterizzati con su scritto MATRIX a pennarello.L'hai detto tu, no? "Una volta acquisite prove (anche illegittime) si sa che strada intraprendere".Poi non fa niente se non trovano niente, troveranno qualche scontrino in meno, qualche dvd da vendita messo in noleggio, qualche finta multiproprietà che non viene riconosciuta l'anno successivo e che è quindi di fatto un noleggio, qualche locandina sul tuo sito senza l'autorizzazione della casa cinematografica, che dici? La mando sta foto in procura? Però devi dirmi qual è la tua videoteca. Se non lo fai, lo farò per il tuo amico di Negrar, quello che difende la legalità appoggiando un pluricondannato.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Qualcosa non torna
          - Scritto da: Allibito
          dal momento che
          l'attività di Kim era piuttosto
          chiara.Anche l'attività di Carlo è chiara: lui si scaccola dietro la scrivania nella sua polverosa videoteca con la Maxi Case che lo incalza per farlo chiudere. Purtroppo scaccolarsi non è un reato, così come non lo è avere un servizio di hosting altrimenti Aruba, che hosta i vostri forum, avrebbe già chiuso da un pezzo.
    • Funz scrive:
      Re: Qualcosa non torna
      - Scritto da: Leguleio
      Intercettazioni illegali se ne fanno un po'
      ovunque, credo, finché non si sarà trovato un
      modo di lasciare una traccia univoca nelle
      centraline della telefonia mobile e fissa che
      identifichi chi, quando e per quanto tempo ha
      spiato chi. Attualmente, a differenza ad esempio
      di una microspia messa in auto, o di una
      telecamera piazzata nel condominio, è impossibile
      per un comune cittadino
      accorgersene.non c'è nessuna volontà a livello politico di cambiare le cose, anzi.
      E quindi, francamente, non si capisce come i
      servizi segreti neozelandesi si siano fatti
      cogliere con le mani nella marmellata. Sapendo di
      fare una cosa illegale, mi sembra il minimo che
      non vanno a dirla al primo ministro.
      Boh...un po' come da noi col caso Abu Omar, quando i "nostri" hanno aiutato gli agenti CIA a rapire un imam per portarlo in Egitto a torturare (extraordinary renditions, le chiamano).E adesso gli USA sono inca**ati perché i nostri magistrati vogliono estradare e processare gli agenti CIA. Non sono antiamericano né penso che Obama sia un cattivo presidente, ma certe porcherie farebbero meglio a non farle, per la loro immagine.
      • Leguleio scrive:
        Re: Qualcosa non torna
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: Leguleio

        Intercettazioni illegali se ne fanno un po'

        ovunque, credo, finché non si sarà trovato un

        modo di lasciare una traccia univoca nelle

        centraline della telefonia mobile e fissa che

        identifichi chi, quando e per quanto tempo ha

        spiato chi. Attualmente, a differenza ad
        esempio

        di una microspia messa in auto, o di una

        telecamera piazzata nel condominio, è
        impossibile

        per un comune cittadino

        accorgersene.

        non c'è nessuna volontà a livello politico di
        cambiare le cose,
        anzi.Be', la mia domanda riguarda soprattutto l'aspetto tecnico. Finché sarà facile intercettare, per chi ha acXXXXX alle centraline, ci saranno intercettazioni non autorizzate. Anche da parte degli impiegati della compagnia telefonica per farsi due risate, non sto parlando necessariamente di trame losche.Se fossero obbligatorie centraline che lasciano traccia di ogni "intrusione", e che non si possono manomettere, la cosa verrebbe resa più difficile. <I

        E adesso gli USA sono inca**ati perché i nostri
        magistrati vogliono estradare e processare gli
        agenti CIA. Non proprio, la richiesta di estradizione venne avanzata quasi subito dai giudici, ma venne bloccata dall'allora ministro della giustizia Castelli. Anche il suo sucXXXXXre, Mastella, temporeggiò. Gli Usa comunicarono in via ufficiosa che non avrebbero dato seguito a una richiesta del genere, se e quando fosse fosse stata presentata. È improbabile che gli Usa cambino idea.
        • krane scrive:
          Re: Qualcosa non torna
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: Funz

          - Scritto da: Leguleio


          Intercettazioni illegali se ne


          fanno un po' ovunque, credo,E sara' sempre piu' facile e rapido sia farle che stoccare i dati con le tecnologie usare al momento.


          finché


          non si sarà trovato un modo di


          lasciare una traccia univoca nelle


          centraline della telefonia mobile e


          fissa che identifichi chi, quando e


          per quanto tempo ha spiato chi.E gia' ! Il famoso campo di forza magico anti hacker cattivo, geniale...C'e' solo un modo in cui il privato puo' difendersi ovvero criptare le comunicazioni, solo che questo impedirebbe di fatto ogni intercettazione.


          Attualmente, a differenza ad


          esempio di una microspia messa


          in auto, o di una telecamera


          piazzata nel condominio, è


          impossibile per un comune cittadino


          accorgersene.

          non c'è nessuna volontà a livello politico di

          cambiare le cose, anzi.
          Be', la mia domanda riguarda soprattutto
          l'aspetto tecnico.Ecco, infatti si capisce dalla domanda che non ne sai.
          Finché sarà facile intercettare, per chi
          ha acXXXXX alle centraline, ci saranno
          intercettazioni non autorizzate. Che e' come dire: per far si che non ci siano meccanici che accedono al motore della mia auto comprero' un'auto con il cofano sigillato ed il motore che non si rompe MAI....Semplicemente impossibile.
          Anche da parte degli impiegati della
          compagnia telefonica per farsi due
          risate, non sto parlando necessariamente
          di trame losche.E pensa ai server di posta, anche li' non c'e' nulla di criptato.
          Se fossero obbligatorie centraline che lasciano
          traccia di ogni "intrusione", e che non si
          possono manomettere, la cosa verrebbe resa più
          difficile.Gia' ora le centraline lasciano traccia di ogni intruzione, pensa che un hacker deve fermare i servizi di log e cancellare quelli compromettenti nel tempo che sta dentro; quindi e' gia' come dici tu ed e' gia' reso "piu' difficile".
          <I

          E adesso gli USA sono inca**ati

          perché i nostri magistrati vogliono estradare

          e processare gli agenti CIA.
          Non proprio, la richiesta di estradizione venne
          avanzata quasi subito dai giudici, ma venne
          bloccata dall'allora ministro della giustizia
          Castelli. Anche il suo sucXXXXXre, Mastella,
          temporeggiò.
          Gli Usa comunicarono in via ufficiosa che non
          avrebbero dato seguito a una richiesta del
          genere, se e quando fosse fosse stata presentata.
          È improbabile che gli Usa cambino idea.
          • Leguleio scrive:
            Re: Qualcosa non torna
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: Funz


            - Scritto da: Leguleio



            finché



            non si sarà trovato un modo di



            lasciare una traccia univoca nelle



            centraline della telefonia mobile e



            fissa che identifichi chi, quando
            e




            per quanto tempo ha spiato chi.

            E gia' ! Il famoso campo di forza magico anti
            hacker cattivo,
            geniale...Ma no, nulla che la tecnologia attuale dell'hardware non permetta già. Dopo il <I
            trusted computing </I
            , la centralina trusted.
            C'e' solo un modo in cui il privato puo'
            difendersi ovvero criptare le comunicazioni, solo
            che questo impedirebbe di fatto ogni
            intercettazione.Veramente non stavo parlando di come difendersi. Stavo parlando del fatto che il cittadino, se tiene gli occhi aperti, si può accorgere di microspie in macchina o di telecamere installate davanti alla sua porta, ma non potrà mai accorgersi di intercettazioni avvenute in passato, legittime o meno, chiedendone conto alle compagnie telefoniche.

            Be', la mia domanda riguarda soprattutto

            l'aspetto tecnico.

            Ecco, infatti si capisce dalla domanda che non ne
            sai.Cosa non so?

            Finché sarà facile intercettare, per chi

            ha acXXXXX alle centraline, ci saranno

            intercettazioni non autorizzate.

            Che e' come dire: per far si che non ci siano
            meccanici che accedono al motore della mia auto
            comprero' un'auto con il cofano sigillato ed il
            motore che non si rompe
            MAI....No, non è necessario arrivare a questi eccessi.Basta un cofano con un piombino che lo sigilli:http://www.leghornseals.com/imagessigilli/cablelock.jpgSe viene forzato, o sostituito, me ne accorgo. Il principio, se applicato all'hardware delle centraline, vale anche lì.La polizia non permetterà mai un sistema che non sia intercettabile in qualche modo. Il fatto che lasci traccia di intercettazioni avvenute non è contrario all'uso legittimo.

            Anche da parte degli impiegati della

            compagnia telefonica per farsi due

            risate, non sto parlando necessariamente

            di trame losche.

            E pensa ai server di posta, anche li' non c'e'
            nulla di
            criptato.Veramente stavamo parlando ci conversazioni telefoniche, sono quelle di cui si parla in Nuova Zelanda, mi sembra.
            Gia' ora le centraline lasciano traccia di ogni
            intruzione, pensa che un hacker deve fermare i
            servizi di log e cancellare quelli compromettenti
            nel tempo che sta dentro; quindi e' gia' come
            dici tu ed e' gia' reso "piu'
            difficile".Sto parlando di centraline telefoniche.
          • bubba scrive:
            Re: Qualcosa non torna
            - Scritto da: Leguleio(...)
            Sto parlando di centraline telefoniche.la dissertazione e' anche simpatica... ma non ne capisco il perche'... cioe oggi giorno le intercettazioni mica si fanno ficcando 2 vampire tap sull'armadio di derivazione prossimo all'abitazione dell'intercettato (unico caso in cui puo fungere... essendo l'unica tratta analogica).Tutto a parte quel pezzo e' digitale, e si fa da remoto, con mezzi ufficiali (usati indebitamente). Mai letto di Research control system e paolo berlusconi vs Fassino? o del tiger team di telecom italia vs RCS ?Se poi ci sono direttamente i servizi, probabilmente e' pure peggio (backdoor? acXXXXX jolly?)
          • Leguleio scrive:
            Re: Qualcosa non torna
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Leguleio
            (...)

            Sto parlando di centraline telefoniche.
            la dissertazione e' anche simpatica... ma non ne
            capisco il perche'... cioe oggi giorno le
            intercettazioni mica si fanno ficcando 2 vampire
            tap sull'armadio di derivazione prossimo
            all'abitazione dell'intercettato (unico caso in
            cui puo fungere... essendo l'unica tratta
            analogica).

            Tutto a parte quel pezzo e' digitale, e si fa da
            remoto, con mezzi ufficiali (usati
            indebitamente). Mai letto di Research control
            system e paolo berlusconi vs Fassino? o del tiger
            team di telecom italia vs RCS
            Se poi ci sono direttamente i servizi,
            probabilmente e' pure peggio (backdoor? acXXXXX
            jolly?)Io so che in Italia le compagnie telefoniche si fanno pagare per il servizio di intercettazione. Non so altrove. Quindi non esiste, o non esiste ancora, una centrale nello scantinato della polizia che ha acXXXXX in tempo reale a tutte le utenze fisse e mobili d'Italia, basta premere un tasto. Devono ancora passare attraverso le compagnie telefoniche. Poi certo, non è più necessario andare nei loro uffici e piazzare i registratori. :-)
          • Leguleio scrive:
            Re: Qualcosa non torna
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: bubba

            - Scritto da: Leguleio


            - Scritto da: bubba



            - Scritto da: Leguleio



            (...)




            Sto parlando di centraline

            telefoniche.



            la dissertazione e' anche
            simpatica...
            ma


            non


            ne



            capisco il perche'... cioe oggi
            giorno
            le



            intercettazioni mica si fanno
            ficcando
            2


            vampire



            tap sull'armadio di derivazione
            prossimo



            all'abitazione dell'intercettato
            (unico

            caso


            in



            cui puo fungere... essendo l'unica
            tratta



            analogica).







            Tutto a parte quel pezzo e'
            digitale, e
            si


            fa


            da



            remoto, con mezzi ufficiali (usati



            indebitamente). Mai letto di
            Research

            control



            system e paolo berlusconi vs
            Fassino? o
            del


            tiger



            team di telecom italia vs RCS






            Se poi ci sono direttamente i
            servizi,



            probabilmente e' pure peggio
            (backdoor?



            acXXXXX jolly?)


            Io so che in Italia le compagnie
            telefoniche
            si


            fanno pagare per il servizio di
            intercettazione.

            beh piu o meno... ma sono anche obbligate a

            fornire i centri di ascolto.

            Le compagnie telefoniche fanno entrare i tecnici
            della polizia o dei servizi nei centri di
            commutazione, questi mettono apparecchi che
            inviano le comunicazioni che interessano,
            compresse e criptate, ai centri di ascolto nelle
            procure.E fin qui si parla di intercettazioni autorizzate, o che si suppongono autorizzate da un magistrato. Poi agenti di polizia che si inventano l'autorizzazione, che invece manca, esistono, e le compagnie telefoniche non si mettono certo di traverso: son soldi che entrano!
            E come dicevo gia' prima queste apparecchiature
            hanno log degli accessi e sono hackerabili come
            tutte le cose
            umane.Perché tutte le cose umane sarebbero hackerabili, scusa? :-)In ogni caso, se qualcuno interno alle compagnie telefoniche, o anche esterno con le amicizie giuste, si attacca a una centralina e intercetta chi gli pare, c'è un modo per accorgersene, una volta che l'intercettazione è terminata, con le apparecchiature in uso oggi, o è impossibile?Perché se la risposta è no, è esattamente come pensavo io: intercettare e registrare è diventata una cosa tecnicamente talmente semplice, che ogni abuso non potrà mai essere individuato e punito.
          • krane scrive:
            Re: Qualcosa non torna
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: bubba


            - Scritto da: Leguleio



            - Scritto da: bubba




            - Scritto da: Leguleio




            (...)

            E come dicevo gia' prima queste

            apparecchiature hanno log degli accessi

            e sono hackerabili come tutte le cose

            umane.
            Perché tutte le cose umane sarebbero hackerabili,
            scusa?
            :-)Perche' tutto quello che un uomo ha inventato e costruito un altro uomo lo puo' smontare e decostruire; non e' tecnologia aliena, l'ha progettata un ingegnere ed un altro puo' leggere le specifice e trovare dei bachi, si puo' fare social engineering per avere locazione e password. O si possono possedere le password a causa del mestiere che si fa e non essere soggetti raccomandabili.
            In ogni caso, se qualcuno interno alle compagnie
            telefoniche, o anche esterno con le amicizie
            giuste, si attacca a una centralina e intercetta
            chi gli pare, c'è un modo per accorgersene, una
            volta che l'intercettazione è terminata, con le
            apparecchiature in uso oggi, o è impossibile?Se fa le cose per bene e' impossibile, se commette errori e lascia tracce lo si puo' scoprire.
            Perché se la risposta è no, è esattamente come
            pensavo io: intercettare e registrare è diventata
            una cosa tecnicamente talmente semplice, che ogni
            abuso non potrà mai essere individuato e
            punito.E' esattamente cosi' e non vale solo per il telefono ma per tutte quelle comunicazioni che passano in chiaro: email, chat, fax.Se anche un solo anello della catena e' malizioso tutta la comunicazione puo' venire intercettata.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2012 17.54-----------------------------------------------------------
          • bubba scrive:
            Re: Qualcosa non torna
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: krane


            Le compagnie telefoniche fanno entrare i
            tecnici

            della polizia o dei servizi nei centri di

            commutazione, questi mettono apparecchi che

            inviano le comunicazioni che interessano,

            compresse e criptate, ai centri di ascolto
            nelle

            procure.

            E fin qui si parla di intercettazioni
            autorizzate, o che si suppongono autorizzate da
            un magistrato. Poi agenti di polizia che si
            inventano l'autorizzazione, che invece manca,
            esistono, e le compagnie telefoniche non si
            mettono certo di traverso: son soldi che
            entrano!ecco era quella differenza subdola che avevo sottolineato... differenza tra strumenti ufficiali e acXXXXX ufficiale-legale... del resto hai presente il caso RCS/berlusconi vs Fassino, no? A dire il vero credo sia l'unico clamoroso e noto. Ma di piu o meno piccoli ficcanasaggi non scoperti chissa' quanti ce ne sono...



            E come dicevo gia' prima queste
            apparecchiature

            hanno log degli accessi e sono hackerabili
            come

            tutte le cose

            umane.

            Perché tutte le cose umane sarebbero hackerabili,
            scusa?
            :-)era una domanda retorica ovviamente, no? :)
            In ogni caso, se qualcuno interno alle compagnie
            telefoniche, o anche esterno con le amicizie
            giuste, si attacca a una centralina e intercetta
            chi gli pare, c'è un modo per accorgersene, una
            volta che l'intercettazione è terminata, con le
            apparecchiature in uso oggi, o è
            impossibile?
            Perché se la risposta è no, è esattamente come
            pensavo io: intercettare e registrare è diventata
            una cosa tecnicamente talmente semplice, che ogni
            abuso non potrà mai essere individuato e
            punito.mhh posto che tutto si hacka, imho hai una visione un po "romantica/retro'" della cosa.. "attaccarsi a una centralina" e' scomodo e antico... cioe' certo si puo fare se questa "centralina" e' l'armadio di distrubizione, sai quello con i mammut e il filo di rame, ed e' l'ultimo anello della catena per portare il doppino all'utenza residenziale... quello e' analogico e, dopo che hai aperto l'armadio (non necessariamente cosa facile, se vuoi farlo pulito), trovata la coppia (lavoro non necessariamente breve ne esente da XXXXXX), e piazzato il recorder... puoi farcela. Ma e' generalmente assai scomodo e inefficiente.Ogni cosa lascia tracce. qui c'e' un armadio scassinato e gente che puo' vedere. La' ci sono badge, log, e altro. Poi tutto si puo occultare, nel gioco infinito di guardie e ladri :)Eheh pensavo ora che, la cosa piu "semplice" e occultata che mi viene in mente, sarebbe sperare che il target avesse un router Alice wifi col voip :)
          • bubba scrive:
            Re: Qualcosa non torna
            - Scritto da: krane
            Le compagnie telefoniche fanno entrare i tecnici
            della polizia o dei servizi nei centri di
            commutazione, questi mettono apparecchi che
            inviano le comunicazioni che interessano,
            compresse e criptate, ai centri di ascolto nelle
            procure.... si, non capisco il quoting e la precisazione. E' sommariamente quello che ho scritto poche righe dopo :) al limite con la differenza che sono cose gia predisposte e organizzate dalle telco..
            E come dicevo gia' prima queste apparecchiature
            hanno log degli accessi e sono hackerabili come
            tutte le cose
            umane.mai detto il contrario. il tiger team telecom ne e' una prova (in entrambi i sensi. doloso e non. Nel senso che a un certo momento fecero proprio un pentest sul sistema delle intercettazioni, che non era proprio sicuro. dall'interno.)Io "contestavo" solo il fatto, a leguleio per lo piu, questa visione 'romantica' dell'intercettazione fatta col vampire tap ... ormai in disuso, visti i mezzi elettronici ufficiali disponibili (strumenti ufficiali e acXXXXX ufficiale-legale sono 2 cose diverse). Poi vabbe ci sono gli IMSI catcher, i microfoni direzionali ecc ecc.. ma sono altre cose.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Qualcosa non torna
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: Funz


            - Scritto da: Leguleio




            Intercettazioni illegali se ne



            fanno un po' ovunque, credo,

            E sara' sempre piu' facile e rapido sia farle che
            stoccare i dati con le tecnologie usare al
            momento.




            finché



            non si sarà trovato un modo di



            lasciare una traccia univoca nelle



            centraline della telefonia mobile e



            fissa che identifichi chi, quando
            e




            per quanto tempo ha spiato chi.

            E gia' ! Il famoso campo di forza magico anti
            hacker cattivo,
            geniale...

            C'e' solo un modo in cui il privato puo'
            difendersi ovvero criptare le comunicazioni, solo
            che questo impedirebbe di fatto ogni
            intercettazione.




            Attualmente, a differenza ad



            esempio di una microspia messa



            in auto, o di una telecamera



            piazzata nel condominio, è



            impossibile per un comune cittadino



            accorgersene.



            non c'è nessuna volontà a livello
            politico
            di


            cambiare le cose, anzi.


            Be', la mia domanda riguarda soprattutto

            l'aspetto tecnico.

            Ecco, infatti si capisce dalla domanda che non ne
            sai.


            Finché sarà facile intercettare, per chi

            ha acXXXXX alle centraline, ci saranno

            intercettazioni non autorizzate.

            Che e' come dire: per far si che non ci siano
            meccanici che accedono al motore della mia auto
            comprero' un'auto con il cofano sigillato ed il
            motore che non si rompe
            MAI....

            Semplicemente impossibile.


            Anche da parte degli impiegati della

            compagnia telefonica per farsi due

            risate, non sto parlando necessariamente

            di trame losche.

            E pensa ai server di posta, anche li' non c'e'
            nulla di
            criptato.


            Se fossero obbligatorie centraline che
            lasciano

            traccia di ogni "intrusione", e che non si

            possono manomettere, la cosa verrebbe resa
            più

            difficile.

            Gia' ora le centraline lasciano traccia di ogni
            intruzione, pensa che un hacker deve fermare i
            servizi di log e cancellare quelli compromettenti
            nel tempo che sta dentro; quindi e' gia' come
            dici tu ed e' gia' reso "piu'
            difficile".


            <I

            E adesso gli USA sono
            inca**ati


            perché i nostri magistrati vogliono
            estradare



            e processare gli agenti CIA.


            Non proprio, la richiesta di estradizione
            venne

            avanzata quasi subito dai giudici, ma venne

            bloccata dall'allora ministro della giustizia

            Castelli. Anche il suo sucXXXXXre, Mastella,

            temporeggiò.


            Gli Usa comunicarono in via ufficiosa che non

            avrebbero dato seguito a una richiesta del

            genere, se e quando fosse fosse stata
            presentata.

            È improbabile che gli Usa cambino idea. </i
            Chiudi i tag la prossima volta.
          • Leguleio scrive:
            Re: Qualcosa non torna
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            Chiudi i tag la prossima volta.Eeeeeeeeeeeeeeh, m'è scappato! :sAnche PI, che fa diventare corsivo anche il messaggio di quello che scrive dopo di me....
  • massimo1940 scrive:
    La faccenda è sempre più sXXXXX
    Già sembrava strano l'assalto in forze alla casa di Kim Dot Com, per una denuncia che veniva dagli USA. Adesso si scopre anche che c'erano intercettazioni non autorizzate.Il meno che si possa pensare è che gli USA si muovano in modo del tutto illegale, non per combattere il crimine, ma per proteggere interessi più o meno sporchi delle loro multinazionali. Alla faccia della loro costituzione, tutta piena di libertà, giustizia e buoni propositi.Ricordiamoci che da noi gli USA hanno forzato i governi UE ad estendere in modo vergognoso i diritti d'autore proprio quando stavano scadendo i diritti di importanti opere made in USA. Ovviamente la scusa è la protezione degli autori, ai quali sappiamo già vanno solo le briciole, se mai arrivano (SIAE docet !).
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: La faccenda è sempre più sXXXXX
      - Scritto da: massimo1940
      Già sembrava strano l'assalto in forze alla casa
      di Kim Dot Com, per una denuncia che veniva dagli
      USA. Adesso si scopre anche che c'erano
      intercettazioni non
      autorizzate.
      Il meno che si possa pensare è che gli USA si
      muovano in modo del tutto illegale, non per
      combattere il crimine, ma per proteggere
      interessi più o meno sporchi delle loro
      multinazionali. Alla faccia della loro
      costituzione, tutta piena di libertà, giustizia e
      buoni
      propositi.Benvenuto nel mondo del "IN GOD WE TRUST" scritto sulle banconote...
      Ricordiamoci che da noi gli USA hanno forzato i
      governi UE ad estendere in modo vergognoso i
      diritti d'autore proprio quando stavano scadendo
      i diritti di importanti opere made in USA.A dirla tutta, no. L'estensione dei diritti d'autore a 90 anni vale solo negli USA. In Europa è rimasto a 70.
      Ovviamente la scusa è la protezione degli autori,
      ai quali sappiamo già vanno solo le briciole, se
      mai arrivano (SIAE docet !).Agli autori non arriva nulla. Ma lasciamo pure che i videotechini credano il contrario...
      • bubba scrive:
        Re: La faccenda è sempre più sXXXXX
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: massimo1940


        Ricordiamoci che da noi gli USA hanno
        forzato
        i

        governi UE ad estendere in modo vergognoso i

        diritti d'autore proprio quando stavano
        scadendo

        i diritti di importanti opere made in USA.

        A dirla tutta, no. L'estensione dei diritti
        d'autore a 90 anni vale solo negli USA. In Europa
        è rimasto a
        70.A dirla tutta non e' neanche cosi. In usa il principio base e' 95 anni dalla PUBBLICAZIONE. In europa 70 anni dalla MORTE del coautore.Cmq il bello degli accordi TRIPS (e WIPO in seguito - principalmente voluti dagli anglosassoni) han fatto si' che il peggio delle due legislazioni -de facto, se non sempre di diritto- si fondesse. Almeno sicuramente qui da noi, residuato dell'impero.
      • massimo1940 scrive:
        Re: La faccenda è sempre più sXXXXX
        non proprio: la durata del diritto d'autore in Europa è stata aumentata circa 25 anni fa. nessuna obiezione dai governi e la gente non è stata informata perché giornali e tv hanno passato tutto sotto silenzio.
        • Leguleio scrive:
          Re: La faccenda è sempre più sXXXXX
          - Scritto da: massimo1940
          non proprio: la durata del diritto d'autore in
          Europa è stata aumentata circa 25 anni fa.
          nessuna obiezione dai governi e la gente non è
          stata informata perché giornali e tv hanno
          passato tutto sotto
          silenzio.Specifichiamo bene: all'epoca il diritto d'autore durava 50 anni dopo la morte dell'autore, dopo la riforma vale 70 anni. Giornali e tv ne parlarono, altroché:http://archiviostorico.corriere.it/1994/luglio/03/diritti_autore_validi_anni_co_0_9407033153.shtmlma valeva allora ciò che vale oggi: non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire. O meglio, non c'è peggiore disinformato di chi non vuole leggere le notizie che (pensa) non gli interessano.C'è chi ha un limite ancora più lungo degli Usa, che è di 95 anni. In Messico dal 2003 il termine è di 100 anni!
          • Funz scrive:
            Re: La faccenda è sempre più sXXXXX
            - Scritto da: Leguleio
            Specifichiamo bene: all'epoca il diritto d'autore
            durava 50 anni dopo la morte dell'autore, dopo la
            riforma vale 70 anni.

            Giornali e tv ne parlarono, altroché:

            http://archiviostorico.corriere.it/1994/luglio/03/

            ma valeva allora ciò che vale oggi: non c'è
            peggior sordo di chi non vuole sentire. O meglio,
            non c'è peggiore disinformato di chi non vuole
            leggere le notizie che (pensa) non gli
            interessano.

            C'è chi ha un limite ancora più lungo degli Usa,
            che è di 95 anni. In Messico dal 2003 il termine
            è di 100
            anni!il termine de facto in tutto il mondo è zero anni, zero giorni e qualche ora dalla pubblicazione (il tempo materiale perché qualcuno faccia il rip)...
          • bubba scrive:
            Re: La faccenda è sempre più sXXXXX
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: massimo1940

            non proprio: la durata del diritto d'autore
            in

            Europa è stata aumentata circa 25 anni fa.

            nessuna obiezione dai governi e la gente non
            è

            stata informata perché giornali e tv hanno

            passato tutto sotto

            silenzio.

            Specifichiamo bene: all'epoca il diritto d'autore
            durava 50 anni dopo la morte dell'autore, dopo la
            riforma vale 70 anni.

            Giornali e tv ne parlarono, altroché:

            http://archiviostorico.corriere.it/1994/luglio/03/

            ma valeva allora ciò che vale oggi: non c'è
            peggior sordo di chi non vuole sentire. O meglio,
            non c'è peggiore disinformato di chi non vuole
            leggere le notizie che (pensa) non gli
            interessano.

            C'è chi ha un limite ancora più lungo degli Usa,
            che è di 95 anni. In Messico dal 2003 il termine
            è di 100
            anni!no non e' piu lungo in Usa. E' diverso. Il principio base e' "95 anni dalla PUBBLICAZIONE". Poi grazie a dio, svariati decenni fa, gli Usa avevano un sistema piu onesto (reiterare la registrazione, apposizione in modi specifici del (c) ecc), per cui alcune cose ,nonostante questo divieto, sono libere.
          • Leguleio scrive:
            Re: La faccenda è sempre più sXXXXX
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: massimo1940



            C'è chi ha un limite ancora più lungo degli Usa,

            che è di 95 anni. In Messico dal 2003 il termine

            è di 100

            anni!
            no non e' piu lungo in Usa. E' diverso. Il
            principio base e' "95 anni dalla PUBBLICAZIONE".
            Poi grazie a dio, svariati decenni fa, gli Usa
            avevano un sistema piu onesto (reiterare la
            registrazione, apposizione in modi specifici del
            (c) ecc), per cui alcune cose ,nonostante questo
            divieto, sono
            libere.Hai ragione, mi sono perso fra i meandri della legge sul copyright statunitense. Allora copio la parte che accenna ai 95 anni:" <I
            In the case of an anonymous work, a pseudonymous work, or a work made for hire, the copyright endures for a term of 95 years from the year of its first publication, or a term of 120 years from the year of its creation, whichever expires first </I
            ."
          • bubba scrive:
            Re: La faccenda è sempre più sXXXXX
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: bubba

            - Scritto da: Leguleio


            - Scritto da: massimo1940





            C'è chi ha un limite ancora più lungo
            degli
            Usa,


            che è di 95 anni. In Messico dal 2003
            il
            termine


            è di 100


            anni!


            no non e' piu lungo in Usa. E' diverso. Il

            principio base e' "95 anni dalla
            PUBBLICAZIONE".

            Poi grazie a dio, svariati decenni fa, gli
            Usa

            avevano un sistema piu onesto (reiterare la

            registrazione, apposizione in modi specifici
            del

            (c) ecc), per cui alcune cose ,nonostante
            questo

            divieto, sono

            libere.


            Hai ragione, mi sono perso fra i meandri della
            legge sul copyright statunitense. Allora copio la
            parte che accenna ai 95
            anni:

            " <I
            In the case of an anonymous work, a
            pseudonymous work, or a work made for hire, the
            copyright endures for a term of 95 years from the
            year of its first publication, or a term of 120
            years from the year of its creation, whichever
            expires first </I

            ."ya.... cmq visto che, nonostante tu sia un avvocato :), sei un bravo guaglione... ti do questo utile link http://copyright.cornell.edu/resources/publicdomain.cfmLa cornell ha fatto svariati studi approfonditi sul copyright (e anche su i suoi disastri :P. PS: notare che VERGOGNOSO ingarbugliamento ne e' venuto fuori... a forza di dar retta alle major travestite da politici)
          • Leguleio scrive:
            Re: La faccenda è sempre più sXXXXX

            ya.... cmq visto che, nonostante tu sia un
            avvocato :), sei un bravo guaglione... ti do
            questo utile link...Ma qui adesso tutti si sono messi in testa che io sia avvocato. È una diceria che ho smentito da tempo.
    • collione scrive:
      Re: La faccenda è sempre più sXXXXX
      l'hanno fatto per 60 anni, spiando le nostre aziende e rubando le nostre migliori tecnologieil governo USA è l'entità più ipocrita e falsa che esista sulla faccia della terraalmeno i Pasdaran te lo dicono in faccia che ti mozzeranno la testa se bestemmi la madre di Maometto
      • Carletto scrive:
        Re: La faccenda è sempre più sXXXXX
        - Scritto da: collione
        almeno i Pasdaran te lo dicono in faccia che ti
        mozzeranno la testa se bestemmi la madre di
        MaomettoIo preferisco che mi freghino le tecnologie, ma la testa preferisco conservarla sul collo... :D
    • CiccioQuant aCiccia scrive:
      Re: La faccenda è sempre più sXXXXX
      - Scritto da: massimo1940
      Il meno che si possa pensare è che gli USA si
      muovano in modo del tutto illegale, non per
      combattere il crimine, ma per proteggere
      interessi più o meno sporchi delle loro
      multinazionali. Alla faccia della loro
      costituzione, tutta piena di libertà, giustizia e
      buoni
      propositi.Buon giorno e ben svegliato ;) È così dal primo giorno eh, mica da Kim Dotcom. I buoni propositi servono per i bigliettini dei biscotti della fortuna cinesi o dei cioccolatini per non dire peggio....
  • collione scrive:
    i servizi segreti
    VANNO ABOLITI!!!!ormai è chiaro a tutti ( credo e spero ) che questi accrocchi al di sopra della legge, esistono solo per ingrassare i loro esponenti di spicconel sud siamo pieni di XXXXXte fatte dai servizi nel corso degli ultimi 50 anni, dal supporto alla mafia, alle stragi, al traffico di droga, rifiuti, ecc....
    • trollata scarsa scrive:
      Re: i servizi segreti
      - Scritto da: collione
      Re: i servizi segreti
      VANNO ABOLITI!!!!
      Ok, e i compiti che ora loro svolgono (per es. controspionaggio, eversione, terrorismo internazionale, protezione di interessi militari, economici, scientifici e industriali) da chi dovrebbero essere espletati? :|
Chiudi i commenti