Facebook, nei migliori cinema

Il film incassa i primi "Mi piace" e innesca il dibattito sull'attinenza con la realtà dei fatti raccontati. Un'ombra grigia sugli albori del sito

Roma – Mentre il secondo trailer in Rete da luglio ha già avuto una circolazione virale, con il diffondersi di varie parodie che pensano alla stessa idea cinematografica applicata a Twitter, YouTube, eBay e MySpace, il film The Social Network su Facebook e il suo fondatore Mark Zuckerberg ha fatto il suo esordio in anteprima, in alcuni cinema statunitensi.

Tratto dal libro The Accidental Billionaires di Ben Mezrich, ripercorre la nascita del social network in blu e segue le gesta del suo fondatore Mark Zuckerberg: proprio intorno alla sua figura si dipana ora il gioco delle parti dei commenti, lo scambio di vedute sull’ attinenza del film alla realtà (e alla narrazione del libro) e le influenze che esso potrebbe avere sull’immagine che gli utenti hanno di Facebook .

Mentre, infatti, con David Fincher dietro la camera c’erano pochi dubbi sulla qualità dell’intrattenimento garantito, il valore di biopic e di possibili conseguenze d’immagine per il soggetto è ora al centro del dibattito . Come d’altronde si era già capito con la diffusione del trailer in cui si vedeva un Mark Zuckerber tutto sesso, droga e Rock&Roll e dall’uscita di nuovi capitoli nella saga della paternità dell’idea del social network: da ultimi sono di nuovo i gemelli Winklevoss a tornare a parlare della vicenda che li ha visti portare Zuckerberg in tribunale.

Così, accanto alle dichiarazioni di stima per il lavoro fatto dai produttori, il social network sta lavorando nelle ultime settimane per mostrare il suo lato buono (in quest’ottica potrebbe anche essere vista la prima grande donazione da parte di Zuckerberg). Agli attori, però, non è stato permesso di discuterne su Facebook.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nicolaus scrive:
    Oggi vendo.. - La Nuova Email
    ..Oggi vendo la LAMBO o la FERRARI?
  • non_sono_un _troll scrive:
    Ma voi state...
    ...dalla parte di chi ruba nei supermercati, o di chi li ha costruiti rubando? (F. De Gregori)
  • uno qualsiasi scrive:
    Gli avvoltoi
    Gli avvoltoi volan su di noi,però prima o poi sbaglianoPrima o poi, tutti gli avvoltoivengono giù e si schiantano gli 883 avevano ragione.
  • ture muture scrive:
    L'unione fa la forza
    Magari lo si facesse anche in Italia contro i politici (destra e sinistra). Tutti in piazza contemporaneamente a chiedere le loro dimissioni in massa, senza se e senza ma e TUTTI a chiedere il loro arresto per associazione a delinquere di stampo politico.
  • ma cosa dici scrive:
    supporto
    ben fatto!!!qualcuno sa come si fa a supportarli concretamente?
  • fox82i scrive:
    Tutori della legge..
    Già!! tanto sbandierare il diritto d'autore per poi fare dei veri e propri riacattatori!!Bel modo di applicare la legge!Sono contento se lo meritano in tutto e per tutto questo scandalo! Bello fare la voce grossa con chi non ha la forza di reagire!BEN GLI STA!
  • stradino verde scrive:
    qualcuno mi spiega
    Come da notizia precedente, vorrei che qualcuno mi spiegasse e illustrasse, magari con un po' di dettaglio, l'effetto concreto che avrebbero questi attacchi ddos nel risolvere il problema del modo vetusto in cui si intende il copyright.No, perché a me sembra tanto quanto andare con gli striscioni in piazza a gridare "governo brutto cattivo", magari rompere qualche vetrina, ma poi tanto il governo fa quel piffero che vuole.
  • panda rossa scrive:
    Dunque chi sono i ladri?
    Questi sono ladri, non quelli che condividono e diffondono!
    • Redpill scrive:
      Re: Dunque chi sono i ladri?
      - Scritto da: panda rossa
      Questi sono ladri, non quelli che condividono e
      diffondono!Peggio, sono ricattatori. E agiscono sotto il sole limpido della legge. Ma questa volta qualche bel nuvolone grigio lo hanno anche loro sulla testa.
      • jerry 1980 scrive:
        Re: Dunque chi sono i ladri?
        ci hanno insegnato la meraviglia// verso la gente che ruba il pane//ora sappiamo che e' un delitto//non scaricare quando si ha fame//...
      • Bah scrive:
        Re: Dunque chi sono i ladri?
        - Scritto da: Redpill
        - Scritto da: panda rossa

        Questi sono ladri, non quelli che condividono e

        diffondono!

        Peggio, sono ricattatori. E agiscono sotto il
        sole limpido della legge. Ma questa volta qualche
        bel nuvolone grigio lo hanno anche loro sulla
        testa.Sai cosa glie ne frega di avere il portale offline... bisognerebbe incend1argl1 la f3rr4r1 e buttargli giu a colpi di c4lashnic0w la casa. allora si...
        • dell scrive:
          Re: Dunque chi sono i ladri?
          del portale puo non inportare ma le email venute fuori cedo che inportino visto che e una societa del mirino di associazioni per i consumatori e altro
  • antonio scrive:
    ben fatto
    alla fine sono dei ricattatori autorizzati dalla legge
  • desyrio scrive:
    Qualche link diretto?
    Qualcuno ha un link diretto a qualche topic di 4chan in cui organizzano gli attacchi? O lo fanno fuori dal forum?Da quello che ho visto 4chan mi pare un'accozzaglia confusionaria di topic...Grazie :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 settembre 2010 09.55-----------------------------------------------------------
  • se lo meritavano scrive:
    se lo meritavano
    se lo meritavano
    • W.O.P.R. scrive:
      Re: se lo meritavano
      quoto. E questa pubblicità gratuita farà si che un sacco di gente si unirà a questa crociata, anzi anche io partecipeerei volentieri agli attacchi. Posso impegnare un pc 24/7.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 settembre 2010 12.22-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti