Falla zero-day in Adobe Reader e Flash

Adobe ha avvisato i suoi utenti che le più recenti versioni stabili di Reader/Acrobat e Flash sono vulnerabili ad una pericolosa debolezza sfruttabile via file PDF. Già segnalati i primi attacchi per Windows

Roma – In Flash 9.x/10.0.x per Windows, Mac OS X e Unix e nelle versioni per Windows di Adobe Reader 9.x, Adobe Acrobat 9.x si cela una pericolosa vulnerabilità di sicurezza zero-day . A suonare il campanello di allarme è stata la stessa Adobe, che in questo recente advisory afferma che la falla “può causare un crash e potenzialmente consentire a un aggressore di prendere il controllo di un sistema vulnerabile”.

A rendere il problema ancor più urgente c’è il fatto che, secondo Adobe, il bug viene già correntemente sfruttato . In Windows il principale vettore di attacco è costituito dai file PDF: di conseguenza, gli esperti di sicurezza raccomandano agli utenti di aprire solo i documenti PDF provenienti da fonti conosciute e attendibili.

Sebbene l’origine della vulnerabilità sia in Flash , Adobe Reader e Acrobat 9.x per Windows sono interessati dal problema per via del componente authplay.dll , utilizzato per riprodurre i contenuti Flash inglobati all’interno di un file PDF. Uno dei workaround suggeriti da Adobe è proprio quello di cancellare, rinominare o spostare temporaneamente la succitata libreria dinamica, generalmente localizzata all’interno della cartella di installazione di Adobe Reader e Acrobat: è bene però sapere che, facendo questo, ogniqualvolta si aprirà un file PDF contenente oggetti Flash l’applicazione (Acrobat o Reader) andrà in crash.

Adobe ha appurato che la recente release candidate di Flash 10.1 e le versioni 8.x di Reader/Acrobat sono immuni al problema . Dal momento che la RC1 è una versione quasi finale di Flash 10.1, chi non desidera attendere la patch di Adobe – di cui peraltro non è ancora nota la data di rilascio – può eventualmente azzardare un aggiornamento anticipato di Flash Player.

Il nuovo allarme sicurezza relativo a Flash e Adobe Reader/Acrobat arriva a pochissima distanza da alcune considerazioni di Brad Arkin, dirigente di Adobe, relative al ciclo di patching di questi prodotti.

Arkink ha detto che la sua azienda sta considerano l’adozione di un ciclo di rilascio programmato delle patch su base mensile anziché trimestrale: in questo modo Adobe, che aveva già scelto il secondo martedì del mese come giorno di pubblicazione degli aggiornamenti di sicurezza, aderirebbe completamente ai tempi e ai ritmi di Microsoft (che come noto pubblica i suoi bollettini il secondo martedì di ogni mese). Da notare come la società californiana avesse preannunciato una mossa simile nel 2005, senza però mai metterla in pratica.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • luca benifurto scrive:
    truffatori
    aiutatemi un habbo di nome Refuoco ha fatto un video e ruba tutti i furni che avete! a me li ha rubati tutti e l'ho segnalato molte volte.... rivoglio i miei furni maledetti hackerrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
  • Guybrush scrive:
    Effetti del Sub-Appalto.
    Un mio amico lavorava per habbo hotel Italia.Poi il nuovo dirigente ha sub-appaltato il lavoro dei moderatori ad una ditta esterna e, senza tanti complimenti, ha di fatto licenziato i dipendenti.Le frodi c'erano anche prima e di solito erano causate da gente che "ci provava", vale a dire "aho! Sai che so un modo certo per duplicare gli oggetti? Regalami quello che vuoi duplicare e te lo restituisco doppio, io ci guadagno l'oggetto, tu le due copie.""Ah certo" risponde il ragazzino brufoloso con le mani sporche di nutella "tieni... ah, scusa, qui dice che se ti regalo l'oggetto lo perdo per sempre" e quello "e tu clicca su OK che poi te lo restituisco" "ah, certo, tieni..." "grazie, ciao merlo".Oppure"Helpdesk? Aiuto: non riesco più a rientrare nel mio account" "ah si? Come mai?" "Non so, ieri ho conosciuto un tizio che mi ha promesso il nuovo furno, il vaso da notte con l'aquila imperiale" "noi non abbiamo un furno del genere, ma cosa ti ha chiesto esattamente?" "di entrare un secondo con la mia password..."O ancora"Helpdesk? Perché sono stato bannato? Non ho fatto niente!!!""Tu no, ma chi ha usato il tuo account si e per quanto ne sappiamo si tratta della stessa persona"Banalmente: finché a rispondere erano persone che, in qualche modo, avevano a cuore l'interesse dell'azienda (o almeno avevano il portafogli legato a quello dell'azienda) le risposte erano tutte "viziate" e mirate a mettere in risalto i torti degli utenti e le ragioni aziendali.Mo' che e' in sub-appalto si ride.Nel frattempo il mio amico ha trovato un altro lavoro e ha risposto ad Habbo con calma, dignita' e vertenza sindacale.Auguri.GT
    • nononano scrive:
      Re: Effetti del Sub-Appalto.
      - Scritto da: Guybrush
      Nel frattempo il mio amico ha trovato un altro
      lavoro e ha risposto ad Habbo con calma, dignita'
      e vertenza
      sindacale.Triste storia. Simili o uguali a quelle su eve-online.Ma sulla vertenza sindacale ho forti dubbi.Grazie al nanaccio pelato, queste azioni non hanno piu l'effetto sperato.I lavoratori sono merce di scambio e le loro lamentele o vertenze, finiscono in mano a un avvocato che la porta avanti oltre a 5 anni, sino allo sfinimento.Quel che si era fatto per in tanti anni di discussioni e sXXXXXttate, è finito tutto in XXXXX, in nome della "flessibilità" (sinonimo di schiavitù, servo della gleba, persona senza diritti, precario).
      Auguri.
      GTConcordo e aggiungo: grazie nano malefico spelacchiato.
  • momin scrive:
    al solito nessuno che capisca
    Al solito, quando si parla di virtuale, quasi nessuno che abbia capito di cosa si tratti, e in tanti a pontificare sul nulla.La polizia indaga, giustamente: si tratta di phishing finalizzato a sottrarre denaro in un server in cui si paga per divertirsi.Vi sottraessero l'account, fosse anche quello di punto informatico, vi sembrerebbe cosa da ridere? E qui si tratta di account a cui probabilmente è legato anche l'uso di una carta di credito.Fate i moralisti per come la gente possa usare i soldi per divertirsi? Esistono tanti altri modi, peggiori o migliori che siano, dal noleggiarsi un dvd ad andare a p***ane su cui non eserciterei il mio moralismo (anche se personalmente non farei mai la seconda delle cose , così come non pagherei per una partita in stream tv, de gustibus).Ma chi siamo noi per dar giudizi?
    • max scrive:
      Re: al solito nessuno che capisca
      - Scritto da: momin
      La polizia indaga, giustamente: si tratta di
      phishing finalizzato a sottrarre denaro in un
      server in cui si paga per
      divertirsi.
      Vi sottraessero l'account, fosse anche quello di
      punto informatico, vi sembrerebbe cosa da ridere?
      E qui si tratta di account a cui probabilmente è
      legato anche l'uso di una carta di
      credito.non credo che si spendano grosse cifre per il virtuale, quindi bannati si, ma senza azione legale, a meno che cumulando la cifra diventi seria a scapito dell'immagine del sito...
      • mah scrive:
        Re: al solito nessuno che capisca
        - Scritto da: max
        - Scritto da: momin

        La polizia indaga, giustamente: si tratta di

        phishing finalizzato a sottrarre denaro in un

        server in cui si paga per

        divertirsi.

        Vi sottraessero l'account, fosse anche quello di

        punto informatico, vi sembrerebbe cosa da
        ridere?

        E qui si tratta di account a cui probabilmente è

        legato anche l'uso di una carta di

        credito.

        non credo che si spendano grosse cifre per il
        virtuale, quindi bannati si, ma senza azione
        legale, a meno che cumulando la cifra diventi
        seria a scapito dell'immagine del
        sito...Quindi se io ti rubo un bene materiale per cui non hai speso una grossa cifra non dovrei essere denunciato?Mah...
        • max scrive:
          Re: al solito nessuno che capisca
          - Scritto da: mah
          - Scritto da: max

          non credo che si spendano grosse cifre per il

          virtuale, quindi bannati si, ma senza azione

          legale, a meno che cumulando la cifra diventi

          seria a scapito dell'immagine del

          sito...

          Quindi se io ti rubo un bene materiale per cui
          non hai speso una grossa cifra non dovrei essere
          denunciato?
          Mah...imho, sempre che il furto sia sotto i 10 euro, la prima volta una diffida per far capire che si è sott'occhio è sufficiente, magari si èsottovalutato la gravità del furto e basta che si renda il maltoltose poi si insiste...
          • Threepwood scrive:
            Re: al solito nessuno che capisca
            - Scritto da: max
            - Scritto da: mah

            - Scritto da: max


            non credo che si spendano grosse cifre per il


            virtuale, quindi bannati si, ma senza azione


            legale, a meno che cumulando la cifra diventi


            seria a scapito dell'immagine del


            sito...



            Quindi se io ti rubo un bene materiale per cui

            non hai speso una grossa cifra non dovrei essere

            denunciato?

            Mah...

            imho, sempre che il furto sia sotto i 10 euro, la
            prima volta una diffida per far capire che si è
            sott'occhio è sufficiente, magari si
            èsottovalutato la gravità del furto e basta che
            si renda il
            maltolto

            se poi si insiste...Un crimine è un crimine, che si sia sottratto un centesimo o un milione.Per "rubare" quei "beni", nella migliore delle ipotesi è stata compiuta una truffa ai danni di Habbo (e vabbè, chissenefrega dirai tu) e altri danni a scapito della vittima, danni che cominciano con la truffa, circonvenzione di incapace (se e' un minore) fino all'acXXXXX abusivo a sistema telematico nel caso vengano impiegati strumenti diversi dal social engineering.Quindi "vabbe'" non lo possiamo dire e non vale nemmeno la diffida.Oltretutto per Habbo e' un danno doppio: da un lato c'e' un utente pagante che e' XXXXXXXto e parla, giustamente, male del fornitore del servizio. Dall'altro c'e' un utente che gode abusivamente del servizio e dice agli altri "visto come e' facile? Fatelo anche voi..."Più danno di così... aziende più importanti hanno chiuso per molto meno.-- A.
          • max59 scrive:
            Re: al solito nessuno che capisca
            - Scritto da: Threepwood
            - Scritto da: max

            imho, sempre che il furto sia sotto i 10 euro,la prima volta una

            diffida per far capire che si è sott'occhio è sufficiente, magari si

            è sottovalutato la gravità del furto e basta che si renda il maltolto

            se poi si insiste...

            Un crimine è un crimine, che si sia sottratto un centesimo o un milione.
            Per "rubare" quei "beni", nella migliore delle ipotesi è stata compiuta
            una truffa ai danni di Habbo (e vabbè, chissenefrega dirai tu) e altri
            danni a scapito della vittima, danni che cominciano con la truffa,
            circonvenzione di incapace (se e' un minore) fino all'acXXXXX
            abusivo a sistema telematico nel caso vengano impiegati strumenti
            diversi dal social engineering.
            Quindi "vabbe'" non lo possiamo dire e non vale nemmeno la diffida.
            Oltretutto per Habbo e' un danno doppio: da un lato c'e' un utente
            pagante che e' XXXXXXXto e parla, giustamente, male del fornitore del
            servizio. Dall'altro c'e' un utente che gode abusivamente del servizio
            e dice agli altri "visto come e' facile? Fatelo anche voi..."
            Più danno di così..aziende più importanti hanno chiuso per molto meno.
            --
            A.Ho specificato che in caso di maltolto ingente e/o recidiva si passa a vie legali sia per il danno economico agli utenti che per l'immagine del sitoMa qui si parla di 1000 euro per 400 utenti,25 euro a persona:per così poco è sufficiente bannatura e diffida: in fondo essere diffidati resta sul certificato penale e vale come precedente, non è mica uno scherzo
  • theguitarsilen scrive:
    Ruberie Virtuali
    eco qua un ottimo motivo del perchè Realtà e Fantasia devono stare alla larga uno dall'altro accuratamente
  • lukker scrive:
    Che tristezza chi ruba merce virtuale
    Mamma miaLe gente frega qualsiasi cosa. Capisco XXXXXXX soldi dai conti in banca ma.... chiamare la polizia perchè ti hanno fregato il mobile/amuleto virtuale o altro....Da una parte ha senso ma dall'altra non saprei. La merce immateriale non è come quella materiale
    • angros scrive:
      Re: Che tristezza chi ruba merce virtuale
      Semplice: si costruisce una cella virtuale e l'avatar del ladro verrà rinchiuso lì per 5 anni. Furto virtuale-
      prigione virtuale.
      • luca rivara scrive:
        Re: Che tristezza chi ruba merce virtuale
        grande trovata!!!!!
      • max scrive:
        Re: Che tristezza chi ruba merce virtuale
        - Scritto da: angros
        Semplice: si costruisce una cella virtuale e
        l'avatar del ladro verrà rinchiuso lì per 5 anni.
        Furto virtuale-
        prigione virtuale.infatti si banna il responsabile e lo si diffida legalmente, denuncia solo se recidivo
  • Paolo Nocco scrive:
    Che tristezza chi spende per il virtuale
    Ma quando quel bel giorno spegneranno i Server e tutto ciò che hai pagato verrà piallato da uno splendido "Format C:" come ti sentirai, caro il mio fesso?
    • Polemik scrive:
      Re: Che tristezza chi spende per il virtuale
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • angros scrive:
      Re: Che tristezza chi spende per il virtuale
      Quoto: chi spende per un bene virtuale (che magari ti può essere "spento" a distanza) dimostra solo stupidità.E questo non riguarda solo i mobili di hobo, ma anche libri, giochi e musica con drm, ad esempio (il problema è identico)
    • Anders scrive:
      Re: Che tristezza chi spende per il virtuale
      Tu sei conscio, vero, che un giorno anche il tuo server sarà piallato e formattato, e di tutto quello che hai acquistato e goduto nella vita non te ne farai più nulla.. e adesso come ti senti, povero fesso? :)
      • angros scrive:
        Re: Che tristezza chi spende per il virtuale
        Allora accetteresti, che so, un pacemaker telecomandato? Con un comando a distanza che te lo spegne quando lo decide qualcun altro?
        • Anders scrive:
          Re: Che tristezza chi spende per il virtuale
          Volevo solo farti riflettere sul fatto che, reali o virtuali, i beni che acquistiamo servono a farci vivere meglio, finché durano loro e finché duriamo noi. Della birra che ho bevuto stasera domani non sarà rimasto nulla, i vestiti, belli o brutti, dopo un certo tempo li devi buttare. Alla fine comunque di tutto questo non resterà un bel nulla... che differenza c'è fra reale e virtuale?
          • Legione scrive:
            Re: Che tristezza chi spende per il virtuale
            - Scritto da: Anders
            Volevo solo farti riflettere sul fatto che, reali
            o virtuali, i beni che acquistiamo servono a
            farci vivere meglio, finché durano loro e finché
            duriamo noi. Della birra che ho bevuto stasera
            domani non sarà rimasto nulla, i vestiti, belli o
            brutti, dopo un certo tempo li devi buttare. Alla
            fine comunque di tutto questo non resterà un bel
            nulla... che differenza c'è fra reale e
            virtuale?Mi spiace ma dissento:della birra di ieri sera resta, la pancia, l'acqua che ho bevuto (la birra è anche acqua), i danni al fegato :-) , i sali e tutto quanto la birra contiene con il virtuale non nutri la carcassa che ti permette di scrivere cretinate, altrettanto fanno i vestiti che la coprono e la tengono calda d'inverno. Se alla fine non resta nulla, con il virtuale non hai nulla dal'inizio. Ma se ritieni che sia meglio il virtuale del reale, allora facciamo così: tu dai i tuoi soldi a chi ne ha sicuramente bisogno e lui ... beh ti racconta una storiella virtule :-) contento?
    • mah scrive:
      Re: Che tristezza chi spende per il virtuale
      - Scritto da: Paolo Nocco
      Ma quando quel bel giorno spegneranno i Server e
      tutto ciò che hai pagato verrà piallato da uno
      splendido "Format C:" come ti sentirai, caro il
      mio
      fesso?Anche un videogioco o un film sono "cose virtuali".Quando li compri, se li compri, spendi per un bene immateriale.Lo stesso vale per un libro, in cui l'oggetto vero e proprio è la storia narrata e non il supporto materiale su cui è stampata, tanto che questo può variare, ma la storia è la stessa.Quando compri un biglietto per il cinema stai comprando due ore di virtualità: immagini proiettate su schermo, che ti godi e al massimo potrai ricordare; o replicare a casa tua, se ti compri (o scarichi) il DVD.Se qualcuno ti rubasse il biglietto del cinema prima che tu ci entri, tratterebbesi di furto di "bene virtuale", cioè della visione del film in questione.
      • Paolo Nocco scrive:
        Re: Che tristezza chi spende per il virtuale
        Non pensi al piccolo problema che spesso e volentieri per mmorpg non si spendono le 5 euro ma si parla di 2 o 3 zeri prima di una cifra diversa da zero? C'è gente che si è fatta gli alberghi virtuali e che pensa di poterli avere per sempre, volendo ignorare che il gioco online non durerà per sempre. Così come non concepisco chi gioca a World Of Warcraft e similari, che si frega un patrimonio per farsi il personaggione (Che poi a che servirà nella vita reale? Ti danno 1000 euro in più nello stipendio se hai il personaggione? NO).Io oggi compro Fifa 10, io pago i 30 euro per custodia, per il supporto e per il single player. L'online è ovviamente compreso nel prezzo, volendo (azzardo questa affermazione) si potrebbe vedere come "Regalato" dato che io pagavo pochi anni fa lo stesso prezzo per PES 2 che online non ne aveva. Se io dovessi pagare Fifa 10 anche solo 20 euro in più per l'online, se lo potevano tenere ben stretti. In effetti al giorno d'oggi, l'unica cosa che spinge a comprare originali è il multi. Se aumentassero il prezzo del gioco oltre ciò che si è sempre pagato (E su cui hanno avuto profitti anche maggiori del 100% in tempi non troppo remoti) se lo potrebbero tenere per quel che mi riguarda. Giocherei al fifa dell'anno prima con una patch per i trasferimenti.
        • Paolo Nocco scrive:
          Re: Che tristezza chi spende per il virtuale
          Riprendendo una notizia apparsa oggi su PI, i videogiochi servono perchè aumentano esponenzialmente riflessi, capacità cognitive, permettono indirettamente di ripassare l'inglese, e tante belle altre cose. E' comunque necessario accompagnare queste attività anche ad una bella e sana attività sportiva.Dopo queste quattro righe sarcastiche ti faccio notare una cosa:In tutti gli esempi che cito io chi spende i soldi lo fa senza essere padrone di nulla (non comanda lui il server dove ha acquistato l'oggetto per il mmorpg, quindi non è Padrone di ciò che ha comprato in pratica perchè basta che uno spenga quel server e ha perso tutto, bella XXXXXta no?) mentre tutti gli esempi che citi tu (Libri, orologi, vestiti, persino il film o il dvd che ti compri) sono elementi di cui o sei padrone (Fisicamente tu puoi usufruire di un libro o dvd quando ti pare e piace, nessuno te li disattiva da remoto) o di cui hai piena coscienza della stessa durata (Di quanti mmorpg davvero si sa quando i server verranno spenti? Non si sa, si annuncia la chiusura quando le vendite vanno male o pochi giocano, quindi se compri una licenza on-line o oggetti nel gioco per un gioco che non frutta ai gestori del server, te lo spengono in faccia. Compreso tutto ciò che hai comprato virtualmente, pagando realmente. bella roba.)Io non sono solone o come vuoi chiamare chiamami. Semplicemente ci sono cose che hanno snaturato la stessa concezione di mercato e di realtà. Sono d'accordo che sia ingiusto rubare, ma è ingiusto anche creare un mercato del nulla con qualcosa di vero, i danari che girano. Da come rispondi però credo che tu sia uno di quelli che s'è comprato un appezzamento di "terra" (ops, scusa, un appezzamento di 3-4 kbytes) su Second Life, quindi credo sia inutile continuare discussioni morte in partenza. Alla prossima.
          • shevathas scrive:
            Re: Che tristezza chi spende per il virtuale

            Dopo queste quattro righe sarcastiche ti faccio
            notare una
            cosa:
            In tutti gli esempi che cito io chi spende i
            soldi lo fa senza essere padrone di nulla (non
            comanda lui il server dove ha acquistato
            l'oggetto per il mmorpg, quindi non è Padrone di
            ciò che ha comprato in pratica perchè basta che
            uno spenga quel server e ha perso tutto, bella
            XXXXXta no?) no. Vedilo allo stesso modo dell'abbonamento ad una palestra o ad una piscina, io non divento padrone della palestra e se la proprietà decide di chiudere il mio abbonamento perde completamente di valore, ma questo non significa certo che sia sbagliato spendere per l'abbonamento della palestra.Idem per i mmorg, può essere considerato stupido spendere simili cifre per un gioco ma, indipendentemente da questo rimane il fatto che chi ruba o truffa merita di venire sanzionato.
            Io non sono solone o come vuoi chiamare chiamami.
            Semplicemente ci sono cose che hanno snaturato la
            stessa concezione di mercato e di realtà. Sono
            d'accordo che sia ingiusto rubare, ma è ingiusto
            anche creare un mercato del nulla con qualcosa di
            vero, i danari che girano. perché un mercato del nulla ? il servizio fornito non è un nulla, è un servizio.
            Da come rispondi però
            credo che tu sia uno di quelli che s'è comprato
            un appezzamento di "terra" (ops, scusa, un
            appezzamento di 3-4 kbytes) su Second Life,
            quindi credo sia inutile continuare discussioni
            morte in partenza. Alla
            prossima.mah sinceramente la risposta mi sembra inutilmente spocchiosa, ognuno è libero di sXXXXXXXre i suoi soldi come gli pare e truffe e raggiri sono da colpire indipendentemente da quanto possa sembrare stupido o inutile quello per cui si è pagato.
        • max scrive:
          Re: Che tristezza chi spende per il virtuale
          - Scritto da: mah
          A cosa serve "nella vita reale" spendere cifre a
          sette zeri per entrare in possesso di un quadro
          originale di Dalì o
          Picasso?eh no, il quadro di valore è un bene reale che puoi sempre rivendere, idem per l'orologio d'oroè lo spreco che irrita, non il lusso
    • Guybrush scrive:
      Re: Che tristezza chi spende per il virtuale
      - Scritto da: Paolo Nocco
      Ma quando quel bel giorno spegneranno i Server e
      tutto ciò che hai pagato verrà piallato da uno
      splendido "Format C:" come ti sentirai, caro il
      mio
      fesso?Infatti non stai pagando un bene, stai pagando un servizio.In questo caso si è di fronte ad un utente che paga e poi vede qualcun altro godere del servizio.Esempio:Immagina un tizio che ha pagato per una notte di follie con una tipa di fronte alla quale Ornella Muti diciottenne pare una cozza. (E' un esempio, non è assolutamente riferito a te).Arriva al dunque, trova la porta chiusa e qualcun altro che se la spassa al posto suo... come credi che si sentirà?GT
  • Dominus scrive:
    mah....
    Ma... dove finiremo?Se una persona, adolescente o adulta che sia, spende soldi veri per comprare mobili virtuali che servono nel loro gioco virtuale... Vuol dire che non si da più importanza ai soldi, poi si lamentano della crisi... Lo so la crisi non c'entra niente.... Ma c'è chi già mangia pane ebuccia di patate.. e chi compra i mobili virtuali.
    • Star scrive:
      Re: mah....
      Già... c'è un non so che di contorto in questo mondo reale che si sta sempre più "virtualizzando"...E se, veramente, come in Matrix il nostro mondo non sia anch'esso una immensa simulazione virtuale ? (newbie)
    • psychopazzo scrive:
      Re: mah....
      LA bambina del 1960 (esattamente 50 anni fa) quando giocava con la casetta delle bambole i mobili della casetta delle bambole non li comprava ? i bambini le macchinine giocattono non se le facevano comprare ? è un gioco e da quando in qua i giocattoli o sai farteli da solo o li compri...
      • max scrive:
        Re: mah....
        - Scritto da: psychopazzo
        La bambina del 1960 (esattamente 50 anni fa)
        quando giocava con la casetta delle bambole i
        mobili della casetta delle bambole non li
        comprava ? i bambini le macchinine giocattolo non
        se le facevano comprare ? è un gioco e da quando
        in qua i giocattoli o sai farteli da solo o li
        compri...ma i prezzi dei giocattoli sono poca cosa, immagino che per quelli virtuali sia la stessa cosa, quindi va bene essere bannati, non denunciati
        • psychopazzo scrive:
          Re: mah....
          - Scritto da: max

          ma i prezzi dei giocattoli sono poca cosa,
          immagino che per quelli virtuali sia la stessa
          cosa, quindi va bene essere bannati, non
          denunciatiNon è per i giocattoli ma per l'acXXXXX abusivo ad un sistema informatico, se per rubare i mobili della casa di barbie prendo un bazzooka e tiro giu una porta blindata devo essere denunciato eccome
          • max scrive:
            Re: mah....
            - Scritto da: psychopazzo
            - Scritto da: max



            ma i prezzi dei giocattoli sono poca cosa,

            immagino che per quelli virtuali sia la stessa

            cosa, quindi va bene essere bannati, non

            denunciati

            Non è per i giocattoli ma per l'acXXXXX abusivo
            ad un sistema informatico, se per rubare i mobili
            della casa di barbie prendo un bazzooka e tiro
            giu una porta blindata devo essere denunciato
            eccomema non hanno usato un virus, hanno usato false pagine web, sta all'utente non fare il credulone e chiedere conferma all'admin del sito se gli si chiede la psw o di cedere gli oggetti compraticmq la bannatura insieme ad una diffida le ritengo sufficienti, la denuncia solo per recidivi
          • mah scrive:
            Re: mah....
            - Scritto da: max
            - Scritto da: psychopazzo

            - Scritto da: max





            ma i prezzi dei giocattoli sono poca cosa,


            immagino che per quelli virtuali sia la stessa


            cosa, quindi va bene essere bannati, non


            denunciati



            Non è per i giocattoli ma per l'acXXXXX abusivo

            ad un sistema informatico, se per rubare i
            mobili

            della casa di barbie prendo un bazzooka e tiro

            giu una porta blindata devo essere denunciato

            eccome

            ma non hanno usato un virus, hanno usato false
            pagine web, sta all'utente non fare il credulone
            e chiedere conferma all'admin del sito se gli si
            chiede la psw o di cedere gli oggetti
            compratiAllora se dei falsi impiegati del gas vanno dalla vecchina a farsi dare i soldi, starebbe alla vecchina non fare la credulona?!Mai sentito parlare di "truffa"?
          • max scrive:
            Re: mah....
            - Scritto da: mah
            - Scritto da: max

            ma non hanno usato un virus, hanno usato false

            pagine web, sta all'utente non fare il credulone

            e chiedere conferma all'admin del sito se gli si

            chiede la psw o di cedere gli oggetti comprati

            Allora se dei falsi impiegati del gas vanno dalla
            vecchina a farsi dare i soldi, starebbe alla
            vecchina non fare la credulona?!
            Mai sentito parlare di "truffa"?la vecchina è vissuta in tempi dove la tecnologia era per pochi, qui si parla di giovani nati con Internet
Chiudi i commenti