Fastweb arriva anche a Genova

Ampie zone del capoluogo ligure saranno presto cablate dalla società milanese che potrà così fornire anche in quella città i propri servizi a banda larga. Con un piano di allargamento della copertura che prosegue spedito
Ampie zone del capoluogo ligure saranno presto cablate dalla società milanese che potrà così fornire anche in quella città i propri servizi a banda larga. Con un piano di allargamento della copertura che prosegue spedito


Genova – Fastweb anche Genova. Gli abitanti di questo capoluogo potranno tra breve usufruire dei servizi Fastweb . L’operazione costerà 330 miliardi e proseguirà sino al 2009. Per ora il cablaggio è attivo nel quartiere genovese di Sanpierdarena.

La strategia di progressivo allargamento dei servizi nelle grandi città adottata da Fastweb procede dunque spedita, sebbene per il momento sia disponibile in modo capillare solo a Milano, ma la società promette che sarà presto estesa, dopo Genova, anche a Roma e a Torino. Roma è per adesso servita solo nel centro storico . I prossimi obiettivi saranno Napoli, Grosseto e Reggio Emilia.

Come noto, Fastweb, nata da una costola della AEM milanese e di eBiscom, basa le proprie infrastrutture su fibra ottica. Il tutto per offrire connettività superveloce ad Internet, ma anche telefono e TV e, più recentemente, anche videogiochi.

La rete a fibre ottiche permette infatti una banda da un gygabyte al secondo (la banda larga dell’ADSL arriva a 640 kbit/s, vento in poppa). La differenza è abissale, quindi. Sulla stessa rete è teoricamente possibile telefonare, indipendenti da servizi Telecom, connettersi ad Internet e ricevere filmati televisivi in tempo reale. Sulla rete di Fastweb sono stati anche installati alcuni videogiochi (come Tomb Raider III), cui gli utenti possono accedere, senza possedere il gioco sull’hard disk. Il costo per accedere ai servizi di Fastweb è di 120mila lire al mese (IVA inclusa).

La rete universale? TV, Internet e telefono messi insieme? Fastweb è ancora in un’area geografica ristretta; la sua diffusione è ancora troppo embrionale per tentare pronostici sul suo futuro. Il destino di questa tecnologia dipenderà anche da fattori economici: cablare una città con fibre ottiche comporta spese elevate. Se Fastweb riuscirà ad estendersi capillarmente, in Italia, le reti “normali” di Telecom avranno un temibile concorrente.

Il fatto poi che vi sia un numero sempre maggiore di imprese che vanno in direzioni analoghe di quella di Fastweb secondo qualcuno potrebbe davvero portare in tempi rapidi ad un cambiamento di scenario nella connettività Internet nei maggiori centri cittadini. Per il resto del territorio, come sempre, toccherà aspettare…

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 05 2001
Link copiato negli appunti