Fastweb si concede ad Adiconsum

Fastweb si concede ad Adiconsum

L'operatore più volte finito nel mirino degli utenti accetta una serie di condizioni in un incontro con l'associazione dei consumatori. Ecco di cosa si tratta
L'operatore più volte finito nel mirino degli utenti accetta una serie di condizioni in un incontro con l'associazione dei consumatori. Ecco di cosa si tratta


Roma – Fastweb , operatore di fibra e ADSL tirato in ballo più volte in rete dagli utenti, ha accettato una serie di proposte provenienti dall'associazione dei consumatori Adiconsum e legate alla fornitura di connettività.

Stando a quanto riferito dai consumatori, l'azienda ha accettato di variare alcune determinazioni contrattuali, in particolare al fine di garantire all'utente l'uso del telefono nella fase di transizione tra il distacco della linea da parte di Telecom Italia e l'installazione delle nuove linee offerte dall'azienda. “Qualora si verificasse il distacco della linea Telecom, anche in caso di ripensamento – spiega Adiconsum – Fastweb si è impegnata a garantire una propria linea gratuita. In tal modo l'utente dovrebbe trovarsi nella possibilità di poter utilizzare il telefono con continuità”.

L'operatore ha poi accettato di:

– legare al contratto anche la proposta commerciale e la Carta dei servizi permettendo al consumatore una chiara informazione in merito ai suoi diritti e alle caratteristiche del servizio;
– evidenziare con maggiore chiarezza le differenze che esistono fra la connessione con fibra e quella ADSL che rimane una connessione provvisoria;
– evidenziare nell'informazione commerciale, le differenze d'uso esistenti fra la fonia digitale di Fastweb e quella di Telecom;
– facilitare la comunicazione fra i clienti e l'azienda permettendo via telefono non solo la comunicazione dei problemi, ma anche la loro risoluzione, garantendo, quando necessario, il dialogo con i responsabili della Fastweb;
– facilitare il contatto con il servizio tecnico per risolvere i malfunzionamenti riducendo i tempi di attesa e le modalità d'accesso;
– attivare gli strumenti necessari per realizzare una rapida conciliazione delle controversie attraverso le associazioni consumatori;
– potenziare lo sportello Fastweb dedicato alle associazioni consumatori per risolvere celermente le controversie fra l'azienda e gli iscritti alle associazioni.

“Adiconsum – continua la nota dell'associazione – continuerà a seguire il problema banda larga (non solo con Fastweb) fino alla sua reale soluzione e chiede ai consumatori di collaborare comunicando i loro pareri ed i disservizi subiti all'indirizzo e-mail m.vergari@adiconsum.it “.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 02 2003
Link copiato negli appunti