FBI con licenza di monitorare l'email

A questo sarebbero disposti gli americani secondo un nuovo autorevole studio. A spingerli ad accettare l'elusione della privacy il timore che Internet sia usato dai pedopornografi. Solo uno su tre è perplesso


Washington (USA) – Molte sono le preoccupazioni degli americani quando pensano ad Internet, ma alcune, come la pedopornografia, sono tali da far loro rinunciare al diritto alla privacy. A questi risultati è giunto lo studio Pew Internet and American Life Project di Pew Internet Project.

Gli esperti, che hanno intervistato un campione di utenza Internet statunitense, hanno rilevato che l’80 per cento si preoccupa per possibili frodi commesse attraverso la Rete mentre l’82 si dice timoroso che venga utilizzata da terroristi per la pianificazione di attentati. Il 78 per cento teme che “gli hacker” entrino nei computer governativi o in quelli delle aziende.

Secondo Susannah Fox, coordinatrice dello studio, “non appena siamo arrivati alla domanda sul porno infantile, la gente ha reagito con la massima durezza. Può essere una cosa che non tocca le vite di tutti gli americani, ma tutti la aborriscono”. Ben il 92 per cento degli intervistati, infatti, ha dichiarato di temere l’uso di Internet per fini di distribuzione di pedopornografia e la metà di loro lo considera il reato più grave che possa essere commesso online.

Queste paure provocano delle conseguenze. Secondo Fox, infatti, il 54 per cento degli americani è convinto che l’FBI debba poter monitorare le email di persone di cui sospetta mentre solo il 34 per cento si oppone a questa idea. Le stesse percentuali, spiegano gli esperti, sono rilevate per le intercettazioni su altri strumenti di comunicazione, come il telefono o la posta tradizionale.

Ad ogni modo il 62 per cento degli intervistati ha affermato di volere leggi specifiche che determino il modo in cui queste intercettazioni debbano aver luogo. E tra i pochi che conoscono il sistema Carnivore , che consente all’FBI di monitorare email e navigazione Internet se necessario, c’è una sostanziale divisione: il 45 per cento lo ritiene importante e un altro 45 per cento vorrebbe che venisse eliminato.

Lo studio, affermano i ricercatori, è stato effettuato nel mese di febbraio su un campione rappresentativo di 2.096 americani di cui 1.198 utenti Internet.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Cos'è la maniera fresca?
    davvero mi sfugge. Forse l'articolista mi sa dire come si fa a scrivere in manieramolto fresca!
    • Anonimo scrive:
      Re: Cos'è la maniera fresca?
      - Scritto da: The Raptus!
      davvero mi sfugge. Forse l'articolista mi sa
      dire come si fa a scrivere in manieramolto
      fresca!consulta un buon dizionario..!!!http://www.garzanti.it/"agg. [pl. m. -schi] si dice di ciò che è leggermente freddo e che provoca per lo più una sensazione piacevole: aria,bevanda, camera..."quindi una rivista fresca e giovane, un look fresco, un film fresco... e' italiano ao !!! ;Dmagari l autore del pezzo c'aveva caldo !
Chiudi i commenti