FDA ordina lo stop a 23andme

L'agenzia federale contro la startup genetica. Rea di non aver rispettato un accordo per migliorare la qualità del suo servizio. Il futuro si fa nebuloso, con gli osservatori scettici che questa volta Google corra ancora in soccorso

Roma – La Food and Drug Administration statunitense ha intimato l’immediata sospensione della vendita dei kit per l’analisi del codice genetico commercializzati da 23andMe, la startup genetica nata del 2006 per mano di Paul Cosenza, Linda Avey e Anne Wojcicki. Quest’ultima è l’ex-moglie di Sergey Brin, una delle due menti di Google e, proprio grazie ai generosi finanziamenti provenienti da Mountain View, il box verde per la raccolta della saliva della 23andMe ha bruciato le tappe diffondendosi in breve tempo in tutto il mondo, tanto che l’attuale database della azienda conta informazioni su più di 400mila individui.

La parabola riceve ora, però, una brusca frenata poiché il Personal Genome Service non è conforme alle norme previste dall’agenzia federale USA che si occupa della sicurezza dei prodotti alimentari e medici. L’obiettivo del test è aiutare le persone a valutare il proprio stato di salute, ma sul proprio sito la società specifica che acquistando il kit, tuttora in vendita a 99 dollari, si possono avere informazioni su oltre 240 potenziali malattie genetiche, nonché un report sui difetti genetici e le potenziali malattie in fase di sviluppo. Un approccio fin troppo specialistico, proprio dei medicinali che, per stare sul mercato, devono rispettare gli standard imposti dalla FDA. Parametri che invece 23andMe non ha rispettato, nonostante i continui richiami dell’agenzia, preoccupata per le reazioni delle persone a eventuali falsi positivi o errori .

Le schermaglie tra le parti iniziano nel 2009, quando si avviò un lungo scambio di email corroborato da 14 incontri e numerose teleconferenze, ma lo strappo definitivo si è consumato dopo la promessa fatta da 23andMe di migliorare le performance e la sicurezza dei propri test nel corso dell’ultimo anno, poi disattesa. Inevitabile a quel punto la lettera della FDA con l’intimazione di bloccare subito le vendite e fornire risposte ai vari appunti entro quindici giorni. Sintetica la risposta dell’azienda, che con un post su Facebook ha confermato la decisione dell FDA ammettendo di non aver rispettato le tempistiche previste e di essere pronta a sistemare la questione.

Non sarà molto semplice riuscirci, poiché dopo il distacco da Google il futuro di 23andMe sembra nebuloso. Nessuno può confermarlo eccetto i diretti interessati, ma all’indomani della separazione tra Brin e Anne Wojcicki, CEO della start up genetica, si sono chiusi anche i rubinetti di Big G. Se per il lancio erano stati decisivi i 3,9 milioni di euro elargiti da Google e altri popolari partner, lo sviluppo e la crescita sono stati possibili grazie all’ulteriore innesto da 50 milioni di dollari che 23andMe ha ottenuto nel corso del 2012 e grazie ai quali ha abbassato il prezzo del Personal Genome Service da 299 a 99 dollari. Cifre considerevoli che però non hanno evitato pericolosi e imbarazzanti scivoloni come i dati errati pubblicati sugli account degli utenti. E pensare che l’inizio fu sorprendente, tanto da essere nominata nel 2008 invenzione dell’anno da Time e che lo stesso Sergey Brin ne tessé le lodi in seguito alla scoperta di un proprio difetto genetico che avrebbe potuto sfociare nel morbo di Parkinson.

Le grandi aspettative si sono sgonfiate col tempo e anche Google ha dirottato altrove le sue attenzioni genetico-sanitarie fondando Calico, la startup che mira a combattere l’invecchiamento sotto la guida di Arthur Levinson, altro convinto assertore della biotecnologia come salvezza della salute umana.

Alessio Caprodossi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Eugenio Guastatori scrive:
    Uffa che tiramolla ...
    Mò finisce che ci riaprono ancora Pirate Bay, poi lo richiudono, poi lo riaprono, poi lo richiudono ....
  • ... scrive:
    Pianeta Video
    Ma quale cautela, ma quale libertà di informazione.[img]http://3.bp.blogspot.com/-KpT9EoxPdBk/UUlwRG-s3hI/AAAAAAAACwQ/z7wjHJj-m8Q/s1600/AngryPointingFinger.jpg[/img]Gli ISP devolo filtrare tutto e subito. Solo in questo modo si può sconfiggere la piaga della pirateria. @^
    • anon scrive:
      Re: Pianeta Video
      - Scritto da: ...
      Gli ISP devolo filtrare tutto e subito.Ma se filtrano tutto, allora vuol dire che filtrano anche le alternative "legali"... (in altre parole: ti sei fregato da solo!)
      • Pianeta Video scrive:
        Re: Pianeta Video
        - Scritto da: anon
        - Scritto da: ...


        Gli ISP devolo filtrare tutto e subito.

        Ma se filtrano tutto, allora vuol dire che
        filtrano anche le alternative "legali"... (in
        altre parole: ti sei fregato da
        solo!)Va bene pure quello: la pirateria va fermata a tutti i costi! @^
        • Massi729 scrive:
          Re: Pianeta Video
          E credi che se venisse filtrato tutto la gente tornerebbe a pagarvi la gabella per vedere un filmetto?AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
          • ... scrive:
            Re: Pianeta Video
            - Scritto da: Massi729
            E credi che se venisse filtrato tutto la gente
            tornerebbe a pagarvi la gabella per vedere un
            filmetto?


            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAE tu credi che Pianeta Video sia veramente un videotechino?AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
          • thebecker scrive:
            Re: Pianeta Video
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Massi729

            E credi che se venisse filtrato tutto la gente

            tornerebbe a pagarvi la gabella per vedere un

            filmetto?





            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA




            E tu credi che Pianeta Video sia veramente un
            videotechino?

            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAPianeta Video sarà un tipo che non ha nulla da fare tutto il giorno e viene a trollare puntualmente nelle discussioni sul copyright e diritti d'autore, non vedo differenza con un videotechino reale.. :D
          • krane scrive:
            Re: Pianeta Video
            - Scritto da: thebecker
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: Massi729


            E credi che se venisse filtrato tutto
            la
            gente


            tornerebbe a pagarvi la gabella per
            vedere
            un


            filmetto?








            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA









            E tu credi che Pianeta Video sia veramente un

            videotechino?



            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

            Pianeta Video sarà un tipo che non ha nulla da
            fare tutto il giorno e viene a trollare
            puntualmente nelle discussioni sul copyright e
            diritti d'autore, non vedo differenza con un
            videotechino reale..
            :DO un buon sistemista :$
    • krane scrive:
      Re: Pianeta Video
      - Scritto da: ...
      Ma quale cautela, ma quale libertà di
      informazione.

      [img]http://3.bp.blogspot.com/-KpT9EoxPdBk/UUlwRG-

      Gli ISP devolo filtrare tutto e subito. Solo in
      questo modo si può sconfiggere la piaga della
      pirateria.
      @^Basta che uno acquisti una copia dedicata alla vendita e tutto diventa legale e' spiegato qui: http://www.videotecheweb.it/pvs/
    • thebecker scrive:
      Re: Pianeta Video
      - Scritto da: ...
      Ma quale cautela, ma quale libertà di
      informazione.

      [img]http://3.bp.blogspot.com/-KpT9EoxPdBk/UUlwRG-

      Gli ISP devolo filtrare tutto e subito. Solo in
      questo modo si può sconfiggere la piaga della
      pirateria.
      @^Iniziamo a filtrare Pianeta Video alias SIAE...:D
    • tucumcari scrive:
      Re: Pianeta Video
      - Scritto da: ...
      Ma quale cautela, ma quale libertà di
      informazione.

      [img]http://3.bp.blogspot.com/-KpT9EoxPdBk/UUlwRG-

      Gli ISP devolo filtrare tutto e subito. Solo in
      questo modo si può sconfiggere la piaga della
      pirateria.
      @^pensa che sul mio router è filtrato l'IP 151.22.5.67 e l'IP 2.228.32.67A te scoprire a cosa corrisponde.... :D
      • ... scrive:
        Re: Pianeta Video
        redtube
        A te scoprire a cosa corrisponde....
        :DFIXED. :D
        • tucumcari scrive:
          Re: Pianeta Video
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: tucumcari

          - Scritto da: ...


          Ma quale cautela, ma quale libertà di


          informazione.








          [img]http://3.bp.blogspot.com/-KpT9EoxPdBk/UUlwRG-





          Gli ISP devolo filtrare tutto e subito. Solo
          in


          questo modo si può sconfiggere la piaga della


          pirateria.


          @^

          pensa che sul mio router è filtrato l'IP

          151.22.5.67 e l'IP -----
          <b
          youporn </b


          2.228.32.67 -----------
          <b
          redtube </b


          A te scoprire a cosa corrisponde....

          :D


          FIXED. :D;www.lc.siae.it. IN A;; ANSWER SECTION:www.lc.siae.it. 30 IN A 151.22.5.67www.lc.siae.it. 30 IN A 2.228.32.67;; Query time: 76 msec
          • La SIAE scrive:
            Re: Pianeta Video
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: ...
            ;; ANSWER SECTION:
            www.lc.siae.it. 30 IN A
            151.22.5.67
            www.lc.siae.it. 30 IN A
            2.228.32.67

            ;; Query time: 76 msec01/10
          • tucumcari scrive:
            Re: Pianeta Video
            - Scritto da: La SIAE
            01/10 :D[img]http://t0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTHla6jspKh5hK6JiiKLTauHgL_0J8IiJbpopgHabpSN5BmfkRj[/img]
  • MegaJock scrive:
    Ma anche no!
    Cruz Villalòn de les Huevas de Oro, ti presto una dentiera così la prossima volta che vai a fare un servizietto ai tuoi padroni dell'industria, puoi staccarglielo a morsi!
  • bubba scrive:
    che fatica far l'azzeccagarbugli :)
    A) l'isp che fornisca ai netizen l'acXXXXX a un sito ritenuto responsabile di violare il diritto d'autore condividendo illecitamente opere protette permette di fatto ai propri utenti di avere acXXXXX a delle opere condivise illecitamenteB) il blocco degli IP del sito incriminato o un blocco a livello DNS ...facilità con cui queste misure possono essere scavalcate non ne pregiudicherebbe l'idoneità:MA ANCHE- "va assicurato che la misura di blocco riguardi effettivamente materiale all'origine della violazione e non sussista alcun rischio di bloccare l'acXXXXX a materiale lecito". - avvalendosi di strumenti già ampiamente adottati come i filtri a livello DNS e i filtri a livello IP, ma SOLO qualora ciò non comporti effetti collaterali come la soppressione di voci perfettamente lecite Ovviamente il fatto che le due prescrizioni siano in PALESE CONTRASTO TECNICO tra loro, all'azzeccagargugli non tange. Lui si toglie il suo paruccone coi boccoli e va a casa. Ci pensino gli altri ai dettagli :D
    • panda rossa scrive:
      Re: che fatica far l'azzeccagarbugli :)
      - Scritto da: bubba
      A) l'isp che fornisca ai netizen l'acXXXXX a un
      sito ritenuto responsabile di violare il diritto
      d'autore condividendo illecitamente opere
      protette permette di fatto ai propri utenti di
      avere acXXXXX a delle opere condivise
      illecitamente

      B) il blocco degli IP del sito incriminato o un
      blocco a livello DNS ...facilità con cui queste
      misure possono essere scavalcate non ne
      pregiudicherebbe
      l'idoneità:


      MA ANCHE
      - "va assicurato che la misura di blocco riguardi
      effettivamente materiale all'origine della
      violazione e non sussista alcun rischio di
      bloccare l'acXXXXX a materiale lecito".

      - avvalendosi di strumenti già ampiamente
      adottati come i filtri a livello DNS e i filtri a
      livello IP, ma SOLO qualora ciò non comporti
      effetti collaterali come la soppressione di voci
      perfettamente lecite


      Ovviamente il fatto che le due prescrizioni siano
      in PALESE CONTRASTO TECNICO tra loro,
      all'azzeccagargugli non tange. Lui si toglie il
      suo paruccone coi boccoli e va a casa. Ci pensino
      gli altri ai dettagli
      :DSono tutti morti, ma ancora non lo sanno.Camminano come zombi in direzione del baratro, dove precipiteranno per scomparire del tutto.Che tristezza che deve essere l'ignoranza.
      • Reolix scrive:
        Re: che fatica far l'azzeccagarbugli :)
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: bubba

        A) l'isp che fornisca ai netizen l'acXXXXX a
        un

        sito ritenuto responsabile di violare il
        diritto

        d'autore condividendo illecitamente opere

        protette permette di fatto ai propri utenti
        di

        avere acXXXXX a delle opere condivise

        illecitamente



        B) il blocco degli IP del sito incriminato o
        un

        blocco a livello DNS ...facilità con cui
        queste

        misure possono essere scavalcate non ne

        pregiudicherebbe

        l'idoneità:





        MA ANCHE

        - "va assicurato che la misura di blocco
        riguardi

        effettivamente materiale all'origine della

        violazione e non sussista alcun rischio di

        bloccare l'acXXXXX a materiale lecito".



        - avvalendosi di strumenti già ampiamente

        adottati come i filtri a livello DNS e i
        filtri
        a

        livello IP, ma SOLO qualora ciò non comporti

        effetti collaterali come la soppressione di
        voci

        perfettamente lecite





        Ovviamente il fatto che le due prescrizioni
        siano

        in PALESE CONTRASTO TECNICO tra loro,

        all'azzeccagargugli non tange. Lui si toglie
        il

        suo paruccone coi boccoli e va a casa. Ci
        pensino

        gli altri ai dettagli

        :D

        Sono tutti morti, ma ancora non lo sanno.
        Camminano come zombi in direzione del baratro,
        dove precipiteranno per scomparire del
        tutto.

        Che tristezza che deve essere l'ignoranza.Gadda diceva non tutti sono condannati ad essere intelligenti eccone un esempio (l'azzeccagargugli per la precisazione)
    • Dr Doom scrive:
      Re: che fatica far l'azzeccagarbugli :)
      - Scritto da: bubba
      Ovviamente il fatto che le due prescrizioni siano
      in PALESE CONTRASTO TECNICO tra loro,
      all'azzeccagargugli non tange. Lui si toglie il
      suo paruccone coi boccoli e va a casa. Ci pensino
      gli altri ai dettagli
      :DQui ci vuole l'immortale Murphy:Nulla è impossibile per colui che non deve farlo;)
      • quello che sa tutto scrive:
        Re: che fatica far l'azzeccagarbugli :)
        - Scritto da: Dr Doom
        Qui ci vuole l'immortale Murphy:
        Nulla è impossibile per colui che non deve farlo
        ;)Quoto! è troppo divertente poi quando fa quella sua risata, ha fatto film che ormai sono un must: Un Poltrona per Due, Il principe cerca moglie, Beverly Hills Cop (dove intepretava l'indimenticabile Axel Foley) e non dimentichiamo i suoi travestimenti come ne "Il Professore Matto" concordo un personaggio ormai immortale! :)
        • webwizard scrive:
          Re: che fatica far l'azzeccagarbugli :)
          - Scritto da: quello che sa tutto
          - Scritto da: Dr Doom

          Qui ci vuole l'immortale Murphy:

          Nulla è impossibile per colui che non deve
          farlo

          ;)

          Quoto! è troppo divertente poi quando fa quella
          sua risata, ha fatto film che ormai sono un must:
          Un Poltrona per Due, Il principe cerca moglie,
          Beverly Hills Cop (dove intepretava
          l'indimenticabile Axel Foley) e non dimentichiamo
          i suoi travestimenti come ne "Il Professore
          Matto" concordo un personaggio ormai immortale!
          :)Murphy sbagliato...
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: che fatica far l'azzeccagarbugli :)
          - Scritto da: quello che sa tutto
          - Scritto da: Dr Doom

          Qui ci vuole l'immortale Murphy:

          Nulla è impossibile per colui che non deve
          farlo

          ;)

          Quoto! è troppo divertente poi quando fa quella
          sua risata, ha fatto film che ormai sono un must:
          Un Poltrona per Due, Il principe cerca moglie,
          Beverly Hills Cop (dove intepretava
          l'indimenticabile Axel Foley) e non dimentichiamo
          i suoi travestimenti come ne "Il Professore
          Matto" concordo un personaggio ormai immortale!
          :)Ormai Tonino Accolla è morto...
      • thebecker scrive:
        Re: che fatica far l'azzeccagarbugli :)
        post cancellato-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 novembre 2013 12.40-----------------------------------------------------------
    • webwizard scrive:
      Re: che fatica far l'azzeccagarbugli :)
      - Scritto da: bubba
      A) l'isp che fornisca ai netizen l'acXXXXX a un
      sito ritenuto responsabile di violare il diritto
      d'autore condividendo illecitamente opere
      protette permette di fatto ai propri utenti di
      avere acXXXXX a delle opere condivise
      illecitamente

      B) il blocco degli IP del sito incriminato o un
      blocco a livello DNS ...facilità con cui queste
      misure possono essere scavalcate non ne
      pregiudicherebbe
      l'idoneità:


      MA ANCHE
      - "va assicurato che la misura di blocco riguardi
      effettivamente materiale all'origine della
      violazione e non sussista alcun rischio di
      bloccare l'acXXXXX a materiale lecito".

      - avvalendosi di strumenti già ampiamente
      adottati come i filtri a livello DNS e i filtri a
      livello IP, ma SOLO qualora ciò non comporti
      effetti collaterali come la soppressione di voci
      perfettamente lecite


      Ovviamente il fatto che le due prescrizioni siano
      in PALESE CONTRASTO TECNICO tra loro,
      all'azzeccagargugli non tange. Lui si toglie il
      suo paruccone coi boccoli e va a casa. Ci pensino
      gli altri ai dettagli
      :DPerò l'azzeccagarbugli ha detto anche un'altra cosa interessante:http://curia.europa.eu/juris/document/document.jsf?text=&docid=144944&pageIndex=0&doclang=IT&mode=req&dir=&occ=first&part=1&cid=260211" (Relazione, paragrafo 90):" Alla luce dell'insieme delle considerazioni che precedono, occorre risolvere la terza questione pregiudiziale dichiarando che non è compatibile con il necessario bilanciamento dei diritti fondamentali degli interessati , da effettuarsi nell'ambito dell'articolo 8, paragrafo 3, della direttiva 2001/29, vietare ad un provider in modo totalmente generale e senza prescrizione di misure concrete di consentire ai suoi clienti l'acXXXXX ad un determinato sito Internet che viola il diritto d'autore . Ciò vale anche nel caso in cui il provider possa evitare sanzioni per la violazione di tale divieto dimostrando di aver adottato tutte le misure ragionevoli per l'attuazione del divieto. "Questo vuol dire, almeno io l'ho letta così, che non sarebbe più consentito il blocco "tombale" anche di siti come piratebay, ma andrebbero circoscritti ai contenuti vietati. Che poi, in realtà, le cose vadano in tutt'altro modo lo so pure io, non sono nato ieri, ma che venga ufficializzato questo principio è comunque interessante.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 novembre 2013 13.09-----------------------------------------------------------
      • ThEnOra scrive:
        Re: che fatica far l'azzeccagarbugli :)
        - Scritto da: webwizard

        Però l'azzeccagarbugli ha detto anche un'altra
        cosa
        interessante:
        http://curia.europa.eu/juris/document/document.jsf
        " <i
        Alla luce dell'insieme delle considerazioni
        che precedono, occorre risolvere la terza
        questione pregiudiziale dichiarando che <b
        non è
        compatibile con il necessario bilanciamento dei
        diritti fondamentali degli interessati </b
        , da
        effettuarsi nell'ambito dell'articolo 8,
        paragrafo 3, della direttiva 2001/29, <b
        vietare
        ad un provider in modo totalmente generale e
        senza prescrizione di misure concrete di
        consentire ai suoi clienti l'acXXXXX ad un
        determinato sito Internet che viola il diritto
        d'autore </b
        . Ciò vale anche nel caso in cui il
        provider possa evitare sanzioni per la violazione
        di tale divieto dimostrando di aver adottato
        tutte le misure ragionevoli per l'attuazione del
        divieto. </i
        "

        Questo vuol dire, almeno io l'ho letta così, che
        non sarebbe più consentito il blocco "tombale"
        anche di siti come piratebay, ma andrebbero
        circoscritti ai contenuti vietati. Che poi, in
        realtà, le cose vadano in tutt'altro modo lo so
        pure io, non sono nato ieri, ma che venga
        ufficializzato questo principio è comunque
        interessante.
        --------------------------------------------------
        Modificato dall' autore il 27 novembre 2013 13.09
        --------------------------------------------------No. Sta parlando del filtraggio preventivo.
    • ThEnOra scrive:
      Re: che fatica far l'azzeccagarbugli :)
      Stai commentando l'articolo di PI... non il parere :D
Chiudi i commenti