Fedora 12 è amica del tethering

La nuova versione della celebre distribuzione Linux sponsorizzata da Red Hat migliora il supporto ai netbook e al tethering dei telefoni cellulari

Roma – A chiudere il ciclo autunnale di aggiornamenti alle più diffuse distribuzioni Linux è Fedora 12 , nome in codice Constantine , la quale promette migliorie e novità sia in ambito server e desktop che, come ormai d’obbligo, anche in ambito netbook.

Similmente a Mandriva Linux 2010.0 , Fedora 12 offre agli utenti di mini notebook la possibilità di utilizzare l’interfaccia grafica di Moblin , l’ormai nota piattaforma Linux-based ottimizzata per netbook e MID. Oltre a ciò, la nuova Fedora promette tempi di avvio inferiori, un più ampio supporto all’hardware dei netbook e un più efficace sistema di power management.

Ad avvantaggiare soprattutto gli utenti mobili c’è anche il migliorato supporto al tethering dei telefoni cellulari e alla configurazione automatica dei modem 3G. Paul Frields, project leader del progetto Fedora, ha spiegato che la nuova distribuzione è ora in grado di rilevare i telefoni con Bluetooth attivato e di aggiungerli automaticamente tra i dispositivi di rete elencati nel NetworkManager: qui l’utente potrà scegliere il dispositivo mobile e utilizzarlo come modem esterno per connettersi ad Internet.

Il tool NetworkManager può anche essere utilizzato per configurare connessioni always on direttamente dal desktop e per accedere alle principali impostazioni del sistema di sicurezza PolicyKit.

Fedora 12 migliora poi il supporto alle webcam, incluse quelle integrate nei laptop, e introduce nuove funzionalità e tool dedicati alla virtualizzazione e alla gestione dei dischi virtuali. Grazie all’integrazione con SELinux, è ora inoltre possibile confinare l’esecuzione di uno o più programmi all’interno di una sandbox.

Da citare poi come il tool Abrt , utilizzato per la segnalazione automatica dei bug, sia ora attivo di default: Frields ha spiegato che le segnalazioni automatiche aiuteranno gli sviluppatori, sia quelli di Fedora che quelli dei componenti di terze parti, a risolvere i problemi in modo più tempestivo.

Nella nuova Fedora si trovano poi GNOME 2.28 e KDE 4.3, il kernel Linux 2.6.31, X Server 1.7.1 e il supporto sperimentale al 3D per le schede grafiche ATI R600/R700.

Una sintesi delle principali novità di Fedora 12 è stata pubblicata qui , mentre un elenco completo dei cambiamenti è riportato qui .

Le immagini ISO di Fedora possono essere scaricate dai link forniti in questa pagina . Tutte le ISO sono di tipo ibrido, e possono dunque essere scritte anche su un drive USB.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ebm scrive:
    Non mi è chiara una cosa
    SCusate la mia ignoranza in materia. Ma se il film è un evento fisso registrato su pellicola e poi buttato su DvD. Come facciamo a interagire direttamente con il film? La mia mente limitata mi dice allora che ogni film dovrebbe occupare milioni di tera visto che ogni singolo attore dovrebbe assumere tutti i tipi di comportamento possibili immaginabili per relazionarsi con noi. es. Indiana Jones sta cadendo da un precipizio. Se non lo salviamo dovremmo vederlo vivo e vegeto, se muore dovremmo vederlo precipitare nella lava. etc etc, per on parlare delle ipotetiche fatasie malate di alcune persone O.O. boooooooooo
  • Funz scrive:
    Ma che brevetto
    Svelti a brevettare 'sta scemata, neh, che sennò vi fregano l'idea!
Chiudi i commenti