FeedBurner cancella la storia?

Gli utenti del servizio possono accedere solo alle statistiche relative agli ultimi trenta giorni. Ma recuperare i dati dell'evoluzione del proprio feed è possibile

Roma – Quasi ottocentomila fra blogger e siti di news pare si debbano rassegnare : coloro che utilizzano FeedBurner per dispensare aggiornamenti e novità ai propri lettori non potranno più sfoderare statistiche riguardo ai propri abbonati, illustrare i trend del proprio successo.

FeedBurner, dopo essere stato acquisito da Google, dopo aver annunciato la gratuità dei servizi di analisi, ha ora negato agli utenti la possibilità di consultare le statistiche generali che tracciano l’evoluzione del pubblico dei fedelissimi. Sono disponibili esclusivamente i dati relativi agli ultimi trenta giorni, il resto della cronologia sembra essere scomparso.

Gli utenti sono insorti , c’è chi propone strumenti alternativi per tornare a monitorare successi e fallimenti. Strumenti da mettere in campo non prima di aver recuperato lo storico dei dati del proprio feed, accessibile dallo stesso account FeedBurner a prezzo di qualche attimo di smanettamento .

update ore 10
Su Mashable si osserva come il team di Google dedicato a Feedburner in poche ore abbia affrontato e risolto il problema, probabilmente alimentato da una cattiva comunicazione del team stesso con i moltissimi blogger “in ascolto”.
( G.B. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • NzpNeJYetCX EmQkmRe scrive:
    fAovvUjq
    comment4,
  • tnYmskZysW scrive:
    GXzEPPesPQoJLEvxpv
    Hello! Very good job(this site)! Thank you man.
  • XRgBxyFKgrn bb scrive:
    OmYuQgTMcBpl
    pKbuezRB urls.txt
  • uxVpnFWdnqP COj scrive:
    aiitThZADAnGD
    p6jiO6iQFTx http://dawneplancul.com/rencontre-coquine-maincy/rencontre-discrete-femme-chaudasse/plan-cul-ecrosnes plan cul ecrosnes
  • YJdzzkVfaao AfAMB scrive:
    zLBUUvdkQxQSu
    YQF63KEEa6CH1 http://www.wheelmansplace.com pikavippi jSEIQpqS
  • LXpdEOWRvKm ICeBvlxv scrive:
    eOyGdBvDBm
    vR3NiDU62 http://www.wheelmansplace.com pikavippi yCJTyyi0
  • vtLutveiAlp scrive:
    TSRvZSbEStrghh
    tBJJHVrxvC7By http://stefanflod.com pikavippi kawOJdM6D
  • MVmdxqcNAGz KXwdogm scrive:
    AuWxtkMXGVsUiTR
    tooNE2SJaUF http://stefanflod.com pikavippi GHPlDl
  • mara silvi scrive:
    MALGOVERNO NELLA P.A .In quel di Castelr
    MALGOVERNO NELLA P.A .In quel di Castelraimondo serve maggiore vigilanza e controllo sul territorio.Dal febbraio 2002 l'amministrazione comunale tiene,illegittimamente demansionato,estromesso,eliminato dall'ufficio il comandante dei vv.uu;(uno dei quattro dipendenti comunali laureati,di ottima condotta morale e civile,incensurato,senza alcun procedimento penale o giudiziario a carico),sostanzialmente senza fare quasi niente,a spese del contribuente.(Vedere sentenza immediatamente esecutiva,in internet,alla voce DEMANSIONAMENTO CAMERINO)
  • cinico scrive:
    i conti non tornano mai come diceva toto
    Come al solito, ecco spuntare qualche entusiasta della pubblica amministrazione che elogia l'opensource facendo poi degli svarioni (samba? da quand'e' che samba serve a navigare sul web ?)comunque le solite belle frasi ad effetto che poi risolvono il problema di spese, (beh meglio linux che windows sicuramente sotto tutti i punti di vista) ma non risolvono il problema piu' serio che esiste in italia da molti troppi anni, alla fine chi le gestira' queste piattaforme?I dipendenti che lavorano liii? nooooogente che se sa muovere il mouse e' gia tanto.Personale informatico assunto dai concorsi pubblici?noooooooo tutto congelato, ingessato, freezato.ecco che riappariranno commesse prese a meta' prezzo vero? che saranno subbapaltate ad un'altra azienda? vero?che a sua volta subappaltera' ad altri prendendo quattro poveri sistemisti linux tutto fare a 1100 euro a progetto.E tutto finira' come al solito nel deretano del povero informatico che a 1100 euro al mese dovra' fare tutto.Ma chissene frega se usano oracle linux, o il commodore 64 o il vic 20. Tutte emerite cazzate!Il problema serio in italia che dal punto di vista stipendiale per l'it sembra il burundi, svenduto poi a snc srl, che prendono le persone a 1100 euro e le rivendono a 3000 che poi le rivendono a 5000 e infine a chissa quanto al cliente finale.Ma crepate!
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: i conti non tornano mai come diceva toto
      - Scritto da: cinico
      Come al solitoTi capita spesso?
      alla fine chi le gestira' queste piattaforme?Prova a rileggere chi è l'intervistato...
      gente che se sa muovere il mouse e' gia tanto.Informati.
    • Leandro Gelasi scrive:
      Re: i conti non tornano mai come diceva toto
      - Scritto da: cinico
      Come al solito, ecco spuntare qualche entusiasta
      della pubblica amministrazione che elogia
      l'opensource facendo poi degli svarioni (samba?
      da quand'e' che samba serve a navigare sul web
      ?)Da quando i nostri proxy Squid sono integrati con Active Directory per l'autenticazione.
      comunque le solite belle frasi ad effetto che poi
      risolvono il problema di spese, (beh meglio linux
      che windows sicuramente sotto tutti i punti di
      vista) ma non risolvono il problema piu' serio
      che esiste in italia da molti troppi anni, alla
      fine chi le gestira' queste
      piattaforme?Le piattaforme della Corte sono gestite tramite un appalto esterno a gara europea (cerca sul sito Consip). Niente subappalti.Non ci crederai, ma la soluzione in outsourcing è per la nostra infrastruttura l'unica praticabile (e quella più economica).
      I dipendenti che lavorano liii? nooooo
      gente che se sa muovere il mouse e' gia tanto.
      Personale informatico assunto dai concorsi
      pubblici?
      noooooooo tutto congelato, ingessato, freezato.Sono entrato con pubblico concorso a marzo 2007.Il personale informatico della Corte (il cui livello tecnico ti sorprenderebbe, non tutte le PA sono uguali) si occupa di controllare quanto fanno i fornitori esterni, di dare direttive tecniche, di progettare nuove soluzioni.Riguardo i livelli stipendiali, il discorso vale del tutto in generale. Sono bassi, per tutti.SalutiLG
  • eaman1 scrive:
    Re: Embè?
    Cio scusa, da quando negli ultimi anni per il calcolo massivo si parla di windows? Mi saro' perso qualcosa :PPerche' per le cose "serie" windows e' una parola che io personalmente non sento da anni ormai...
  • Sberla scrive:
    Bello questo Case Study di Red Hat
    E' proprio interessante questo case studyTra l'altro, non mi ero neanche accorto di essere finito sul sito corporate. Ehi, ma... aspetta una attimo... questo è un quotidiano online, e non il sito di Red Hat... ma che diavolo...Gli americano hanno coniato un termine perfetto per definire cose di questo genere: "MARKETT ONE"
  • N1tr0 scrive:
    Re: Embè?
    La Corte Dei Conti e' un elefante di un migliaio di persone strapagate che non servono ad una fava (vedi articolo su Blog di Grillo). La mossa vincente sarebbe chiuderla, altroche' i vantaggi dell'OpenSource...
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Embè?
      - Scritto da: N1tr0
      La Corte Dei Conti e' un elefante di un migliaio
      di persone strapagate che non servono ad una fava
      (vedi articolo su Blog di Grillo). La mossa
      vincente sarebbe chiuderla, altroche' i vantaggi
      dell'OpenSource...Prendo atto che non sai quali sono i compiti della Corte dei Conti.
  • ultrastudio scrive:
    Re: Embè?
    Ma tu esattamente che articolo hai letto?Forse non hai ben presente di che prodotti si tratta: non li trovi in edicola e non li scarichi gratuitamente da internet...
  • andy61 scrive:
    Riuso del software?
    faccio riferimento ad un mio posto odierno (http://punto-informatico.it/b.aspx?ticks=633391172382968750&i=2195008&m=2195918#p2195918) che tocca questo punto.Come si fa a 'riusare' qualcosa che non si sa che esista?I sorgenti delle applicazioni dello stato sono ben blindati in CNIPA e presso le società sviluppatrici.E probabilmente anche a ragione, perché molto probabilmente se qualcuno potesse vedere come sono scritte certe applicazioni i cittadini pretenderebbero la restituzione dei soldi e la testa di qualcuno ...In ogni caso, polemiche a parte, per fare riuso del software occorre come minimo un progetto e la definizione di un'architettura globale, e la definizione di formati e requisiti di interoperabilità standard, disponibili a tutti.Non nego che qualcosa sia stato fatto, ma vale solo per applicazioni specifiche, che non interoperano con altre.Per esempio, se volessi realizzare un'applicazione che sia in grado di integrarsi con l'anagrafe nazionale, dove andrei a prendere le specifiche? (a proposito, ma esiste un'anagrafe nazionale? Qui a Milano (dico: Milano!) per fare un semplice estratto di matrimonio non posso neppure andare in una sede decentrata del comune, e devo recarmi - e fare la coda - nella sede centrale!).Il CNIPA dovrebbe partire dai servizi di base, da rendere disponibili a tutti gli uffici ed amministrazioni, su cui costruire ogni altro servizio; non esiste che i diversi enti dello stato basino le proprie elaborazioni su copie diverse (e spesso disallineate) delle medesime informazioni!
    • patton73 scrive:
      Re: Riuso del software?

      In ogni caso, polemiche a parte, per fare riuso
      del software occorre come minimo un progetto e la
      definizione di un'architettura globale, e la
      definizione di formati e requisiti di
      interoperabilità standard, disponibili a
      tutti.Secondo me qui passeranno altri 50 o 100 anni prima che in Italia qualcuno di buone vedute indichi, legiferando, le linee guida per la PA.E' impossibile riutilizzare il software delle PA adesso come adesso visto che le ditte che vendono software sono migliaia e tutte assolutamente barricate dietro le loro tecnologie proprietarie.Io come unica soluzione (molto poco probabile in uno stato assistenzialista all'inverosimile come il nostro) vedo la creazione di una task force di professionisti seri, magari direttamente presi dalle migliori universita' italiane (non parlo dei professoroni ovviamente ma dei ricercatori giovani e talentuosi), in seno alla PA centrale, che possano porre le basi per il design di tutte le applicazioni base della PA (anagrafe, gestione del territorio, ICI e cosi' via).Una volta fatti i progetti si potrebbero fare implementare da qualsiasi ditta (scelto ovviamente linguaggio base e piattaforme di riferimento) con clausola che i sorgenti devono essere rilasciati sotto GPL. Il codice potrebbe essere controllato e rispedito al mittente in caso che fosse evidentemente scritto male.Tutti i software verrebbero poi a mano a mano installati sulle amministrazioni locali.Facendo cosi, a monte di un (non banale ovviamente) investimento iniziale la PA centrale produrrebbe i SW e li manterrebbe fermando una volta per tutte il continuo salasso dovuto ai software proprietari propinati da ditte che in moltissimi casi producono cose assolutamente obsolescenti, inefficienti e pieni di bug..
      • andy61 scrive:
        Re: Riuso del software?
        vogliamo iniziarla no, questa task force?Se aspettiamo che qualcuno da Roma si muova, l'unica cosa che si ottiene è che assegneranno una consulenza milionaria alla compiacente società di turno, che produrrà la solita montanga di specifiche, mettendoci la solita quantità di tempo sufficiente per fare in modo che quanto scritto sia ormai obsoleto, e si debba cominciare da capo, con una nuova consulenza e nuove parrocchie da foraggiare ...Pur sapendo che è una sudata, io la mia disponibilità la do.
        • patton73 scrive:
          Re: Riuso del software?
          - Scritto da: andy61
          vogliamo iniziarla no, questa task force?

          ...

          Pur sapendo che è una sudata, io la mia
          disponibilità la
          do.Anche io la darei senza problemi la mia disponibilita'.Certo che vorrei anche un sacco di garanzie, tipo che non partecipi nessuno che sia coinvolto in ditte commerciali... e molto altro.Ma in ogni caso Non saprei da dove cominciare per poter proporre una cosa simile ad un governo.
  • thegios scrive:
    Re: Embè?
    ??!!
    • krane scrive:
      Re: Embè?
      - Scritto da: thegios
      ??!!X spiegare al tipo che l'intercettazione e lo spionaggio globale esistono, vengono normalmente applicati a scopo di favoreggiamento dell'industria interna e non e' cosa buona affidarsi ciecamente a ditte estere per i propri servizi statali.
  • Lemon scrive:
    Solo un piccola nota
    "Ebbene: l'audio si sentiva solo dall'uscita frontale per le cuffie e non da quella posteriore per le casse (OpenSuSE 10.2), pur se la scheda era correttamente riconosciuta.Ho analizzato il problema, patchato un modulo del kernel, risolto il tutto e inviato la modifica al sistema di bug tracking di SuSE. Dopo 15 giorni la mia patch faceva già parte del kernel ufficiale di OpenSuSE.Prova pure a fare lo stesso con Windows..."Ecco, volevo dire che su Windows solitamente non succedono queste cose, le prese funzionano e l'utente, per quanto esperto sia, non deve patcharsi il kernel.Per il resto devo dire che anche da noi utilizziamo la soluzione RHES + Oracle, è vero che non è più economica di Windows + Oracle ma sicuramente è più affidabile.Come controparte diciamo che l'alta affidabilità porta una minore sicurezza perchè i server di produzione non vengono mai aggiornati proprio per paura che non funzioni più nulla.Stessa valutazione per squid. Anche in questo caso però ci sono cosine che non vanno tanto bene, ad esempio l'autenticazione (un mega-professionista l'aveva configurata in basic, bella roba), io preferirei il single-sign-onAd ogni modo non si capisce se non hanno anche server Windows e i client cosa sono... sarei curioso.
    • quoto scrive:
      Re: Solo un piccola nota
      - Scritto da: Lemon
      Ecco, volevo dire che su Windows solitamente non
      succedono queste cose, le prese funzionano e
      l'utente, per quanto esperto sia, non deve
      patcharsi il
      kernel.Ah ah ah ah bella battuta prima di pranzo ci voleva proprio.Forse ti sfugge che su windows non puoi patchare il kernel perché... non ce li hai i sorgenti del kernel... ma forse prima dovrebbero spiegarti che cosa è una patch
      Come controparte diciamo che l'alta affidabilità
      porta una minore sicurezza perchè i server di
      produzione non vengono mai aggiornati proprio per
      paura che non funzioni più
      nulla.Ti do un consiglio di cuore.Licenzia tutti quegli incompetenti che ti spifferano certe panzane, anzi chiedigli anche i danni perché il non aggiornare il tuo SO significa lasciarlo aperto a miriadi di problemi/attacchi etc etc.(non è che essere open / free source voglia dire non avere bugs, lo sviluppatore per quanto bravo è sempre un essere umano)Spero che tu non lavori in ambiti ad alto rischio sicurezza altrimenti siamo (noi italiani) belli che fregati
      Ad ogni modo non si capisce se non hanno anche
      server Windows e i client cosa sono... sarei
      curioso.Non lo dice, ma dice che lui di sua iniziativa sul suo pc portatile con windows ha installato OpenSuse 10.2 e si trova bene.tra l'altro quel particolare pc era certificato con qualche distro linux di cui non fa il nome quindi non ha neanche trovato grandi problemi
      • CSOE scrive:
        Re: Solo un piccola nota

        Forse ti sfugge che su windows non puoi patchare
        il kernel perché... non ce li hai i sorgenti delErrore, su windows non metti patch al kernel perchè è un SO moderno a MicroKernerl, non devi ricompilarlo per ogni nuova periferica. Ecco perchè window (e gli altri so microkernel) è più duttile e meno stabile.
        • kattle87 scrive:
          Re: Solo un piccola nota
          non ho mai ricompilato il kernel in vita mia ma gioco a Warcraft III sia sotto windows che sotto linux (OpenGL) perchè l'accelerazione grafica l'ho istallata con i driver nvidia senza dover fare altro che spuntarli dalla lista dei sw disponibili... Se c'è qualcosa che centra cn la ricompilazione credo si tratti di qualcosa correlato agli "header" (nn so cosa sono) e cmq non ricompili mai l'intero kernel sennò erano 2 anni x ogni driver che istalli se va ricompilato tutto... Invece sotto Linux ci tanto quanto a istallarli sotto XP...
          Ecco perchè window (e gli altri so microkernel) è più
          duttile e meno stabilePS: Inoltre se è microkernel dovrebbe essere più stabile.... E qui sì che si è visto il passaggio da 98 a XP..
    • Exo scrive:
      Re: Solo un piccola nota
      - Scritto da: Lemon
      "Ebbene: l'audio si sentiva solo dall'uscita
      frontale per le cuffie e non da quella posteriore
      per le casse (OpenSuSE 10.2), pur se la scheda
      era correttamente
      riconosciuta.
      Ho analizzato il problema, patchato un modulo del
      kernel, risolto il tutto e inviato la modifica al
      sistema di bug tracking di SuSE. Dopo 15 giorni
      la mia patch faceva già parte del kernel
      ufficiale di
      OpenSuSE.
      Prova pure a fare lo stesso con Windows..."

      Ecco, volevo dire che su Windows solitamente non
      succedono queste cose, le prese funzionano e
      l'utente, per quanto esperto sia, non deve
      patcharsi il
      kernel.bhe' mi sembra proprio azzardato il dire che su winzozz non succedono queste cosemagari a te non e' mai successo, ma se proprio vuoi la prova che queste cose succedono eccome ti basta fare un giro su qualche forum dedicato a winzozz
      • Renji Abarai scrive:
        Re: Solo un piccola nota
        sempre meno lamentele dei forum dedicati a linux!
        • berta scrive:
          Re: Solo un piccola nota
          - Scritto da: Renji Abarai
          sempre meno lamentele dei forum dedicati a linux!Come fai a saperlo? Li hai contati?
        • kattle87 scrive:
          Re: Solo un piccola nota
          mmm direi che su linux nn troppe lamentele ma richieste disperate di aiuto!!! E anche io devo lanciarne una, anche se molto raramente... :PPS: ho conosciuto un tizio che fa il tester e propone patch alla M$... bene tante volte ti ignorano! L'esempio che mi ha dato è una cosa stupidissima: se premete il tasto win+e vi si apre esplora risorse.... ed è ok... ma provate a tenerli schiacciati... SE NE APRONO FINCHE' POSSONO!!!!E lui l'ha ripetuto mille e mille volte che è una cosa stupida e ha fatto proposte ma niente... Dicono che così va bene... Non è un Bug clamoroso ma è una roba che secondo me la finestra nn dovrebbe fare... come se ti si ridimensionasse da sola ogni tanto...
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Solo un piccola nota
            quello non è un bug.Il bug sta nell'individuo che batte sulla tastiera.Sai che se spingi il tasto power per più di 5 secondi il pc si spegne????
          • kattle87 scrive:
            Re: Solo un piccola nota
            scusa ma se tieni premuto alt+f4 ti si chiude tutto o solo la finestra corrente? E se ti sfugge la mano che succede? Lo so che nn è un bug ma non mi sembra il massimo, chiudendo un popup potrei spegnermi il PC... E' una cosa che se non altro va rivista, non trovi? E invece non gli hanno neanche dato una buona ragione nè se lo sono filati di striscio...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 febbraio 2008 16.04-----------------------------------------------------------
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Solo un piccola nota
            beh ma te puoi usare linux! però non rompere i maroni ovunque!Il bug sono gli evangelizzatori e gli untori.E tu ne fai parte.quale mano malata preme dei tasti e sta li per 3 secondi senza guardare che fa il monitor? quello è il bug
          • Evangelizza tore scrive:
            Re: Solo un piccola nota
            - Scritto da: Renji Abarai
            beh ma te puoi usare linux! però non rompere i
            maroni
            ovunque!
            Il bug sono gli evangelizzatori e gli untori.
            E tu ne fai parte.
            quale mano malata preme dei tasti e sta li per 3
            secondi senza guardare che fa il monitor? quello
            è il
            bugSei tu il malato. visto che scrivi ste' cazzate.
          • kattle87 scrive:
            Re: Solo un piccola nota
            - Scritto da: Renji Abarai
            Il bug sono gli evangelizzatori e gli untori.
            E tu ne fai parte.Ehi nn voglio assolutamente essere offensivo e nn vorrei che te la fossi presa! Volevo solo dire che un tester mi ha detto che ogni tanto nn ti si filano quando magari parli di cose che potrebbe essere importanti!
            quale mano malata preme dei tasti e sta li per 3
            secondi senza guardare che fa il monitor? quello
            è il
            bugCmq è vero che è l'utonto il bug!!! A me nn è mai capitato che mi si aprissero 50 MLN di finestre :P-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 febbraio 2008 16.16-----------------------------------------------------------
          • zuppolo scrive:
            Re: Solo un piccola nota
            - Scritto da: kattle87
            scusa ma se tieni premuto alt+f4 ti si chiude
            tutto o solo la finestra corrente? Piu' che altro io mi incazzo perche' nelle tastiere c'e' il tasto "finestre".Nei Thinkpad di IBM fino a poco tempo fa ancora non c'era (e ringraziando IDDIO).Questo magari ti fa capire che siamo in pieno monopolio MS.Rompono i coglioni anche ai produttori di tastiere...
          • kattle87 scrive:
            Re: Solo un piccola nota
            eh dai i mac hanno il tasto mela xD ognuno il suo! la win c'ha il monopolio sui PC il MacOs sui Machintosh
          • zuppolo scrive:
            Re: Solo un piccola nota
            - Scritto da: kattle87
            eh dai i mac hanno il tasto mela xD ognuno il
            suo! la win c'ha il monopolio sui PC il MacOs sui
            MachintoshIl Mac viene prodotto da Apple e loro come produttori possono mettere tutti i tasti che vogliono.Posso capire che questo tasto ci fosse solo sulle tastiere prodotte da MS.... non su TUTTE.
          • Nifft scrive:
            Re: Solo un piccola nota
            Uso Linux e ho "mappato" quei tasti per compiere varie funzioni. Visto i tempi che corrono mi chiedo: per usare quei tasti devo pagare una lincenza a M$?
          • CSOE scrive:
            Re: Solo un piccola nota

            scusa ma se tieni premuto alt+f4 ti si chiudeAlt ! Cosa è l'alt ?
          • kattle87 scrive:
            Re: Solo un piccola nota
            oh, credo di aver capito solo dopo 10 minuti che era una battuta....
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Solo un piccola nota
          - Scritto da: Renji Abarai
          sempre meno lamentele dei forum dedicati a linux!sui forum linux c'è gente che spiega i suoi problemi e decine di altre persone che glieli risolvono.che è la cosa migliore del mondo linux in assoluto.In compenso in qualsiasi forum che parli dii nformatica c'è chi si lamenta ( e non trova soluzioni) di Vista e dei prodotti M$ in generale.Chissà com'è.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Solo un piccola nota
            veramente ho visto anche gente che veniva ampiamente sfottuta dopo qualche domanda. E non negate.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Solo un piccola nota
            - Scritto da: Renji Abarai
            veramente ho visto anche gente che veniva
            ampiamente sfottuta dopo qualche domanda. E non
            negate.I forum, soprattutto quelli che forniscono molto aiuto, vanno usati secondo nettiquette, educazione e rispetto per il lavoro degli altri.Se uno intasa un forum con questioni alle quali è stato già risposto, o sbagliando topic o cose simili, o semplicemente facendo domande banali alle quali per rispondere basta consultare google è SACROSANTO che venga sbattuta la porta in faccia.
          • patton73 scrive:
            Re: Solo un piccola nota

            Se uno intasa un forum con questioni alle quali è
            stato già risposto, o sbagliando topic o cose
            simili, o semplicemente facendo domande banali
            alle quali per rispondere basta consultare google
            è SACROSANTO che venga sbattuta la porta in
            faccia.Basterebbe solamente indicare il link alla risposta giusta invece di mandare a quel paese.Mi pare piu' decente ed anche piu' umano.
          • zuppolo scrive:
            Re: Solo un piccola nota
            - Scritto da: Renji Abarai
            veramente ho visto anche gente che veniva
            ampiamente sfottuta dopo qualche domanda. E non
            negate.Certo. Tutto e' possibile.Gli stupidi sono ovunque purtroppo.
  • pentolino scrive:
    Beh almeno non sono l' unico
    Mi ha fatto molto piacere leggere questo articolo, molto pacato, intelligente e intessante.Semplicemente illustra quali possono i vantaggi di usare una soluzione open (in questo caso per il solo SO); qui si dice tanto delle consulenze/personalizzazioni/assistenza che con RedHat costano un botto; perchè, Microsoft le regala? Quanto ad Oracle credo costi più o meno uguale che sia su Win o Linux; è closed? Vero, in questo caso hanno valutato le alternative ed hanno ritenuto che fosse l' unico che rispondesse alle loro esigenze: può starci, Oracle è il migliore DB che ci sia per applicazioni hi-end, non si discute, esistono ottime soluzioni open che costano sicuramente meno ma sono tutte un gradino sotto per un motivo o per l' altro.Cito in particolare questo passo:
    La disponibilità del codice sorgente è ovviamente un asset
    impagabile, prova ne è il fatto che in tutti i contratti quadro
    Consip per lo sviluppo di software il codice rimane di proprietà
    della PA che lo ha commissionato. E ciascuna PA, tramite il "riuso"
    può accedere al codice delle altre. Arrivare al rilascio sotto GPL
    di tutto il codice prodotto da e per le PA ovviamente è un target
    ambizioso, ma spero caldamente che ci si possa arrivare quanto
    prima.direi che si ricollega pienamente a diversi miei post scritti in passato; una PA open non può che essere migliore.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 febbraio 2008 10.59-----------------------------------------------------------
    • quoto scrive:
      Re: Beh almeno non sono l' unico
      Quoto in pieno.Il supporto ms costa e costa anche parecchio ma che vuoi che ne sappiano quei 2 pipponi che si definiscono sviluppatori e lavorano in azienducole da 4 soldi ad hanno il loro bel SO craccato?Se mai un giorno qualche azienda seria avrà il coraggio di assumerli e vedranno come funziona veramente il mondo del lavoro cambieranno idea
    • thegios scrive:
      Re: Beh almeno non sono l' unico
      il costo del so, specie lato server, non e' quello che fa la differenza, i costi di manutenzione si...RED HAT + ORACLE non e' tanto + economico di M$ + ORACLEpoi il discorso affidabilita' e' un'altra cosa, ma non venitemi a mascherare come soluzione opensource RED HAT + ORACLE, perche' a livello costi lo e' solo all'1%
      • pentolino scrive:
        Re: Beh almeno non sono l' unico
        infatti qui non si fa tanto un discorso di costo ma di qualità del prodotto; hanno preso linux perchè per tutti i motivi che hanno esposto è quello che ha il migliore rapporto qualità/prezzo, soprattutto in un' ottica di largo respiro come quella che è stata presentata.Personalmente non sono di quelli che ritiene open source = gratis e free software dove "free" sia come in free beer; qui la parola d' ordine è freedom, libertà, quella Microsoft semplicemente non te la dà. Poi se uno ritiene che (Oracle per esempio) sia sostanzialmente insostituibile allora fa bene a prenderlo e a sacrificare la propria libertà in nome di qualcos' altro.
        • kattle87 scrive:
          Re: Beh almeno non sono l' unico
          inoltre si sottolinea la competenza di Oracle e la sua disponibilità a lavorare fianco a fianco con il Linux OS :D a buon intenditor... xD poche magagne :P :P :P
          • pentolino scrive:
            Re: Beh almeno non sono l' unico
            appunto, ho l' impressione che certa gente commenti senza nemmeno leggere la notizia. Appena vede "la PA usa linux" giù a sparare a zero che non è vero che linux costa meno... l' ignoranza è una brutta cosa
      • www.aleksfa lcone.org scrive:
        Re: Beh almeno non sono l' unico
        - Scritto da: thegios
        ma non venitemi a mascherare come soluzione
        opensource RED HAT + ORACLE, perche' a livello
        costi lo e' solo all'1%Se avessi letto fino in fondo l'intervista, avresti notato che la scelta è stata fatta perché Red Hat ed il software aperto garantiscono maggiore qualità nel prodotto, nell'assistenza e la disponibilità del codice. Tutte caratteristiche che vanno ben al di là dei costi immediati. Chiunque abbia potuto sperimentare l'assistenza Red Hat sa di cosa si parla.
  • thegios scrive:
    Re: ma.....
    quoto...non paghi red-hat ma paghi tutto il resto...vada x l'affidabilita' ma per i costi ne dubito...
    • dont feed the troll scrive:
      Re: ma.....
      - Scritto da: thegios
      quoto...

      non paghi red-hat ma paghi tutto il resto...

      vada x l'affidabilita' ma per i costi ne dubito...Certo che siete incredibili...Ogni sucsa è buona per gettare fango sulle soluzioni Open.Se non paghi è sicuramente una porcheria, se paghi, e ma allora non conviene.Assurdo.Poi il fatto che tutte le aziende serie abbiano server linux, anche quando i client sono Windows, no, non conta.Che il 90% degli impiegati, statali e non, utilizzi il computer al massimo come porta per internet e scrivere qualche documento banale nemmeno e che per far questo è inutile pagare licenze Windows e Office, nemmeno.Conta solo che "siamo abituati così" e quindi tanto paga pantalone.Le soluzioni Open per l'informatizzazione della PA dovrebbe essere obbligatorio per legge, è una questione di principio, oltre che essere di evidente conveninenza tecnica ed economica.
      • thegios scrive:
        Re: ma.....
        ma hai mai preparato un bando di gara per un applicativo sw di larga scala per nato, commissione o PA?se no, allora che ne sai do cosa puo' essere fatto per legge o no?
        • dont feed the troll scrive:
          Re: ma.....
          - Scritto da: thegios
          ma hai mai preparato un bando di gara per un
          applicativo sw di larga scala per nato,
          commissione o
          PA?

          se no, allora che ne sai do cosa puo' essere
          fatto per legge o
          no?Caschi male, ciccio, perchè in realtà ne ho preparati un bel po' di quei bandi.Sentiamo il tuo parere da genio della giurisprudenza, prima che dell'informatica, cos'è che non si potrebbe fare per legge?
          • thegios scrive:
            Re: ma.....
            non puoi preparare un bando di gara chiedendo esplicitamente di non utilizzare tecnologia microsoft, oracle etc, obbligando il contractor a soluzioni opensource...bada che non sto mettendo in discussione la loro bonta' o meno, ma la tua frase "Le soluzioni Open per l'informatizzazione della PA dovrebbe essere obbligatorio per legge".sull base di cosa?
          • nome cognome :-) scrive:
            Re: ma.....
            Le leggi si possono sempre cambiare no? Altrimenti che democrazia sarebbe?
          • rtfm scrive:
            Re: ma.....
            Caro mio evidentemente il pensiero che si ha a Brusselles che in Commissione siano dei mangiatori incompetenti si potrebbe anche confermare.Ho redatto diverse proposals in cui avevo a che fare con la Commissione (che noia incredibile) e devo dire che comincio a pensare che sia molto meglio riferirsi direttamente alla ESA (con cui lavoriamo) e subire "l'overruling" che avere a che fare con la Commissione. Nel settore "areospaziale/difesa" l'opinione diffusa dei tecnici e della struttura informatica della Commissione e':sono capre oppure mufloni?
          • rtfm scrive:
            Re: ma.....
            opsdimenticavo,Troll mode off
          • thegios scrive:
            Re: ma.....
            non sto giustificando la commissione, anche in considerazione del fatto che io lavoro PER la commissione e non IN commissione, e ne avrei di cose da dire...sto pero' facendo notare la realta' delle cosein ogni caso qui si discuteva se sia lecito o meno obbligare una PA a scrivere nei bandi delle secifiche che richiedano solo sw os
          • rtfm scrive:
            Re: ma.....
            ed il troll mode dove lo metti?No non me lo suggerire.ritornando in topic,se e' pur vero che, in linea di principio, l'obbligare all'adozione di uno specifico sw o so tramite una legge e' discutibile, lo e' al contempo stesso imporre una scelta per "stato delle cose", di fatto obbligata.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: ma.....
            - Scritto da: thegios
            non puoi preparare un bando di gara chiedendo
            esplicitamente di non utilizzare tecnologia
            microsoft, oracle etc, obbligando il contractor a
            soluzioni
            opensource...
            Non puoi dire "questo prodotto specifico non lo puoi usare", pero' puoi benissimamente dire che è necessario usare prodotti open.
            bada che non sto mettendo in discussione la loro
            bonta' o meno, ma la tua frase "Le soluzioni Open
            per l'informatizzazione della PA dovrebbe essere
            obbligatorio per
            legge".

            sull base di cosa?Dell'opportunità.Un privato puo' spendere i suoi soldi per comprare i prodotti che gli paiono a lui. Sono soldi suoi e ne fa quello che gli pare.Un PA non dovrebbe e non deve.Per quanto riguarda i S.O. delle macchine client qual'è il motivo per cui si debba pagare una licenza microsoft (o di qualsiasi altro produttore)?Per quanto riguarda i server, altrettanto, soprattutto considerando che iserver linux surclassano quelli microsoft?
          • thegios scrive:
            Re: ma.....
            No, non puoi dire "devi usare solo sw os", perche' sarebbe un bando discriminatorio al pari di "non puoi usare M$ o Oracle".Perche' si usano client M$ e server Linux?Per lo stesso motivo per cui si usa un volante per le auto ed una cloche per gli aerei...
          • precisino scrive:
            Re: ma.....
            - Scritto da: thegios
            No, non puoi dire "devi usare solo sw os",
            perche' sarebbe un bando discriminatorio al pari
            di "non puoi usare M$ o Oracle".Scusa se mi intrometto, ma non basta mettere nel bando "è richiesta la consegna del codice sorgente e la licenza illimitata di riuso e modifica" (ovviamente specificamente meglio e nel giusto burocratese)? Se è closed, ci si impegna a non divulgarlo, ma si acquisisce tutti i diritti di uso e modifica per l'organizzazione (magari in senso esteso, cioè tutta la PA). Chi vuole partecipa a queste condizioni, chi non vuole sta fuori. Non mi sembra discriminante più del lecito. Sbaglio qualcosa?
          • /dev/null scrive:
            Re: ma.....
            - Scritto da: precisino
            Sbaglio qualcosa?Direi che hai STRAragione!
          • Leandro Gelasi scrive:
            Re: ma.....
            - Scritto da: precisino
            - Scritto da: thegios

            No, non puoi dire "devi usare solo sw os",

            perche' sarebbe un bando discriminatorio al pari

            di "non puoi usare M$ o Oracle".

            Scusa se mi intrometto, ma non basta mettere nel
            bando "è richiesta la consegna del codice
            sorgente e la licenza illimitata di riuso e
            modifica" (ovviamente specificamente meglio e nel
            giusto burocratese)?

            La clausola, in burocratese, è prevista in tutti i nuovi contratti quadro di Consip per lo sviluppo software. Il codice sorgente rimane di proprietà della PA che lo acquista e può (deve) essere riutilizzato da qualsiasi altra PA.Se andate sul sito CNIPA troverete il portale del riuso.SalutiLG
          • dont feed the troll scrive:
            Re: ma.....
            - Scritto da: thegios
            No, non puoi dire "devi usare solo sw os",
            perche' sarebbe un bando discriminatorio al pari
            di "non puoi usare M$ o
            Oracle".
            Trovo questa affermazione discutibile, non me ne volere.
            Perche' si usano client M$ e server Linux?
            Per lo stesso motivo per cui si usa un volante
            per le auto ed una cloche per gli
            aerei...Non capisco il parallelismo.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: ma.....
            - Scritto da: thegios
            "Le soluzioni Open
            per l'informatizzazione della PA dovrebbe essere
            obbligatorio per legge".

            sull base di cosa?Sulla base dell'accessibilità di tali soluzioni a prescindere dal sistema utilizzato, del riutilizzo del software da parte della PA, della intercomunicabilità tra i sistemi, della garanzia che gli archivi elettronici restino consultabili indipendentemente dai fornitori di soluzioni informatiche. Da questo punto di vista risulta improponibile una soluzione 'chiusa' ed è raccomandabile, invece, una struttura basata su software e formati aperti. Così come prevedono le direttive di legge ed i pareri del CNIPA.
          • Lemon scrive:
            Re: ma.....

            Sulla base dell'accessibilità di tali soluzioni a
            prescindere dal sistema utilizzato, del
            riutilizzo del software da parte della PA, della
            intercomunicabilità tra i sistemi, della garanzia
            che gli archivi elettronici restino consultabili
            indipendentemente dai fornitori di soluzioni
            informatiche. Da questo punto di vista risulta
            improponibile una soluzione 'chiusa' ed è
            raccomandabile, invece, una struttura basata su
            software e formati aperti. Così come prevedono le
            direttive di legge ed i pareri del
            CNIPA.Ed allora non dovrebbero usare Oracle
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: ma.....
            - Scritto da: Lemon
            Ed allora non dovrebbero usare OracleSe alcune applicazioni lo richiedono, non si può fare diversamente. Magari più avanti supporteranno altri database. In ogni caso non vedo alternative allo stesso livello, pur preferendo personalmente soluzioni basate su PostgreSQL.
      • Zucca Vuota scrive:
        Re: ma.....
        - Scritto da: dont feed the troll
        Le soluzioni Open per l'informatizzazione della
        PA dovrebbe essere obbligatorio per legge, è una
        questione di principio, oltre che essere di
        evidente conveninenza tecnica ed
        economica.Si ma questa mi dà proprio l'impressione di essere una soluzione Oracle, non open source.
        • dont feed the troll scrive:
          Re: ma.....
          - Scritto da: Zucca Vuota
          - Scritto da: dont feed the troll


          Le soluzioni Open per l'informatizzazione della

          PA dovrebbe essere obbligatorio per legge, è una

          questione di principio, oltre che essere di

          evidente conveninenza tecnica ed

          economica.

          Si ma questa mi dà proprio l'impressione di
          essere una soluzione Oracle, non open
          source.Oracle è lo stato dell'arte per cio' che riguarda i DB.Se la PA tratta dati sensibili, non mi sembra che ci possano essere scelte alternative.
          • Luigi scrive:
            Re: ma.....

            Oracle è lo stato dell'arte per cio' che riguarda
            i
            DB.
            Se la PA tratta dati sensibili, non mi sembra che
            ci possano essere scelte
            alternative.In che senso dati sensibili? Fai riferimenti a dati detti sensibili dal punto di vista della privacy? E poi cos'ha Oracle di così particolare per cui questi dati sensibili possano essere gestiti solo con Oracle?
  • www.magiesv elate.medu saworks.it scrive:
    La lenta agonia della corte dei conti
    E COSA VORREBBE FARE LA CORTE DEI CONTI SENZA WINDOWS? USANO LINUX? HAHAHA UNA ACCOZZAGLIA DI CODICE MALRIUSCITO (ANZI UN INSIEME DI APPLICAZIONI CHE NASCONO E MUOIONO DOPO DUE SETTIMANE) CHE COSA DOVREBBE FARE CONTRO WINDOWS E LA SUA DECENNALE ESPERIENZA NEL CAMPO SOFTWARE? SE VOLEVANO ULTERIORMENTE RALLENTARE PROCESSI ED ATTIVITA' GIUDIZIARIE CON KERNEL PANIC A GOGO CI SONO RIUSCITI, COMPLIMENTI :Dhttp://laforgia.medusaworks.dewww.ingegneria.medusaworks.it
    • Barra scrive:
      Re: La lenta agonia della corte dei conti
      Sinceramente non capisco se sia ironia o follia la tua! Spero la prima
      • Samuel Vrech scrive:
        Re: La lenta agonia della corte dei conti
        Tu sei completamente pazzo. Tutti i progetti gestionali che si rispettino(e penso che la corte dei conti se ne fa una pippa col cad e con il programma di calcolo delle forze) almeno a lato server utilizzino piattaforme linux. L'esperienza decennale di windows????? Ma lo sai da quanto tempo e quanta gente ci smanetta sopra linux???
      • Renji Abarai scrive:
        Re: La lenta agonia della corte dei conti

        Ebbene: l'audio si sentiva solo
        dall'uscita frontale per le cuffie e non da
        quella posteriore per le casse (OpenSuSE 10.2),
        pur se la scheda era correttamente
        riconosciuta.
        Ho analizzato il problema, patchato un modulo del
        kernel, risolto il tutto e inviato la modifica al
        sistema di bug tracking di SuSE. Dopo 15 giorni
        la mia patch faceva già parte del kernel
        ufficiale di
        OpenSuSE.
        Prova pure a fare lo stesso con Windows...
        --------------------------------------------------Scusami:senza contare quello che ha scritto il thread starter che è un accozzaglia di cazzate.Sono molto felice della tua esperienza di programmazione ma conta che non tutti sono in grado di patchare, ricomplare e smanettare nel codice.Il 90% della popolazione arriva a casa stanca dal lavoro e vuole navigare, chattare, vedersi un film e giocare.Vorrei che ogni tanto vi rendeste conto anche di questo.Chiuso l'OT e la tua parentesi.
    • Dr. House scrive:
      Re: La lenta agonia della corte dei conti
      Uhmm non ci siamo, troppo banaleVoto: (troll) --
  • Ah Ah scrive:
    Così saranno ancora più lenti
    Già sono lenti.. figuriamoci con pc su cui c'è installato linux..dopo che gli impiegati ci hanno messo 10 anni a capire come funziona windows figuriamoci adesso con linux..E sai ora che magna magna che ci sarà con tutta l'assistenza di cui avranno bisogno.Linux economico?
    • Exo scrive:
      Re: Così saranno ancora più lenti
      - Scritto da: Ah Ah
      Già sono lenti.. figuriamoci con pc su cui c'è
      installato
      linux..
      dopo che gli impiegati ci hanno messo 10 anni a
      capire come funziona windows figuriamoci adesso
      con
      linux..

      E sai ora che magna magna che ci sarà con tutta
      l'assistenza di cui avranno
      bisogno.
      Linux economico?sempre con questo discorso!!!oltre ad essere fuori luogo dato che l'articolo parlava di server, si vede che non avete la minima idea di quello che fa un dipendente comunale
      • next scrive:
        Re: Così saranno ancora più lenti
        Linux per la PA è perfetto anche come workstation.Se si decidessero ad utilizzare solo applicazioni web based risparmierebbero un bel pò di soldi e di manutenzione.Open office per i loro documenti e firefox per le applicazioni web è un connubbio perfetto.Non hanno bisogno di altro.Aggiungerei pure un bel sistema di log delle attività per tenere sotto controllo il cazzeggiamento giornaliero.
        • thegios scrive:
          Re: Così saranno ancora più lenti
          solo applicazioni web based?le applicazioni web based all'interno delle organizzazioni sono state la rovina dell'informatica!!!!!!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 febbraio 2008 11.20-----------------------------------------------------------
          • annonnimmo scrive:
            Re: Così saranno ancora più lenti
            Modificato dall' autore il 20 febbraio 2008 11.20
            --------------------------------------------------STRAQUOTO
          • Mr.Mechano scrive:
            Re: Così saranno ancora più lenti
            Mhhh si sta convertendo tutto web based!I problemi sono stati introdotti dal browser IExplorer e da MSOffice.Soprattutto per la rappresentazione delle pagine e per i sistemi di stampa unione e generazione dei documenti.Le applicazioni web based .NET sono le peggiori perché tutto il framework è Windows-centrico, e dispone di API e facility per i soli prodotti Micro$oft. Per esempio MSOffice. .NET include API già pronte e facili da usare per la manipolazione di .doc e .xls. Ma naturalmente nulla per ODF e poco per PDF.Ci sono aziende esterne che producono add-in, ma spesso le aziende che producono le applicazioni non li conoscono o "preferiscono" non conoscerli.Perché in una fornitura del proprio software web based ci si infilano sempre un po' di licenze Windows+Office con il loro 6% di margine di guadagno.Fortunatamente tutti gli applicativi più seri e moderni sono in Java e girano su contenitori come il Tomcat. E per Java ormai c'è davvero di tutto!Con PHP5 e il futuro 6 insieme a nuovi framework come P4A (di cui sono utilizzatore e sostenitore) ma anche i CMS Enterprise come Typo3, ezPublish, i prodotti Zend e quasi altri 40 framework per tutti i gusti, anche PHP è diventato una interessante alternativa...
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Così saranno ancora più lenti
            - Scritto da: thegios
            solo applicazioni web based?

            le applicazioni web based all'interno delle
            organizzazioni sono state la rovina
            dell'informatica!!!!!!Veramente la rovina dell'informatica sono state le applicazioni monopiattaforma da installare sui singoli pc, vedi i classici gestionali in Visual Basic. Le applicazioni gestionali web-based, invece, hanno enormi vantaggi:- L'applicazione e tutta la sua business logic girano su una sola macchina, anche remota, delegando al client solo la presentazione e, al limite, qualche logica minore.- Per quando detto, la manutenzione e/o l'aggiornamento sono centralizzati e gestibili anche da remoto, quindi non c'è più bisogno del tecnico che gira in tutti i pc a installare il programma (e che può incontrare problemi diversi per i singoli pc).- E' finalmente multipiattaforma. Quindi puoi usare il cavolo di sistema operativo che vuoi. Finalmente il sistema operativa diventa un'opzione, non un requisito.- Ci sono montagne di framework e strumenti di sviluppo gratuiti su internet per fare applicazioni web. Quindi gli sviluppatori possono evitare di spendere soldi in licenze.Secondo me il web-based è il futuro, poi può essere anche un fuoco di paglia momentaneo, ma considerati tutti i vari servizi web-based (vedi quelli di google, che un sacco di aziende già usano) che si sono affermati negli ultimi anni penso che si affermeranno ancora di più.TAD
    • sconforto scrive:
      Re: Così saranno ancora più lenti
      per una segretaria una Ubuntu qualsiasi è molto più semplice da usare di Windows XP, figuriamoci di Vista...mica deve installare driver o ricompilare il kernel una segretaria! e nemmeno un qualsiasi impiegato, se è per questo.
      • Renji Abarai scrive:
        Re: Così saranno ancora più lenti
        peccato che poi la maggior parte de gestionali non girino.E' una segretaria!
        • sconforto scrive:
          Re: Così saranno ancora più lenti
          - Scritto da: Renji Abarai
          peccato che poi la maggior parte de gestionali
          non
          girino.
          E' una segretaria!e hai pure ragione.negli uffici il grosso problema è rappresentato da tutti quei gestionali (fatti tutti col culo da aziendine che usano VB pure nel cesso) che farli girare sotto linux è impossibile...dimenticandoci di questo dettaglio, ribadisco che secondo me una Ubuntu sarebbe più semplice di Windows per uso da ufficio.
    • www.aleksfa lcone.org scrive:
      Re: Così saranno ancora più lenti
      - Scritto da: Ah Ah
      Già sono lenti.. figuriamoci con pc su cui c'è
      installato linux..Ecco, ora che hai fatto vedere la tua ignoranza sull'argomento, puoi anche lasciare la discussione a persone serie.
    • ultrastudio scrive:
      Re: Così saranno ancora più lenti
      Nell'articolo si parla di server e non di client.Nell'articolo si spiega che la Corte dei Conti ha già del personale specializzato e certificato sia Red Hat che Oracle.Il costo di manutenzione dei server Red Hat non è superiore a quello della Microsoft per Aziende e PMI ed immagino che la stessa differenza si riscontri per gli enti.Se navighi su internet con Windows incontrerai tantissimi siti internet appoggiati su server LAMP: nulla impedisce di avere al CED un'architettura basata su Linux e negli uffici dei client Windows.Le interfacce a questo mondo sono tutte più o meno simili e bastano poche ore per abituarsi all'una od all'altra (anche se si ha la capoccia dura...), soprattutto se il numero di azioni da compiere con un PC sono molto limitate.
  • eaman1 scrive:
    Debian + postgresql
    Hehe, fate le cose per bene...Speriamo che nelle PA si abbia il coraggio di fare scelte che sostengano L'IT locale senza ulteriori vincoli.A quando una bella "squadra pubblica" per l'assistenza di alto livello per le PA, senza dover ricorrere a risorse esterne strapagate, senza costi di licenza evitabili, senza lucchetti di licenze e contratti di manutenzione con fornitori esterni, facendo ricadere tutto il know-how nella PA e poi nel paese.
    • Barra scrive:
      Re: Debian + postgresql
      In un'area come la pubblica amministrazione penso sia impensabile passare a una soluzione di questo tipo. Non avranno mai la forza e la capacità economica x creare una piattaforma a livello di oracle e non avranno mai la capacità di risoluzione dei problemi di redhat!L'importante è non usare sistemi operativi chiusi come i sistemi server microsoft.
      • Exo scrive:
        Re: Debian + postgresql
        - Scritto da: Barra
        In un'area come la pubblica amministrazione penso
        sia impensabile passare a una soluzione di questo
        tipo. Non avranno mai la forza e la capacità
        economica x creare una piattaforma a livello di
        oracle e non avranno mai la capacità di
        risoluzione dei problemi di
        redhat!da noi siamo (comune di ~50000 abitanti) in parte proprio con debian+postgresql; e in parte redhat+oracleil punto rimane sempre lo stesso: che cosa devo fare? di conseguenza poi scelgo sistema operativo e database (o quel che mi serve)purtroppo devo aggiungere che la parte redhat+oracle ce la abbiamo perche' le software house fanno i loro programmi che girano su questa piattaforma punto e bastaposso garantire pero' che la complessita' dei loro programmi non richiede certo la complessita' di oracle... oltretutto per certi versi postgresql e' molto vicino ad oracle
        • next scrive:
          Re: Debian + postgresql
          Hanno chiuso un thread dove dicevi di aver patchato un kernel perchè il tuo pc in corte aveva problemi con l'audio.Mi spieghi perchè a te e a tutta la pa servono pc attrezzati di audio, casse, webcam, masterizzatori, ecc?Altro spreco di soldi.Così come il tempo che hai utilizzato a patchare il kernel.Voi non avete bisogno di queste cose.
          • Exo scrive:
            Re: Debian + postgresql
            - Scritto da: next
            Hanno chiuso un thread dove dicevi di aver
            patchato un kernel perchè il tuo pc in corte
            aveva problemi con
            l'audio.
            Mi spieghi perchè a te e a tutta la pa servono pc
            attrezzati di audio, casse, webcam,
            masterizzatori,
            ecc?
            Altro spreco di soldi.
            Così come il tempo che hai utilizzato a patchare
            il
            kernel.
            Voi non avete bisogno di queste cose.ma che sta dicendo?non sai leggere!!!
          • next scrive:
            Re: Debian + postgresql
            - Scritto da: Exo
            ma che sta dicendo?

            non sai leggere!!!Scusa exo, ho sbagliato persona!mi riferivo a Onef:AHAHAH non mi sono mai divertito tanto a leggere uno sproloquio simileA bocca aperta grazie di avermi allietato la mattinata...ok non c'è software paragonabile a autocad (grossa pecca veramente), per i giochi in 2d ti prego di informarti (ce ne sono di 3d bellissimi) in ambito server? fai una ricerca in rete e vedi quanti server usano sistemi *NON* windows...la rivoluzione su linux sta qui (cito dall'intervista)------------------------------------------------------------Un aneddoto personale al riguardo.Il mio PC in Corte è un HP Compaq DC 7700 facente parte di un lotto di 1000 macchine acquisite via Consip.Il PC è certificato per la compatibilità con Linux (può essere acquistato anche con Linux preinstallato). Ebbene: l'audio si sentiva solo dall'uscita frontale per le cuffie e non da quella posteriore per le casse (OpenSuSE 10.2), pur se la scheda era correttamente riconosciuta.Ho analizzato il problema, patchato un modulo del kernel, risolto il tutto e inviato la modifica al sistema di bug tracking di SuSE. Dopo 15 giorni la mia patch faceva già parte del kernel ufficiale di OpenSuSE.Prova pure a fare lo stesso con Windows...-----------------------------------------------------------se proprio devi partecipare a un forum, a una qualsivogliadiscussione in merito a qualunque argomento prima informati, prova, sperimenta, POI parla e critica... grazie e saluti
          • Baro scrive:
            Re: Debian + postgresql
            Quell'episodio non è accaduto a Exo, ma l'ha estrapolato dall'articolo.
          • Exo scrive:
            Re: Debian + postgresql
            - Scritto da: Baro
            Quell'episodio non è accaduto a Exo, ma l'ha
            estrapolato
            dall'articolo.io non ho estrapolato nulla... anche tu a lettura vai forte!!!
          • Leandro Gelasi scrive:
            Re: Debian + postgresql
            Vedo che la mia intervista ha smosso un po' le acque...Sul perchè mi serve il multimedia? Esempio banale: trasmettiamo in streaming le cerimonie ufficiali della Corte. Sul masterizzatore, sono il responsabile dell'area Sistemi Operativi, dici che mi servirà di masterizzare qualche ISO ogni tanto?Sullo spreco di soldi, il mio PC fa parte di una fornitura (oltre 15.000 macchine) di Consip e ti garantisco che l'abbiamo pagato almeno il 30% in meno di quanto lo pagheresti tu da un qualsiasi rivenditore."Voi non avete bisogno di queste cose". Dipende dal "voi": ed infatti non tutti in Corte hanno questo genere di macchine.Faccio presente che la struttura informatica della Corte è un'eccezione nel panorama della PA. Non siamo noi a dirlo, è il CNIPA. La PA non è tutta uguale, tanto meno chi ci lavora.SalutiLG
        • CSOE scrive:
          Re: Debian + postgresql

          di oracle... oltretutto per certi versi
          postgresql e' molto vicino ad oracleE da questo si capisce che non conosci ne l'uno ne l'altro.
          • rtfm scrive:
            Re: Debian + postgresql
            stesso dicasi per te, indipendentementetanto basta solo una frasetta no?
          • Exo scrive:
            Re: Debian + postgresql
            - Scritto da: CSOE

            di oracle... oltretutto per certi versi

            postgresql e' molto vicino ad oracle

            E da questo si capisce che non conosci ne l'uno
            ne
            l'altro.illuminami
          • Exo scrive:
            Re: Debian + postgresql
            - Scritto da: Exo
            - Scritto da: CSOE


            di oracle... oltretutto per certi versi


            postgresql e' molto vicino ad oracle



            E da questo si capisce che non conosci ne l'uno

            ne

            l'altro.

            illuminamisto ancora aspettando le tue argomentazioni sul quanto sono diversi oracle e postgresql... e immagino anche che tu mi volessi dire quanto sia piu' bello oracle
          • CSOE scrive:
            Re: Debian + postgresql

            sto ancora aspettando le tue argomentazioni sul
            quanto sono diversi oracle e postgresql... eNo guarda, mi rifiuto proprio di paragonarli.E' come paragonare la barca con cui vai a pesca la domenica con la portaerei USS Enterprise. Entrambe sono barche e vanno più o meno alla stessa velocità.
          • Exo scrive:
            Re: Debian + postgresql
            - Scritto da: CSOE

            sto ancora aspettando le tue argomentazioni sul

            quanto sono diversi oracle e postgresql... e

            No guarda, mi rifiuto proprio di paragonarli.

            E' come paragonare la barca con cui vai a pesca
            la domenica con la portaerei USS Enterprise.


            Entrambe sono barche e vanno più o meno alla
            stessa
            velocità.o ti mancano gli argomenti?
          • eaman1 scrive:
            Re: Debian + postgresql
            In genere si dice che oracle abbia una superiorita' per la gestione e il ripristino dei back up.Questo dal punto di vista tecnico per lo meno, aspetto che sarebbe risolvibile se...
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Debian + postgresql
            - Scritto da: CSOE
            E da questo si capisce che non conosci ne l'uno
            ne l'altro.Ma è vero. Per certi versi Oracle e PostgreSQL sono molto vicini quanto a struttura, sviluppo di script e gestione delle tabelle.
          • Mr.Mechano scrive:
            Re: Debian + postgresql
            Confermo. Sono DBA Oracle. La differenza è nelle commodities.Oracle ha una marea di strumenti di contorno molto sofisticati per diagnostica, backup, ausilio al tuning e allo sviluppo di software.Gli Statspack, l'RMAN, gli strumenti per Data Guard e Grid, il PL/SQL, le viste delle performance dinamiche, ecc.Poi il supporto alle transazioni, la potenza del dialetto SQL, la possibilità di rollback con vaste aree di redo ecc. Sono supportate da molti db.Anzi ad essere sincero la sintassi SQL di MySQL è molto più moderna e potente di quella di Oracle e di MSSQL.Oracle è apparentemente molto lento e pesante, ma al crescere del numero di transazioni la velocità di DB più snelli come MySQL viene meno e Oracle dimostra di essere l'unico in grado di gestire i grandi carichi, hardware permettendo ovviamente...Poi ad essere sinceri non mi piace Oracle (come azienda) e il database sta diventando un mostro sempre più farcito di inutilities e funzioni duplicate che può fornire il sistema operativo sottostante (vedi compressione e crittazione del file system). Ma resta l'unica soluzione per le grandi aziende. MSSQL non è neppure paragonabile. E Postgree manca di molte commodity allo sviluppo e alla manutenzione.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Debian + postgresql
            - Scritto da: Mr.Mechano
            Anzi ad essere sincero la sintassi SQL di MySQL è
            molto più moderna e potente di quella di Oracle e
            di MSSQL.Penso che MySQL sia comunque meno adatto ad applicativi di livello Enterprise. E' veloce e semplice, ma non sullo stesso piano di Oracle, SQL Server e PostgreSQL.
            Oracle è apparentemente molto lento e pesante, ma
            al crescere del numero di transazioni la velocità
            di DB più snelli come MySQL viene meno e Oracle
            dimostra di essere l'unico in grado di gestire i
            grandi carichi, hardware permettendo ovviamente...Stesso discorso per PostgreSQL: ha gli stessi vantaggi rispetto a MySQL e prestazioni simili a quelle di Oracle.
            resta l'unica soluzione per le
            grandi aziende. MSSQL non è neppure paragonabile.Sono d'accordo.
            E Postgree manca di molte commodity allo sviluppo
            e alla manutenzione.Per PostgreSQL molte sono già disponibili (compreso il supporto a PL/SQL e a numerosi altri linguaggi di programmazione), ed altre sono presenti sotto forma di plugin.La vera differenza, a mio parere, è nell'esperienza nel campo delle soluzioni enterprise del supporto Oracle, certamente superiore ai concorrenti.
      • eaman1 scrive:
        Re: Debian + postgresql
        - Scritto da: Barra
        In un'area come la pubblica amministrazione penso
        sia impensabile passare a una soluzione di questo
        tipo. Non avranno mai la forza e la capacità
        economica E qui vi voglio: la capacita' economca della "PA" e' immensa:se si volesse fare si potrebbe fare molto.E' un problema culturale credo.
        x creare una piattaforma a livello di
        oracle e non avranno mai la capacità di
        risoluzione dei problemi di
        redhat!Io non voglio scatenare un flame sulle varie distro,ne mettermi a criticare l'assistenza di red hat o suse.Ma teniamo presente di cosa stiamo parlando e dove:quanto e' "grande" l'assistenza in Italia di questi?Potrei citarti casi nel passato, nel nostro paese, in cui necessita' voleva che si installasse debian perche' queste semplicemente non ce la potevano fare (red hat erano due gatti, suse un po' di piu' ma quando sono passati a novel hanno smantellato e disperso il team serio che stava in Italia).[CUT]
        • Leandro Gelasi scrive:
          Re: Debian + postgresql
          - Scritto da: eaman1
          - Scritto da: Barra

          In un'area come la pubblica amministrazione
          penso

          sia impensabile passare a una soluzione di
          questo

          tipo. Non avranno mai la forza e la capacità

          economica
          E qui vi voglio: la capacita' economca della "PA"
          e'
          immensa:
          se si volesse fare si potrebbe fare molto.
          E' un problema culturale credo.No, è un problema concettuale (già abbondantemente sviscerato ai massimi sistemi, CNIPA in primis): la PA non è una software house, non si occupa di informatica.Il suo core business è fornire servizi ai cittadini, ed è questo che deve fare bene. Il resto è substrato tecnologico, che va lasciato fare a chi lo sa fare meglio (perchè lo fa di mestiere).Il modello della Corte, fatto di outsourcing + controllo e direzione tecnica da parte della struttura informatica interna, è assolutamente vincente, lo dimostrano i fatti (o anche solo i risparmi che riusciamo ad ottenere anno dopo anno, *aumentando* l'offerta di servizi).Che questo modello non sia seguito da altre PA (che troppo spesso non controllano quello che fa il fornitore, quasi sempre per mancanza di esperienze/capacità specifiche) è un altro paio di maniche.Sull'assistenza di Red Hat: il livello è di eccellenza, almeno nella mia esperienza.SalutiLG
  • CSOE scrive:
    Tante belle parole
    http://www.corteconti.it/
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Tante belle parole
      - Scritto da: CSOE
      http://www.corteconti.it/

      Il sito l'avranno fatto fare al miglior offerente, ossia al cugggino di qualcuno che comunque non chiedeva una esagerazione...... ovviamente l'ha fatto con FrontPage, che altro ci si poteva aspettare....... :| :| :|(anonimo) :D
    • kattle87 scrive:
      Re: Tante belle parole
      Devo ricordarti di quando la M$ ha cercato per un bel po' di tempo a cambiare i server *nix di hotmail con dei Server Windows senza successo?E poi il sito OVVIAMENTE non centra nulla con l'organizzazione della rete interna che è la parte succosa e tecnicamente più difficile...
      • Cristian scrive:
        Re: Tante belle parole
        Confermo e aggiungo. Finalmente qualcuno nella pubblica amministrazione ha intrapreso una giusta strada. E' ovvio che cambiando il sistema informatico interno si vada a scegliere una o più aziende che diano affidabilità e che in caso di problemi sappiano rispondere entro breve tempo. Poi dipende anche dal tipo di contratto sottoscritto ed il tempo massimo previsto per un intervento in loco. Se parliamo di grandi aziende italiane che devono investire in un sistema informatico, non è possibile che si affidino all'ultima software-house arrivata, ma la scelta dovrà per forza ricadere su software-house di grandi dimensioni a livello nazionale e/o mondiale. E' solo il mio parere. Cristian.Manualinux, il Manuale su Linux http://www.manualinux.com
        • stefano cecchini scrive:
          Re: Tante belle parole
          credo che se la pubblica amministrazione punti a risparmiare (risparmiare e' una bella parola...poi pero' ci sono persone all'interno della corte dei conti che nn fanno una mazza tutto il giorno e beccano 2 mila euro al mese..), cmq la riflessione e' questa risparmiare sulle licenze, risparmiare di la' e di qua' quindi vuol dire anche che noi sistemisti avremo meno lavoro giusto ? meno pesonale sara' assunto dalle aziende, quei pochi saranno ovviamente interinali a progetto e porcherie varie, quindi da una parte si risparmia dall'altra c'e gente con stipendi da paura mentre dall'altra comne al solito il cetriolo va nel culo dell'ortolano.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Tante belle parole
            - Scritto da: stefano cecchini
            quindi vuol dire anche che noi sistemisti avremo
            meno lavoro giusto ? Non so dove lavori, ma ti assicuro che qui da noi il lavoro da sistemista non diminuisce perché i software funzionano meglio o costano meno.Anche qui abbiamo Oracle su Red Hat (e su AIX).
  • CSOE scrive:
    UNIX + ORACLE è affidabile ?
    Mi sarei stupito del contrario !E' economico ? Questo è un altro discorso.
    • kattle87 scrive:
      Re: UNIX + ORACLE è affidabile ?
      Windows + Oracle costa di più o di meno di RedHat + Oracle? Sappiamo che sei contro l'Open me se nell'articolo si parla del fatto che funziona benissimo ci vuole qualcosa di più di una sentenza per avere un post degno di tale nome :P
      • Exo scrive:
        Re: UNIX + ORACLE è affidabile ?
        - Scritto da: kattle87
        Windows + Oracle costa di più o di meno di RedHat
        + Oracle? Sappiamo che sei contro l'Open me se
        nell'articolo si parla del fatto che funziona
        benissimo ci vuole qualcosa di più di una
        sentenza per avere un post degno di tale nome
        :Poltretutto non e' unix+oracle ma redhat+oracle quindi gnu/linux+oracle
      • CSOE scrive:
        Re: UNIX + ORACLE è affidabile ?

        Windows + Oracle costa di più o di meno di RedHat
        + Oracle? Sappiamo che sei contro l'Open me se
        nell'articolo si parla del fatto che funzionaMa guarda, in questo caso sono quasi a favore del tipo di adozione software che è stata fatta. Una architettura UNIX (con una implementazione gratuita), con un DB e strumenti di sviluppo closed, forniti da seria società come Oracle.In questa soluzione il SO è marginale, linux o sco unix, hanno un costo irrisorio rispetto al resto del progetto, e la scelta di Oracle mostra chiaramente che non c'è ideologia.
    • el señor din don scrive:
      Re: UNIX + ORACLE è affidabile ?
      - Scritto da: CSOE
      Mi sarei stupito del contrario !

      E' economico ? Questo è un altro discorso.guardalo come rosica! :Dgrazie per postare questi messaggi (rotfl)ps. RH != unix
      • Renji Abarai scrive:
        Re: UNIX + ORACLE è affidabile ?
        !=scrivere diverso?non ti balena l'idea che tutti leggano sto forum?
        • el señor din don scrive:
          Re: UNIX + ORACLE è affidabile ?
          - Scritto da: Renji Abarai
          !=

          scrivere diverso?
          non ti balena l'idea che tutti leggano sto forum?bè ma rispondevo al sig. CSOE,che è uno che di informatica se ne intende(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • el señor din don scrive:
            Re: UNIX + ORACLE è affidabile ?
            - Scritto da: el señor din don

            bè ma rispondevo al sig. CSOE,
            che è uno che di informatica se ne intende

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)come potete vedere quihttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=2195031&m=2195700#p2195700
  • nello gala scrive:
    Speriamo non si fermino!
    Se alla Corte dei conti hanno scoperto che oltre a risparmiare sulle licenze hanno anche un indice di affidabilità alto, speriamo davvero che obblighino la P.A. a passare all'open source!Già vedo Gates che salta dalla poltrona su cui sta godendosi la pensione!Eh si, salvo miracoli da parte di Ms, questo è davvero l'anno di linux! e anche di tutto l'open source....Risparmio, affidabilità, facile accessibiltà e immediata possibilità di risolvere i problemi...Un utopia in un paese come il nostro!
    • CSOE scrive:
      Re: Speriamo non si fermino!

      Risparmio, affidabilità, facile accessibiltà e
      immediata possibilità di risolvere i
      problemi...La parola Risparmio accanto alla parola Oracle...
      • tonzie scrive:
        Re: Speriamo non si fermino!
        Beh malgrado i costi certi database andranno ben gestiti con prodotti all'altezza! Oltretutto risparmio può anche voler dire minori costi di gestione in quanto è difficilissimo che a regime causi problemi al contrario di altri prodotti!!!
      • kattle87 scrive:
        Re: Speriamo non si fermino!
        scusa se usi oracle lo paghi sia che hai linux che se hai windows... Però con Red hat risparmi rispetto a windows... e non dire che è una goccia nell'oceano...Se ricevessi 10 cent da ogni abitante dell'italia sarei felicemente alle Hawai adesso...
      • Barra scrive:
        Re: Speriamo non si fermino!
        Dove lo avresti installato Oracle altrimenti? le alternative sono 2: Unix che costa decisamente di + e windows che probabilmente costa di - (le licenze RHEL non costano poi poco) ma come evidenziato non era altrettanto performante con oracle, non era altrettanto stabile, non era altrettanto rapido nel fornire assistenza tecnica!Hai mai sperimentato il supporto tecnico prevendita di Microsoft? IMBARAZZANTE!!! Gli parlavo di windows server SBE e questi nemmeno sapevano come funzionava il server fax integrato, non sapevano se poteva inviarmi una mail in html con il fax nel corpo del messaggio. mi hanno passato + persone e alla fine la risposta è stata: si arrangi!
      • frank hillary scrive:
        Re: Speriamo non si fermino!
        Affidabilita' e Opensource sono una cosa, oracle e' un'altra... E comunque per ora sembra proprio che *nix sia sottoutilizzato dalla PA.
        • Exo scrive:
          Re: Speriamo non si fermino!
          - Scritto da: frank hillary
          Affidabilita' e Opensource sono una cosa, oracle
          e' un'altra... E comunque per ora sembra proprio
          che *nix sia sottoutilizzato dalla
          PA.a nostra discolpa posso dire, come ho detto anche altre volte, che spesso siamo obbligati a non utilizzare il floss... e per questo si parte col ringraziare i vari ministeri (o cose simili) che mandano programmi che girano sullo stesso sistema operativo chiuso o richiedono il fantomatico office altrettanto chiusovedere anche l'articolo di ieri di diego zanga
    • Resock scrive:
      Re: Speriamo non si fermino!
      - Scritto da: nello gala
      Se alla Corte dei conti hanno scoperto che oltre
      a risparmiare sulle licenze hanno anche un indice
      di affidabilità alto, speriamo davvero che
      obblighino la P.A. a passare all'open
      source!noto spesso che voi liberisti open di sinistra avete il vizietto della parola "obbligo, obbligare, obblighino"viene siete mai accorti?meditare gente
      Già vedo Gates che salta dalla poltrona su cui
      sta godendosi la
      pensione!vedi vedi... immagina, accendi la tua ideologia, in fondo questo è l'unico scopo di chi è nato per frustrarsi ;)
      Eh si, salvo miracoli da parte di Ms, questo è
      davvero l'anno di linux! e anche di tutto l'open
      source....piano con le pugnette però! @^
      Risparmio, affidabilità, facile accessibiltà e
      immediata possibilità di risolvere i
      problemi...
      Un utopia in un paese come il nostro!non so più se il tuo sentimento più forte è l'odio o la fantasia
    • gibollo scrive:
      Re: Speriamo non si fermino!
      - Scritto da: nello gala
      Eh si, salvo miracoli da parte di Ms, questo è
      davvero l'anno di linux! e anche di tutto l'open
      source....Eddai, per favore ... :-)
    • ioooooooooo o scrive:
      Re: Speriamo non si fermino!
      - Scritto da: nello gala
      questo è
      davvero l'anno di linux! Sì! Ne sono pienamente convinto anche io!
  • Nome e cognome scrive:
    DURA LEX SED ... ... ......X
    Complimenti per la vignetta! :D :D ;)
  • kattle87 scrive:
    Il mio personale riassunto dell'articolo
    L'OpenSource funziona bene e fa di tutto per funzionare anche a fianco del closed, il closed nn sempre ricambia:"Aspetti critici si sono invece presentati nell'integrazione fra parti open e closed all'interno dello stesso sistema operativo, in particolare dovuti all'uso di moduli proprietari."L'OpenSource è decisamente valido:"Cio' nonostante, la rapidità nel fornire patch a problemi emergenti che distingue la comunità OS è semplicemente imbattibile, almeno per i progetti maggiori."Il sorgente aperto piace a chi si occupa di sicurezza:"A questo si aggiunge la completa accessibilità del codice sorgente, unico modo per garantire la sicurezza "interna" degli applicativi e dei sistemi"E il futuro della PA lo vorrebbero in tanti così:"La disponibilità del codice sorgente è ovviamente un asset impagabile, prova ne è il fatto che in tutti i contratti quadro Consip per lo sviluppo di software il codice rimane di proprietà della PA che lo ha commissionato. E ciascuna PA, tramite il "riuso" può accedere al codice delle altre. Arrivare al rilascio sotto GPL di tutto il codice prodotto da e per le PA ovviamente è un target ambizioso, ma spero caldamente che ci si possa arrivare quanto prima."
    • The Advange scrive:
      Re: Il mio personale riassunto dell'articolo
      quoto al 100%
    • gibollo scrive:
      Re: Il mio personale riassunto dell'articolo
      - Scritto da: kattle87
      L'OpenSource è decisamente valido:
      "Cio' nonostante, la rapidità nel fornire patch a
      problemi emergenti che distingue la comunità OS è
      semplicemente imbattibile, almeno per i progetti
      maggiori."Problema decisamente fondamentale: "Il PC è certificato per la compatibilità con Linux (può essere acquistato anche con Linux preinstallato). Ebbene: l'audio si sentiva solo dall'uscita frontale per le cuffie e non da quella posteriore per le casse (OpenSuSE 10.2), pur se la scheda era correttamente riconosciuta"Per il quale è stata rilasciata una patch...HAHAHAHAHAHAHAHAHA
      • sconforto scrive:
        Re: Il mio personale riassunto dell'articolo
        ahahaha le matte risate!!!...come se per Windows non venissero rilasciate patch a manetta... e non risolvono mai un cazzo, peraltro...ma piantala che fai solo la figura del pollo
        • Renji Abarai scrive:
          Re: Il mio personale riassunto dell'articolo
          per linux sono patch per windows sono falle tappate.Se non parli come loro non ti capiscono! ;)
          • thegios scrive:
            Re: Il mio personale riassunto dell'articolo
            anke per mac sono SOLO patch, come tutte quelle di safari per windowsHA HA HA
          • Enrico scrive:
            Re: Il mio personale riassunto dell'articolo
            Peccato solo che Safari per Windows era un software estremamente bacato per la natura del porting su una piattaforma software molto diversa e soprattutto rilasciato ancora in beta.
        • gibollo scrive:
          Re: Il mio personale riassunto dell'articolo
          - Scritto da: sconforto
          ahahaha le matte risate!!!Il problema non è la patch, è normale. Il problema è che venga presentato come modello di efficeinza e superiorità una patch su una stupida scheda audio da parte di un ente come la Corte dei Conti. Che cazzo se ne fa sto qui dei canali posteriori in ufficio? che vada a lavorare, che è meglio.
          • sconforto scrive:
            Re: Il mio personale riassunto dell'articolo
            dice che l'audio si sentiva solo dall'uscita frontale (nel senso del lato frontale del case) dedicata solo al collegamento delle cuffie e non dall'uscita disponibile per le casse DIETRO al case... dove hai letto canali posteriori?il tizio ha anche accennato a Moodle, un software adatto alla formazione... forse l'audio viene usato anche per attività di formazione del personale o anche solo per comunicare via VoIP, non pensi?
          • gibollo scrive:
            Re: Il mio personale riassunto dell'articolo
            - Scritto da: sconforto
            case... dove hai letto canali
            posteriori?Massì, non cambia niente dai... :-)
            non
            pensi?No, visto che in ogni caso le cuffie andavano poteva benissimo fare quel che voleva oltretutto senza disturbare i vicini. Ma ripeto, non è questo l'importante.
      • Flavio scrive:
        Re: Il mio personale riassunto dell'articolo
        Solo un appunto: per windows XP c'erano dei driver di soundmax, che dopo un aggiornamento di windows facevano apparire una bella schermata blu: il problema non è stato risolto da MS, ma da swoundmax con dei nuovi driver. Però il problema era stato causato dagli aggiornamenti di MS! E' encomiabile che un problema di driver o gestione di periferiche venga risolto dal produttore dell'OS.Questo a mio parere, poi...
        • kattle87 scrive:
          Re: Il mio personale riassunto dell'articolo
          e poi l'audio è sempre stato un incubo per me!!! Una volta con win xp reistallato avevo perso il CD della Motherboard... AAAAARRRGGGGGHHHHHHH che disastro trovare i driver!!!! E per fortuna era una realtek quindi alla fine li ho trovati...Qui è UN BUG come è stato fatto notare quindi mi sembra che il sistema fosse davvero certificato x linux magari lo vendevano cn un'altra distro cn cui funzionava tutto...PS: inoltre una patch fatta sa una PA in realtà viene fatta per tutte le PA del mondo che usa quella Distro ;) e non è male! :D
    • pentolino scrive:
      Re: Il mio personale riassunto dell'articolo
      quoto, anche per me questi sono i passi più salienti
Chiudi i commenti