Femtocelle, il debutto di AT&T

Spacciata come servizio per iPhone, fa il suo esordio in alcune città. Per supplire alle carenze della rete cellulare dell'esclusivista del Melafonino oltreoceano

Roma – Ancora non vi sono conferme ufficiali, ma sembrerebbe che il dispositivo di femtocelle di AT&T (chiamato 3GS MicroCell) sarà finalmente disponibile per tutti gli Stati Uniti entro la fine dell’anno.

Il sistema, il primo per dispositivi iPhone 3GS funzionerà da mini-ripetitore per i dispositivi situati in abitazioni (o comunque ambienti massimo di circa 1500 metri quadri) con scarsa copertura di rete: connette lo smartphone alla propria banda Internet, fornendo connessione potenzialmente illimitata e un notevole risparmio di costi sia per le chiamate vocali che per l’utilizzo delle applicazioni del Melafonino.

La tecnologia, che in Italia rischierebbe di entrare in conflitto con le norme su radiofrequenza e salute, era stata inaugurata da Spring Nextel ormai un anno fa . Verizon aveva imboccato la stessa strada all’inizio di quest’anno e Vodafone è diventata la prima fornitrice in Europa (solo per il mercato della Gran Bretagna) dal luglio 2009.

Intanto il nuovo dispositivo ha fatto il suo esordio ufficiale a Charlotte, North Carolina, e indiscrezioni affermano che nei prossimi giorni arriverà sulla piazza di San Antonio, Atlanta e Seattle.

Di ufficiale c’è il sito , in cui non è possibile ancora verificare le prossime disponibilità, ma che fornisce alcune immagini e maggiori informazioni: sarà dotato di un dispositivo GPS (se ne raccomanda la disposizione vicino ad una finestra per garantire il segnale) per la verifica dell’ubicazione in territorio AT&T e supporta fino a 10 dispositivi 3GS.

Ancora non rilasciato il piano tarriffario , avvolto ancora nelle indiscrezioni: fonti riferiscono che AT&T intenda far pagare 150 dollari per l’hardware, mentre costerebbe 20 dollari al mese aggiungere una flat illimitata al monte traffico del proprio iPhone. Il costo cala a 10 dollari se si possiede una linea telefonica AT&T o se si è sottoscritto un abbonamento broadband con la stessa compagnia, e si azzera nel caso si sia già clienti esclusivi dell’incumbent a stelle e strisce. Nel caso non si sottoscriva alcun piano, la Microcell si limiterà a fare da ripetitore: e il traffico generato verrà scalato dal normale abbonamento di telefonia cellulare.

Costi che non hanno convinto gli osservatori (in fondo si tratta di utilizzare la propria connessione Internet per ovviare a una mancanza della copertura AT&T), ma che risultano comunque molto inferiori ai 120 dollari per la tariffa flat attualmente disponibile per gli abbonati iPhone di AT&T. Ma non di vera alternativa si tratta: quello della femtocella (che il provider ha ridenominato, non si capisce bene perché, microcella) è un servizio limitato alle occasioni in cui il Melafonino può arrivare a utilizzare la banda Internet casalinga.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ricky scrive:
    Siamo nelle mani di pazzi scatenati
    Facciamo il punto:lcd/plasmon consumano troppo.Ok, li vuoi cambiare?Rottamare?E l'inquinamento dove lo mettiamo?Gia' oggi non sappiamo piu' dove mettere e come trattare l'inquinamento tecnologico, vogliamo farne altro?Passiamo oltre.I soldi chi li ha?In recessione MONDIALE pretendete che le famiglia, gia' malridotte, si accollino persino il cambio della tv?Mi pare piuttosto stupido...Ma andiamo ancora oltre.E' cosi' NECESSARIO sto televisore!? Magari si potrebbe iniziare col "sensibilizzare" le famiglie, dicendo loro che la tv FA MALE (piu' per i programmi che ci viaggiano che per la spesa sulla bolletta) e che sarebbe il caso di limitarne l'uso per risparmiare?E veniamo quindi alle REALI preoccupazioni:1)La tv DEVE essere accesa il piu' possibile, questioni di pubblicita' e quindi di INTERESSI di chi la gestisce.2)Se manca energia,producetela!Avete spazi da gestire come solare ed eolico,in teoria potreste addirittura coprire il vostro intero fabbisogno SENZA dipendere da nessun altro.Mica male...perche' non lo fate?!3)Al momento la tecnologia utile per ridimensionare i costi e' quella LED...ma costa un fottio...quindi CHI MAI potrebbe permettersela?!E' inapplicabile...senza sovvenzioni.Ma i soldi possono essere usti MEGLIO creando impianti come quelli gia' menzionati...4)L'inquinamento non e' un problema, lo dicono sempre, ma se vai a spulciare vedi che e' un ginepraio senza fine.Occorre impedire loro di creare altro materiale inquinante che FORSE ci fara' risparmiare sulla bolletta ma che ci ammazera' come qualita' della vita e spese di smaltimento.
    • xbomber scrive:
      Re: Siamo nelle mani di pazzi scatenati
      - Scritto da: Ricky
      Facciamo il punto:lcd/plasmon consumano troppo.
      Ok, li vuoi cambiare?Rottamare?E l'inquinamento
      dove lo mettiamo?Gia' oggi non sappiamo piu' dove
      mettere e come trattare l'inquinamento
      tecnologico, vogliamo farne
      altro?
      Passiamo oltre.
      I soldi chi li ha?In recessione MONDIALE
      pretendete che le famiglia, gia' malridotte, si
      accollino persino il cambio della
      tv?
      Mi pare piuttosto stupido...
      Ma andiamo ancora oltre.
      E' cosi' NECESSARIO sto televisore!? Magari si
      potrebbe iniziare col "sensibilizzare" le
      famiglie, dicendo loro che la tv FA MALE (piu'
      per i programmi che ci viaggiano che per la spesa
      sulla bolletta) e che sarebbe il caso di
      limitarne l'uso per
      risparmiare?
      E veniamo quindi alle REALI preoccupazioni:

      1)La tv DEVE essere accesa il piu' possibile,
      questioni di pubblicita' e quindi di INTERESSI di
      chi la
      gestisce.

      2)Se manca energia,producetela!Avete spazi da
      gestire come solare ed eolico,in teoria potreste
      addirittura coprire il vostro intero fabbisogno
      SENZA dipendere da nessun
      altro.
      Mica male...perche' non lo fate?!

      3)Al momento la tecnologia utile per
      ridimensionare i costi e' quella LED...ma costa
      un fottio...quindi CHI MAI potrebbe
      permettersela?!
      E' inapplicabile...senza sovvenzioni.
      Ma i soldi possono essere usti MEGLIO creando
      impianti come quelli gia'
      menzionati...

      4)L'inquinamento non e' un problema, lo dicono
      sempre, ma se vai a spulciare vedi che e' un
      ginepraio senza fine.Occorre impedire loro di
      creare altro materiale inquinante che FORSE ci
      fara' risparmiare sulla bolletta ma che ci
      ammazera' come qualita' della vita e spese di
      smaltimento.Non posso che quotare ed applaudire!Se oggi viviamo in un mondo di ignoranti che a testa china seguono falsi stereotipi alla ricerca di una falsa felicità, forse è anche colpa della televisione, che è la migliore backdoor infilata nelle nostre case per riprogrammare le persone grazie ad un uso massiccio della PNL!
    • ZxjnbxAHPFl u scrive:
      Re: Siamo nelle mani di pazzi scatenati
      http://howtogetamoxicillin.tk/#3025 amoxicillin,
  • Funz scrive:
    L'energia dovrebbe essere gratuita
    Fino a un certo livello di consumo l'energia dovrebbe essere gratuita. Il limite, comunque basso, sarebbe calcolato in base al numero di persone o al tipo di azienda, e sarebbe raggiungibile con ragionevoli interventi di risparmio energetico.Superato il limite, il prezzo dovrebbe aumentare esponenzialmente.Così si che la gente avrebbe un incentivo a non sprecare energia.
    • Ciano scrive:
      Re: L'energia dovrebbe essere gratuita
      - Scritto da: Funz
      Fino a un certo livello di consumo l'energia
      dovrebbe essere gratuita.

      Il limite, comunque basso, sarebbe calcolato in
      base al numero di persone o al tipo di azienda, e
      sarebbe raggiungibile con ragionevoli interventi
      di risparmio
      energetico.
      Superato il limite, il prezzo dovrebbe aumentare
      esponenzialmente.
      Così si che la gente avrebbe un incentivo a non
      sprecare energia.Con un incremento esponenziale un indistria come un'acciaieria non sopravviverebbe alla prima bolletta. :|
      • xbomber scrive:
        Re: L'energia dovrebbe essere gratuita

        Con un incremento esponenziale un indistria come
        un'acciaieria non sopravviverebbe alla prima
        bolletta.
        :|Ha anche scritto con limite calcolato in base all'azienda!Cmq non lo faranno mai! Nessuno si preoccupa veramente che consumiamo poco! Non converrebbe assolutamente! Semplicemente trovano il modo di farci spendere di più!Per esempio la normativa OP (Che ne gliro di 3 anni manderà in pensione le lampadine ad incandescenza ed è già partita con le 100W) sulle lampadine non guarda affatto l'inquinamento, in quanto anche se le basso consumo, hanno consumi ridotti di 1/5, inquinano mostruosamente per la produzione e lo smaltimento! Vorrei vedere se effettivamente inquina di più una lampadina ad incandescenza nell'arco della sua vita!Semplicemente vogliono imporci di comperare prodotti più cari!Sono i soliti puntelli instabili che si cercano di mettere ad un economia fallimentare globale!Apriamo gli occhi!Di questo passo stiamo andando incontro alla rovina globale!
        • Ciano scrive:
          Re: L'energia dovrebbe essere gratuita
          Sulle lampadine ad incandescenza sono completamente daccordo.Speriamo che restino almeno le alogene, ci sono utilizzi dove con accensioni di pochi secondi non durerebbero molto.
        • zMACEwswXKC wG scrive:
          Re: L'energia dovrebbe essere gratuita
          http://antiviral-drugs.info/#1994 acyclovir,
    • Giuseppe Rossi scrive:
      Re: L'energia dovrebbe essere gratuita
      anche la gnocca dovrebbe essere gratis... dai non facciamo ridere il pollo che mi sta male !
  • littlegauss scrive:
    baggianate
    Stanno solo cercando un modo per costringere la gente a cambiare il proprio televisore a schermo piatto, hanno paura della recessione che segue la saturazione del mercato.Oggi la via dei soldi è quella che fa vedere più chiaro.
    • Max scrive:
      Re: baggianate
      "La regolamentazione proposta - ha dichiarato il portavoce della Commissione energetica statunitense Susanne Garfield - è mirata ad essere economicamente produttiva per il consumatore, lungo tutto il ciclo di vita dell'apparecchio". Consumatore che, stando alle stime rilasciate, potrà risparmiare elettricità per un valore tra 50 e 250 dollari lungo la vita della tv"Compra il nuovo televisore superfigo da 2000 dollari, cosi` ne risparmierai ben 200 di elettricita`! :-s
  • angros scrive:
    Plasma o LCD?
    Io sapevo che erano i televisori al plasma a consumare troppo, non gli LCD.
    • vavava scrive:
      Re: Plasma o LCD?
      - Scritto da: angros
      Io sapevo che erano i televisori al plasma a
      consumare troppo, non gli
      LCD.Non sempre! Esistono tv al plasma che consumano pochissimo, meno dei LCD!Dipende dalla costruzione, più sono parchi più costano e allora temono di non venderne più tanti o guadagnarci come prima.Comunque è solo una regolamentazione sui consumi, non verranno più prodotte TV (ad parità di grandezza) sprecone!Ciao
    • giUofahEwZe winxK scrive:
      Re: Plasma o LCD?
      http://albendazole.nu/#1875 albendazole,
    • IkEbixRnCd scrive:
      Re: Plasma o LCD?
      http://bupropionhclxl.ga/cost-of-bupropion.html#8734 cost of bupropion, http://claritinprice.ga/generic-claritin.html#6264 generic claritin, http://bupropionhclxl.ga/bupropion-price.html#1016 bupropion price,
    • LnAKltMAxbv neJh scrive:
      Re: Plasma o LCD?
      http://cheapdiflucan.pw/diflucan-without-get-a-prescription-online.html#1726 diflucan without get a prescription online, http://cheapvermox.pw/vermox.html#5023 generic vermox, http://cheapvermox.pw/where-can-i-buy-vermox-medication-online.html#4219 vermox 500,
  • pus scrive:
    ovvio
    quando dovevo prendere la tv ho spulciato sempre per vedere i consumi ed erano tutti sopra i 180Wpero ho trovato questoSAMSUNG - T260HD che è solamente 25.5 pollici ma per me va bene e consuma solamente 70W come una vecchia tv a tubo catodico!... chissa perche la gente si sveglia sempre tardi...
    • Hanyuu scrive:
      Re: ovvio
      Gli LCD in confronto ai CRT consumano generalmente meno, a parità di DIMENSIONI.Ovviamente da un CRT da 22 di solito si vuole fare il passo ad un bel LCD da 47....!!!
Chiudi i commenti