File-sharing anche via wireless PDA

Dalla Svezia arriva un software che porta la filosofia di comunicazione peer-to-peer sugli handheld. Il file-sharing qui viaggia su reti wireless in standard Bluetooth, ma i servizi previsti vanno ben oltre lo scambio di file


Uppsala (Svezia) – L’azienda svedese Pocit Labs ha annunciato di aver sviluppato la prima piattaforma software peer-to-peer per i dispositivi handheld basati sulla tecnologia wireless Bluetooth.

BlueTalk, questo il nome del prodotto, viene definito come un intelligente client di rete in grado di connettere fra loro più utenti facendoli accedere in contemporanea a risorse e servizi condivisi fra gli utenti, sullo stile di quanto fanno i software di file-sharing come Napster e Gnutella.

Sempre secondo Pocit Labs, gli utenti di PDA o smartphone Bluetooth saranno in grado, tramite BlueTalk, di comunicare fra loro e creare una rete wireless senza bisogno di un’infrastruttura esterna.

Christer Rindebratt, CEO di Pocit Labs, afferma che attraverso la loro piattaforma peer-to-peer è stato possibile far comunicare contemporaneamente 54 utenti e metterli in grado di scambiarsi file, giocare agli stessi giochi od utilizzare altre applicazioni wireless sviluppate all’uopo.

Lo scorso gennaio un’altra azienda, Endeavors Technology (la stessa che ha recentemente portato il linguaggio Python su PalmOS ), aveva annunciato di essere riuscita con successo a creare una rete peer-to-peer fra diversi palmari Compaq iPaq.

Il limite del peer-to-peer su handheld è dato dalla “portata” limitata della tecnologia wireless oggi in uso, tuttavia nei prossimi anni potrebbe conoscere un grande interesse, soprattutto con il rapido convergere fra PDA e telefoni cellulari.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Tutti contro Redmond
    "Yu Kai, a salesman at one of Beijing's biggest computer stores, is all in favor of using homegrown software to break Microsoft Corp.'s dominance in China - - if only someone could show him how it works." "At Yu's shop in suburban Zhongguancun, Chinese-made computers from Legend Holdings Ltd. and Great Wall Computer Co. use one of two competing operating systems: Microsoft's Windows or a local version of Linux -- named Red Flag Linux to stir national pride -- written by a company controlled by President Jiang Zemin's son, Jiang Mianheng." "So far, computers with the Windows software installed are selling briskly, even though they are 80 percent more expensive, Yu said. Customers with Linux-installed models, meantime, are asking to swap for Windows." "Nobody knows how to use Linux," Yu said. "All our customers have asked us to change Linux back to Windows because they don't know how to use it. Linux doesn't provide handbooks, discs or training classes."
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutti contro Redmond
      Tutti contro Redmond? Ma sai leggere l'inglese?Persino in un paese dove vige un sistema totalitario e Linux è venduto dal figlio del premier espressione del partito unico chi compra un PC vuole Windows. In un paese dove "volere" risuta una pratica molto pericolosa.OK. Se i cinesi riescono a scegliere Windows a dispetto di ciò che dice il loro regime, allora posso stare tranquillo e godermi il mio Windows senza timore di dover installare un giorno o l'altro Linsux, cedendo a quello che un commentatore acuto di questo forum ha definito "'68 informatico".- Scritto da: Alien
      "Yu Kai, a salesman at one of Beijing's
      biggest computer stores, is all in favor of
      using homegrown software to break Microsoft
      Corp.'s dominance in China - - if only
      someone could show him how it works."

      "At Yu's shop in suburban Zhongguancun,
      Chinese-made computers from Legend Holdings
      Ltd. and Great Wall Computer Co. use one of
      two competing operating systems: Microsoft's
      Windows or a local version of Linux -- named
      Red Flag Linux to stir national pride --
      written by a company controlled by President
      Jiang Zemin's son, Jiang Mianheng."

      "So far, computers with the Windows software
      installed are selling briskly, even though
      they are 80 percent more expensive, Yu said.
      Customers with Linux-installed models,
      meantime, are asking to swap for Windows."

      "Nobody knows how to use Linux," Yu said.
      "All our customers have asked us to change
      Linux back to Windows because they don't
      know how to use it. Linux doesn't provide
      handbooks, discs or training classes."
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutti contro Redmond
        - Scritto da: Darth Vader
        Tutti contro Redmond? Ma sai leggere
        l'inglese?

        Persino in un paese dove vige un sistema
        totalitario e Linux è venduto dal figlio del
        premier espressione del partito unico chi
        compra un PC vuole Windows. In un paese dove
        "volere" risuta una pratica molto
        pericolosa.

        OK. Se i cinesi riescono a scegliere Windows
        a dispetto di ciò che dice il loro regime,
        allora posso stare tranquillo e godermi il
        mio Windows senza timore di dover installare
        un giorno o l'altro Linsux, cedendo a quello
        che un commentatore acuto di questo forum ha
        definito "'68 informatico".Come ti ho scritto poco fa, ti ripeto con meno cortesia, non hai sfoghi? Ti senti oppresso dai comunisti cattivi che ti vogliono togliere il tuo giocattolo?E' cosi' divertente vivere tutta la vita partecipando a una flame permanente?Chi era il commentatore acuto, o meglio' qual'era il thread di cui parli? Sembra che qualsiasi cosa imposta dall'alto, anche la migliore, non sia gradita da nessuno.Era divertente su questo tema un racconto breve di Fredric Brown, intitolato in italiano "e ora, un messaggio dal nostro sponsor" (A Word from Our Sponsor)
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutti contro Redmond
          Nel mio intervento sopra non ho affermato che Linux sia comunista (un SO non può esserlo, anche chiamandosi Red Flag, se mai chi lo scrive o il concetto di free software potrebbe esserlo).Ho solo affermato che la Cina è un regime totalitario dove non è possibile esprimere un libero pensiero (se sei un informatico avrai sentito della mutanda censoria che il regimen di Pechino vuol mettere all'internet e della pena di morte per gli hackers).- Scritto da: Stefano Calzetti


          - Scritto da: Darth Vader

          Tutti contro Redmond? Ma sai leggere

          l'inglese?



          Persino in un paese dove vige un sistema

          totalitario e Linux è venduto dal figlio
          del

          premier espressione del partito unico chi

          compra un PC vuole Windows. In un paese
          dove

          "volere" risuta una pratica molto

          pericolosa.



          OK. Se i cinesi riescono a scegliere
          Windows

          a dispetto di ciò che dice il loro regime,

          allora posso stare tranquillo e godermi il

          mio Windows senza timore di dover
          installare

          un giorno o l'altro Linsux, cedendo a
          quello

          che un commentatore acuto di questo forum
          ha

          definito "'68 informatico".

          Come ti ho scritto poco fa, ti ripeto con
          meno cortesia, non hai sfoghi? Ti senti
          oppresso dai comunisti cattivi che ti
          vogliono togliere il tuo giocattolo?
          E' cosi' divertente vivere tutta la vita
          partecipando a una flame permanente?
          Chi era il commentatore acuto, o meglio'
          qual'era il thread di cui parli?
          Sembra che qualsiasi cosa imposta dall'alto,
          anche la migliore, non sia gradita da
          nessuno.
          Era divertente su questo tema un racconto
          breve di Fredric Brown, intitolato in
          italiano "e ora, un messaggio dal nostro
          sponsor" (A Word from Our Sponsor)
  • Anonimo scrive:
    Beh!
    Cosa c'e' di strano... succede anche nelle migliori famiglie.
  • Anonimo scrive:
    RIDICOLI
    sono proprio ridicoli!ma in realtà se la stanno facendo sotto.si stanno preparando ad affrontare chi sviluppa software con un metodo nuovo e funzionale.piano piano, amici della MS.. le mutande le calerete completamente!!:)
    • Anonimo scrive:
      Re: RIDICOLI
      Attento. Non è detto che chi cala le mutande non lo faccia perché si sta preparando a mettertelo nel didietro.- Scritto da: OpenNap
      sono proprio ridicoli!
      ma in realtà se la stanno facendo sotto.
      si stanno preparando ad affrontare chi
      sviluppa software con un metodo nuovo e
      funzionale.
      piano piano, amici della MS.. le mutande le
      calerete completamente!!
      :)
  • Anonimo scrive:
    BUTTA FUORI IL CODICE.......
    o hai PAURA che ti TROVIAMO TUTTI I BACKDOOR, I BACHI, e ALTRO?!!!!!!Ma lo devi buttare sulla piazza, a disposizione di tutti e non come tua pratica accompagnato da 1 quintale di LICENZE, PROIBIZIONI, MINACCE DI ARRESTO E ALTRO.Lo sai benissimo qual'è il sospetto che si ha su di te ed i tuoi SO; appena si accede a INTERNET, hai finestre x entrare nei pc che usano i tuoi SO.
  • Anonimo scrive:
    Buonismo verso il DOJ
    La mossa puzza smaccatamente di buonismo e dimostrazione di intenti verso il dipartimento di giustizia americano e il giudice che si deve pronunciare sullo smembramento di M$.Non ricordo con precisione se la messa a disposizione del codice sorgente di Windoze fosse uno dei punti della sentenza, ma in ogni caso va nella direzione di soddisfare i politici di Washintgton (D.C. non Seattle).L'unica vera critica alla mossa di Redmond è che dovrebbero far vedere il codice anche a terzi non industriali, come l'EFF o associazioni di consumatori. Una sorta di garanzia per gli utenti che non ci sono backdoor, trappole antiprivacy, ecc.
    • Anonimo scrive:
      Re: Buonismo verso il DOJ
      tutte le versioni d win escono con delle backdoor.poi vengono kiuse man mano che qualcuno le scopre con delle patch ben confezionate e preparate in precedenza.- Scritto da: pecus
      La mossa puzza smaccatamente di buonismo e
      dimostrazione di intenti verso il
      dipartimento di giustizia americano e il
      giudice che si deve pronunciare sullo
      smembramento di M$.

      Non ricordo con precisione se la messa a
      disposizione del codice sorgente di Windoze
      fosse uno dei punti della sentenza, ma in
      ogni caso va nella direzione di soddisfare i
      politici di Washintgton (D.C. non Seattle).

      L'unica vera critica alla mossa di Redmond è
      che dovrebbero far vedere il codice anche a
      terzi non industriali, come l'EFF o
      associazioni di consumatori. Una sorta di
      garanzia per gli utenti che non ci sono
      backdoor, trappole antiprivacy, ecc.
      • Anonimo scrive:
        Re: Buonismo verso il DOJ
        Te sei 1 MATRIX, non hai capito di quali BAKDOOR si parla;sono le BACKDOOR attraverso le quali quei pici di REDMOND Ti controllano quando sei connesso ad INTERNET, alla faccia della PRIVACY e della SICUREZZA.Per questo che non SPUTANO FOURI IL CODICE SORGENTE, sanno che li SPUTTANEREMO subito.SPUTA FUORI I CODICI BILL, oramai lo sai, NON CI FACCIAMO PIU' PRENDERE IN GIRO DA TE.- Scritto da: bughunter
        tutte le versioni d win escono con delle
        backdoor.
        poi vengono kiuse man mano che qualcuno le
        scopre con delle patch ben confezionate e
        preparate in precedenza.

        - Scritto da: pecus

        La mossa puzza smaccatamente di buonismo e

        dimostrazione di intenti verso il

        dipartimento di giustizia americano e il

        giudice che si deve pronunciare sullo

        smembramento di M$.



        Non ricordo con precisione se la messa a

        disposizione del codice sorgente di
        Windoze

        fosse uno dei punti della sentenza, ma in

        ogni caso va nella direzione di
        soddisfare i

        politici di Washintgton (D.C. non
        Seattle).



        L'unica vera critica alla mossa di
        Redmond è

        che dovrebbero far vedere il codice anche
        a

        terzi non industriali, come l'EFF o

        associazioni di consumatori. Una sorta di

        garanzia per gli utenti che non ci sono

        backdoor, trappole antiprivacy, ecc.

    • Anonimo scrive:
      Re: Buonismo verso il DOJ

      associazioni di consumatori. Una sorta di
      garanzia per gli utenti che non ci sono
      backdoor, trappole antiprivacy, ecc.
      Hai perfettamente ragione. Temo solo che dovremo aspettare degli anni prima di avere questa agranzia (che, tra parentesi, è garantita su qualsiasi altro prodotto: perchè sul software questa eccezione, tutta a danno del consumatore)
      • Anonimo scrive:
        Re: Buonismo verso il DOJ
        - Scritto da: Topoldo
        ..., tra parentesi, è
        garantita su qualsiasi altro prodotto:
        perchè sul software questa eccezione, tutta
        a danno del consumatore) ...Sei proprio sicuro? Per un caso sai esattamente cosa c'è dentro e come funziona la tua TV? Per non parlare dell'automobile? E il cellulare... il suo software (perchè guarda che ce n'è in abbondanza) lo conosci? Ne hai i sorgenti? No? E allora, perchè lo usi?Meditare..........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
  • Anonimo scrive:
    SOTTO IL VESTITO?? mamma mia..........AHHHHHHHH
    Occhio ragazzi, se quelli ci dessero veramente i CS, (GRANDE BUFALA ANCHE QUESTA), c' è il rischio che ci troviamo 1 TRAVESTITO.uhauuuuuuuuuuu.Lo chiameremo WANDA 2000.
    • Anonimo scrive:
      Re: SOTTO IL VESTITO?? mamma mia..........AHHHHHHHH
      - Scritto da: Alien
      Occhio ragazzi, se quelli ci dessero
      veramente i CS, (GRANDE BUFALA ANCHE
      QUESTA), c' è il rischio che ci troviamo 1
      TRAVESTITO.
      uhauuuuuuuuuuu.
      Lo chiameremo WANDA 2000.Hehehe più che un travestito troveremo un super ermafrodita dotato di svariati attributi maschili e svariati attributi femminili ... ovviamente "incompatibili" e "fuori standard"
    • Anonimo scrive:
      Re: SOTTO IL VESTITO?? mamma mia..........AHHHHHHHH
      - Scritto da: Alien
      Occhio ragazzi, se quelli ci dessero
      veramente i CS, (GRANDE BUFALA ANCHE
      QUESTA), c' è il rischio che ci troviamo 1
      TRAVESTITO.
      uhauuuuuuuuuuu.
      Lo chiameremo WANDA 2000.Ora ne sono sicuro: ti droghi.Mi dici che sostanza usi? Deve essere fichissima!
      • Anonimo scrive:
        Re: SOTTO IL VESTITO?? mamma mia..........AHHHHHHHH
        L' ho già detto, colazione, pranzo e cena, mi fumo MATRIX, oTTimo allucinogeno.Ricetta SEGRETA, non dò i CODICI SORGENTI.PAGATE, NON COMPRATE, USATE, E FUMATEVI I CERVELLI.UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU- Scritto da: Bill Gates Travestito


        - Scritto da: Alien

        Occhio ragazzi, se quelli ci dessero

        veramente i CS, (GRANDE BUFALA ANCHE

        QUESTA), c' è il rischio che ci troviamo 1

        TRAVESTITO.

        uhauuuuuuuuuuu.

        Lo chiameremo WANDA 2000.

        Ora ne sono sicuro: ti droghi.

        Mi dici che sostanza usi? Deve essere
        fichissima!
        • Anonimo scrive:
          Re: SOTTO IL VESTITO?? mamma mia..........AHHHHHHHH
          - Scritto da: Alien
          L' ho già detto, colazione, pranzo e cena,
          mi fumo MATRIX, oTTimo allucinogeno.
          Ricetta SEGRETA, non dò i CODICI SORGENTI.
          PAGATE, NON COMPRATE, USATE, E FUMATEVI I
          CERVELLI.
          UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU
          AH! AH! AH! EH! EH! EH! IIIHH...TI GIURO, SEI UNO SPASSO!!! VORREI CONOSCERTI DI PERSONA!G R A N D E ! ! !
          • Anonimo scrive:
            Re: SOTTO IL VESTITO?? mamma mia..........AHHHHHHHH
            P.S.: Sai che stai cominciando a somigliare al grande TADDEO SCIMASECCA?- Scritto da: Bill Gates Divertito


            - Scritto da: Alien

            L' ho già detto, colazione, pranzo e cena,

            mi fumo MATRIX, oTTimo allucinogeno.

            Ricetta SEGRETA, non dò i CODICI SORGENTI.

            PAGATE, NON COMPRATE, USATE, E FUMATEVI I

            CERVELLI.

            UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU



            AH! AH! AH! EH! EH! EH! IIIHH...

            TI GIURO, SEI UNO SPASSO!!! VORREI
            CONOSCERTI DI PERSONA!

            G R A N D E ! ! !
          • Anonimo scrive:
            Re: SOTTO IL VESTITO?? mamma mia..........AHHHHHHHH
            Sentite questa..............SOTTO IL VESTITO C'HA 1 PINGUINO CHE GLIELO MAGNAaaaaaaAAAAAAAAAAAAAAAAA.....UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU- Scritto da: Bill Gates Speranzoso
            P.S.: Sai che stai cominciando a somigliare
            al grande TADDEO SCIMASECCA?

            - Scritto da: Bill Gates Divertito





            - Scritto da: Alien


            L' ho già detto, colazione, pranzo e
            cena,


            mi fumo MATRIX, oTTimo allucinogeno.


            Ricetta SEGRETA, non dò i CODICI
            SORGENTI.


            PAGATE, NON COMPRATE, USATE, E
            FUMATEVI I


            CERVELLI.


            UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU






            AH! AH! AH! EH! EH! EH! IIIHH...



            TI GIURO, SEI UNO SPASSO!!! VORREI

            CONOSCERTI DI PERSONA!



            G R A N D E ! ! !

          • Anonimo scrive:
            Re: SOTTO IL VESTITO?? mamma mia..........AHHHHHHHH
            Quando Bill vede 1 PINGUINO gli vengono le SCALMANE e entra in DELIRIUM TREMENS.- Scritto da: ramen
            Sentite questa..............

            SOTTO IL VESTITO C'HA 1 PINGUINO CHE GLIELO
            MAGNAaaaaaaAAAAAAAAAAAAAAAAA.....
            UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU


            - Scritto da: Bill Gates Speranzoso

            P.S.: Sai che stai cominciando a
            somigliare

            al grande TADDEO SCIMASECCA?



            - Scritto da: Bill Gates Divertito








            - Scritto da: Alien



            L' ho già detto, colazione, pranzo e

            cena,



            mi fumo MATRIX, oTTimo allucinogeno.



            Ricetta SEGRETA, non dò i CODICI

            SORGENTI.



            PAGATE, NON COMPRATE, USATE, E

            FUMATEVI I



            CERVELLI.



            UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU









            AH! AH! AH! EH! EH! EH! IIIHH...





            TI GIURO, SEI UNO SPASSO!!! VORREI


            CONOSCERTI DI PERSONA!





            G R A N D E ! ! !


  • Anonimo scrive:
    Una mossa nel stile M$
    Sono campati per anni facendo fare Beta-testing ai clienti (poi rilasciavano le *pezze* in base alle proteste ricevute).Adesso che hanno una posizione di monopolio gli fanno pure debuggare le librerie bacate perché a loro costa troppo e le aziende invece vogliono che il prodotto funzioni (e non hanno alternative per via del monopolio di prima).Niente di nuovo sotto il sole.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Una mossa nel stile M$

      Sono campati per anni facendo fare
      Beta-testing ai clienti (poi rilasciavano le
      *pezze* in base alle proteste ricevute).Beh diciamo che è meglio così piuttosto che fare tutto da loro. Per w2000 il programma di betatesting era stato tra i più massicci. Nonostante tutto hanno rilasciato una patch da 80 Mb :-). Però male non va. Certo non è open source.Vabbe'.

      Adesso che hanno una posizione di monopolio
      gli fanno pure debuggare le librerie bacate
      perché a loro costa troppo e le aziende
      invece vogliono che il prodotto funzioni (e
      non hanno alternative per via del monopolio
      di prima).

      Niente di nuovo sotto il sole.Scusa. La filosofia è diversa. Loro vendono il software. Tu dici che dovrebbero renderlo open-source. Se hai ragione tu falliranno, e la gente sceglierà linux o freeBsd o simili.Difficile però che il mondo open-source possa essere competitivo nell'innovazione. Di fatto si convertono applicativi per linux, "inseguendo" un po' i progressi da altre parti (non dico MS, in generale). Non sono mica sicuro che il mondo potrebbe andare avanti cosi' (mia idea personale eh! ).Se è vero quello che penso se ne deduce che il software sviluppato secondo criteri di licenza sia un "male necessario", visto che solo così si possono convogliare risorse economiche sufficienti per grandi progetti.Parlo in linea generale. Che poi MS abbia acquisito posizione di monopolio è altro discorso.Ciao.
      • Anonimo scrive:
        Re: Una mossa nel stile M$

        altre parti (non dico MS, in generale). Non
        sono mica sicuro che il mondo potrebbe
        andare avanti cosi' (mia idea personale eh!).infatti non potrebbe andare avanti.e lo hanno dimostrato i regimi comunisti che sono quasi tutti crollati (e quelli che non lo hanno ancora fatto stanno arrivando).quando uno non e' toccato nel portafogli le cose le fa poco e male.
        • Anonimo scrive:
          Re: Una mossa nel stile M$
          Il bandito di Redmont ha sempre proselita.Come la mamma dei cretini che è sempre incinta.- Scritto da: uno che si e' rotto di linux

          altre parti (non dico MS, in generale).
          Non

          sono mica sicuro che il mondo potrebbe

          andare avanti cosi' (mia idea personale
          eh!).

          infatti non potrebbe andare avanti.
          e lo hanno dimostrato i regimi comunisti che
          sono quasi tutti crollati (e quelli che non
          lo hanno ancora fatto stanno arrivando).
          quando uno non e' toccato nel portafogli le
          cose le fa poco e male.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una mossa nel stile M$

            Il bandito di Redmont ha sempre proselita.
            Come la mamma dei cretini che è sempre
            incinta.eh gia', la ragione sta' sempre dalla parte dei linuxari anche se la storia dimostra il contrario.ti auguro di vivere mille anni per due cose.primo per imparare l'educazione (e spero che ti bastino).secondo per vedere coi tuoi occhi dove andra' a finire il tuo software libero quando finira' questo '68 informatico.
        • Anonimo scrive:
          Re: Una mossa nel stile M$
          - Scritto da: uno che si e' rotto di linux

          altre parti (non dico MS, in generale).
          Non

          sono mica sicuro che il mondo potrebbe

          andare avanti cosi' (mia idea personale
          eh!).

          infatti non potrebbe andare avanti.
          e lo hanno dimostrato i regimi comunisti che
          sono quasi tutti crollati (e quelli che non
          lo hanno ancora fatto stanno arrivando).
          quando uno non e' toccato nel portafogli le
          cose le fa poco e male.Se non l'hai ancora capito, mi sa` che sei un po' tonto comunque te lo ripeto:Linux != comunismoTanto meno lo stalinismo del real-comunismo che niente aveva a che fare col marxismo!! (Difatti spesso si parla del comunismo reale come di capitalismo di stato!A parte questo pensi che gente come Einstein, Newton, Galielo, ecc... avessero alle spalle multinazionali? (E se mi dici che loro non hanno portato innovazione sei proprio irrecuperabile).Il Free Software ha proprio questo grande pregio:lo crea solo chi ha una vera passione che va` al di la` del mero denaro! Chi ha passione ci tiene che le proprie realizzazioni siano il piu` perfette possibile, al contrario dei programmatori professionisti che guardano solo il soldo e per i quali basta che piu` o meno funzioni, basta portare a casa i denari!!!!E` per questo che per quanto M$ (a parte le scelte commerciali) paghi i propri programmatori ha sempre dei software che non sono buoni come dovrebbero per i soldi spesi!Mentre dal mondo Free Software sono nati sistemi operativi e software di primo livello sia tecnico che operativo (Linux, *BSD, Apache, Samba, ecc....)Fra l'altro il software e` una delle pochissime attivita` in cui non sono indispensabili massicci investimenti poiche` gli strumenti di cui si ha bisogno per sviluppare sono un computer e una buona capacita` creativa e tecnica!!Cerca di essere obiettivo, perfavore e smettila di confondere politica e informatica, come direbbe un nostro noto politico, non c'azzecca proprio!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Una mossa nel stile M$

            Linux != comunismoil fatto che, secondo te, linux sia diverso da comunismo significa solo che tu ragioni con l'occhio del privato e non dell'industriale.da che mondo e' mondo gli industriali sono industriali solo per UN motivo: fare soldi.o fare PIU' soldi se ne avevano gia'.ed e' dal loro punto di vista che devi vedere le cose se vuoi dal loro punto di vuoi che il tuo amato linux esca dalla nicchia degli smanettoni ed entri nel "giro grosso".quello che infatti stavo cercando di farti capire e' che il software libero ha POCHISSIMO futuro in quanto io creda che nessuna azienda spendera' tempo, soldi ed energie per creare un codice da poi distribuire gratuitamente.e il pregio che tu citi del software libero e' anche il suo peggior difetto, in quanto essendo creato da appassionati NON garantisce NESSUNA continuita' nello sviluppo, in quanto per l'appunto l'appassionato non "lavora" su quel software ma ci si "appassiona".che poi lui sia nobile o meno e' un altro paio di maniche: rimane il fatto che lui NON puo' garantire nessuna continuita' al suo lavoro.lo dimostrano le varie distribuzioni linux che sono nate e morte nella storia di linux.i programmatori professionisti perlomeno sono sempre li e (si spera) migliorano continuamente il software.se questo non ti piace sono affari tuoi ma renditi conto che il lavoro per PROFITTO e' l'UNICA maniera praticabile di vivere nella societa' del giorno d'oggi.
            Cerca di essere obiettivo, perfavore eio sono (o cerco di essere) non solo obbiettivo ma realista.e NON mi illudo che il software possa essere gratis come NESSUNA altra cosa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una mossa nel stile M$
            A MME MME BBASTA CHE ER LINUX NUN C' ENTRI NE A CAPOCCIA DE FRICCICOMI CAME A TTE.E FATTE ER SEGNO DE A CROCE CHE TE CCìHA D'AVE' ER CEVEO SQUITERNAO- Scritto da: uno che si e' rotto di linux

            Linux != comunismo

            il fatto che, secondo te, linux sia diverso
            da comunismo significa solo che tu ragioni
            con l'occhio del privato e non
            dell'industriale.
            da che mondo e' mondo gli industriali sono
            industriali solo per UN motivo: fare soldi.
            o fare PIU' soldi se ne avevano gia'.
            ed e' dal loro punto di vista che devi
            vedere le cose se vuoi dal loro punto di
            vuoi che il tuo amato linux esca dalla
            nicchia degli smanettoni ed entri nel "giro
            grosso".
            quello che infatti stavo cercando di farti
            capire e' che il software libero ha
            POCHISSIMO futuro in quanto io creda che
            nessuna azienda spendera' tempo, soldi ed
            energie per creare un codice da poi
            distribuire gratuitamente.
            e il pregio che tu citi del software libero
            e' anche il suo peggior difetto, in quanto
            essendo creato da appassionati NON
            garantisce NESSUNA continuita' nello
            sviluppo, in quanto per l'appunto
            l'appassionato non "lavora" su quel software
            ma ci si "appassiona".
            che poi lui sia nobile o meno e' un altro
            paio di maniche: rimane il fatto che lui NON
            puo' garantire nessuna continuita' al suo
            lavoro.
            lo dimostrano le varie distribuzioni linux
            che sono nate e morte nella storia di linux.
            i programmatori professionisti perlomeno
            sono sempre li e (si spera) migliorano
            continuamente il software.
            se questo non ti piace sono affari tuoi ma
            renditi conto che il lavoro per PROFITTO e'
            l'UNICA maniera praticabile di vivere nella
            societa' del giorno d'oggi.


            Cerca di essere obiettivo, perfavore e

            io sono (o cerco di essere) non solo
            obbiettivo ma realista.
            e NON mi illudo che il software possa essere
            gratis come NESSUNA altra cosa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una mossa nel stile M$
            - Scritto da: uno che si e' rotto di linux
            il fatto che, secondo te, linux sia diverso
            da comunismo significa solo che tu ragioni
            con l'occhio del privato e non
            dell'industriale.ma guarda caso, il privato si e' rotto di farsi prendere per il qlo dall'industriale che vuole a tutti i costi fargli sborsare quattrini per oggetti mal fatti e senza alcuna ragione.
            ed e' dal loro punto di vista che devi
            vedere le cose se vuoi dal loro punto di
            vuoi che il tuo amato linux esca dalla
            nicchia degli smanettoni ed entri nel "giro
            grosso".ah secondo te non e' nel giro grosso?ma vivi dentro un uovo o hai due dita di piombo sugli occhi?
            quello che infatti stavo cercando di farti
            capire e' che il software libero ha
            POCHISSIMO futuro in quanto io creda che
            nessuna azienda spendera' tempo, soldi ed
            energie per creare un codice da poi
            distribuire gratuitamente.e facendosi pagare l'assistenza...
            e il pregio che tu citi del software libero
            e' anche il suo peggior difetto, in quanto
            essendo creato da appassionati NON
            garantisce NESSUNA continuita' nello
            sviluppo, in quanto per l'appunto
            l'appassionato non "lavora" su quel software
            ma ci si "appassiona".meglio no? lo fa meglio e con piu' attenzione.
            che poi lui sia nobile o meno e' un altro
            paio di maniche: rimane il fatto che lui NON
            puo' garantire nessuna continuita' al suo
            lavoro.che verra' preso da un altro nel momento in cui lui si stanca... a me pare che ci sia ottima garanzia di continuita' invece...
            lo dimostrano le varie distribuzioni linux
            che sono nate e morte nella storia di linux.io ne conosco solo una... corel.le altre stanno tutte benissimo.
            i programmatori professionisti perlomeno
            sono sempre li e (si spera) migliorano
            continuamente il software.e tu lo miglioreresti il software se ti dicessero che il tuo stipendio te lo danno in ogni caso e che, anzi, se gli metti qualche baco e' meglio cosi' poi i consumatori sono costretti ad upgradare pagando profumatamente l'upgrade (e l'hardware per supportarlo)?
            io sono (o cerco di essere) non solo
            obbiettivo ma realista.
            e NON mi illudo che il software possa essere
            gratis come NESSUNA altra cosa.tua moglie si fa pagare per fare l'amore con te?
          • Anonimo scrive:
            Re: Una mossa nel stile M$

            tua moglie si fa pagare per fare l'amore con
            te?guarda, ti faccio solo notare una cosa prima di piantarla li, tanto non vuoi capire.il fatto che durante un rapporto sessuale un essere vivente provi del piacere non e' che la dimostrazione lampante che l'evoluzione ha dovuto mettere un "premio" per spronare due esseri ad accoppiarsi (e giustificare cosi' il consumo di energia a cui si e' sottoposti durante il rapporto).se non ci fosse quel "premio", gli esseri viventi non si accoppierebbero.infatti, nelle coppie in cui ad esempio la donna non prova piacere nel rapporto, si creano tensioni molto deleterie per il matrimonio che spesso e volentieri portano alla separazione.credici o meno nemmeno il sesso e' gratis.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una mossa nel stile M$
            - Scritto da: uno che si e' rotto di linux
            guarda, ti faccio solo notare una cosa prima
            di piantarla li, tanto non vuoi capire.
            il fatto che durante un rapporto sessuale un
            essere vivente provi del piacere non e' che
            la dimostrazione lampante che l'evoluzione
            ha dovuto mettere un "premio" per spronare
            due esseri ad accoppiarsi (e giustificare
            cosi' il consumo di energia a cui si e'
            sottoposti durante il rapporto).
            se non ci fosse quel "premio", gli esseri
            viventi non si accoppierebbero.non credo che una cellula durante la mitosi provi piacere o godimento, pero' si duplica lo stesso. Analogamente per le piante e per molti altri organismi come pesci, rettili, crostacei, anfibi, in cui abbiamo un comportamento tipicamente sessuato per la riproduzione.L'unico premio, in questo caso, e' la garanzia di propagazione della propria massa genetica, ovvero dare ai posteri, la generazione successiva, parte delle mutazioni vincenti contenute nel proprio dna. Come puoi veder, quindi, anche in questo caso l'analogia con l'opensource e' evidente...e vincente, visto che il mondo e' popolato di esseri umani e molto altro, e non da primitivi procarioti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una mossa nel stile M$
            Stai dicendo che, siccome non avete bisogno di uno sprone (soldi o piacere) per continuare a sostenere uno sforzo senza tornaconti, siete paragonabili ai procarioti? Curioso, "procarioti" fa pure rima con l'attributo alternativo che mi viene in mente per voi.Certo dove non c'è vita senziente ci sono probabilmente i batteri, segno che sono molto resistenti, ma non mi lusingherebbe troppo in ogni caso questo accostamento.Bye, procariota.- Scritto da: munehiro


            - Scritto da: uno che si e' rotto di linux

            guarda, ti faccio solo notare una cosa
            prima

            di piantarla li, tanto non vuoi capire.

            il fatto che durante un rapporto sessuale
            un

            essere vivente provi del piacere non e'
            che

            la dimostrazione lampante che l'evoluzione

            ha dovuto mettere un "premio" per spronare

            due esseri ad accoppiarsi (e giustificare

            cosi' il consumo di energia a cui si e'

            sottoposti durante il rapporto).

            se non ci fosse quel "premio", gli esseri

            viventi non si accoppierebbero.

            non credo che una cellula durante la mitosi
            provi piacere o godimento, pero' si duplica
            lo stesso. Analogamente per le piante e per
            molti altri organismi come pesci, rettili,
            crostacei, anfibi, in cui abbiamo un
            comportamento tipicamente sessuato per la
            riproduzione.

            L'unico premio, in questo caso, e' la
            garanzia di propagazione della propria massa
            genetica, ovvero dare ai posteri, la
            generazione successiva, parte delle
            mutazioni vincenti contenute nel proprio
            dna. Come puoi veder, quindi, anche in
            questo caso l'analogia con l'opensource e'
            evidente...e vincente, visto che il mondo e'
            popolato di esseri umani e molto altro, e
            non da primitivi procarioti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una mossa nel stile M$


            non credo che una cellula durante la mitosi
            provi piacere o godimento, pero' si duplica
            lo stesso. Analogamente per le piante e per
            molti altri organismi come pesci, rettili,
            crostacei, anfibi, in cui abbiamo un
            comportamento tipicamente sessuato per la
            riproduzione.
            Beh ovviamente il principio del "piacere" crolla ad un certo livello di microscopicità. Sostanzialmente a quel livello il tutto è spiegabile in termini di reazioni biochimiche. (il piacere mi sa che è proprio quello in grande scala pero').A livello più basso solo il principio di causa-effetto.A livello più basso ancora... neanche quello.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una mossa nel stile M$
            Siete due cazzoni e non capite un cazzo, parlate di politica, e sesso pewr difendere le vostre cazzo di idee di merda e sterco secco...figa cazzo culo tette microsoft=linux=meeeerda
          • Anonimo scrive:
            Re: Una mossa nel stile M$

            e facendosi pagare l'assistenza...Mmmh. NOn mi piace mica tanto. Cosa vuol dire? Che un'azienda di free software speculerà molto sull'assistenza? Questo potrebbe anche essere negativo... un'azienda compra un software free (è un nonsenso ma andiamo avanti) ma mica vuole sempre il tecnico in sede! Anzi meno lo vede meglio e'... magari un'azienda poco onesta speculerebbe molto e creerebbe software bacati per poi revisionarli... e guadagnarci con l'assistenza appunto.Lo so MS lo fa già ma secondo me è involontario :-)

            meglio no? lo fa meglio e con piu'
            attenzione.Beh si finchè ne ha voglia. Poi passa ad altro.

            che verra' preso da un altro nel momento in
            cui lui si stanca... a me pare che ci sia
            ottima garanzia di continuita' invece...Uhm. Sempre che qualcun altro non stia facendo già la stessa cosa o simile. E poi anche lui si scocci.. può accadere quando non c'è coordinazione, e così c'è un gran dispendio di forze.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Una mossa nel stile M$
      E linux non si basa sullo stesso principio? tutti programmano e nessuno ci guadagna però, come il volontariato in Italia che ruba posti di lavoro (in alcuni casi).ciao- Scritto da: Riccardo Mereti
      Sono campati per anni facendo fare
      Beta-testing ai clienti (poi rilasciavano le
      *pezze* in base alle proteste ricevute).

      Adesso che hanno una posizione di monopolio
      gli fanno pure debuggare le librerie bacate
      perché a loro costa troppo e le aziende
      invece vogliono che il prodotto funzioni (e
      non hanno alternative per via del monopolio
      di prima).

      Niente di nuovo sotto il sole.

      Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Una mossa nel stile M$

        E linux non si basa sullo stesso principio?
        tutti programmano e nessuno ci guadagna
        però, come il volontariato in Italia che
        ruba posti di lavoro (in alcuni casi).Ti ha mai sfiorato il tremendo dubbio che ci guadagnino tutti?Il programmatore (in fama o anche denaro) e l'utente che ha un prodotto funzionante, gratis e alla luce del sole.Idem con patate per il volontariato.
        • Anonimo scrive:
          Re: Una mossa nel stile M$

          Idem con patate per il volontariato.solo che entrambi sono indici che lo stato non funziona come dovrebbe.del volontariato infatti non dovrebbe essercene bisogno se le strutture pubbliche funzionassero.dell'open source nemmeno se le aziende fossero obbligate PER LEGGE a garantire una ragionevole assenza di bug nel codice.solo che se tu leggi qualsiasi contratto d acquisto ti rendi conto che cio' che comperi in pratica lo comperi senza NESSUNA garanzia.un po' come se comperassi un'auto e non ti dessero nemmeno la garanzia che vada in moto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una mossa nel stile M$
            - Scritto da: utopia

            Idem con patate per il volontariato.

            solo che entrambi sono indici che lo stato
            non funziona come dovrebbe.
            del volontariato infatti non dovrebbe
            essercene bisogno se le strutture pubbliche
            funzionassero.Tieni conto che il volontariato (soprattutto quando si parla di servizio civile che e`una forma di volontariato) spesso non e` altro che favori fatti dai politici a varie sedicenti organizzazioni (caritas in testa) che a quattro lire hanno dei servi della gleba a loro disposizione!
            dell'open source nemmeno se le aziende
            fossero obbligate PER LEGGE a garantire una
            ragionevole assenza di bug nel codice.
            solo che se tu leggi qualsiasi contratto d
            acquisto ti rendi conto che cio' che comperi
            in pratica lo comperi senza NESSUNA
            garanzia.
            un po' come se comperassi un'auto e non ti
            dessero nemmeno la garanzia che vada in
            moto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una mossa nel stile M$
      Non siete mai contenti. E' inevitabile per alcuni di voi essere integralisti. Persino se Microsoft decidesse di tirarsi fuori dal mondo dell'informatica e mettere su un'azienda di ami da pesca per voi ci sarebbe senz'altro solo un aspetto negativo.Crescete un po' e tirate fuori il dito dalla bocca.- Scritto da: Riccardo Mereti
      Sono campati per anni facendo fare
      Beta-testing ai clienti (poi rilasciavano le
      *pezze* in base alle proteste ricevute).

      Adesso che hanno una posizione di monopolio
      gli fanno pure debuggare le librerie bacate
      perché a loro costa troppo e le aziende
      invece vogliono che il prodotto funzioni (e
      non hanno alternative per via del monopolio
      di prima).

      Niente di nuovo sotto il sole.

      Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Una mossa nel stile M$
        Darht, sono Alien.Piantala di piagnucolare con il Tuo amico Bill.Lo sai benissimo che è 1 bandito del SW.UhauhuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuFAGLI SPUTARE FOUIRI I CODICI, E CI PENSIAMO NOI A VEDERE CHE CACCHIO CI HA FICCATO DENTRO.- Scritto da: Darth Vader
        Non siete mai contenti. E' inevitabile per
        alcuni di voi essere integralisti. Persino
        se Microsoft decidesse di tirarsi fuori dal
        mondo dell'informatica e mettere su
        un'azienda di ami da pesca per voi ci
        sarebbe senz'altro solo un aspetto negativo.

        Crescete un po' e tirate fuori il dito dalla
        bocca.

        - Scritto da: Riccardo Mereti

        Sono campati per anni facendo fare

        Beta-testing ai clienti (poi rilasciavano
        le

        *pezze* in base alle proteste ricevute).



        Adesso che hanno una posizione di
        monopolio

        gli fanno pure debuggare le librerie
        bacate

        perché a loro costa troppo e le aziende

        invece vogliono che il prodotto funzioni
        (e

        non hanno alternative per via del
        monopolio

        di prima).



        Niente di nuovo sotto il sole.



        Saluti
  • Anonimo scrive:
    Niente confusioni, please!
    Ricordo che "open source" e "software libero" sono sinonimi.Ma sarebbe meglio usare sempre il secondo termine, così non si cade nel grave errore (come ha fatto chi ha scritto questo articolo) di pensare che un'azienda che fa vedere *A PAGAMENTO* (salato pure), *A POCHISSIMI* (che devono firmare un contratto che li impegna a non parlarne in giro) e senza *NESSUN DIRITTO* di fare alcunchè con quel codice (come ha detto il giornalista stesso), abbia anche lontanamente qualcosa a che fare con il software libero (in cui la tua unica limitazione è che non puoi imporre ad altri limitazioni).Non c'entra proprio niente, è molto importante capirlo!Comunque ripeto: sarebbe carino usare il termine software libero e non open source (sono sinonimi, ma il secondo come vedete può indurre in confusione)!
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente confusioni, please!
      - Scritto da: amico
      Ricordo che "open source" e "software
      libero" sono sinonimi.Sbagli di grosso!Open Source e Software Libero sono due cose diverse per principio:Open Source e' software di cui viene rilasciato il sorgente ma non la proprieta' e per il quale non e' sempre permesso il libero scambio.Free Software invece contraddistingue quei software la cui licenza (in primis GPL) garantiscono all'utente non solo la visione del codice, ma anche la possibilita' di ridistriburlo in copie infinite, modificarlo, usarlo in qualsiasi ambito commerciale e non!
      Ma sarebbe meglio usare sempre il secondo
      termine, così non si cade nel grave errore
      (come ha fatto chi ha scritto questo
      articolo) di pensare che un'azienda che fa
      vedere *A PAGAMENTO* (salato pure), *A
      POCHISSIMI* (che devono firmare un contratto
      che li impegna a non parlarne in giro) e
      senza *NESSUN DIRITTO* di fare alcunchè con
      quel codice (come ha detto il giornalista
      stesso), abbia anche lontanamente qualcosa a
      che fare con il software libero (in cui la
      tua unica limitazione è che non puoi imporre
      ad altri limitazioni).

      Non c'entra proprio niente, è molto
      importante capirlo!

      Comunque ripeto: sarebbe carino usare il
      termine software libero e non open source
      (sono sinonimi, ma il secondo come vedete
      può indurre in confusione)!
      • Anonimo scrive:
        Re: Niente confusioni, please!
        Andate sui relativi link in INTERNET, è tutto spiegato lì senza bisogno di inventare niente altro.- Scritto da: Id


        - Scritto da: amico

        Ricordo che "open source" e "software

        libero" sono sinonimi.

        Sbagli di grosso!
        Open Source e Software Libero sono due cose
        diverse per principio:
        Open Source e' software di cui viene
        rilasciato il sorgente ma non la proprieta'
        e per il quale non e' sempre permesso il
        libero scambio.
        Free Software invece contraddistingue quei
        software la cui licenza (in primis GPL)
        garantiscono all'utente non solo la visione
        del codice, ma anche la possibilita' di
        ridistriburlo in copie infinite,
        modificarlo, usarlo in qualsiasi ambito
        commerciale e non!



        Ma sarebbe meglio usare sempre il secondo

        termine, così non si cade nel grave errore

        (come ha fatto chi ha scritto questo

        articolo) di pensare che un'azienda che fa

        vedere *A PAGAMENTO* (salato pure), *A

        POCHISSIMI* (che devono firmare un
        contratto

        che li impegna a non parlarne in giro) e

        senza *NESSUN DIRITTO* di fare alcunchè
        con

        quel codice (come ha detto il giornalista

        stesso), abbia anche lontanamente
        qualcosa a

        che fare con il software libero (in cui la

        tua unica limitazione è che non puoi
        imporre

        ad altri limitazioni).



        Non c'entra proprio niente, è molto

        importante capirlo!



        Comunque ripeto: sarebbe carino usare il

        termine software libero e non open source

        (sono sinonimi, ma il secondo come vedete

        può indurre in confusione)!
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente confusioni, please!
      Ma io mi domando e dico: pazienza essere ignoranti, tutti lo siamo in un certo senso. Ma io non mi sognerei mai di andare su un forum a sparare cazzate su argomenti di cui non conosco nemmeno lontanamente il significato. Io davvero non ho parole per questi tizi... Ditemi che avete 14 anni, perche' senno' la cosa e' triste. :-(- Scritto da: amico
      Ricordo che "open source" e "software
      libero" sono sinonimi.

      Ma sarebbe meglio usare sempre il secondo
      termine, così non si cade nel grave errore
      (come ha fatto chi ha scritto questo
      articolo) di pensare che un'azienda che fa
      vedere *A PAGAMENTO* (salato pure), *A
      POCHISSIMI* (che devono firmare un contratto
      che li impegna a non parlarne in giro) e
      senza *NESSUN DIRITTO* di fare alcunchè con
      quel codice (come ha detto il giornalista
      stesso), abbia anche lontanamente qualcosa a
      che fare con il software libero (in cui la
      tua unica limitazione è che non puoi imporre
      ad altri limitazioni).

      Non c'entra proprio niente, è molto
      importante capirlo!

      Comunque ripeto: sarebbe carino usare il
      termine software libero e non open source
      (sono sinonimi, ma il secondo come vedete
      può indurre in confusione)!
      • Anonimo scrive:
        Re: Niente confusioni, please!
        erudiscici tu x favore.ciao- Scritto da: Felix
        Ma io mi domando e dico: pazienza essere
        ignoranti, tutti lo siamo in un certo senso.
        Ma io non mi sognerei mai di andare su un
        forum a sparare cazzate su argomenti di cui
        non conosco nemmeno lontanamente il
        significato. Io davvero non ho parole per
        questi tizi... Ditemi che avete 14 anni,
        perche' senno' la cosa e' triste. :-(

        - Scritto da: amico

        Ricordo che "open source" e "software

        libero" sono sinonimi.



        Ma sarebbe meglio usare sempre il secondo

        termine, così non si cade nel grave errore

        (come ha fatto chi ha scritto questo

        articolo) di pensare che un'azienda che fa

        vedere *A PAGAMENTO* (salato pure), *A

        POCHISSIMI* (che devono firmare un
        contratto

        che li impegna a non parlarne in giro) e

        senza *NESSUN DIRITTO* di fare alcunchè
        con

        quel codice (come ha detto il giornalista

        stesso), abbia anche lontanamente
        qualcosa a

        che fare con il software libero (in cui la

        tua unica limitazione è che non puoi
        imporre

        ad altri limitazioni).



        Non c'entra proprio niente, è molto

        importante capirlo!



        Comunque ripeto: sarebbe carino usare il

        termine software libero e non open source

        (sono sinonimi, ma il secondo come vedete

        può indurre in confusione)!
        • Anonimo scrive:
          Re: Niente confusioni, please!
          - Scritto da: amelik
          erudiscici tu x favore.
          ciao
          No, guarda, non c'è verso.Questi invasati considerano chi non mangia Linux & C. a colazione, pranzo, merenda e cena come piccole caccolette da non prendere in considerazione se non per insultarle.Vatti un po' a leggere i post di questi "signori" sugli argomenti riguardanti Linux dei giorni scorsi e te ne farai un'idea.Evidentemente si sentono parte di un qualcosa che li autorizza a scaricare chissà quali frustrazioni su chiunque capiti a tiro, sia che abbia fatto l'errore di dire che usa Windows che abbia commesso l'eresia di sparare una cazzata su uno dei loro argomenti tabù.E' una storia già vista, vedrai che passerà. Intanto, bisogna evitare i forum che tocchino anche solo lontanamente un argomento vicino all'informatica in quanto inquinati da questi ignoranti arroganti e frustrati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Niente confusioni, please!
            MARIX della malora, sei te il lupo che non perde il vizio, sarai mica 1 stipendialti da Redmond?!!- Scritto da: uno che se è rotto le palle


            - Scritto da: amelik

            erudiscici tu x favore.

            ciao



            No, guarda, non c'è verso.
            Questi invasati considerano chi non mangia
            Linux & C. a colazione, pranzo, merenda e
            cena come piccole caccolette da non prendere
            in considerazione se non per insultarle.
            Vatti un po' a leggere i post di questi
            "signori" sugli argomenti riguardanti Linux
            dei giorni scorsi e te ne farai un'idea.
            Evidentemente si sentono parte di un
            qualcosa che li autorizza a scaricare chissà
            quali frustrazioni su chiunque capiti a
            tiro, sia che abbia fatto l'errore di dire
            che usa Windows che abbia commesso l'eresia
            di sparare una cazzata su uno dei loro
            argomenti tabù.
            E' una storia già vista, vedrai che passerà.
            Intanto, bisogna evitare i forum che
            tocchino anche solo lontanamente un
            argomento vicino all'informatica in quanto
            inquinati da questi ignoranti arroganti e
            frustrati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Niente confusioni, please!
            correggo.......MATRIX..........- Scritto da: Alien
            MARIX della malora, sei te il lupo che non
            perde il vizio, sarai mica 1 stipendialti da
            Redmond?!!

            - Scritto da: uno che se è rotto le palle





            - Scritto da: amelik


            erudiscici tu x favore.


            ciao






            No, guarda, non c'è verso.

            Questi invasati considerano chi non mangia

            Linux & C. a colazione, pranzo, merenda e

            cena come piccole caccolette da non
            prendere

            in considerazione se non per insultarle.

            Vatti un po' a leggere i post di questi

            "signori" sugli argomenti riguardanti
            Linux

            dei giorni scorsi e te ne farai un'idea.

            Evidentemente si sentono parte di un

            qualcosa che li autorizza a scaricare
            chissà

            quali frustrazioni su chiunque capiti a

            tiro, sia che abbia fatto l'errore di dire

            che usa Windows che abbia commesso
            l'eresia

            di sparare una cazzata su uno dei loro

            argomenti tabù.

            E' una storia già vista, vedrai che
            passerà.

            Intanto, bisogna evitare i forum che

            tocchino anche solo lontanamente un

            argomento vicino all'informatica in quanto

            inquinati da questi ignoranti arroganti e

            frustrati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Niente confusioni, please!
            - Scritto da: Alien
            correggo.......MATRIX..........

            - Scritto da: Alien

            MARIX della malora, sei te il lupo che non

            perde il vizio, sarai mica 1 stipendialti
            da

            Redmond?!!

            E allora correggi anche «stipendialti»: credo volessi dire "stipendiato".Secondo te il mondo è diviso tra dipendenti Microsoft e «Uomini Veri»? EhEhEhEh... stai peggio di quanto pensassi...!Mi diverto un sacco, qui !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Niente confusioni, please!
            Nò, è diviso tra MATRIX IRRECUPERABILI, MATRIX RECUPERABILI (come Te, mi sembra di averTelo già detto), e la FORZA come noi che ci battiamo per l' OPEN SOURCE e x LINUX.Ah, dimenticavo, pare che a noi si sia aggiunta IBM e INTEL.ciao- Scritto da: uno che se è rotto le palle


            - Scritto da: Alien

            correggo.......MATRIX..........



            - Scritto da: Alien


            MARIX della malora, sei te il lupo che
            non


            perde il vizio, sarai mica 1
            stipendialti

            da


            Redmond?!!




            E allora correggi anche «stipendialti»:
            credo volessi dire "stipendiato".

            Secondo te il mondo è diviso tra dipendenti
            Microsoft e «Uomini Veri»? EhEhEhEh... stai
            peggio di quanto pensassi...!Dì alla Tua amata MICROSOFT di SPUTARE FUORI I CODICI SE NE AVRA' MAI IL CORAGGIO.riciao

            Mi diverto un sacco, qui !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Niente confusioni, please!
            Torna a casa Lassie... probabilmente hai dimenticato a casa acceso il tuo tanto rinnegato Win... L'importante e' il fine, non il mezzo.- Scritto da: Alien
            Nò, è diviso tra MATRIX IRRECUPERABILI,
            MATRIX RECUPERABILI (come Te, mi sembra di
            averTelo già detto), e la FORZA come noi che
            ci battiamo per l' OPEN SOURCE e x LINUX.
            Ah, dimenticavo, pare che a noi si sia
            aggiunta IBM e INTEL.
            ciao


            - Scritto da: uno che se è rotto le palle





            - Scritto da: Alien


            correggo.......MATRIX..........





            - Scritto da: Alien



            MARIX della malora, sei te il lupo
            che

            non



            perde il vizio, sarai mica 1

            stipendialti


            da



            Redmond?!!







            E allora correggi anche «stipendialti»:

            credo volessi dire "stipendiato".



            Secondo te il mondo è diviso tra
            dipendenti

            Microsoft e «Uomini Veri»? EhEhEhEh...
            stai

            peggio di quanto pensassi...!
            Dì alla Tua amata MICROSOFT di SPUTARE FUORI
            I CODICI SE NE AVRA' MAI IL CORAGGIO.
            riciao



            Mi diverto un sacco, qui !!!

          • Anonimo scrive:
            Re: Niente confusioni, please!
            Finche` il mezzo non preclude il fine:Windows = standard chiusi = internet e l'informatica rischiano di perdere la loro universalita` e liberta`.Voglio essere libero, punto, niente altro!- Scritto da: LAndy
            Torna a casa Lassie... probabilmente hai
            dimenticato a casa acceso il tuo tanto
            rinnegato Win... L'importante e' il fine,
            non il mezzo.

            - Scritto da: Alien

            Nò, è diviso tra MATRIX IRRECUPERABILI,

            MATRIX RECUPERABILI (come Te, mi sembra di

            averTelo già detto), e la FORZA come noi
            che

            ci battiamo per l' OPEN SOURCE e x LINUX.

            Ah, dimenticavo, pare che a noi si sia

            aggiunta IBM e INTEL.

            ciao





            - Scritto da: uno che se è rotto le palle








            - Scritto da: Alien



            correggo.......MATRIX..........







            - Scritto da: Alien




            MARIX della malora, sei te il
            lupo

            che


            non




            perde il vizio, sarai mica 1


            stipendialti



            da




            Redmond?!!










            E allora correggi anche «stipendialti»:


            credo volessi dire "stipendiato".





            Secondo te il mondo è diviso tra

            dipendenti


            Microsoft e «Uomini Veri»? EhEhEhEh...

            stai


            peggio di quanto pensassi...!

            Dì alla Tua amata MICROSOFT di SPUTARE
            FUORI

            I CODICI SE NE AVRA' MAI IL CORAGGIO.

            riciao





            Mi diverto un sacco, qui !!!


          • Anonimo scrive:
            Re: Niente confusioni, please!
            - Scritto da: Id
            Finche` il mezzo non preclude il fine:
            Windows = standard chiusi = internet e
            l'informatica rischiano di perdere la loro
            universalita` e liberta`.
            Voglio essere libero, punto, niente altro!Però c'è anche il contraltare. Troppi standard = niente standard. Mi ricorda una battuta: "Gli standard sono belli perchè ve ne sono molti tra cui scegliere... ". Ieri ho provato Linux. Devo dire che è un po' deleteria (secondo me) la presenza di più shell grafiche equivalenti. Non che sia la cosa più importante, pero'...Scherzi a parte, la soluzione sarebbe quella di rendere pubblico il codice. Non necessariamente opensource, nel senso che se vuoi te lo modifichi ma non distribuisci alcunche'. Oggi come oggi la paura è giustamente che infilate nelle migliaia (milioni) di codice di win2000 per esempio ci sia chissà quale dispositivo antiprivacy. Se lo rendessero pubblico, (oddio io non lo guarderei...) almeno ci si sentirebbe più sicuri.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Niente confusioni, please!
            - Scritto da: Elio

            Oggi come oggi la paura è
            giustamente che infilate nelle migliaia
            (milioni) di codice di win2000 per esempio
            ci sia chissà quale dispositivo antiprivacy.Scusa ma Microsoft raccoglierebbe informazioni a vantaggio di chi? Mi viene in mente una sola possibilità: il governo americano allo scopo di riuscire ad ottenere un controllo sui crimini che usano in qualche modo il mezzo informatico (per comunicare, pianificare, intrufolarsi etc. etc.) stringe un patto segreto con Microsoft affinché il colosso di Redmond infili qualche subroutine segretissima che NSA, CIA, FBI etc. possano utilizzare.Se questo fosse vero, ti sembra che Microsoft avrebbe preso dal governo gli sganassoni che ha preso l'anno scorso? Se fossi stato Bill Gates, non avresti detto "Aho, caro Bill (Clinton) se non la smetti di rompere ti tolgo le backdoor nella prossima Service Pack"?
          • Anonimo scrive:
            Re: Niente confusioni, please!

            Se questo fosse vero, ti sembra che
            Microsoft avrebbe preso dal governo gli
            sganassoni che ha preso l'anno scorso? Se
            fossi stato Bill Gates, non avresti detto
            "Aho, caro Bill (Clinton) se non la smetti
            di rompere ti tolgo le backdoor nella
            prossima Service Pack"?Va anche detto che gli apparati dei servizi, sono da sempre slegati dalle amministrazioni pubbliche.Lo spoil system negli Stati Uniti e il normale ricambio in Italia, non riguardano i servizi segreti.Negli USA Hoover sopravvisse a diversi presidenti; quando ero militare un sottufficiale dell'Ufficio Cifra dell'esercito, era in servizio da 5 legislatureQuesta e' una precisazione, non un giudizio sul post.
          • Anonimo scrive:
            Re: Niente confusioni, please!
            - Scritto da: Stefano Calzetti
            Va anche detto che gli apparati dei servizi,
            sono da sempre slegati dalle amministrazioni
            pubbliche.
            Lo spoil system negli Stati Uniti e il
            normale ricambio in Italia, non riguardano i
            servizi segreti.
            Negli USA Hoover sopravvisse a diversi
            presidenti; quando ero militare un
            sottufficiale dell'Ufficio Cifra
            dell'esercito, era in servizio da 5
            legislature
            Questa e' una precisazione, non un giudizio
            sul post.Ma vuoi dirmi che almeno un minimo di pressione non sarebbe venuta fuori? Nel processo di primo grado a Microsoft peggio di così non poteva andare.La sentenza di breakup per un'azienda equivale alla sentenza di morte per un singolo. Credi che un'azienda in collusione con i servizi USA sarebbe stata punita così?
          • Anonimo scrive:
            Windows 2000 e source code

            Scusa ma Microsoft raccoglierebbe
            informazioni a vantaggio di chi? Mi viene in
            mente una sola possibilità: il governo
            americano allo scopo di riuscire ad ottenere
            un controllo sui crimini che usano in
            qualche modo il mezzo informatico (per
            comunicare, pianificare, intrufolarsi etc.
            etc.) stringe un patto segreto con Microsoft
            affinché il colosso di Redmond infili
            qualche subroutine segretissima che NSA,
            CIA, FBI etc. possano utilizzare.Premesso che con il mio post precedente non intendevo accusare MS... beh POTREBBE semplicemente raccogliere informazioni di marketing... cosa l'utente vuole, i siti che visita più frequentemente.Oddio mi sembra impossibile... nel senso che anche non avendo i sorgenti di w. esistono così tante utility di monitoring del traffico in rete...Ad ogni modo la diffusione dei sorgenti potrebbe mettere una pietra tombale su questa (e altre) discussioni.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows 2000 e source code
            - Scritto da: Elio
            Premesso che con il mio post precedente non
            intendevo accusare MS... beh POTREBBE
            semplicemente raccogliere informazioni di
            marketing... cosa l'utente vuole, i siti che
            visita più frequentemente.
            Oddio mi sembra impossibile... nel senso che
            anche non avendo i sorgenti di w. esistono
            così tante utility di monitoring del
            traffico in rete...che ti fanno vedere quello che il sistema operativo vuol farti vedere...
            Ad ogni modo la diffusione dei sorgenti
            potrebbe mettere una pietra tombale su
            questa (e altre) discussioni.gia'... peccato che i sorgenti saranno fatti vedere solamente a certe aziende selezionate, non alla gente "normale"... e guarda caso, le aziende selezionate potrebbero dire : ma non e' che se in questo punto qui introduci una funzione per controllare questo noi ti paghiamo un bel po'?l'unico modo che ha microsoft per salvarsi dal suo destino e' di diventare completamente opensource, e mostrare quello che gira sul pc della gente. Solo allora si giochera' finalmente ad armi pari, senza nulla da nascondere, senza monopoli forzati, con una concorrenza decente e in grado di rendere il prodotto sempre migliore. Siete tutti li' che imprecate contro il monopolio telecom, e invece sguazzate nel monopolio microsoft e anzi vi ribellate a ogni forma di concorrenza... a me pare la fiera dell'assurdo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows 2000 e source code


            che ti fanno vedere quello che il sistema
            operativo vuol farti vedere...Ovviamente parlavo di tool di terze parti, non del monitor di sistema.


            Ad ogni modo la diffusione dei sorgenti

            potrebbe mettere una pietra tombale su

            questa (e altre) discussioni.

            gia'... peccato che i sorgenti saranno fatti
            vedere solamente a certe aziende
            selezionate, non alla gente "normale"... e
            guarda caso, le aziende selezionate
            potrebbero dire : ma non e' che se in questo
            punto qui introduci una funzione per
            controllare questo noi ti paghiamo un bel
            po'?Infatti il mio è un auspicio.

            l'unico modo che ha microsoft per salvarsi
            dal suo destino e' di diventare
            completamente opensource, e mostrare quello
            che gira sul pc della gente. Solo allora si
            giochera' finalmente ad armi pari, senza
            nulla da nascondere, senza monopoli forzati,
            con una concorrenza decente e in grado di
            rendere il prodotto sempre migliore. Siete
            tutti li' che imprecate contro il monopolio
            telecom, e invece sguazzate nel monopolio
            microsoft e anzi vi ribellate a ogni forma
            di concorrenza... a me pare la fiera
            dell'assurdo.Che è 'sto "siete"...? A chi parli?Come già ho detto, MS dovrebbe rendere noto a tutti (TUTTI) il sorgente. Senza per questo diventare open source. Non è mica impossibile. Semplicemente non dà permesso a nessuno di modificarselo... il codice è in "read-only"... tutto li'. Te lo compili, magari ottimizzandolo per il tuo sistema, ma non puoi modificarlo. Come garanzia di trasparenza basta?Io comunque non mi ribello a nessuna forma di concorrenza. Sono però contro anche quelli che impongono strategie aziendali. La trasparenza dei sistemi operativi è comunque una scelta. Nel mondo c'è un'infinità di cose di cui ti è preclusa la conoscenza del funzionamento. Sul fatto che il SO non debba cadere in questa categoria si puo' discutere.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows 2000 e source code

            Che è 'sto "siete"...? A chi parli?a chi ci addita a comunisti e compagnia bella.
            Come già ho detto, MS dovrebbe rendere noto
            a tutti (TUTTI) il sorgente. Senza per
            questo diventare open source. Non è mica
            impossibile. Semplicemente non dà permesso a
            nessuno di modificarselo... il codice è in
            "read-only"... tutto li'. Te lo compili,
            magari ottimizzandolo per il tuo sistema, ma
            non puoi modificarlo. Come garanzia di
            trasparenza basta?direi proprio di si'...ma allora diventano semplicemente i maintainer di un progetto opensource chiamato M$ windows.
            Io comunque non mi ribello a nessuna forma
            di concorrenza. Sono però contro anche
            quelli che impongono strategie aziendali. La
            trasparenza dei sistemi operativi è comunque
            una scelta.diventa una necessita' nel momento in cui la tua privacy non e' piu' trascurabile... tu ci andresti a votare (politiche) su un sistema i cui sorgenti e la cui costruzione e' di responsabilita' di una sola entita' aziendale? Credi davvero che microsoft rilasci i sorgenti a Stato italiano, uffici militari, banche, assicurazioni, che possiedono i tuoi dati personali e le tue condizioni di salute, procedimenti giudiziari a tuo carico eccetera?
            Nel mondo c'è un'infinità di
            cose di cui ti è preclusa la conoscenza del
            funzionamento.a parte M$ windows, sinceramente l'unico limite che conosco e' quello che e' posto dalla natura, tuttavia sono speranzoso nella scienza, e credo che riusciremo a fare ordine persino tra le particelle subnucleari...
            Sul fatto che il SO non debba
            cadere in questa categoria si puo'
            discutere.eh si'...
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows 2000 e source code
            - Scritto da: munehiro


            Che è 'sto "siete"...? A chi parli?

            a chi ci addita a comunisti e compagnia
            bella.Non mi ci tirare in ballo per favore. Sono solo sciocchezze.

            nessuno di modificarselo... il codice è in

            "read-only"... tutto li'. Te lo compili,

            magari ottimizzandolo per il tuo sistema,
            ma

            non puoi modificarlo. Come garanzia di

            trasparenza basta?

            direi proprio di si'...ma allora diventano
            semplicemente i maintainer di un progetto
            opensource chiamato M$ windows.Certo. Le modifiche possono solo venire da loro.


            Nel mondo c'è un'infinità di

            cose di cui ti è preclusa la conoscenza
            del

            funzionamento.

            a parte M$ windows, sinceramente l'unico
            limite che conosco e' quello che e' posto
            dalla natura, tuttavia sono speranzoso nella
            scienza, e credo che riusciremo a fare
            ordine persino tra le particelle
            subnucleari...No, per esempio conosci la ricetta della coca-cola? Sai cosa ci mettono? io no.Sei sicuro che durante il ping della rete il cellulare non scambi altri informazioni? io no.Per quanto riguarda le particelle subnucleari devi aspettare ancora un po'. Qualche anno solo per dimostrare la validità della fisica di Higgs. Poi probabilmente la "teoria del tutto" potrebbe essere alla nostra portata.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows 2000 e source code
            - Scritto da: munehiro
            che ti fanno vedere quello che il sistema
            operativo vuol farti vedere...Esistono anche tool di monitoring che girano in piattaforma Unix, se proprio sei così diffidente. Dici che Microsoft non sa scrivere il codice e poi sei certo che le sicurazze poste a protezione delle paranoid-routines di cui vaneggiate sono assolutamente inviolabili.
            l'unico modo che ha microsoft per salvarsi
            dal suo destino e' di diventare
            completamente opensource, e mostrare quello
            che gira sul pc della gente. Solo allora si
            giochera' finalmente ad armi pari, senza
            nulla da nascondere, senza monopoli forzati,
            con una concorrenza decente e in grado di
            rendere il prodotto sempre migliore. Siete
            tutti li' che imprecate contro il monopolio
            telecom, e invece sguazzate nel monopolio
            microsoft e anzi vi ribellate a ogni forma
            di concorrenza... a me pare la fiera
            dell'assurdo.Non ti chiedi se l'idea di forzare tutti ad aderire al paradigma open-source sia per alcuni tanto odiosa quanto a te sembra quella di proteggere la propria proprietà intellettuale praticate da quasi tutte le aziende di sw di questo mondo?Ma quando ti compri un telefonino, chiedi per caso i sorgenti del firmware? E il videoregistratore? E il DVD reader? E la lavatrice? E il televisore? E il palmare? Sono quelli che fanno la differenza tra un prodotto e l'altro, se tu li azzeri non fai che massificare i prodotti e questo non fa sicuramente bene alla concorrenza: che vantaggio ho io a sbattermi (investire, rischiare, innovare) per fare meglio un prodotto se poi il mio vantaggio intellettuale viene azzerato dall'obbligo a farne partecipi i miei concorrenti?
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows 2000 e source code

            Ma quando ti compri un telefonino, chiedi
            per caso i sorgenti del firmware? E il
            videoregistratore? E il DVD reader? E la
            lavatrice? E il televisore? E il palmare?
            Sono quelli che fanno la differenza tra un
            prodotto e l'altro, se tu li azzeri non fai
            che massificare i prodotti e questo non fa
            sicuramente bene alla concorrenza: che
            vantaggio ho io a sbattermi (investire,
            rischiare, innovare) per fare meglio un
            prodotto se poi il mio vantaggio
            intellettuale viene azzerato dall'obbligo a
            farne partecipi i miei concorrenti?Questa è un'osservazione notevole. In effetti la mia paura è che se tutto fosse open-source (ma tutto a questo punto), probabilmente avremmo una sostanziale parificazione dei contenuti tecnologici, e quindi in definitiva un'annullamento (o un rallentamento più probabilmente) del concetto di innovazione nel senso più stretto.Utopisticamente l'open source potrebbe essere la scelta migliore... ma solo se non ci fosse più nulla da scoprire in questo campo.Il computer per tutti esiste da una ventina d'anni scarsi... ci sono un sacco di cose ancora da fare e da inventare, mica è finita qui; progetti che richiedono risorse notevoli, che non sono sicuro una politica di open-source generalizzato possa dare in tempi ragionevoli.Ben contento di essere smentito se qualcuno ha solidi argomenti in proposito.Saluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows 2000 e source code
            - Scritto da: Elio


            Ma quando ti compri un telefonino, chiedi

            per caso i sorgenti del firmware? E il

            videoregistratore? E il DVD reader? E la

            lavatrice? E il televisore? E il palmare?

            Sono quelli che fanno la differenza tra un

            prodotto e l'altro, se tu li azzeri non
            fai

            che massificare i prodotti e questo non fa

            sicuramente bene alla concorrenza: che

            vantaggio ho io a sbattermi (investire,

            rischiare, innovare) per fare meglio un

            prodotto se poi il mio vantaggio

            intellettuale viene azzerato dall'obbligo
            a

            farne partecipi i miei concorrenti?ti faccio un esempio lampante. La nokia produce cellulari. Di loro invenzione e', come ben saprai, lo smart messaging. Il protocollo smart messaging e' ben definito da un manualetto abbastanza esauriente, divulgato dalla stessa nokia sotto NDA (ovvero: io te lo dico, tu non dirlo a nessuno).Se vuoi sapere questo protocollo, semplicemente basta che tu ne faccia richiesta, firmi l'NDA, e ottieni il tuo librettino con tutte le specifiche del protocollo.Come ben vedi, questo panorama e' del tipo : ti metti in piazza, poi fermi tutti quelli che incontri e gli dici "ti dico un segreto, ma tu non devi dirlo a nessuno". Stai attuando una cosa assurda in se', e sfido chiunque a dire che non lo e'. garanzia di propagare le informazioni originali? esiste la firma elettronica e la crittografia per quello. Se loro firmano le specifiche, io le leggo e le passo a te, e' come se tu le avessi ottenute da loro, se la firma e' corretta. Conteggio del numero di "informati"? a quale pro? statistica certo... ma credo che una ditta sia molto piu' interessata vedendo il suo prodotto in mano a tutti, piuttosto che valutare quanti conoscono quel "segreto" che alla fine dei conti e' un segreto da lavandaia. Pero' questo segreto da lavandaia ti impedisce di costruire un qualcosa (un driver ad esempio) se tu volessi far girare quel determinato applicativo su un progetto opensource, come gia' succede per molti protocolli di molte device hardware, che mai gireranno sotto linux a causa dei capricci e dei finti segreti delle aziende, segreti che chiunque, facendone richiesta e firmando l'NDA, puo' conoscere.Se la nokia oggi e' leader dei cellulari (e l'ericcson e' di fatto sparita dalla circolazione) e' un altro esempio di tentativo di monopolizzazione di un apparato che puo' essere messo solo su cellulari nokia (e mi maledico quando ho acquistato un nokia, visto che e' un ottimo software che crasha almeno quanto win95).Il poter mandare i suoni e i disegnini, e il poterlo mandare _solo_ ai nokia quando il protocollo e' ben conosciuto, ha comportato che tutta la gente che non aveva nokia (io l'avevo gia' da prima, un 2110 per la precisione) non poteva usare i gingilli della casa giapponese... eccoli tutti a comperare nokia, e a mandare al macero la ericcson che, come tutti sapete, ha chiuso il lato produzione cellulari. Avevamo 2 ditte di produzione cellulari, piu' altre minori, adesso ce n'e' una sola. Ora tutti hanno un nokia, e siamo vincolati alla politica di quella casa, con i suoi crash, con i suoi servizi a pagamento (lo smart messaging dalla nokia si fa con una carta a scalare, ma le compagnie cellulari danno gli stessi servizi "gratis").un domani che la nokia decidesse di buttare fuori cellulari solo dai 2 milioni in su, saremmo tutti fregati.L'ideale per una sana e corretta convivenza e' approntare una commissione super partes che _decida_ gli standard in modo efficiente, pratico e univoco. Tutti hanno libero accesso a tali informazioni come ognuno di noi puo' leggere un testo di matematica in una biblioteca. Nel momento in cui un cellulare si rende piu' in luce per migliore autonomia, migliore leggerezza, migliore design, allora quello e' un avanzamento tecnologico dal punto di vista tecnico, non protocollare.Sarebbe meglio, per l'utente, poter mandare una suoneria da un ericcson a un nokia, non credi?e dato che e' l'utenza che paga...insomma.. tutti devono parlare la stessa lingua. period.
            Questa è un'osservazione notevole. In
            effetti la mia paura è che se tutto fosse
            open-source (ma tutto a questo punto),
            probabilmente avremmo una sostanziale
            parificazione dei contenuti tecnologici, e
            quindi in definitiva un'annullamento (o un
            rallentamento più probabilmente) del
            concetto di innovazione nel senso più
            stretto.assolutamente no. Nel momento in cui si rende necessario una nuova funzionalita', viene discussa, votata e approvata. L'uomo e' arrivato dove e' arrivato perche' ha trovato degli standard: prima il linguaggio, poi la matematica, poi l'inglese, poi i protocolli di trasmissione. Perche' bisogna mettere il lucchetto a formati e specifiche solo per succhiare dollari dalle tasche della gente? per far retrocedere il mondo? e allora che ci sbattiamo a fare se studiamo le proteine, i cicli metabolici, le interazioni con gli inibitori per trovare nuovi antitumorali, quando per la ricerca devi pagare fior di quattrini perche' tutto e' improvvisamente diventato "patented" quando prima era libera informazione?
            Utopisticamente l'open source potrebbe
            essere la scelta migliore... ma solo se non
            ci fosse più nulla da scoprire in questo
            campo.Nella programmazione non c'e' piu' nulla da scoprire. c'e' solo da mettersi d'accordo. Ci saranno nuove periferiche, nuove architetture, nuove esigenze, nuove possibilita'... ma il linguaggio C e' quello e restera' quello. E, guarda caso, e' uno standard ben riconosciuto e stabilito, e soprattutto aperto.
            Il computer per tutti esiste da una ventina
            d'anni scarsi... ci sono un sacco di cose
            ancora da fare e da inventare, mica è finita
            qui;sicuramente no
            progetti che richiedono risorse
            notevoli, che non sono sicuro una politica
            di open-source generalizzato possa dare in
            tempi ragionevoli.considerando che nel 97 il migliore desktop che c'era per linux era fvwm... direi che in 3 anni sono stati fatti non pochi passi avanti, non credi? oggi abbiamo kde 2.1 e ximian-gnome, che in quanto a integrazione sono decisamente potenti... e piu' si va avanti meglio diventano.
            Ben contento di essere smentito se qualcuno
            ha solidi argomenti in proposito.credo di avertene dati una buona quantita'.
            Saluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows 2000 e source code
            - Scritto da: munehiro

            Se la nokia oggi e' leader dei cellulari (e
            l'ericcson e' di fatto sparita dalla
            circolazione) e' un altro esempio di
            tentativo di monopolizzazione di un apparato
            che puo' essere messo solo su cellulari
            nokia (e mi maledico quando ho acquistato un
            nokia, visto che e' un ottimo software che
            crasha almeno quanto win95).Questo è un errore. Ericcson è sparita perché non è stata in grado di proporre e portare avanti il suo standard di suonerie/logo (anzi a dire il vero su quelle due linee risicate un logo non ci stava nemmeno).L'evoluzione tecnologica così come quella naturale vede prevalere solo quelle aziende che hanno le idee migliori, proposte al momento giusto al pubblico giusto.

            Il poter mandare i suoni e i disegnini, e il
            poterlo mandare _solo_ ai nokia quando il
            protocollo e' ben conosciuto, ha comportato
            che tutta la gente che non aveva nokia (io
            l'avevo gia' da prima, un 2110 per la
            precisione) non poteva usare i gingilli
            della casa giapponese... Veramente è finlandese. Come Torvalds. Adesso forse ti è più simpatica. ;-)

            insomma.. tutti devono parlare la stessa
            lingua. period.Ahia. Ho un deja vu. Tutti devono parlare la stessa lingua. Tutti i nomi stranieri devono essere italianizzati. Tutti inquadrati nei balilla. Oppure la variante orientale: tutti con la stessa uniforme verde. Tutti in bicicletta. Tutti con lo stesso salario.Non è un bel mondo. L'utente ha un modo formidabile di definire gli standard. Libera scelta, non standard obbligati. Che fine ha fatto x400? E OSI? E Compuserve o MSN? SMTP, TCP/IP e il Web hanno vinto perché l'utente ha scelto.Quello che proponete voi uccide la selezione naturale.Io sarei più favorevole ad un obbligo (almeno morale) ad aprire i sorgenti dopo due release. Così, per Microsoft per esempio, avremmo i codici sorgenti di Windows 98, Windows NT 3.51, Office 97 etc.
            assolutamente no. Nel momento in cui si
            rende necessario una nuova funzionalita',
            viene discussa, votata e approvata. L'uomo
            e' arrivato dove e' arrivato perche' ha
            trovato degli standard: prima il linguaggio,
            poi la matematica, poi l'inglese, poi i
            protocolli di trasmissione. Tutto questo è stato fatto con una lotta tra uno o più contendenti e l'inevitabile morte degli altri (o dei precedenti): il latino non si usa più, la matematica ha visto una lotta tra le scuole di tutta europa per affermare i propri standard (credimi, ho studiato la materia perché sono laureato in matematica), tra i protocolli di trasmissione quanti sono morti o agonizzanti (X.25, SNA, DECNet, IPX, NetBEUI, TP4, etc.)?Perche' bisogna
            mettere il lucchetto a formati e specifiche
            solo per succhiare dollari dalle tasche
            della gente? per far retrocedere il mondo?No. Per dare uno sprone all'innovazione e pagare alle aziende i prossimi sviluppi. Non essendoci più la ricerca militare che tira l'innovazione tecnologica, oggi ci sono gli stimoli economici. Credimi, preferisco così.E se ti lamenti di Microsoft o Nokia che ogni anno buttano fuori qualcosa di nuovo, che dire della Coca Cola che è sempre la stessa da un secolo?
            allora che ci sbattiamo a fare se studiamo
            le proteine, i cicli metabolici, le
            interazioni con gli inibitori per trovare
            nuovi antitumorali, quando per la ricerca
            devi pagare fior di quattrini perche' tutto
            e' improvvisamente diventato "patented"
            quando prima era libera informazione?Scusa. Mettiti nei panni degli USA che spendono un sacco di soldi per la ricerca quando c'è chi come noi in Italia che non spende un cazzo. Perché gli americani dovrebbero pagare la ricerca per noi che viviamo come dei parassiti? Non stiamo parlando dei bambini etiopi, ma dell'italia del G8.
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows 2000 e source code
            - Scritto da: Darth Vader

            Veramente è finlandese. Come Torvalds.
            Adesso forse ti è più simpatica. ;-)effettivamente mi hai fatto venire il dubbio. Controllo. Cmq no... reso della mia opinione, nonostante sia un cliente nokia e sia anche iscritto al club nokia. Il problema e' che avere _solo_ nokia in giro per il mondo e' un rischio. Vale per i cellulari e vale per il software. Un rischio dal momento che senza una vera concorrenza non c'e' possiblita' di avanzamento tecnologico. Il software del mio nokia andrebbe upgradato... il primo upgrade, afaik, e' gratuito. dal secondo in poi si paga. Solito discorso.. perche' devo pagare l'upgrade di un software che ho pagato e che era errato? se gli errori ci sono, ho diritto a farmeli rimettere in sesto gratis. I miei soldi, quando ho acquistato il cellulare, non erano mica errati.

            insomma.. tutti devono parlare la stessa

            lingua. period.

            Ahia. Ho un deja vu. Tutti devono parlare la
            stessa lingua. Tutti i nomi stranieri devono
            essere italianizzati. Tutti inquadrati nei
            balilla. Oppure la variante orientale: tutti
            con la stessa uniforme verde. Tutti in
            bicicletta. Tutti con lo stesso salario.assolutamente no... appiattire il modo di vita e' ben diverso da adottare uno standard. Se ognuno facesse gli straca**i suoi oggi non avremmo leggi matematiche fisse, ognuno scriverebbe le formule chimiche come gli tira eccetera. Il piu' grosso limite al progresso e' la differenza di linguaggio. Con questo non e' da dire che tutti gli esseri umani debbano sapere obbligatoriamente l'inglese. Intendo dire che gli addetti ai lavori e' impensabile che non lo sappiano! Uno scienziato o un giornalista che non conosca l'inglese... e' fuori dal mondo. Si e' assunto l'inglese come lingua "mondiale" perche' e' oggettivamente piu' semplice e lineare di qualsiasi altra lingua... non a caso, i programmi di "sintesi artificiale" di speech sono scritti e dedicati all'inglese proprio perche' e' una lingua quasi "matematica", e quindi ben interpretabile e componibile da un computer. Se provi a fare un esperimento analogo con l'italiano, gli strafalcioni abbondano.
            Non è un bel mondo. L'utente ha un modo
            formidabile di definire gli standard. Libera
            scelta, non standard obbligati. Che fine ha
            fatto x400? E OSI? E Compuserve o MSN?
            SMTP, TCP/IP e il Web hanno vinto perché
            l'utente ha scelto.perche' era un formato libero, ben documentato, semplice. Allora non c'erano politiche commerciali a dirigere la baracca. C'erano solo studenti universitari, aziende, centri di ricerca, che volevano interagire tra loro in modo semplice.
            Quello che proponete voi uccide la selezione
            naturale.sinceramente non credo proprio che voi di windoze avreste avuto qualcosa di migliore dal punto di vista della stabilita' (che tuttavia resta ancora critica) se questo linux che i CEO di microsoft prima sfottono e poi temono non avesse iniziato a mettere i bastoni tra le ruote allo strapotere di redmond.
            Io sarei più favorevole ad un obbligo
            (almeno morale) ad aprire i sorgenti dopo
            due release. Così, per Microsoft per
            esempio, avremmo i codici sorgenti di
            Windows 98, Windows NT 3.51, Office 97 etc.questa potrebbe essere un'ottima idea, e sarebbe bellissimo se microsoft lo facesse, penso che molto del baccano che c'e' attorno a microsoft e molti comportamenti che a noi non vanno a genio si smorzerebbero e permetterebbero una piu' competitiva convivenza. Il problema e' che microsoft ricicla fin troppo codice (il che e' giusto... mai buttare roba gia' fatta) e quindi non rilascerebbe mai sorgenti di versioni vecchie, perche' sarebbe rilasciare le versioni nuove.
            Tutto questo è stato fatto con una lotta tra
            uno o più contendenti e l'inevitabile morte
            degli altri (o dei precedenti): il latino
            non si usa piùsi usa...ma si chiama italiano.
            la matematica ha visto una
            lotta tra le scuole di tutta europa per
            affermare i propri standard (credimi, ho
            studiato la materia perché sono laureato in
            matematica)ognuno vedeva la cosa secondo la sua ottica, ma mi sembra che nessuno abbia imposto un NDA per i suoi studi e le sue opinioni... anzi!
            tra i protocolli di trasmissione quanti sono
            morti o agonizzanti (X.25, SNA, DECNet, IPX,
            NetBEUI, TP4, etc.)?semplicemente perche' si e' andati verso una soluzione comune ben conosciuta, ben testata e affidabile (pur con i suoi bug e limitazioni), e aperta a tutti.
            No. Per dare uno sprone all'innovazione e
            pagare alle aziende i prossimi sviluppi. Non
            essendoci più la ricerca militare che tira
            l'innovazione tecnologica, oggi ci sono gli
            stimoli economici. Credimi, preferisco così.io sinceramente no. Farsi mettere il bavaglio e metterlo a tutta la ricerca semplicemente perche' tizio vuole che gli paghi x miliardi per avere quelle dannate specifiche... non mi pare una cosa molto giusta.
            E se ti lamenti di Microsoft o Nokia che
            ogni anno buttano fuori qualcosa di nuovo,
            che dire della Coca Cola che è sempre la
            stessa da un secolo?che c'entra? ormai lo sanno tutti come e' fatta la coca cola :) e poi non e' che ti obbligano a comperare la cocacola2000... come all'inizio quando (si vociferava) ci mettessero stupefacenti (anche se in realta' era un decocainato di coca) per assuefare la gente e obbligarla a berne ancora.

            allora che ci sbattiamo a fare se studiamo

            le proteine, i cicli metabolici, le

            interazioni con gli inibitori per trovare

            nuovi antitumorali, quando per la ricerca

            devi pagare fior di quattrini perche'
            tutto

            e' improvvisamente diventato "patented"

            quando prima era libera informazione?

            Scusa. Mettiti nei panni degli USA che
            spendono un sacco di soldi per la ricerca
            quando c'è chi come noi in Italia che non
            spende un cazzo. Perché gli americani
            dovrebbero pagare la ricerca per noi che
            viviamo come dei parassiti? Non stiamo
            parlando dei bambini etiopi, ma dell'italia
            del G8.beh... adesso mettiti nei panni di un malato di tumore, che deve, come molte altre persone, sottoporsi ad un ciclo di chemioterapia. la sostanza antitumorale e' sotto brevetto, e la composizione e' di proprieta' di una sola multinazionale. Ovviamente la multinazionale vende questa sostanza al prezzo che vuole (che grava sulle tasche nostre e dei poveretti)... ma non solo: la sostanza, apparentemente senza controindicazioni se non quelle solite di un trattamento chemioterapico, risulta essere dannoso, a lungo termine, perche' a causa di un problema di stereochimica l'enantiomero di diversa struttura e' altamente tossico. E' gia' successo, con un antidolorifico, di cui un enantiomero era attivo e l'altro non attivo e teratogeno.Ora dimmi. Quanto tempo passera' dal momento in cui ci si rende conto cosa sta succedendo? quanto tempo passera' pe
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows 2000 e source code


            Questa è un'osservazione notevole. In

            effetti la mia paura è che se tutto fosse

            open-source (ma tutto a questo punto),

            probabilmente avremmo una sostanziale

            parificazione dei contenuti tecnologici, e

            quindi in definitiva un'annullamento (o un

            rallentamento più probabilmente) del

            concetto di innovazione nel senso più

            stretto.

            assolutamente no. Nel momento in cui si
            rende necessario una nuova funzionalita',
            viene discussa, votata e approvata. Piano mica ci sono solo gli standard a questo mondo. Esiste ancora la libera iniziativa, che consiste ANCHE nel mettere in piazza un nuovo prodotto competitivo. Per caso la playstation deve conformarsi a qualche standard? no.
            L'uomo
            e' arrivato dove e' arrivato perche' ha
            trovato degli standard: prima il linguaggio,
            poi la matematica, poi l'inglese, poi i
            protocolli di trasmissione. Perche' bisogna
            mettere il lucchetto a formati e specifiche
            solo per succhiare dollari dalle tasche
            della gente? per far retrocedere il mondo?No certo. Ma nulla è fisso, neanche il protocollo di trasmissione. Se se ne trova uno migliore? non posso proporlo? devo aspettare che una commissione lo metta come standard? il progresso non è mai andato cosi'. Qualcuno propone un'innovazione, che viene o no accettata dal mercato. Solo DOPO si decide se adottarla. Mi sa però che perliamo di cose diverse, tu ti limiti al software io parlo in generale.

            Utopisticamente l'open source potrebbe

            essere la scelta migliore... ma solo se
            non

            ci fosse più nulla da scoprire in questo

            campo.

            Nella programmazione non c'e' piu' nulla da
            scoprire. c'e' solo da mettersi d'accordo.Sei sicuro... io mica tanto. Chi te lo ha detto questo? Tra mille anni siamo ancora li' con il C/C++?
            Ci saranno nuove periferiche, nuove
            architetture, nuove esigenze, nuove
            possibilita'... ma il linguaggio C e' quello
            e restera' quello. E, guarda caso, e' uno
            standard ben riconosciuto e stabilito, e
            soprattutto aperto.Si ma esiste sempre qualcosa al di fuori di un sistema... per quanto un sistema possa essere aperto. Sempre.


            Il computer per tutti esiste da una
            ventina

            d'anni scarsi... ci sono un sacco di cose

            ancora da fare e da inventare, mica è
            finita

            qui;

            sicuramente noEh meno male.


            progetti che richiedono risorse

            notevoli, che non sono sicuro una politica

            di open-source generalizzato possa dare in

            tempi ragionevoli.

            considerando che nel 97 il migliore desktop
            che c'era per linux era fvwm... direi che in
            3 anni sono stati fatti non pochi passi
            avanti, non credi? oggi abbiamo kde 2.1 e
            ximian-gnome, che in quanto a integrazione
            sono decisamente potenti... e piu' si va
            avanti meglio diventano. Diventano integrati, KDE mette il browser internet nel browser di files. Proprio quello di cui si accusa MS. Linux (la comunità) è impegnata molto nel porting di applicativi preesistenti. Grafica, Cad, Word Processing. Novità? Mica tante. Semplicemente Linux è il meglio che c'è per l'esistente (al massimo). Ma in questo modo puoi solo stare dietro.


            Ben contento di essere smentito se
            qualcuno

            ha solidi argomenti in proposito.

            credo di avertene dati una buona quantita'.
            Anche io.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows 2000 e source code
            - Scritto da: Elio
            Piano mica ci sono solo gli standard a
            questo mondo. Esiste ancora la libera
            iniziativa, che consiste ANCHE nel mettere
            in piazza un nuovo prodotto competitivo. Per
            caso la playstation deve conformarsi a
            qualche standard? no.beh.. si conforma allo standard pal o ntsc per la trasmissione al tv, allo standard di tensione del paese in cui e' (220 V per l'italia.. ma in america?) allo standard iso9660 (credo... non so se il cd della psx abbia un fs proprietario) per il filesystem del cd.
            No certo. Ma nulla è fisso, neanche il
            protocollo di trasmissione. Se se ne trova
            uno migliore? non posso proporlo? devo
            aspettare che una commissione lo metta come
            standard? il progresso non è mai andato
            cosi'. Qualcuno propone un'innovazione, che
            viene o no accettata dal mercato. Solo DOPO
            si decide se adottarla.benissimo.. ed e' giusto che sia cosi', ma nel momento in cui qualcosa e' divenuto uno standard "de facto" il protocollo va reso pubblico e standardizzato secondo i canoni cassici della standardizzazione. Non sono contro la scelta di uno standard migliore di un altro. Sono contro la produzione di uno standard chiuso che solo una azienda puo' implementare. Questo ci porta ad essere burattini in mano di qualcuno che ci ha intrappolati adeguatamente e alla prima occasione ha l'occasione per tirare la corda che abbiamo attorno al collo.
            Mi sa però che
            perliamo di cose diverse, tu ti limiti al
            software io parlo in generale.parlo in generale anche io.
            Sei sicuro... io mica tanto. Chi te lo ha
            detto questo? Tra mille anni siamo ancora
            li' con il C/C++?mille anni no... cento anni forse. 50 anni sicuramente.
            Diventano integrati, KDE mette il browser
            internet nel browser di files. Proprio
            quello di cui si accusa MS.gia', ma con la piccola differenza che non ti viene rifilato per forza. Accertato il fatto che netscape e' morto grazie alla scure di internet explorer, il 6 potrebbe essere un'ottima scelta. Konqueror e' un ottimo browser, ma per certe cose continuo a preferire netscape. Di tutto cio' non mi preoccupo, dal momento che su un sistema linux appena installato c'e' gia' sia konqueror che netscape. Sta al'utente poi scegliere quale lanciare. Se obettivamente si proponesse come migliore konqueror, la gente lo usera' molto di piu' di quanto non si usi netscape, e netscape restera' qualcosa per pochi affezionati. Ma nessuno ti impedisce di non lanciarlo, di non installarlo, di farlo crashare "ad hoc" e soprattutto ti informano che _esiste_ un'alternativa.
            Linux (la
            comunità) è impegnata molto nel porting di
            applicativi preesistenti. Grafica, Cad, Word
            Processing.
            Novità? Mica tante. beh. le novita' ci sono... linux supportava gia' da molto tempo prima di windows l'ipv6 in maniera nativa o incapsulata in tunnel ip-ip. Windows ci e' rrivato molto dopo. Linux gira su qualsiasi architettura, mentre win gira a fatica su digital, pochissimo su SGI e per niente su altre architetture piu' esotiche. Kde 1.0 pproponeva le icone sul pannello gia' nel 97, quando win 98 era ancora la' da venire. I temi del desktop sono nati con gnome, e tuttoora windows ha un theme engine che fa ridere. Con XP sembrava potessero aver dato una spinta in quella direzione, e poi impari che i temi li possono rilasciare solo loro... del tipo... o ti piace come te lo facciamo noi o nisba.Questi sono solo alcuni esempi.
            Semplicemente Linux è il
            meglio che c'è per l'esistente (al massimo).
            Ma in questo modo puoi solo stare dietro.e' quello che la gente vuole no? in 4 anni siamo passati da linea di comando a desktop environmeent potenti e integrati. E questo grazie al contributo di tutti: appassionati, aziende, utenti. C'e' ancora molto da fare, lo ammetto, a che non mi si venga a dire che windows e' meglio perche' la storia lo smentisce al'istante...

            credo di avertene dati una buona
            quantita'.



            Anche io.
            Ciao.sto thread sta diventando una cosa alllucinante :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows 2000 e source code
            .
            Per

            caso la playstation deve conformarsi a

            qualche standard? no.

            beh.. si conforma allo standard pal o ntsc
            per la trasmissione al tv, allo standard di
            tensione del paese in cui e' (220 V per
            l'italia.. ma in america?) allo standard
            iso9660 (credo... non so se il cd della psx
            abbia un fs proprietario) per il filesystem
            del cd.
            Si + o -... per il CD però non sono sicuro (di sicuro il Dreamcast no). Ovvio che per le uscite video sia così. Ma tu hai accesso all'interno? Sai il codice della Rom? Non so mica se te lo rilasciano. Su internet lo trovi... ma non so mica se è legale.

            No certo. Ma nulla è fisso, neanche il

            protocollo di trasmissione. Se se ne trova

            uno migliore? non posso proporlo? devo

            aspettare che una commissione lo metta
            come

            standard? il progresso non è mai andato

            cosi'. Qualcuno propone un'innovazione,
            che

            viene o no accettata dal mercato. Solo
            DOPO

            si decide se adottarla.

            benissimo.. ed e' giusto che sia cosi', ma
            nel momento in cui qualcosa e' divenuto uno
            standard "de facto" il protocollo va reso
            pubblico e standardizzato secondo i canoni
            cassici della standardizzazione.Ok. D'accordissimo. Secondo me diciamo persino le stesse cose a volte, ma in termini diversi.
            implementare. Questo ci porta ad essere
            burattini in mano di qualcuno che ci ha
            intrappolati adeguatamente e alla prima
            occasione ha l'occasione per tirare la corda
            che abbiamo attorno al collo.Lo so ma il problema è che se un'azienda vende qualcosa che ha successo (1)... questo DIVENTA uno standard "de facto". Allora l'azienda DEVE renderlo pubblico (2). Solo che magari l'azienda ha speso soldi in ricerca. Se il passaggio (1)-
            (2) fosse sempre automatico, non so mica se qualcuno investirebbe in ricerca. Starebbe ad aspettare che qualcun altro lo faccia per lui. Secondo me il passaggio (1)-
            (2) è fondamentalmente corretto dopo un certo LASSO di tempo, per garantire almeno un ritorno di investimento. Per il resto hai ragione tu.


            Sei sicuro... io mica tanto. Chi te lo ha

            detto questo? Tra mille anni siamo ancora

            li' con il C/C++?

            mille anni no... cento anni forse. 50 anni
            sicuramente.Beh qui si va sulle predizioni.. non mi sbilancio.


            Diventano integrati, KDE mette il browser

            internet nel browser di files. Proprio

            quello di cui si accusa MS.

            gia', ma con la piccola differenza che non
            ti viene rifilato per forza. Accertato il
            fatto che netscape e' morto grazie alla
            scure di internet explorer, il 6 potrebbeNetscape è morto anche perchè non andava così bene. Io usavo Netscape e sono PASSATO ad Explorer. Anche gente con il Mac che conoscevo ha fatto così. MS non è tenuta ad informarti che su windows puoi installare Netscape, non più di quanto può informarti che puoi installare Opera, Buzz3d, Winamp, Sonique, KJofol, e chi ne ha più ne metta. L'importante è che windows PERMETTA l'installazione di Netscape. E questo si può fare.
            essere un'ottima scelta. Konqueror e' un
            ottimo browser, ma per certe cose continuo a
            preferire netscape. Di tutto cio' non mi
            preoccupo, dal momento che su un sistema
            linux appena installato c'e' gia' sia
            konqueror che netscape. Ma appunto non c'è Opera... o altro. Ci sarà sempre un browser non installato... mica può esserci tutto. Netscape e IE sono semplicemente i primi 2.
            Sta al'utente poi
            scegliere quale lanciare. Se obettivamente
            si proponesse come migliore konqueror, la
            gente lo usera' molto di piu' di quanto non
            si usi netscape, e netscape restera'
            qualcosa per pochi affezionati.Esatto come in WIN.
            Ma nessuno
            ti impedisce di non lanciarlo, di non
            installarlo, di farlo crashare "ad hoc" e
            soprattutto ti informano che _esiste_
            un'alternativa.Beh sul fatto che si crashi questo secondo me è problema del Netscape. Per il resto vedi sopra.


            Questi sono solo alcuni esempi.


            Semplicemente Linux è il

            meglio che c'è per l'esistente (al
            massimo).

            Ma in questo modo puoi solo stare dietro.

            e' quello che la gente vuole no? in 4 anni
            siamo passati da linea di comando a desktop
            environmeent potenti e integrati. E questo
            grazie al contributo di tutti: appassionati,
            aziende, utenti. C'e' ancora molto da fare,
            lo ammetto, a che non mi si venga a dire che
            windows e' meglio perche' la storia lo
            smentisce al'istante...Windows è li'. Se lo vuoi lo installi. L'unica cosa negativa è che si DEBBA vendere un computer con W. già preinstallato.



            credo di avertene dati una buona

            quantita'.






            Anche io.

            Ciao.

            sto thread sta diventando una cosa
            alllucinante :)Eh sì... la piantiamo qui?Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows 2000 e source code
            - Scritto da: munehiro
            - Scritto da: Elio




            Ma quando ti compri un telefonino,
            chiedi


            per caso i sorgenti del firmware? E il


            videoregistratore? E il DVD reader? E
            la


            lavatrice? E il televisore? E il
            palmare?


            Sono quelli che fanno la differenza
            tra un


            prodotto e l'altro, se tu li azzeri non

            fai


            che massificare i prodotti e questo
            non fa


            sicuramente bene alla concorrenza: che


            vantaggio ho io a sbattermi (investire,


            rischiare, innovare) per fare meglio un


            prodotto se poi il mio vantaggio


            intellettuale viene azzerato
            dall'obbligo

            a


            farne partecipi i miei concorrenti?

            ti faccio un esempio lampante. La nokia
            produce cellulari. Di loro invenzione e',
            come ben saprai, lo smart messaging. Il
            protocollo smart messaging e' ben definito
            da un manualetto abbastanza esauriente,
            divulgato dalla stessa nokia sotto NDA
            (ovvero: io te lo dico, tu non dirlo a
            nessuno).
            Se vuoi sapere questo protocollo,
            semplicemente basta che tu ne faccia
            richiesta, firmi l'NDA, e ottieni il tuo
            librettino con tutte le specifiche del
            protocollo.

            Come ben vedi, questo panorama e' del tipo :
            ti metti in piazza, poi fermi tutti quelli
            che incontri e gli dici "ti dico un segreto,
            ma tu non devi dirlo a nessuno". Stai
            attuando una cosa assurda in se', e sfido
            chiunque a dire che non lo e'. garanzia di
            propagare le informazioni originali? esiste
            la firma elettronica e la crittografia per
            quello. Se loro firmano le specifiche, io le
            leggo e le passo a te, e' come se tu le
            avessi ottenute da loro, se la firma e'
            corretta. Conteggio del numero di
            "informati"? a quale pro? statistica
            certo... ma credo che una ditta sia molto
            piu' interessata vedendo il suo prodotto in
            mano a tutti, piuttosto che valutare quanti
            conoscono quel "segreto" che alla fine dei
            conti e' un segreto da lavandaia. Pero'
            questo segreto da lavandaia ti impedisce di
            costruire un qualcosa (un driver ad esempio)
            se tu volessi far girare quel determinato
            applicativo su un progetto opensource, come
            gia' succede per molti protocolli di molte
            device hardware, che mai gireranno sotto
            linux a causa dei capricci e dei finti
            segreti delle aziende, segreti che chiunque,
            facendone richiesta e firmando l'NDA, puo'
            conoscere.

            Se la nokia oggi e' leader dei cellulari (e
            l'ericcson e' di fatto sparita dalla
            circolazione) e' un altro esempio di
            tentativo di monopolizzazione di un apparato
            che puo' essere messo solo su cellulari
            nokia (e mi maledico quando ho acquistato un
            nokia, visto che e' un ottimo software che
            crasha almeno quanto win95).

            Il poter mandare i suoni e i disegnini, e il
            poterlo mandare _solo_ ai nokia quando il
            protocollo e' ben conosciuto, ha comportato
            che tutta la gente che non aveva nokia (io
            l'avevo gia' da prima, un 2110 per la
            precisione) non poteva usare i gingilli
            della casa giapponese... eccoli tutti a
            comperare nokia, e a mandare al macero la
            ericcson che, come tutti sapete, ha chiuso
            il lato produzione cellulari. Avevamo 2
            ditte di produzione cellulari, piu' altre
            minori, adesso ce n'e' una sola. Ora tutti
            hanno un nokia, e siamo vincolati alla
            politica di quella casa, con i suoi crash,
            con i suoi servizi a pagamento (lo smart
            messaging dalla nokia si fa con una carta a
            scalare, ma le compagnie cellulari danno gli
            stessi servizi "gratis").

            un domani che la nokia decidesse di buttare
            fuori cellulari solo dai 2 milioni in su,
            saremmo tutti fregati.

            L'ideale per una sana e corretta convivenza
            e' approntare una commissione super partes
            che _decida_ gli standard in modo
            efficiente, pratico e univoco. Tutti hanno
            libero accesso a tali informazioni come
            ognuno di noi puo' leggere un testo di
            matematica in una biblioteca. Nel momento in
            cui un cellulare si rende piu' in luce per
            migliore autonomia, migliore leggerezza,
            migliore design, allora quello e' un
            avanzamento tecnologico dal punto di vista
            tecnico, non protocollare.

            Sarebbe meglio, per l'utente, poter mandare
            una suoneria da un ericcson a un nokia, non
            credi?

            e dato che e' l'utenza che paga...

            insomma.. tutti devono parlare la stessa
            lingua. period.Questa argomentazione ha molte pecche:1 Nokia e` Finlandese e non Giapponese2 Non esiste un monopolio Nokia qualunque telefono GSM puo` conversare con un Nokia e non penso che la gente pensi alla trasmissione di immaginette quando deve scegliere il prodotto con cui telefonare (a parte alcuni irrecuperabili ;)3 GSM e` uno standard di comunicazione ben conosciuto, quindi gli standard esistono, sono solo i fronzoli a non esere documentati (ma tali restano), anche il WAP e` uno standard (o quasi).


            Questa è un'osservazione notevole. In

            effetti la mia paura è che se tutto fosse

            open-source (ma tutto a questo punto),

            probabilmente avremmo una sostanziale

            parificazione dei contenuti tecnologici, e

            quindi in definitiva un'annullamento (o un

            rallentamento più probabilmente) del

            concetto di innovazione nel senso più

            stretto.

            assolutamente no. Nel momento in cui si
            rende necessario una nuova funzionalita',
            viene discussa, votata e approvata. L'uomo
            e' arrivato dove e' arrivato perche' ha
            trovato degli standard: prima il linguaggio,
            poi la matematica, poi l'inglese, poi i
            protocolli di trasmissione. Perche' bisogna
            mettere il lucchetto a formati e specifiche
            solo per succhiare dollari dalle tasche
            della gente? per far retrocedere il mondo? e
            allora che ci sbattiamo a fare se studiamo
            le proteine, i cicli metabolici, le
            interazioni con gli inibitori per trovare
            nuovi antitumorali, quando per la ricerca
            devi pagare fior di quattrini perche' tutto
            e' improvvisamente diventato "patented"
            quando prima era libera informazione?
            Open source non vuol dire assenza di copyright o (nel caso Americano non brevettabilita`) in ambo i casi non e` richiesta la segretezza del prodotto per poterlo proteggere (== fare soldi) anzi il contrario, (il brevetto va` depositato ed e` pubblicamente disponibile (== opensource?)Con la visibilita` del codice si ottiene solo che la ricerca e il progresso ne vengono favoriti (non bisogna reinventare la ruota ogni volta) e il consumatore e` tutelato.La liberta` e` certamente un bene molto piu` importante della possibilita` di lucrare oltre ogni limite.

            Utopisticamente l'open source potrebbe

            essere la scelta migliore... ma solo se
            non

            ci fosse più nulla da scoprire in questo

          • Anonimo scrive:
            Re: Niente confusioni, please!

            Ah, dimenticavo, pare che a noi si sia
            aggiunta IBM e INTEL.dimenticavi anche che siccome loro lo fanno per interesse (economico), non esiteranno a lasciarvi a piedi quando non gli converra' piu'.spero per voi che duri, ma l'esperienza corel mi insegna che dura poco.comunque spero di sbagliare (lo dico sul serio).
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente confusioni, please!
      - Scritto da: amico
      Ricordo che "open source" e "software
      libero" sono sinonimi.No! Ma perchè parli senza informarti?Vuoi capirci qualcosa? E allora leggi: http://www.gnu.org/home.it.html
      • Anonimo scrive:
        Guardate che è PROPRIO la stessa cosa!
        - Scritto da: Fabio
        No! Ma perchè parli senza informarti?
        Vuoi capirci qualcosa? E allora leggi:

        http://www.gnu.org/home.it.htmlPare che sia tu che molti altri qui siate convinti che io mi sbagli.La cosa mi lascia molto perplesso, il link che mi hai dato è (almeno per me) perfettamente inutile perchè credo di conoscere molto bene il sito della gnu.Ne approfitto per precisare con "open source" e "software libero" SONO PROPRIO LA STESSA COSA!Che poi alcune compagnie tentino di appropriarsi del termine open source, ammetto che accada, ma questo non cambia la realtà.Per chi è interessato le definizioni _ufficiali_ dei due termini sono rispettivamente: http://www.opensource.org/osd.htmle http://www.gnu.org/philosophy/free-sw.it.htmlcome potete vedere sono praticamente sinonimi.
Chiudi i commenti