FIMI chiede nuove norme antipirateria

Appello al Governo da parte dell'industria musicale: chiede che Roma si faccia portavoce in Europa di nuove regole che costringano gli ISP a riconoscere le proprie responsabilità. Gli ISP: proposta pericolosa

Roma – Il Governo italiano deve farsi promotore di modifiche legislative che impongano ai provider di servizi internet nuove responsabilità su quanto avviene sulle proprie reti, affinché si ponga immediato rimedio ai continuati abusi ai danni dei detentori dei diritti d’autore da parte degli utenti Internet. Si può sintetizzare così una nota diramata ieri da FIMI , la Federazione dell’industria musicale italiana.

A detta di FIMI, Roma deve intervenire in Europa, dove tra l’altro è partita la revisione delle normative che regolano proprio questi aspetti delle attività degli ISP, perché gli abusi avvengono con “la deliberata tolleranza dei service provider”.

“Scaricare abusivamente un brano musicale da Internet, rubare un telefonino ad un coetaneo, sembrano ormai essere considerati un fatto comune tra molti giovani – ha dichiarato il presidente di FIMI Enzo Mazza – Recentemente l’Istat ha fotografato una realtà dove piratare musica è una pratica cresciuta in maniera esponenziale tra i giovani, e se da un lato ci si interroga sulle colpe dei ragazzi e delle loro famiglie, dall’altro andrebbero identificate anche le responsabilità di chi finge di non vedere”.

L’attacco alle normative attuali che in buona sostanza immunizzano i provider dalle attività degli utenti è ad alzo zero. “L’unica risposta giunta dai service provider – ha dichiarato Mazza – è un codice di autoregolamentazione dove gli ISP si preoccupano unicamente di evitare fastidi, anche se i recenti fatti di cronaca mostrano come gli stessi debbano essere ricondotti alle loro precise responsabilità”.

“Mazza – spiega a Punto Informatico Stefano Quintarelli, presidente dell’associazione italiana dei provider AIIP – vorrebbe cioè che la Società Autostrade intervenga se qualcuno trasporta qualcosa di illegale in autostrada. Una visione contraria alle leggi europee e a quelle italiane, a partire dalla Costituzione. Non vogliamo né possiamo violare queste leggi e tantomeno la Costituzione”.

“Sul fatto che scambiarsi file sia un reato – aggiunge Paolo Nuti, vicepresidente AIIP – siamo tutti d’accordo, lo prevede la legge. Ma è anche evidente che i provider non possano essere considerati responsabili per le attività degli utenti, come afferma con chiarezza la direttiva europea sul commercio elettronico (n. 31 del 2000) nonché il decreto legislativo (n. 70 del 2003) con cui è stata recepita in Italia”.

La sensazione degli operatori è che l’appello di Mazza al Governo sia tempestivo: come accennato, proprio in questi giorni è partito informalmente un processo di revisione di quella direttiva , processo nel quale FIMI vorrebbe che Roma intervenisse con forza. “È chiaro – continua Nuti – che se la direttiva dovesse essere modificata, e prevedere cioè un obbligo di sorveglianza, la stessa Internet cambierebbe, in Italia nei fatti ne determinerebbe la chiusura”.

Nuti affronta il problema a 360 gradi: “Lo strumento più comodo per i detentori dei diritti per ridurre la pirateria su Internet, starebbe nella possibilità per i provider di girare ai propri utenti le segnalazioni di violazione che arrivano dall’industria. Ma questo non può avvenire, per due ragioni”. “La prima – spiega Nuti – risiede nel fatto che gli ISP sono tenuti per legge a girare questo genere di segnalazioni alla Polizia delle Comunicazioni, e se non lo fanno sono considerati civilmente responsabili dei danni fatti dagli utenti. La seconda è che in Italia vige la perseguibilità d’ufficio per questo genere di reati, quindi una volta fatta la denuncia alla Polizia, gli ISP non possono avvisare l’utente perché è appunto perseguibile d’ufficio, quindi l’informazione è segreta”.

I provider segnalano anche come questi due ultimi aspetti della questione non siano previsti dalla direttiva comunitaria ma siano stati inclusi nel recepimento italiano della direttiva. “L’Italia – sottolinea Nuti – è l’unico paese al mondo dove la pirateria è perseguibile d’ufficio”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Gaetano Dominici scrive:
    invenzioni e brevetti
    sto cercando un sito dove vengono ospitati inventori in cerca di sicurezza per le loro idee, e per poi proporre invenzioni inedite per la sicurezza. Grazie per l'attenzione e chiedo scusa se ho sbagliato indirizzo.gidom1935@yahoo.it
  • Mazinga@ scrive:
    Ma facciamo come fa l'impresario ita...
    Chiudiamo tutto e apriamo le sedi in Cina, India, Maldive...Visto che in Europa non sara' piu' possibile che le imprese emergano, basiamoci sul modello imprenditoriale all'italiana:Cina, telelavoro, e una marea di precari a disposizione !!!Evvai!! Viva l'Europa!!!(E per fortuna che ci siamo entrati, se no la M$, L'EPO, l'IBM e Novell quanto ci mettevano a corrompere 20 governi ???)Solo perche' gli Stati Uniti hanno i brevetti non significa che li dobbiamo avere anche noi (anzi, a maggior ragione...)Solo perche' il sistema sanitario statunitense e' completamente privato non significa che dobbiamo farlo anche noi...Solo perche' in alcuni stati americani c'e' la pena di morte non significa che dobbiamo averla per forza anche noi...Piccolo OT: quando spunta in televisione il classico mezzo-vip mezzo-sconosciuto che tira fuori inglesismi, mi si chiude la vena in testa... :@ :@ :@--------------Un saluto da Mazinga.
  • Anonimo scrive:
    SAP è un morbo
    SAP è un programma che come un virus ha invaso le aziende, succhiando milioni di e lasciando solo una struttura ingessata dalla burocrazia.
  • Anonimo scrive:
    L'Europarlamento a che cazzo serve?
    L'Europarlamento si è espresso chiaramente contro la brevettabilità del software con una votazione netta, ma nonostante tutto la Commissione rompe ancora le palle con questi brevetti? Finiranno con l'approvare la legge in un modo o nell'altro, magari sfruttando la tecnica classica di far svolgere le votazioni in date dove l'attenzione pubblica è focalizzata su altro, come le festività o le vacanze. Fanno prima a chiudere questo Europarlamento ed a farsi le leggi che vogliono loro, almeno si risparmiano gli stipendi.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Europarlamento a che cazzo serve?
      In soldoni, serve a far credere ai cittadini che contano qualcosa quando ovviamente non é così.
  • Alessandrox scrive:
    PMI
    Uno dei problemi che emergono da queste notizie e' l' ulteriore conferma del fatto che le PMI non sono affatto rappresentate a nessun livello... rimanendo nella fattispecie italiota sarebbe la ConfIndustria l' organo di categoria che si propone come rappresentante delle nostre PMI ma chi e' che lo controlla e lo dirige? Esponenti delle maggiori aziende del paese.... che parlando per se dicono di parlare per tutti. Io mi chiedo come le PMI possano considerarsi rappresentate da soggetti come questi, senza contare che tra i presunti rappresentanti delle PMI europee ci sarebbero GRANDI aziende americane... se non e' una pagliacciata questa...Altra chicca: mentre l' Europarlamento (unico organo legislativo europeo *democraticamente* legittimato) ha respinto la brevettabilità del software in Europa, la Commissione ha già messo in discussione questa decisione... ricordiamo che la Commissione non ha nessuna legittimazione democratica, e' solo un organo burocratico in mano alle potenti lobbies internazionali, creato per limitare il potere del parlamento...: se il parlamento nasce per rappresentare la volonta' popolare (anche se in maniera imperfetta e spesso anche manipolata), la Commissione CHI RAPPRESENTA? E' ovvio che siamo di fronte ad un bel conflitto di interessi e ad una grave minaccia per le istituzioni democratiche.
    • Anonimo scrive:
      Re: PMI
      Gli USA sono introdotti un po' ovunque tra i paesi occidentali per controllare decisioni economiche e politiche.Non a caso Blair il leader inglese è stato piazzato lì al solo scopo di impedire che l'Inghilterra entri nell'euro.L'Inghilterra ha diverse ex-colonie in tutto il mondo, ed è ancora molto influente, rappresenta un po' il paese dalla cui costola sono nati gli USA.Le multinazionali americane del farmaco, della tecnologia, del beveraggio (e un po' meno degli snack e dell'alimentazione), del petrolio e carburanti e dei veicoli (GM e Ford) hanno forte potere in Europa e questo potere viene esercitato anche e soprattutto sui mass media che notoriamente vivono della pubblicità degli inserzionisti che di solito sono i soggetti di cui sopra.
  • miomao scrive:
    Accidenti che faccia tosta!
    Quante volte hanno detto che non ci avrebbero più provato dopo ripetute e sonore legnate?Ho perso il conto...Poi dicono che la gente non si fida della UE.
  • Mechano scrive:
    Lo zampino degli USA
    In questa situazione a parte SAP e poche altre aziende europee c'è lo zampino degli USA.Gli USA hanno un deficit pazzesco, quasi 670 miliardi di dollari che farebbero una cifra impronunciabile se volessimo convertirla nelle vecchie lire. Ora stanno cercando di batter cassa in tutti i modi.Guerre in Afganistan e Iraq per saccheggiare del petrolio quei paesi e togliere il controllo di quello che non potranno saccheggiare dalle mani di chi lo vuole vendere anche in euro anche in cambio di materie prime, manufatti e servizi come fanno altri paesi.La recente speculazione che ha portato il petrolio a $70 al barile è artificiale. Non ci sono mai state riduzioni nella produzione per causa di forza maggiore, come false sono le voci secondo le quali il petrolio è agli sgoccioli. Ma tutte studiate a tavolino, e altre riduzioni artificiali tutti daccordo ce ne saranno il prossimo 14 dicembre dopo il vertice dei paesi OPEC che si terrà in Nigeria.La TV non mostra le azioni di guerriglia e la difesa degli oleodotti afgani da parte delle truppe USA e non mostra lo scalo continuo di petroliere USA nel golfo persico. L'Iran ha bisogno della bomba atomica non per evangelizzare il mondo all'islam ma per difendersi dagli attacchi USA quando il suo presidente deciderà di rendere più massicce le vendite di petrolio in cambio di monete diverse dal dollaro USA.Forse non si era capito ma i media europei sono tutti fortemente controllati per nascondere queste cose che risultano solo in certa stampa e certi libri scritti da giornalisti, persone che hanno visto e vissuto le vicende e rischiato di essere uccisi per non svelare certe cose e questi testi sono purtroppo letti solo da minoranze.L'USA ha di nuovo giocato sporco con Boeing contro Airbus, hanno usato di nuovo massicciamente Echelon, intrcettazioni e spionaggio. Gliha tolto le più grandi commesse di aerei e servizi che il consorzio aeuronautico europeo abbia mai potuto avere con corrieri e compagnie internazionali. Sia proponendo prezzi migliori (calcolati in base a quelli rubati con lo spionaggio) sia assumendo personale e assicurando (attenzione non garantendo) forniture in tempi più brevi sempre guardando in che tempi avrebbe consegnato i suoi aeromobili la Airbus.Senza contare l'imbroglio Bin Laden, torri gemelle e guerra in Afganistan. Il più grande imbroglio della storia che mente umana abbia mai potuto escogitare dopo Pearl Arbor.Si perché l'economia USA è tenuta ormai impiedi solo dalle speculazioni sul dollaro che si obbliga ad usare nelle transazioni internazionali, le razzie di materie prime in paesi poveri come l'Africa, le guerre preventive per ristabilire un dominio economico e politico, e qualcosa fanno gli affari rubati grazie allo spionaggio industriale usando echelon e intelligence. Senza contare la Cina che compra dollari USA solo per tenere impiedi il loro maggior mercato di riferimento.I brevetti sul software sono uno dei tanti modi di portare denaro, profitti e vantaggi alle aziende USA.L'antitrust in USA non esiste praticamente più a parte qualche leggina a favore dei diritti dei consumatori domestici (inteso come consumatori americani) gli USA non hanno alcuna intenzione di smembrare, ridimensionare, multare le proprie aziende specie se multinazionali, che in altri paesi rubano, truffano e perfino uccidono come fa Coca Cola nei paesi dove si producono gli ingredienti della loro bevanda. Diversi sindacalisti boliviani ed ecuadoregni sono stati fatti uccidere per stroncare l'insorgere dei lavoratori sfruttati.Per non parlare dello sfruttamento dei bambini nei rispettivi paesi di produzione dei manufatti che le aziende USA tacciono, e questi fatti sono stati ampiamente documentati, ma l'USA a livello governativo non fa proprio nulla, anzi censura e fa di tutto per non mostrare alla gente queste cose.I brevetti software saranno la prossima truffa ai danni dell'Europa. C'è una pressante azione di lobbing che sta avvenendo dietro ai palazzi di Bruxelles, e anche se ci sono coinvolte pure grosse aziende europee dell'ICT il grosso dei componenti sono tutti americani e sono pronti a pagare, corrompere, comprare, minacciare se il caso, politici e istituzioni che si mostrano contrarie ai brevetti sul software.I politici e le persone che si lasciano corrompere sono proprio degli individui fetidi e schifosi, perché per un tornaconto personale sono disposti a far impoverire e gettare nella recessione il loro paese.Il grosso della ricchezza USA oramai è in oriente nelle mani di Cina e India, ma anche il grosso della ricchezza europea sta andando lì. Non capisco perché gli USA vengano a mungere noi europei per derubarci con cose insulse e senza senso come i brevetti software invece che studiare un piano di ristrutturazione interna che porti i cittadini americani a consumare meno e cambiare le proprie abitudini di vita rinunciando ad avere tutto enorme dai motori 5600cc V8 dei loro SUV, ai frigoriferi a 2 ante, al lardo e la ciccia dell'obesità e la sovralimentazione della popolazione. Senza contare la pessima abitudine dell'americano medio di entrare al market con $100 ed uscire avendone spesi $200 (di cui $100 da pagare a rate contribuendo al deficit pubblico).Nonchè cercare di studiare come essere appetibili al mercato cinese per riprendersi il denaro che la Cina gli ha portato via, anche per colpa delle multinazionali americane che hanno delocalizzato tutto in oriente.La vera causa della povertà degli USA è delle loro multinazionali.Delocalizzazione della produzione e quindi investimenti nei mercati esteri e acquisto di prodotti e semi-lavorati in oriente.Centralizzazione del profitto con una buona parte che viene evaso al fisco con trucchi e raggiri di varia natura.Nessun contributo ad investimenti locali che redistribuiscano un po' di queste ricchezze accumulate alla popolazione e istituzioni americane.Il capitalismo all'americana è un completo fallimento economico e il deficit USA ne è la prova.L'oriente si dimostra vincente nel riuscire a sposare comunismo e capitalismo, un po' e un po', pur con tutte le sue contraddizioni, lo sfruttamento più o meno velato dei ceti deboli e un partito comunista che mira a prestigio e supremazia nel mondo.--Mr. Mechano-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 dicembre 2006 11.47-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo zampino degli USA
      Già.La rovina sono le multinazionali.Ma non pensi che la gente ad un certo punto prenda coscienza e si opponga?Citavi l'Ecuador. Mi sembra che le recenti elezioni non siano andate secondo i desideri di Bush. E noi in Europa, dobbiamo proprio essere sempre lo zerbino della Commissione UE e di conseguenza delle multinazionali USA?Mica ho votato Bill Gates...caxxo
      • Mechano scrive:
        Re: Lo zampino degli USA
        - Scritto da:
        Già.

        La rovina sono le multinazionali.
        Ma non pensi che la gente ad un certo punto
        prenda coscienza e si
        opponga?

        Citavi l'Ecuador. Mi sembra che le recenti
        elezioni non siano andate secondo i desideri di
        Bush.Sono molto contento della strada che sta prendendo tutto il sud america. Dopo i successi di Chavez e la lieve ripresa dell'Argentina i vari presidenti degli stati sud americani stanno prendendo coraggio e stanno seguendo gli esempi degli altri.Chavez ha nazionalizzato il petrolio lo vende anche in euro e in cambio di manufatti e servizi applicando il semplice baratto ma vendendo in USD comunque una cospiqua parte. Ricordiamoci che Chavez ha già subito almeno tre attentati alla sua vita organizzati dai grossi industriali collusi con la vecchia presidenza tra cui si pensa ci sia lo zampino della CIA. Ricorda chi va contro gli USA in un modo o nell'altro la paga anche se questo comporta atti di terrorismo e attentati. Altro che Al Qaeda, non esiste Al Qaeda e quanto meno i terroristi islamici, molto probabilmente sono solo una montatura per dare la colpa a qualcuno del lavoro sommerso dell'intelligence americano.Chavez sta anche dando al popolo piccoli appezzamenti di terreno tolti ai grandi latifondisti che spesso lo lasciavano anche incolto.Il suo predecessore era fortemente corrotto e lasciava depredare il petrolio nazionale agli USA a meno di $5 al barile.L'Argentina invece messa in ginocchio dall'ultima crisi, con Menem che era anch'egli fortemente corrotto e colluso ha vissuto negli ultimi anni l'occupazione da parte degli operai delle fabbriche che i dirigenti avevano posto in liquidazione dopo la crisi.Quando le fabbriche hanno iniziato a produrre nuovamente ed addirittura a crescere ed assumere, c'è stato il pericolo che con l'appoggio degli industriale salisse nuovamente Menem o un presidente colluso. Fortunatamente il popolo e la forte opposizione hanno fatto approvare una legge che permette l'occupazione e l'autogestione da parte degli operai delle fabbriche in liquidazione.Per non parlare di Lula che non ha avuto nessun problema a chiamare spacciatore di fumo Bill Gates che fa programmi di diffusione e regalie di windows e office agli studenti del suo paese per produrre futuri windows-dipendenti.La vicenda è riportata con dettagli anche nel documentario Revolution OS II.Per non parlare delle riforme nell'istruzione, gliinvestimenti nella ricerca.Il sud america sta prendendo una piega social-populista, cacciando via gli USA per quanto possibile dai posti di potere e dal subrstrato produttivo. Le multinazionali americane non hanno portato alcuna ricchezza in quei paesi ma solo sfruttamento della manodopera e delle risorse naturali con il benestare di politici collusi e corrotti.
        E noi in Europa, dobbiamo proprio essere sempre
        lo zerbino della Commissione UE e di conseguenza
        delle multinazionali USA?L'Europa forse no, ma l'Italia è certamente la nazione con i peggiori politici. Peggio che certi vermi schifosi che sono stati al potere in sud america ed alcuni paesi africani.Basta vedere il potere di censura e di guida nell'informazione che hanno le multinazionali americane nei media italiani.Il documentario indipendente canadese sul crack argentino è andato in TV su Rai Tre durante la finale dei mondiali di calcio.Quel documentario mostra la fine che faranno i piccoli stati occidentali come l'Italia entro pochi anni.--Mr. Mechano-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 dicembre 2006 14.41-----------------------------------------------------------
        • Wakko Warner scrive:
          Re: Lo zampino degli USA
          - Scritto da: Mechano
          Il documentario indipendente canadese sul crack
          argentino è andato in TV su Rai Tre durante la
          finale dei mondiali di
          calcio.
          Quel documentario mostra la fine che faranno i
          piccoli stati occidentali come l'Italia entro
          pochi
          anni.Ricordi il nome del documentario?
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo zampino degli USA
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Mechano

            Il documentario indipendente canadese sul crack

            argentino è andato in TV su Rai Tre durante la

            finale dei mondiali di

            calcio.

            Quel documentario mostra la fine che faranno i

            piccoli stati occidentali come l'Italia entro

            pochi

            anni.

            Ricordi il nome del documentario?mi sa che era the take della klein ma credo ce ne sia anche un altro di cui mi sfugge il nome incentrato sulla catastrofe economica e monetaria (speculazioni evitabili con la tobin tax, pataccones ecc) precedente al crollo vero e proprio
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo zampino degli USA
      si solamente che bisogna vedere come ci escono dal "pantano Iraq" sempre che non ci sia anche un " pantano Afghanistan" !Non mi stupisce : brevettare un software è come brevettare l'aria , l'atomo , lo 01010101 se al mondo c'è gente ancora sveglia non passerà facilmente !
  • Anonimo scrive:
    BREVETTI SN IL FUTURO
    come da titolo
  • Anonimo scrive:
    Domanda
    E chi può affermare che tutti saremo disposti a comperare un software più costoso a causa dei brevetti che utilizza ?.Di questo passo a forza di divieti e regole conviene spegnere il computer e buttarlo nella spazzatura. Oppure incominciare ad autoprodurci il software che ci serve...|
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda
      Io voglio comprarmi un pezzo di terra, coltivare quello che mangio, metterci due caprette e un maiale ed essere autosufficiente per l'autosostentamento.Se mi serve una camicia o un pantalone vendo un paio di salami e una formaggella ed ho anche scarpe e vestiti.Una volta si viveva così, si viveva bene e a lungo senza neppure intossicarsi coi grassi vegetali idrogenati, gli OGM, il nitrato di potassio e le onde elettromagnetiche dei cellulofoni o come cacchio si chiamano!
  • Anonimo scrive:
    NO AI BREVETTI SOFTWARE!
    I signori lucratori e le lobby hanno già perso questa sfida una volta... l'Europa non è L'america... STOP SOFTWARE PATENTS!!!Trionferà la libertà ancora una volta...(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)
  • Anonimo scrive:
    brevetti=schifo
    I brevetti sono altro che un modo inventato dagli americani per schiavizzare il resto del pianeta.
    • Anonimo scrive:
      Re: brevetti=schifo
      - Scritto da:
      I brevetti sono altro che un modo inventato dagli
      americani per schiavizzare il resto del
      pianeta.
      La cosa assurda è che ci sia qualcuno desideroso di essere schiavizzato.
  • gianpietrone scrive:
    Re: Brevetti software, la Comm. UE..
    La commissione europea ma... chi sono i signori che siedono nelle poltroncine??? Capitalisti - concusi con la richezza - a pro delle grandi multinazionali. Vorrebbero tornare indietro di decenni e permettere un monopolio rafforzato che non permetta spazio alle persone di buona volontà. L'Ho già detto altre volte: il Software non si può brevettare, perchè sarebbe come brevettare la Matematica; con le sue operazioni che appartengono all'umanità e all'intelligenza delle persone. Una bella melanzana, anzi, tante melanzane per usarle nella maniera più giusta. Non inquinano (le melanzane), non trasmettono l'ADS o la Sifilide, quindi: potete auto/incularvi a piacere!!
  • Anonimo scrive:
    Il PIave mormorava
    "Il Piave mormorava,calmo e placido, al passaggiodei primi fanti, il ventiquattro maggio;l'esercito marciavaper raggiunger la frontieraper far contro il nemico una barriera..."Moschetto in spalla e buona battaglia a tutti.Ognuno faccia la propria parte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il PIave mormorava
      Non vedo l'ora.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il PIave mormorava

        Non vedo l'ora.Quando ti troverai davanti la polizia e i manganelli, non vedrai l'ora di trovarti altrove.Quando sentirai le ossa del tuo cranio fare CRIC-CRAC sotto le bastonate, non vedrai l'ora che finisca.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il PIave mormorava
          - Scritto da:
          Quando sentirai le ossa del tuo cranio fare
          CRIC-CRAC sotto le bastonate, non vedrai l'ora
          che
          finisca.Camicia nera trionferà !!
        • Anonimo scrive:
          Re: Il PIave mormorava
          - Scritto da:


          Non vedo l'ora.

          Quando ti troverai davanti la polizia e i
          manganelli, non vedrai l'ora di trovarti
          altrove.

          Quando sentirai le ossa del tuo cranio fare
          CRIC-CRAC sotto le bastonate, non vedrai l'ora
          che
          finisca.
          Tu puoi startene tranquillamente a casa, non servi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il PIave mormorava
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            Non vedo l'ora.



            Quando ti troverai davanti la polizia e i

            manganelli, non vedrai l'ora di trovarti

            altrove.



            Quando sentirai le ossa del tuo cranio fare

            CRIC-CRAC sotto le bastonate, non vedrai l'ora

            che

            finisca.



            Tu puoi startene tranquillamente a casa, non
            servi.Verrò a trovarti al C.T.O. a cose finite(*) C.T.O. = Centro Traumatologia Ossea
    • Anonimo scrive:
      Re: Il PIave mormorava

      Moschetto in spalla e buona battaglia a tutti.
      Ognuno faccia la propria parte."Altre notizie in breve: un gruppetto di nerd sfigati che voleva inscenare una violenta protesta contro i brevetti software é stato rapidamente disperso da un unico poliziotto paraplegico armato di uno scacciamosche. Si lamentano feriti gravi tra i dimostranti, uno dei quali ha riportato la frattura dell'unico osso esistente nel suo corpo."
      • Anonimo scrive:
        Re: Il PIave mormorava
        - Scritto da:


        Moschetto in spalla e buona battaglia a tutti.

        Ognuno faccia la propria parte.

        "Altre notizie in breve: un gruppetto di nerd
        sfigati che voleva inscenare una violenta
        protesta contro i brevetti software é stato
        rapidamente disperso da un unico poliziotto
        paraplegico armato di uno scacciamosche. Si
        lamentano feriti gravi tra i dimostranti, uno dei
        quali ha riportato la frattura dell'unico osso
        esistente nel suo
        corpo."Prova ad inviare il tuo CV a Ricci, magari ti prende a condurre Striscia la Notizia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il PIave mormorava
      - Scritto da:
      "Il Piave mormorava,
      calmo e placido, al passaggio
      dei primi fanti, il ventiquattro maggio;
      l'esercito marciava
      per raggiunger la frontiera
      per far contro il nemico una barriera..."

      Moschetto in spalla e buona battaglia a tutti.
      Ognuno faccia la propria parte.
      E questo mi pare il post più sensato di tutti!
  • pierob scrive:
    boicottaggio
    non c'è verso chi è legato a utili trimestrali come le corporation (M$ in testa ma non solo lei, IBM, HP, ecc) devono controllare i mercati altrimenti non fanno soldi...Sono aziende potenti e prive di scrupoli sociali ma la tempo molto fragili. Se per due trimestri non producono utili vanno in crisi gli investitori, gli azionisti vanno altrove...Boicottiamo i loro prodotti hardware e software per almeno 8 mesi e vedrete che passeranno a più miti consigli.Ciao PieroPS non vuole essere un'analisi precisa ma un'idea. Montiamo attraverso la rete un boicottaggio europeo, globale...
    • Anonimo scrive:
      Re: boicottaggio
      come fai a boicottare ad esempio la microsoft per 8 mesi, che già il suo sistema operativo, in condizioni normali, lo compri solo ogni 5 anni?
      • pierob scrive:
        Re: boicottaggio
        - Scritto da:
        come fai a boicottare ad esempio la microsoft per
        8 mesi, che già il suo sistema operativo, in
        condizioni normali, lo compri solo ogni 5
        anni?la prima idea che mi viene in testa: pretendendo di acquistare pc privi di SO (la legge lo permette e pure di avere lo sconto (siamo sotto natale...)), minacciando i parlamentari europei di non votarli alle prossime elezioni se non si impegnano da subito e pubblicamente (prese di posizioni pubbliche, interviste, ecc) a contrastare questo pericolo, ecc.Ciao Piero
        • Anonimo scrive:
          Re: boicottaggio
          - Scritto da: pierob
          minacciando i parlamentari europei
          di non votarli alle prossime elezioni se non si
          impegnano da subitoPerché certamente gli europarlamentari hanno paura del voto di una manciata di nerd sfigati.
          • alfridus scrive:
            Re: boicottaggio
            Mah, non saprei...In fondo, i nostri voti - brogli a parte - gli servono per salire sull'autobus (quello dei $oldi)...doct.alfridus
          • pierob scrive:
            Re: boicottaggio
            - Scritto da:

            - Scritto da: pierob


            minacciando i parlamentari europei

            di non votarli alle prossime elezioni se non si

            impegnano da subito

            Perché certamente gli europarlamentari hanno
            paura del voto di una manciata di nerd
            sfigati.Più di quanto pensi e ti ha già risposto, in parte, alfridus.Ciao Piero
          • Anonimo scrive:
            Re: boicottaggio
            - Scritto da:

            - Scritto da: pierob


            minacciando i parlamentari europei

            di non votarli alle prossime elezioni se non si

            impegnano da subito

            Perché certamente gli europarlamentari hanno
            paura del voto di una manciata di nerd
            sfigati.Gli Europarlamentari, si. Infatti l'altra volta hanno votato CONTRO.I Commissari, invece, nominati dai Governi in carica, sorretti dalle maggioranze in carica nei rispettivi paesi, sono sufficientemente lontani dal voto popolare. Ed infatti è la COMMISSIONE EUROPEA che continua a menarla con i Brevetti Software, non il PARLAMENTO EUROPEO.E ti assicuroc che alle ultime elezioni europee i candidati all'Europarlamento sono stati bombardati dalle lettere dei sostenitori della FFII. Tanto che in molti si non premurati di rispondere individualmente!In quella occasione, ad esempio, ricordo con molto piacere le risposte di Di Pietro e Marco Formentini (NdR. Formentini aveva già votato contro, nella votazione in prima lettura).Fu toccante quando mi rispose persino Cirino Pomicino... :D
      • Anonimo scrive:
        Re: boicottaggio
        - Scritto da:
        come fai a boicottare ad esempio la microsoft per
        8 mesi, che già il suo sistema operativo, in
        condizioni normali, lo compri solo ogni 5
        anni?Nel mio caso dovresti dire "non lo compri mai" Mai comprato ne usato windows dal lontano 94 (prima di winzozz 95) :D :D :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Un' ulteriore prova....
    Ove ve ne fosse ancora bisogno, che la MAFIA ormai opera fin dentro le Istituzioni.Sta a noi fare piazza pulita di questa cianfrusaglia ricacciandola dentro le fogne dalle quali sono usciti in libera uscita.
    • belze scrive:
      Re: Un' ulteriore prova....
      sono d'accordo...ma....come pensi di fare piazza pulita?su una cosa hai assolutamente ragione, questa è mafia bella e buona.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un' ulteriore prova....
        - Scritto da: belze
        sono d'accordo...ma....come pensi di fare piazza
        pulita?
        su una cosa hai assolutamente ragione, questa è
        mafia bella e
        buona.Respingendo tutte le loro imposizioni, tutte! Senza se e senza ma.Poi...stando bene attenti quando si va a votare scegliendo bene e consapevolmente chi votare.
        • borg_troll scrive:
          Re: Un' ulteriore prova....

          Respingendo tutte le loro imposizioni, tutte!Non sei tu a decidere. Chi decide é già comprato.
          Senza se e senza
          ma.Illusione.
          Poi...stando bene attenti quando si va a votare
          scegliendo bene e consapevolmente chi
          votare.Chiunque voi possiate votare, loro possono comprare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un' ulteriore prova....


            Chiunque voi possiate votare, loro possono
            comprare.
            e te vai a cagare...
      • Anonimo scrive:
        Re: Un' ulteriore prova....
        - Scritto da: belze
        sono d'accordo...ma....come pensi di fare piazza
        pulita?
        su una cosa hai assolutamente ragione, questa è
        mafia bella e
        buona.metti questa come avatar, rende meglio[img]http://www.thesmokinggun.com/graphics/art3/0628054inside1.jpg[/img]
        • epikuros scrive:
          Re: Un' ulteriore prova....
          Bravo. Potresti evitare di insozzare una discussione su un tema cosi' importante e delicato con certe cazzate, per favore?Il tuo intervento c'entra qualcosa? No. Porta un contributo? No. Suggerisce nuove chiavi di lettura? No. Illustra possibili strategie per controbattere? No.L'unico risultato che vedo in un post come questo e' di suggerire, ad un eventuale osservatore esterno o ad una persona dubbiosa, che esiste una correlazione fra quelli che si oppongono ai brevetti software e quelli che si danno ad atti di violenza e teppismo come bruciare una bandiera.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un' ulteriore prova....
        - Scritto da: belze
        sono d'accordo...ma....come pensi di fare piazza
        pulita?
        su una cosa hai assolutamente ragione, questa è
        mafia bella e
        buona.Semplice smettere dove esistono alternative di usare software proprietario!Ormai si potrebbe sare software open per la ran parte degli usi professionali.
        • Anonimo scrive:
          Re: Un' ulteriore prova....
          - Scritto da:
          Semplice smettere dove esistono alternative di
          usare software proprietario!
          Ormai si potrebbe sare software open per la ran
          parte degli usi professionali.E' proprio questo il problema.L'introduzione di questi brevetti servirà proprio per fermare il software libero. Scacciato dagli USA dove già vedi aziende come Micro$oft insinuare che Linux viola suoi brevetti, lo sviluppo più prolifico ora è in Europa, oriente e sud america.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un' ulteriore prova....
        - Scritto da: belze
        sono d'accordo...ma....come pensi di fare piazza
        pulita?Io la farei con qualsiasi mezzo, nessuno escluso. Soprattutto quelli violenti.
    • borg_troll scrive:
      Re: Un' ulteriore prova....

      Sta a noi fare piazza pulita di questa
      cianfrusaglia ricacciandola dentro le fogne dalle
      quali sono usciti in libera
      uscita.Come potrai fare piazza pulita? Come?Il vosto problema é che credete di essere degli attori in questo spettacolo, ma non é così. Siete spettatori.Parlate di voto, ma non é diverso dal Grande Fratello: potete scegliere chi vincerà il premio, ma non di non assegnarlo.Le decisioni sono prese a ben altri livelli, che voi non potete toccare, ma il denaro delle multinazionali sì.
      • barotto scrive:
        Re: Un' ulteriore prova....
        - Scritto da: borg_troll

        Sta a noi fare piazza pulita di questa

        cianfrusaglia ricacciandola dentro le fogne
        dalle

        quali sono usciti in libera

        uscita.

        Come potrai fare piazza pulita? Come?

        Il vosto problema é che credete di essere degli
        attori in questo spettacolo, ma non é così. Siete
        spettatori.

        Parlate di voto, ma non é diverso dal Grande
        Fratello: potete scegliere chi vincerà il premio,
        ma non di non
        assegnarlo.

        Le decisioni sono prese a ben altri livelli, che
        voi non potete toccare, ma il denaro delle
        multinazionali
        sì.
        Sono d'accordo.Il voto non conta praticamente nulla nelle questioni che riguardano grandi flussi di denaro. Il lobbismo (http://it.wikipedia.org/wiki/Lobbismo) è pratica comune, nota ed accettata sia presso la Commissione europea che presso il Congresso USA. E questo a prescindere dal colore politico delle persone elette, le quali si ricordano (forse) della propria parte politica solo quando devono legiferare su questioni pseudo-morali o che comunque non intaccano il potere rappresentato dai lobbisti.I brevetti software rappresentano uno strumento fondamentale per le grandi multinazionali IT. Le pressioni che eserciteranno presso i "nostri" rappresentanti europei prima o poi porteranno all'introduzione della brevettabilità all'americana, che ci piaccia oppure no.edit: ho dimenticato di aggiungere che ovviamente FFII e FSF rappresentano una lobby di squattrinati. E senza soldi, purtroppo, non si può far pressione su nessuno.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 dicembre 2006 12.04-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Un' ulteriore prova....
          - Scritto da: barotto
          edit: ho dimenticato di aggiungere che ovviamente
          FFII e FSF rappresentano una lobby di
          squattrinati. E senza soldi, purtroppo, non si
          può far pressione su
          nessuno.Beh dall'altra parte in Europa ci sono le associazioni della categoria delle PMI dell'ICT e sono tante.Il loro problema è che non hanno lo stesso potere intimidatorio e le stesse risorse per corrompere quanto possono le lobby delle multinazionali americane.
          • barotto scrive:
            Re: Un' ulteriore prova....
            - Scritto da:

            - Scritto da: barotto


            edit: ho dimenticato di aggiungere che
            ovviamente

            FFII e FSF rappresentano una lobby di

            squattrinati. E senza soldi, purtroppo, non si

            può far pressione su

            nessuno.

            Beh dall'altra parte in Europa ci sono le
            associazioni della categoria delle PMI dell'ICT e
            sono
            tante.
            Il loro problema è che non hanno lo stesso potere
            intimidatorio e le stesse risorse per corrompere
            quanto possono le lobby delle multinazionali
            americane.
            E' vero, le PMI sono tantissime, ma non credo siano così ben organizzate, in grado di essere rappresentate con ugual efficacia rispetto alle grandi multinazionali, di muovere la stessa quantità di danaro... insomma di costiuire un vero gruppo di pressione. E non credo nemmeno che siano in grado di prendere una posizione comune contro i brevetti... La vicenda del rapporto di cui si parla in articolo ne è un prova: è FFII che prende posizione sul vero o presunto "sentimento" delle PMI nei riguardi dei brevetti sw.
  • Anonimo scrive:
    Parlavamo di Brevetti e...
    Oplà! le multinazionali ci riprovano... ma è possibile che non si può lavorare in pace? senza che un gruppo di st...zi ti rompa le cosiddette con i "brevetti" software.Bastaaaaaa!!!!!! la volete finire!!!!!! non ne possiamo piùùùù!!!! Il software non può essere brevettato, perchè è formato da una porzione di un linguaggio... e le lingue per definizione sono protetti dal Copyright!!!Un programma è SCRITTO come un libro! La scrittura non può e non deve essere brevettata.Cacchio.. mi sto incavolando.
    • AlphaC scrive:
      Re: Parlavamo di Brevetti e...
      - Scritto da:
      Oplà! le multinazionali ci riprovano... ma è
      possibile che non si può lavorare in pace? senza
      che un gruppo di st...zi ti rompa le cosiddette
      con i "brevetti"
      software.

      Bastaaaaaa!!!!!! la volete finire!!!!!! non ne
      possiamo piùùùù!!!! Il software non può essere
      brevettato, perchè è formato da una porzione di
      un linguaggio... e le lingue per definizione sono
      protetti dal
      Copyright!!!

      Un programma è SCRITTO come un libro! La
      scrittura non può e non deve essere
      brevettata.

      Cacchio.. mi sto incavolando.hai ragione ma qui ci sono di mezzo i soldi delle multinazionali contro le non povere tasche dei nostri governanti...Cosa vuoi, non fare un favore a MS o IBM? Tanto paga sempre il contribuente..
Chiudi i commenti