Fioroni e i videogame educativi

Intese
Intese

Il ministro dell’Istruzione Giuseppe Fioroni, che lo scorso dicembre si è reso promotore di una serie di controverse proposte su nuovi media e videogame, ha ieri firmato una intesa con l’AESVI, l’Associazione degli editori di software videoludici in Italia, un accordo che lascia da parte le proposte di normative calate dall’alto e punta ad una autoregolamentazione del settore.

Il tema è quello della valorizzazione dei videogiochi come strumenti didattici, della loro classificazione per età in base ai contenuti e di una azione concordata per combattre il bullismo nelle scuole. Il tutto condito da un concorso che stimolerà la produzione di videogiochi negli ambienti scolastici ed universitari. Dopo l’accordo di ieri si attende il Protocollo di intesa vero e proprio, che presenterà nel dettaglio queste proposte.

Fioroni nell’occasione ha spiegato che la speranza è di sensibilizzare i giovani su un “utilizzo critico e competente degli strumenti di comunicazione e di intrattenimento”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 02 2007
Link copiato negli appunti