Firefox 34, videochiamate e nuovo search

La nuova versione di Firefox include Hello, funzionalità di comunicazione avanzata che opera direttamente da Web, nuovi motori di ricerca per alcuni mercati e la solita lista di bugfix. Aggiornamento disponibile anche su Android

Roma – Mozilla ha rilasciato Firefox 34 , nuova versione stabile del browser del Panda Rosso che si fa notare per novità di peso, sia sul fronte delle funzionalità che delle partnership strette dalla fondazione statunitense. Su Android, invece, le novità sono principalmente “di facciata”.

Firefox 34 per computer introduce prima di tutto, per gli utenti nordamericani e per ora su richiesta , un nuovo motore di ricerca fornito da Yahoo (da Yandex per gli utenti di area russa), novità a suo modo storica già anticipata nei giorni scorsi e gravida di conseguenze sia per Mozilla – alla costante ricerca di nuove fonti di guadagno per affrancarsi dalla dipendenza esclusiva dai danari di Google – che per le quote di mercato dei search engine su Web.

Altra novità di peso di Firefox 34 è Firefox Hello , tecnologia di comunicazione in tempo reale basata sulle API WebRTC che permette di effettuare chiamate e videochiamate direttamente da Web, senza la necessità di installare client di terze parti o di registrare un account.

Il nuovo Firefox disabilita poi il protocollo SSLv3, noto colabrodo in quanto a sicurezza dei sistemi crittografici, garantisce patch per problemi di sicurezza e altri bug, l’implementazione di HTTP/2 e ALPN, la possibilità di cambiare temi e personalizzazioni direttamente dalle opzioni del software.

Firefox 34 è disponibile anche per dispositivi mobile basati su OS Android , e in questo caso le novità principali riguardano il supporto per la replicazione dello schermo su HDTV tramite dongle Chromecast, un redesign dell’interfaccia (ora più in linea con Firefox per desktop, dice Mozilla) e miglioramenti nella velocità e usabilità del software. Piccolo problema: su Android “Lollipop” L il playback di contenuti Flash ed MP3 non funziona.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Vindicator scrive:
    Chi vuole aggiungere...
    "Chi vuole aggiungere qualche immagine ai suoi documenti Office potrà usare Bing"ecco risolto.date le capacità trovatorie di Bing credo che finalmente i documenti di word torneranno ad essere leggeri e liberi da immagini.
  • cicciobello scrive:
    Alternativa libera
    L'alternativa libera a Clip Art esiste: si chiama Open Clip Arthttps://openclipart.org/Alcuni programmi liberi, come InkScape, si appoggiano ad essa.Se la Microsoft volesse rilasciare le sue immagini con una licenza Creative Commons, potrebbe integrarle in tale raccolta.
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: Alternativa libera
      - Scritto da: cicciobello
      Se la Microsoft volesse rilasciare le sue
      immagini con una licenza Creative Commons,
      potrebbe integrarle in tale
      raccolta.Mi sa che la fai troppo semplice. Probabilmente la maggior parte non sono sue. Avranno una qualche licenza d'uso da parte del possessore a Microsoft e ai suoi clienti.
      • cicciobello scrive:
        Re: Alternativa libera
        Non può essere una licenza troppo complicata o limitante, dal momento che consente l'utilizzo delle clipArt nei documenti degli utenti, che possono essere rilasciati sotto qualsiasi licenza.
Chiudi i commenti