Firefox cavalca le GPU

Anticipando quanto promesso da Microsoft con il futuro Internet Explorer 9, Mozilla ha rilasciato una versione sperimentale di Firefox capace di sfruttare le GPU per accelerare il rendering delle pagine Web. Solo sotto Windows

Roma – All’inizio del mese, in occasione della Professional Developers Conference, Microsoft ha parlato per la prima volta del futuro Internet Explorer 9, rivelando che questo browser sarà in grado di sfruttare le moderne GPU per accelerare il rendering delle pagine web. Come recentemente svelato da Chris Blizzard, evangelist di Mozilla, anche la mamma di Firefox sta esplorando lo stesso territorio, e a quanto pare non ha alcuna intenzione di arrivare seconda: Bas Schouten, uno degli sviluppatori di Mozilla, ha già confezionato una build preliminare di Firefox che dovrebbe anticipare quanto promesso da IE9.

In questo post Schouten spiega che, proprio come il futuro browser di Microsoft, la sua versione sperimentale di Firefox sfrutta la tecnologia Direct2D alla base di Windows 7 per accelerare via GPU il rendering di elementi grafici e font. Secondo lo sviluppatore, a beneficiare maggiormente delle accelerazioni hardware sono i siti web più ricchi di grafica non-Flash e operazioni come lo scorrimento di una mappa e il ridimensionamento dei caratteri di testo.

Del disegno dei font si occupa nello specifico la componente DirectWrite dell’API Direct2D, che oltre a velocizzarne il processo di rendering si occupa di elevarne la qualità visiva : per farlo utilizza algoritmi di subpixel rendering simili a quelli introdotti dalla stessa Microsoft in Windows XP con la tecnologia ClearType .

Parlando di pure performance, alcuni test condotti da Schouten (v. grafico sotto) mostrano risultati piuttosto interessanti: su siti come Twitter, Facebook e Google, ad esempio, la versione di Firefox con supporto a Direct2D ha esibito tempi di rendering all’incirca dimezzati rispetto alla versione tradizionale (che si appoggia invece sulla vecchia API GDI di Windows). Per contro, con siti quasi interamente basati su Flash (YouTube) o su contenuti testuali (Wikipedia) i risultati forniti dalla build sperimentale di Firefox sono allineati a quelli della versione standard.

tempi rendering

Secondo Shouten, l’attuale implementazione di Direct2D lavora al meglio con le schede grafiche che supportano DirectX 10 e il modello di driver WDDM: la compatibilità con le schede DirectX 9 non è invece garantita.

Naturalmente l’implementazione in Firefox di Direct2D porta benefici esclusivamente agli utenti di Windows 7 e di Windows Vista con il Platform Update . Gli utenti delle altre piattaforme non potranno beneficiare degli sviluppi di questo progetto, ma Shouten afferma che, almeno per quanto riguarda il rendering dei font, “le API utilizzate da Linux e Mac OS X fanno già un buon lavoro”.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • deathspell scrive:
    4 anni e 3 mesi
    per aver truffato qualche milionata di dollari non mi sembrano un pagare tutto con gli interessi.poi magari mi sbaglio.
    • angros scrive:
      Re: 4 anni e 3 mesi
      Tutto è relativo... un rapinatore che minaccia, uccide o ferisce qualcuno (magari per cifre molto più piccole) è molto più pericoloso, e viene punito in modo più severo.Tieni presente che in questo caso, pur trattandosi di un crimine, nessuno è rimasto ferito o ha subito danni irreparabili (una persona truffata può essere risarcita, almeno in parte). E comunque, è giusto graduare le pene: se per una truffa (anche di milioni) dai una condanna uguale a quella che daresti per un omicidio, cosa trattiene il truffatore dall' uccidere chi l' ha scoperto?
      • nome cognome scrive:
        Re: 4 anni e 3 mesi
        - Scritto da: angros
        Tutto è relativo... un rapinatore che minaccia,
        uccide o ferisce qualcuno (magari per cifre molto
        più piccole) è molto più pericoloso, e viene
        punito in modo più
        severo.

        Tieni presente che in questo caso, pur
        trattandosi di un crimine, nessuno è rimasto
        ferito o ha subito danni irreparabili (una
        persona truffata può essere risarcita, almeno in
        parte). E comunque, è giusto graduare le pene: se
        per una truffa (anche di milioni) dai una
        condanna uguale a quella che daresti per un
        omicidio, cosa trattiene il truffatore dall'
        uccidere chi l' ha
        scoperto?concordo
      • invasore scrive:
        Re: 4 anni e 3 mesi
        i truffati vengono risarciti se i soldi vengon otrovati, se ci sono ancora. Sopratutto se il truffato ha finito i soldi? Si è indebitato? Sei veramente certo che un rimborso ottenuto dopo qualche anno (e solo nel caso che il truffatore venga preso con ancora i soldi) sia sufficiente?Qaundo vengono truffati milioni di dollare si rubano pezzi di vita di tanti che hanno risparmito anni per racimolarli. Non si può fare finta che restituire il maltolto sia sufficiente (cosa che avviene solo in una piccola parte dei casi).Tanto per dirla alla tua. Se truffando milioni di dollari si rischiano solo 4 anni di carcere spiegami cosa trattiene chiunque dal diventare un truffatore? (e visto che il numero delle truffe telematiche è in vertiginoso aumento penso siano già tanti che pensano che ne vale la pena..)
      • deathspell scrive:
        Re: 4 anni e 3 mesi
        - Scritto da: angros
        Tutto è relativo... un rapinatore che minaccia,
        uccide o ferisce qualcuno (magari per cifre molto
        più piccole) è molto più pericoloso, e viene
        punito in modo più
        severo.

        Tieni presente che in questo caso, pur
        trattandosi di un crimine, nessuno è rimasto
        ferito o ha subito danni irreparabili (una
        persona truffata può essere risarcita, almeno in
        parte). E comunque, è giusto graduare le pene: se
        per una truffa (anche di milioni) dai una
        condanna uguale a quella che daresti per un
        omicidio, cosa trattiene il truffatore dall'
        uccidere chi l' ha
        scoperto?Certamente, ma 4 anni e 3 mesi mi stanno bene per UNA truffa milionaria, non per qualche migliaio da importi più bassi, perchè altrimenti una truffa da 1000 dollari cosa dovrebbe portare a 4 ore di carcere?Ovviamente il cumulo materiale (ossia la sommatoria delle pene previste per ogni singolo episodio truffaldino) deve essere temperato, anche eventualmente ricorrendo al sistema della c.d. continuazione.Ma punire mille truffe come se ne punissi una sola è assurdo perchè commessa la prima a questo punto perchè ci si dovrebbe fermare?In ogni caso la sanzione penale si è dimostrata ampiamente insufficiente a contrastare questo genere di reati, visto che 99% delle volte chi ha truffato miliardi, fattisi i suoi 4 / 5 anni di prigione (da noi manco quella ... bastano i domiciliari magari in villa con piscina e qualche ettaro di parco privato) si godono i soldi alla faccia dei truffati che non vedono il becco di un quatrino.Se vuoi impedire un reato economico devi elidere TUTTE le conseguenze del reato ed in particolare risarcire il danno (con interessi). La vera notizia sarebbe stata se la condanna avesse previsto l'obbligo di risarcire tutte le sue vittime anche a mezzo di lavori forzati.$ anni e 3 mesi di prigione tenendosi il malloppo sono veramente un'aspirina per curare un cancro.
Chiudi i commenti