Firmato l'antiporno nello Utah

Il Governatore appone la sua firma e il provvedimento di censura entra in vigore, con l'opposizione di provider e sostenitori dei diritti civili
Il Governatore appone la sua firma e il provvedimento di censura entra in vigore, con l'opposizione di provider e sostenitori dei diritti civili


Salt Lake City (USA) – Alla fine ha prevalso quella che nello Utah viene considerata la necessità di tutelare i minori da contenuti dannosi che possono essere presenti in rete e il Governatore di quello stato americano, Jon Huntsman, ha promulgato in via definitiva una nuova pesante normativa.

La nuova legge dello Utah obbliga i provider che forniscono accesso ad Internet ad offrire ai propri clienti un modo per impedire che dal proprio computer si possa accedere ai “siti dannosi”, in particolare quelli che presentano pubblicamente immagini pornografiche, una questione delicata affrontata recentemente da Punto Informatico.

I siti che possono essere censurati, ai quali cioè i clienti che lo chiedono non potranno più accedere, sono quelli che saranno elencati in una lista ufficiale che dovrà continuamente essere aggiornata e alla quale tutti i provider dovranno fare riferimento.

Come i provider dovranno agire coloro che producono i contenuti visibili nello Utah, vale a dire in pratica tutti coloro che gestiscono un sito web a luci rosse, perché sarà loro compito iscriversi alla lista di filtro. Qualora questi ultimi non provvedano a bloccare l’accesso dietro richiesta di un abbonato o i siti non chiedano di essere inseriti nella lista di blocco allora saranno passibili di severe sanzioni amministrative.

Sebbene alcuni giuristi sostengano che la legge sia incostituzionale, l’Ufficio del Governatore ha fatto sapere che quest’ultimo “non ha alcuna preoccupazione relativa alla costituzionalità” della nuova legge.

A protestare contro la normativa e a chiedere inutilmente che non venisse firmata sono stati, oltre agli stessi provider, anche i sostenitori dei diritti civili.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 03 2005
Link copiato negli appunti