Flash 10.3, basta ai biscottini permanenti

Adobe aggiorna il suo player multimediale ubiquo correggendo vulnerabilità e portando in dote nuove funzionalità per la privacy. D'ora in poi i Flash cookie saranno sterminabili come gli altri

Roma – A un paio di mesi di distanza dalla release 10.2 , Adobe aggiorna il suo player multimediale introducendo novità importanti in favore della privacy degli utenti. Con Flash 10.3 sarà più facile eliminare i cosiddetti “Flash cookie”, oggetti di configurazione esterni al browser sin qui impiegati per tracciare i netizen anche in caso di pulizia dei cookie standard.

Adobe Flash 10.3 implementa la funzionalità di rimozione dei Flash cookie attraverso la API standard NPAPI:ClearSiteData , pensata per eliminare i local shared object (LSO) salvati sul disco fisso dal plugin Adobe e non solo. Grazie alla nuova API, gli LSO di Flash potranno ora essere eliminati sfruttando le apposite funzionalità di rimozione dei cookie presenti nei browser di nuova generazione: Firefox 4, Chrome o Internet Explorer. Non sarà dunque più necessario ricorrere a software esterni come CCleaner per la pulizia “completa” della configurazione del browser e i cookie traccanti.

Le altre novità di Flash 10.3 includono un pannello di controllo finalmente nativo per ogni sistema operativo supportato (Windows, Linux e Mac) da cui impostare la configurazione del player, oltre naturalmente alla correzione delle vulnerabilità scoperte nel corso delle ultime settimane.

Il nuovo Flash player è infine disponibile anche in versione Android , nel qual caso le novità comprendono ottimizzazioni per l’uso delle CPU ARM Cortex-A9, fix di sicurezza e miglioramenti specifici per gli smartphone Galaxy S, HTC Evo e terminali Motorola.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti