Formati aperti e standard pubblici

Iniziativa


Roma – E’ partito openformats.org, un progetto collaborativo di documentazione per la promozione dei formati aperti e degli standard pubblici e sugli aspetti tecnici, politici ed economici legati al loro uso.

“Il sito – si legge in una nota – è basato su un wiki ed è alla ricerca di collaboratori/traduttori. Attualmente ospita una versione in italiano, francese e inglese. Contributi e segnalazioni da parte di utenti registrati sono i benvenuti”.

OpenFormats è qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • tecnico telecom scrive:
    consiglio
    se volete il telefono di casa restate in telecom. Le altre non potranno mai competere!!credetemi; se poi volete fare di testa vostra fate pure ma ricordatevi che passerà poco dal ritornare cn telecom italia. è storia di tutti i giorni per me che ci lavoro. O telecom o niente. fidatevi.
    • anonimo scrive:
      Re: consiglio
      - Scritto da: tecnico telecom
      se volete il telefono di casa restate in telecom.
      Le altre non potranno mai competere!!credetemi;
      se poi volete fare di testa vostra fate pure ma
      ricordatevi che passerà poco dal ritornare cn
      telecom italia. è storia di tutti i giorni per me
      che ci lavoro. O telecom o niente.
      fidatevi.Concordo in pieno,ho fatto la cazzata di passare a fastweb e lasciare la mia bella alice20 mega che andava alla grande pensando di avere chissa' cosa.Risultato:dopo pochi mesi ho inviato oggi disdetta e mi disattiveranno nel giro di 30gg dalla data di ricezione della raccomandata,nel frattempo ho richiesto a telecom nuova linea telefonica,alice20mega che mi attiveranno il 10 aprile in questo modo per un breve lasso di tempo mi trovero' due linee a casa,ma meno male che fastweb scompare dalla mia vita,so che c'e anche gente soddisfatta di fastweb anche se non ne ho ancora conosciuti.Comunque il mio consiglio e' di pensarci bene prima di passare a fastweb,ma bene nel vero senso della parola,io con telecom avevo circa 12Mbit passando a fastweb ho iniziato con 10 per arrivare nel giro di meno di 15gg a 4 scarsi e con l'aggiunta di tutti i problemi che comporta la rete nattata di fastweb,per non parlare della fonia,problemi a go go per non parlare dei fax,al c.c. di fastweb mi hanno anche chiesto ma che fax usa uno di quelli economici.... ho risposto che ho un brondi economico ma e' chiuso in un mobile e quello che utilizzo e' un panasonic di fascia alta,a questo punto mi ha detto che avrebbe fatto controllare la linea,sono davvero incompetenti,sono loro dei patacca come nella pubblicita'.Meditate gente,telecom devo riconoscere che e' ancora l'unica alternativa valida.
  • Anonimo scrive:
    Come dice il mitico Ruffolo..
    Ma i contratti li fanno i TELEFONI ?
  • Anonimo scrive:
    TELECOM BASTARDA
  • ippubblico scrive:
    Io lavoro per la Telecom....
    ....da parecchi anni Casi come quello della Nicoletta ne posso citare tantissimi, e vi dirò che fino a quando si tratta del telefono di casa , è seccante ma passi, ma quando si tratta di un'azienda , costretta di punto in bianco a perdere il numero...vi garantisco che li sono davvero dolori.....Signori purtroppo questa è la concorrenza,,,,e la concorrenza fatta male...... all'italiana. Una concorrenza che è stata fatta unicamente grazie alla protezione che i competitor hanno avuto da parte dell'authority i quali hanno investito poco o nullaCompetitor che quando a telecom è stato permesso di calare i prezzi si sono trovati eufemisticamente a mal partito....e allora innnumerevoli chiusure di carrier Solo quelli che possono vantare
  • Raxiel scrive:
    Io ti appoggio...
    Cara Nicoletta,chi ti parla è uno che con la telecom ci combatte ormai da 5 anni, dal maledetto giorno in cui diventato maggiorenne decisi di attaccare il telefono a nome mio.Ebbene, io sono il peggior latitante telefonico del mondo. Da 5 anni regolarmente pago le bollette in ritardo, in quanto devo andarle a cercare per tutta Roma, visto che o alla posta, o alla Telecom si perdono le bollette.E ovviamente, nessuno si accerta di niente, prendono e staccano. A nulla valgono i miei interessamenti, la mia richiesta di cambio domicilio (che ha sortito effetto solo in seguito all'ennesimo distacco avvenuto due mesi fa) o semplicemente l'invio della fattura per email, affinche potessi pagarla. Puntualmente ogni due mesi devo cercare la mia bolletta tra gli operatore del 187. In piu, pagando con l'internet banking per evitare la fila alla posta, necessito del codeline (un codice di 18 cifre che è riportato SOLO sulla bolletta originale, a sentire loro) che dal 187 non posso ottenere. Percui devo comunque andare alla posta.Mi piacerebbe poter fondare un movimento opensource per distruggere telecom, ma tranne le autobombe non mi viene in mente niente :)A parte gli scherzi, la mia email è raxiel@libero.itSe hai bisogno di firme, testimoni, aiuti e anche soldi (pochi) fammi sapere. Se tu sarai la prima che riuscirai a creare un movimento per gli utenti gratuito (non mi fido delle associazioni consumatori, secondo me sono piu mercenarie di molti avvocati) sarò la tua spalla destra. :) Per il resto degli arti, beh, non penso farai fatica a trovarli. Ce ne sono milioni di utenti stanchi.Facci comunque sapere lo svolgersi della tua faccenda.Ciao,Diego
  • Anonimo scrive:
    Arrabbiarsi puo risolvere le cose
    Avevo un problema con alice adsl e come da prassi ho chiamato il 187. Mi hanno detto di aspettare qulche giorno che si sarebbe risolto da solo, l'ho fatto, ma inutilmente. Ho cominciato ad essere insistente, e loro mi rimandavano a un numero della tin, spiegandomi che la rete era gestita da loro. Alla tin però dicevano che il mio problema non era di loro competenza: era vero che la rete era gestita da loro, ma il problema riguardava un malfunzionamento del sito di alice, che tale sito era gestito da telecom, e che quindi spettava a loro. In un solo pomeriggio mi hanno "sbattuto" da una parte all'altra per ben 8 volte, dove ogni volta: lista di attesa perchè non rispondono subito e spiegazione daccapo perchè becchi sempre un operatore diverso. Richiamo anche i giorni successivi, tutti i giorni, che passano tra telefonate passate ad altri e numeri da fare a cui non rispondeva nessuno o nel peggiore dei casi risultavano inesistenti.Richiamo ancora ...e per un pomeriggio al 187 squilla ma nn mi risponde nessuno (sarà stato un caso...?).Richiamo il giorno dopo, mi risponde una signora, e come appena accenno il problema mi dice:"senta le passo la tin".. e mentre tento di bloccarla mi dice:"mi spiace non posso farci nulla" e mi attacca il telefono in faccia!A questo punto mi sono arrabiato (eufemismo) e non poco! Ho immediatamente richiamato, ho obbligato l'operatore a darmi nome e cognome (che io sappia sono obbligati a farlo, e visto che dopo poche storie me li ha dati penso di aver ragione) e per la prima volta ho visto un pò di buona volontà a risolvermi il problema! Per farla breve... dopo aver spiegato per l'ennesima volta il problema mi dice di aspettare perchè sarebbe andato a chiamare un suo superiore. Dopo un pò torna e parlo direttamente col superiore, che si fa rispiegare a sua volta il problema e che ammette con grande onestà (da ammirare) che non sapeva come gestire il mio caso, e che quindi gli occorreva il tempo di andarsi a documentare. Chiamo il giorno dopo come d'accordo, e mi chiedono di lasciargli il mio numero di cellulare e di indicargli quando potevo essere contattato perchè mi avrebbe chiamato un "operatore specializzato". Con mia grande sorpresa, con una precisione svizzera mi chiama questo nuovo operatore che ascolta il problema, lo capisce e lo risolve!Morale della favola: un cittadino arrabbiato (e insistente) che minaccia di far valere i suoi diritti (perchè ne abbiamo) anche tramite azioni legali fa paura e viene ascoltato! Spesso nemmeno chi ci ascolta sa cosa fare e non conosce (o ignora) i nostri diritti e le leggi!! Ma con un po di "pazienza"... Forza Nicoletta!! FDNBY
  • Anonimo scrive:
    non faccia più nessun abbonamento
    vuole un consiglio? non faccia più nessun abbonamento. usi solo il telefonino con scheda ricaricabile
  • nmarino scrive:
    CORECOM: legali ma inesistenti!
    Sono organismi a tutela dei consumatori/utenti che dovrebbero coadiuvare l'attività dell'Autorità di Garanzia della Comunicazione: sono istituiti per legge ma in realtà non esistono ancora tranne in qualche regione (vedi Trentino).C' è però un servizio sostitutivo chiamo "Camera Arbitrale" che si trova presso le CCIA (Camere di Commercio) che fa le veci e assiste in instanza di conciliazione o arbitrato.Ieri mi sono rivolta a loro.ciaonicoletta
  • nmarino scrive:
    denunciare in gruppo si può
    bisogna solo organizzarsi, mettersi in contatto, sottoscrivere un accordo e dare mandato a qualche rappresentante legale. So che è faticoso e richiede tempo per cui ciascuno preferisce risolversi la questione da solo: sta in questo il problema. Non riusciamo ancora a capiti che da soli si è deboli.ciaonicoletta
    • Anonimo scrive:
      Re: denunciare in gruppo si può

      Non riusciamo ancora a capiti che
      da soli si è deboli.Eppure ci sono stati tanti scioperi, anche protratti ad oltranza, in cui si' e visto che solo facendo fronte comune si ottiene qualcosa!
  • Anonimo scrive:
    distaco telecom
    insiti e massacrali per avere giustizia!!!!!!(linux)
  • Anonimo scrive:
    sporchi affaristi e buffoni
    se la giocano con la gente che non può fare nulla al momento...se ci fosse almeno UN operatore serio uno si potrebbe rivolgere lì, e invece sono tutti uguali, questi scannagatti...solidarietà alla sfortunata e uninvito a non mollare, perchè per fortuna la giustizia non guarderà in faccia a nessuno...
  • Anonimo scrive:
    Ci vuole la class act
    Se più cittadini si potessero unire per fare un unica causa contro lo stesso soggetto sarebbe già un bel deterrente.Purtroppo questo strumento non esiste in Italia, stranamente le grandi aziende fanno pressione perchè ognuno debba fare la propria causa da solo.I casi delle assicurazioni multate dall'Antitrust e i casi Cirio e Parmalat sembra non ci abbiano insegnato molto.Scimmiottiamo gli americani, ma non abbiamo ancora imparato a copiare molti degli aspetti migliori di una società che dia più potere all'individuo.
  • Anonimo scrive:
    Ci vuole la class act
    Una forma comunque che permetta a più cittadini che accusino lo stesso soggetto della stessa violazione di unirsi.Se sei da solo è un conto, ma se 1000 persone dedicano soldi e tempo ad una causa comune anche Fastweb o chi per lui deve stare molto attenta.Non so se ricordate il caso della multa dell'Antitrust alle assicurazioni che hanno fatto cartello e delle cause che ogni singolo assicurato doveva fare per conto proprio. In pochi poi sono riusciti a farsi risarcire, ma mettendosi in tanti sarebbe stata un bel problema.
  • Anonimo scrive:
    Re: E' tutto voluto
    - Scritto da: Jul
    Voi pensate che sia un disservizio, che le
    società siano male organizzate?
    Sbagliate, questa è esattamente la
    situazione che gli operatori vogliono: i
    call center sono un filtro per impedire agli
    utenti di dialogare con la società.Non può essere! Nelle pubblicità tutti ci vogliono bene e ci ascoltano?!Specialmente in periodi di crisi economica, quando il consumatore è attento anche a pochi euro, rispondere con efficacia, oltre a costare di più, porta anche un calo delle entrate.E' il business baby. Con un authority inesistente, l'appoggio sperticato del governo, un sistema giudiziario inadeguato ad attaccarli in maniera efficace (non esiste la class act ad esempio), comportarsi in maniera anche solo dignitosa sarebbe un grande errore.
  • nmarino scrive:
    richiesta di disponibilità
    a tutti coloro che hanno subito analogo abuso ad avviare una azione comune.Penso che se riuscissimo ad unirci testimoniando le esperienze comuni potremmo non solo ottenere un risarcimento ma sottoporre all'attenzione dei media e delle autorità competenti il problema della tutela rispetto alle società telefoniche e dunque arginare i danni. Ciascun singolo utente-cittadino è indifeso ed è costretto a sottostare agli abusi accettando le condizioni degli operatori di telefonia oppure è costretto a investire economicamente per farsi tutelare legalmente.Se ciascuno facesse pervenire al coordinatore del forum la sua disponibilità ad unire le forze magari riusciremmo a cambiare o contenere il problema! che ne dite?Il coordinatore del forum è disponibile a svolgere il ruolo di centro di raccolta?grazienicoletta
    • Anonimo scrive:
      Re: richiesta di disponibilità
      In effetti anche se molti dicono che e' tempo perso perche' loro sono troppo forti, basterebbe un bombing legale da parte di tutti quelli che hanno subito un torto per metterli in ginocchio.Cmq secondo me un valido aiuto lo possono dare alcune associazioni dei consumatori che sono molto attive a riguardo.
      • noccioletta scrive:
        associazioni dei consumatori

        Cmq secondo me un valido aiuto lo possono
        dare alcune associazioni dei consumatori che
        sono molto attive a riguardo.Ho letto in vari post che per ricevere la loro attenzione non basta essere cittadini vessati, ma bisogna essere iscritti (iscrizione che immagino non costera' meno di qualche decina di euro all'anno), e' vero?!Nicoletta (2)==================================Modificato dall'autore il 21/07/2004 18.06.14
        • Anonimo scrive:
          Re: associazioni dei consumatori
          - Scritto da: noccioletta

          Cmq secondo me un valido aiuto lo
          possono

          dare alcune associazioni dei
          consumatori che

          sono molto attive a riguardo.

          Ho letto in vari post che per ricevere la
          loro attenzione non basta essere cittadini
          vessati, ma bisogna essere iscritti
          (iscrizione che immagino non costera' meno
          di qualche decina di euro all'anno), e'
          vero?!

          Nicoletta (2)


          ==================================
          Modificato dall'autore il 21/07/2004 18.06.14Ovvio che lei deve essere iscritta, nessuno lavora perla gloria.
          • noccioletta scrive:
            Re: associazioni dei consumatori

            Ovvio che lei deve essere iscritta, nessuno
            lavora perla gloria.No?E gli sviluppatori del free software?E tutto il volontariato (spesso a livelli professionali)?Per fortuna del mondo c'e' chi e' capace di fare qualcosa senza dover ricevere comunque dei soldi in cambio (anch'io faccio volontariato).Mi mette tristezza quando qualcuno pensa che il mondo non sia capace della generosita' che chi fa certe affermazioni non riesce nemmeno a immaginare...Penso che allora certe associazioni non dovrebbero chiamarsi cosi' ma "ditte", come tutte le altre, visto che forniscono servizi a pagamento.
    • Anonimo scrive:
      Re: richiesta di disponibilità
      Signora Nicoletta, ha tutta la mia solidarietà.Ha subìto un sopruso, aggravato dalla superficialità degli operatori dei customer care che non hanno saputo segnalare la gravità della cosa ai vari tutor o team leader.E' molto agguerrita e mi auguro che possa ricevere al più presto buone nuove, ed in ogni caso la convocazione da parte della redazione di "Mi manda Rai Tre".Perchè ciò che fà più male alle compagnie tlc è la perdita dell'immagine. E credo proprio che quando ricomincerà la trasmissione a settembre ne vedremo delle belle...
    • 1963tiziano scrive:
      Cara Nicoletta...presente!
      Cara Nicoletta,sono certamente disponibile a partecipare all'associazione di chi ha subìto lo stesso problema.Ecco un mio recapito: radice@virgilio.itCiao e coraggio per ottenere giustizia! :-)Tiziano
  • grassman scrive:
    Cara Nicoletta hai sbagliato
    Le raccomandate A.R.Le benedette raccomandate A.R.Sono l'unica strada per chiedere le cose.Lasciate perdere fax, telefonate, email, sportelli.Prendete carta e penna (pardon computer e stampante) e preparate una bella missiva dove indicate chiaramente cosa chiedete e fissate una scadenza (generalmente 15gg dal ricevimento).Se una azienda, senza il mio consenso, mi causa un danno è tenuta a risarcirlo.Causare un distacco indesiderato causa danni economici e morali. Se è rimasta un poco di legalità in questa nazione (sempre più delle banane) un giudice di pace deve intervenire.Io con delle raccomandate ben fatte sono riuscito sempre a ottenere quello che volevo. Tra cui:- Distacco della linea ISDN in 15 giorni (un parente ha dovuto continuare a pagare il canone per diversi mesi)- Sostituzione di un telefonino telit quando l'assistenza diceva che non aveva niente.Nicoletta, cerca informazioni sul sito dell'aduc (www.aduc.it) che mi sembrano più attenti a questi problemi con i telefonici.
    • nmarino scrive:
      Re: Cara Grassman non ho sbagliato
      poichè ai fax ho fatto seguire le raccomandate con ricevuta di ritorno (AR) proprio perchè so che in sede legale possono contestare sia il fax che le e_mail...ma sin'ora non ha sortito alcun esito!
      • Anonimo scrive:
        Re: Cara Grassman non ho sbagliato
        Sono d'accordo...le raccomandate AR funzionano fino ad un certo punto...un disdetta di ISDN va bene....a parte ilf atto che la sottoscritta ha dovuto scrivere ben 3 diverse raccomandate prima di disdire il canone RAI per decesso di una vecchia zia...ed alla fine ho dovuto aggiungere il certificato di morte...una vergogna!!Eppoi...con questi colossi telefonici, che apposta si rimbalzano la palla, a che serve una raccomandata?? Se non interviene un avvocato per un'azione legale la raccomandata può anche finire nel cestino!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Cara Grassman non ho sbagliato
        - Scritto da: nmarino
        poichè ai fax ho fatto seguire le
        raccomandate con ricevuta di ritorno (AR)
        proprio perchè so che in sede legale
        possono contestare sia il fax che le
        e_mail...ma sin'ora non ha sortito alcun
        esito!Beh se le cose stanno cosi' tu contesta il fatto che non hai firmato nessun contratto. Non e' possibile che per attivare un servizio basta una chiamata, mentre per disattivarlo un fax o una chiamata non e' sufficiente, ma ci vuole per forza una raccomandata.
  • Anonimo scrive:
    come la mettiamo con i numeri di cell?
    Se a loro interessa garante o non garante i nostri numeri dicellulare,indirizzi email,e autorizzeremo anche l'invio si spam!Ne sentiremo delle belle!!!augi
  • Anonimo scrive:
    Manuale d'uso dei call center e affini..
    Regola 1: mai dire SI al telefono, qualsiasi sia la domanda...molti dei contratti fatti via telefono infatti si basano sulla registrazione delle telefonata stessa...fosse mai che fanno un COPIA-INCOLLA e quel SI lo mettono da un'altra parte...Regola 2: gli operatori devono parlare con l'intestatario del telefono.Per la legge sulla privacy, se voi non avete dato previo consenso ad essere contattati appositamente, loro possono chiamare solo colui che risulta intestatario dall'elenco telefonico. Se chiedono di qualcun altro, sbarazzatevene chiedendo da dove hanno preso i vostri dati personali. Nel caso vi contattino per l'ADSL, se chiedono della "persona che usa internet", dite che nessuno usa internet...Al che dovrebbero avere il coraggio di dire che sanno da altre fonti che il vostro numero accede ad internet. E qui scatta nuovamente la legge sulla privacy...con quale diritto accedono a questo dato personale??Regola 3: non fidatevi di ciò che vi dice l'operatore. Non fanno il vostro interesse, ma il loro! Ed il loro interesse è farvi sottoscrivere il contratto, perchè vengono pagati con una percentuale sui contratti portati a casa! Per l'ADSl ho snetito dire da un operatore che potevo sottoscrivere il contratto anche se so che la mia zona non è coperta, tanto poi se davvero la mia zona non è coperta, non mi arriva a casa niente da pagare...Non fidatevi!Regola 4: verba volant scripta manent! Preferite sempre avere un pezzo di carta in mano per qualsiasi servizio richiesto! Quindi, se dovete sottoscrivere un contratto, andate sul sito, scaricatevi il modulo, andate in un negozio convenzionato, ma non per telefono!! Anche quando chiedete la disattivazione di un servizio, verificate che sulla successiva bolletta sia segnato. Per esempio, la disattivazione dei numeri 709...qualcuno l'ha dovuta richiedere ben 3 volte, prima di vedere davvero il servizio disattivato!Regola 5: Se avete fatto la frittata, non c'è fax, email o telefonata che tenga...si perdono nel mare della loro burocrazia e là in mezzo non gliene frega niente a nessuno di voi e del vostro telefono. Avvocato, meglio se bravo. E comunque rendere noto a tutti il sorpruso che avete subito servirà ad altri per evitare di cadere nel stesso tranello.
  • nmarino scrive:
    una operatrice di tele2
    che ho trovato dal Giudice di Pace mi ha detto spudoratamente: "ha torto: basta dare il nome e cognome e la data di nascita e si intende firmato il contratto".Le ho citato il codice civile..e con non curanza mia ha risposto "ah..se la mette così"..ed è andata.
    • Anonimo scrive:
      Re: una operatrice di tele2
      Oh bello cosi' chiunque che conosce la mia data di nascita puo' telefonare a fare contratti a nome mio a mia insaputa...
    • Anonimo scrive:
      Re: una operatrice di tele2
      Beh, le riporto un'esperienza di questi giorni.Volevo, ripeto VOLEVO attivare un contratto con Tele2 solo per internet di mia figlia...ci crede che ci sono riuscita solo dopo 4 telefonata e 6 email??Il problema era dato dal fatto che sul sito si può attivare la sottoscrizione solo se si intende pagare con RID bancaria (se li tolgono dal conto corrente), ma mia figlia si dve pagare la sua bolletta da sola, con il bollettino postale. Nelle FAQ del sito, scrivono che è possibilissimo attivare il pagamento con bollettino, ma non dicono ne come ne dove.Ho scritto ben 6 email all'indirizzo dei contatti web per le sottoscrizioni, ed una signorina un po' tonta continuava a chiedermi di mandarle i miei dati: nome, cognome, codice fiscale, numero telefonico, numero conto, cab e abi...ma se ti ho appena scritto che voglio pagare via bollettino postale??Quando ho sottolineato più volte questo concetto, non mi ha più risposto....................Poi mia figlia ha cercato di fare la sottoscrizione via telefono (avrei preferito qualcosa di scritto) e si è persa nei meandri dei menù a tastiera...Finalmente abbiamo trovato un operatore disponibile...ma finchè non vedo il contratto scritto, mi rimane qualche dubbio...
    • noccioletta scrive:
      Re: una operatrice di tele2
      Se questo e' il livello professionale di chi lavora a Tele2 (vedendone il sito sembrano dei gran professionisti, la solita apparenza che inganna)...AIUTO!!!Ho chiesto l'adsl Tele2 sul numero Telecom,cosa succedera' ora non posso predirlo, vistol'andazzo...AIUTO!!!Che paese di improvvisati!!Nicoletta (2)==================================Modificato dall'autore il 21/07/2004 18.14.03
    • Anonimo scrive:
      Re: una operatrice di tele2

      che ho trovato dal Giudice di Pace mi ha
      detto spudoratamente: "ha torto: basta dare
      il nome e cognome e la data di nascita e si
      intende firmato il contratto".Grande! Faccia così, cerchi nome, cognome, data di nascita (e con queste per soprappiù calcoli il codice fiscale) della tale operatrice ed ordini a suo nome 7 Lamborghini Murcielago, una per ogni giorno della settimana!
      Le ho citato il codice civile..e con non
      curanza mia ha risposto "ah..se la mette
      così"..ed è andata.Eh, purtroppo per alcuni italioti come quella tizia, alcuni sono più uguali di altri davanti alla legge... basta avere alle spalle un gruppo di potere, creare regolamenti e alambicchi vari in perrenne ed aggrovigliata contraddizione e lasciare il tapino che si è incastrato con l'onere della prova della propria innocenza che procede attraverso l'impossibile sbrogliamento della matassa normativa che hanno potuto creare essendo potenti.Basterebbe che fosse realmente automatica l'applicazione dei livelli legislativi superiori e lei potrebbe strappargli le fatture, andargli direttamente in tacsa a chiedere i danni e avere la precedenza nel farsi riparare il distacco semplicemente citando il codice civile.Il vero problema è che questa gente in barba alle leggi ha il potere di metterci le mani in tasca e vandalizzare i servizi appoggiandosi a regolamenti illegali ed incostituzionali che vengono approvati perchè sono in mezzo al gran calderone verboso e volontariamente inestricabile di leggi leggine e normative speciali che danno a chiunque abbia potere normativo o legislativo la chance di fare credere di avere ragione e minacciare il cittadino meno potente anche se sta dalla parte della legge e della costituzione, e la possibilità materiale di vandalizzarlo senza seriamenterisonderne in tempo utile.Che schifo!
  • Anonimo scrive:
    stesso problema con adsl
    mi e' successa una cosa simile,con l'adsl di libero,ho pagato per 1 anno un'adsl mai funzionante (parliamo di 75mila lire al mese) ,nonostante avessi chiesto il rimborso e l'accredito dei soldi che mensilmente continuavo a sborsare, ho fatto disdetta BEN prima dei 60 gg previsti con raccomandata a/r (da gennaio per novembre,tanto per capirci) e scaduto l'anno di normale contrattualita' adsl hanno continuato a mandarmi le bollette dell'adsl per altri sei mesi !!!!alla fine ho deciso di nn pagare piu nulla,nemmeno il consumo telefonico, e sono passato a fastweb: il bello e' che ancora continuano a cercarmi per le bollette arretrate quando sono loro che dovrebbero pagarmi!!!appena si presenterà qualcuno qui a casa mostreto' la mia bella raccomandata a/r e il contratto che doveva staccarmi da telecom (ho aspettato 1 anno e mezzo invano,continuando a pagare il canone), cosa che tra l'altro e' stata anche una salvezza,perche' in qs modo sono riuscito a passare facilmente a fastweb senza dover cambiare numeroil vero problema delle compagnie telefoniche e' il customer care,nn c'e' cura del cliente
  • Anonimo scrive:
    Tempi duri per le compagnie.
    Leggete qui, mi auguro che almeno tutte le proposte commerciali tramite call center finiscano.http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/07_Luglio/21/elenco.shtml
  • Anonimo scrive:
    e' successo
    mi e' capitato di ricevere telefonate con domande invadentiquello che e' sconcertante e' che basta dire si a certe domande e loro possono scollegarti da Telecom senza che tu abbia firmato niente...direi che il paraone con un truffatore e' piu che legittima..............VERGOGNAAAAAA...................
  • nmarino scrive:
    Re: l'obiettivo che avevo era proprio
    quello di trovare altre persone che hanno subito lo stesso abuso. Potremmo sempre decidere una azione comune e chiedere il rimborso dei danni ma soprattutto portare il problema all'attenzione dei media. Credo poi che questo sia il danno maggiore che a queste società si può arrecare. Ed i media ti prendono in considerazione soltanto quando fa notizia e forse se si è in molti..divnta una notizia!!nicoletta
    • Anonimo scrive:
      Re: l'obiettivo che avevo era proprio
      Nicoletta, pur con tutta la solidarietà insisto.... sono cose che si fanno tramite un legale, e non col fai da te...... E comunque i singoli casi non sono cumulabili, al massimo si può sperare che qualcuno vi dia attenzione a livello di media con delle lettere. Io ho agito da sola in quanto legale.
  • Anonimo scrive:
    E' evidente che sono in cattiva fede
    Altrimenti come si spiega che chiedono tutti i dati "solo nell'eventualità che il contratto diventi definitivo" e poi magicamente il contratto diventa definitivo?Altrimenti come si spiega che Fastweb (e anche gli altri...) non fa nulla per stroncare questi comportamenti?Altrimenti come si spiega che con la normale diligenza Fastweb non riesca a far annullare a Telecom la richiesta di disattivazione?Altrimenti come si spiega che queste agenzie esterne furbine continuano a lavorare da anni?
  • Anonimo scrive:
    articolo 700 codice di procedura civile
    in caso di danni immediati si può richiedere la procedura d'urgenza per il giudizio civile, che verrà emesso entro 15 giorni
  • Anonimo scrive:
    sono bravi a vendere l'acqua fritta
    pure io subito una bella fregatura: la videostation. a sentir loro sembrava un fantastica offerta da non perdere, soprattutto perché quando me la offrirono c'era il contributo governativo. invece, lo dico onestamente, la videostation mi fa rimpiangere la "televisone vecchio stile". basti dire che per giorni interi non ho l'audio oppure si sente un suono uniforme e acuto che assorda. inoltre spesso si blocca e talvolta, quando la spengo, si riavvia da sola! non è mai servito a niente telefonare. lei dimostra di avere una notevole pazienza... io ho preferito accettare la fregatura e mettere in cantina quell'aggeggio inutile. certo che però non mi farò fregare una seconda volta. alla fine, sul lungo tempo, ci perdono pure loro!p.s.: da notare che quando uno vuole "comprare" qualcosa basta telefonare e tutto è (sin troppo) automatico, come lei ha confermato. quando però si vogliono disdire offerte e promozioni bisogna ricorrere ai metodi degli anni 60: lettere raccomandate con ricevuta di ritorno con provvedimenti che diventano operativi(?) dopo 60 giorni.Carlo
  • 1963tiziano scrive:
    anche a me lo stesso episodio
    Cara Nicoletta,se ti può consolare anche a me è successa la stessa identica situazione, inoltre vorrei rispondere al lettore che consigliava di far scrivere una lettera da un avvocato...Ho consultato un avvocato che...si è rifiutato di occuparsi di questa vertenza perchè Telecom e Fastweb sono troppo potenti per riuscire ad averne ragione...(esempio) In quale film di fantascienza un giorno riusciremo a vedere i tabulati Telecom con scritti in chiaro tutti i numeri che abbiamo chiamato dal nostro telefono? :-)Siamo in Italia quindi occorre rassegnarsi al tramonto della giustizia e del diritto.CiaoTiziano
    • nmarino scrive:
      Re: caro Tiziano
      io credo come te che non sia un errore: l'ho quasi accertato ma invece non concordo con te quando dici che non possiamo fare nulla. Credo che ciascuno debba fare qualcosa: se riusciamo a essere in tanti qualcosa cambierà.Stamane ad esempio ho scoperto che presso le Camere di Commercio si può aprire una istanza di conciliazione o arbitrato. Le CCIA chiamano coloro che sono coinvolti e li invitano a incontrarsi. Se funziona vi farò sapere.Ieri ho mandato la descrizione dei fatti ad un deputato perchè tragga dai fatti elementi utili per porre il problema della tutela dei cittadini nel "libero mercato delle telecomunicazioni".Non ho intenzione di fermarmi.ciaonicoletta
      • DuDe scrive:
        Re: caro Tiziano
        - Scritto da: nmarino
        io credo come te che non sia un errore: l'ho
        quasi accertato ma invece non concordo con
        te quando dici che non possiamo fare nulla.
        Credo che ciascuno debba fare qualcosa: se
        riusciamo a essere in tanti qualcosa
        cambierà.
        Stamane ad esempio ho scoperto che presso le
        Camere di Commercio si può aprire una
        istanza di conciliazione o arbitrato. Le
        CCIA chiamano coloro che sono coinvolti e li
        invitano a incontrarsi. Se funziona vi
        farò sapere.
        Ieri ho mandato la descrizione dei fatti ad
        un deputato perchè tragga dai fatti
        elementi utili per porre il problema della
        tutela dei cittadini nel "libero mercato
        delle telecomunicazioni".
        Non ho intenzione di fermarmi.
        ciao
        nicolettaCiao Nicoletta, ti auguro che la cosa si risolva in tuo favore e nel piu' breve tempo possibile.Quello che mi domando, ma perche' ogni volt che noi cittadini dobbiamo far valere i nostri diritti, dobbiamo sbatterci e non poco? sempre in giro per uffici, avvocati, soldi, e via dicendo, tu evidentemente hai sia la caparbieta' ( e' cio' e' ammirevole) ed anche il tempo di poter fare cio', ma moltissimi italiani non sono nelle tue condizioni, e' su questo che secondo me si dovrebbe poter fare qualcosa, quando le grosse aziende stato compreso pretendono da te qualcosa, via di corsa, ma quando io cittadino pretendo qualcosa che mi spetta di diritto, devo sbattermi e non poco, per la pensione di invalidita' di mio padre, abbiamo dovuto aspettare 5 anni, pero' quando io devo pagare che so una multa, o altro, azz, come si sbrigano, perche' non ci deve essere la stessa solerzia in ambo i casi? perche' per attivare basta zero, ma per disattivare ci voglioni tempi biblici e la firma del presidente della repubblica? Ovvio che non lo chiedo a te ma era una riflessione su come lo stato in primis e le grandi aziende in secundis, ci trattano.Rinnovo i miei aguri per la tua "battaglia" Antonio
      • 1963tiziano scrive:
        Cara Nicoletta :-)
        Cara Nicoletta,ti ringrazio per la cortese risposta, sei proprio una donna in gamba (ne occorrerebbero molte di più! :-)Come giustamente diceva un lettore, per seguire tutte queste vicende occorre molto tempo, purtroppo chi lavora duramente per mandare avanti una famiglia non ha più nè tempo nè voglia per seguire tutto e tristemente...rinuncia a far valere i propri diritti.Un giorno parlavo con un'avvocatessa la quale mi riferiva: "insegnano al primo anno di diritto che la giustizia non esiste..." non so se sia vero o molto pessimistico però ogni giorno tocchiamo con mano e sulla nostra pelle che non siamo così lontani da questa constatazione...Ti ammiro molto per la tenacia, la determinazione e la forza d'animo che dimostri, ti auguro di vincere la battaglia con piena soddisfazione!...aggiungo per concludere che per quanto negativo questo caso non raggiunge il "bottom" che ho potuto riscontrare nel caso della Sanità...spero che tu non abbia mai avuto esperienze negative di questo tipo...nel mio caso ti posso solo dire che ho perso il padre per un caso di "malasanità" per cui il caso dei gestori telefonici mi è sembrato al confronto una sciocchezza...Ciao, un abbraccioTiziano
    • Anonimo scrive:
      Re: anche a me lo stesso episodio
      - Scritto da: 1963tiziano
      Cara Nicoletta,

      se ti può consolare anche a me
      è successa la stessa identica
      situazione, inoltre vorrei rispondere al
      lettore che consigliava di far scrivere una
      lettera da un avvocato...

      Ho consultato un avvocato che...si è
      rifiutato di occuparsi di questa vertenza
      perchè Telecom e Fastweb sono troppo
      potenti per riuscire ad averne ragione...

      (esempio) In quale film di fantascienza un
      giorno riusciremo a vedere i tabulati
      Telecom con scritti in chiaro tutti i numeri
      che abbiamo chiamato dal nostro telefono? :)

      Siamo in Italia quindi occorre rassegnarsi
      al tramonto della giustizia e del diritto.
      Anche a me hanno tagliato la linea per errore, io so come vanno queste cose e ho accettato di mettere l'adsl con la promessa di avere subito la fibra.La cosa comunque non mi ha risparmiato ulteriori casini che non sto qui a raccontare.Ora sto meditando di togliere fastweb e di mettere una adsl 640/256 NGI senza mettere il telefono fisso, userò solo il cellulare. Entro agosto non c'è da pagare l'attivazione per via del contributo statale.Così non vedrò più quel numero maledetto che mi hanno dato, io ho un'ottima memoria ma ancora adesso non riesco a memorizzarlo perché lo odio a morte.
      • 1963tiziano scrive:
        Re: anche a me lo stesso episodio
        Ciao!gentilmente potresti indicarmi come attivare la soluzione 640/256NGI ?Probabilmente è un'ottima soluzione!Ciao e grazie.Tiziano
        • Anonimo scrive:
          Re: anche a me lo stesso episodio
          - Scritto da: 1963tiziano
          Ciao!

          gentilmente potresti indicarmi come attivare
          la soluzione 640/256NGI ?
          Probabilmente è un'ottima soluzione!

          Ciao e grazie.

          Tizianointernet.ngi.ito direttamentef5.ngi.itio ce l'ho e lavorano davvero bene, avrò avuto 10 minuti di down in 6 mesi.
  • Anonimo scrive:
    OCCHIO X OCCHIO...DENTE X DENTE
    Ragazzi fate cosi'.Quando vi chiama uno del call center, cercate di avere lo stesso comportamente che loro hanno con voi.Allora, loro di solito chiamano da un numero anonimo.Loro sanno gia' il vostro cognome e nome. Chiedete anche se conoscono anche la vostra via se per caso stanno certando un omonimo. Una volta accertati che l'operatore conosce tutti questi vostri dati passate al contratacco.Chiedete il suo nome:--Vi dira' un nome di battesimo, ad esempio dira' :" Ciao sono Elena".Poi chiedete il loro cognome il loro indirizzo ed il loro numero di telefono dato che loro conoscono tutto di voi, mentre voi state parlando con uno sconosciuto.Fatevi dare anche il numero della line telefonica da dove sta chiamando.Se vi da tutti i dati allora chiudete il telefono e chiamate il numero per accertarvi che i dai sono veri. Solo allora vi fate richiamare e potete dire che la loro offerta commerciale non vi interessa.Se, come presumo, non vi daranno nessun dato, spiegate che non e' questa la vostra prassi, che non e' educato parlare con la gente senza presentarsi, quando poi dell'altro si hanno molti dati personali come telefono, cognome e residenza e diteli che sono dei grandi maleducati e che non parlate con degli sconosciuti.Vedrete che vi lasceranno in pace ........PER SEMPRE.
    • Anonimo scrive:
      Re: OCCHIO X OCCHIO...DENTE X DENTE
      Bella forza...ma lo sapete che i nomi degli operatori di call center SONO ASSOLUTAMENTE FITTIZI??? L'unica cosa vera per ritrovare la stessa persona è il codice operatore, e solo l'azienda per cui lavorano (in genere un'esterna a Telcom o affini, tutti i call center sono in sub appalto) sa veramente di chi si tratta!
  • Anonimo scrive:
    Bisogna essere tutti avvocati!
    E fargli un c**o cosi' a questa gentaglia!!! :@:@:@
  • Anonimo scrive:
    Salve sono della TELECOM...
    Cosi' cominciano le telefonate dei varii rappresentanti telecom che arrivano a casa per proporre l'ADSL.Se li interrogate scoprite che questi hanno poco a che fare con la Telecom sono solo dei rivenditori di rivenditori di rivenditori di servizi Telecom ma si presentano come Telecom.Se vi chiamano non fatevi impressionare da quello che dicono o quello che dicono di essere.
  • fcotroneo scrive:
    Utenze telefoniche e mancata disdetta
    Nell'era dei call center (che sono un bene quando sono utilizzati bene) può capitare anche di peggio. Io ho traslocato in una nuova abitazione a fine maggio. Ho informato il 187 due mesi prima. Mi hanno informato che la procedura è di chiamare dieci giorni prima e poi loro fanno il trasloco entro i dieci giorni. Ho fatto come mi hanno detto. Nessuno è venuto a far nulla. Il 30 maggio ho consegnato le chiavi del vecchio appartamento al proprietario. Ho richiamato il 187. Ho spiegato che non ho più il controllo della mia (ex?) linea, e che quindi è opportuno che la disattivino. L'operatore mi ha detto che lo farà e che solleciterà il trasloco. Non capita nulla. Richiamo il 187 e un'operatore mi dice che il mio vecchio numero è ancora attivo e che la loro procedura per il trasloco non prevede la cessazione, ma il trasferimento, quindi il mio vecchio numero sarà attivo finchè non sarà trasferito al nuovo appartamento. Spiego che non posso controllare eventuali chiamate e costi su quel numero. Non interessa, ciò che conta è la procedura. Chiedo di parlare con un responsabile. Non c'è. Riprovo a chiamare il 187 nei giorni successivi. Ognuno ti dice un nome di battesimo ma nessuno ti da le generalità ed il recapito di un responsabile. Non viene aperta una pratica (o almeno non è prevista la comunicazione al cliente), con un numero ed il nome del responsabile (come dovrebbe accadere). Ogni volta che richiamo il 187 parlo sempre con una persona diversa. Se mi capita l'operatore sbagliato mi chiude il telefono in faccia o mi dice che gli sto facendo perdere tempo. Un tecnico Telecomitalia viene finalmente a casa mia. Vuole togliere l'ISDN del vecchio inquilino e mettere la linea normale. Gli spiego che il vecchio inquilino ha traslocato e ora ci abito io. Non può fare nulla e se ne va, invitandomi a rivolgermi al 187. Insisto con il 187. Finalmente penso di parlare con uno che dice di essere responsabile, che però si rifiuta di darmi le sue generalità e un suo recapito per contattarlo, in quanto non è la prassi. Comunque decide che la soluzione per me è quella di annullare il vecchio numero e di assegnarmene uno nuovo. Mi arrendo e accetto. Mi dice che sarò contattato in pochi giorni da un tecnico. Alla sera mia moglie per chiedere qualche altra informazione. La nuova operatrice del 187 le spiega che è tutto sbagliato, non dovevamo avere un nuovo numero e che devo aspettare il trasloco del vecchio, che sarà sollecitato, e che intanto il mio vecchio numero non può essere cessato. Intanto mi arriva la bolletta telecom che recupero dal vecchio indirizzo. Vi sono spese (canone ISDN anticipato relative ai mesi di giugno e luglio). :@ Mi arrabbio seriamente. Chiamo il 187 più volte e gliene dico di tutti i colori :@. Intanto un tecnico lascia un messaggio alla segreteria telefonica del mio cellulare dicendomi che non riesce mai a trovarmi (il mio cellulare mi avvisa sempre delle chiamate o si attiva la segreteria, e questa è la prima di telecom), ma non lascia un recapito per richiamarlo. Mi rifiuto di richiamare il 187. Lo fa mia moglie varie volte. Ottiene nuovamente l'apertura di un nuovo numero. Per la bolletta ottiene il rimborso della differenza tra il canone ISDN ed il canone normale, non ho capito perchè. Chiamo io e spiego che non pago più nulla e che voglio userò il telefonino come telefono di casa, anche se pago di più purchè non abbia più a che fare con Telecomitalia (nella mia nuova abitazione non è ancora arrivata Fastweb. Dopo qualche giorno mi chiama al cellulare un responsabile incaricato del rimborso. Gli racconto la situazione. E' molto gentile. Mi dice che un tecnico mi contatterà al più presto, mi dice che se pago la bolletta nella prossima avrò il rimborso di tutto il canone ISDN di giugno e luglio e che poi dovrò chiedere il rimborso o l'annullamento di eventuali bollette successive sul vecchio numero (80 euro di adsl, canone ISDN ed eventuale traffico fatto chissà da chi). Io le spiego che siccome verba volant, mi dica almeno chi è, ma non è la prassi. Mi fido, decido di pagare la bolletta. Effettivamente dopo alcuni giorni un tecnico mi contatta al cellulare chiendendomi l'autorizzazione a staccare il mio vecchio numero. Gli dico che non è più il mio numero, lo stacchi pure, doveva essere staccato due mesi fa. Mi dice che intorno al 22 luglio, domani è prevista l'attivazione del nuovo numero. Sono in attesa. Intanto è quasi due mesi che sono senza telefono ed ho un numero con ISDN, ADSL flat da 40 euro mese, affitto modem, ecc. in un appartamento che non affitto più da quasi due mesi. Io non so chi mi tutela per i danni che ho subito e per quelli che potrei subire ancora per questa vicenda e per vari altri "disservizi"che periodicamente si verificano. Certo è che la situazione caotica del mondo dei servizi di telecomunicazione richiederebbe interventi a garanzia degli utenti, non essendo il mercato ancora maturo per autoregolarsi e per fornire servizi qualitativamente accettabili. Ad esempio si potrebbe:1) Richiedere alle aziende che richiedono o rinnovano le licenze di operatori TLC di dotarsi almeno di un Sistema di gestione per la qualità e di farlo certificare come conforme alla norma ISO 9001.2) Modificare il sistema tariffario attuale introducendo il diritto dell'utente a conoscere in anticipo quanto spende accedendo o attivando un qualunque servizio, e ad avere la garanzia che l'operazione di attivazione o di accesso sia gestita utilizzando sistemi di autenticazione, in maniera da evitare che possa essere fatta a sua insaputa.3) inrodurre regole certe ed efficaci sull'attivazione e soprattutto sulla cessazione di servizi (tempi, costi, modalità, risarcimenti e anche penali in caso di disservizi gravi).
  • Anonimo scrive:
    Solito consiglio
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=673780
  • Anonimo scrive:
    La causa di tutti i mali.
    La causa di tutti i mali sapete qual'e'? Siccome in Italia siamo tutti approfittatori allora togliamo la possibilita' di fare contratti via telefono. Che si ritorni ai vecchi contratti firmati su foglio con la vecchia Biro e molti di questi problemi si eviteranno.
    • Anonimo scrive:
      Re: La causa di tutti i mali.
      - Scritto da: Anonimo
      La causa di tutti i mali sapete qual'e'?
      Siccome in Italia siamo tutti approfittatori
      allora togliamo la possibilita' di fare
      contratti via telefono. Che si ritorni ai
      vecchi contratti firmati su foglio con la
      vecchia Biro e molti di questi problemi si
      eviteranno.i contratti devono essere firmati anche oggi ma falsificano le firme
      • Anonimo scrive:
        Re: La causa di tutti i mali.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        La causa di tutti i mali sapete qual'e'?

        Siccome in Italia siamo tutti
        approfittatori

        allora togliamo la possibilita' di fare

        contratti via telefono. Che si ritorni
        ai

        vecchi contratti firmati su foglio con
        la

        vecchia Biro e molti di questi problemi
        si

        eviteranno.

        i contratti devono essere firmati anche oggi
        ma falsificano le firmeFalso, io ho sottroscritto il mio abbonamento adsl senza nessuna firma, ma solo chiamando il call center. Mi e' solo arrivato a casa una lettera chemi mi avvisava che era stata attivata la linea adsl alla mia utenza, tutto qui.Che ci provino a falsare le firme. Tanto li non e' come una telefonata dove non ci sono prove, ma una firma falsa, dopo una perizia, si riconsce.:D
  • Anonimo scrive:
    X la signora
    Si rivolga ad un avvocato per ottenere un risarcimento, tanto le spese legali le paga la compagnia. :p
    • Anonimo scrive:
      Re: X la signora
      - Scritto da: Anonimo
      Si rivolga ad un avvocato per ottenere un
      risarcimento, tanto le spese legali le paga
      la compagnia. :pavvocato della compagnia: "signora perchè a fornito i numeri di conto bancario etc se non voleva firmare il contratto?"signora: "me li hanno chiesti per darmi informazioni"a.d.c:"prove? registrazioni?"sig:"NO"verdetto:1-si tiene il contratto.2-paga il suo avvocato3-paga l'a.d.c4-si prende una ramanzina dal giudice sulla distribuzione di dati personali.ps:ovviamente per me la sig.ra ha ragiona, ma NON è PROVABILE
      • Anonimo scrive:
        Re: X la signora
        - Scritto da: Anonimo
        avvocato della compagnia: "signora
        perchè a fornito i numeri di conto
        bancario etc se non voleva firmare il
        contratto?"Bene nessun contratto firmato 1-0 per la signora.
        signora: "me li hanno chiesti per darmi
        informazioni"
        a.d.c:"prove? registrazioni?"
        sig:"NO"Avvocato della signora "che la compagnia fornisca prove o registrazioni telefoniche che dimostrino che la signora affermava di volere l'attivazione"a.d.c. " nessuna prova o registrazione"Ancora 1-0 per la signora.
        verdetto:
        1-si tiene il contratto.
        2-paga il suo avvocato
        3-paga l'a.d.c
        4-si prende una ramanzina dal giudice sulla
        distribuzione di dati personali.

        ps:ovviamente per me la sig.ra ha ragiona,
        ma NON è PROVABILEConclusioni, le compagnie se lo prendono in quel posto, paga la signora, l'a.d.s e l'a.d.c.
        • Anonimo scrive:
          Re: X la signora
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo

          avvocato della compagnia: "signora

          perchè a fornito i numeri di
          conto

          bancario etc se non voleva firmare il

          contratto?"

          Bene nessun contratto firmato 1-0 per la
          signora.


          signora: "me li hanno chiesti per darmi

          informazioni"

          a.d.c:"prove? registrazioni?"

          sig:"NO"

          Avvocato della signora "che la compagnia
          fornisca prove o registrazioni telefoniche
          che dimostrino che la signora affermava di
          volere l'attivazione"
          a.d.c. " nessuna prova o registrazione"

          Ancora 1-0 per la signora.


          verdetto:

          1-si tiene il contratto.

          2-paga il suo avvocato

          3-paga l'a.d.c

          4-si prende una ramanzina dal giudice
          sulla

          distribuzione di dati personali.



          ps:ovviamente per me la sig.ra ha
          ragiona,

          ma NON è PROVABILE

          Conclusioni, le compagnie se lo prendono in
          quel posto, paga la signora, l'a.d.s e
          l'a.d.c.ps: devono registrare la conversazione per far accettare il contratto????non lo sapevo.per me non registrano niente.poi: qualcuno sa se sono tenuti a registrare qualcosa per far "firmare il contratto 'a voce' "
          • Anonimo scrive:
            Re: X la signora
            - Scritto da: Anonimo
            ps: devono registrare la conversazione per
            far accettare il contratto????
            non lo sapevo.
            per me non registrano niente.

            poi: qualcuno sa se sono tenuti a registrare
            qualcosa per far "firmare il contratto 'a
            voce' "Appunto e se non riescono a dimostrare che la signora effettivamente ha sottroscritto un "contratto a voce", magari con una registrazione, si attaccano al tram.:D
          • Anonimo scrive:
            Re: X la signora
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo

            ps: devono registrare la conversazione
            per

            far accettare il contratto????

            non lo sapevo.

            per me non registrano niente.



            poi: qualcuno sa se sono tenuti a
            registrare

            qualcosa per far "firmare il contratto
            'a

            voce' "

            Appunto e se non riescono a dimostrare che
            la signora effettivamente ha sottroscritto
            un "contratto a voce", magari con una
            registrazione, si attaccano al tram.:Dno, dai, parla seriamente....puoi darmi qualche link sull'obbligo dei provider di registrare (voce) il contratto??
          • Anonimo scrive:
            Re: X la signora
            - Scritto da: Anonimo
            no, dai, parla seriamente....
            puoi darmi qualche link sull'obbligo dei
            provider di registrare (voce) il contratto??No scusa forse sono stato frainteso. Io non ho mai affermato che i provider sono obbligati a registrare il contratto a voce. Ho solo detto che se la signora non puo' dimostrare che effettivamente nella converazione con i call center non ha chiesto nessuna attivazione, magari fornendo una registrazione della conversazione, altrettanto vale per la compagnia e cioe' se quest'ultima non ha nessuna registrazione che dimostri che la signora ha sottoscritto il contratto a voce mediante una registrazione la compagnia si attacca al tram.Per quando riguarda il mio parere personale, forse lo fanno gia' o dovrebbero farlo per tutelarsi di piu', ma questo rimane solo una mia opinione.Sta di fatto che se lo fanno non lo rendono noto nemmeno a agli operatori del call center.
    • nmarino scrive:
      Re: X il signore!
      non mi piace chi parla firmandosi come "Anonimo".Comunque c'è un dato di fatto: è vero:- io non posso dimostrare di non aver dato un OK verbale ;- ma nemmeno loro possono dimostrare che io l'abbia dato;Inoltre Fastweb non ha alcun pezzo di carta da me firmato: ho già richiesto a Telecom di farmi "visionare" quanto trasmesso da Fastweb per disdire la mia linea telefonica.Credo che in sede di trattativa questa dichiarazione dovrà venir fuori ed allora:- ci sarebbe la prova che Fastweb ha dichiarato il falsoe se non dovesse esserci alcuna dichiarazione scritta da fastweb a telecom allo quest'ultima:- non solo ha violato i termini di contratto regolati dal codice civile;- ha anche omesso di acquisire la richiesta da parte del sedicente nuovo operatore.ciaonicoletta
  • Anonimo scrive:
    ..la via vecchia..
    Chi lascia la via vecchia per la nuova, sa cosa perde e non sa cosa trova....I vecchi proverbi la sanno lunga.Mai dare nulla per avere informazioni, se vogliono dartele si accontentano di una mail e/o un telefono meglio se cellulare.E pensarci bene prima di lasciare il proprio operatore.
  • Anonimo scrive:
    non e' un caso
    tutte queste beghe burocratiche servono non solo a truffare il cittadino per pochi euro ma anche per ricordare al cittadino che contro gli ingranaggi della burocrazia non si puo' fare nulla e se questo avviene per uno stupido contratto telefonico immaginate un po' cosa succede in altri settori un po' piu' critici ma si sa che la massoneria occulta si serve di questo ed altro
  • robbino scrive:
    Non ci resta che ridere!!
    Saro ' breve.L'unica alternativa e' disdire tutti i contratti telefonici terrestri, abbonandosi a una compagnia GSM ed utilizzare il cellulare.Niente canone bimestrale, solo alla ricarica reperibilita' totale, internet a tariffa flat (magari non ad alta velocita' ma visto che si tratta di flat si puo navigare e se serve un download grosso lo si puo' fare dalla ditta ).
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ci resta che ridere!!
      - Scritto da: robbino
      Saro ' breve.
      L'unica alternativa e' disdire tutti i
      contratti telefonici terrestri, abbonandosi
      a una compagnia GSM ed utilizzare il
      cellulare.
      Niente canone bimestrale, solo alla ricarica
      reperibilita' totale, internet a tariffa
      flat (magari non ad alta velocita' ma visto
      che si tratta di flat si puo navigare e se
      serve un download grosso lo si puo' fare
      dalla ditta ).Per spendere di più e navigare di meno?GRANDE guadagno...:(
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ci resta che ridere!!
      - Scritto da: robbino
      Saro ' breve.
      L'unica alternativa e' disdire tutti i
      contratti telefonici terrestri, abbonandosi
      a una compagnia GSM ed utilizzare il
      cellulare.
      Niente canone bimestrale, solo alla ricarica
      reperibilita' totale, internet a tariffa
      flat (magari non ad alta velocita' ma visto
      che si tratta di flat si puo navigare e se
      serve un download grosso lo si puo' fare
      dalla ditta ).Bravo, e' esattamente quello che faccio io da quattro mesi.A casa navigo via GPRS con un cellulare e flat Wind a 19 euro al mese. la velocita' non e' entusiasmante ma mi basta per la posta e la navigazione.Quando sono fuori, uso lo stesso cellulare e lo stesso abbonamento per leggere la posta e navigare. Quando si parla di convergenza.... :)Giggi
  • Anonimo scrive:
    CONTROSENSO
    E' incredibile il comportamento di queste aziende:non si rendono conto che spendono milioni in (spesso ingannevole) pubblicità e poi basta un articolo di questo tipo (causato dalla loro noncuranza o desiderio di recuperare il denaro speso in pubblicità) per annullare gli effetti della loro promozione ed addirittura danneggiare la loro immagine.:No, forse non se ne rendono conto... fortunatamente esiste la legge del mercato, se non ti fai furbo chiudi. Ci vuole un po' di tempo, ma i risultati sono garantiti. 8)(ps sto pensando anche io di cambiare compagnia telefonica, dal momento che vengo quotidianamente assillato da richieste di attivazione ADSL da parte di Telecom nonostante le mie proteste al 187. Spero di non cadere dalla padella alla brace :s)
  • Anonimo scrive:
    Tento per provarci in tutti i modi
    Per fastWeb tenga presente che in base alla legge sulla privacy può chiedere di visonare tutti i dati in loro possesso, il contratto che dicono firmato e può anche deneciarli visto che stanno trattando i suoi dati senza una autorizzazione scritta.Non serve a molto, ma può aiutare.Per quanto riguarda telecom, le consiglio un avvocato, una bella lettera dove si indica tra l'altro che la loro interruzione immotivata le ha creto e le crea un danno economico e morale, e una situazione di rischio.E poi causa... non c'è niente da fare, alleghi tutti i documenti, provi con un altro giudice di pace (non tutti sono cosi, si faccia mettere per iscritto che non può accogliere la danuncia, vedrà come si muovono !!) o altrimenti denucia in questura per truffa e violazione di contratto.Meglio se con un avvocato, dentro un fatto osi ci sta tutto e niente ! Potrebbe anche denunciarli per qualcosa di molto serio, basta dichiarare e avere le prove che il mancato uso del telefono le ha creto un danno grave... tipo mal di testa cronico, esaurimento nervoso...
  • Anonimo scrive:
    Soluzione: NO FASTWEB
    Se è questo il modo in cui trattano i potenziali clienti, allora è meglio starne alla larga! :|Uomo avvisato, mezzo salvato.... 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Soluzione: NO FASTWEB
      - Scritto da: Anonimo
      Se è questo il modo in cui trattano i
      potenziali clienti, allora è meglio
      starne alla larga! :|Ma che dico larga, BANDA larga !AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH !! :D ehm... scusate... :$
      • Anonimo scrive:
        Re: Soluzione: NO FASTWEB

        Ma che dico larga, BANDA larga !

        AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH !! :D
        L'unica banda che ti danno è quella col trombone e la grancassa. :D
  • Anonimo scrive:
    meglio il tribunale subito
    incredibile che succedano queste cose...è successo pure a me con la isdn....aderito a offerta installazione gratuita...me la mettono in conto...chiamo per la restituzione dei soldi..me li ridanno...un anno dopo mi arrivano da pagare il doppio di quello che chiedevano (causa loro errore conteggio)ri-telefono e faccio presente che mi sembra che mi prendano per il c**** (dopo innumerevoli fax inviati senza risposta avuta)la bolletta successiva ricevo un accredito della somma come bonus di traffico (mahhh)ho deciso una cosa...se mi succede ancora qualcosa con delle compagnie telefoniche procedo così:fax per avvisarliraccomandata + ricevuta di ritorno sempre per avvisarli dopo 10gg dalla ricezione della raccomandata mi prendo un avvocato e li denuncio subito!!!!in ogni caso si finisce sempre dall'avvocato...meglio prima che poi!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: meglio il tribunale subito

      ho deciso una cosa...
      se mi succede ancora qualcosa con delle
      compagnie telefoniche procedo così:
      fax per avvisarli
      raccomandata + ricevuta di ritorno sempre
      per avvisarli
      dopo 10gg dalla ricezione della raccomandata
      mi prendo un avvocato e li denuncio
      subito!!!!

      in ogni caso si finisce sempre
      dall'avvocato...meglio prima che poi!!!e chi paga?alla fine loro ti pagano anche l'avvocato?
      • Anonimo scrive:
        Re: meglio il tribunale subito
        Si, se vengono condannati.- Scritto da: Anonimo



        ho deciso una cosa...

        se mi succede ancora qualcosa con delle

        compagnie telefoniche procedo
        così:

        fax per avvisarli

        raccomandata + ricevuta di ritorno
        sempre

        per avvisarli

        dopo 10gg dalla ricezione della
        raccomandata

        mi prendo un avvocato e li denuncio

        subito!!!!



        in ogni caso si finisce sempre

        dall'avvocato...meglio prima che poi!!!

        e chi paga?
        alla fine loro ti pagano anche l'avvocato?
  • Anonimo scrive:
    Estremi per tentata truffa e danni....
    .....ci sono tutti, la prima a carico fastweb. Serve un legale, ovviamente. Un appunto: avete fatto malissimo a dare i Vs.dati, compresi gli estremi bancari, senza voler sottoscrivere contestualmente un contratto. Non vedo a cosa potessero servire.
  • Anonimo scrive:
    Alla gogna elettronica !!
    Veramente scandaloso !!A questo punto mi chiedo se fastweb prendera' mai provvedimenti verso quell'operatore/i ......MA !?io sarei x la gogna elettronica x tutte le societa che agisconoin questo modo.....voglio vedere POI come si comportano!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Alla gogna elettronica !!
      - Scritto da: Anonimo
      Veramente scandaloso !!

      A questo punto mi chiedo se fastweb
      prendera' mai provvedimenti verso
      quell'operatore/i ......MA !?

      io sarei x la gogna elettronica x tutte le
      societa che agiscono
      in questo modo.....voglio vedere POI come si
      comportano!!!ma che diavolo dici?!!!credi che all'operatore importi fare quello che fa?credi che sia LUI la mente ?!!!!!!dio mio!ma tu non lavori da qualche parte?
      • Anonimo scrive:
        Re: Alla gogna elettronica !!
        dove lavoro io fortunatamente c'e molto senso di responsabilita' e disciplina quindi la si paga cara !!
  • Anonimo scrive:
    Credevo che sky fosse il peggio
    ... purtroppo vedo che non è così, a parte sky con cui andrei fuori tema, voglio segnalare che anche infostrada chiama a casa e propone "affaroni", come fastwebSe non si è intenzionati bisogna rispondere subito NO, NO, NO ed eventualmente se ti incastrano con un "forse" e propongono di confermare più tardi chiamando un numero automatico, non ignoratelo, chiamatelo subito e scegliete l'opzione 9 (cancello, rifiuto, non voglio ...) altrimenti è finita.Viva l'italia che vara portaerei e disprezza chi le paga.Max
    • Cavallo GolOso scrive:
      Re: Credevo che sky fosse il peggio
      - Scritto da: Anonimo
      ... purtroppo vedo che non è
      così,
      a parte sky con cui andrei fuori tema,
      voglio segnalare che anche infostrada chiama
      a casa e propone "affaroni", come fastweb
      Se non si è intenzionati bisogna
      rispondere subito NO, NO, NO ed
      eventualmente se ti incastrano con un
      "forse" e propongono di confermare
      più tardi chiamando un numero
      automatico, non ignoratelo, chiamatelo
      subito e scegliete l'opzione 9 (cancello,
      rifiuto, non voglio ...) altrimenti è
      finita. io propongo invece questo: dite all'operatore che chiamarete un call center e volete parlare per 15 volte sempre con la stessa persona .chiamerete voi, a caso, quando volete, nel prossimo mese .Se non riuscite a parlare almeno 10 volte con QUELLA persona, non farete alcun contratto.inoltre volete copia del contratto firmato e sottoscritto da loro, in originale.
  • Benny scrive:
    NELLE MANI DI CHI SIAMO??
    E' grottesco quanto accadutole, signora!...Il cittadino è nudo!
  • Cavallo GolOso scrive:
    GRANDISSIMA Nicoletta!
    Brava, brava e ancora brava! Non demorda! Eccezionale! Sono commosso dalla sua determinazione. Chissà quanto tempo le avranno fatto perdere... ma non ci si può fermare solo perchè si ha altro da fare. Questi maledetti ci contano, sul fatto che possono disperdere le nostre energie tra i loro call center, le lungaggini e le inefficienze simulate.La gente come lei è quella che vale davvero.Continui così, e ci tenga sempre informati, anche sul forum "Segnalazioni" magari, se non può pubblicare l'epilogo della faccenda.Grazie ancora, e coraggio!!!!!
    • DuDe scrive:
      Re: GRANDISSIMA Nicoletta!
      - Scritto da: Cavallo GolOso
      Brava, brava e ancora brava!

      Non demorda! Eccezionale! Sono commosso
      dalla sua determinazione. Chissà
      quanto tempo le avranno fatto perdere... ma
      non ci si può fermare solo
      perchè si ha altro da fare. Questi
      maledetti ci contano, sul fatto che possono
      disperdere le nostre energie tra i loro call
      center, le lungaggini e le inefficienze
      simulate.

      La gente come lei è quella che
      vale davvero.

      Continui così, e ci tenga sempre
      informati, anche sul forum
      "Segnalazioni" magari, se non può
      pubblicare l'epilogo della faccenda.

      Grazie ancora, e coraggio!!!!!nache io invito la ferrea Nicoletta, a non desistere, ma ragioniamo un attimo, possibile che ogni volta che noi utenti dobbiamo far valere i nostri diritti dobbiamo perdere tempo, soldi, e via cosi'? perche' siamo "prigionieri" degli operatori? io dico, ma porca paletta, ci mettono zero ad allacciarti, e per farli desistere, avvocati, tempo, soldi, mi pare un film dell'orrore! Quersto accade ogni volta che il cittadino deve essere rimbirsato, sia dallo stato che dai privati, ao' devi prendere la pensione che ti spetta, ci vogliono anni, e avvocati, lo stato ti chiede i soldi, e devi darglieli di corsa ma che diamine, non puo' funzionare cosi', spero che il legale di Nicoletta gli faccia i glutei a striscioline, almeno ci sara' un precedente, ma e' assurdo che bisogna perdere tempo, soldi, telefonate, etc, etc, c'e' gente che non lo ha il tempo, ce' gente che non li ha i soldi per pagare avvocati, per andare in giro
      • Anonimo scrive:
        Re: GRANDISSIMA Nicoletta!
        Purtroppo e' uno schifo...e non c'e' nulla da fare...Se un consumatore non paga (io ad esempio sono abbonato fastweb che ha *sempre* pagato regolarmente da 2 anni, e per una bolletta in ritardo di una quindicina di giorni (il mese di agosto, ero in vacanza...) mi sono subito arrivate le minacce legali.Loro invece mi hanno causato un sacco di problemi, e nonostante le ripetute proteste nulla da fare (anche un sacco di raccomandate con ricevuta di ritorno alle quali non ho mai avuto alcuna risposta)Sarei felice di mandare a stendere Fastweb, ma purtroppo la concorrenza non e' migliore :'(E in altri ambiti non e' meglio...Pensa che dove lavoro (una delle compagnie assicurative piu' famose sul territorio italiano) viene ordinato (ufficiosamente, ovviamente non lo mettono nero su bianco) di *CESTINARE* tutte le richieste e le proteste dei clienti ANCHE SE HANNO LEGALMENTE RAGIONE, a meno che non siano scritte da un avvocato su carta intestata.Idem per la garanzia degli oggetti che compri...per LEGGE dovrebbe fornirtela il negoziante che te l'ha venduto per GLI INTERI DUE ANNI, senza spese. Ma quasi sempre te la offre il negoziante solo per i primi giorni, e se ti rechi da lui dopo un anno ti dice di vedertela col produttore, con spese di spedizione ovviamente quasi sempre a tuo carico (mentre la legge prevede che la garanzia non debba avere alcuna spesa per il consumatore, spedizione inclusa!)Il problema e' che per i "grandi" infischiarsene della legge conviene: nel 99% dei casi il consumatore non ha voglia di impelagarsi in casini e perdite di tempo (e denaro!) ben superiori al danno economico subito, mentre nel restante 1% al massimo sono costretti a rispettare la legge.In ogni caso ci guadagnano.IMHO il problema si potrebbe risolvere se si imponessero salassi veramente *PESANTI* , con multe salate di varie migliaia di euro (magari meta' a beneficio del consumatore e l'altra meta' allo stato) ad esempio per un venditore che si rifiuta di OBBEDIRE ***SUBITO*** alla legge quando questa gli viene citata dal consumatore.Invece il consumatore si ritrova nella situazione di dover perdere un sacco di tempo per far valere i suoi diritti e l'unica cosa che ottiene alla fine e' di avere quei diritti che avrebbe dovuto avere DA SUBITO, ma nessuno gli ripaga il tempo perso e l'arrabbiatura
  • markoer scrive:
    Mi dispiace, ma ha sbagliato
    Lei non avrebbe mai dovuto spedire fax ed e-mail invocando clausole contrattuali ed articoli del codice civile. Lei avrebbe dovuto far scrivere una diffida da un avvocato molto, molto prima.Farsi scrivere una lettera da un avvocato non è affatto né complicato né costoso, ed evita moltissime grane, glielo assicuro.Purtroppo, a noi "comuni cittadini" non danno mai retta. Allora, usiamo le armi che abbiamo a disposizione.Cordiali saluti.
    • nmarino scrive:
      Re: non credo d'aver sbagliato
      e so bene che se affidassi ad un legale la questione potrei ricavarne qualcosa: per i tempi di riattivazione no, proprio no.Mi sono informata e so che presso i tribunali si può aprire una istanza d'intervento urgente ..peccato che per queste "bazzecole" nessun giudice la emette. Intanto dovrei aggiungere ai disservizi anche altri costi che in via teorica recupererei.Lo sa cosa mi hanno detto le associazioni consumatori che ho contattato ? Che sono state già presentate dinanzi ai giudici istanze simili alle mie ed è stato dato ragione a Telecom. Tutto ciò che si è ottenuto è stato il ripristino della linea tramite la procedura che l'utente ha pagato un nuovo contratto e l'operatore colpevole ha rimborsato.Allora perchè sto facendo questo? Forse perchè penso che si si crea una maggiore conoscenza altri cittadini non cadranno nella rete e insieme se la segnalazione del problema si amplia a macchia d'olio forse qualche provvedimento verrà preso.ciaonicoletta
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi dispiace, ma ha sbagliato

      Lei non avrebbe mai dovuto spedire fax ed
      e-mail invocando clausole contrattuali ed
      articoli del codice civile. Lei avrebbe
      dovuto far scrivere una diffida da un
      avvocato molto, molto prima.
      Farsi scrivere una lettera da un avvocato
      non è affatto né complicato
      né costoso, ed evita moltissime
      grane, glielo assicuro.E per quale motivo?Per ingrassare pure l'avvocato?Una diffida fatta da un avvocato ha lo stesso identico valore di una diffida fatta da un qualunque cittadino.La differenza la fa il fatto che sono almeno un centinaio di euro nel caso dell'avvocato.Eventualmente spedendola a qualche altro privato cittadino poco informato ci potrebbe essere l'effetto psicologico della lettera che arriva da parte di un avvocato, ma sai quanto gli può fregare a Telecom?Altra storia se parliamo di intraprendere un'azione legale, ma la diffida proprio...
  • Anonimo scrive:
    Di chi è la colpa?
    Salve a tutti,leggendo queste cose mi viene da chiedermi di chi sia la colpa di queste cose e achi porti giovamento che oggi il mercato delle TLC sia diventato quello che è.In fin dei conti la liberalizzazione dovrebbe essere un vantaggio per noi utenti e tutte le decisioni dell'AGCOM (tra cui quelle a cui fa riferimento la signora e che le ha comunicato Telecom) dovrebbero essere state prese per tutelare NOI!!E invece tutti gli attori di questo mercato, gli operatori "alternativi" o "innovativi" (cosa ci sarà di innovativo in una Wind che campa coi soldi dello stato in stile vecchia SIP) e l'AGCOM in testa fanno solo ed esclusivamente i propri interessi e chi ci rimette siamo noi.Così la signora per risparmiare qualche euro al mese ha già impegnato varie ore del suo tempo, è senza linea telefonica, è in una situazione paradossale in cui lotta coi titani e deve anche subire le minacce di fastweb e la burocrazia provacata dalle decisioni dell'AGCOM (che dovrebbero tutelarla!!).Io le consiglio di andare alla polizia denunciare fastweb per mancato rispetto della normativa di protezione dei consumatori nei contratti a distanza (la 97/7/CE), poi di fare un esposto al garante privacy per come sono stati raccolti e trattai i suoi dati e anche di stare più attenta quando contatta un call center a fornire informazioni così riservate prima di decidere se concludere la transazione.Poveri noi!!
  • Anonimo scrive:
    Anche la persecusione, come tecnica
    A me un volta al mese chiama un adetto di wind per chiedermi di fare il cambio a loro. E puntualmente mi mandano un fax che li devo rimandare indietro per fare il cambio.(puntualmente cestinato) ma ho paura che prima o poi finiranno per dire che io le risposto di si. Ma quante volte le devo dire di no comincia a essere un po asilante.:|
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche la persecusione, come tecnica
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche la persecusione, come tecnica
      - Scritto da: Anonimo
      A me un volta al mese chiama un adetto di
      wind per chiedermi di fare il cambio a loro.
      E puntualmente mi mandano un fax che li devo
      rimandare indietro per fare il
      cambio.(puntualmente cestinato) ma ho paura
      che prima o poi finiranno per dire che io le
      risposto di si. Ma quante volte le devo dire
      di no comincia a essere un po asilante.:|e tu usa la tecnica della signora:tu non rispondi, quindi non hai detto SI.se hanno falsificato il contratto .......... mh? :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche la persecusione, come tecnica
      Se lei è l'intestatario del telefono e quando la contattano chiedono di lei, non può fare molto...il numero di telefono è un dato personale e se si trova sull'elenco telefonico, chiunque può contattarla senza effettuare violazione...Però lei può sempre chiedere se hanno un'autorizzazione a firma autografa per il trattamento dei suoi dati personali (provi, magari ci cascano...) e poi chiedere il responsabile del trattamento e l'indirizzo a cui contattarlo per chiedere di non essere più disturbato...Provare non nuoce....altri mi dicono che così l'operatore si spaventa, segna la richiesta, e non si fanno più vivi....
  • Anonimo scrive:
    Complimenti !
    ho letto tutto il testo e oltre a dire che mi dispiace per Nicoletta devo aggiungere i complimenti per la caparbieta' del suo comportamento ! se fossimo tutti cosi' forse le societa' telefoniche la smetterebbero di fare certe cose...
  • Anonimo scrive:
    Codice Etico OLO
    Sono un tecnico Telecom Italia.Purtroppo l'Authority delle TLC ha costretto Telecom Italia a sottoscrivere un codice comportamentale denominato "Codice OLO" in cui tra l'altro vieta espressamente a Telecom Italia di contattare *per qualsiasi motivo* i clienti indicati da OLO che devono essere cessati o che chiedono il "carrier preselection".Il non rispetto di questo codice porta l'Authority a comminare multe di livello elevato.Quindi quando un OLO dice a T.I. che il cliente TIZIO passa da loro T.I *non può chiamare* l'ex-cliente.Nel caso indicato la Telecom non può farci nulla!! E' Fastweb che è obbligata a farsi carico di tutto (deve comunicare a Telecom Italia che il cliente non è transitato)Questo fa il paio con migliaia di persone che si trovano a loro insaputa clienti di OLOIn merito al "Codice OLO" verifico oggi al lavoro se è documento distribuibile e se magari è già online su qualche sito istituzionale di Telecom Italia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Codice Etico OLO

      cui tra l'altro vieta espressamente a
      Telecom Italia di contattare *per qualsiasi
      motivo* i clienti indicati da OLO che devono
      essere cessati o che chiedono il "carrier
      preselection".Non regge come scusa, in questo caso è il cliente che contatta Telecom e dichiara di non avere mai cessato o avere chiesto altro gestore, quindi il fatto della cessazione non sussiste e non si può tirare in ballo questo articolo.Se l'altro operatore ritiene di avere prove in merito le mostri, ma se la signora dice di non avere firmato nulla e di avere anzi esplicitamente rifiutato per iscritto la cessazione e il cambiamento di contratto mi domando come possa Telecom giocare a scaricabarile dicendo che la signora ricadrebbe nel caso di cui sopra... quando il cliente dichiara che non c'è disdetta o rischiesta di modifiche al contratto se l'altro operatore afferma il contrario e magari porta carte sta semplicemente commettendo un falso che la signora potrà facilmente dimostrare con le sue missive, quindi se Telecom la smettesse di scaricare il barile l'altro operatore non ha nulla di concreto in mano per dimostrare che la signora ha fatto un contratto con loro e anzi rischia di aggravare la sua posizione, quindi logicamente finirebbe per tirarsi indietro.
      In merito al "Codice OLO" verifico oggi al
      lavoro se è documento distribuibile e
      se magari è già online su
      qualche sito istituzionale di Telecom
      Italia.Grazie, sarebbe interessante.
      • Anonimo scrive:
        Re: Codice Etico OLO
        Salve, sono un altro tecnico telecom ...
        Non regge come scusa, in questo caso
        è il cliente che contatta Telecom e
        dichiara di non avere mai cessato o avere
        chiesto altro gestore, quindi il fatto della
        cessazione non sussiste e non si può
        tirare in ballo questo articolo.La norma a cui fa riferimento il mio collega e' una norma pubblica:http://www.agcom.it/provv/d_152_02_CONS.htm e varie postille (sono link interni alla intranet telecom) che stabiliscono il divieto di contattare il cliente .Altra parte da esaminare (su www.comunicazioni.it) è la norma detta "codice delle comunicazioni elettroniche"Se il cliente ha un contenzioso deve attenersi alle regolehttp://www.agcom.it/provv/d_182_02_CONS.htmhttp://www.agcom.it/provv/d_307_03_CONS.htmLa cessazione sussiste perchè *lo dichiara l'altro Operatore*, Telecom *non può controllare* perchè violerebbe il codice di cui sopra.Prima di questa delibera gli operatori del call center chiamavano il cliente per avere informazioni sul motivo della cessazione o del passaggio tramite "carrier preselection" ad altro operatore.Adesso anche un chiamare l'utente è di fatto una violazione sancibile. L'unica cosa che può fare Telecom è quella di attivare un altro abbonamento e talvolta lo fa non facendo pagare i contributi di attivazioneNella stessa situazione c'è un nostro collega il cui sbaglio è stato di dare dati non richiesti (codice fiscale, estremi bancari et simila) all'intervistatrice.Si è trovato cliente in unbounding di Infostrada-Ha dovuto attivare un'altra utenza perchè Infostrada insisteva che l'utente aveva un regolare contratto con loro.Per la cronaca il collega si è visto pignorare un quinto dello stipendio perchè si era rifiutato di pagare i vari orpelli ...
        Se l'altro operatore ritiene di avere prove
        in merito le mostri, ma se la signora dice
        di non avere firmato nulla e di avere anzi
        esplicitamente rifiutato per iscritto la
        cessazione e il cambiamento di contratto mi
        domando come possa Telecom giocare a
        scaricabarile Guarda che la Telecom non ci tiene a perdere un cliente.La Telecom ha le mani legate dall'Authority dellle TLC e p.e. l'altro operatore potrebbe benissimo dire: "e come mai ho le sue coordinate bancarie"?.E' la parola dell'utente contro la multinazionale, non so come mai oggi uno possa attivare un contratto telefonico con i vari operatori (e ti assicuro che molte persone si trovano con contratti attivati a fronte di intervista telefonica, contratti che sono costretti ad onorare) però l'AGCOM detta legge e Telecom deve rispettare pena forti multe.
        • Anonimo scrive:
          Re: Codice Etico OLO

          La cessazione sussiste perchè *lo
          dichiara l'altro Operatore*, Telecom *non
          può controllare* perchè
          violerebbe il codice di cui sopra.non ci siamo capiti, gli articoli di cui sopra non sono a rigor di logica applicabili perchè la cessazione non sussiste in quanto il cliente ha le prove di non averla mai fatta. se il cliente chiama telecom producendo tali prove telecom non può trincerarsi dietro quelle specifiche regole, in quanto proprio tali prove, che è il cliente a portare, dimostrano che la disdetta, condizio sine qua non per invocare l'applicazione di quelle norme, non sussite.
          Prima di questa delibera gli operatori del
          call center chiamavano il cliente per avere
          informazioni sul motivo della cessazione o
          del passaggio tramite "carrier preselection"
          ad altro operatore.Era una cosa veramente squallida a mio avviso ed è bene che sia cessata.
          Adesso anche un chiamare l'utente è
          di fatto una violazione sancibile. L'unica
          cosa che può fare Telecom è
          quella di attivare un altro abbonamento e
          talvolta lo fa non facendo pagare i
          contributi di attivazionetalvolta? ma i regolamenti si applicano a "talvolta"? non ho parole. o ci sono gli estremi per dimostrare l'infondatezza della pretesa di distacco oppure il cliente deve essere sempre risarcito del danno morale e potenziale subito e reintegrato nelvecchio contratto.
          Guarda che la Telecom non ci tiene a perdere
          un cliente.Telecom comunque noleggia la rete. A domande simili se Telecom ci tenga ai clienti o meno mi sono sentito dagli operatori telecom risponedere sempre cose diverse: si, ci dispiace, no, ci guadagnamo di più/meglio/ più facilmente se il cliente è gestito da un altro e noi gli noleggiamo la rete...assurdità alla "talvolta".
        • nmarino scrive:
          Re: Codice Etico OLO: la delibera
          n. 152/02/CONS citata contiene :Misure atte a garantire la piena applicazione del principio di parità di trattamento interna ed esterna da parte degli operatori aventi notevole forza di mercato nella telefonia fissa: ed al suo interno non fa alcun riferimento a se "telecom debba o non debba esercitare controlli sui suoi utenti in presenza di una richiesta da parte di altro operatore".la 182_02 e la 307_03 contengono modalità e moduli con l'utente inoltra denuncia-esposto all'Autorita contro questo o quell'altro operatore.Le delibere n.4/99/CIR e la 7/00/CIR nella parte riguardante la tutela degli utenti parlano di "acquisizione di chiara volontà dell'utente".Non dimentichiamo che una deliberazione si è resa necessaria per la posizione predominante di Telecom e per il fatto che:- quando si sono affacciati altri operatori di telefonia sul mercato Telecom, allora come adesso" ha tenuto un comportamento scorretto. Infatti, molti utenti che AVEVANO FATTO ESPRESSA RICHIESTA INOLTRATA DIRETTAMENTE A TELECOM, sono stati costretti per mesi a tenersi due linee perchè Telecom non staccava la sua linea nonostante "l'espressa richiesta" adducendo di volta in volta motivazioni varie.A seguito di tale comportamento l'Autority è stata costretta, per garantire pari opportunità alle aziende, di snellire le procedure ma SONO RIMASTE FERME LE TUTELE PER GLI UTENTI, infatti nelle delibere che Telecom impunemente cita a sua discolpa (la 4/99 e la 7/00) viene ribadito il concetto di "acquisizione della chiara volontà dell'utente di dismettere la sua linea". Nell'art. 9 della delibera 7/00 più commi recitano tale tutela dando l'autorità all'operatore "donating" di richiedere copia del contratto firmato laddove nutra dubbi.Ma Telecom continua a comportarsi nei confronti degli utenti in maniera arrogante e senza rispetto dei diritti infatti:- prima si rifiutava di tagliare la linea nonostante le richieste degli utenti;- oggi, a fronte di una richiesta di qualsiasi operatore la taglia senza fare alcuna verifica e NON SOLO. NEL MIO CASO C'ERA UNA MIA COMUNICAZIONE SCRITTA OLTRE ALLA TELEFONATA AL 187 CHE NON AVEVO ALCUNA INTENZIONE DI RESCINDERE IL CONTRATTO E CHE NON NE AVEVO SOTTOSCRITTO ALTRI!
    • Cavallo GolOso scrive:
      Re: Codice Etico OLO

      In merito al "Codice OLO" verifico oggi al
      lavoro se è documento distribuibile e
      se magari è già online su
      qualche sito istituzionale di Telecom
      Italia.ottimo!!!!facci sapere!
    • Anonimo scrive:
      Re: Codice Etico OLO
      Sicuro?e come è allora che io ho mandato (su richiesta del 187) un semplice fax e subito tutti i carri alternativi ecc. si sono tolti immediatamente dai piedi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Codice Etico OLO
        - Scritto da: Anonimo
        Sicuro?
        e come è allora che io ho mandato (su
        richiesta del 187) un semplice fax e subito
        tutti i carri alternativi ecc. si sono tolti
        immediatamente dai piedi?Non so che problema tu avessi con gli olo.Se hai un banale Carrier Preselection (cioe' ti risparmi di fare il 10XX) perchè hai fatto un contratto con un altro operatore, con il fax stai chiedendo che venga lanciato un comando in una centrale (fisicamente al tuo numero non viene fatto nulla) che riporta il CPS in 1033 (Telecom Italia).Se invece il tuo numero fisicamente è stato rimosso (unbounding), questi rientra nel calderone commerciale e magari rivenduto dieci minuti dopo.Purtroppo il problema alla base è la trasformazione da utente a numero, a merce di scambio (dopo aver numerizzato i colleghi ), l'altra è l'esternalizzazione dei call center con persone prese da lavoro interinale, spesso impreparate sia territorialmente (come puo' un sardo sapere i problemi telefonici del nord padania? Come fa un emiliano a sapere se il paesetto della sicilia ha una centrale satura?) sia come normative.Manca anche il contatto diretto con il cliente e una norma che obblighi una comunicazione scritta perlomeno per cessazioni.Io, ripeto, sono un tecnico, a me arriva un sms che mi diche che il numero xyz è da staccare e che devo aprire il nokia 9110 per prendere gli estremi. Prima si chiamava l'utente per chiedere conferma, adesso se appena appena chiami rischi un'intervento disciplinare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Codice Etico OLO
      .....Allora, io lavoro presso una compagnia che opera in CS.Purtroppo errare umano e' e anche a noi, in un paio d'anni, e' capitato di avere 4 o 5 attivazioni in CPS su numeri telefonici di persone che non ci avevano mai contattati.Causa, errata trascrizione numeri sui contratti.A parte una fanatica di mi manda rai3 (che come le e' arrivata l'attivazione ci ha minacciato di-tutto-di-piu') la cosa si e' sempre risolta in pochi giorni senza nessun problema:1) i clienti non consenzienti (o meglio, attivati per errore) hanno telefonato per il periodo un cui la selection era su noi come operatore, senza pagare assolutamente nulla (attivazioni, chiamate, etc).2) queste persone hanno inviato una semplice richiesta via fax a telecom ed hanno riottenuto l'utenza con loro nel giro di 8 giorni.Poi, non so come funzionino le cose in ULL, visto che in Italia per la telefonia tutto va bene, ma qui le ull non ce le fanno ancora fare.... (guarda caso, le concedono alle compagnie telefoniche che usano ull e cps sistematicamente come metodo per contrattualizzare ignari cittadini)...
      • Anonimo scrive:
        Re: Codice Etico OLO

        A parte una fanatica di mi manda rai3 (che
        come le e' arrivata l'attivazione ci ha
        minacciato di-tutto-di-piu') la cosa si e'
        sempre risolta in pochi giorni senza nessun
        problema:Caro operatore, l'errore crea sempre problemi all'utente, che deve organizzarsi per dimostrare di non avere richiesto il contratto/attivazione quant'altro, costa tempo e arrabbiature (i famosi muri di gomma dei call center) quindi non direi che un caso del genere si possa comunque dire che si chiuda senza "nessun" problema, anche se non si arriva al distacco della linea.In secondo luogo sono perfettamente daccordo con quella bravissima signora che apprezza mi manda rai3 e vi ha minacciato di tutto e di più, dovete porre maggior rilievo sul fatto che tagliare una utenze telefonica, anche solo per errore umano, è un reato in quanto lascia la persona priva di mezzi di comunicazione di emergenza il che presuppone danni morali ed esposizione a rischi biologici (se deve chiamare soccorso medico? se deve segnalare un incendio o una fuga di gas? se deve chiamare le forze dell'ordine?).Leggi i contratti dei cellulari GSM, esplicitamente viene detto che NON sono garantiti come linee di emergenza ed è stato bocciato ogni ricorso delle TLC che davanti alla denuncia per interruzione di un servizio di primaria importanza come la telecomunicazione hanno provato a giocare la carta del "tanto oggi tutti hanno il cellulare".
        • Anonimo scrive:
          Re: Codice Etico OLO
          1) non c'e' stata nessuna interruzione di servizio: come ho scritto, per 8 giorni (fino al ritorno su telecom) abbiamo pagato noi tutte le telefonate delle persone passate su di noi per errore.2) 4 numeri di telefono attivati per sbaglio su oltre 20000 e' una percentuale che, credimi, se ci tenessero a queste cose, le "grandi" ci invidierebbero.3) posso capire il disturbo di essere passati ad altro operatore senza averlo richiesto, bisogna anche capire quando questo avviene per precisa volontà truffaldina dell'operatore (il quale ti mette davanti un call center di gomma, non risponde, etc) o per errore (il quale si scusa, ti dice esattamente i passi da intraprendere per riavere il tuo vecchio operatore, i tempi, e nel frattempo ti paga pure le telefonate [tutte]).4) dammi, per favore, un elenco di altri operatori con il nostro margine di errore e che si comporta come noi nel caso dello stesso.5) fare di tutta l'erba un fascio e' una tecnica che non paga.
          • Anonimo scrive:
            Re: Codice Etico OLO
            .. sono sempre il tecnico Telecom ..- Scritto da: Anonimo
            3) posso capire il disturbo di essere
            passati ad altro operatore senza averlo
            richiesto, bisogna anche capire quando
            questo avviene per precisa volontà
            truffaldina dell'operatore Immagino che tu sia un collega OLO ...Io non parlerei di volontà truffaldina dell'operatore, penso piu' che altro ad agenti senza scrupolo che pure di ottenere un premio non esistano a fare abbonamenti prendendo numeri a caso dall'elenco telefonico.Conosco alcuni colleghi del 187 (da noi visto come un punto di punizione stile "se non fai così ti mando al 187") e so delle attività stressanti (il caposala che viene a cercarti in bagno o che si mette davanti a te contandoti i secondi che stai perdendo con un cliente). So che devono vendere servizi (e qualcuno si trova chessò Teleconomy in bolletta solo perchè un operatore l'ha chiamato) se no li sbattono in altre zone.E' la versione moderna delle antiche galere (navi) ben vista nel film "Il senso della vita" dei Monty Phyton.
          • Anonimo scrive:
            Re: Codice Etico OLO
            Si, sono un "collega OLO" :)Si, intendo quello: e' tacitamente risaputo che molti operatori (e, per mia conoscenza, guardacaso, sono sempre quelli belli grossi...) hanno agenti che ne combinano di tutti i colori, sia a livello di agenti puri che vanno di casa in casa che di operatori di call center un tantinello zelanti...Figurati che noi, addirittura, non forniamo servizi di carrier direttamente all'utenza finale ma ad una serie di rivenditori che operano a proprio nome con la propria offerta al pubblico.Pero', se arriva una attivazione errata (ad esempio, errata trascrizione del numero su un contratto) i casini li prendiamo noi.Come ho detto, fin'ora non e' stato un problema: abbiamo 4 attivazioni errate su un parco clienti proporzionalmente enorme. Anche perche', se il rivenditore sbaglia, paga (il traffico dell'utenza errata).Capisco comunque la signora che ci ha chiamati incazzata nera: c'e' una enorme confusione nel settore, sia propagata dai media, sia a livello burocratico. E come accade sempre i questi casi, ci sono i "furbi" che ci sguazzano.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Codice Etico OLO

            Come ho detto, fin'ora non e' stato un
            problema: abbiamo 4 attivazioni errate su un
            parco clienti proporzionalmente enorme.
            Anche perche', se il rivenditore sbaglia,
            paga (il traffico dell'utenza errata).sono l'autore della prima risposta.se il vostro margine d'errore è così basso è un'ottima cosa, senza dubbio anche voi avete capito che l'unico modoper pararsi le spalle è tagliare fuori gli operatori meno onesti (che fanno cose stile quelle dell'articolo).
            Capisco comunque la signora che ci ha
            chiamati incazzata nera: c'e' una enorme
            confusione nel settore, sia propagata dai
            media, sia a livello burocratico. E come
            accade sempre i questi casi, ci sono i
            "furbi" che ci sguazzano.Ecco, qui mi sei piaciuto, questo era il succo del mio invito: non pensare solo a come lavorate voi, il mercato è quello che è e quindi chi si trova coinvolto in un problema di questo tipo, anche se voi lavorate bene e onestamente, parte già col più che legittimo sospetto che nella maggior parte dei casi si troverà ad andare incontroa problemi, forse fino aldistacco della linea, quindi è comprensibilissimo che sia inca.. e che si premunisca dal primo momento sempre nel migliore dei modi, prima ancora ovviamente di sapere chi ha di fronte e cosa è successo realmente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Codice Etico OLO

            e so
            delle attività stressanti (il
            caposala che viene a cercarti in bagno o che
            si mette davanti a te contandoti i secondi
            che stai perdendo con un cliente).Scusa, ma che te lo ordina il dottore? Certo che fino a che troveranno abbastanza pecore da spremere continueranno a trattarli in quel modo! Prova a fare quelle cose con un notaio o avvocato a guardarlo male e minacciarlo di andare da un'altro libero professionista! Ti ride in faccia e già pregusta quanto ti spillerà il suo collega solo per esaminare il faldone di pratiche che travaserai dal vecchio al nuovo studio...E poi prima di parlare male del lavoro da call center, parliamo degli altri lavori, nessuno ti regala niente, c'è gente ancora oggi che muore cadendo da impalcature che violano tutte le norme di sicurezza, che lavora in fonderia in condizioni allucinanti, turnisti su camion o macchine operatrici che rischiano un colpo di sonno letale, insegnanti che hanno responsabilità civile e penale su 15-20 babbuini assortiti che rischiano di buttarsi dalla finestra, sotto una macchina o denunciarli pr pedofilia se gli da un brutto voto, no perchè, non è che chi lavora in un call center faccia il lavoro più duro della terra, eh!
          • Anonimo scrive:
            Re: Codice Etico OLO
            - Scritto da: Anonimo

            e so

            delle attività stressanti (il

            caposala che viene a cercarti in bagno
            o che

            si mette davanti a te contandoti i
            secondi

            che stai perdendo con un cliente).
            Scusa, ma che te lo ordina il dottore?
            Certo che fino a che troveranno abbastanza
            pecore da spremere continueranno a trattarli
            in quel modo! Sono (nel caso del 187) persone che hanno una famiglia, che hanno attorno ai quarantanni e che non hanno sbocco professionale (o cosi' o a rubare).Mai sentito parlare di Mobbing ??Tutto questo dare addosso nasce da un sistema di "meritocrazia" che premia chi schiaccia i propri sottoposti.Siamo passati da un 187 ad ampio respiro (con 188 che si occupava di contratti, un 19x che si occupava di guasti) ad un numero che deve fare tutto.Prima il caposala era una persona magari un po' burbera ma adesso con il fatto che gli ultimi vengono assegnati a lavori meno remunerativi (o declassati) si creano situazioni atroci.Prima eravamo noi tecnici ad invidiare i nostri colleghi, adesso quelli che riescono a passare alla gestione tecnica sembrano rinascere ...
            E poi prima di parlare male del lavoro da
            call center, parliamo degli altri lavori,
            nessuno ti regala niente, [omesso]
            che chi lavora in un call center faccia il
            lavoro più duro della terra, eh!Mai detto questo (poi io faccio il tecnico e in quanto a leggi antiinfortunistiche messe sotto i piedi ci avrei da scrivere per mesi.)Ogni lavoro è duro se è svolto onestamente
          • Anonimo scrive:
            Re: Codice Etico OLO

            Sono (nel caso del 187) persone che hanno
            una famiglia, che hanno attorno ai
            quarantanni e che non hanno sbocco
            professionale (o cosi' o a rubare).Mica solo nei cc è così.
            Prima eravamo noi tecnici ad invidiare i
            nostri colleghi, adesso quelli che riescono
            a passare alla gestione tecnica sembrano
            rinascere ...è una cosa che ho sentito dire anche io, da fonti controllabili, questo non toglie che ci siano lavori più ingrati, più pericolosi, meno remunerati e anche tutte queste cose insieme, e tante altre. E che ognuno a fine mese debba pagare i propri conti ed arrangiarsia fare quello che può e che riesce a trovare.In un mondo dove c'è ancora troppa gente che muore sul lavoro mi rifiuto di pensare come ad una emergenza il declassamento di qualità della vita lavorativa che si è avuta nei cc ultimamente.
            Ogni lavoro è duro se è svolto
            onestamenteOk, daccordissimo, quindi smettiamola di dire che bisogna mettersi nei panni di quelli che si trovano male nei cc, se si trovano male come chiunque altro cercano una situazione migliore e se non la trovano o se non hanno le qualifiche o entrambe, si adattano, si arrangiano e sperano per il meglio, come fanno tutti in periodi di crisi come questi.
      • Anonimo scrive:
        Puoi tradurre per favore?
        CS, CPS, ULL?Scusami ma da un operatore non mi aspettavo una tale oscurità. Ho capito poco di quello che hai scritto perché non conosco il significato degli acronimi che usi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Puoi tradurre per favore?
          Hai ragione :)allora:CS = Carrier Selectioncioe', quando per effettuare telefonate telefoniche con operatore diverso da telecom immetti manualmente un codice numerico prima del numero telefonico da chiamare. Ad esempio, il 1022 di Tele2.CPS = Carrier Preselection.Il codice non lo devi immettere perche' ci penserà direttamente telecom, al livello di centrale, a passare le chiamate direttamente sul nuovo carrier [operatore].ULL = Unboundling.l'operatore concorrente di telecom ha direttamente la gestione dell'ultimo miglio, cioe', della linea telefonica (fisica) dell'utenza.Per chiarire:La CS e' oramai quasi totalmente relegata al passato.La maggiorparte degli operatori opera in CPS, perche' non ha la possibilità di avere fisicamente le linee telefoniche.Nel caso di errata attribuzione di un numero telefonico ad altro operatore in CPS i tempi di "risistemazione" sono molto brevi (il cliente contatta telecom e manda loro un fax o lettera nel quale dichiara di non aver dato alcuna autorizzazione al nuovo operatore di gestire la propria utenza telefonica).Nel caso della signora invece, si tratta quasi certamente di ULL. In questo caso, non ho proprio idea di come venga gestita la cosa. Noi non la trattiamo :(ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Puoi tradurre per favore?
            Sempre tecnico Telecom ..
            La maggiorparte degli operatori opera in
            CPS, perche' non ha la possibilità di
            avere fisicamente le linee telefoniche.Posso?Ho diversi reparti linea (ripartitori telefonici lato utente) predestinati agli OLO (e non parlo solo dei grandi) con attestazioni alle centrali TCU .Il problema delle linee "ultimo miglio" o, come le chiamiamo noi,, "coda urbana" è che sono il maggior costo della comunicazione: devi pagare per scavare, posare il cavo e i vari armadi terzi nelle vie, devi pagare per l'occupazione del suolo pubblico, devi pagare il personale che faccia manutenzine ordinaria e straordinaria, che faccia manutenzione correttiva H24.Nel caso di CPS spesso e volentieri l'OLO non ha neppure una sua centrale ed ha un paio di CISCO 7x00. Ti assicuro che è vero dato che spesso per attivare i "flussi di giunzione" tra mondo telecom e mondo olo chiamo persone che mi fanno le prove con un computer (SIC!) senza uno strumento di misura per controllare la qualità del flusso, le 24H della g821 e spesso devono mandare una persona apposta per fare un loop di misura in centrali (che sono stanzette interne a centrali telecom).... la telecom sarebbe BEN felice di dare l'ultimo miglio ad operatori esterni (nell'ultimo bilancio tecnico di Ruggiero le voci di gestione della coda urbana sono l'85% delle spese totali di gestione) e gestire solo la rete a lunga distanza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Puoi tradurre per favore?
            Conosco bene questa situazione, ne ho discusso tempo fa proprio con il nostro commerciale telecom di riferimento.Il problema e' pero' anche telecom.So che i costi di gestione sono grossi, e' anche vero pero' che l'ull non e' ancora possibile in moltissime zone e che i costi dei flussi verso terzi sono comunque altissimi se confrontati con quello che accade all'estero.I prezzi li fa telecom.Saltando di palo in frasca, mi raggela sapere che qui per avere una adsl 1280 "decente" si spendono oltre 100 euro al mese, quando per 80 euro mensili in germania si ha una 3Mbps :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Puoi tradurre per favore?
            - Scritto da: Anonimo
            Conosco bene questa situazione, ne ho
            discusso tempo fa proprio con il nostro
            commerciale telecom di riferimento.

            Il problema e' pero' anche telecom.Si ecco, non è che faccia piacere mettere un modulo BBN per OLO se non è espressamente chiesto ...
            So che i costi di gestione sono grossi, e'
            anche vero pero' che l'ull non e' ancora
            possibile in moltissime zone e che i costi
            dei flussi verso terzi sono comunqueQuesto è vero, per ULL siamo a livello di problematiche di ADSL, ci vuole un portante in grado di gestire tanti altri parametri che nelle nostre "remotizzate" vengono sistemate usando canali interni (non cedibili a terzi).In germania non esiste la tassa di occupazione di suolo pubblico o perlomeno viene gestita in modo diverso...
            I prezzi li fa telecom.I prezzi li impone l'authority e so che l'offerta piu' cara è pari ad un 40% di quello che costa a noi ...

            Saltando di palo in frasca, mi raggela
            sapere che qui per avere una adsl 1280
            "decente" si spendono oltre 100 euro al
            mese, quando per 80 euro mensili in germania
            si ha una 3Mbps :(Prova a chiedere che fine ha fatto il progetto Socrate di Telecom Italia (città cablate) e capirai perche' (o almeno una parte): sarebbe stata presente una bella rete ottica in grado di portare segnali mooooolto piu' performanti rispetto alle coppie di rame, in molte zone ormai quasi "cotte".
          • Anonimo scrive:
            Re: Puoi tradurre per favore?

            Il problema delle linee "ultimo miglio" o,
            come le chiamiamo noi,, "coda urbana"
            è che sono il maggior costo della
            comunicazione: devi pagare per scavare,
            posare il cavo e i vari armadi terzi nelle
            vie, devi pagare per l'occupazione del suolo
            pubblico, devi pagare il personale che
            faccia manutenzine ordinaria e
            straordinaria, che faccia manutenzione
            correttiva H24.Scusa, ma:è demenziale scavare, posare, interrare, scavare, manutenere, interrare...è demenziale demandare gli interventi in loco a n ditte con operatori di dubbia competenza che debbono tornare sul luogo del lavoro 20 volte e che ogni volta dal punto di vista tecnico e normativo racciontano una favola diversaIn altre nazioni i costi della gestione della rete sono una frazione dei nostri, è ovvio che qualcuno ci mangia su E che il tutto è organizzato in modo demenziale come i du esempi che ti ho portato prima.Possono portarmi anche carte alla mano prove che così facendo hanno tagliato dei costi, ma non sisgnifica nulla perchè anche la situazione precedente era altamente inefficiente, e la prova del 9, un po come gli studi di settore, è quanto costa la gestione dell'ultimo miglio all'estero.
          • Anonimo scrive:
            Re: Puoi tradurre per favore?
            - Scritto da: Anonimo
            Scusa, ma:
            è demenziale scavare, posare,
            interrare, scavare, manutenere, interrare...Che te devo dì?Mi sai dire che fine ha fatto il progetto Socrate (la fibra ottica in tutta la città)?)I capitolati di questi lavori sono gestiti a piffero :ditte in subappalto.I comuni che ci marciano sulle tasse (per dirtene un metro di cavo urbano viene a costare in quanto a tasse anche 100 volte rispetto a quello stradale) e chissà che altro.Ti ripeto su un gettone da 200 lire la coda urbana costa 100 20 la tratta extraurbana 20 il commerciale e il resto era dividendo sip.
            è demenziale demandare gli interventi
            in loco a n ditte con operatori di dubbia
            competenza che debbono tornare sul luogo del
            lavoro 20 volte e che ogni volta dal punto
            di vista tecnico e normativo racciontano una
            favola diversaBeh. . preparati.Se il trend in telecom continua cosi' vedrai quello che ripara televisori nella tua via che verrà ad aggiustarti il telefono:La telecom sta abbandonando progressivamente tutti i centri e si parla che tra 5 anni sarà presente solo nei capoluoghi di regione ... e allora si che i guasti di telefonia saranno biblici!
    • nmarino scrive:
      Re: Codice Etico OLO: BALLE!!
      non discuto nè metto in dubbio quanto dice ma: io ho firmato a suo tempo un contratto con Telecom che è tutt'ora valido ed esso risponde alle norme contenute nel codice civile che in materia di rescissione recita: " il contratto può essere rescisso unicamente dai due contraenti o da uno solo di essi in presenza di insolvenze rispetto ai servizi contenuti del contratto".Telecom mette in atto un comportamenteo menefreghista e si nasconde dietro una delibera che nel dichiarare alcune cose non è in sostituzione del Condice Civile e questo non è stato ancora modificato nella parte che riguarda i contratti!!nicoletta
      • Anonimo scrive:
        Re: Codice Etico OLO: BALLE!!
        Sono l'altro tecnico telecomMi registrerei ma temo che Telecom Italia possa costringere P.I. a dare i miei dati ...
        Telecom mette in atto un comportamenteo
        menefreghista e si nasconde dietro una
        delibera che nel dichiarare alcune cose non
        è in sostituzione del Condice Civile
        e questo non è stato ancora
        modificato nella parte che riguarda i
        contratti!!Hai firmato un contratto con Telecom?Sai cosa sono le clausole vessatorie?Leggiti il contratto che hai firmato con Telecom, articolo 24bis.(lo trovi nell'avantielenco io ho l'ultimo elenco Pagine Bianche dell 2004/2005)Te lo riassumo: l'operatore alternativo comunica a Telecom che il cliente ha firmato una dichiarazione di subentro.L'utente che ha firmato il contratto con Telecom (e quello di sicuro lo ha fatto!) accetta in toto quanto scritto comprese le clausole vessatorie
        • Anonimo scrive:
          Re: Codice Etico OLO: BALLE!!

          Sono l'altro tecnico telecom
          Mi registrerei ma temo che Telecom Italia
          possa costringere P.I. a dare i miei datiSempre io ..A me dispiace, sinceramente (e continuo a sentirmi a disagio) di quanto stia cadendo in basso telecom italia e, quella che poteva essere uno sprone (50% previsti di migrazione da Telecom a terzi agli inizi da una fonte interna TI, forse era una scusa per non aumentarci lo stipendio mah).Ho verificato con l'ufficio legale di Milano quanto ti ho detto.Purtroppo se prima era il commerciale telecom disonesto e la norma doveva pianificare e proteggere ha trasformato gli agenti dell'altra formazione in quanto aborrivano di telecom.Io mi ricordo pero' che in regime monopolistico noi tecnici eravamo preparati anche dal punto di vista commerciale, perche' nei piccoli paesi (all'epoca lavoravo in Sardegna) venivamo fermati, si andava in casa dell'utente e si cambiava l'apparecchio che non funzionava. Potevamo parcheggiare in vista la macchina e, salvo casi rari, non venivamo aggrediti dagli utenti.Oggi ci sentiamo incapaci e, vi assicuro, anche noi stiamo male (e non solo perchè costretti ad entrare in una cabina MT da soli o cose orrende simili), ma perche' adesso siamo noi la Telecom, ci fermano per strada e ci aggrediscono verbalmente per cose del genere che danno il titolo a quest'articolo ...Buonanotte ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Codice Etico OLO: BALLE!!

            ci
            fermano per strada e ci aggrediscono
            verbalmente per cose del genere che danno il
            titolo a quest'articolo ...benedetto operatore, non vi ha mai sfiorato in telecom il sospetto che il cliente ha sempre ragione?troppo abiutuati al monopolio quando il cliente non poteva protestare?il cliente oggi come ieri ha perfettamente ragione a protestare, siamo una delle nazioni del primo mondo con la rete messa peggio e con le tariffe più alte e questo grazie a tutti voi, dall'ultimo attaccafrancobolli al megadirettore che ci si è fatto su tre ville e 5 barche all'anno, ovviamente ciascuno in proporzione al suo ruolo.ovvio, comprensibile e doveroso di rispetto il fatto che in tempi di crisi in cui si fa fatica a trovare un lavoro con cui fare fatica ad arrivare a fine mese il cliente medio sia molto più incaxx4to quando gli viene creato qualche disservizio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Codice Etico OLO: BALLE!!

            benedetto operatore, non vi ha mai sfiorato
            in telecom il sospetto che il cliente ha
            sempre ragione?Forse non hai capito.Io sono un tecnico, per me il cliente ha sempre ragione ma non posso farci nulla se i vari Ruggiero e pezzi grossi fanno le scelte piu' assurde e i commerciali sono convinti che "se il flusso non c'e' il tecnico lo inventera'".Ieri se mi fermavano per strada perche' il loro telefono non funzionava (magari si trattava di cambiare le capsule) noi potevamo parcheggiare la macchina, aprire il portabagli prendere la capsula e cambiargliela.Oggi un computer ci dice dove dobbiamo andare.
            questo grazie a tutti voi, dall'ultimo
            attaccafrancobolli al megadirettore che ci
            si è fatto su tre ville e 5 barche
            all'anno, ovviamente ciascuno in proporzione
            al suo ruolo.Il tuo ragionamento e' a dir poco offensivo, totale mancanza di rispetto per il lavoro degli altri.Fa rumore il cliente che protesta eppure, sia in regime di monopolio, sia oggi forse meno, eppure ti assicuro che non ho colpa (ne la maggior parte dei tecnici Telecom) se la rete cade a pezzi (eppure abbiamo la rete sottomarina migliore del mondo, abbiamo una rete SDH tra le migliori d'europa).Io lo stipendio che prendevo 20 anni fa in proporzione lo prendo adesso. Pago il telefono come lo paghi tu (non paghero' il trasloco, mi fanno 5 euro di sconto sul Sirio) e la Telecom non ci ha mai regalato nulla (ne come Teti, ne come Sip ne...).Ai figli veniva riservato un posto ? SI pero' la persona doveva andare in mobilita' lunga (senza tutela per intenderci).Molte storie che si raccontano su di noi sono "Leggende metropolitane" e ti posso assicurare che come lavoravamo 20 anni fa lavoriamo oggi.Sono scomparsi gli amministrativi (in genere assunti per clientela dato che tutte le rotture amministrative, ferie, rimborsi etc. etc. dovevamo preparcele noi), gli sportelli al pubblico, il 20% del personale tecnico e' stato "accompagnato alla pensione" e il restante non sa su che cosa dovra' lavorare domani.Lo sai quanto prendo (assegni familiari compresi) ad oggi?1200 Euro se mi va bene quindi non ti credere che noi navighiamo nell'oro.Possibiltia' di scatti? Congelati perche' l'azienda e' in crisi!Scioperare? E chi se ne accorge!Lo sai chi e' il responsabile delle tariffe? Il comitato interministeriale prezzi (CIPE) che accettava le proposte di una societa' in cui era parte.Certamente gli aumenti non sono stati per i nostri aumenti salariali (ultimo contratto 40 Euro LORDI in tre anni) ma, essendo monopolista, dal fatto che i maggiori azionisti dovessero cambiare la barca e stabilivano che il loro dividendo doveva essere X).E smettetela di dire che noi tecnici telecom eravamo sempre in giro a non fare un , non e' vero.La SIP era a "partecipazione statale" e diversi colleghi furono licenziati anche perche' usavano il telefono "per scopi non inerenti alle normali attivita' lavorativa" o perche' si mandavano gli SMS per ricaricarsi il telefonino.Certo facile vedere il venditore in giro con la macchina (mia moglie non ci salirebbe neppure nella panda cosi' com'e e sulle vecchie uno e altre) e non so cosa fa o cosa voglia fare. Io so che noi tecnici eravamo preparati oggi non piu'.Non puoi pretendere di mettere un pizzaiolo a cucinare pranzi di gala, non puoi pretendre di prendere un piastrellista e metterlo a installare porte.Certo adesso la percentuale dei guasti aumenta (e vi assicuro che aumentera' sempre di piu'!!) perche' oggi il tecnico che si e' fatto un'esperienza in un campo (p.e. guasti ISDN) venga mandato a installare ADSL, il tecnico che ieri faceva il giuntista viene mandato a risolvere guasti su Gigarouter. Questo, unito al fatto che sempre piu' centri di lavoro stanno chiudendo vi portera' a sospirare dicendo che era meglio quando c'era la SIP.E, bada, non e' la nostra volonta a fare questo.Certo la voglia di lavorare scema moltissimo quando sei legato ad un Nokia 9210 che ti dice che devi andare al punto x e devi metterci 100 se no il tuo capozona non si becca 4000 euro di premio. Ammetto che qualche volta mi sono fermato a prendermi un caffe' ma posso dire a testa alta che i mie guasti (come i miei altri colleghi) li abbiamo sempre risolti, ti diro' di piu'!Quando l'Italia rimase al buio molti di noi senza che ce lo chiedessero andarono alle centrali per verificare che i gruppi di continuita' funzionassero.Certo , prima le nostre centrali erano un gioiello (mai successo che una centrale come Roma Inviolatella si fermasse!!) ora sembrano tuguri ma NOI TECNICI non ci sentiamo in colpa.L'utente ha ragione di incavolarsi. Paga fior di quattrini per un assistenza ma deve capire quando gli arriva il tecnico OGGI deve aspettarsi l'elettricista per riparargli il tubo rotto perche' il capo ha deciso che tra fare l'elettricista e l'idraulico non ci sono differenze.Leggo nei vari forum di utenti ADSL di quello che accade quando i nostri tecnici vanno ad installare ADSL.Vuoi sapere una cosa? il 95% di quei colleghi era occupato in precedenza a mettere scatole di derivazione, svuotare cabine e giuntare coppie (tutti lavori necessari sia ben chiaro) e, quando e' esploso il boom dell'ADSL siamo stati tutti buttati in mezzo alla strada a installare ADSL dal cliente.Il target giornaliero era da 10 a 20 ADSL !!A TESTA!! io, con corsi CISCO , conoscenza decennale su sistemi in fibra ottica a lunga distanza e rete ATM, mi sono trovato da un giorno all'altro con coppie di rame a mettere in centrale il rame dal ripartitore ADSL alla coppia utente con l'assistente che mi spaccava i cosiddetti perche' ci mettevo troppo tempo.Sai quante ore di straordinario ci hanno pagato?ZERO!!Siamo stati messi a riposo per recuperare (e neppure giornate intere).Si certo mi sono ripetuto, pensa a quelli che sono senza lavoro, ma pensando a mia moglie (titolare di una PMI) che valorizzava le persone che venivano da lei secondo le conoscenze mi incavolo perche' io potevo andare a casa cliente ed installare ADSL (conosco nella media e forse piu' W32 e Linux, me la so cavare ad installare un router ADSL) mentre il collega giuntista (che ha una manualita' acquisita da far invidia) che non si e' mai interessato ai PC ... si trova un cd da installare e spesso e volentieri. [Segue]
          • Anonimo scrive:
            Re: Codice Etico OLO: BALLE!!
            [segue]Il codice OLO e' un esempio classico del "Dal Nero al Bianco". Lo sai quanto costerebbe ripristinare la "last call" da parte del tecnico? NULLA.Secondo te, quante volte lo abbiamo proposto (perche' noi vogliamo lavorare tranquilli e una semplice telefonata prima di staccare una linea ci procurebbe un "amico" in piu').Lo sai quante volte ho chiamato l'utente a fronte di una cessazione (mai capito perche', se il subentro e' spostare una coppia di cavo sottile ci debbano essere giorni di disservizio quando io ci impiego 10 minuti con la pinzetta a cessare la vecchia ripartizione e riattivare la nuova) prima che ci fosse proibito (perche', sinceramente non mi pare ci sia scritto che il tecnico non possa chiamare) perche' se 1000 tecnici chiamano perdono 3000 minuti pari a 600 ADSL installate.Ah come vorrei mettere su web quello che ci fanno leggere sui siti intranet interni o ricopiare qualche ordine di servizio(ma rischio fino a 8 anni di galera)Ci hanno risposto che il management sa quello che fa, che gli utenti scontenti sono il rischio pero', pero' loro non hanno a che fare con il cliente.La cosa che non ci siamo scrollati di dosso e' la mentalita' schiavista e, internamente, il preconcetto che noi tecnici non siamo capaci di pensare e che le nostre idee sono sballate di base.Per te, e per tutti, la colpa della telecom e' colpa del signor SAT /altra cavolata di T.I./ del tecnico in divisa rossa che vedi seduto in macchina a giocare con il telefonino (non e' gioco , e' il Work Force Management) non di Ruggiero (cacciato da Infostrada a quanto ne so) che si inventa i modelli USA e li applica su un sistema che prima deve essere portato al livello tedesco perlomeno.Io non ci sto a prendermi (assieme ai miei colleghi tecnici e operai) la colpa del prezzo delle tariffe (sarebbe come dire che l'operaio della FIAT ha colpa del fatto che la sua societa' vada male).. grazie , comunque, non hai leso la mia dignita' .. ci pensa tutti i giorni Ruggiero & C di Telecom Italia...a... Vuoi vedere come funziona oggi la telecom?"Una societa' italiana ed una giapponese decisero di sfidarsi annualmente in una gara di canoa, con equipaggio di otto uomini. Entrambe le squadre si allenarono e quando arrivo' il giorno della gara ciascuna squadra era al meglio della forma, ma i giapponesi vinsero con un vantaggio di oltre un chilometro. Dopo la sconfitta il morale della squadra italiana era a terra. Il Top managment decise che si sarebbe dovuto vincere l'anno successivo e istitui' un Gruppo di Progetto per investigare il problema. Il Gruppo di Progetto scopri' dopo molte analisi, che i giapponesi avevano sette uomini ai remi ed uno che comandava, mentre la squadra italiana aveva un uomo che remava e sette che comandavano. In questa situazione di crisi il managment dette una chiara prova di capacita' gestionale: ingaggio' immediatamente una Societa' di Consulenza per investigare la struttura della squadra italiana. Dopo molti mesi di duro lavoro, gli Esperti giunsero ad una conclusione che nella squadra c'erano troppe persone a comandare e troppo poche a remare. Con il supporto del rapporto degli Esperti e l'avvallo del Gruppo di Progetto, fu deciso di cambiare immediatamente la struttura della squadra! Ora ci sarebbero stati quattro comandanti, due supervisori dei comandanti, un capo dei supervisori e uno ai remi. Inoltre si introdusse una serie di punti per motivare il rematore: "DOBBIAMO AMPLIARE IL SUO AMBITO LAVORATIVO E DARGLI PIU' RESPONSABILITA'..... ". L'anno successivo i giapponesi vinsero con un vantaggio di due chilometri! La societa' italiana licenzio' in tronco il rematore a causa degli scarsi risultati e pago' un bonus al Gruppo di Comando come ricompensa per il grande impegno che la squadra aveva dimostrato. La Societa' di Consulenza preparo' una nuova analisi, dove si dimostro' che era stata scelta la giusta tattica, che anche la motivazione era buona, ma che il MATERIALE usato doveva essere migliorato.... Al momento la societa' italiana e' impegnata a progettare una nuova canoa...... "
          • Anonimo scrive:
            Re: Codice Etico OLO: BALLE!!

            La societa' italiana licenzio' in tronco il
            rematore a causa degli scarsi risultati e
            pago' un bonus al Gruppo di Comando come
            ricompensa per il grande impegno che la
            squadra aveva dimostrato. molto divertente.però spesse volte arriva il rematore e dice... bho, io di isdn (o *dsl) non ne capisco nulla, io prima lavoravo solo sulle linee analogiche (o facevo un'altra cosa, o scusa x, oscusa y), ora apro la chiamata per un'altro collega e via col terminalino a smad0nn4re 30 minuti contro la tecnologia più altri trenta minuti contro il management telecom.e alla fine arriva il rematore di una ditta esterna che rattoppa tutto alla meno peggio con lo sputo ed un paio di cewingum dopo un mese che il cliente ha la bava alla bocca per il disservizio, spesso dopo avere visto passare una mezza dozzina di operatori interni o esterni e avere sentito una sessantina di versioni diverse su quello che c'è da fare oltre ad altrettante tiritere contro il management di telecom e altrettante contro il terminalino per gestire le chiamate.solo, guardacaso, dal servizio aziende, sono riuscito ad avere un servizio decente e a parlare con personale nella maggioranza dei casi preparato e molto educato.per il resto c'è solo da mettersi le mani nei capelli, per questo dico che la responsabilità è di tutti, anche in base al ruolo.e poi perchè tutti si lamentano e non se ne vanno?forse perchè stanno meglio lì nonostante tutto di come starebbero cercando lavoro in base alla loro preparazione?guarda che siamo tutti nello stesso mondo del lavoro, con la stessa crisi, con management che la pensano in un certo modo e con la stessa concorrenza interna ed esterna, nel mondo del lavoro nessuno regala nulla, quindi lamentarsi come fate è inutile se poi non ci se ne va facendo fallire l'azienda, che è l'unico modo per fare calare di quotazione i vostri manager e per lottare per cercare di entrare in una realtà migliore COME DEVONO FARE TUTTI GLI ALTRI (cribbio!!!) .
          • Anonimo scrive:
            Re: Codice Etico OLO: BALLE!!
            - Scritto da: Anonimo
            linee analogiche (o facevo un'altra cosa, o
            scusa x, oscusa y), ora apro la chiamata perGuarda che è veramente così!
            solo, guardacaso, dal servizio aziende, sono
            riuscito ad avere un servizio decente e a
            parlare con personale nella maggioranza dei
            casi preparato e molto educato.Beh ... che dire. Anche io nel mio campo mi ritengo preparato. Sono una persona educata e, lavorando in predominanza con "grandi parlatori" non mi trovo a disagio.Il discorso che ti riporto e' quello che si sente (e si vede!!)
            per il resto c'è solo da mettersi le
            mani nei capelli, per questo dico che la
            responsabilità è di tutti,
            anche in base al ruolo.
            e poi perchè tutti si lamentano e non
            se ne vanno?Di grazia dove? ...La media dei tecnici telecom ha 40 anni e gia' a trent'anni non trovi posto di lavoro.
            forse perchè stanno meglio lì
            nonostante tutto di come starebbero cercando
            lavoro in base alla loro preparazione?Dimmi tu, chi ti darebbe lavoro in base ad una preparazione tecnica mirata a sistemi telefonici,Io non ho visto altre ditte (tranne le subappaltatrici e i resti della Sirti) a cui andare a bussare.Ti ripeto, il mio campo e' ben preciso, sto bene e vengo trattato bene dai clienti a cui vado a risolvere il guasto. Ho avuto un periodo di crisi quando mi hanno messo ad installare ADSL senza la dovuta preparazione (parlo di passare cavetti sia chiaro) o meglio senza manualita' acquisita.Grazie ad una serie di corsi CISCO (pagati dalla ditta di mia moglie e con perdita di ferie da parte mia) mi sono permesso di alzare la voce e chiedere di negoziare le dimissioni.Sono stato rimesso nella mia vecchia sezione ...
            guarda che siamo tutti nello stesso mondo
            del lavoro, con la stessa crisi, con
            management che la pensano in un certo modo e
            con la stessa concorrenza interna ed
            esterna, nel mondo del lavoro nessuno regala
            nulla, quindi lamentarsi come fate è
            inutile se poi non ci se ne va facendo
            fallire l'azienda, che è l'unico modo
            per fare calare di quotazione i vostri
            manager e per lottare per cercare di entrare
            in una realtà migliore COME DEVONO
            FARE TUTTI GLI ALTRI (cribbio!!!) .Allora IO lo posso fare ma i colleghi che non hanno altri sbocchi dove vanno?Vedi, purtroppo, a meta' arco lavorativo molti non sanno cosa fare.Invece all'interno ci stiamo muovendo per chiedere almeno la posizione in base alle conoscenze. Abbiamo bloccato gli straordinari ed abbiamo fatto diversi scioperi. Solo che noi non abbiamo la visibilta' di altre categorie quali p.e. i tramvieri. Noi siamo costretti a lasciare due unita' per turno (gente fu prelevata a casa dalla polizia!) perche' il nostro e' un servizio basilare e, ti diro' di piu', se lo sciopero si protrae ti costringono a fare in straordinario quello che non hai potuto fare.Ah .. prima che mi accusiate di rubare il posto ... io non ho fatto assenze per malattia da anni )solo una volta per ricovero ospedaliero( e la ditta di mia moglie paga le tasse (e come se le paga e' una PIM)
        • Anonimo scrive:
          Re: Codice Etico OLO: BALLE!!

          Hai firmato un contratto con Telecom?
          Sai cosa sono le clausole vessatorie?Sono un obrobbrio giuridico.Ogni legge deve rispettare un principio di precedenza, le normative speciali non possono essere in contraddizione, ma solo entrare nel dettaglio, rispetto alle normative generali, le normative condominiali non possono essere in contrasto con quelle comunali, queste con le regionali, queste con le leggi dello stato, queste con la Costituzione. Questo è l'ABC di un sistema legale moderno.Un contratto privato NON deve potere violare una legge dello stato (mi dica che valore legale avrebbe se io e lei ci accordassimo con un contratto scritto di compiere qualunque altra cosa considerata un crimine???) , non si può parlare di "valore legale" per qualcosa che è illegale! Nel senso che lo Stato non può legalmente difendere un contratto che sia basato dichiaratamente su basi che lo stato non risonosce legali!E'ovvio, ma è contro gli interessi di qualche potente, quindi si è risorsi all'obrobbrio giuridico delle clausole vessatorie: io stato (colla s minuscola, uno stato che firma questo non è certo degno di rappresentare i suoi Cittadini) riconosco che difenderò per vie legali, rendendo quindi legittime, le clausole che tu o potente innominabile hai inserito nel tuo contratto anche se queste sono in violazione delle mie leggi..."Purchè il cittadino abbia firmato" non è una obiezione valida, nè il cittadino nè il potente di turno hanno potere di legiferare, quindi lo Stato a rigore di logica legale, non può avvallare un contratto tra questi due soggetti che sia contrario alle leggi.Che schifo.Un piccolo esempio, io e tizio ci accordiamo perchè io gli rubi la macchina, tizio mi firma una liberatoria, tizio cambia idea, ha tutto il diritto di richiedermi indietro la macchina, non posso io con la liberatoria in mano denunciare tizio perchè vuole rubarmi la macchina che gli ho consensualmente rubato, la legge non può difendermi in un frangente simile perch io e tizio ci siamo messi in una situzione fuori dalla legge, avremmo dovuto fare un regolare passaggio di proprietà, un contratto non deciso arbitrariamente da noi ma con tutti i crismi di legalità che non trova cioè alcun contrasto con le più alte leggi statali e costituzionali.
          • Anonimo scrive:
            Re: Codice Etico OLO: BALLE!!
            - Scritto da: Anonimo

            Hai firmato un contratto con Telecom?

            Sai cosa sono le clausole vessatorie?
            Sono un obrobbrio giuridico.[CUTTONE]
            "Purchè il cittadino abbia firmato"
            non è una obiezione valida, nè
            il cittadino nè il potente di turno
            hanno potere di legiferare, quindi lo Stato
            a rigore di logica legale, non può
            avvallare un contratto tra questi due
            soggetti che sia contrario alle leggi.
            Che schifo.Io aggiungo che se lo fa il piccoletto se lo divorano mentre questi trucchetti (compreso il fatto che se un operatore di tl dice che io ho cessato il contratto io non ho il diritto di leggere la sua disdetta) sono uso di grandi multinazionali(prova a dare un'occhiata al contratto SKY che in quanto a clausole vessatorie ...)
    • Smemo scrive:
      Re: Codice Etico OLO
      Ho cercato di leggere il tutto, ma resta per me un mistero questo OLO, dando uno sguardo in giro sembrerebbero gli operatori licenziatari, ma se cosi fosse, Chi/ cosa sono gli operatori licenziatari ? ..E a quali altre "privazioni" si andrebbe incontro sottoscrivendo il codice etico ?Grazie a chi vorrà illuminarmi :)
  • Anonimo scrive:
    Come l'Autority tutela gli utenti...
    Siccome ho avuto pure io la mia mezzoretta con i tipi di fastweb (ero potenzialmente interessato, è pure venuto un agente a casa mia) al termine della quale mi hanno messo davanti un contratto che definire poco chiaro è dire poco (promettono linea 4mb a voce ma questa opzione non è spuntata sul contratto...molto sospetto) io comunque non gli ho fornito ne le coordinate bancarie (ho detto che avrei pagato in posta) ne tantomeno ho firmato la disdetta telecom (primo foglioi ch emi hanno messo sotto il naso)...ho solo firmato il precontratto che non è vincolante e ho chiesto di rimandare a settembre (tanto ad agosto sono via) qunado avrei dato la risposta....inutile dire che vengo contattato telefonicamente da fastweb ormai quotidianamente (e appena sento fastweb, avendo ormai deciso per il no semplicemente dico "fottiti" e stacco)Però allarmato da questo articolo ho appena telefonato al 187 chiedendo se posso fare qulacosa se quelli di fw mi facessero lo scherzetto (sono comqueu stato tranqullizzato che la momento non c'è nulla in ballo), intendendo fare qualcosa in anticipo tipo una mia lettera in cui autorizzo telecom a respingere eventuali richieste di fw legate al mio numero....risposta: NO non si può perchè c'è l'autority che tutela le compagnie telefoniche e telecom, in qualità di gestore della rete, è sempre obbligata ad ubbidire alle richieste delle compagnie......morale della favola: noi utenti rischiamo sempre di prendercelo in ....
    • Anonimo scrive:
      Re: Come l'Autority tutela gli utenti...

      Però allarmato da questo articolo ho
      appena telefonato al 187 chiedendo se posso
      fare qulacosa se quelli di fw mi facessero
      lo scherzetto (sono comqueu stato
      tranqullizzato che la momento non c'è
      nulla in ballo), intendendo fare qualcosa in
      anticipo tipo una mia lettera in cui
      autorizzo telecom a respingere eventuali
      richieste di fw legate al mio
      numero...eh! e hai fatto bene ....
      .risposta: NO non si può
      perchè c'è l'autority che
      tutela le compagnie telefoniche e telecom,
      in qualità di gestore della rete,
      è sempre obbligata ad ubbidire alle
      richieste delle compagnie..cosa?!!!!IO e solo IO devo poter autorizzare o richiedere.non loro!!!!!!!!!!!!!!brutti str.....
    • nmarino scrive:
      Re: Autority: telecom continua a dire
      che "è obbligata" dalle delibere dell'Autorità di Garanzia delle Comunicazioni ma ..io sono andata a leggerle quelle che Telecom stessa cita ed in esse c'è una parte dedicata all'utenza che ribadisce testualmente" che il donating (detentore dell'utenza) deve agire in presenza della "chiara volontà" dell'utenza e per accertarla può chiedere copia del contratto sottoscritto. Non è casuale che poi gli operatori sottopongono la lettera di disdetta agli utenti e la fanno firmare perchè senza di essa loro commettono abusi. Infatti se Telecom nel mio caso, è insolvente rispetto al contratto, Fastweb ha falsificato la dichiarazione.Credo che dietro tutto questo c'è alla fin fine la legge di mercato libero di cui tanto si parla che favorisce gli interessi delle aziende e stritola i diritti dei cittadini! E pensare che cercaano di farci credere che la liberalizzazione ci favorisce!ciaonicoletta
  • Anonimo scrive:
    Prova così...
    Prova a inviare formale comunicazione a Telecom e Fastweb in cui comunichi che il telefono, in quanto servizio essenziale e garantito dal tuo legittimo contratto, è per te fondamentale per eventuali chiamate di emergenza. Se hai anziani o malati in casa, specificalo chiaramente; se vivi sola con tuo figlio, sei in gravidanza, hai subito ricoveri urgenti, aggressioni o furti in passato, scrivilo.Se hai i nomi di agenti o operatori che avrebbero dovuto raccogliere la tua storia ed attivarsi di conseguenza, elencali uno per uno.Informali che li riterrai personalmente responsabili di eventuali disservizi o gravi conseguenze ascrivibili a ritardo di chiamata di mezzi di soccorso, nonchè del danno biologico che potrebbe derivare dalla tua legittima ansia da "isolamento" per eventuali chiamate d'aiuto.Insomma, prova a spostare il piano del contenzioso dal banale disservizio, al potenziale danno biologico grave. Per le attivazioni in ritardo funziona piuttosto bene...Non si sa mai. In bocca al lupo!!!Nico
  • Anonimo scrive:
    Purtroppo sì...
    A me è capitata una vicenda analoga con la Wind è la sua offerta "Canone Zero & Co."... l'operatore ha insistito tanto ad inviare un opuscolo informativo (che poi non ho ricevuto), garantendomi che era solo per informazione, dopo 1 mese esatto da quella chiamata io non avevo più linea telecom, ma wind, in poche parole avevano attivato la preselezione automatica (tale conferma l'avevo avuta da un messaggio automatico) :'(Chiamo il 187 è mi dicono che era stato richiesto il passaggio ad altro gestore, chiedo quale sia, di rispodono Wind S.p.A.Allora chiamo il 155 e mi dicono che loro avevano un mio contratto firmato!!! Eh... le cose strane della vita... Faccio richiesta alla telecom per l'annullamento della preselezione automatica con Wind, dopo 15 gg, è stata tolta...Ahhh poi mi è arrivata la fattura della Wind... che non ho pagato per un semplice motivo: NON hanno alcun contratto firmato!!!Che mi portassero pure davanti al giudice di pace per chiedere il pagamento!!! :p :p :pPS. Ragazzi occhi aperti, in particolar modo con gli operatori di Wind-Infostrada e Tele2....
    • Anonimo scrive:
      Re: Purtroppo sì...

      PS. Ragazzi occhi aperti, in particolar modo
      con gli operatori di Wind-Infostrada e
      Tele2....Sono d'accordo! Vedi il mio intervento nel thread "le cose fatte per bene" :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Purtroppo sì...

      Ahhh poi mi è arrivata la fattura
      della Wind... che non ho pagato per un
      semplice motivo: NON hanno alcun contratto
      firmato!!!

      Che mi portassero pure davanti al giudice di
      pace per chiedere il pagamento!!! :p :p :prichiamaci quando ti diranno che tu hai aderito ad un contratto telefonico
  • Anonimo scrive:
    Tracotanza degli operatori telefonici
    Senza parole.Ricordatevene ed utilizzate il piu' possibile sistemi VOIP.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tracotanza degli operatori telefonic
      - Scritto da: Anonimo
      Senza parole.
      Ricordatevene ed utilizzate il piu'
      possibile sistemi VOIP.VOIP ? cioe' Voice Over IP ?
  • Anonimo scrive:
    Marketing vergognoso...
    Io non mi stupisco di nulla quando si parla di questa gente.Sentite un po questa:Il mese scorso, mentre ero all'università, un tizio di Alice telefona a casa, risponde mia madre, e comincia ad attaccarle bottone sulle nuovissime promozioni, etc. Ora, io ho una adsl tiscali 24/24, quindi immaginerete quanto poco me ne frega, e mia madre ovviamente glielo fa presente.Voi direte: allora questo si è rassegnato subito? NO!!Per farla breve, questo tizio continuava a ripetere a mia madre che sarebbe stato vantaggioso per me averne DUE!!!E' vergognoso!! Quel tipo si voleva approfittare del fatto che mia madre poco ne capisce, e del fatto che il contratto si può concludere tranquillamente via telefono.Fortuna che una bestialità del genere la capisce (quasi) chiunque, ma questi se ne approfittano! Perchè magari trovano il gonzo che ci casca!Le diceva cose del tipo: ma lei in caso Tiscali la può disdire... si, peccato che debba scadere prima il contratto, e nel frattempo? Ne pago due perchè sei bello? :@Ma le belle associazioni dei consumatori dove stanno? :@P.S. Mia madre poco convinta gli disse di richiamare quando c'ero io... con il piffero che ha richiamato! Caso strano! Magari fosse stato, prima mi facevo dare il suo codice operatore, poi gli facevo passare un brutto quarto d'ora...
    • Anonimo scrive:
      Re: Marketing vergognoso...
      - Scritto da: Akaal
      Io non mi stupisco di nulla quando si parla
      di questa gente.
      Sentite un po questa:Non e' direttamente telecom, ma aziende in outsourcing. Certo non rende meno colpevole telecoz, che da' licenze a cani e porci (e' proprio il caso di dirlo) fregandosene delle conseguenze.
      • sinadex scrive:
        Re: Marketing vergognoso...
        senza offesa per cani e porci mi raccomando! una volta tanto lasciamo in pace i soliti poveri e innocenti animalips: alla signora, a cui consigli di chiedere un bel po' di soldi come risarcimento danni, tutta la mia solidarietà
      • Anonimo scrive:
        Re: Marketing vergognoso...
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Akaal

        Io non mi stupisco di nulla quando si
        parla

        di questa gente.

        Sentite un po questa:

        Non e' direttamente telecom, ma aziende in
        outsourcing. Certo non rende meno colpevole
        telecoz, che da' licenze a cani e porci (e'
        proprio il caso di dirlo) fregandosene delle
        conseguenze.Eheheh a me è capitata la stessa cosa con Tele2....io ho alice e quello continuava a dirmi che avrei risparmiato 3 euro al mese... e io gli dicevo che non avrei cambiato per 2 motivi:1) con telecom mi trovavo bene2) nel caso di disdetta, avrei dovuto pagare i mesi che mancavano alla naturale scadenza del contrattoe quello continuava col offrirmi 1 mese gratis... 6 ore di telefonate gratuite... mi sembrava di essere al mercatinoCome si è conclusa la telefonata?Gli ho riattaccato il telefono mentre parlava.... LOL :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Marketing vergognoso...

      P.S. Mia madre poco convinta gli disse di
      richiamare quando c'ero io... con il piffero
      che ha richiamato! Caso strano! Magari fosse
      stato, prima mi facevo dare il suo codice
      operatore, poi gli facevo passare un brutto
      quarto d'ora...haaaaahahahahacol piffero che facevi passare quarti d'ora a qualcuno.1) ti rigirano la frittata e dopo essere stati stronzi ti dicono che loro fanno solo il loro lavoro e non devi essere maleducato2) tanto non hanno alcun superiore e se anche c'è non te lo devono passare3) non sono rintracciabili o identificabili con efficienzacon chi credi di avere a che fare?l'inefficienza non è più casuale: è studiata.
      • Anonimo scrive:
        Re: Marketing vergognoso...
        - Scritto da: Anonimo
        con chi credi di avere a che fare?
        l'inefficienza non è più
        casuale: è studiata.Comunque, nel 99% dei casi, i meschini utilizzano un numero di telefono nascosto. Poiche' con ISDN ho il caller-id, posso verificare il numero e, nel caso sia "sconosciuto", utilizzare un filtro che risponde e sbatte giu' la linea dopo pochi millisecondi.Vi assicuro che il metodo e' veramente efficiente ed i meschini spenderanno un sacco di soldi in scatti telefonici. :)Utilizzatelo.Certo, poi magari potrebbe filtrare qualche chiamata piu' o meno importante, ma come e' mia abitudine suonare il campanello di casa altrui senza maschera o cappuccio, mi aspetto che la gente che mi telefona non si renda invisibile.Il sito con il programma e' purtroppo sparito ( era http://mqsoft.virtualave.net/ ), comunque si chiama "CallerID", l'ultima versione era la 1.15 e la software house "MarQuis 2000".Ci sono molti altri CallerID, ma questa caratteristica lo rende speciale.Bye
        • Anonimo scrive:
          Re: Marketing vergognoso...
          Io su rete telefonica normale ho il servizio "visualizzazione numero del chiamante" attivo. Quando appare sconosciuto butto giù subito.Ho chiesto a Telezozz di poter visualizzare con il servizio "override" anche i num di telefono sconosciuti per porre fine alle centinaia di telefonate per Rosso Alice che ricevo da 2-3mesi a questa parte.Il costo? 80 euro per 5 giorni.Ho rinunciato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Marketing vergognoso...

      nuovissime promozioni, etc. Ora, io ho una
      adsl tiscali 24/24, quindi immaginerete
      quanto poco me ne frega, e mia madre
      ovviamente glielo fa presente.

      Voi direte: allora questo si è
      rassegnato subito? NO!!Ok senti questa.Arriva l'elenco telecom delle chiamate effettuata e trovo un paio di chiamate a numeri a pagamento.Contatto il call center e chiedo lumi.- Se lei usa internet allora ha beccato un dialer- Ma io ho una adsl Tele2- Be allora non e' adeguatamente protetto...- Senta che... (pappardella sui motivi tecnici per cui una adsl non puo' attivare un dialer tantomeno su un sistema linux)- Ascolti me che ci lavoro se il suo provider non le da una "protezione adeguata" lei si becca un dialer.Tre considerazioni:1) Programmo computer da prima che uscisse internet in italia (il mio primo modem era un 14400) : forse ci capisco qualcosina sia di adsl e dei dialer (ripeto uso linux)2) Cosa significa "protezione adeguata", forse vuole insinuare che l'unico operatore che da' detta "protezione " e' la telecom? In alcune zone di Italia per "protezione" si intende qualcosa di ben preciso...3) Chi procede al reperimento di personale per i call center sa fare il suo lavoro?
      • Anonimo scrive:
        Re: Marketing vergognoso...
        quelli dei call center sono solo carne da macello, nessuno ha idea di cosa sia un dialer o un worm, il massimo a cui arrivano e che devono sapere e` la connessione su windows, oltre quello a meno che si ha la fortuna di beccarne uno 'sapiente' e` ignoranza totale
    • Anonimo scrive:
      Re: Marketing vergognoso...

      P.S. Mia madre poco convinta gli disse di
      richiamare quando c'ero io... con il piffero
      che ha richiamato! Caso strano! Magari fosse
      stato, prima mi facevo dare il suo codice
      operatore, poi gli facevo passare un brutto
      quarto d'ora...Non te lo danno il codice, dicono per la privacy, inventano un nome falso e ti danno quello.In ogni caso, il piu' delle volte sono operatori call center addestrati... "al peggio".
  • Anonimo scrive:
    Bisogna stare attenti!
    Signora, sono pienamente solidale con lei, il comportamento di queste grosse aziende è inaccettabile e arrogante. Però sinceramente dare tutti i dati personali, compreso codice fiscale e coordinate bancarie, per avere delle informazioni mi sembra un pò rischioso. Lei avrà avuto fiducia perchè stava parlando con Fastweb, ma dietro al nome di qualsiasi grande azienda ci sono persone che sbagliano o che fanno i loro interessi senza preoccuparsi se agiscono correttamente.Speriamo comunque che questa esperienza negativa toccata a lei e ad altri come lei, serva per sgretolare il muro che esiste fra queste aziende e il pubblico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna stare attenti!

      Speriamo comunque che questa esperienza
      negativa toccata a lei e ad altri come lei,
      serva per sgretolare il muro che esiste fra
      queste aziende e il pubblico.a me sta servendo.ho casini in corso con Telecom e questa lettera mi ha riattizzato! ... non devo mollare!bravissima questa tipa!!!! un bacio alla signora!brava!
    • nmarino scrive:
      Re: chiariamo una cosa
      ho fornito i dati personali perchè, qualora ci fossero stati i presupposti, avrei preso i servizi Fastweb. Come ho scritto l'offerta era valida sino al 30 giugno ed il discorso fatto dall'operatore del call center mi è sembrato corretto e professionale: veniva predispostla la mia pratica, un precontratto, che avrebbe assunto valore legale quando io l'avrei sottoscritto. Tutto ciò per accorciare i tempi che erano già brevi (26 giugno chiamo ed il 30 scadeva 'offerta).Mi sono fidata? E perchè non avrei dovuto?Vivo fidandomi delle persone con cui entro a contatto: che vita sarebbe se dovessi gestire ogni rapporto all'insegna di "questo mi frega"...Si corrono dei rischi è vero, ma non ci sono le leggi per tutelare chi viene preso in giro "dai furbi, dai banditi, o quant'altro"? In fondo lo dico senza mezzi termini: i due operatori hanno violato: telecom gli articoli del codice civile (1325-26 2° titolo che regolano la stipula dei contratti; art. 1494 che regola la rescissione) e fastweb rischia di falsa dichiarazione.nicoletta
      • Anonimo scrive:
        Re: chiariamo una cosa
        - Scritto da: nmarino
        ho fornito i dati personali perchè,
        qualora ci fossero stati i presupposti,
        avrei preso i servizi Fastweb. Come ho
        scritto l'offerta era valida sino al 30
        giugno ed il discorso fatto dall'operatore
        del call center mi è sembrato
        corretto e professionale: veniva
        predispostla la mia pratica, un
        precontratto, che avrebbe assunto valore
        legale quando io l'avrei sottoscritto. Tutto
        ciò per accorciare i tempi che erano
        già brevi (26 giugno chiamo ed il 30
        scadeva 'offerta).
        Mi sono fidata? E perchè non avrei
        dovuto?
        Vivo fidandomi delle persone con cui entro a
        contatto: che vita sarebbe se dovessi
        gestire ogni rapporto all'insegna di "questo
        mi frega"...Si corrono dei rischi è
        vero, ma non ci sono le leggi per tutelare
        chi viene preso in giro "dai furbi, dai
        banditi, o quant'altro"? In fondo lo dico
        senza mezzi termini: i due operatori hanno
        violato: telecom gli articoli del codice
        civile (1325-26 2° titolo che regolano la
        stipula dei contratti; art. 1494 che regola
        la rescissione) e fastweb rischia di falsa
        dichiarazione.

        nicolettaResta un'incoscienza. Io non fornisco i miei dati bancari a nessuno se non alla stipula di un contratto (precontratto non significa nulla). Ferma restando la solidarietà a te, che aspetti a fare una denuncia penale (querela)? Hai 90 gg dal momento in cui ti sono stati noti i fatti...... Accerti poi il giudice le varie responsabilità.
    • gollum1 scrive:
      Re: Bisogna stare attenti!
      Quello che mi sto chiedendo è: da quando una registrazione telefonica ha valore legale per la stipula di un contratto?le telefonate vengono registrate senza alcuna autorizzazione nella maggior parte dei casi....e quello che mi fa veramente ridere è che lo stesso call center che fornisce il servizio per telecom, lo sta fornendo anche per wind, tiscali e tele2... contemporaneamente... e i dati vengono scambiati tra i vari operatori alla faccia della legge sulla privacy... in questo ambito di privacy non esiste assolutamente nulla... e mi sorprende che possa essere accettato come contratto effettivo una registrazione di una telefonata che può (e nel 90% dei casi lo è) essere contraffata (ho dichiarazioni dirette di personale dei call center stessi che in via confidenziale mi hanno confermato di aver visto loro colleghi agire per contraffare le telefonate)...credo che da ora in avanti mi premunirò di avere un registratore attaccato al telefono e di avvertire gli eventuali operatori che anche da parte mia sto registrando la telefonata... poi in caso di beghe legali, voglio vedere a chi darà ascolto il giudice...ByezGollum1
  • Anonimo scrive:
    Luogo comune?
    Solo in Italia poteva capitare. :'(:'(:'(
  • Anonimo scrive:
    e il contratto firmato da loro?
    e il fatto che noi clienti non si ha mai il contratto controfirmato da loro? la NOSTRA copia del contratto? voi l'avete vista?
  • vandalo scrive:
    ...Stessa cosa!
    Salve, anche a me è successa la stessa cosa con Fastweb. Alla fine ho dovuto accettare le loro condizioni perchè non potevo permettermi di rimanere senza linea telefonica per troppo tempo.Penso che questa sia una pratica comune.
    • Anonimo scrive:
      Re: ...Stessa cosa! - VERGOGNA
      - Scritto da: vandalo
      Salve,
      anche a me è successa la stessa cosa
      con Fastweb. Alla fine ho dovuto accettare
      le loro condizioni perchè non potevo
      permettermi di rimanere senza linea
      telefonica per troppo tempo.
      Penso che questa sia una pratica comune.è su quelli come te che contano i loro successi.la signora ci sta mostrando come si vive, come si combatte tutti i giorni, come non ce lo si fa mettere in culo se la cosa non ci aggrada.agguerrita, vigile, costante, inarrestabile. forza così!
      • Anonimo scrive:
        Re: ...Stessa cosa! - VERGOGNA
        si, si hai ragione, magari viceva la causa.Intanto però l'avrebbe preso lì dietro lo stesso per mancanza della linea telefonica. La signara poteva, diciamo, permetterselo.Non siamo in uno stato di diritto!
    • nmarino scrive:
      Re: Facciamo una denuncia comune?
      e succede: posso chiedere a chi gestisce il forum di raccogliere le richieste di chi se la sente di avviare insieme una denuncia contro Telecom e le altre società telefoniche che hanno tenuto comportamenti simili a quello nei miei confronti?grazie
  • Anonimo scrive:
    Consueto delirio burocratico italiano..
    ..sempre la solita storia, 40 anni fa o oggi :-(
  • Anonimo scrive:
    Quando la TV va in vacanza...
    purtroppo d'estate Striscia la notizia e Mi manda Rai Tre chiudono per ferie e chi difende il cittadino?
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando la TV va in vacanza...
      - Scritto da: Anonimo
      purtroppo d'estate Striscia la notizia e Mi
      manda Rai Tre chiudono per ferie e chi
      difende il cittadino?Se il compito di difendere il cittadino e' relegato esclusivamente alla TV stiamo messi molto peggio di quanto pensassi (e pensavo malissimo).
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando la TV va in vacanza...
      - Scritto da: Anonimo
      purtroppo d'estate Striscia la notizia e Mi
      manda Rai Tre chiudono per ferie e chi
      difende il cittadino?è veramente una merda che si debba pensare che due programmi televisivi stiano sostituendo la giustizia.credo che però andare a mmr3 costi ZERO mentre andare da giudici, tribunali ecc ecc COSTI.ASSURDO!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    LE COSE FATTE BENE
    Bastava 1 raccomandata a Telecom, con la quale intimare di non staccare il numero, e 1 a Fastweb di diffida.In caso di persistente inadempimento, Giudice di Pace.Fax, email, telefonate... non servono a nulla, valgono solo le raccomandate (a.r.)ciao
    • Incubus scrive:
      Re: LE COSE FATTE BENE
      Non e' propriamente vero, le email hanno qualche validita' se sono ancora sul server di posta (cioe' se non sono state scaricate sul tuo computer) ed i fax, se mantieni le ricevute e se in queste c'e' scritto che il fax e' arrivato a quel numero, dimostrano che hai inviato loro qualcosa, cosi' come per la raccomandata.Anzi, credo che il fax abbia piu' valore di quest'ultima e si avvicini di piu' al foglio raccomandato dato che non possono dire di aver ricevuto una busta vuota. Se equivalente a quest'ultimo sono costretti a mostrare il foglio, altrimenti vale la tua parola.Parlo perche' mi sono informato anch'io su queste cose, se c'e' qualcuno piu' esperto risponda, e' un argomento che puo' interessare.
      • Anonimo scrive:
        Re: LE COSE FATTE BENE
        - Scritto da: Incubus
        Parlo perche' mi sono informato anch'io su
        queste cose, se c'e' qualcuno piu' esperto
        risponda, e' un argomento che puo'
        interessare.Guarda io ho avuto una querelle con wind (che siano maledetti almeno finché c'era infostrada=olivetti erano seri, poi è entrata wind=enel=ministero del tesoro...)Allora, i fax puntualmente vengono persi o arrivano "illeggibili" (sic), le email avranno anche valore ma non le leggono o al limite ti risponde sempre un operatore diverso x cui a volte ci sono a volte no secondo se hanno voglia di leggerle... Io li ho ascoltati per 1 volta, poi ho risolto tutto semplicemente in 15 gg facendo a modo mio (cioè attaccando di punta), SOLO raccomandate RR senza busta ovvero fogli A4 ripiegati, spillati e spediti; se c'erano più fogli (ad es l'ultima raccomandata dove intimavo la messa in mora con fotocopie autenticate -cioè firmate + fotocopia carta identità- delle ricevute delle raccomandate precedenti a loro arrivate, con riepilogo delle date e richiami di articoli del codice) scrivevo su ognuno "pagina 1 di 4" etc con l'uniposca bello grosso per evitare che dicessero che alcune pagine non erano arrivate etc, ogni foglio datato e firmato.Morale: in 15 gg mi sono staccato da loro, cancellato dal database risolte le pendenze tornato a telecom, e mi hanno pure abbuonato qualche euro che io dovevo loro (che per tutto il resto avevano torto marcio)... pur di levarsi di torno uno scassa**lle come me :DInsomma, quando ci sono di mezzo i vostri soldi giocate duro!
    • Anonimo scrive:
      Re: LE COSE FATTE BENE
      - Scritto da: Anonimo
      Bastava 1 raccomandata a Telecom, con la
      quale intimare di non staccare il numero, e
      1 a Fastweb di diffida.

      In caso di persistente inadempimento,
      Giudice di Pace.

      Fax, email, telefonate... non servono a
      nulla, valgono solo le raccomandate (a.r.)

      ciaoIo quando ho avuto problemi con T.....m ho sistemato tutto con fax
      • Anonimo scrive:
        Re: LE COSE FATTE BENE
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Bastava 1 raccomandata a Telecom, con la

        quale intimare di non staccare il
        numero, e

        1 a Fastweb di diffida.



        In caso di persistente inadempimento,

        Giudice di Pace.



        Fax, email, telefonate... non servono a

        nulla, valgono solo le raccomandate
        (a.r.)



        ciao

        Io quando ho avuto problemi con T.....m ho
        sistemato tutto con faxe come?
    • castu scrive:
      Re: LE COSE FATTE BENE
      - Scritto da: Anonimo
      Bastava 1 raccomandata a Telecom, con la
      quale intimare di non staccare il numero, e
      1 a Fastweb di diffida.

      In caso di persistente inadempimento,
      Giudice di Pace.

      Fax, email, telefonate... non servono a
      nulla, valgono solo le raccomandate (a.r.)

      ciaoEffettivamente la signora ha un po' esagerato...con questo però non voglio dire che non abbia ragione, ha anzi tutto il mio sostegno morale.
      • Anonimo scrive:
        Re: LE COSE FATTE BENE


        Effettivamente la signora ha un po'
        esagerato...con questo però non
        voglio dire che non abbia ragione, ha anzi
        tutto il mio sostegno morale.che?!!!!!!!!!!!!!!!!!la signora ha fatto assolutamente bene!!!! ce ne fosser do più che si fanno il culo come lei!!!!brava e basta, invece!!!!!!!!e che non molli!
    • nmarino scrive:
      Re: LE COSE FATTE BENE: ma che bravo!
      se leggi la mia lettera scoprirai che è la prima cosa che ho fatto..e poi di seguito il resto!!Almeno leggere prima di commentare altrimenti sono discorsi inutili!nicoletta
  • Anonimo scrive:
    Non preoccupatevi
    va tutto bene, è tutto a posto, non è successo nientehttp://punto-informatico.it/p.asp?i=48949:|
  • Anonimo scrive:
    Delinquenti!
    Direi che è l' unico commento possibile ....
  • Anonimo scrive:
    Questa e' l'Italia!
    senza parole
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa e' l'Italia! senza paroleinfatti.senza parole VOIma se fossimo tutti come l'articolista non andrebbe così.lei non è senza parole; lei non dice "ho altro da fare"lei non perde i suoi soldi senza combattere e non ignora i suoi diritti, né la legge.grandiosa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa e' l'Italia!
        - Scritto da: Anonimo

        senza parole

        infatti.
        senza parole VOI

        ma se fossimo tutti come l'articolista non
        andrebbe così.
        lei non è senza parole; lei non dice
        "ho altro da fare"
        lei non perde i suoi soldi senza combattere
        e non ignora i suoi diritti, né la
        legge.

        grandiosa.Tutto bello, ma allora il governo che ci sta a fare? Non dovrebbe "governare" e fare gli interessi dei cittadini?Allora tanto vale fare ognuno per sè --
        cioè anarchia (non sono anarchico prima che qualcuno cominci a tirare in ballo la politica).Situazioni così non dovrebbero accadere con tale frequenza come in questo ultimo periodo.
  • Anonimo scrive:
    incredibile!
    ormai queste grandi società non sono più a misura d'uomo e i dipendenti si scaricano la patata bollente l'un l'altro, non la invidio ma ha tutta la mia simpatia. buona fortuna
    • Anonimo scrive:
      Re: incredibile!
      - Scritto da: Anonimo
      ormai queste grandi società non sono
      più a misura d'uomo e ....e i negri hanno il ritmo nel sangue, il nord ha lavoro, il sud ci ruba il lavoro, i napoletani rubano e i genovesi sono tirchi
      i dipendenti si
      scaricano la patata bollente l'un l'altro,
      non la invidio ma ha tutta la mia simpatia.
      buona fortunacazzate.i dipendenti sono COSTRETTI a lavorare in quel modo.non puoi, ad esempio, rivolgerti due volte di fila ad un operatore efficiente.la seconda volta l'altro non sa nulla e tu non ci puoi fare niente.una volta mi hanno dato il cellulare di un tecnico ... l'ho chiamato 2 volte e la terza volta mi ha risposto imbarazzato che gli è stato intimato di non fornire mai più il suo numero diretto perchè la politica dell'azienda è ... diversa.mi ha chiesto mille volte scusa, e poi ... mi ha commosso ... sembrava avesse a che fare con la mafia: c'ho famiglia, devo lavorare ... ecc....se mi ha buggerato, lo ha fatto con arte.
  • Anonimo scrive:
    non ci credo...
    schifo, schifo schifo! ma perche' solo in italia capitano ste cose....ma e' paradossale! skifo!
    • Anonimo scrive:
      Re: non ci credo...
      - Scritto da: Anonimo
      schifo, schifo schifo! ma perche' solo in
      italia capitano ste cose....ma e'
      paradossale! skifo!Non è vero, succedono ovunque solo un esempio:http://www.ripoffreport.com/results.asp?q1=ALL&q2=&q3=&q4=&q5=Verizon&q6=&q7=&submit2=Search%21Verizon
    • Anonimo scrive:
      Re: non ci credo...
      - Scritto da: Anonimo
      schifo, schifo schifo! ma perche' solo in
      italia capitano ste cose....ma e'
      paradossale! skifo!perchè al contrario degli altri cittadini degli altri stati, noi ci lamentiamo e poi non andiamo a fondo.la tipa qui, invece, ha le palle grandi così. speriamo che non gliele sgonfino.
  • Farlocco scrive:
    Allucinante!
    Ha pensato ad una denuncia penale?Credo che abbia diritto a parecchi euro di risarcimento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Allucinante!
      - Scritto da: Farlocco
      Ha pensato ad una denuncia penale?
      Credo che abbia diritto a parecchi euro di
      risarcimento.Già, forse si potrebbe addirittura invocare l'interruzione ingiustificata di servizio pubblico.
    • noccioletta scrive:
      Re: Allucinante!
      Ciao Farlocco,ho mandato il link di questa notizia/lettera mettendo come subject lo stesso termine usato da te nel titolo del tuo intervento...Certo che leggendo queste cose l'aver ricevuto da Telecom un numero "nuovo" ma *usato* (*) si ridimensiona, pur rimandendo vergognoso.(*) situazione scoperta quando Tele2 mi ha detto che non potevano attivarci l'adsl, perche' su quel numero, per me nuovo, risultava una richiesta di adsl alice dell'intestatario precedente...se e' un modo per mettere i bastoni fra le ruote agli operatori alternativi, e' plateale!Un saluto di sostegno alla mia omonima!Nicoletta
  • Anonimo scrive:
    Scaricabarile!
    Cara signora, ha tutta la mia solidarietà, in quanto anche io ho vissuto una vicenda simile con Wind che ha proceduto, a mia totale insaputa,al distacco da Telecom. Solo dopo tre mesi sono riuscito ad avere di nuovo l'allaccio con Telecom e solo dopo SEI mesi mi hanno rimborsato delle spese di riallaccio. Anch'io mi sono rivolto alle associazioni dei consumatori, ma nessuno ha fatto niente perchè non ero un loro iscritto. ho dovuto fare tutto da solo e mi rendo perfettamente conto delle sue traversie. La esorto a non demordere e a tempestarli di telefonate ad ogni ora del giorno e della notte per far valere i suoi diritti. Tenga duro!Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scaricabarile!
      - Scritto da: Anonimo
      Tenga duro!
      Saluti.:|
    • Anonimo scrive:
      Re: Scaricabarile!
      - Scritto da: Anonimo
      La esorto a non demordere e a
      tempestarli di telefonate ad ogni ora del
      giorno e della notte per far valere i suoi
      diritti.Come se servisse a qualcosa... i call center sono dei muri di gomma, fatti appositamente per respingere le lamentele dei clienti.Sono affidati a società esterne, ogni volta che si chiama bisogna rispiegare tutto da capo, scoprendo che spesso non esiste traccia alcuna delle proprie lamentele., e così all'infinito.Purtroppo solo gli organi di informazione funzionano, perché li svergognano in pubblico: non necessariamente le TV nazionali, ma anche un quotidiano locale.Nella mia esperienza personale, dopo 5 mesi di inutili telefonate e e-mail al call center di Telecom Italia per Alice ho avuto la linea riattivata in meno di 2 giorni denunciando il mio caso ad un quotidiano regionale.
Chiudi i commenti