Foto in piazza anche su Android

Dopo la recente scoperta della vulnerabilità strutturale di iOS, ora anche Google finisce sul banco degli imputati. Un'autorizzazione da poco basta a scaricare l'archivio dell'utente da remoto

Roma – Si allarga lo “scandalo” della condivisione non autorizzata delle informazioni degli utenti di dispositivi mobile venuto alla luce grazie all’applicazione per iPhone Path , e questa volta coinvolge Android: anche il sistema operativo di Google è affetto da quella che è una vera e propria vulnerabilità strutturale, e cioè la facilità con cui le app possono bypassare il sistema di autorizzazioni previsto dall’OS per fare un po’ quello che vogliono con i dati dell’utente presenti sul dispositivo.

A scoprire la falla in Android è stato uno sviluppatore di “app” assoldato dal New York Times per la creazione di un’applicazione di test: basta richiedere l’autorizzazione per accedere a Internet, sostiene il NYT, e l’app può tranquillamente rovistare tra le foto più recenti visionate dall’utente senza che questo sappia alcunché a riguardo.

Peggio ancora: le foto individuate possono essere caricate su un server remoto e l’utente sarà sempre all’oscuro dell’operazione di upload. Insomma pare proprio che la condivisione “involontaria” di informazioni e contenuti personali non sia un problema di una singola app per iPhone, ma una vera e propria piaga dell’intero mondo mobile.

Dal canto suo, Google ammette implicitamente l’esistenza del difetto strutturale ma prova a giustificarsi chiamando in causa scelte di design per il file system delle foto derivate dagli OS per computer tradizionali come Windows e Mac OS: prima c’era la necessità di facilitare l’accesso alle foto su schede SD esterne, sostiene Mountain View, ma ora che il trend va verso la disponibilità di un’ampia memoria interna stiamo valutando un cambio di prospettiva in tal senso.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • collione scrive:
    mah
    eppure io non ho mai capito seriamente come diavolo funziona questo bitcoinok su tutta la storia delle key, per cui c'è gente che genera key, le immette nel sistema e quindi aumenta il numero dei bitcoinma la conversione in dollari? davvero c'è gente che accetta i bitcoin e ti dà i dollari? e poi leggendo queste cifre impallidiscopensavo che l'economia dei bitcoin fosse piccola, cosa da hacker appunto, non una cosa grossa come questaa dire il vero, girando su tor, ho visto che c'è gente che vende cose molto molto serie e accetta bitcoinonestamente io non ci dormirei la notte ad avere in "banca" un cumulo di bitcoinnon so, magari è che sono abituato pure io ad essere servo del signoraggio e delle banche, però ho letto pure dei vari tracolli della valuta bitcoin nei mesi scorsi e onestamente non mi farebbe dormire avere i miei averi in bitcoin
    • pof scrive:
      Re: mah
      Bè, sicuramente è un rischio, ma con l'aumentare dell'economia che gira attorno ai bitcoin, il prezzo della valuta diventerà sempre più stabile, inoltre ti posso assicurare che c'è moltissima gente che scambia dollari, euro, yen, e perfino rupie in cambio di bitcoin senza battere ciglio!
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: mah
      Ti dico quello che ho capito:Tu installi questo software open source per generare bitcoin tramite CPU o GPU.Oppure partecipi a delle specie di gruppi dove si genera tutti insieme il bitcoin il cui gestore prende una piccola percentuale.In realtà quello che generi è un codice hash.Quando un bitcoin viene generato deve essere inserito in un database p2p decentralizzato per diventare valido. Cioè in pratica tutti quanti sanno quali operazioni vengono effettuate con questi bitcoin. Cosa succede però se hai creato un bitcoin che è stato già generato da qualcun altro? Viene rigettato.Per questo più si va avanti e più è difficile creare bitcoin che non sono stati già inseriti e quindi aumentano di valore. E' come quando da bambini ci si scambia le figurine e si arriva al punto in cui ce ne sono alcune che mancano a tanti e quindi si diventa matti per averle.Quale è il problema? Che magari si arriverà al punto in cui i bitcoin varranno talmente tanto che nessuno li vorrà scambiare facendo implodere il sistema e crollare il valore della moneta.
      • painlord2k scrive:
        Re: mah
        Il Dr. Stranamore non ha capito una mazza di economia di base. Evidentemente ha studiato con Draghi e Monti e non comprende, come loro, cosè una moneta. Almeno loro, però, hanno trovato il modo di guadagnarci non sapendolo (ma dipende tutto dal posto che occupano).Il valore dei bitcoin dipende dall'incontro tra la domanda e l'offerta.L'offerta può essere di bitcoin esistenti oppure di bitcoin "minati" con un computer. Minare bitcoin diventa più costoso e più difficile con il tempo, tanto che è praticamente impossibile produrre più di un certo numero di bitcoin anche con capacità di calcolo immense. Questa è una feature, non un bug. I bitcoin possono essere divisi in milli e micro bitcoin (millesimi e milionesimi di unità). Il fatto di non poter produrre un numero arbitrario di bitcoin evita l'effetto inflazione (vedi Monti, Draghi e Bernanke e quel Nobel di Krugman) che riduce il valore della moneta.L'unica caratteristica importante che manca a bitcoin è l'essere un metodo per conservare potere di acquisto nel tempo. Un numero non ha un valore intrinseco, una moneta d'oro o d'argento ha un valore intrinseco dovuto all'uso che si può fare del metallo di cui sono composte. Quindi non è certo che il loro valore non possa andare a zero (per esempio se non vengono più accettate da nessuno).Però, bitcoin è utilissimo per eseguire transazioni finanziarie e commerciali eliminando gli intermediari come le banche e le banche centrali. Senza una banca centrale è impossibile creare inflazione aumentando la massa monetaria (la massa monetaria, per progetto, cresce in modo asintotico). Senza le banche si elimina la possibilità di controllare come e quando uno usa il suo denaro e si elimina la possibilità che le banche lo usino per espandere il credito in modo fraudolento (vedi riserva frazionale delle banche).
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: mah
          - Scritto da: painlord2k
          Il Dr. Stranamore non ha capito una mazza di
          economia di baseL'economia di base non c'entra niente visto che ho solo dato una spiegazione di come funzionano i bitcoin dal punto di vista tecnico/pratico e quello che scrivi dopo non contraddice in alcun modo i punti di cui ho parlato io.. Evidentemente ha studiato con
          Draghi e Monti e non comprende, come loro, cosè
          una moneta. Certo Draghi e Monti, con tutti i difetti che possono avere di certo non sono ignoranti sull'argomento. Almeno mi hai messo in buona compagnia. Fatti una camomilla.
          • painlord2k scrive:
            Re: mah
            Draghi e Monti guadagnano lautamente non sapendo i danni che stanno facendo I loro amici banchieri di Goldman Sachs e compagnia bella ringraziano per il credito all'1% che possono ottenere (tu no invece) e con il quale possono speculare in borsa, fare carry trade con i titoli di stato al 3-5%, etc.Che vuoi che gli freghi a Draghi e Monti (e a Bernanke e ad altri) se le loro politiche di salvataggio delle banche stanno facendo continuare una crisi per anni, impoverendo la gente e distruggendo l'economia reale?Loro non guadagnano i miseri 10-20 mila euro al mese di un deputato o di un senatore. Quella è gente che guadagna 10 volte tanto, come minimo. Cerca chi è John Corzine e cosa ha fatto.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: mah
            - Scritto da: painlord2k
            Draghi e Monti guadagnano lautamente non sapendo
            i danniTu straparli, prima mi dai addosso senza ragione, poi dici che degli economisti "non sanno". Mah d'altro canto questo è il livello di questi forum, sembra di stare al mercato del pesce.
          • ziomik scrive:
            Re: mah
            Consiglio di cambiare forum per approfondire cosa è il bitcoin come funziona etc etc. andando, appunto direttamente sul forum ufficiale: https://bitcointalk.org/index.php?board=28.0 Pace & bene
        • collione scrive:
          Re: mah
          beh, avete ragione entrambiDottor Stranamore non ha detto nient'altro che come funziona il modello bitcoinil blocco psicologico che avevo riguardava i "primi" che si ritrovano/ritrovavano ad avere in mano miliardi non avendo fatto nient'altro che far girare un programmaperò se penso che le banche centrali fanno praticamente la stessa cosa, allora si capisce come bitcoin sia molto più democratico delle valute che usiamo ogni giornoriguardo il numero fisso massimo, vale la stessa cosa per l'euro se non sbaglio ed è quello il problema per cui gli Stati europei stanno craccando a rafficapenso che bisognerà pure con bitcoin affrontare in futuro questo problema, ma penso che sarà un futuro abbastanza lontanola perplessità che ho è se ci sono exchanger in buona quantità, da dove prendono i loro bitcoin ( sono legati ai pool di miner? ) e se fanno sul serioho qualche esperienza con le e-currency e lì ho visto che ogni tanto spunta il truffatorazzo
          • painlord2k scrive:
            Re: mah
            "la perplessità che ho è se ci sono exchanger in buona quantità, da dove prendono i loro bitcoin ( sono legati ai pool di miner? ) e se fanno sul serio"Mano a mano che i bitcoin aumentano di prezzo (sono richiesti per essere usati), si useranno sempre di più le frazioni, cioè i microbitcoin (1/1000 di bitcoin) e i microbitcoin (un milionesimo). Bitcoin è fatto per poter essere diviso in frazioni infinitesimali.Chi ha bisogno di usare i bitcoin deve comprarli da altre persone che hanno bitcoin. In questo è simile all'oro o ad un'altra moneta basata su una commodity (la quantità di oro è praticamente fissa - aumenta di circa l'1% all'anno e anche se il prezzo raddoppiasse domani, la produzione non potrebbe cambiare significativamente). Chi accetta bitcoin in cambio un servizio o di una merce li accetta solo perché prevede che in futuro li userà per acquistare altre merci o altri servizi. In questa ottica, il valore o il prezzo del bitcoin è ininfluente sulle transazioni finali. Il vantaggio è che la quantità stabile di bitcoin permette di usarli come mezzo di scambio senza timore che qualcuno li svaluti artificialmente. In generale, dato che i bitcoin crescono asintoticamente e l'economia mondiale cresce esponenzialmente o linearmente, i bitcoin subiranno una deflazione la cui severità è dipendente dalla crescita dell'economia: se l'economia cresce del 3% in un anno i bitcoin compreranno il 3% di più l'anno dopo. Però, mano a mano che il loro valore aumenta, maggiore è il vantaggio a venderli per comprare qualche cosa. Inoltre, nessuno può smettere di consumare; uno deve comunque sempre mangiare, bere, etc.Nella seconda metà dell'XIX secolo, con il gold standard, l'economia crebbe enormemente e aveva una deflazione media del 2% all'anno. I soldi (monete d'oro) che uno risparmiava valevano mediamente il 2% in più ogni anno. Non serviva fare investimenti in borsa, avere la pensione dallo stato, etc. Ovviamente questo stava brutalmente sulle scatole ai banchieri e quindi spinsero, piano piano, per passare ad un sistema di fiat money che gli permetteva di guadagnare molto di più (e permetteva agli stati di finanziare le loro guerre espansive saccheggiando i risparmi dei loro stessi cittadini).
  • bubba scrive:
    tambu ,leggi meglio :)
    il comunicato stampa di linode.com parla di OTTO utenti compromessi. lo dice pure 2-3 volte :Pla sicurezza del bitcoin in se' poi c'entra poco... questi hanno hackato l' hosting provider.. claro che dopo hai poteri admin-like e ti freghi quello che c'e' hostato..
    • Ziomik scrive:
      Re: tambu ,leggi meglio :)
      Dovrebbe rifare tutto l'articolo... visto che è come dire:"Ancora problemi con l'euro!! Un ragazzo ha lasciato nascosto sotto un ramo in piazza Garibaldi un portafoglio con 10.000 euro al suo interno.Un malvivente cercando chissacosa nella piazza ha colpito con un piede qualcosa che sembrava un portafoglio. L'ha aperto e ha trovato al suo interno l'intera cifra! Dopo averla intascata è sparito. Ricordiamo anche che l'altro giorno una banca è stata svaligiata di tutto il contante al suo interno. Ai ai ai l'euro non è molto sicuro"
  • HostFat scrive:
    Incompetenza
    Errori di pura incompetenza.Lasciare un wallet con cosi tanti bitcoin sul servizio di hosting, che boiata ...
    • krane scrive:
      Re: Incompetenza
      - Scritto da: HostFat
      Errori di pura incompetenza.
      Lasciare un wallet con cosi tanti bitcoin
      sul servizio di hosting, che boiata ...In pratica l'articolista sta dicendo che l'euro ha fallito perche' a qualcuno hanno rubato il portafoglio di tasca ? Ho capito bene ?La solita fuffa pseudo giornalistica ?
      • brain scrive:
        Re: Incompetenza
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: HostFat

        Errori di pura incompetenza.

        Lasciare un wallet con cosi tanti bitcoin

        sul servizio di hosting, che boiata ...

        In pratica l'articolista sta dicendo che l'euro
        ha fallito perche' a qualcuno hanno rubato il
        portafoglio di tasca ? Ho capito bene
        ?No, sta dicendo che le carte di credito sono sicure :D
      • HostFat scrive:
        Re: Incompetenza
        - Scritto da: krane
        In pratica l'articolista sta dicendo che l'euro
        ha fallito perche' a qualcuno hanno rubato il
        portafoglio di tasca ? Ho capito beneSi ;)
      • 1 qualsiasi scrive:
        Re: Incompetenza

        In pratica l'articolista sta dicendo che l'euro
        ha fallito perche' a qualcuno hanno rubato il
        portafoglio di tasca ? Ho capito bene
        ?
        La solita fuffa pseudo giornalistica ? sta incontrando nel suo cammino problemi e trabocchetti insiti nel suo sucXXXXX Secondo me sta dicendo che il bitcoin funziona abbastanza bene da far gola ai ladri.Se nessuno li rubasse... vorrebbe dire che a nessuno interessano, e quello sì che sarebbe un fallimento.
        • HostFat scrive:
          Re: Incompetenza
          Questo è un ottimo sito per farsi un idea dello stato del network :)http://blockchain.info/stats
      • fagotto scrive:
        Re: Incompetenza
        Esatto. Bitcoin come moneta non ha mai avuto problemi di sicurezza che io sappia, tutti i furti mi risultano siano riconducibili al fatto che i proprietari dei bitcoin in questione si sono fatti rubare le chiavi dei portafogli.C'è da dire che, se ti riferisci a Bitcoin come a tutto l'ecosistema che ha a che fare con la moneta e non solo al protocollo in se, parlare genericamente di "problemi di sicurezza" non mi pare così fuori luogo. Si dovrebbe solo fare più chiarezza sul soggetto.
Chiudi i commenti