Francia: Google paghi per il copyright

Google France condannata per ripetuta violazione del diritto d'autore. Dovrà pagare oltre 400mila euro a una casa di produzione cinematografica locale. Aveva più volte chiesto a BigG la rimozione dei video

Roma – Era stata accusata di violazione ripetuta del copyright, trascinata in tribunale da un gruppo di artisti in terra francese. Il processo a Google è ora giunto ad un’attesa conclusione , spiegata ai suoi legali da un giudice di Parigi. Google France – insieme alla casa madre Google Inc. – dovrà pagare 430mila euro .

BigG dovrà scucirli dopo le vistose lamentele legali della casa di produzione cinematografica Mondovino , supportata in aula da un gruppo di fotografi e registi indipendenti francesi. L’azienda di Mountain View avrebbe in sostanza ignorato numerose richieste di rimozione relative ad una nutrita schiera di contenuti video .

Filmati messi a disposizione da ordinari cittadini della rete, in particolare attraverso il canale video di Google. I vertici di Mondovino avevano più volte suggerito a Google France di rimuovere i contenuti in questione . BigG è ora stata condannata in primo grado per violazione del copyright.

A poco è dunque servito il porto sicuro garantito agli intermediari europei dalla direttiva comunitaria sul commercio elettronico. Google resterebbe colpevole di aver ignorato le legittime richieste dei suddetti content provider, un dettaglio fondamentale per non avere più accesso al safe harbor europeo.

I responsabili di BigG hanno già mostrato l’intenzione di ricorrere in appello .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti