Francia: un G8 per la Rete

Invitati a Parigi i rappresentanti delle principali aziende ITC per parlare di Web. Il ministro francese all'economia digitale, intanto, è in Silicon Valley a preparare il terreno

Roma – Eric Besson, il ministro francese all’industria, all’energia e all’economia digitale, ha incontrato Facebook, Google e Twitter per parlare di Net Neutrality e protezione dei dati.

A colloquio con il ministro francese Sheryl Sandberg, braccio destro di Zuckerberg, Katie Stanton, direttrice della strategia internazionale di Twitter, David Drummond, responsabile giuridico di Google, Paul Otellini, CEO Intel, e il vicepresidente di ICANN , l’autorità di amministrazione dei nomi a dominio. Al centro degli incontri gli argomenti che occuperanno il tavolo che durante il prossimo G8 affiancherà le trattative ufficiali degli otto grandi paesi, per parlare del Web.

Primo punto all’ordine del giorno certamente la gestione dei dati degli utenti raccolti online e la registrazione dei cookies , nonché il loro utilizzo per ritagliare la pubblicità sui gusti del singolo, argomenti già al centro, in Francia, di una legge con il cosiddetto diritto all’oblio .

Certamente più acceso, poi, potrebbe essere la questione della Net Neutrality , anche perché potrebbe essere uno degli argomenti suggeriti dal ministro francese che già in occasione di un suo discorso parlamentare aveva parlato dell’opportunità di politiche di “regolazione del traffico” data la sproporzione rispetto ai siti che lo generano, con Facebook già diventato il numero uno degli Stati Uniti e le piattaforme di streaming ad occupare un’ampio spazio.

Un discorso, portato avanti in Italia dalle telco, che chiamerebbe le grandi aziende ICT a partecipare ai costi delle infrastrutture in quanto individuati come principali beneficiari delle stesse.

Twitter e Facebook inoltre, presumibilmente, parleranno anche del ruolo e degli effetti geopolitici svolti nei recenti grandi eventi che hanno coinvolto il nord africa.

I rappresentanti delle aziende ITC, da Bill Gates a Jack Ma della cinese Alibaba, passando per Jeff Bezos di Amazon, Jimmy Wales di Wikipedia e i francesi Xavier Niel (Iliad), Jacques-Antoine Granjon (Vente-privee.com) et Marc Simoncini (Meetic-Jaina Capital), sono stai anche invitati a Parigi per prendere parte al tavolo collaterale al G8: durante questo incontro, fortemente voluto da Nikolas Sarkozy, si dovrebbero affrontare questioni di rilevanza internazionale come la gestione della proprietà intellettuale (argomento particolarmente caro all’Eliseo), i cybercrimini e i “paradisi informatici” sfruttati per compierli impunemente, così come la gestione dei nomi a dominio, questione finora amministrata da un ente statunitense, e i macrotemi come la libertà di espressione, la sicurezza e il cloud computing.

Insomma, come richiede il legame trasversale con il G8, si tratterebbe di un tavolo ambizioso, a cui bisogna ora vedere se i protagonisti chiamati ad intervenire il prossimo 24 e 25 maggio all’ombra della Tour Eiffel decideranno di intervenire: soprattutto considerato che ad ospitare l’evento è colui che ha dato il nome alla Dottrina Sarkozy, e che sembra avere un’idea ben precisa di cosa significhi una dottrina per la Rete.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luois White scrive:
    CYBERUTENZA
    1) NON ESISTONO I LAMER E NE SCRIPT KIDDIES IN REALTA. TUTTO FRUTTO DI UN'ERRATA DELL'USO DELLE TERMINOLOGIA (POICHE I TERMINI SONO STATI CONIATI DA HANDICAPATI) IN REALTA NON ESISTONO I LAMER O SCRIPT KIDDIES O KIDDIOT O WANNABE. LA CYBERUTENZA NON FA RIFERIMENTO A QUESTE PRESENTO VOCI.INOLTRE I TERMINI FANNO RIFERIMENTO A PERSONA INESISTENTI SUL PIANO FISICO E COME GIA DETTO SUL PIANO FILOLOGICO E LINGUISTICO SONO NULLA COME ESPRESSIONI O NEOLOGISMI INFORMATICI. (ESPRESSIONI IDIOMATICHE)E PENOSO VEDERE GENTE CHE MOSTRA COME FONTI "wIKIPEDIA" "NONCICLOPEDIA"BISOGNA LEGGERE I LIBRI E INFORMARSI. ANCHE IO POTREI DIRE CHE GLI ASINI VOLANO E GIUSTIFICARE LE MIE AFFERMAZIONI MOSTRANDO INTERNET, IL WEB O WIKIPEDIA IN GENERALE.QUINDI PRIMA DI GIUDICARE LE PERSONE E BENE RIFLETTERE. SPERO DI ESSERE STATO ABBASTANZA CHIARIO :-d
  • FinalCut scrive:
    Non so perché ma mi ricorda qualcuno...
    Non so perché ma mi ricorda qualcuno... un certo ana-lista che di solito si vanta di conoscere un sacco di crew e che parla di questi tipi svegli... come si chiamava.... lop... lot... lordream!!! :DSi fa per scherzare, ma neanche tanto :p(linux)(apple)
  • Pino scrive:
    Hehehe!
    "gegno" lollll (rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Diego Turtulici scrive:
    nota
    il termine hacker non è adatto, il termine adatto è cracker. Visto che un hacker agisce solo per diletto intelletuale/informatico invece come si evince dalle vostre parole, egli compiva atti illeciti e illegali, quindi non può definirsi hacker. Spero possiate correggere al più presto, cordiali saluti.
    • Rizzo Master scrive:
      Re: nota
      - Scritto da: Diego Turtulici
      il termine hacker non è adatto, il termine adatto
      è cracker. Visto che un hacker agisce solo per
      diletto intelletuale/informatico invece come si
      evince dalle vostre parole, egli compiva atti
      illeciti e illegali, quindi non può definirsi
      hacker. Spero possiate correggere al più presto,
      cordiali
      saluti.secondo me il termine adatto è "XXXXX"
  • provolone scrive:
    bella
    che bella che sei Raffaella!
  • il solito bene informato scrive:
    [scusate] grammatica
    so che è contrario alla netiquette, ma secondo me andrebbe rivista la frase finale dell'articolo La polizia che ha indagato sulla questione, che non è stata supportata dai produttori del programma nelle ricerche per l'individuazione dell'uomo, dopo aver catturato Carl ha riferito di aver recuperato i codici delle carta di credito e informazioni relative a conti bancari riservate nel computer del trasgressore.
    • ephestione scrive:
      Re: [scusate] grammatica
      Hai ragione, infatti ora che l'hai messo in evidenza mi rendo conto che il mio "filtro automatico anti-superXXXXXra" ha oltrepassato quel paragrafo scorrendo passivamente le parole senza tentare di dargli necessariamente un senso compiuto, proprio a causa dell'involutezza dei periodi :D
      • il solito bene informato scrive:
        Re: [scusate] grammatica
        - Scritto da: ephestione
        Hai ragione, infatti ora che l'hai messo in
        evidenza mi rendo conto che il mio "filtro
        automatico anti-superXXXXXra" ha oltrepassato
        quel paragrafo scorrendo passivamente le parole
        senza tentare di dargli necessariamente un senso
        compiuto, proprio a causa dell'involutezza dei
        periodi
        :D... a sinistra o a destra?
    • Faccio il vago scrive:
      Re: [scusate] grammatica
      - Scritto da: il solito bene informato
      so che è contrario alla netiquette, ma secondo me
      andrebbe rivista la frase finale
      dell'articolo

      La polizia che ha indagato sulla questione,
      che non è stata supportata dai produttori del
      programma nelle ricerche per l'individuazione
      dell'uomo, dopo aver catturato Carl ha riferito
      di aver recuperato i codici delle carta di
      credito e informazioni relative a conti bancari
      riservate nel computer del
      trasgressore. È una classica prematurata con scappellamento a destra come se fosse Antani
  • quota scrive:
    una volpe!!!
    Ha praticamente confessato in diretta tv...Questo si che è una volpe!!!
  • Borelli Tarcisio scrive:
    Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker
    Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker al posto di hacker.Siamo al livello dei TG?
    • Nessuno scrive:
      Re: Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker
      - Scritto da: Borelli Tarcisio
      Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker al posto
      di
      hacker.
      Siamo al livello dei TGeh, ma per loro il cracker è un biscotto asciutto, sottile, croccante e saporito.
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker
        - Scritto da: Nessuno
        - Scritto da: Borelli Tarcisio

        Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker al
        posto

        di

        hacker.

        Siamo al livello dei TG

        eh, ma per loro il cracker è un biscotto
        asciutto, sottile, croccante e
        saporito.buonissimo con la GNUtella :p(lo so... battuta vecchia quanto l'internet)
        • Valeren scrive:
          Re: Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker
          Ed invece, sono circa 11 anni Sembrano il triplo :)
        • sgabe scrive:
          Re: Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker
          ma avete visto quando è bella la giornalista... io gli perdono tutto.....
          • Valeren scrive:
            Re: Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker
            - Scritto da: sgabe
            ma avete visto quando è bella la giornalista...
            io gli perdono tutto..... Le . Tu le perdoni tutto.
      • Cavallo Pazzo scrive:
        Re: Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker
        può anche essere salato o al formaggio.
    • Uno qualunque scrive:
      Re: Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker
      La battaglia "culturale" per far capire che un hacker NON E' un pirata informatico è irremediabilmente persa.Ormai nel pensiero comune hacker==pirata informatico. Anche qui, su PI.Facciamocene una ragione, o al massimo parliamo di "hacking etico".
    • attonito scrive:
      Re: Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker
      - Scritto da: Borelli Tarcisio
      Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker al posto
      di hacker.
      Siamo al livello dei TG?Se cerchi precisione nella terminologia su PI, tze, avrai da aspettare parecchio....
    • Funz scrive:
      Re: Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker
      - Scritto da: Borelli Tarcisio
      Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker al posto
      di
      hacker.
      Siamo al livello dei TG?Sarà che il gegno del male in questione si è presentato così?
      • carlo2002 scrive:
        Re: Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker
        Allora la notizia doveva essere: in tv è comparso un cracker talmente mona che crede di essere un hacker.
      • Jon scrive:
        Re: Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: Borelli Tarcisio

        Certo che P.I. potrebbe scrivere cracker al
        posto

        di

        hacker.

        Siamo al livello dei TG?

        Sarà che il gegno del male in questione si è
        presentato
        così?"gegno" loooolll (rotfl)
  • Il Panca scrive:
    Ma quale hacker...
    Essendosi vantato acquisisce di diritto il titolo di lamer! :DE anche di prima categoria!!! (rotfl)http://it.wikipedia.org/wiki/Lamer
    • hp sucks scrive:
      Re: Ma quale hacker...
      cità nonciclopedia che è meglio:http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/hackerhttp://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Lamernon so se nell'intervista il tipo si è vantato di aver craccato quel pc il cui indirizzo è 127.0.0.1 ma mi sembra sia a sti livelli!
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Ma quale hacker...
      - Scritto da: Il Panca
      Essendosi vantato acquisisce di diritto il titolo
      di lamer!
      :D
      E anche di prima categoria!!! (rotfl)
      http://it.wikipedia.org/wiki/Lamere direi trollus maximus ad honorem
  • Carl Anonymous scrive:
    LOL!
    Epic fail!
  • Axel scrive:
    che mona!
    bisogna veramnete essere mitomani per far robe del genere... :D
    • Cryon scrive:
      Re: che mona!
      - Scritto da: Axel
      bisogna veramnete essere mitomani per far robe
      del genere...
      :DSinceramente dubito che sia vero.. però il mondo è pieno di matti ^^
    • mura scrive:
      Re: che mona!
      - Scritto da: Axel
      bisogna veramnete essere mitomani per far robe
      del genere...
      :DSei gentile a dire così io lo definirei semplicemente un coXlione ma forse è solo perchè tu sei più educato di me :D
      • Pollicino scrive:
        Re: che mona!
        :) ... il titolo coglieva il tuo suggerimento, sempre che "mona" lo si intenda in veneziano (e dintorni).
        • smilzoboboz scrive:
          Re: che mona!
          Che mona! anche se, dopo una "confessione" del genere o è un ragazzino esaltato, o non è stato lui a fare quello che dice di aver fatto.PS: che mona è in uso (e parecchio abbondante) almeno anche a Treviso e dintorni...
    • ruppolo scrive:
      Re: che mona!
      - Scritto da: Axel
      bisogna veramnete essere mitomani per far robe
      del genere...
      :DCome quei due che hanno dichiarato qui, nero su bianco, di piratare a piene mani?
      • lapalisse scrive:
        Re: che mona!
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Axel

        bisogna veramnete essere mitomani per far robe

        del genere...

        :D

        Come quei due che hanno dichiarato qui, nero su
        bianco, di piratare a piene
        mani?Nero su grigio.
Chiudi i commenti