Fraunhofer e il display bidirezionale

Il prestigioso istituto tedesco è al lavoro su un display organico in grado agire contemporaneamente da dispositivo di visualizzazione e strumento per la cattura delle informazioni video
Il prestigioso istituto tedesco è al lavoro su un display organico in grado agire contemporaneamente da dispositivo di visualizzazione e strumento per la cattura delle informazioni video

Il prestigioso Fraunhofer Institute – già “culla” dello standard di compressione audio universale noto come MP3 – lavora a una tecnologia OLED “bidirezionale” , in grado cioè di funzionare sia da dispositivo di cattura video che da schermo per la visualizzazione delle immagini catturate in tempo reale.

L’ultimo prototipo della tecnologia – in attesa di essere messo in mostra all’expo Smart Systems Integration 2011 che si terrà questo marzo – consiste in un pannello AMOLED da 0,6 pollici con risoluzione QVGA da 320×240 pixel, che al suo interno integra anche un sensore CMOS da 160×120 pixel (QQVGA).

Il micro-pannello del Fraunhofer Institute (monocromatico sia per il display che per la videocamera) è in grado di inframmezzare l’azione dei pixel del pannello AMOLED con quella dei “fotorecettori” della videocamera CMOS, ottenendo come effetto finale la contemporanea cattura e visualizzazione delle immagini .

Eventuali applicazioni concrete di una simile tecnologia – come la scansione dei bigliettini da visita – sono ancora parecchio distanti negli anni, e nel mentre al Fraunhofer Institute provano a miniaturizzare i microchip e a raggiungere la risoluzione nativa dello standard VGA (640×480).

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 03 2011
Link copiato negli appunti