FSF: ACTA punirà i netizen

Free Software Foundation contro il trattato globale anti-contraffazione. Sarebbe stato creato per attaccare i diritti degli utenti. Per uccidere la libera condivisione e l'intera società online

Roma – Si tratta di accordi stipulati con il preciso obiettivo di attaccare i diritti dei netizen , in circa 40 paesi del mondo. Almeno stando ad un recente comunicato ufficiale diramato dalla Free Software Foundation (FSF), che si è schierata contro l’ Anti-Counterfeiting Trade Agreement (ACTA): ovvero il trattato che dovrebbe estendere a livello globale la tutela della proprietà intellettuale.

“ACTA minaccia in maniera velata di punire gli utenti di Internet – si può leggere nel comunicato di FSF – in particolare attraverso la misura delle disconnessioni,nei confronti di chi viene accusato di condivisione illecita. Provvederà inoltre a proibire alle varie nazioni la diffusione di software capace di aggirare i sistemi anti-copia DRM”.

Una dura presa di posizione dunque, accompagnata da una speciale petizione destinata a raccogliere firme contro il famigerato trattato globale anti-contraffazione. A sostenerla lo stesso Richard Stallman, che nell’introduzione ha scritto : “Dovremo fermarli. Costruire un movimento per fermarli. C’è bisogno di chiamare a raccolta gli utenti, per lottare insieme”.

FSF ha quindi elencato una serie di attività che ACTA non dovrebbe affatto regolamentare, tra cui la libera condivisione online e l’utilizzo non commerciale interno a certi meandri della Rete. Ma c’è una più semplice alternativa indicata da FSF: eliminare del tutto ACTA , potenziale minaccia all’attuale società connessa.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • psychopazzo scrive:
    Consiglio di utilizzare questo fix it
    O meglio uno di questi:SabayonGentooDebianUbuntuMandrivaPcLinuxOSFedoraMint............
    • rover scrive:
      Re: Consiglio di utilizzare questo fix it
      Fanboys alla carica!!!!
    • bubu scrive:
      Re: Consiglio di utilizzare questo fix it
      ok torna a patchare i tuoi server irc..
    • pippo75 scrive:
      Re: Consiglio di utilizzare questo fix it


      Sabayon
      Gentoo
      Debian
      Ubuntu
      Mandriva
      PcLinuxOS
      Fedora
      Mint
      ...
      ...
      ...
      ...Tolgono il bug del'help, ma hanno corretto il bug delle finestre modali?Altrimenti tanto vale tenere XP.
      • Nedanfor non loggato scrive:
        Re: Consiglio di utilizzare questo fix it
        - Scritto da: pippo75



        Sabayon

        Gentoo

        Debian

        Ubuntu

        Mandriva

        PcLinuxOS

        Fedora

        Mint

        ...

        ...

        ...

        ...

        Tolgono il bug del'help, ma hanno corretto il bug
        delle finestre
        modali?
        Altrimenti tanto vale tenere XP.Non so se parliamo della stessa cosa ma su Ubuntu 10.04, quando viene richiesta la password per un'applicazione che necessita dei permessi di root, appare una finestra modale che non ha alcun bug, per quanto ho visto. Hai un link o è chiedere troppo? Non ho trovato nulla da nessuna parte...*Poi vorrei sollevare un'obiezione: 'correggono' anche decine di altri bug, anche se sul 'correggere' non sono d'accordo. È come se usare una macchina Euro5 correggesse il bug che ha una Euro1 per l'inquinamento... Sono due macchine diverse.*Mi correggo al volo: Ho notato che non c'è modo di uscire se non attraverso i pulsanti (o cambiando terminale). Il bug è che non si possa uscire senza? Ma non è questo lo scopo delle finestre modali? Non si potrebbe implementare d'obbligo un pulsantino per chiuderle? Comunque è una disfunzionalità ma non un bug, non è pericoloso per il sistema. Software che apre finestre modali e non ti permette di uscirne è malware, IMHO. (E loggare sul tty1 e dare pkill pkill - o riavviare se non si è in grado - risolve la situazione al volo, il bug dell'Help non è così facile da sistemare :) Credo sia bene fare due pesi due misure, in questi casi).
        • pippo75 scrive:
          Re: Consiglio di utilizzare questo fix it

          Non so se parliamo della stessa cosa ma su Ubuntu
          10.04, quando viene richiesta la password per
          un'applicazione che necessita dei permessi di
          root, appare una finestra modale che non ha alcun
          bug, per quanto ho visto. Hai un link o è
          chiedere troppo? Non ho trovato nulla da nessuna
          parte...*Si parlava di sostituire windows con una distro linux, quindi per i programmi windows si usa wine.Per quanto riguarda link, basta cercare con google ( wine window modal problem ) e ne trovi vari.Comunque quello che intendo io è, prova ad installare wine e poi un programma che usa finestre modali, queste finestre devono stare in primo piano fino a quando non c'è stata una risposta, cosa che non succede.E alcuni utenti principianti si possono trovare in difficoltà se questa sparisce.
          una disfunzionalità ma non un bug, non è
          pericoloso per il sistema. Software che apre
          finestre modali e non ti permette di uscirne è
          malware, o forse richiede una risposta specifica per continuare l'esecuzione.
          • Nedanfor non loggato scrive:
            Re: Consiglio di utilizzare questo fix it
            - Scritto da: pippo75
            Si parlava di sostituire windows con una distro
            linux, quindi per i programmi windows si usa
            wine.Pardon, avevo frainteso :$
            Per quanto riguarda link, basta cercare con
            google ( wine window modal problem ) e ne trovi
            vari.Grazie, non ne sapevo nulla, Wine lo uso poco onestamente.
            Comunque quello che intendo io è, prova ad
            installare wine e poi un programma che usa
            finestre modali, queste finestre devono stare in
            primo piano fino a quando non c'è stata una
            risposta, cosa che non
            succede.
            E alcuni utenti principianti si possono trovare
            in difficoltà se questa
            sparisce.Es claro.
            o forse richiede una risposta specifica per
            continuare
            l'esecuzione.Lascia stare quel discorso, era campato su ipotesi (anonimo)
      • collione scrive:
        Re: Consiglio di utilizzare questo fix it
        spero che questo consiglio non lo dia a tutti quelli che conosci :Dxp è oggettivamente da evitare, scegliete pure windows 7 ma xp è una bomba ad orologeria
  • Rover scrive:
    Ha fatto male a pubblicare l'exploit
    Non contesto che abbia fatto bene a rendere noto che c'era una falla.Ha fatto malissimo a diffondere l'exploit senza dare tempo a MS di mettere a punto una patch.Sul fatto del reso pubblico, a chi?Ad una micro-fetta degli utenti di Windows
    • bubba scrive:
      Re: Ha fatto male a pubblicare l'exploit
      - Scritto da: Rover
      Non contesto che abbia fatto bene a rendere noto
      che c'era una
      falla.
      Ha fatto malissimo a diffondere l'exploit senza
      dare tempo a MS di mettere a punto una
      patch.
      Sul fatto del reso pubblico, a chi?
      Ad una micro-fetta degli utenti di Windowsuff che noia. E' dai tempi di RFP (wiretrip.net - 2001) che ci si ciondola con queste questioni... e appunto lui aveva scritto una bella policy di responsibile disclosure che in supersintesi diceva "se entro 5 gg il produttore non ti da retta, tu pubblica". Forse il coder qui e' stato un po rude, ma mica c'e' una legge... magari se M$ avesse detto "ok lo patchamo ASAP" lui avrebbe atteso..
    • Valeren scrive:
      Re: Ha fatto male a pubblicare l'exploit
      Da quando pubblicare info su un bug è reato?
      • Nedanfor non loggato scrive:
        Re: Ha fatto male a pubblicare l'exploit
        - Scritto da: Valeren
        Da quando pubblicare info su un bug è reato?http://www.exploit-db.comhttp://www.milw0rm.comPer fortuna non lo è, altrimenti chiunque usa software proprietario dipenderebbe esclusivamente dal produttore, senza poter verificare prima come si comporta. Denunciare le pratiche scorrette di Microsoft è un dovere, altro che reato!
    • krane scrive:
      Re: Ha fatto male a pubblicare l'exploit
      - Scritto da: Rover
      Non contesto che abbia fatto bene a rendere noto
      che c'era una falla.Sai che cxlo fare l'exploit una volta che sai che da quelle parti c'e' una falla...
      Ha fatto malissimo a diffondere l'exploit senza
      dare tempo a MS di mettere a punto una patch.
      Sul fatto del reso pubblico, a chi?
      Ad una micro-fetta degli utenti di Windows
      • Marameo scrive:
        Re: Ha fatto male a pubblicare l'exploit
        Di virus cosi' ne dovrebbero far uscire 10 al giorno. Cosi' qualcuno si da una svegliata. Amen.
    • pabloski scrive:
      Re: Ha fatto male a pubblicare l'exploit
      veramente quella dei 5 giorni è prassi consolidata nell'ambito della sicurezza....è stata ms a far male fingendo di non sentiregli exploit si pubblicano proprio per costringere il produttore a rilasciare le patch
  • G,G scrive:
    6+5=
    TroppoI giorni passati dalla notizia iniziale sono 6 e altri 5 ne sono passati da quando il tizio aveva avvisato MS. Arriviamo ad un totale di 11 giorni che secondo me per risolvere un problema conosciuto e ripetibile sono troppi! A questo punto il tipo ha fatto bene a sXXXXXXXre MS. visto che anche sotto questa pressione non stanno facendo nulla!
    • Ittiointerp rete scrive:
      Re: 6+5=
      NO e ancora NOCos'è questa nuova politica? Colpiamone 100 ( gli ignari utenti ) per educarne 1 ( la colpevole MS ) ?
      • G,G scrive:
        Re: 6+5=
        - Scritto da: Ittiointerp rete
        NO e ancora NO

        Cos'è questa nuova politica? Colpiamone 100 ( gli
        ignari utenti ) per educarne 1 ( la colpevole MS
        )
        ?Gli utenti erano ignari della falla fin quando questa non è stata resa pubblica, come è stata scoperta dal dipendente di google potrebbe essere stata scoperta da altre persone con ben altre intenzioni nel corso degli ultimi anni. Ora come utente puoi effettuare una scelta, che sia quella di fregartene e rischiare, quella di non connettere il tuo pc con xp alla rete, quella di disabilitare il servizio incriminato (con le conseguenze del caso), quella di cambiare sistema operativo.sofos ha già scoperto che questa falla viene sfruttata, forse lo era già da prima...Boh, al corso di sicurezza ci hanno insegnato che nascondere le cose non è un buon metodo per renderle più sicure, si vede che alla ms dove volevano tenere la falla segreta per 60 giorni non hanno studiato sicurezza!
      • panda rossa scrive:
        Re: 6+5=
        - Scritto da: Ittiointerp rete
        NO e ancora NO

        Cos'è questa nuova politica? Colpiamone 100 ( gli
        ignari utenti ) per educarne 1 ( la colpevole MS
        )
        ?La M$ a questo qui lo deve solo ringraziare.Avrebbe potuto vendere l'exploit ai russi e ricavarci parecchio, dopodiche' 100 sarebbe stato il numero degli XP rimasti sani!
        • bubu scrive:
          Re: 6+5=
          ok torna a patchare i tuoi irc server e a scrivere codice gratis.
        • Ittiointepr ete scrive:
          Re: 6+5=
          Se ti vai a leggere l'ultimo bollettino di MS delle patch di giugnohttp://www.microsoft.com/technet/security/Bulletin/MS10-035.mspxverso la fine trovi:AcknowledgmentsMicrosoft thanks the following for working with us to help protect customers:• Chris Weber of Casaba Security for reporting the toStaticHTML Information Disclosure Vulnerability (CVE-2010-1257)• Takeshi Terada for reporting the toStaticHTML Information Disclosure Vulnerability (CVE-2010-1257)• Michal Zalewski of Google Inc. for reporting the Uninitialized Memory Corruption Vulnerability (CVE-2010-1259)• Chris Rohlf of Matasano Security for reporting the HTML Element Memory Corruption Vulnerability (CVE-2010-1260)• Chris Rohlf of Matasano Security for reporting the Uninitialized Memory Corruption Vulnerability (CVE-2010-1261)• Peter Vreugdenhil, working with TippingPoint'sZero Day Initiative, for reporting the Memory Corruption Vulnerability (CVE-2010-1262)Non mi sembra che ci sia stato alcun problema a ringraziare Michal Zalewski sempre di Google.
          • Nedanfor non loggato scrive:
            Re: 6+5=
            - Scritto da: Ittiointepr ete
            Non mi sembra che ci sia stato alcun problema a
            ringraziare Michal Zalewski sempre di
            Google.Non c'è alcun problema a leggere l'articolo, no? Perché a me pare piuttosto chiaro. È un dovere informare la gente di un bug aperto (Debian Promise insegna), potrebbero esserci già dei proof-of-concept in qualche forum russo per quanto ne sappiamo (e la MS si è rifiutata di patcharlo entro 60 giorni). Sarebbe un comportamento criticabile il vendere il bug a qualche virus-writer, non il divulgarlo pubblicamente.
          • Ittiointerp rete scrive:
            Re: 6+5=
            Il fatto è che due giorni fa non erano noti attacchi, dopo che sto tizio ha sparso un po' di sangue, guarda caso sono arrivati gli squali.Ognuno è libero di passare il tempo a dileggiare MS quanto gli pare, maaumentare la probabilità che gli utenti abbiano a rimetterci non mi pare un buon risultato.
          • Nedanfor non loggato scrive:
            Re: 6+5=
            - Scritto da: Ittiointerp rete
            Il fatto è che due giorni fa non erano noti
            attacchi, dopo che sto tizio ha sparso un po' di
            sangue, guarda caso sono arrivati gli
            squali.

            Ognuno è libero di passare il tempo a dileggiare
            MS quanto gli pare,
            ma
            aumentare la probabilità che gli utenti abbiano a
            rimetterci non mi pare un buon
            risultato.Beh, se Microsoft s'è rifiutata di pubblicare una patch entro 60 giorni in realtà ha potenzialmente salvato tutti gli utenti. Ora che sanno del problema ci saranno sì virus a gogo, ma chi ha un addetto alla sicurezza può stare tranquillo. Prima potenzialmente potevano infettare tutte le macchine al mondo senza che nessuno sapesse di quella falla. Ogni cosa ha i suoi pro e i suoi contro... Io la trovo una scelta sensata ed etica (ha contattato Microsoft, ha trattato addirittura per i 60 giorni e, dopo i fatidici 5 giorni, ha reso tutto pubblico), l'errore è stato della Microsoft dal mio punto di vista. Se avesse accettato la sua segnalazione (per altro gratuita, l'impiegato non ha guadagnato niente in tutto ciò) oggi nessuno saprebbe del bug e forse ci sarebbe stata una patch prima che si diffondessero virus.
      • psychopazzo scrive:
        Re: 6+5=
        - Scritto da: Ittiointerp rete
        NO e ancora NO

        Cos'è questa nuova politica? Colpiamone 100 ( gli
        ignari utenti ) per educarne 1 ( la colpevole MS
        )
        ?Colpiamone 100, per educarli ad evitare 1 (anzi 2, anche Apple)
    • Rover scrive:
      Re: 6+5=
      Per coloro i quali ritengono che tale notizia sputtani MS, MS era sXXXXXXXta anche prima.Invece il tipo ha sicuramente danneggiato ignari utenti Windows.Cosa pensa di rendersi simpatico, e a chi?
      • G,G scrive:
        Re: 6+5=
        leggi la risposta al post sopra...PS. secondo il garzanti ignaro è colui:"che non sa, non conosce, è all'oscuro", non è una contraddizione affermare che gli utenti siano ignari a causa qualcosa che è stato reso pubblico?
  • DarkOne scrive:
    Ma XP non era pensionato?
    Sono secoli che dicono di averlo pensionato, che non ci saranno più update o fix e di passare a versioni successive...e invece continuano ad aggiornarlo.Boh?
    • panda rossa scrive:
      Re: Ma XP non era pensionato?
      - Scritto da: DarkOne
      Sono secoli che dicono di averlo pensionato, che
      non ci saranno più update o fix e di passare a
      versioni successive...e invece continuano ad
      aggiornarlo.
      Boh?C'e' troppo lock-in nel mondo.XP durera' ancora per un bel pezzo, fino a morte fisica delle macchine su cui gira.
      • Gattazzo scrive:
        Re: Ma XP non era pensionato?
        XP durera' ancora per un bel pezzo, fino a morte fisica delle macchine su cui gira. Ne sono convinto: XP (sp3) malgrado tutto è ancora il male minore, nel mare del "male" M$.
        • psychopazzo scrive:
          Re: Ma XP non era pensionato?
          - Scritto da: Gattazzo
          XP durera' ancora per un bel pezzo, fino a
          morte fisica delle macchine su cui
          gira.

          Ne sono convinto: XP (sp3) malgrado tutto è
          ancora il male minore, nel mare del "male"
          M$.Direi che è il male minore nel male "Closed OSes" Apple non è l'anti-ms;Apple è (MS ^ 4) + Fanatismo + Religione** che è sempre (la storia parla chiaro) stata il male dell'umanità
    • Ittiointerp rete scrive:
      Re: Ma XP non era pensionato?
      Il supporto a XP SP2 è terminato l'anno scorso, per XP SP3 dovrebbe terminare nel 2014
      • rover scrive:
        Re: Ma XP non era pensionato?
        Visto che è stato cancellato, lo rimetto.XP Sp3 è supportato fino al 2014Se dall'uscita di XP il bug non era venuto fuori non era particolarmente pericoloso. Estremamente scorretto e incosciente è invece il comportamento di questo Ormandy, che ha rivelato l'exploit senza dare tempo a MS di correggere il bug. Che potrebbere richiedere anche un po' di tempo per essere risolto, tra scrittura, collaudo e rilascio. Quindi, pur essendo vero che XP non è il massimo della sicurezza, è altrettanto vero che questo signore è peggio di un virus.
        • logicaMente scrive:
          Re: Ma XP non era pensionato?
          - Scritto da: rover
          Visto che è stato cancellato, lo rimetto.visto che ti avevo risposto, lo ripeto.
          XP Sp3 è supportato fino al 2014
          Se dall'uscita di XP il bug non era venuto fuori
          non era particolarmente pericoloso. Casomai non era particolarmente evidente. Ci sono falle emerse dopo decenni e comunque pericolose...
          Estremamente
          scorretto e incosciente è invece il comportamento
          di questo Ormandy, che ha rivelato l'exploit
          senza dare tempo a MS di correggere il bug.Nel twitter di Ormandy, linkato nell'articolo, si dice invece che aveva chiesto a MS che venisse patchato entro 60 giorni, prima di renderlo pubblico. Risposta di MS: nisba. Risposta di Ormandy: e allora lo pubblico.
          Che
          potrebbere richiedere anche un po' di tempo per
          essere risolto, tra scrittura, collaudo e
          rilascio.anche mesi... anni...
          Quindi, pur essendo vero che XP non è il massimo
          della sicurezza, è altrettanto vero che questo
          signore ...questo signore ha fatto il suo dovere: ha trovato un baco dannoso ed ha cortesemente avvisato il produttore del software. Quando gli hanno fatto marameo per tappare il buchetto, lui si è un po' arrabbiato e lo ha messo in piazza.
        • Gattazzo scrive:
          Re: Ma XP non era pensionato?
          Mi chiedo quanto tempo mai occorra da parte di una società coi mezzi di una M$ per correggere la più semplice al mondo delle falle immaginabili, che già per sua natura è assurdo che sia tale. Ma dico io, che pasticci immensi può aver mai fatto la suddetta monopolista (o almeno ci spera di diventarlo) in un microprogramma di LETTURA DI TESTO di documentazione? Perchè se per fornire delle banali documentazioni (che nel caso in questioni sono pressochè inutili), non occorre altro, secondo buon senso, salvo essere proprio bacati in testa !
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma XP non era pensionato?
            - Scritto da: Gattazzo
            Mi chiedo quanto tempo mai occorra da parte di
            una società coi mezzi di una M$ per correggere la
            più semplice al mondo delle falle immaginabili,
            che già per sua natura è assurdo che sia tale.Devono ingaggiare un cocopro' che si deve studiare i sorgenti e capire dove mettere le mani, senza fare altri danni.Non dimenticare che la M$ alle sue dipendenze ha solo avvocati e markettari.Sviluppatori non ce ne sono piu' da un pezzo.O pensi che sia un avvocato quello che mette le pezze ?(Be' alcune delle ultime, forse si, visti gli effetti collaterali)
          • krane scrive:
            Re: Ma XP non era pensionato?
            - Scritto da: Gattazzo
            Mi chiedo quanto tempo mai occorra da parte di
            una società coi mezzi di una M$ per correggere la
            più semplice al mondo delle falle immaginabili,
            che già per sua natura è assurdo che sia tale.Da quando hanno saputo del baco nella sede di Redmond ci sono decine di commerciali che girano in tondo gridando forte forte; tutti in cerca dell'unico programmatore che non sia stagista ma che magari e' in ferie.
            Ma dico io, che pasticci immensi può aver mai
            fatto la suddetta monopolista (o almeno ci spera
            di diventarlo) in un microprogramma di LETTURA DI
            TESTO di documentazione? Perchè se per fornire
            delle banali documentazioni (che nel caso in
            questioni sono pressochè inutili), non occorre
            altro, secondo buon senso, salvo essere
            proprio bacati in testa !
    • rover scrive:
      Re: Ma XP non era pensionato?
      Dovrebbe essere pensionato nel 2014, come assistenza su fix, patch, ecc.Credo, ma vado a memoria.Comunque rilevo 2 cose:-Questo tipo di bug era lì dall'inizio, quindi ne è passato di tempo-il comportamento di chi lo ha rilevato è stato oggettivamente scorretto a dir poco, in quanto è impensabile di scrivere, collaudare e rilasciare una patch in 5 giorni. E' molto più facile scrivere un malware, anzi adattarne uno esistente.Quindi MS Windows ha delle falle, e questo signore è un emerito stro..o
      • logicaMente scrive:
        Re: Ma XP non era pensionato?
        - Scritto da: rover
        -il comportamento di chi lo ha rilevato è stato
        oggettivamente scorretto a dir poco, Ma anche no.
        in quanto è
        impensabile di scrivere, collaudare e rilasciare
        una patch in 5 giorni. http://twitter.com/taviso/status/16005411316
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Ma XP non era pensionato?
      Ha una percentuale di diffusione troppo grande non può essere mandato in pensione adesso, è un dovere di Ms fornire patch, fino all 8 Aprile 2014.
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Ma XP non era pensionato?
      Altro che pensionare XP.Stavo sfogliando un catalogo della Misco e ho notato che tutte le principali marche di PC, Dell, Lenovo, HP, Acer, mettono Seven in dual boot con XP.Ma non era Vista il problema?Se aziende di quel calibro fanno una cosa del genere, significa che stanno avendo seri problemi di pesantezza (e di affidabilità?) anche con Seven.
      • rover scrive:
        Re: Ma XP non era pensionato?
        Non è così.Misco si rivolge soprattutto alle aziende.Per motivi di costi le aziende non sono tante propense al cambio.Quasi nessuna da XP è passata a Vista, mentre molte da XP passeranno a seven, anche a causa del fatto che il supporto terminerà nel 2014.Sono porposti in dual boot perchè appunto molte di queste aziende devono aggiornare i software per eenderli compatibili, o per approffittare dell'occasione per fare un bel rinnovo, in modo da non dovere fare cambi radicali per un bel po' di anni. Nelle aziende i cambi radicali di software costituiscono un bel problema di costi causa migrazione dati, personale in difficoltà, ecc e quindi appunto queste attività, per alcuni in modo incomprensibile, sono molto rarefatte e messe in atto proprio quando non se ne può fare a meno.
      • Nedanfor non loggato scrive:
        Re: Ma XP non era pensionato?
        - Scritto da: Alvaro Vitali
        Altro che pensionare XP.
        Stavo sfogliando un catalogo della Misco e ho
        notato che tutte le principali marche di PC,
        Dell, Lenovo, HP, Acer, mettono Seven in dual
        boot con
        XP.

        Ma non era Vista il problema?

        Se aziende di quel calibro fanno una cosa del
        genere, significa che stanno avendo seri problemi
        di pesantezza (e di affidabilità?) anche con
        Seven.Io ho visto le tonnellate di HP (e anche degli Acer se ben ricordo) entry-level con Seven + Tool per downgrade a XP che abbiamo venduto da gennaio a marzo-aprile... Tutti rigorosamente downgradati ad XP per volere dei clienti. Ci avessero messo direttamente XP mi avrebbero fatto risparmiare giornate intere :D Gli unici che sono passati a Seven erano quelli che usavano Vista, almeno tra i clienti del negozio dove lavoro.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Ma XP non era pensionato?
      - Scritto da: DarkOne
      Sono secoli che dicono di averlo pensionato, che
      non ci saranno più update o fix e di passare a
      versioni successive...e invece continuano ad
      aggiornarlo.
      Boh?Sito microsoft, product lifecycle. Non è difficile.
Chiudi i commenti