GarageBand, fine di un'era

Dopo oltre dieci anni, chiuderà la community dedicata all'acquisto e alla scoperta di musica indipendente. Colpa di un panorama mutato nel tempo. Rimarrà in piedi il solo servizio social iLike
Dopo oltre dieci anni, chiuderà la community dedicata all'acquisto e alla scoperta di musica indipendente. Colpa di un panorama mutato nel tempo. Rimarrà in piedi il solo servizio social iLike

Sono passati più di dieci anni da quando gli spazi online di GarageBand venivano per la prima volta aperti a tutti i fan della cosiddetta indie music . Che avevano così ricevuto la possibilità di riunirsi in un’unica community , alla ricerca di talenti emergenti, di nuova musica indipendente da acquistare in maniera legale.

Quegli stessi spazi online verranno ora chiusi , a partire dalla prossima metà di luglio . A comunicarlo in via ufficiale, una lettera inviata dal team di GarageBand a tutti gli utenti registrati. “È con grande amarezza – si può leggere nel messaggio di posta elettronica – che annunciamo la fine di GarageBand.com , a partire dal prossimo 15 luglio”.

I responsabili di GarageBand hanno quindi ordinato lo stop alle nuove registrazioni, prevedendo inoltre un termine – fino al 31 luglio prossimo – per eventuali rimborsi di acquisti recentemente andati in porto sul sito. Rimarranno invece in piedi le registrazioni su iLike , il servizio musicale social acquisito nell’agosto 2009 da MySpace.

“Il panorama relativo alla scoperta e alla distribuzione della musica è cambiato drasticamente nel corso dell’ultimo decennio – hanno spiegato i responsabili della community – Siamo fieri di aver fatto parte di questi cambiamenti, prima con GarageBand.com e poi con iLike.com . Purtroppo, il nuovo panorama non includerà GarageBand “.

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 06 2010
Link copiato negli appunti