Garante Privacy vieta email del Movimento 5 Stelle

Divieto assoluto di trattamento per le email rilasciate dai cosiddetti "hacker del PD". Chi ha scaricato le missive dovrà cancellarle

Roma – Il Garante per la protezione dei dati personali è intervenuto ufficialmente , dopo il primo monito , nella questione delle email degli attivisti del Movimento 5 Stelle diffuse al pubblico da uno o più persone sotto lo pseudonimo “hacker del PD”: con un provvedimento, il n.229 del 6 maggio 2013 , ha disposto il divieto di trattamento per il contenuto delle caselle di posta . In pratica, chiunque dovesse distribuire o rendere noto il contenuto di suddette caselle si esporrebbe a una violazione del Codice di protezione dei dati personali, con tutto ciò che ne consegue.

“L’attività compiuta a danno dei deputati configura, innanzitutto, una grave violazione di un diritto fondamentale sancito dalla Costituzione, quello alla segretezza della corrispondenza e delle comunicazioni di ogni cittadino – spiega il Garante in una nota – aggravato in questo caso dal fatto che ad essere stata violata è la corrispondenza di membri del Parlamento, tutelati da specifiche disposizioni costituzionali. L’attività posta in essere dagli hacker, oltre che una responsabilità di natura penale (art. 616 e seguenti del codice penale) (…) ha comportato una violazione del Codice privacy per quanto attiene a tutte le informazioni contenute nella corrispondenza che sono state diffuse all’insaputa e contro la volontà degli interessati”.

Il Garante ha dunque sancito che ogni ulteriore manipolazione di queste informazioni esporrebbe chiunque, giornalisti compresi, al pieno rigore della legge: non si potrà fare alcun riferimento diretto o indiretto al loro contenuto, non si potrà ovviamente neppure diffonderne stralci o materiale allegato. Chi fosse già in possesso degli archivi delle caselle in questione dovrà eliminarli dal proprio hard disk . “Il mancato rispetto delle prescrizioni del Garante espone a sanzioni amministrative e penali”, conclude il comunicato. ( L.A. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • il solito bene informato scrive:
    Ma da dove esce?
    Questo qui non è altro che uno squalo che ha cannibalizzato il mondo dell'informatica quando era ancora in fase embrionale ed ha ottenuto il monopolio degli OS e dei browser in modo disonesto.Da queste dichiarazioni si capisce come mai Microsoft è sempre un (quando va bene) passo indietro rispetto agli altri
    • stroll scrive:
      Re: Ma da dove esce?
      - Scritto da: il solito bene informato
      Questo qui non è altro che uno squalo che ha
      cannibalizzato il mondo dell'informatica quando
      era ancora in fase embrionale ed ha ottenuto il
      monopolio degli OS e dei browser in modo
      disonesto.
      Da queste dichiarazioni si capisce come mai
      Microsoft è sempre un (quando va bene) passo
      indietro rispetto agli
      altrima no dai non dire così che poi i fanboy si offendono!:D
  • Pietro scrive:
    Il circolo
    Il fatto é che da anni Microsoft vende Windows per farci girare sopra Office e vende Office perché va con Windows, se si esce dal circolo vizioso, di Microsoft se ne puó anche fare a meno
  • stroll scrive:
    e' dovuto scendere anche billy
    a dire di comprare sti pessimi tablet, devono essere veramente pratici e interessanti se c'è così tanta ressa a comprarli.E pure i produttori fanno la fila a costruirlivanno bene giusto per portare in ufficio i caffe
  • Rikka scrive:
    Inversione dei ruoli
    E' curioso notare come a volte, ad esempio in questo caso, sia piu' trolleggiante l'articolista dei commentatori. Un classico FGA (Flame Generator Article).
  • LOL scrive:
    Ma LOL
    L'ex-CEO di Microsoft parla della frustrazione vissuta dagli utenti legati alle tavolette iOS e Android, "Non c'è il pacchetto Office". LOL! Conosco un sacco di gente con tablet Apple e Android, MAI sentito in vita mia UNO SOLO di questi dire che vorrebbe Office sul tablet. Per questo, meglio virare su Surface Stra-LOL! Questa è proprio bella, cambiare hardware perché un'azienda si rifiuta di fare un programma che ci gira... AHAHAHAHAHAH!!! (A parte il fatto che ci giurerei che su Android oltre a programmi alternativi ci sono anche emulatori in grado di fare girar Windows con Office -- non lo so dire con certezza perché fortunatamente non uso quella chiavica di Office).
    • Paolo T. scrive:
      Re: Ma LOL

      LOL! Conosco un sacco di gente con tablet Apple e
      Android, MAI sentito in vita mia UNO SOLO di
      questi dire che vorrebbe Office sul tablet.Io ce l'ho, attraverso CloudOn. È una schifezza inutilizzabile, nonostante gli sforzi di CloudOn per "tabletizzarlo".
    • user_ scrive:
      Re: Ma LOL
      anche altre cose non vanno bene col tablet, i giochi che si controllano col dito a me non divertono,è bello avere un player di moduli musicali su android ma poi oltre la difficoltosa gestione dei file con le dita c'è il piccolo speaker che non è all'altezza, anzi alla bassezza perchè non ha bassi. Non c'è un accelerazione 3d decente e alla fine lo puoi usare solo per guardare qualche foto o video da youtube. Ma lo schermo è troppo piccolo.
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Ma LOL
        - Scritto da: user_
        anche altre cose non vanno bene col tablet, i
        giochi che si controllano col dito a me non
        divertono,c'è pure l'accelerometro, se vuoi...
        è bello avere un player di moduli
        musicali su android ma poi oltre la difficoltosa
        gestione dei file con le dita c'è il piccolo
        speaker che non è all'altezza, anzi alla bassezza
        perchè non ha bassi.boh?... che dici di un paio di cuffie?
        Non c'è un accelerazione 3d
        decente e alla fine lo puoi usare solo per
        guardare qualche foto o video da youtube. Ma lo
        schermo è troppo
        piccolo.hai mai usato un tablet?
        • user_ scrive:
          Re: Ma LOL
          sì ce l'ho un tablet, a che serve l'accelerometro? non mi piace sentire la musica con le cuffie
          • il signor rossi scrive:
            Re: Ma LOL
            - Scritto da: user_
            sì ce l'ho un tablet, a che serve
            l'accelerometro? non mi piace sentire la musica
            con le
            cuffieMai giocato, che so, a real racing 3? Ecco, provalo e mi dirai se l'accelerometro serve e se c'è o meno un'accelerazione 3d decente (posto ovviamente che tu abbia un tablet un minimo performante con un acceleratore grafico decente).Per quanto riguarda la musica con le cuffie, non vedo la differenza fra un tablet e un notebook: le casse non sono utilizzabili per ascoltare musica neanche sui notebook, a meno che tu non ti accontenti di una qualità molto bassa comunque (non venire a dirmi che le casse di un notebook hanno i bassi!).Le stesse casse che usi per ascoltare la musica sul pc le puoi collegare anche al tablet, inoltre esistono anche delle casse bluetooh a cui il tablet può inviare la musica senza fili, e anche dei semplici ricevitori bluetooth per lo stesso scopo collegabili a qualsiasi impianto di amplificazione esistente.
          • user_ scrive:
            Re: Ma LOL
            No, non ci posso giocare a real racing 3, ho un tablet da 100 euro comprato anni fa che ora lo venderanno a 70. Non ha 3d. Non ho spazio per comprare altre casse 'bluetooth' da usare per netbook o tablet.Ma il mio tablet non ha un'uscita jack per casse esterne. Forse è quella delle cuffie..Che prezzo ha un tablet che fa girare bene real racing 3 ??E quanto costa 'real racing 3 ??che requisiti ha un gioco così ??-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 maggio 2013 16.42-----------------------------------------------------------
  • LOL scrive:
    Ma che vada...
    Non me ne faccio niente nemmeno sul PC di casa di Office (uso Libreoffice Writer tipo 4 volte all'anno), e mi viene a dire che mi serve Office nel tablet? A parte che ci sono suite alternative, ma poi "i tablet iOS e Android non permettono le più basilari attività da personal computer, come ad esempio la digitazione tramite tastiera" questa è una stronz***, i tablet ASUS Transformer ce l'hanno tutti la tastiera fisica.
    • quota scrive:
      Re: Ma che vada...
      sia ios che android permettono l'uso di tastiere bluetooth (vendute a parte) e alcuni android attraverso l'usb host anche di tastiere usb... ovvio questo billy non lo dice... per lui tutti gli utenti sono stupidi e quindi non sanno... come sono cambiati i tempi una volta le sue dichiarazioni avrebbero spostato milioni di consumatori su surface, oggi lo compiangono come un sotto-utente che non conosce neanche le piattaforme avversarie
      • Alvaro Vitali scrive:
        Re: Ma che vada...
        Ma anche senza tastiere bluetooth, io ho un piccolo smartphone Galaxy Mini 2 e la tastierina virtuale è veramente pratica e facile da usare.
        • stroll scrive:
          Re: Ma che vada...

          Ma anche senza tastiere bluetooth, io ho un
          piccolo smartphone Galaxy Mini 2 e la tastierina
          virtuale è veramente pratica e facile da
          usare.beh io ho l'1, facile si ma pratica ho qualche dubbio, a livello di tastiera virtuale forse si... ma l'HW è l'HW
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Ma che vada...
            - Scritto da: stroll

            Ma anche senza tastiere bluetooth, io ho un

            piccolo smartphone Galaxy Mini 2 e la
            tastierina

            virtuale è veramente pratica e facile da

            usare.

            beh io ho l'1, facile si ma pratica ho qualche
            dubbio, a livello di tastiera virtuale forse
            si... ma l'HW è
            l'HWvai di Swype! Non posso più farne a meno
  • enrico scrive:
    l'unico difetto è
    il prezzo troppo alto!!!! e chi ce l'ha tutti quei soldi? io al max 150 ci spenderei per un tablet. più 10 euro la tastiera.
    • quota scrive:
      Re: l'unico difetto è
      quoto, infatti io ho preso un galaxy tab 2 e ci collego la tastiera del mac bluetooth o una tastiera usb attraverso l'usb host... dipende dai casi e ovviamente dalle necessità che a dirti il vero sono piuttosto rare perché su un tablet non faccio cose complicate ma semplicemente lo uso come reader o per passare il tempo
      • enrico scrive:
        Re: l'unico difetto è
        quanto costa questo galaxy tab 2 ?
        • stroll scrive:
          Re: l'unico difetto è
          - Scritto da: enrico
          quanto costa questo galaxy tab 2 ?abbastanza, meglio un nexus per l'economicità
        • quota scrive:
          Re: l'unico difetto è
          - Scritto da: enrico
          quanto costa questo galaxy tab 2 ?ad oggi (sta uscendo la versione 3) si trova nei negozi (online e reali) tra i 160 e i 190 euro
  • ces scrive:
    Ma anche no
    Se devo creare un documento di testo complesso non uso proprio il tablet. A parte le tastiere touch che non sono mail il massimo della comodità, lavorare per ore davanti ad uno schermo di 7-10" è un'ottima maniera per rovinarsi la vista. Se voglio uno strumento di lavoro uso un pc/notebook, non spendo 600/700 per uno spazio di lavoro così ristretto, imo.
    • collione scrive:
      Re: Ma anche no
      ma infatti le affermazioni di billy rasentano il ridicolo (rotfl)se vuoi un pc prende un pc non un pad
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Ma anche no
      Ma infatti, solamente un pazzo (o un sadico) può mettersi a creare documenti, fogli elettronici, presentazioni PowerPoint, su un tablet; nessuna persona sana di mente compra un tablet per fare cose del genere.Evidentemente, quando si parla di persone sane di mente, si deve escludere necessariamente Bill Gates; tra poco ci dirà che sui tablet Microsoft si può agevolmente progettare un grattacielo usando Autocad!
    • Paolo T. scrive:
      Re: Ma anche no

      lavorare per ore davanti ad uno schermo
      di 7-10" è un'ottima maniera per rovinarsi la
      vista.Tanto per dire, Eco scrisse "Il nome della rosa" e "Il pendolo di Foucault" sul Mac con schermo da 9". Dev'essere per questo che porta gli occhiali.
      • jackoverfull scrive:
        Re: Ma anche no
        - Scritto da: Paolo T.

        lavorare per ore davanti ad uno schermo

        di 7-10" è un'ottima maniera per rovinarsi la

        vista.

        Tanto per dire, Eco scrisse "Il nome della rosa"
        e "Il pendolo di Foucault" sul Mac con schermo da
        9". Dev'essere per questo che porta gli
        occhiali.Be', non è che i mac "classici" (ne ho ancora due, SE/30 per la precisione, uno dei quali funziona ancora alla perfezione)fossero il massimo per la vista (a me il male agli occhi cronico è scomparso con l'arrivo dello schermo piatto e torna puntualmente tutte le volte che uso per un po' uno schermo glossy) ma la risoluzione era bassa e l'interfaccia ben studiata, ci si lavorava molto bene.
    • s4kermix scrive:
      Re: Ma anche no
      - Scritto da: ces
      Se devo creare un documento di testo complesso
      non uso proprio il tablet. A parte le tastiere
      touch che non sono mail il massimo della
      comodità, lavorare per ore davanti ad uno schermo
      di 7-10" è un'ottima maniera per rovinarsi la
      vista. Se voglio uno strumento di lavoro uso un
      pc/notebook, non spendo 600/700 per uno spazio
      di lavoro così ristretto,
      imo.Per un utente professionale e mobile ha ragione billandroid e ipad sono solo giocattoli
Chiudi i commenti