Gartner: ecco cosa sarà l'hi-tech 2007

La società di consulenza parla del prossimo anno: il blogging avrà il suo picco d'espansione, Windows Vista sarà l'ultimo sistema operativo targato Microsoft e ci sarà una devastante epidemia di malware senza precedenti

Roma – Stando a quanto prevede Gartner , l’anno entrante sarà di quelli da ricordare, per l’intero settore tecnologico : si assisterà alla fine dello sviluppo di codici monolitici come quelli dei sistemi operativi Windows, avranno il loro picco fenomeni quali il blog writing e i malware tecnologicamente mirati, mancherà l’energia elettrica necessaria ad alimentare i data center di mezzo mondo e la manutenzione dei PC costerà la metà.

Dovremo naturalmente attendere un anno per verificare l’attendibilità delle stime , anche se il ritmo costante di crescita di taluni fenomeni (come il social networking o la richiesta di dispositivi e infrastrutture IT) dà una certa consistenza ad alcune delle previsioni.

L’esplosione dei blogger
Il blogging, esperienza di rete “sociale” e auto-prodotta per definizione che ha acquistato sempre maggior visibilità, raggiungerà proprio nella prima metà del 2007 il suo picco massimo di espansione . Tenendo conto della vita media di un blog e l’attuale percentuale di crescita, la blogpalla “peserà” circa 100 milioni di micro-publisher entro il periodo indicato. Per ora, viene indicato in 200 milioni il numero di ex-blogger che hanno interrotto le micro-pubblicazioni.

L’infezione cataclismatica del malware specializzato
Per la fine dell’anno prossimo si assisterà ad un vero e proprio “super-attacco” alle infrastrutture tecnologiche da parte di malicious software più ingegnoso, specializzato e finanziariamente motivato. Gartner prevede che il 75% delle aziende non avrà scampo : nonostante la tendenza ad una specializzazione sempre più spinta delle tipologie di attacco, e alla trasformazione dei cracker in iper-esperti soldati tecnologici al soldo del miglior offerente, gli esperti di sicurezza IT non saranno del tutto pronti se la situazione attuale non cambierà, e sarà praticamente impossibile contrastare efficacemente gli attacchi.

Vista, l’ultimo sistema operativo della famiglia Windows
Il parto del nuovo OS è stato tanto, troppo faticoso, ed è molto probabile che d’ora in poi Microsoft si limiti ad aggiornare periodicamente il suo ultimo nato piuttosto che investire una quantità immane di energie per la realizzazione di nuovi Windows.
Lo sviluppo monolitico di codici fortemente integrati, suggerisce Gartner, è alla fine, e Microsoft giocherà un ruolo fondamentale nella reingegnerizzazione del modo di gestire progetti software complessi nel futuro. A Redmond si impegneranno per aggiornamenti più flessibili di Vista , con un’attenzione tutta nuova per il fattore qualità. La timeline dei sistemi operativi a finestre, che per ora prevede il progetto Windows Vienna in uscita per il 2011, sarà altresì da correggere.

Indici TCO in picchiata
L’indice di stima del costo finanziario necessario a gestire gli investimenti delle aziende in hardware e software, inventato dalla stessa Gartner, farà segnare un netto calo, dimezzandosi entro il 2010. La crescente importanza di fattori quali la gestibilità, l’automazione e l’affidabilità giocheranno in favore di un mercato di “commodities” e servizi sempre più convenienti, garantendo un risparmio crescente nel tempo nella gestione delle forniture da parte dei dipartimenti IT delle aziende.

Cellulari sotto il controllo globale
Per il 2010, il 60% della popolazione mondiale dei cellulari sarà tracciabile via Internet. La crescente domanda di sicurezza nazionale e di protezione dei contesti sociali a rischio, scaturita dall’acuirsi di fenomeni quali il terrorismo internazionale di matrice islamista, alla fine vincerà sulle regolamentazioni locali che sono state finora erette in difesa della privacy dei cittadini mentre il marketing farà il resto, incentivando l’adozione in massa di vulnerabilità al fattore riservatezza in favore di offerte speciali e ricchi cotillon. Il risultato sarà una diffusione finora solo ipotizzata degli strumenti di controllo e identificazione (come i discussi chippettini RFID ), gestibili da apparati governativi come da terzi variamente intenzionati.

100 miliardi di dollari in fumo per le tecnologie sbagliate
Le aziende non sanno investire in tecnologia: i servizi e le infrastrutture acquistate dalle società seguono standard e pratiche obsolete, e non favoriscono certo la posizione di mercato e l’incremento del margine di competitività sui concorrenti. Entro il 2011, i soldi sprecati in tecnologie non appropriate ammonteranno appunto a 100 miliardi di dollari.

Data center al collasso
La quantità e la potenza di apparati tecnologici investiti nei centri di raccolta dati in tutto il mondo è in pieno boom: come conseguenza primaria, l’energia elettrica necessaria al loro mantenimento crescerà a dismisura, così come l’esigenza di raffreddare e dissipare tutto il calore sviluppato da microchip e componenti altamente integrati sempre più diffusi. La situazione arriverà vicina al collasso per il 2008, con il 50% dei data center mondiali senza l’adeguata copertura energetico/refrigerante necessaria al loro corretto funzionamento. Si prevedono black-out e guasti sempre più frequenti, almeno finché l’innovazione tecnologica non comincerà a risolvere il problema: avverrà entro il 2010.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fsdfs scrive:
    fsdfs
    [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-datejust-c-2]Rolex DateJust watches[/url], Rolex DateJust watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-day-date-c-3]Rolex Day Date watches[/url], Rolex Day Date watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-daytona-c-4]olex Daytona watches[/url], Rolex Daytona watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-explorer-c-5]Rolex Explorer watches[/url], Rolex Explorer watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-gmt-c-6]Rolex GMT watches[/url], Rolex GMT watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-masterpiece-c-7]Rolex Masterpiece watches[/url], Rolex Masterpiece watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-milgauss-c-8]Rolex Milgauss watches[/url], Rolex Milgauss watches
  • Anonimo scrive:
    Ok d'accordo ma...
    Va bene e sono d'accordo ma allora nessuna tecnologia DRM deve fare capolino in EUROPA!Tantomeno deve comparire il Trusted computing!Neelie Kroes non vogliamo Trusted Computing o qualunque tecnologia similare in Europa, neanche DRM!Il TC NON DIVERRA' IL NUOVO STANDARD PERCHE' E' TROPPO RESTRITTIVO E CHE LO SPACCINO PER UN MONDO PIU' PER TUTTI MI FA VOMITARE!Bill Gates ritira TC prima che a qualcuno salti in mente di distruggere tutti i pc che montano Windows!
  • Enjoy with Us scrive:
    Iniquo Compenso!
    Chiamiamo le cose con il loro nome!Mi pare ovvio che non la cancellino, è una tassa e in quanto tale inamovibile, come le famose addizionali sulla benzina o sui biglietti del cinema.Cosa dite?Ah che qui non si tratta della solita italietta ma della ben più seria Europa!Delle due....1. O gli altri paesi non sono poi cosi tanto meglio amministrati dell'Italia2. O i politici Italiani hanno corrotto l'integrità di quelli degli altri paesi....Non vorrei fra qualche anno dover rimpiangere l'efficenza della amministrazione Italiana rispetto a quella Europea, forse gli euroscettici non avevano poi tutti i torti.
  • Gatto Selvaggio scrive:
    Petizione per un'Europa più democratica
    In un precedente posthttp://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1801626&m_rid=0ho pubblicato un collegamento a una petizione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Petizione per un'Europa più democrat
      Petizioni online... Dove tutti i sogni e le speranze vanno a morire.
      • Gatto Selvaggio scrive:
        Re: Petizione per un'Europa più democrat
        Da quel che ho capito le petizioni di Ronald Pabst sono serie e vengono effettivamente presentate ai destinatari, in Germania raccolgono un sacco di adesioni. Certo poi l'Italia è il paese dello scetticismo preconcetto...
  • Anonimo scrive:
    ed io compero in germania o a s. marino
    risparmio un sacco e non pago queste ladrate, fate come me, comprate a tonnellate usando ebay.
    • Giambo scrive:
      Re: ed io compero in germania o a s. mar
      - Scritto da:
      risparmio un sacco e non pago queste ladrate,
      fate come me, comprate a tonnellate usando
      ebay.Ma perche' nessuno viene a comperare in Svizzera ?Non e' vero che i nostri poliziotti sono come Aldo/Über, non rischiate una pallottola :D !
      • Anonimo scrive:
        Re: ed io compero in germania o a s. mar
        - Scritto da: Giambo

        - Scritto da:

        risparmio un sacco e non pago queste ladrate,

        fate come me, comprate a tonnellate usando

        ebay.

        Ma perche' nessuno viene a comperare in Svizzera ?
        Non e' vero che i nostri poliziotti sono come
        Aldo/Über, non rischiate una pallottola :D
        !Forse perchè gli svizzeri ci stanno in culo... le svizzere invece da quello che ho visto no :D gnocche gnocche gnoche
      • Anonimo scrive:
        Re: ed io compero in germania o a s. mar
        - Scritto da: Giambo

        - Scritto da:

        risparmio un sacco e non pago queste ladrate,

        fate come me, comprate a tonnellate usando

        ebay.

        Ma perche' nessuno viene a comperare in Svizzera ?
        Non e' vero che i nostri poliziotti sono come
        Aldo/Über, non rischiate una pallottola :D
        !Mah sai... dopo che avete esportato la hunziker... non so se vi è rimasto molto!Ad ogni modo se mi sbaglio e ne avete ancora qualcuna da parte fammelo sapere... l'articolo mi interessa! @^
  • Anonimo scrive:
    contraddizione
    la contraddizione di fondo, come risulta evidente ai meno, è che da un lato masterizzare materiale copiato è illegale e (giustamente) ostacolato da dispositivi anticopia (anche se si potrebbe discutere sulla copia ad uso personale), dall'altro c'è una tassa per risarcire i danni da copia.sarebbe come se il macellaio ci aumentasse tutti i prezzi del 10% perché rapinarlo è illegale, ma siccome chiunque entra nel suo negozio potrebbe rapinarlo, egli vuole essere risarcito.
    • danieleMM scrive:
      Re: contraddizione
      se potessi moderare ti flaggherei come "interessante" ;)in effetti ritengo anche io sia una contraddizione..ritengo che molti lo considerino una specie di equo-compenso al contrariocioè un ragionamento del tipo:io pago la sovrattassa sui supporti? ah si? beh allora posso scaricarevisto che io sui supporti ci carico i miei dati, i miei lavori, distro linux, programmi open, guide trovate online e quant'altro.. bene! allora ogni tanto mi concedo pure il lusso di ottenere l'equo compenso per quello che ho pagato.. qualche bella musica per rilassarmialcuni artisti hanno già manifestato il disappunto per i modi di agire delle varie RIAA.. ma sono loro i primi a doversene disfare a mio avviso!quando si fanno leggi si chiede sempre alle case discografiche, io andrei a chiedere agli artisti e agli utenti che cosa ne pensanoil ruolo di RIAA, SIAE e compari è l'unico che da anni è sempre lo stesso, innovazione zero, produzione sempre più inutile e a basso costo, e prezzi sempre più alti.senza contare che non fanno neppure più il lavoro di selezione del materiale..intendo:buon lavoro -
      tanta distribuzioneinvece fannotanta pubblicità -
      tanta distribuzionee i buoni lavori perché sprecarsi a cercarli?quante sono le cantanti di successo brutte? non si prestano alla pubblicitàsono l'unico a vedere qui qualcosa che non va?
  • Anonimo scrive:
    Io compro TUTTO all'estero, e li frego !
    Avete presente quando si fa un viaggetto all'estero una volta all'anno ?Ecco, si possono trasportare beni personali per un certo tot. dipendente da paese a paese.Mi serve un pc nuovo, degli H.D. o un bel monitor ?Metto i soldini da parte, e quando vado in gita con la scuola o in vacanza con i miei, faccio acquisti.Certo, e' un po' scomodo se ti serve subito qualche componente, ma con un minimo di pianificazione e qualche pezzo di ricambio, il risparmio e' assicurato.Poi personalmente ho smesso di comprare cd/dvd.Per storare gli mp3 uso il lettore, mentre per le cose del pc uso direttamente gli H.D. che sono ottimi sistemi di immagazzinamento dati e durano molto piu' di un normale cd/dvd (allo stesso costo per giga).
  • Anonimo scrive:
    LINUX AL TAPPETO
    anche stavolta i cari amici linari che vogliono duplicarsi le loro distro preferita, dovrnno lo stesso pagare una tassa sul supporto...al pari di quei pirati che duplicano svista.Linux ragione di vita senza successo :(anonimo)(anonimo)(anonimo)
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX AL TAPPETO
      - Scritto da:
      anche stavolta i cari amici linari che vogliono
      duplicarsi le loro distro preferita, dovrnno lo
      stesso pagare una tassa sul supporto...Basta prendere una distro che parte da chiavetta USB e niente equo compenso (rotfl).
      al pari di quei pirati che duplicano svista.(rotfl)
      Linux ragione di vita senza successo
      :(anonimo)(anonimo)(anonimo)
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX AL TAPPETO
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        anche stavolta i cari amici linari che vogliono

        duplicarsi le loro distro preferita, dovrnno lo

        stesso pagare una tassa sul supporto...

        Basta prendere una distro che parte da chiavetta
        USB e niente equo compenso
        (rotfl).


        al pari di quei pirati che duplicano svista.

        (rotfl)


        Linux ragione di vita senza successo

        :(anonimo)(anonimo)(anonimo)equo compenso si applica su ogni supporto di memorizzazione. Magnetico o non.Linari che non conoscono le leggi :(anonimo)(anonimo)(anonimo)
        • Anonimo scrive:
          Re: LINUX AL TAPPETO
          - Scritto da:


          anche stavolta i cari amici linari che
          vogliono


          duplicarsi le loro distro preferita, dovrnno
          lo


          stesso pagare una tassa sul supporto...



          Basta prendere una distro che parte da chiavetta

          USB e niente equo compenso

          (rotfl).




          al pari di quei pirati che duplicano svista.



          (rotfl)




          Linux ragione di vita senza successo


          :(anonimo)(anonimo)(anonimo)


          equo compenso si applica su ogni supporto di
          memorizzazione. Magnetico o
          non.

          Linari che non conoscono le leggi
          :(anonimo)(anonimo)(anonimo)Opps, la mia l'ho comprata la scorsa estate in francia :$
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX AL TAPPETO
            - Scritto da:
            - Scritto da:



            anche stavolta i cari amici linari che

            vogliono



            duplicarsi le loro distro preferita, dovrnno

            lo



            stesso pagare una tassa sul supporto...





            Basta prendere una distro che parte da
            chiavetta


            USB e niente equo compenso


            (rotfl).






            al pari di quei pirati che duplicano svista.





            (rotfl)






            Linux ragione di vita senza successo



            :(anonimo)(anonimo)(anonimo)





            equo compenso si applica su ogni supporto di

            memorizzazione. Magnetico o

            non.



            Linari che non conoscono le leggi

            :(anonimo)(anonimo)(anonimo)

            Opps, la mia l'ho comprata la scorsa estate in
            francia
            :$esiste anche in francia, persino sugli ipod. informati prima di sparere baggianate.http://ipodjournal.blogosfere.it/2005/12/francia_rimbors.html
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX AL TAPPETO
            mi ero dimenticatohttp://punto-informatico.it/p.aspx?id=448048&r=PIfatti a fare un giro. compila meno il kernel e gira di piu' il mondo.
          • Giambo scrive:
            Re: LINUX AL TAPPETO
            - Scritto da:
            mi ero dimenticato

            http://punto-informatico.it/p.aspx?id=448048&r=PI

            fatti a fare un giro."giovedì 11 marzo 2004". Dove sei stato tutto questo tempo ?
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX AL TAPPETO
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da:

            mi ero dimenticato




            http://punto-informatico.it/p.aspx?id=448048&r=PI



            fatti a fare un giro.

            "giovedì 11 marzo 2004". Dove sei stato tutto
            questo tempo
            ?cosa centra la data? eistono leggi promulgate 70 anni fa con i regi decreti a ancora valide, diritti di sfruttamente delle acque risalenti al periodo di carlo magno o suddivisione dei lotti di terra coltivabile ancora basate sulla centuriazione romana.dov'e' il porblema la sindrome da kernel aggiornato inizia a farsi notare?
          • Giambo scrive:
            Re: LINUX AL TAPPETO
            - Scritto da:
            http://punto-informatico.it/p.aspx?id=448048&r=PI





            fatti a fare un giro.



            "giovedì 11 marzo 2004". Dove sei stato tutto

            questo tempo

            ?

            cosa centra la data?Nel frattempo ne e' passato di tempo (Quasi 3 anni) e da allora qualcosa si e' mosso.Vedi la notizia di oggi e http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1538563
            dov'e' il porblema la sindrome da kernel
            aggiornato inizia a farsi
            notare?LOL, la trollata / flamata finale (rotfl) !
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX AL TAPPETO
            la notizia di oggi pero' afferma il contrario.linari come sempre una versione in dietro rispetto agli altri. (anonimo)(anonimo)(anonimo) :
          • Giambo scrive:
            Re: LINUX AL TAPPETO
            - Scritto da:
            la notizia di oggi pero' afferma il contrario.Il contrario di che ?
            linari come sempre una versione in dietro
            rispetto agli altri. (anonimo)(anonimo)(anonimo)
            : :-o
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX AL TAPPETO
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            - Scritto da:




            anche stavolta i cari amici linari che


            vogliono




            duplicarsi le loro distro preferita,
            dovrnno


            lo




            stesso pagare una tassa sul supporto...







            Basta prendere una distro che parte da

            chiavetta



            USB e niente equo compenso



            (rotfl).








            al pari di quei pirati che duplicano
            svista.







            (rotfl)








            Linux ragione di vita senza successo




            :(anonimo)(anonimo)(anonimo)








            equo compenso si applica su ogni supporto di


            memorizzazione. Magnetico o


            non.





            Linari che non conoscono le leggi


            :(anonimo)(anonimo)(anonimo)



            Opps, la mia l'ho comprata la scorsa estate in

            francia

            :$

            esiste anche in francia, persino sugli ipod.
            informati prima di sparere
            baggianate.
            http://ipodjournal.blogosfere.it/2005/12/francia_rHei ma se volessi parlare seriamente, documentandomi prima ecc... Scriverei su TomTom o hwupgrade, qui non ne vale certo la pena.(troll4)
        • Giambo scrive:
          Re: LINUX AL TAPPETO
          - Scritto da:
          equo compenso si applica su ogni supporto di
          memorizzazione. Magnetico o
          non.Ommioddio, il prezzo delle tavolette di argilla schizzera' alle stelle !E ora chi lo dice a Leonardo, che voleva dipingere "L'ultima Cena II" :D ?
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX AL TAPPETO
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        anche stavolta i cari amici linari che vogliono

        duplicarsi le loro distro preferita, dovrnno lo

        stesso pagare una tassa sul supporto...

        Basta prendere una distro che parte da chiavetta
        USB e niente equo compenso
        (rotfl).


        al pari di quei pirati che duplicano svista.

        (rotfl)


        Linux ragione di vita senza successo

        :(anonimo)(anonimo)(anonimo)HEHEHEH l'equo compenso c'e' anche sulle chiavette, memorie, supporti riscrivibili e no...persino sui lettori mp3.... ovunque...nn ci salviamoooooo
    • teddybear scrive:
      Re: LINUX AL TAPPETO
      - Scritto da:
      anche stavolta i cari amici linari che vogliono
      duplicarsi le loro distro preferita, dovrnno lo
      stesso pagare una tassa sul supporto...al pari di
      quei pirati che duplicano
      svista.

      Linux ragione di vita senza successo
      :(anonimo)(anonimo)(anonimo)Non so se esiste anche con Linux. Ma con FreeBSD posso partire da floppy (comprati sicuramente non in data recente)... e scaricare "in diretta" tutto quello che serve. Farsi un CD con la distro preferita non ha senso, sotto questo punto di vista.
    • Signor Paletta scrive:
      Re: LINUX AL TAPPETO
      ..
    • The_GEZ scrive:
      Re: LINUX AL TAPPETO
      Ciao Anonimo ! (anonimo)
      anche stavolta i cari amici linari che vogliono
      duplicarsi le loro distro preferita, dovrnno lo
      stesso pagare una tassa sul supporto...al pari di
      quei pirati che duplicano
      svista.La cosa che fa ancora più rabbia è che questi soldi che ci vengono rubati dai ladri della SIAE vengono usati per pagare quelli come te che scrivono nei vari forum.
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX AL TAPPETO
      - Scritto da:
      anche stavolta i cari amici linari che vogliono
      duplicarsi le loro distro preferita, dovrnno lo
      stesso pagare una tassa sul supporto...al pari di
      quei pirati che duplicano
      svista.

      Linux ragione di vita senza successo
      :(anonimo)(anonimo)(anonimo)E trollalero trollalà non ce lo metti?
  • soulista scrive:
    AAARTIIISTIIII!?!?!?!?
    De Villepin scriveva che "questa remunerazione rappresenta per gli artisti una significativa fonte di guadagno che è importante mantenere"Artisti? cioé quel centinaio di cantantucoli che sono gli unici a guadagnare qualcosa dalle majors, pagati in quanto "sponsor" delle loro battaglie legali?Se fossi davvero sicuro che buona parte dei soldi che spendo per cd vergini - e non - andasse (*) veramente a finanziare l'arte li spenderei volentieri! ma non sono sicuro e, anzi, più mi informo più capisco che i miei soldi vanno ad ingrassare qualche ladrone in giacca e cravatta... allora preferisco mettere 5 euro nel cappello di un artista di strada.(*) é italiano corretto?
    • Anonimo scrive:
      Re: AAARTIIISTIIII!?!?!?!?

      Se fossi davvero sicuro che buona parte dei soldi
      che spendo per cd vergini - e non - andasse (*)
      veramente a finanziare l'arte li spenderei
      volentieri!

      (*) é italiano corretto?Si, è corretto.Dal titolo del tuo thread pensavo volessi scrivere qualcosa del tipo:ARTISTIIIII?PPPRRROOOOOOOOOOOOOTTTTTT!!! :)
      • soulista scrive:
        Re: AAARTIIISTIIII!?!?!?!?
        - Scritto da:


        Se fossi davvero sicuro che buona parte dei
        soldi

        che spendo per cd vergini - e non - andasse (*)

        veramente a finanziare l'arte li spenderei

        volentieri!



        (*) é italiano corretto?

        Si, è corretto.

        Dal titolo del tuo thread pensavo volessi
        scrivere qualcosa del
        tipo:

        ARTISTIIIII?

        PPPRRROOOOOOOOOOOOOTTTTTT!!! :)ssseee-ehehheh... da una macchina decapottabile che poi si ferma all'improvviso...
    • Anonimo scrive:
      Re: AAARTIIISTIIII!?!?!?!?
      Non per disilluderti, ma gli artisti che vengono foraggiati dalle majors sono all'incirca il 99,99% di quelli più noti (che include cantantucoli e cantanti veri).Gli artisti che difendono a spada tratta la battaglia delle majors, saranno all'incirca il 95% di quelli foraggiati dalle majors.E tutto questo per un solo motivo: come te se avessi il talento, o la fortuna (cosa che è vera per il 90% dei pseudo-artisti) nel mondo artistico della musica o del cinema, anche loro vogliono i soldi! . E tanti. Quanti più possibile.
      • Giambo scrive:
        Re: AAARTIIISTIIII!?!?!?!?
        - Scritto da:
        anche
        loro vogliono i soldi! . E tanti. Quanti più
        possibile.Ragione in piu' per mollare le major succhiasoldi :)Credo che ci sia qualcosa di sbagliato quando un'artista cerca di trascinare in tribunale i suoi fans : ...
  • xWolverinex scrive:
    Chiediamo il rimborso !
    Sarebbe proprio ora di iniziare a chiedere il rimborso per l'equo compenso versato. Soprattutto noi che certi dispositivi li usiamo per lavoro. Non vedo perche' devono balzellarmi se uso un cd o un dvd per un backup dei miei dati. Cosi' come quando compro un hd. Iniziamo a chiedere rimborsi a palla :@
  • BSD_like scrive:
    Contributo EU mascherato
    In parole povere, alcune nazioni (leggi Francia in primis) vogliono portare questo "equo compenso" ad essere un'altra forma di contributo per le arti audio/visive; alla stessa stregua dei vari contributi statali dati a cinema (soprattutto) e musica. Solo che stavolta paga la società, non lo stato!E guarda il caso: anche per i contributi statali al cinema la nazione che più li difese e difende è stata proprio la Francia, seguita in secondo piano dall'Italia. Disse la Francia, che i contributi per la cultura non erano negoziabili nel commercio mondiale (WTO).La Francia e l'Italia in primis, devolvono ogni anno centinaia di milioni di uro al cinema, a fondo perduto.L'intenzione dei francesi è chiara: far diventare questo balzello un secondo contributo a fondo perduto."Preoccupato per il fatto che la Raccomandazione avrebbe potuto eliminare gradualmente l'imposta, riporta Reuters, De Villepin scriveva che "questa remunerazione rappresenta per gli artisti una significativa fonte di guadagno che è importante mantenere"."Ora veramente hanno raggiunto il max. Dobbiamo addirittura pagare a priori la Ferrari e le ville (e le varie putt@ne), cmq a questi signori autori/registri/cantanti/attori del c@zzo! Pena perdita della loro creatività. Ma se vanno a lavorare ? Forse la trovano meglio la creatività.
    • Anonimo scrive:
      Re: Contributo EU mascherato
      - Scritto da: BSD_like
      La Francia e l'Italia in primis, devolvono ogni
      anno centinaia di milioni di uro al cinema, a
      fondo
      perduto.Con la piccola differenza che il cinema francese qualcosa di buono lo sforna, quello italiano invece... k1
      • Anonimo scrive:
        Re: Contributo EU mascherato
        Il cinema francese è buono solo a sfottere.O ouiii nuà abbiam le macchine migliori, noi col peugeot 406 ve facciamo prrr a vostreferrari, mercedes, mitsubisci... noi col renault 5 qui, noi vinciamo là... bah...
        • Anonimo scrive:
          Re: Contributo EU mascherato
          Se MS non avesse rotto il motore a Suzuka ... Briatore e i suoi datori di lavoro francesi (Renault e Michelin), se la sarebbero presa nel c^l*, avrebbero perso il mondiale.C@zzo son 2 anni che loro e quel campionucolo spagnolo hanno una fortuna del meng@.
  • Anonimo scrive:
    Bruxelles
    http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Belgio
  • Anonimo scrive:
    hasta la pirateria siempre !
    Hasta la pirateria siempre ! E' l'unica soluzione e l'unica cosa che capiscono!
    • Anonimo scrive:
      Re: hasta la pirateria siempre !
      - Scritto da:
      Hasta la pirateria siempre ! E' l'unica soluzione
      e l'unica cosa che
      capiscono!Impossibile... TCPA è alle porte e te lo infileranno anche nel gabinetto
    • Anonimo scrive:
      Re: hasta la pirateria siempre !
      La pirateria è un finto crimine! Tanto nessuno nel suo intimo la percepisce come illegale... e visto che la giustizia va amministrata (o "andrebbe amministrata") in nome del popolo: è palese che farà la fine che merita, L'oblio!
    • Anonimo scrive:
      Re: hasta la pirateria siempre !
      Sono daccordo con te.. finchè loro pensano solo ai loro interessi, noi possiamo continuare a pensare solo ai nostri fregandocene allegramente se un giorno qualke "artista" o un loro rappresentante legale dovesse scoprirsi povero.A raccogliere pomodori a nero dovrebbero mandarli... così magari capirebbero il valore del guadagnarsi i soldi x merito, non tramite l'imposizione di tasse preventive.
  • Wakko Warner scrive:
    Vorrà dire
    che continuerò ad acquistare su Nierle.itPoco male.Secondo me quelli che devono incazzarsi a questo punto sono i produttori e i rivenditori italiani che sono coloro che più ne ricevono danno.Quindi vediamo:- Si tolgono soldi ingiustamente ai consumatori- Si danneggiano i produttori- Si danneggiano i rivenditori- Si annulla il mercato sui supporti italiano- Si fornisce ingiusto vantaggio a venditori stranieri- Si rallenta l'adozione di nuove tecnologie in tutta EuropaMa in compenso gli artisti possono ricevere la loro paghetta settimanale guadagnata ingiustamente sul lavoro altrui e permettersi così la villa al mare e soprattutto si da soldi a coloro (vedasi SIAE&Co.) che non contribuiscono in nessun modo né allo sviluppo artistico né a quello tecnologico ma sfruttano il lavoro altrui.Bravi, davvero. Se lo faccio io mi chiamano LADRO, se lo fanno loro mi chiamano LADRO lo stesso perché acquisto i supporti su Nierle.it-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 dicembre 2006 00.28-----------------------------------------------------------
    • outkid scrive:
      Re: Vorrà dire
      Modificato dall' autore il 15 dicembre 2006 00.28
      --------------------------------------------------
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Vorrà dire
        - Scritto da: outkid
        nierle.it? io ho trovato un nierle.de
        ti sarai sbajatohttp://www.nierle.it/Vuoi uno screenshot?È semplicemente un redirect alla sezione italiana di nierle.de
        • outkid scrive:
          Re: Vorrà dire
          http://nierle.it/mi porta ad un altro fatto che nn sembrava vender cd.. ma a vede' mejo e' sempre loro- Scritto da: Wakko Warner

          - Scritto da: outkid

          nierle.it? io ho trovato un nierle.de

          ti sarai sbajato

          http://www.nierle.it/

          Vuoi uno screenshot?

          È semplicemente un redirect alla sezione italiana
          di
          nierle.de
    • Anonimo scrive:
      Re: Vorrà dire

      Ma in compenso gli artisti possono ricevere la
      loro paghetta settimanale guadagnata
      ingiustamente sul lavoro altrui e permettersi
      così la villa al mare e soprattutto si da soldi a
      coloro (vedasi SIAE&Co.) che non contribuiscono
      in nessun modo né allo sviluppo artistico né a
      quello tecnologico ma sfruttano il lavoro
      altrui.su questo sono lievemente in disaccordo, per via della ripartizione assurda dei ricavi della Siae a parte i pochi che stanno o sono stati nel cda della Siae gli artisti poco o nulla vedono di differenza, per cui a loro questo poco importa; bisogna vedere se ha effetto sui loro guadagni attraverso altre vie che non i proventi raccolti in questa maniera ma su questo non sono in grado di pronunciarmi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vorrà dire
      'nsomma, dei pochi articoli che ho visto mi sembra che solo i cd sono convenientissimi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vorrà dire
      'nsomma, dei pochi articoli che ho visto mi sembra che solo i cd/dvd sono convenientissimi. gli altri sono solo convenienti
      • teddybear scrive:
        Re: Vorrà dire
        - Scritto da:
        'nsomma, dei pochi articoli che ho visto mi
        sembra che solo i cd/dvd sono convenientissimi.
        gli altri sono solo
        convenientiBeh, su molti articoli non c'è l'equo compenso, quindi la differenza è necessariamente inferiore. Ma se compri 100DVD, ci infili dentro anche un paio di altre cose che forse pagheresti lo stesso anche qui... tanto le spese di spedizione sono quelle.. (vanno a scaglioni di peso, quindi meglio abbondare)
    • outkid scrive:
      Re: Vorrà dire
      Modificato dall' autore il 15 dicembre 2006 00.28
      --------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Vorrà dire
        - Scritto da: outkid
        a bari ho trovato un tizio che 100 dvd-r li hfa a
        24 euro. niente spese di spedizione.

        ma sto equo compenso a quanto ammonta?Mi sembra che sia 70 centesimi per dvd... il tizio che vende i dvd a quel prezzo non paga semplicemente tale tassa allo Stato, ignorando probabilmente anche l'iva. Sicuramente li compra all'estero e li rivende qua in Italia guadagnando qualche centesimo per dvd: inutile dire che se lo beccano si farebbe anni ed anni di galera, questa volta effettivi in quanto ha pestato i piedi alla lobby del copyright.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vorrà dire
        - Scritto da: outkid
        a bari ho trovato un tizio che 100 dvd-r li hfa a
        24 euro. niente spese di spedizione.Sarà lo stesso che fa i CD a 16 cent/pezzo?Se è lui, non ti fa scontrino (evadendo l'iva e le tasse sul reddito) e li vende evadendo "l'iniquo compenso".Però conviene un sacco ;)bye
  • Anonimo scrive:
    Tanto falliranno lo stesso
    Prima o poi. Ritardano solo la loro morte.Sono dei pidocchiosi parassiti quelli dell' "equo compenso".Una sorta di pensione per handicappati estorta ai consumatori che comprano tutt' altro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto falliranno lo stesso
      Si dai, mi farei un giro in casa tua per vedere cosa masterizzi....predichi bene e razzoli male!
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto falliranno lo stesso
        - Scritto da:
        Si dai, mi farei un giro in casa tua per vedere
        cosa masterizzi....predichi bene e razzoli
        male!Che cosa masterizzo?I backup del mio HD masterizzo.Le foto che faccio con la digitale masterizzo.Vieni, vieni a vedere...
  • CoreDump scrive:
    Che Schifo.
    Solo a leggere affermazioni tipo :"E non rappresenta un doppio pagamento, dato che molti riempiono i propri lettori di musica pirata"Quindi e dato per assunto che tutti quelli checomprano un supporto vergine o un lettore mp3lo userà per metterci sopra materiale pirata?Ovviamente "chissenefrega" di quelli che invecepagano la l'iniquo bazzello perchè non ci mettonomateriale pirata VERO?La cosa bella è che non è che queste personesono mentecatte ( uno che ragiona cosi non vedoproprio come altro poterlo chiamare ) ma sannobenissimo quel che fanno e approfittano deinostri governi filo mazzetta lobbystici per farei proprio porci comodi ( leggasi tanti soldi )alle spalle dei cittadini, dire che fanno schifoe quasi fargli un complimento :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Che Schifo.
      - Scritto da: CoreDump
      Solo a leggere affermazioni tipo :

      "E non rappresenta un doppio pagamento, dato che
      molti riempiono i propri lettori di musica pirata"

      Quindi e dato per assunto che tutti quelli che
      comprano un supporto vergine o un lettore mp3
      lo userà per metterci sopra materiale pirata?
      Ovviamente "chissenefrega" di quelli che invece
      pagano la l'iniquo bazzello perchè non ci mettono
      materiale pirata VERO?

      La cosa bella è che non è che queste persone
      sono mentecatte ( uno che ragiona cosi non vedo
      proprio come altro poterlo chiamare ) ma sanno
      benissimo quel che fanno e approfittano dei
      nostri governi filo mazzetta lobbystici per fare
      i proprio porci comodi ( leggasi tanti soldi )
      alle spalle dei cittadini, dire che fanno schifo
      e quasi fargli un complimento :|Gli si potrebbe rispondere che allora i politici per definizione rubano i soldi ai cittadini, dunque aanche loro dovrebbero pagare per le loro malefatte.
    • The_GEZ scrive:
      Re: Che Schifo.
      Ciao CoreDump !
      "E non rappresenta un doppio pagamento, dato che
      molti riempiono i propri lettori di musica pirata"Cosa che tra l' altro sarebbe da considerare perfettamente lecita dato che io ho già pagato per questo non mi resta altro da fare che fare rendere i soldi che ho dato agli editori masterizzando musica "pirata" Vorrei scrivere un fiume di parole ... ma mi limiterò a pensarle ... e adesso che siamo belli caldi ... sotto con i brevetti sul software !
    • Anonimo scrive:
      Re: Che Schifo.
      Ragazzi, la soluzione è semplicissima: piratare, piratare e piratare. Così da recuperare i soldi estorti con l'equo compenso. In fondo è un cane che si morde la coda, ma se a loro va bene così...
Chiudi i commenti