Generazione Intel

Hardware rivisto e prototipi mai visti, presentati nella seconda giornata dell'IDF californiano. La tecnologia Intel al servizio della creatività

Roma – Non si vive di soli chipset: in occasione dell’ Intel Developer Forum di San Francisco, giunto ormai al gran finale, sono state presentate altre interessanti soluzioni hardware, non necessariamente ideate da Intel ma sempre legate a doppio filo con i prodotti tipici dall’azienda di Santa Clara.

Il nuovo Sandy Bridge e l’intrigante connessione WiDi sono stati ovviamente i protagonisti dell’evento ma per diritto di cronaca bisogna anche segnalare l’arrivo dello Xeon di nuova generazione, dedicato solo a workstation e server dual-processor. La potenza dello Xeon, che sfrutta 2 socket, con 8 core e 16 thread per processore, è stata messa al servizio di tutte le videoconferenze dell’IDF ma entrerà effettivamente in produzione soltanto nel secondo semestre del 2011.

Durante il secondo giorno di keynote, il general manager Renee James ha poi annunciato (finalmente) l’apertura dello shop online in cui verranno vendute applicazioni che si sposano perfettamente con le CPU Atom montate sui netbook. Al momento la versione finale dell’ Intel AppUp Store , con un migliaio tra versioni demo gratuite e programmi completi, è disponibile soltanto nella versione americana, ma presto verrà localizzata per i diversi territori. Intel ha anche preso accordi con alcuni produttori hardware, come Asus e Samsung, per pre-installare il software che gestisce il marketplace, visibile su OS Windows e MeeGo, nei prossimi dispositivi che verranno distribuiti.

All’IDF si è rivisto anche il Boxee Box di D-Link, interessante lettore multimediale specializzato in streaming web, che a quanto pare non utilizzerà più il Tegra 2 di Nvidia ma il processore Intel CE4100 già scelto per la Google TV. Il curioso media-box è già in pre-ordine su Amazon USA a 199 dollari e viene venduto insieme ad un telecomando con tastiera QWERTY integrata.

Rimanendo nel territorio dell’ insolito , si segnala poi il ritorno dei “massicci” PC Intel Classmate (resistenti ad acqua, germi e cadute accidentali) dedicati alle scuole e un tablet convertibile Dell chiamato Inspiron Duo , che può cambiare forma passando da tablet tutto schermo a netbook con tastiera fisica. Sul prototipo Dell mostrato in anteprima all’expo girava Windows 7 Home Premium, supportato da Intel Atom N550 e 2Gb di memoria RAM. Caratteristiche di tutto rispetto per un dispositivo portatile con display da 10 pollici che non intende assolutamente scegliere tra produttività e entertainment.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • incredibile e scrive:
    tutte bs
    si si, e a un giornale i cui lettori non hanno mai comprato un programma o un cd se non costretti che articoli gli vuoi propinare? rubate rubate lettori e continuate a leggere le favole
    • il solito bene informato scrive:
      Re: tutte bs
      - Scritto da: incredibile e
      si si, e a un giornale i cui lettori non hanno
      mai comprato un programma o un cd se non
      costretti che articoli gli vuoi propinare? rubate
      rubate lettori e continuate a leggere le
      favolee tu continua a credere alle favole di chi non ha problemi a calpestare i diritti umani per il profitto.
  • MeX scrive:
    è vero!
    infatti adesso Steve Jobs regalerà TUTTI i prodotti Apple però farà più Keynote dal vivo così guadagnano molto di più!
    • anonimo scrive:
      Re: è vero!
      - Scritto da: MeX
      infatti adesso Steve Jobs regalerà TUTTI i
      prodotti Apple però farà più Keynote dal vivo
      così guadagnano molto di
      più!Su itunes darà i film gratis così poi la gente andrà a vedere al cinema quelli più belli.
    • Talking Head scrive:
      Re: è vero!
      Capisco il tentativo umoristico, ma stiamo parlando di settore musicale, visto che questo è il settore che maggiormente piange miseria per via della pirateria. Il settore informatico ha naturalmente altri modi per guadagnare, se ne è parlato in altre occasioni.Questo genere di articoli sono importanti, perché spesso si parla senza numeri, e senza numero il discorso è politico/ideologico. Questi articoli invece parlano di dati.La pirateria, nel settore della musica, è in aumento. I guadagni degli artisti, nel settore della musica, sono in aumento. Per discutere del settore musicale questo è un dato reale, frutto di un'analisi indipendente. Rende migliore la qualità della discussione.Se vogliamo parlare del rapporto tra il settore informatico e la pirateria, la situazione reale è ancora più decisa onestamente (il guadagno dell'industria software fino alla crisi è stato in crescita continua, pirateria o meno... ), ma ne discuterei in altre sedi.
    • Sgabbio scrive:
      Re: è vero!
      (newbie)(newbie)(newbie)
    • emongoc e emon scrive:
      Re: è vero!
      - Scritto da: MeX
      infatti adesso Steve Jobs regalerà TUTTI i
      prodotti Apple però farà più Keynote dal vivo
      così guadagnano molto di
      più!(troll)
    • am ehc llort scrive:
      Re: è vero!
      - Scritto da: MeX
      infatti adesso Steve Jobs regalerà TUTTI i
      prodotti Apple però farà più Keynote dal vivo
      così guadagnano molto di
      più!(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)Un po' trollino?
    • pippo75 scrive:
      Re: è vero!
      - Scritto da: MeX
      infatti adesso Steve Jobs regalerà TUTTI i
      prodotti Apple però farà più Keynote dal vivo
      così guadagnano molto di
      più!ma non da lo stesso impatto del remake di Dirty Dancing interpretato dal grandioso, iperbolico, leone dei leoni, monkey dancer, imperatore, forzuto, epico, stallone mondiale: Steve Balmy.
    • il solito bene informato scrive:
      Re: è vero!
      - Scritto da: MeX
      infatti adesso Steve Jobs regalerà TUTTI i
      prodotti Apple però farà più Keynote dal vivo
      così guadagnano molto di
      più!no, continuerà a venderli, però dalla sua pagina di Myspace e se li produrrà da solo, quindi senza il ricarico delle case produttrici.Poi ovviamente ci sono i suoi imperdibili spettacoli dal vivo...:-D
  • programmato scrive:
    Almeno lavorano !!!
    Io quei cosidetti "artisti" che scrivono UNA canzonzicina di sucXXXXX e poi non fanno una beneamata mazza per il resto della loro vita vivendo di rendita sul cosidetto "diritto" d'autore li manderei IN MINIERA !!!E' giusto che lavorino e che vengano pagati in base a quanto producono !!!il "diritto" d'autore a mio avviso è un serio freno alla creatività ed i troppi soldi hanno creato solo problemi "vedi caso michael jackson" che se fosse stato un pò più povero e con meno grilli per la testa adesso SAREBBE ANCORA VIVO !
    • Mah scrive:
      Re: Almeno lavorano !!!
      - Scritto da: programmato
      Io quei cosidetti "artisti" che scrivono UNA
      canzonzicina di sucXXXXX e poi non fanno una
      beneamata mazza per il resto della loro vita
      vivendo di rendita sul cosidetto "diritto"
      d'autore li manderei IN MINIERA
      !!!

      E' giusto che lavorino e che vengano pagati in
      base a quanto producono
      !!!
      il "diritto" d'autore a mio avviso è un serio
      freno alla creatività ed i troppi soldi hanno
      creato solo problemi "vedi caso michael jackson"
      che se fosse stato un pò più povero e con meno
      grilli per la testa adesso SAREBBE ANCORA VIVO
      !Mah... veramente non credo si possa con certezza dire che Michael Jackson fosse "impazzito" per causa dei soldi... c'è gente altrettanto ricca (o quasi) che ha mantenuto i piedi per terra; semplicemente non sappiamo come sarebbe andata. Di certo nel suo caso i soldi gli hanno permesso di far arricchire veri e propri criminali (vedi i medici che gli avevano ridotto la faccia a quel modo)...
      • programmato scrive:
        Re: Almeno lavorano !!!
        - Scritto da: Mah
        Mah... veramente non credo si possa con certezza
        dire che Michael Jackson fosse "impazzito" per
        causa dei soldi... c'è gente altrettanto ricca (o
        quasi) che ha mantenuto i piedi per terra;
        semplicemente non sappiamo come sarebbe andata.
        Di certo nel suo caso i soldi gli hanno permesso
        di far arricchire veri e propri criminali (vedi i
        medici che gli avevano ridotto la faccia a quel
        modo)...E' impazzito sicuramente perchè troppo idolatrato: era più felice (ed ha scritto le canzoni migliori) quando era ancora "di colore", poi con l'enorme sucXXXXX commerciale, ovvero DOPO l'album thriller (che è stato il suo migliore) ha iniziato a credersi dio in terra e da qui la sua rovina, i guai con la pedofilia, le operazioni chiurgiche per "diventare bianco" i vampiri a caccia del sui immenso patrimonio.Fosse stato pagato con un BUON stipendio mensile non si sarebbe montato troppo la testa ed avrebbe vissuto meglio.In fondo lo compatisco e lo considero UNA VITTIMA del cosidetto "diritto d'autore".
        • Mah scrive:
          Re: Almeno lavorano !!!
          - Scritto da: programmato
          - Scritto da: Mah

          Mah... veramente non credo si possa con certezza

          dire che Michael Jackson fosse "impazzito" per

          causa dei soldi... c'è gente altrettanto ricca
          (o

          quasi) che ha mantenuto i piedi per terra;

          semplicemente non sappiamo come sarebbe andata.

          Di certo nel suo caso i soldi gli hanno permesso

          di far arricchire veri e propri criminali (vedi
          i

          medici che gli avevano ridotto la faccia a quel

          modo)...

          E' impazzito sicuramente perchè troppo
          idolatratoera più felice (ed ha scritto le
          canzoni migliori) quando era ancora "di colore",
          poi con l'enorme sucXXXXX commerciale, ovvero
          DOPO l'album thriller (che è stato il suo
          migliore) ha iniziato a credersi dio in terra e
          da qui la sua rovina"Sicuramente"? Però proprio non si capisce perché tu sostenga che sia sicuramente impazzito per quello, visto che appunto altra gente famosissima (come che so, Mick Jagger o Paul McCartney) mica è impazzita.
          i guai con la pedofiliaDai quali è stato assolto...
          le operazioni chiurgiche per "diventare bianco"Se non avesse avuto i soldi per farle, è tranquillamente possibile che i suoi problemi potessero sfociare in altre paranoie.
          i vampiri a caccia del sui immenso
          patrimonioE cosa c'entra lui?
          Fosse stato pagato con un BUON stipendio mensile
          non si sarebbe montato troppo la testa ed avrebbe
          vissuto
          meglioForse. Ma forse anche no.
          In fondo lo compatisco e lo considero UNA VITTIMA
          del cosidetto "diritto
          d'autore".Bah
          • loll.o scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            Caro Bah, devi ammettere che la percentuale di quelli che danno fuori di testa è altissima, non per ultima Britney Spears che è finita in una clinica psichiatrica nel 2007. PS: Adesso grazie ad un pò di "austerità" è guarita MENO MALE che il padre ha preso in mano il patrimonio altrimenti chissà come andava a finire.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Almeno lavorano !!!
          - Scritto da: programmato
          - Scritto da: Mah

          Mah... veramente non credo si possa con certezza

          dire che Michael Jackson fosse "impazzito" per

          causa dei soldi... c'è gente altrettanto ricca
          (o

          quasi) che ha mantenuto i piedi per terra;

          semplicemente non sappiamo come sarebbe andata.

          Di certo nel suo caso i soldi gli hanno permesso

          di far arricchire veri e propri criminali (vedi
          i

          medici che gli avevano ridotto la faccia a quel

          modo)...

          E' impazzito sicuramente perchè troppo
          idolatrato: era più felice (ed ha scritto le
          canzoni migliori) quando era ancora "di colore",
          poi con l'enorme sucXXXXX commerciale, ovvero
          DOPO l'album thriller (che è stato il suo
          migliore) ha iniziato a credersi dio in terra e
          da qui la sua rovina, i guai con la pedofilia, le
          operazioni chiurgiche per "diventare bianco" i
          vampiri a caccia del sui immenso patrimonio.Ancora con sta storia? ERA AFFETTO DA VITILIGINE!!!!!
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Almeno lavorano !!!
        - Scritto da: Mah
        Mah... veramente non credo si possa con certezza
        dire che Michael Jackson fosse "impazzito" per
        causa dei soldi... c'è gente altrettanto ricca (o
        quasi) che ha mantenuto i piedi per terra;ma non tutte sono state private della loro infanzia. Michael Jackson non andava nemmeno a scuola, studiava a casa con i fratelli, e imparava a suonare a forza di cinghiate (esagero ma di sicuro non ha passato molti momenti di spensieratezza. NdMe). A 7 anni è diventato un best seller in america e a 10 in tutto il mondo... E' stato investito dal sucXXXXX e praticamente i suoi piedi non hanno mai toccato terra.E' rimasto un bambino fino alla sua morte.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Almeno lavorano !!!
          - Scritto da: il solito bene informato
          ma non tutte sono state private della loro
          infanzia. Michael Jackson non andava nemmeno a
          scuola, studiava a casa con i fratelli, e
          imparava a suonare a forza di cinghiate (esagero
          ma di sicuro non ha passato molti momenti di
          spensieratezza. NdMe).No non esageri, l'ha detto lui stesso che il padre prendeva a cinghiate lui e gli altri fratelli. Era un bambino felice solo sul palcoscenico.
    • anonimo scrive:
      Re: Almeno lavorano !!!
      - Scritto da: programmato
      Io quei cosidetti "artisti" che scrivono UNA
      canzonzicina di sucXXXXX e poi non fanno una
      beneamata mazza per il resto della loro vita
      vivendo di rendita sul cosidetto "diritto"
      d'autore li manderei IN MINIERA
      !!!
      Li manderesti in miniera preché rosichi. Se è così facile scrivere una canzoncina di sucXXXXX che ti fa guadagnare così tanto scrivila tu e poi ne riparliamo.
      E' giusto che lavorino e che vengano pagati in
      base a quanto producono
      !!!Un altro che confonde il lavoro a cottimo con la produzione artistica
      il "diritto" d'autore a mio avviso è un serio
      freno alla creatività ed i troppi soldi hanno
      creato solo problemi "vedi caso michael jackson"
      che se fosse stato un pò più povero e con meno
      grilli per la testa adesso SAREBBE ANCORA VIVO
      !Sì certo adesso la povertà fa anche bene alla salute. La povertà degli altri ovviamente 8)
      • Jacopo Monegato scrive:
        Re: Almeno lavorano !!!
        concordo non è così facile -.- è più semplice avere il faccino bello per le bimbe, oppure vendere la canzoncina alle belle faccine
      • programmato scrive:
        Re: Almeno lavorano !!!
        - Scritto da: anonimo
        Li manderesti in miniera preché rosichi. Se è
        così facile scrivere una canzoncina di sucXXXXX
        che ti fa guadagnare così tanto scrivila tu e poi
        ne
        riparliamo.Io non mi rosico per nulla (sono loro quelli a finire spesso drogati o morti prematuri). Scrivere canzoncine non è utile come ALTRI LAVORI (che ovviamente i cosidetti "artisti" non sanno fare):Leggiti questo libro, poi ne riparliamo:http://www.emigratisardi.com/old/Cervelli-in-fuga-storie-esemplari.html- Scritto da: anonimo
        Un altro che confonde il lavoro a cottimo con la produzione artistica"Produzione artistica" ? ma non riempirti la bocca di parolone !Michelangelo ha dipinto la cappella sistina per un tozzo di pane e QUELLI erano Artisti (con la A maiuscola).
        Sì certo adesso la povertà fa anche bene alla
        salute. La povertà degli altri ovviamente Guarda che nessuno ha parlato di povertà ! un "buon" stipendio: 10-12 mila euro al mese PER I + BRAVI ma solo se lavorano !(ovvero concerti, etx).
        • Mah scrive:
          Re: Almeno lavorano !!!
          - Scritto da: programmato
          - Scritto da: anonimo

          Li manderesti in miniera preché rosichi. Se è

          così facile scrivere una canzoncina di sucXXXXX

          che ti fa guadagnare così tanto scrivila tu e
          poi

          ne
          riparliamo.

          Io non mi rosico per nulla (sono loro quelli a
          finire spesso drogati o morti prematuri).
          Scrivere canzoncine non è utile come ALTRI LAVORI
          (che ovviamente i cosidetti "artisti" non sanno
          fare):
          Leggiti questo libro, poi ne riparliamo:
          http://www.emigratisardi.com/old/Cervelli-in-fuga-

          - Scritto da: anonimo

          Un altro che confonde il lavoro a cottimo con
          la produzione
          artistica
          "Produzione artistica" ? ma non riempirti la
          bocca di parolone
          !
          Michelangelo ha dipinto la cappella sistina per
          un tozzo di paneQuesta poi... (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • programmato scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!

            Questa poi... (rotfl)(rotfl)(rotfl)Informati se vuoi, ma i più grandi Artisti della storia dell'umanità hanno prodotto le loro opere sotto l'ala protettiva dei cosidetti mecenati o dei potenti dell'epoca e NON hanno mai goduto del lusso e della fama smodata che portano alla rovina molti "artisti" moderni.Vivesse adesso michelangelo al primo quadretto che fa gli danno 1000000 milioni di euro e poi che stimoli avrebbe a continuare ???se tu domani vinci 100 milioni di euro al super enalotto l'indomani vai ancora in ufficio a lavorare ?
          • anonimo scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: programmato
            Vivesse adesso michelangelo al primo quadretto
            che fa gli danno 1000000 milioni di euro e poi
            che stimoli avrebbe a continuare
            ???(rotfl)(rotfl)(rotfl)È il problema attuale per molti pittori e scultori, li pagano centinaia di milioni e poi smettono di dipingere e scolpire. Una vera e propria piaga sociale.(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • programmato scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: anonimo
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            È il problema attuale per molti pittori e
            scultori, li pagano centinaia di milioni e poi
            smettono di dipingere e scolpire. Una vera e
            propria piaga
            sociale.Spiegami cosa c'è da ridere nelle morti premature di:ELVIS PRESLEYJIM MORRISONJAMES DEANMARILYN MONROEKURT COBAINRIVER PHOENIXBOB MARLEYJIMI HENDRIXfreddy mercurymichael jacksonjohn lennonTanto per citarne alcuni
          • Mah scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: programmato
            - Scritto da: anonimo

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)



            È il problema attuale per molti pittori e

            scultori, li pagano centinaia di milioni e poi

            smettono di dipingere e scolpire. Una vera e

            propria piaga

            sociale.

            Spiegami cosa c'è da ridere nelle morti premature
            di:

            ELVIS PRESLEY
            JIM MORRISON
            JAMES DEAN
            MARILYN MONROE
            KURT COBAIN
            RIVER PHOENIX
            BOB MARLEY
            JIMI HENDRIX
            freddy mercury
            michael jackson
            john lennon

            Tanto per citarne alcuniLe morti di Bob Marley, Freddy Mercury e John Lennon non c'entrano assolutamente nulla con presunti "problemi" dovuti a quanti soldi avevano...
          • programmato scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!

            Le morti di Bob Marley, Freddy Mercury e John
            Lennon non c'entrano assolutamente nulla con
            presunti "problemi" dovuti a quanti soldi
            avevano...magari per quei 3 mi sono sbagliato ma che ne dici degli altri ? statisticamente è una percentuale un pò altina !comunque non si parla solo di soldi ma anche e soprattutto dall'essere eccessivamente idolatrati, fino a sentirsi dei superuomini.Marley si era "convinto" che il proprio corpo fosse inviolabile al punto da non farsi curare (amputazione dell'alluce che forse avrebbe potuto fermare o quantomeno rallentare le metastasi).Freddy Mercury si era dato agli eccessi in ambito sessuale al posto di vivere serenamente la propria omosessualità (con un compagno fisso) è finito morto di aids (che si poteva evitare).Lennon per sua stessa ammissione faceva crescente consumo di eroina e fu ucciso da un fan... non è certo una cosa da ugurarsi e che non capita ai lavoratori "normali" !
          • Mah scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: programmato

            Le morti di Bob Marley, Freddy Mercury e John

            Lennon non c'entrano assolutamente nulla con

            presunti "problemi" dovuti a quanti soldi

            avevano...

            magari per quei 3 mi sono sbagliato ma che ne
            dici degli altri ? statisticamente è una
            percentuale un pò altina
            !
            comunque non si parla solo di soldi ma anche e
            soprattutto dall'essere eccessivamente
            idolatrati, fino a sentirsi dei
            superuomini.
            Marley si era "convinto" che il proprio corpo
            fosse inviolabile al punto da non farsi curare
            (amputazione dell'alluce che forse avrebbe potuto
            fermare o quantomeno rallentare le
            metastasi).

            Freddy Mercury si era dato agli eccessi in ambito
            sessuale al posto di vivere serenamente la
            propria omosessualità (con un compagno fisso) è
            finito morto di aids (che si poteva
            evitare).

            Lennon per sua stessa ammissione faceva crescente
            consumo di eroina e fu ucciso da un fan... non è
            certo una cosa da ugurarsi e che non capita ai
            lavoratori "normali"
            !Eh sì i lavoratori "normali" non vengono mai uccisi...
          • antonio scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: Mah
            Eh sì i lavoratori "normali" non vengono mai uccisi...L'unico "che si salva" è Lennon che fu ucciso proprio perchè predicava l'abolizione della proprietà privata e delle religioni (Imagine no possessions...): per la cronaca il suo assassino era un giovane milionario.Comunque hai mai sentito parlare di un medico ucciso DA UN FAN ???la troppa visibilità mediatica è stata la causa della morte di Lennon.
          • Mah scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: antonio
            - Scritto da: Mah

            Eh sì i lavoratori "normali" non vengono mai
            uccisi...

            L'unico "che si salva" è Lennon che fu ucciso
            proprio perchè predicava l'abolizione della
            proprietà privata e delle religioni (Imagine no
            possessions...): per la cronaca il suo assassino
            era un giovane
            milionario.
            Comunque hai mai sentito parlare di un medico
            ucciso DA UN FAN
            ???
            la troppa visibilità mediatica è stata la causa
            della morte di
            LennonNo, non "fan", perché i fan esistono solo di personaggi famosi, ma ci sono stati migliaia di omicidi di gente ossessionata con questa o quella persona e che hanno commesso il delitto perché la persona in questione non dava loro corda. Non vedo cosa cambi.
          • programmato scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!

            No, non "fan", perché i fan esistono solo di
            personaggi famosi, ma ci sono stati migliaia di
            omicidi di gente ossessionata con questa o quella
            persona e che hanno commesso il delitto perché la
            persona in questione non dava loro corda. Non
            vedo cosa
            cambi.Ok, Lennon si salva ! (a parte che era diventato un'eroinomane), come si salvano sicuramente Bono e bruce springsteen.Ma che dire degli altri (moltissimi in percentuale) rovinati dal delirio di onnipotenza per la troppa fama e soldi ?che dire di Boy George una delle più grandi voci della musica leggera contemporanea che da così (live) (non guardare all'aspetto, chiudi gli occhi)http://www.youtube.com/watch?v=URCaLNU_7PU&feature=relatedsi è ridotto così: (2008) (stessa canzone - live):http://www.youtube.com/watch?v=A7p7rbzpBMYLa voce completamente rovinata dagli eccessi (di tutti i tipi).Una perdita immensa per il mondo dell'arte ed una tristezza infinita per un talento buttato nel XXXXX !fosse stato meno idolatrato sarebbe stato meglio per lui e per noi.
          • Mah scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: programmato

            Le morti di Bob Marley, Freddy Mercury e John

            Lennon non c'entrano assolutamente nulla con

            presunti "problemi" dovuti a quanti soldi

            avevano...

            magari per quei 3 mi sono sbagliato ma che ne
            dici degli altri ? statisticamente è una
            percentuale un pò altina
            !
            comunque non si parla solo di soldi ma anche e
            soprattutto dall'essere eccessivamente
            idolatrati, fino a sentirsi dei
            superuomini.
            Marley si era "convinto" che il proprio corpo
            fosse inviolabile al punto da non farsi curare
            (amputazione dell'alluce che forse avrebbe potuto
            fermare o quantomeno rallentare le
            metastasi)Non c'entra con il suo essere famoso o meno, ma con il suo credo religioso

            Freddy Mercury si era dato agli eccessi in ambito
            sessuale al posto di vivere serenamente la
            propria omosessualità (con un compagno fisso) è
            finito morto di aids (che si poteva
            evitare)E lo stesso discorso lo si può fare per qualsiasi persona (omosessuale o meno) che abbia abitudini sessuali promiscue.
            Lennon per sua stessa ammissione faceva crescente
            consumo di eroina e fu ucciso da un fan... non è
            certo una cosa da ugurarsi e che non capita ai
            lavoratori "normali"
            !Capita anche ai lavoratori normali di essere uccisi perché c'è qualche pazzo che s'è fissato con loro.
          • programmato scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire:http://www.youtube.com/watch?v=wfQhQ1fkwZI
          • Sgabbio scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            Pirate haters...che pretendi
          • MeX scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            adesso c'è la logica dell'hater e del fanboy pure per la pirateria?tristezza.
          • Mah scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: Sgabbio
            Pirate haters...che pretendiNo. Tutto il contrario. Condivido completamente il discorso che si fa sulla pirateria, "copiare non equivale a rubare". Ma da qui a dire che la vita della maggior parte degli artisti sia stata rovinata dai soldi che hanno fatto grazie al copyright ce ne passa.
          • Mah scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: programmato

            Questa poi... (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Informati se vuoi, ma i più grandi Artisti della
            storia dell'umanità hanno prodotto le loro opere
            sotto l'ala protettiva dei cosidetti mecenati o
            dei potenti dell'epoca e NON hanno mai goduto del
            lusso e della fama smodata che portano alla
            rovina molti "artisti"
            moderniCerto, ma da qui a dire che Michelangelo ha dipinto "per un tozzo di pane" ce ne passa. Michelangelo non era certo ricco come Michael Jackson, ma certamente non se la passava male.
            Vivesse adesso michelangelo al primo quadretto
            che fa gli danno 1000000 milioni di euro e poi
            che stimoli avrebbe a continuare
            ???Ma guarda che nella storia i migliori artisti mica hanno mai prodotto con l'intenzione di fare un sacco di soldi con la produzione artistica, lo fanno semplicemente per dare sfogo alla loro natura di pittori, scultori, musicisti, etc...
            se tu domani vinci 100 milioni di euro al super
            enalotto l'indomani vai ancora in ufficio a
            lavorare
            ?Ma guarda... io invece credo che se certi musicisti, pittori o scultori vincessero al SuperEnalotto forse avrebbero semplicemente meno preoccupazioni di far uscire qualcosa che "venda" e potrebbero esprimersi con maggior libertà...
          • programmato scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!

            Ma guarda... io invece credo che se certi
            musicisti, pittori o scultori vincessero al
            SuperEnalotto forse avrebbero semplicemente meno
            preoccupazioni di far uscire qualcosa che "venda"
            e potrebbero esprimersi con maggior libertà...Il loro problema non sono certo i soldi ! se non "vendessero" avrebbero sicuramente di che campare con il "diritto d'autore" su quanto hanno già prodotto. Il problema è che NON GLI BASTA + quello che hanno (denaro, fama) per cui NON danno libero sfogo alla loro creatività MA BENSI AGLI ECCESSI e si preoccupano solo di aumentare il denaro e la fama.Ti ricordi Britney Spears nel 2007 quando iniziò a dare fuori di testa e vagabondare rasata prendendo ad ombrellate i fotografi ? ebbene quegli avvenimenti ed il conseguente ricovero in ospedale psichiatrico fecero si che perdesse i patrimonio ed il giudice affidasse tutto al padre Jamie.E' stata la sua fortuna !!! altrimenti avrebbe fatto la fine di Boy George !E ricorda Giuseppe Verdi è campato quasi 90 anni quanto sono campati ELVIS PRESLEYJIM MORRISONJAMES DEANMARILYN MONROEKURT COBAINRIVER PHOENIXBOB MARLEYJIMI HENDRIXfreddy mercurymichael jacksonjohn lennon??????????????
          • MeX scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            guarda che il diritto d'autore non è win for life!Anche tu hai il diritto d'autore, tutti hanno il diritto d'autore.Puoi scrivere 10 libri all'anno, far uscire 4 album al mese e apparire in 5 film all'annoSe niente di questo VENDE, tu incassi 0 è chiaro il concetto?
          • programmato scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: MeX
            guarda che il diritto d'autore non è win for life!

            Anche tu hai il diritto d'autore, tutti hanno il
            diritto
            d'autore.

            Puoi scrivere 10 libri all'anno, far uscire 4
            album al mese e apparire in 5 film
            all'anno

            Se niente di questo VENDE, tu incassi 0 è chiaro
            il concetto?Si peccato che se vende LA COMUNITA' DEVE CONTINUARE A PAGARE !E' come se io andassi dall'idraulico per un bagno nuovo e poi tutte le volte che vado a piscare devo pagare i diritti d'autore e se lui muore tutti quelli che usano quel gabinetto devono pagare i suoi erediMa fammi il piacere !
          • sono io scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: programmato
            Si peccato che se vende LA COMUNITA' DEVE
            CONTINUARE A PAGARE !
            E' come se io andassi dall'idraulico per un bagno
            nuovo e poi tutte le volte che vado a piscare
            devo pagare i diritti d'autore e se lui muore
            tutti quelli che usano quel gabinetto devono
            pagare i suoi eredi

            Ma fammi il piacere !E se viene un amico a trovarti o dai una festa NON PUOI FARGLI USARE IL BAGNO ! devi pagare all'idraulico il diritto d'autore per tutti quelli che lo usano !ma lol ;)
          • anonimo scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: programmato
            E' come se io andassi dall'idraulico per un bagno
            nuovo e poi tutte le volte che vado a piscare
            devo pagare i diritti d'autore e se lui muore
            tutti quelli che usano quel gabinetto devono
            pagare i suoi
            eredi

            Ma fammi il piacere !Il lavoro di un idraulico non c'entra niente con quello di un artista.L'idraulico ha come unico fine quello di risolvere un guasto, semplicemente applica delle metodologie che ha imparato e che sono uguali per tutti quelli che fanno il suo lavoro. Quindi non rientra nella proprietà intellettuale. Per questo lo paghi, svolge il lavoro e finisce lì.L'artista esprime una sua idea interiore, dei sentimenti e lo fa usando la musica, la letteratura, il cinema, un quadro, una fotografia ecc.. Non sta risolvendo un tuo problema. Non è il tuo dentista. Ha creato un'opera intellettuale per trasmettere qualcosa e decide lui come sfruttarla. Se non ti sta bene non paghi, non è indispensabile per la tua vita.Invece quelli come te dicono "Arte cosa? Ma fatemi il piacere!" e poi fa talmente schifo che se la scaricano e tengono sull'hard disk.So che nel tuo caso sono parole buttate al vento, ma magari qualcun altro più ragionevole di te leggerà e ci rifletterà sopra (da queste parti è cmq raro)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!

            Il lavoro di un idraulico non c'entra niente con
            quello di un
            artista.Potrei usare lo stesso ragionamento per dirti che, in tal caso, l'idraulico deve essere pagato, l'artista deve lavorare gratis.
            L'idraulico ha come unico fine quello di
            risolvere un guasto, semplicemente applica delle
            metodologie che ha imparato e che sono uguali per
            tutti quelli che fanno il suo lavoro.Quindi tu ti fidi a farti cambiare un rubinetto dal primo che capita? O preferisci aspettare un po' di più, ma far venire il tuo idraulico di fiducia?
            Quindi non
            rientra nella proprietà intellettuale. Per questo
            lo paghi, svolge il lavoro e finisce
            lì.Infatti: perchè per l'artista non dovrebbe valere la stessa cosa?

            L'artista esprime una sua idea interiore, dei
            sentimenti e lo fa usando la musica, la
            letteratura, il cinema, un quadro, una fotografia
            ecc.. Non sta risolvendo un tuo problema.Chiaro: e perciò, mi stai dimostrando che non ha senso che sia pagato, perchè lavora per la gloria.
            Non è
            il tuo dentista. Ha creato un'opera intellettuale
            per trasmettere qualcosa e decide lui come
            sfruttarla.Finchè ce l'ha solo lui, sì. Se però ha fatto delle copie, non ce l'ha più solo lui, e quindi non è più solo lui a poterne disporre.
            Se non ti sta bene non paghi, non è
            indispensabile per la tua
            vita.Infatti non pago, e mi prendo una copia da chi ce l'ha.
            Invece quelli come te dicono "Arte cosa? Ma
            fatemi il piacere!" e poi fa talmente schifo che
            se la scaricano e tengono sull'hard
            disk.L'hard disk è mio, ci tengo quello che mi pare e piace.

            So che nel tuo caso sono parole buttate al vento,
            ma magari qualcun altro più ragionevole di te
            leggerà e ci rifletterà sopra (da queste parti è
            cmq
            raro)Tu chiaramente non ci hai riflettuto abbastanza, rileggi e ti accorgi che ti contraddici da solo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: anonimo
            Il lavoro di un idraulico non c'entra niente con
            quello di un
            artista.Come dire che scaricare=rubare.
            L'idraulico ha come unico fine quello di
            risolvere un guasto, semplicemente applica delle
            metodologie che ha imparato e che sono uguali per
            tutti quelli che fanno il suo lavoro. Quindi non
            rientra nella proprietà intellettuale. Per questo
            lo paghi, svolge il lavoro e finisce lì.Dici cosi' perche' non conosci minimamente il lavoro dell'idraulico.
            L'artista esprime una sua idea interiore, dei
            sentimenti e lo fa usando la musica, la
            letteratura, il cinema, un quadro, una fotografia
            ecc.. Benissimo. L'artista esprima pure quello che vuole. Ma se nessuno glielo ha chiesto, ha poco da pretendere.
            Non sta risolvendo un tuo problema.Io non ho problemi.
            Non è il tuo dentista.
            Ha creato un'opera intellettuale
            per trasmettere qualcosa e decide lui come
            sfruttarla. In tal caso se la tiene nel cassetto e non succede niente.
            Se non ti sta bene non paghi, non è
            indispensabile per la tua vita.Infatti non pago: non e' indispensabile per la mia vita.
            Invece quelli come te dicono "Arte cosa? Ma
            fatemi il piacere!" e poi fa talmente schifo che
            se la scaricano e tengono sull'hard disk.E a te che importa?
            So che nel tuo caso sono parole buttate al vento,
            ma magari qualcun altro più ragionevole di te
            leggerà e ci rifletterà sopra (da queste parti è
            cmq raro)Vuoi un esempio di arte? Questa e' arte: fruisci![img]http://www3.varesenews.it/blog/labottegadelpittore/wp-content/uploads/2010/06/12.jpg[/img]
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: MeX
            guarda che il diritto d'autore non è win for life!Quelli che producono il "liscio" in non sarebbero d'accordo* visto che incassano una percentuale dalla SIAE su qualsiasi esibizione dal vivo, anche dei Megadeath.*ovviamente direbbero di essere d'accordo, per salvare la faccia.
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: programmato
            Vivesse adesso michelangelo al primo quadretto
            che fa gli danno 1000000 milioni di euro e poi
            che stimoli avrebbe a continuare
            ???hmm... amore per l'arte?
            se tu domani vinci 100 milioni di euro al super
            enalotto l'indomani vai ancora in ufficio a
            lavorare
            ?un conto è alzarsi alle 7 tutti i giorni per fare un lavoro che ti sta sulle balle, un altro è dedicarsi a fare ciò che ti piace.Valga comunque l'assioma che se uno produce "arte" per soldi, non è un artista.
        • Jacopo Monegato scrive:
          Re: Almeno lavorano !!!
          i più bravi artisti (che non sono quelli che vanno a sanremo naturalmente) emigrano anche loro perché in italia non hanno futuro.. la spagna ci fa campare le sue case discografiche con gl iartisti veri italiani
          • sono io scrive:
            Re: Almeno lavorano !!!
            - Scritto da: Jacopo Monegato
            i più bravi artisti (che non sono quelli che
            vanno a sanremo naturalmente) emigrano anche loro
            perché in italia non hanno futuro.. la spagna ci
            fa campare le sue case discografiche con gl
            iartisti veri
            italianiPer tornare On Topic: la Spagana è uno dei paesi più tolleranti nei confronti della cosidetta "pirateria" contrariamente all'Italia.Ad esempio li i siti possono pubblicare tranquillamente i link.Ed i bravi cantanti italiani cosa fanno ? emigrano in Spagna !Un'ulteriore conferma a quanto diceva questo articolo ;)
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Almeno lavorano !!!
        - Scritto da: anonimo
        Li manderesti in miniera preché rosichi. Se è
        così facile scrivere una canzoncina di sucXXXXX
        che ti fa guadagnare così tanto scrivila tu e poi
        ne
        riparliamo.paradossalmente può essere talmente facile da essere difficile, se parliamo una persona che ha un minimo di cervello, coscienza e dubbio.Se fossi un artista non riuscirei a scrivere e a pubblicare una canzone che mi fa schifo.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Almeno lavorano !!!
      - Scritto da: programmato
      Io quei cosidetti "artisti" che scrivono UNA
      canzonzicina di sucXXXXX e poi non fanno una
      beneamata mazza per il resto della loro vita
      vivendo di rendita sul cosidetto "diritto"
      d'autore li manderei IN MINIERA
      !!!Chi hai descritto, Oscar Prudente? :D :D :D :D :D
  • La SIAE scrive:
    Un altro studio
    Dati falsi e tendenziosi! :@ Per dimostrare che le nostre non sono semplici invenzioni, riportiamo a seguito il risultato dei nostri accuratissimi studi ottenuti con le soluzioni tecnologiche più avanzate del mondo:" Il P2P Nuoce. :@Parola di SIAE "
  • Talking Head scrive:
    Typo
    Alla fine del penultimo capoverso"...poco meno del 50 per cento nel 2009"E' poco meno del 20%, non del 50%. Almeno così mi sembra dall'aver sfogliato la tesi originale.
  • Jacopo Monegato scrive:
    L'acqua calda
    eccola qua... un artista, a meno che non sia un "artista" di quelli di fama mondiale creada appunto dalle major sa perfettamente che il suo denaro viene dal suonare in se piuttosto che dal vendere registrazioni.. a questo proposito ci sono anche "grandi" artisti a cui non gliene frega niente che scarichino la loro musica illegalmente quando ci sono forse più folle osannanti perché hanno ascoltato la loro musica e muoiono dalla voglia di vederli dal vivo
    • anonimo scrive:
      Re: L'acqua calda
      - Scritto da: Jacopo Monegato
      eccola qua... un artista, a meno che non sia un
      "artista" di quelli di fama mondiale creada
      appunto dalle major sa perfettamente che il suo
      denaro viene dal suonare in se piuttosto che dal
      vendere registrazioni.. a questo proposito ci
      sono anche "grandi" artisti a cui non gliene
      frega niente che scarichino la loro musica
      illegalmente quando ci sono forse più folle
      osannanti perché hanno ascoltato la loro musica e
      muoiono dalla voglia di vederli dal
      vivoCerto grandi qui e grandi là però io tutti questi grandi artisti che ti fanno scaricare la musica gratis non li vedo. C'è qualcuno che ogni tanto tira fuori qualche trovata tipo: oggi sul mio sito faccio scaricare tutte le tracce, ma solo per oggi.Oppure: donatemi quanto volete per ogni traccia tipo i Radiohead, però non è una cosa che dura in eterno. Sembrano più trovate pubblicitarie e anche un po' paracule se permetti.Insomma i soldi dal disco questi li vorrebbero, ora campano con i concerti perché l'illegalità dilagante li ha costretti a ciò.C'è gente che ama ascoltare musica, ma non andare ai concerti. Interessa solo ai fan più accaniti di un determinato gruppo o cantante. Con poi la conseguenza che siccome nessuno compra dischi e loro campano con i concerti i biglietti adesso costano molto molto di più.
      • ThEnOra scrive:
        Re: L'acqua calda
        - Scritto da: anonimo
        Con poi la
        conseguenza che siccome nessuno compra dischi e
        loro campano con i concerti i biglietti adesso
        costano molto molto di
        più.Non so dove l'ho sentito/letto, ma qualcuno diceva che i concerti una volta costavano quanto il disco ed è scandaloso che oggi costino 5/6 volte tanto...
        • il solito bene informato scrive:
          Re: L'acqua calda
          - Scritto da: ThEnOra
          - Scritto da: anonimo

          Con poi la

          conseguenza che siccome nessuno compra dischi e

          loro campano con i concerti i biglietti adesso

          costano molto molto di

          più.

          Non so dove l'ho sentito/letto, ma qualcuno
          diceva che i concerti una volta costavano quanto
          il disco ed è scandaloso che oggi costino 5/6
          volte
          tanto...dipende sempre da dove vengono eseguiti...Ricordo un tour di Carmen Consoli: 50-60 euro all'arena di verona, 7 euro in un centro sociale delle mie parti.
        • braccinocor to scrive:
          Re: L'acqua calda
          a dire il vero non è così scandaloso. e la ragione sta tutta nell'analisi di anonimo, che è quella più lucida e sensata qua in mezzo.mettiamoci poi anche che negli altri 3d si confonde artista con autore,che non è sempre così scontato che chi è sul palco canti quello che scrive lui stesso...
    • Un disoccupat o scrive:
      Re: L'acqua calda
      Il problema non sono gli artisti, perchè quando non riescono a vendere, fanno concerti i grandi non hanno sicuramente problemi, mentre quelli modesti e inutili, vengono chiamati a feste paesane e pagati con soldi nostri, questo perchè nessun impresario vuol investire su di loro.Il problema è il comparto lavoro, io lavoravo in un negozio di dischi eravamo in 6 oggi sono solo in due, non vi dico i licenziamenti nelle case di distribuzione, e i grossisti, si parla dell'70% in meno della forza lavoro quindi il p2p uccide il lavoro, non si tratta di artisti o major, si trata di padri e madri di famiglia.Tutti coloro che difendono il p2p sappiano che sul piatto ci sono ben altre cose e no i guadagni degli artisti, non si creino un alibi per giustificare il loro illegale comportamento.
      • ziovax scrive:
        Re: L'acqua calda
        Mi spiace per il suo lavoro, e comprendo il suo livore, ma i tempi cambiano e non si può dare solo la colpa agli altri della nostra inadeguatezza... oh nulla contro di Lei, io dicevo in senso lato, anzi sono sicuro che già oggi starà facendo qualcosa di meglio e più remunerativo.Prendiamo un prodotto qualsiasi, che abbia tre modi per per procurarselo:A - rubarloB - farselo arrivare comodamente a casa e poterne usufruire subito, con una spesa di 15 euroC - recarsi in un punto vendita ed acqustare il bene spendendo 20 euroNon crede che il metodo C sarà "via via" il meno utilizzato inipendentemente da quanti utilizzino il metodo A?Sicuramente, più sono le persone che sfuttano il metodo A, più velocemente si abbandona il metodo C, ma meglio subito che credere di poter sbarcare il lunario lavorando come erogatore del metodo C, che presto o tardi non interesserà più a nessuno, riducendoci sul lastrico e senza possibilità di ripresa.Saluti e buona fortuna!
        • anonimo scrive:
          Re: L'acqua calda
          - Scritto da: ziovax
          Mi spiace per il suo lavoro, e comprendo il suo
          livore, ma i tempi cambiano e non si può dare
          solo la colpa agli altri della nostra
          inadeguatezza... oh nulla contro di Lei, io
          dicevo in senso lato, anzi sono sicuro che già
          oggi starà facendo qualcosa di meglio e più
          remunerativo.

          Prendiamo un prodotto qualsiasi, che abbia tre
          modi per per
          procurarselo:
          A - rubarlo
          B - farselo arrivare comodamente a casa e poterne
          usufruire subito, con una spesa di 15
          euro
          C - recarsi in un punto vendita ed acqustare il
          bene spendendo 20
          euro

          Non crede che il metodo C sarà "via via" il meno
          utilizzato inipendentemente da quanti utilizzino
          il metodo
          A?
          Sicuramente, più sono le persone che sfuttano il
          metodo A, più velocemente si abbandona il metodo
          C, ma meglio subito che credere di poter sbarcare
          il lunario lavorando come erogatore del metodo C,
          che presto o tardi non interesserà più a nessuno,
          riducendoci sul lastrico e senza possibilità di
          ripresa.

          Saluti e buona Si ma il fatto è che molti scelgono il primo e per quanto riguarda il secondo ci sono le spese di spedizione. Un tempo c'erano negozi di dischi un po' ovunque. Per chi voleva comprare era più comodo fare due passi e comprare subito il disco o ordinare in rete, pagare la spedizione, dover avere la carta di credito, aspettare che il pacco arrivi, avere qualcuno a casa che apra al corriere se non hai la portineria?È vero che ora c'è iTunes, però non tutti quelli che pagano vogliono comprare un file, ma vogliono qualcosa di tangibile in mano, se ci fosse stato solo iTunes i negozi non avrebbero conosciuto la crisi attuale.
          • ziovax scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: anonimo
            Si ma il fatto è che molti scelgono il primo e
            per quanto riguarda il secondo ci sono le spese
            di spedizione.Bhé, l'mp3 non te lo devono spedire: ce l'hai subito.
            Un tempo c'erano negozi di dischi
            un po' ovunque. Hai detto bene: "Un tempo".
            Per chi voleva comprare era più
            comodo fare due passi e comprare subito il disco
            o ordinare in rete, pagare la spedizione, dover
            avere la carta di credito, aspettare che il pacco
            arrivi, avere qualcuno a casa che apra al
            corriere se non hai la
            portineria?Ok, i tempi, però, sono cambiati: ora ci sono i negozi di musica digitale e paypal: più comodo, più pratico e meno costoso.
            È vero che ora c'è iTunes, però non tutti quelli
            che pagano vogliono comprare un file, ma vogliono
            qualcosa di tangibile in mano, se ci fosse stato
            solo iTunes i negozi non avrebbero conosciuto la
            crisi
            attuale.Quelli che comprano e vogliono qualcosa di "tangibile" ci saranno sempre (pensa, io sono uno di loro), ma non hai centrato il punto: io volevo far intendere che il CD come distribuzione di musica di massa non è più quello utilizzato, domani rimarrà solo come "edizione speciale" per i fans più accaniti.Se, poi, esiste una concorrenza sleale (il tutto gratis su p2p), il proXXXXX non può che essere più veloce.
          • anonimo scrive:
            Re: L'acqua calda
            Un giorno lavorerai anche tu.
          • anonimo scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: Shu
            - Scritto da: anonimo


            Un giorno lavorerai anche tu.

            Guarda, io lavoro da oltre 10 anni, e sono
            abbastanza d'accordo con
            lui.Lui da tempo sostiene che bisogna scaricare tutto e non pagare niente a nessuno. Se la pensi come lui vuol dire che te ne freghi della legge e dei diritti altrui.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: L'acqua calda

            Lui da tempo sostiene che bisogna scaricare tutto
            e non pagare niente a nessuno. Se la pensi come
            lui vuol dire che te ne freghi della legge e dei
            diritti
            altrui.Tu te ne freghi della libertà altrui.Io invece me ne frego dei "diritti" dei parassiti , che vogliono essere pagati per lavori fatti anni prima, e come unico lavoro non fanno altro che imporre limiti (DRM e simili): se tali parassiti muoiono di fame, staremo tutti meglio, quindi scordatevi di avere qualcosa da mangiare da parte nostra.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Tu te ne freghi della libertà altrui.

            Io invece me ne frego dei "diritti" dei
            parassiti , che vogliono essere pagati per
            lavori fatti anni prima, e come unico lavoro non
            fanno altro che imporre limiti (DRM e simili): se
            tali parassiti muoiono di fame, staremo tutti
            meglio, quindi scordatevi di avere qualcosa da
            mangiare da parte
            nostra.Quoto. Che strano che non abbia risposto... :D
          • anonimo scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Tu te ne freghi della libertà altrui.



            Io invece me ne frego dei "diritti" dei

            parassiti , che vogliono essere pagati per

            lavori fatti anni prima, e come unico lavoro non

            fanno altro che imporre limiti (DRM e simili):
            se

            tali parassiti muoiono di fame, staremo tutti

            meglio, quindi scordatevi di avere qualcosa da

            mangiare da parte

            nostra.

            Quoto. Che strano che non abbia risposto... :DUn sacco di volte non gli rispondo, né lo leggo, tanto dice sempre le stesse cose, li chiama parassiti e però vuole vedere e sentire le loro cose. Il classico funghetto ipocrita.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: L'acqua calda

            Un sacco di volte non gli rispondo, né lo leggo,
            tanto dice sempre le stesse cose, li chiama
            parassiti e però vuole vedere e sentire le loro
            cose. Il classico funghetto
            ipocrita.Se tu non vuoi che ti veda o ti senta, hai solo da stare zitto, e metterti un sacchetto di carta sulla testa.Se non vuoi che veda le tue cose, non produrle... e va a lavorare.
          • il solito bene informato scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: anonimo
            - Scritto da: Shu

            - Scritto da: anonimo




            Un giorno lavorerai anche tu.



            Guarda, io lavoro da oltre 10 anni, e sono

            abbastanza d'accordo con

            lui.

            Lui da tempo sostiene che bisogna scaricare tutto
            e non pagare niente a nessuno. Se la pensi come
            lui vuol dire che te ne freghi della legge e dei
            diritti
            altrui."Fai parte della soluzione o fai parte del problema"Zio Sam? Sei tu?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: L'acqua calda
            Lavoro già, mentre tu non lavori e vuoi essere pagato per fantomatici "diritti": se non vuoi lavorare, chiedi pure l'elemosina, ma non infastidire gli altri, e non pretendere che i soldi ti siano dovuti.
          • anonimo scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Lavoro giàcerto certo :D
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: L'acqua calda
            Tu che ne sai, che non hai mai lavorato...
          • ziovax scrive:
            Re: L'acqua calda
            Guarda, non pensare che non sia d'accordo con te, ma vorrei far notare che oramai il negozio di dischi non ha più senso di esistere... come dimostrato da questo studio indipendente, gli artisti in questi 10 anni hanno aumentato i guadagni del 66%, sono aumentati di numero (infatti i profitti totali sono del 114%) e tutta "l'industria musicale" ha aumentato i profitti del 4% (al netto dell'inflazione).Si sapeva già (e lo dicevano gli artisti stessi) che con le vendite dei CD ci ricavano poco o nulla... non è così assurdo dire che la loro musica potrebbero regalarla (e qualcuno questo grade passo l'ha gia fatto), salvo poi farti pagare un'edizione speciale, il concerto, la maglietta e il cappellino o qualsiasi altro gadget.
          • anonimo scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: ziovax
            Guarda, non pensare che non sia d'accordo con te,
            ma vorrei far notare che oramai il negozio di
            dischi non ha più senso di esistere... come
            dimostrato da questo studio indipendente, gli
            artisti in questi 10 anni hanno aumentato i
            guadagni del 66%, sono aumentati di numero
            (infatti i profitti totali sono del 114%) e tutta
            "l'industria musicale" ha aumentato i profitti
            del 4% (al netto
            dell'inflazione).
            Di studi ce ne sono tanti e ognuno di questi dice la sua, questo perché i numeri delle statistiche si possono rigirare come si vuole.Ma questa che l'artista deve campare con i concerti non regge. Dietro un disco mica c'è solo il cantante, ma il lavoro di tanti tecnici e consulenti che probabilmente con i dischi gratuiti vedranno il loro lavoro sempre più svalutato. Se gli viene un problema alle corde vocali cosa fa? Sta fermo un anno o più senza guadagnare?Bisogna metterla di paragonare questo lavoro a quello di chi suona dal vivo. Ci sono gruppi che suonano canzoni di altri dal vivo e quelli è giusto che campino con le serate. Ma chi crea le canzoni ci può anche aver messo anni, è un lavoro più complesso. E' giusto che riceva un compenso ulteriore anche dai dischi o dalla musica digitale.Ma poi col p2p mica si scarica solo musica. Stanno distruggendo tutti i settori dove i beni possono essere digitalizzati.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: anonimo
            Ma questa che l'artista deve campare con i
            concerti non regge. Vero. La musica infatti e' una forma d'arte che si e' estinta nel paleolitico inferiore, perche' gli artisti che cercavano di campare coi concerti si sono estiniti.
            Dietro un disco mica c'è solo
            il cantante, ma il lavoro di tanti tecnici e
            consulenti che probabilmente con i dischi
            gratuiti vedranno il loro lavoro sempre più
            svalutato.I tecnici e i consulenti vengono pagati dalla produzione, esattamente come gli idraulici e gli imbianchini.Che cosa gliene frega a loro?
            Se gli viene un problema alle corde vocali cosa
            fa? Sta fermo un anno o più senza
            guadagnare?Se un muratore si rompe una gamba che cosa fa?
            Bisogna metterla di paragonare questo lavoro a
            quello di chi suona dal vivo. Quale lavoro? Stiamo parlando di cantanti. E se un cantante non suona dal vivo che cosa pretendi che faccia?
            Ci sono gruppi che
            suonano canzoni di altri dal vivo e quelli è
            giusto che campino con le serate.Pure se cantano canzoni proprie. Che differenza c'e'?
            Ma chi crea le
            canzoni ci può anche aver messo anni, è un lavoro
            più complesso. Gli e' stato commissionato (e quindi pagato) o lo fa nel tempo libero?
            E' giusto che riceva un compenso
            ulteriore anche dai dischi o dalla musica
            digitale.No. Non e' giusto.Il compositore lavora su commissione, come l'imbianchino.
            Ma poi col p2p mica si scarica solo musica.Stiamo parlando di musica. Lascia perdere le distro di linux.
            Stanno distruggendo tutti i settori dove i beni
            possono essere
            digitalizzati.No, stanno esaltando tutti i settori dove i beni possono essere digitalizzati.La cultura non e' mai stata piu' accessibile di adesso, nella storia dell'umanita'.
          • anonimo scrive:
            Re: L'acqua calda
            Ok dimmi dove posso scaricare il tuo ultimo LP.Tutti questi bei discorsi li fa chi non produce arte, ma la vuole scaricare GRATIS.
          • krane scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: anonimo
            Ok dimmi dove posso scaricare il tuo ultimo LP.
            Tutti questi bei discorsi li fa chi non produce
            arte, ma la vuole scaricare GRATIS.M come fai a dirlo hai parlato con chi produce ? Sei mai andato a parlare con i gruppi che suonano nei centri sociali ? Io ne ho trovati diversi che la pensano esattamente cosi'.
          • anonimo scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: anonimo

            Ok dimmi dove posso scaricare il tuo ultimo LP.


            Tutti questi bei discorsi li fa chi non produce

            arte, ma la vuole scaricare GRATIS.

            M come fai a dirlo hai parlato con chi produce ?E voi che mi parlate di consulenze o dite agli altri come devono guadagnare?
            Sei mai andato a parlare con i gruppi che suonano
            nei centri sociali ? Io ne ho trovati diversi che
            la pensano esattamente
            cosi'.Ma tu piuttosto e tutti gli altri, ma non capite che SE UNO VUOLE dare via la musica gratis e campare con i concerti È LIBERISSIMO DI FARLO.Invece voi volete dire ad altri come devono guadagnare perché volete scaricare quello che producono gratis.A me per esempio il mondo del software Free Source/open source va benissimo. Stallman e compagnia bella mica dicono: RAGAZZI PIRATIAMO IL SOFTWARE PERCHE' NON DANNO I SORGENTI E USANO LICENZE PROPRIETARIEMa creano il loro software con il modello filosofico o di business che ritengono più opportunoCosì i musicisti che lo ritengono opportuno possono rilasciare sotto Creative Commons. Qui invece abbiamo dei funghetti che tirano fuori delle scuse per giustificare un'attività illegale. Funghetti che non contribuiscono a niente e scaricano e basta.
          • anonimo scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: anonimo
            Invece voi volete dire ad altri come devono
            guadagnare perché volete scaricare gratis quello che
            producono.
            Ho spostato la parola gratis altrimenti il significato cambiava.
          • krane scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: anonimo
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: anonimo


            Ok dimmi dove posso scaricare il tuo


            ultimo LP.


            Tutti questi bei discorsi li fa chi


            non produce arte, ma la vuole scaricare


            GRATIS.

            M come fai a dirlo hai parlato con chi produce ?
            E voi che mi parlate di consulenze o dite agli
            altri come devono guadagnare?Io ci ho parlato, appunto.

            Sei mai andato a parlare con i gruppi che

            suonano nei centri sociali ? Io ne ho

            trovati diversi che la pensano esattamente

            cosi'.
            Ma tu piuttosto e tutti gli altri, ma non capite
            che SE UNO VUOLE dare via la musica gratis e
            campare con i concerti È LIBERISSIMO DI FARLO.No: non lo e'.Gia' solo per suonare in un locale devi pagare un bel po' di soldi che finiranno ai suonatori di musica da balera. Se vuoi distribuire i tuoi pezzi devi pagare il bollino sul supporto anche se poi il supporto lo regali. No, qui in italia soprattutto non sei libero di dare la musica gratis devi pagare anche per dare la musica da te prodotta gratis.
            Invece voi volete dire ad altri come devono
            guadagnare perché volete scaricare quello che
            producono gratis.Questo e' il discorso di cambiare il paradigma economico, come gia' e' stato fatto tantissime volte in passato, soprattutto in vicinanza di rivoluzioni tecniche.
            A me per esempio il mondo del software Free
            Source/open source va benissimo. Stallman e
            compagnia bella mica dicono: RAGAZZI PIRATIAMO IL
            SOFTWARE PERCHE' NON DANNO I SORGENTI E USANO
            LICENZE PROPRIETARIEVeramente anche loro sono abbastanza fondamentalisti, fosse per loro il software non open dovrebbe sparire.
            Ma creano il loro software con il modello
            filosofico o di business che ritengono più
            opportunoE si scontrano con la legge: ad esempio secondo te sono d'accordo che il supporto che loro ti spediscono con la copia di linux tu debba pagarla di piu' perche' una percentuale va a chi fa musica da balera ?
            Così i musicisti che lo ritengono opportuno
            possono rilasciare sotto Creative Commons. Qui
            invece abbiamo dei funghetti che tirano fuori
            delle scuse per giustificare un'attività
            illegale. Funghetti che non contribuiscono a
            niente e scaricano e basta.Non si puo' mettere in giro la propria musica gratuitamente con l'attuale modello economico, soprattutto in italia.
          • anonimo scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: krane
            Io ci ho parlato, appunto.
            ti ho detto che non ci ho parlato?
            No: non lo e'.
            Gia' solo per suonare in un locale devi pagare un
            bel po' di soldi che finiranno ai suonatori di
            musica da balera. Se vuoi distribuire i tuoi
            pezzi devi pagare il bollino sul supporto anche
            se poi il supporto lo regali. No, qui in italia
            soprattutto non sei libero di dare la musica
            gratis devi pagare anche per dare la musica da te
            prodotta
            gratis.Non c'è bisogno di dare i CD gratis, lo dite voi che il supporto è morto e la gente può scaricare da Internet la musica.Per la SIAE lo so che rompe, ma questo è un discorso slegato dal P2P.A Roma c'è una gelateria che trasmette solo musica sotto Creative Commons, ha fatto domanda alla SIAE che l'ha esonerata.Per me comunque se uno non è iscritto alla SIAE e vogliono che paghi deve fare causa e per me la vince.
            Questo e' il discorso di cambiare il paradigma
            economico, come gia' e' stato fatto tantissime
            volte in passato, soprattutto in vicinanza di
            rivoluzioni
            tecniche.
            Il discorso di cambiare paradigma va bene, ma non quello di scaricare cose illegalmente dicendo che lo si fa perché è giusto così non va bene affatto.
            Veramente anche loro sono abbastanza
            fondamentalisti, fosse per loro il software non
            open dovrebbe
            sparire.Sì ma non scaricandolo illegalmente. Anche tu puoi voler far sparire la musica venduta a pagamento creando un movimento che spinge gli artisti a pubblicare musica solo sotto CC.

            E si scontrano con la legge: ad esempio secondo
            te sono d'accordo che il supporto che loro ti
            spediscono con la copia di linux tu debba pagarla
            di piu' perche' una percentuale va a chi fa
            musica da balera
            ?Sì non ricordo il bollino sul CD se era stato reintrodotto anche per i CD Linux. Ma chi si fa spedire la copia di linux ormai? La gente la scarica o se la fa scaricare dall'amico. E comunque se c'è il bollo sono pochi centisimi in più che si aggiungono al costo del Cd. Software libero non vuol dire gratuito. Comunque non sposta il punto del discorso perché ciò non giustifica la pirateria, né c'entra con essa.
            Non si puo' mettere in giro la propria musica
            gratuitamente con l'attuale modello economico,
            soprattutto in
            italia.Si che puoi. Se non sei iscritto alla SIAE e metti online musica creative commons la SIAE non ti dice niente.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: anonimo
            A Roma c'è una gelateria che trasmette solo
            musica sotto Creative Commons, ha fatto domanda
            alla SIAE che l'ha
            esonerata.E' questa la vergogna mafiosa!Uno non deve scrivere alla siae se usa musica libera.Uno deve scrivere alla siae se usa musica non libera!Invece siamo nella vergognosa situazione in cui uno deve chiedere il permesso di fare qualcosa che non necessita di permesso alcuno!
            Per me comunque se uno non è iscritto alla SIAE e
            vogliono che paghi deve fare causa e per me la
            vince.Il punto e' che non si dovrebbe neanche arrivare alla causa.Ti pare che uno che mi chiede il pizzo, e io non pago, mi fa causa, e il giudice manda avanto il dibattimento?

            Il discorso di cambiare paradigma va bene, ma non
            quello di scaricare cose illegalmente dicendo che
            lo si fa perché è giusto così non va bene
            affatto.Non va bene affatto a chi? A pochi parassiti?
            Sì non ricordo il bollino sul CD se era stato
            reintrodotto anche per i CD Linux. Ma chi si fa
            spedire la copia di linux ormai? Che c'entra? I diritti sono tali solo quando fa comodo?
            La gente la
            scarica o se la fa scaricare dall'amico. Esattamente come per la musica!
            E
            comunque se c'è il bollo sono pochi centisimi in
            più che si aggiungono al costo del Cd. Pochi centesimi moltiplicati per milioni di copie fanno tanti soldi.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: anonimo
            Ok dimmi dove posso scaricare il tuo ultimo LP.http://sourceforge.net/
            Tutti questi bei discorsi li fa chi non produce
            arte, ma la vuole scaricare GRATIS.Io produco arte! Il software e' una forma d'arte.
          • anonimo scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: anonimo

            Ok dimmi dove posso scaricare il tuo ultimo LP.

            http://sourceforge.net/
            Forse non sai cos'è un LP e non c'entra niente col software, fra l'altro neanche hai linkato un tuo software.

            Tutti questi bei discorsi li fa chi non produce

            arte, ma la vuole scaricare GRATIS.

            Io produco arte! Il software e' una forma d'arte.Non è affatto arte. Il software deve solo assolvere dei compiti, con l'arte si esprimono dei concetti e dei sentimenti. Con questo non voglio dire che scrivere software sia facile, ma appunto solo il fatto che sia difficile non vuol dire che sia arte.Solo il fatto che non ci arrivi dimostra quanto terra terra sei.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: anonimo
            Non è affatto arte. Che cos'e' arte per te?
            Il software deve solo
            assolvere dei compiti, con l'arte si esprimono
            dei concetti e dei sentimenti. Un software che esprime concetti e sentimenti allora e' arte!
            Con questo non
            voglio dire che scrivere software sia facile, ma
            appunto solo il fatto che sia difficile non vuol
            dire che sia arte.Non esistono cose facili o difficili: esistono cose che si sanno fare e cose che non si sanno fare.Io non so dipingere: per me e' estremamente difficile disegnare un volto, ma non penso che sia altrettanto difficile per un ritrattista.
            Solo il fatto che non ci arrivi dimostra quanto
            terra terra sei.Solo il fatto che non ci arrivi dimostra quanto terra terra sei.
          • anonimo scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: anonimo


            Non è affatto arte.

            Che cos'e' arte per te?
            L'ho scritto sotto. Quelli che spezzettano il messaggio facendo domande a cui è stata la risposta nel messaggio stesso proprio se ne fregano delle opinioni altrui, la classica arroganza di chi vuole avere ragione a tutti i costi.

            Il software deve solo

            assolvere dei compiti, con l'arte si esprimono

            dei concetti e dei sentimenti.

            Un software che esprime concetti e sentimenti
            allora e'
            arte!Arrampicati pure sui vetri, il software non è una forma di espressione. PUNTO. Poi ci sono delle eccezioni, tipo delle installazioni (intendo nei musei) che usano ANCHE del software, ma sicuramente non ti riferisci a quelle.
            Non esistono cose facili o difficili: Certo che esistono cose facili e difficili. Anche l'ovvio non riesci a cogliere.
            esistono
            cose che si sanno fare e cose che non si sanno
            fare.che appunto possono essere facili o difficili. Non è che uno impara il C++ in 5 minuti.
            Io non so dipingere: per me e' estremamente
            difficile disegnare un volto, ma non penso che
            sia altrettanto difficile per un
            ritrattista.
            Non sai disegnare come tutti i programmatori, perché sono due attività completamente diverse. Infatti non riesci a capire la differenza tra fare una consulenza e creare qualcosa a livello artistico.Io invece so dipingere e ho imparato come autodidatta, ma anni fa ho anche fatto dei corsi di programmazione. Non è che se sai disegnare o dipingere sei un artista. Così come uno che impara la grammatica e sa scrivere dei temi non è un romanziere.Mentre se uno impara a programmare è un programmatore. Magari un cattivo o un buon programmatore, ma è un programmatore. Perché ha imparato un linguaggio con cui deve assolvere dei compiti. Questo non fa di lui un artista. Per esempio se vengono a stenderti dei cavi in casa si dice che deve essere un lavoro fatto a regola d'arte. Ma è un modo di dire, non si pensa che i tecnici siano degli artisti. Così il programmatore deve fare un lavoro a regola d'arte, ma non si intende che stia producendo arte.
            Solo il fatto che non ci arrivi dimostra quanto
            terra terra
            sei.Sì fai pure gli specchietti e poi facci sopra le arrampicate. Continua da solo a mentire a te stesso.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: anonimo



            Un software che esprime concetti e sentimenti

            allora e'

            arte!

            Arrampicati pure sui vetri, il software non è una
            forma di espressione. PUNTO.Questo interrompe ogni dialogo tra me e te.Tu non sei in grado di apprezzare l'emozione che suscita l'implementazione di un algoritmo ottimizzato per il sort, con un numero di confronti equivalente al suo limite teorico.Quindi basta!
          • krane scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: anonimo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: anonimo


            Ok dimmi dove posso scaricare il tuo ultimo


            LP.

            http://sourceforge.net/
            Forse non sai cos'è un LP e non c'entra niente
            col software, fra l'altro neanche hai linkato un
            tuo software.


            Tutti questi bei discorsi li fa chi


            non produce arte, ma la vuole scaricare GRATIS.

            Io produco arte! Il software e' una forma

            d'arte.
            Non è affatto arte. Il software deve solo
            assolvere dei compiti, con l'arte si esprimono
            dei concetti e dei sentimenti. Con questo non
            voglio dire che scrivere software sia facile, ma
            appunto solo il fatto che sia difficile non vuol
            dire che sia arte.http://www.aesvi.it/cms/view.php?dir_pk=505&cms_pk=65
            Solo il fatto che non ci arrivi dimostra quanto
            terra terra sei.
          • anonimo scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: anonimo

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: anonimo



            Ok dimmi dove posso scaricare il tuo ultimo



            LP.


            http://sourceforge.net/


            Forse non sai cos'è un LP e non c'entra niente

            col software, fra l'altro neanche hai linkato un

            tuo software.




            Tutti questi bei discorsi li fa chi



            non produce arte, ma la vuole scaricare
            GRATIS.



            Io produco arte! Il software e' una forma


            d'arte.


            Non è affatto arte. Il software deve solo

            assolvere dei compiti, con l'arte si esprimono

            dei concetti e dei sentimenti. Con questo non

            voglio dire che scrivere software sia facile, ma

            appunto solo il fatto che sia difficile non vuol

            dire che sia arte.

            http://www.aesvi.it/cms/view.php?dir_pk=505&cms_pk
            Sì il videogioco può essere a volte una forma d'arte, così come l'esempio delle installazioni nei musei. Però la parte artistica non la cura il programmatore. Non ho tempo di leggere quel pezzo che hai linkato. La differenza tra arte e gioco è che il secondo ti fa risolvere un rompicapo o ti mette in competizione con l'avversario, però ti può anche inserire in una storia e in quel caso si può parlare di arte.Panda Rossa ovviamente fa videogiochi e li mette su sourceforge dove è strapieno di artisti che fanno videogiochi open source (sì adesso non mi linkare una decina di giochi open source, io uso solo Linux e so benissimo che ne esistono, ma so anche che tra quei pochi che ci sono molti (non tutti) sono rilasciati con licenze separate: codice GPL (o licenza aperta OSI) e texture suoni con licenza proprietaria.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: panda rossa
            Il compositore lavora su commissione, come
            l'imbianchino.Quoto.
          • ziovax scrive:
            Re: L'acqua calda
            uno qualsiasi è molto cinico, ma questa è la realtà dei fatti.Sembra che tutti ne giovino, tranne i venditori di dischi, ergo: per loro è il momento di farsi da parte.Bisogna ricordare, poi, che non tutti i download sono mancati acquisti, anzi, lo sono in minima parte.
          • anonimo scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: ziovax
            uno qualsiasi è molto cinico, ma questa è la
            realtà dei
            fatti.

            Sembra che tutti ne giovino, tranne i venditori
            di dischi, ergo: per loro è il momento di farsi
            da
            parte.

            Bisogna ricordare, poi, che non tutti i download
            sono mancati acquisti, anzi, lo sono in minima
            parte.Ormai i negozi di dischi sono morti, non mi sembra che ti abbia detto che risorgeranno. Però inutile dire tutti contenti che il mercato è morto perché c'è stata una rivoluzione. Itunes i negozi non li uccideva come il p2p. Il p2p viene usato come un metodo illegale per ottenere una cosa, ma con il vantaggio che si hanno poche possibilità per essere presi. Più che una rivoluzione è un'evoluzione dell'illegalità.E' come se domani si trova un modo scaltro per violentare le donne senza essere presi. Quindi dopo un po' di anni si dice: be' dai ormai il mondo è cambiato sono cavoli loro se non si vogliono adeguare, anzi dovevano capirlo prima che andava così, sono state pure stupide.Un qualunquista non è cinico, ma è solo una persona viziata che pensa esclusivamente al suo tornaconto.
          • ziovax scrive:
            Re: L'acqua calda
            Con il p2p si ottiene anche e soprattutto ciò che non avresti mai acquistato: i negozi di dischi falliscono perché on ci sono più persone disposte ad acquistare musica a quelle assurde condizioni e prezzi.Complimenti per il paragone: proprio la stessa cosa.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: L'acqua calda
            I negozi di dischi sono morti semplicemente perchè nessuno li voleva più (non essendo più necessari).Spero che il tuo paragone fosse una trollata, altrimenti sei proprio messo male (e in tal caso, chi ti riduce alla fame compie un'opera meritoria)
          • il solito bene informato scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: anonimo
            Le nuove generazioni sono cresciute
            col p2p (napster è nato nel 2000 se non erro) e
            trovano quasi inconcepibile pagare la
            musica.comunque tutte le generazioni sono cresciute condizionate dall'idea che la musica sia un prodotto commerciale prima di tutto, che sia vitale avere l'ultima hit del cantante famoso di turno, che bisogni avere l'album, il singolo, il gadget... ed ecco che, nella smania del possesso, non appena hai la possibilità di avere tutto gratis, prendi senza pensarci.Tutti si sono sempre preoccupati di dare un valore commerciale all'arte e ciò l'ha prosciugata del suo valore sociale e morale. Ma infondo è tutto il mondo ad essere così... se una cosa non è quantificabile in moneta, non esiste o non vale la pena.A questo penso quando si dice "abbiamo perso i valori".
            Non è più utilizzato perché è entrato nell'uso
            comune l'mp3, ma la sua popolarità è dovuta al
            fatto che vengano scaricati gratis. Se l'mp3
            fosse disponibile solo a pagamento sono sicuro
            che una larga fetta di persone preferirebbe
            ancora il
            CD.Il CD sarà la vittima sacrificale... e non perché costa: sai che in america le vendite dei vinili stanno aumentando?
            Appunto, ma il proXXXXX col p2p è stato troppo
            veloce ed è avvenuto aggirando le leggi vigenti.C'era una legge vigente: consentiva la copia privata e senza "scopo di lucro". Poi la SIAE ha fatto la voce grossa e ha fatto vietare la copia privata e ha fatto trasformare lo "scopo di lucro" in "trarre profitto".Come vedi le leggi servono solo a proteggere gli interessi di pochi eletti.
            Mentre chi ha preso il negozio, io non sono tra
            questi per fortuna, se l'è presa in quel posto
            senza essere protetto dallo
            stato.
            Lo stato ti chiede di rispettare le regole, di
            pagare le tasse, poi milioni di persone fanno il
            contrario mettendoti sulla strada e non viene
            fatto niente. Cosa poteva fare non lo so,
            comunque come ho detto prima non sarei così certo
            che la chiusura sarebbe avvenuta anche con
            l'esistenza solo di itunes o simili e niente p2p.
            Ci sarebbe stato un calo di clienti che è diverso
            da quello che è sucXXXXX in questi
            anni.Lo stato non deve mica proteggere la tua attività commerciale anacronistica. E' una tua scelta: puoi restare anacronistico e fiero, puoi rinnovarti, puoi chiudere...Sono veneziano e non sai quanto mi piange il cuore vedere vecchi negozi storici venir chiusi e rimpiazzati da negozi di scarpe gestiti da cinesi. E il prezzo che tutti dobbiamo pagare per il cosiddetto "progresso".
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: L'acqua calda

            Però anche il negozio ha la sua comodità:- ti alzi dalla poltrona- ti vesti- prendi le chiavi della macchina- apri la porta- esci di casa- chiudi la porta- scendi le scale- apri la porta del palazzo- esci dal palazzo- apri la porta della macchina- entri in macchina- ti siedi- chiudi la porta della macchina- sistemi lo specchietto- infili la chiave nel quadro- giri la chiave- maledici il fatto che non hai fatto benzina- esci dal parcheggio- vai al distributore- esci dalla macchina- sviti il tappo del serbatoio- vai alla pompa- paghi la benzina- prendi la pistola della pompa- ritorni vicino alla macchina- inietti la benzina nel serbatoio- sfili la pistola dal serbatoio- chiudi il tappo del serbatoio- rimetti la pistola a posto- ritorni in macchina- chiudi la porta- riparti verso il negozio- giri per ore imbottigliato nel traffico, consumando quasi tutta la benzina appena messa, fino a trovare un parcheggio con strisce blu a 2 km- esci dalla macchina- cerchi un distributore automatico per il tagliandino del parcheggio- paghi per comprare il tagliandino del parcheggio al distributore automatico- torni vicino alla macchina e trovi un cretino di ausiliario che ti sta facendo la multa- gli spieghi che avevi appena parcheggiato ed eri andato a comprare il tagliandino da apporre sul parabrezza- ti risponde che ormai ha già scritto la targa e non può farci nulla- stai mezz'ora a litigare col cretino in questione finché non arriva un vigile cui dovrai spiegare ovviamente tutta la discussione daccapo- nel frattempo è passata un'ora ed il tagliandino che avevi fatto è scaduto- il vigile ti dice di farne un altro perché quello è scaduto- bestemmi qualche quintale di santi del paradiso e vai a fare un altro tagliandino- lo apponi sul parabrezza- percorri 1 km a piedi fino al negozio
            entri- cerchi il cd che volevi comprare- non lo trovi perché sono organizzati alla caxxo di cane- ti metti in fila per chiedere a qualcuno che possa trovartelo in quel caos- finalmente dopo mezz'ora riesci a parlare col tizio, che è uno che perde tempo a postare sul forum di punto informatico e non sa nemmeno che gruppo sia quello che tu vuoi- lui chiede al tizio più importante, cui dovrai spiegare tu il corretto spelling del gruppo che ti serve- finalmente dopo 10 minuti ravanati tra i reparti riesce a trovarti (ovviamente nell'area sbagliata) il cd che cercavi
            paghi
            esci- percorri un altro km a piedi- arrivi alla macchina e trovi la multa fatta 5 minuti prima da un altro ausiliario del caxxo perché hai sforato l'orario di 5 minuti per colpa del commesso idiota del negozio- maledici il resto dei santi del paradiso- ti prometti di fare ricorso (altri soldi)- sali in macchina non prima di aver mostrato un dito a caso tra l'indice e l'anulare all'indirizzo dell'ausiliario idiota che ti ha fatto la multa- ritorni in viaggio verso casa, imbottigliato nel traffico- ad un certo punto finisce la benzina a 5 km da casa- sposti la macchina a piedi sul ciglio della strada in modo da non intralciare il traffico- chiudi la macchina- ti fai 5 km a piedi, tutti in salita perché per vivere tranquillo ti sei fatto una villetta sull'appennino umbro in mezzo al nulla senza collegamento internet (tanto mica devi scaricare la musica pirata)- arrivi stremato a casa, in mezzo ad una pioggia incessante, ma con il tuo cd tra le mani- apri la confezione e ti accorgi che hanno messo il bollino siae sull'apertura del cd- maledici la siae per un'azione tanto idiota e ti rassegni a rompere il bollino per poter ascoltare il tuo cd in santa pace- accendi il cd player- accendi l'amplificatore- apri la confezione- ti accorgi che la confezione non è di quelle "premi al centro ed estrai facilmente" quindi cerchi di agire sui bordi del disco delicatamente per non spaccarlo nel tentativo di estrarlo dalla confezione- inserisci il cd nel tuo lettore ultrasofisticato che leggerebbe di tutto (ovviamente anche gli mp3)- il lettore rifiuta il disco- ti accorgi che all'interno della confezione c'è scritto a caratteri microscopici che il disco non potrebbe funzionare su alcuni lettori- ti rassegni a sentire il disco sul computer con le casse scarse da 20 euro (hai speso tutto per l'impianto hi-fi, tanto compri solo cd originali)- come metti il cd nel lettore del computer, parte un programma di installazione di starcaxxoforce, che il tuo antivirus segnala come virus (forse perché lo è?)- provi a sentire sto cacchio di cd- ti rendi conto che contiene un solo brano carino (lo stesso che avevi già ascoltato alla radio e avresti potuto registrarti da lì) mentre il resto delle tracce fa XXXXXX a spruzzo- resti a letto con la febbre per la pioggia presa per i prossimi 10 giorni e con la macchina a 5 km più a valle, sapendo che non puoi neanche cercare di cambiare il CD perché nessun negozio (neanche online) contempla il "soddisfatti o rimborsati" per le opere dell'ingegno, anche perché hai dovuto rompere pure il bollino siae quindi avrai difficoltà anche a rivenderlo ad un negozio di CD usatiHa davvero tanta comodità, direi...
            Quindi credo che molte persone li
            utilizzerebbero ancora.Come no: è un procedimento davvero comodo rispetto a "vai sul sito, inserisci i dati della carta di credito, scarichi, ascolti"
          • panda rossa scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            Come no: è un procedimento davvero comodo
            rispetto a "vai sul sito, inserisci i dati della
            carta di credito, scarichi,
            ascolti"Somiglia molto a quella pagina che illustrava quanto e' difficile installare software su linux, mentre la stessa cosa su windows rasenta la banalita'.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: L'acqua calda
            - Scritto da: anonimo
            Si ma il fatto è che molti scelgono il primo e
            per quanto riguarda il secondo ci sono le spese
            di spedizione.Che notoriamente itunes ha... non a caso ziovax aveva scritto "farselo arrivare comodamente a casa e poterne usufruire subito "
        • il solito bene informato scrive:
          Re: L'acqua calda
          - Scritto da: ziovax
          Prendiamo un prodotto qualsiasi, che abbia tre
          modi per per
          procurarselo:
          A - rubarlo
          Abis - scaricarlo regolarmente da iTunes o vari
          B - farselo arrivare comodamente a casa e poterne
          usufruire subito, con una spesa di 15
          euro
          C - recarsi in un punto vendita ed acqustare il
          bene spendendo 20
          euroFissed :-P
      • Sgabbio scrive:
        Re: L'acqua calda
        bla bla bla bla
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: L'acqua calda
        - Scritto da: Un disoccupat o
        Il problema è il comparto lavoro, io lavoravo in
        un negozio di dischi eravamo in 6 oggi sono solo
        in due,Anche i maniscalchi una volta erano tanti, poi hanno dovuto imparare come sono fatti i motori e diventare meccanici, oppure fallire. Si chiama PROGRESSO.
Chiudi i commenti