Germania, Yahoo e l'incostituzionalità del diritto d'autore

L'azienda contesta la legge in base alla quale gli editori vorrebbero essere pagati per le notizie riprese dagli aggregatori: oltrepasserebbe gli scopi del diritto d'autore

Roma – Secondo Yahoo la nuova normativa tedesca sul diritto d’autore sarebbe incostituzionale: l’azienda ha fatto così ricorso alla Corte Costituzionale federale .

Diversi editori di giornali e magazine tedeschi, capitanati dalla collecting society locale VG Media, si sono uniti qualche settimana fa per fare causa a Google, Microsoft e Yahoo, chiedendo loro l’11 per cento degli introiti generati dai sevizi che sfruttano “direttamente o indirettamente estratti di notizie o contenuti delle loro pagine”.

Alla base della loro offensiva, proprio la nuova normativa tedesca sul diritto d’autore , entrata in vigore ad agosto, che amplia notevolmente i diritti esclusivi degli editori per quanto riguarda l’uso commerciale dei contenuti, con l’eccezione delle singole parole o di piccoli estratti.

Proprio su questa eccezione si gioca la partita tedesca: se cioè essa basta a permettere l’operato dei motori di ricerca e quello degli aggregatori di notizie, che gli editori considerano il loro nemico numero uno.

Secondo i giornali Google, Microsoft e, appunto, Yahoo dovrebbero pagare loro delle royalty per l’uso delle notizie, anche solo per la loro indicizzazione, in particolare nel contesto degli aggregatori di notizie: una tutela che secondo Yahoo oltrepassa la logica e gli scopi del diritto d’autore.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bubba scrive:
    meno grave di quel che sembra
    posto che il shit happens e' sempre dietro l'angolo..1) Those passwords can no longer be used to login to MDN. We now use Persona.2) The passwords included salts that were UNIQUE to each user record. (e pare sia sha256 salted hash)Insomma molto meglio di quel che ha combinato una multinazionale come adobe per es..
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: meno grave di quel che sembra
      Si, vabbé, ma spiegami perché questo idiota ha spostato dei dati riservatissimi su un server pubblico; sono errori che neppure l'ultimo dei deficienti può essere in grado di commettere!Neppure i bambini piccoli hanno creduto alle patetiche giustificazioni del tizio di OpenSSL che ha causato "inavvertitamente" Heartbleed.Mi sa che ora, pure sul conto in banca del genio di Mozilla, è stata accreditata una grossa somma ...
      • bubba scrive:
        Re: meno grave di quel che sembra
        - Scritto da: Alvaro Vitali
        Si, vabbé, ma spiegami perché questo idiota ha
        spostato dei dati riservatissimi su un server
        pubblico; sono errori che neppure l'ultimo dei
        deficienti può essere in grado di
        commettere!

        Neppure i bambini piccoli hanno creduto alle
        patetiche giustificazioni del tizio di OpenSSL
        che ha causato "inavvertitamente"
        Heartbleed.

        Mi sa che ora, pure sul conto in banca del genio
        di Mozilla, è stata accreditata una grossa somma
        ...certo. il conto lo ha aperto Hubbard. E' li' che vengono dirottati anche i soldi per combattere le scie chimiche... non lo sapevi?
Chiudi i commenti