È già tempo di Windows Phone 8?

L'atteso sistema operativo PC avrà un suo gemello anche sugli smartphone. Confermata l'interoperabilità tra app Metro computer e mobile. E non solo

Roma – Il prossimo sistema operativo Microsoft punta ad unificare l’esperienza utente spaziando tra computer, console, tablet e smartphone, con la complicità dell’interfaccia Metro. I telefonini di Redmond sono stati i primi a sfoggiare questa minimalistica GUI basata sulle tessere (tiles), non stupisce quindi apprendere che il prossimo Windows Phone 8 sarà in pratica un Windows 8 versione mobile.

L’update pianificato per gli smartphone Microsoft, nome in codice “Apollo”, sarà basato sullo stesso kernel di Windows 8 e utilizzerà le medesime tecnologie per gestire network, grafica, video e sicurezza. Questa caratteristica consentirà agli sviluppatori di convertire con estrema semplicità i programmi computer in applicazioni mobile, riciclando gran parte del codice Metro (WinRT) scritto per PC. Il browser integrato in Windows Phone 8 sarà la versione tascabile di Internet Explorer 10.

Per garantire questa uniformità anche l’hardware dei nuovi Windows Phone dovrà rispettare determinati parametri. I prossimi telefoni Windows potranno comunque gestire SoC fino a quattro core, supporteranno pagamenti via NFC e anche le microSD per l’archiviazione dei dati. L’aggiornamento includerà Skype , il popolare client VoIP acquisito da Microsoft, profondamente integrato nel sistema telefonico dell’apparecchio.

Per quanto riguarda la sincronizzazione dei dati sulla nuvola, si parla inoltre di un singolo client che gestirà il supporto a tutte le piattaforme, Xbox compreso. Il marchio Zune verrà definitivamente mandato in pensione in favore di SkyDrive.

Attualmente i telefoni Microsoft non stanno facendo faville. Secondo una recente stima , 100 milioni di americani possiedono uno smartphone ma solo il 4,7 per cento ha scelto Windows Phone. Ora Microsoft vuole utilizzare su ogni prodotto la stessa interfaccia: se lo stile Metro non otterrà il riscontro sperato tra i clienti, il grattacapo sarà totale.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • formichiere scrive:
    meglio questo che...
    ...un calcio sulleno?
  • jackless scrive:
    malware
    Non si devono mettere d'accordo. È symantec che per vendere un paio di licenze in più fa allarmismo, come sempre.Android.Counterclank è un Adware, o al massimo uno Spyware. Ma loro dovevano comunque spararla grossa...Sarebbe meglio che symantec controllasse il proprio sorgente. Non è da tutti farsi rubare il codice senza neanche accorgersene.
    • collione scrive:
      Re: malware
      controllano, controllano, più terrorismo mediatico fanno, più vendonoormai è chiaro che i produttori di antivirus usano tecniche al limite dello scareware per far soldiquand'è che la ftc o l'equivalente europea interverrano come fecero nel caso dei produttori di scareware russi?
      • uno nessuno scrive:
        Re: malware
        Sono anche un po' ridicoli, diciamoci la verità. Io non vedo un virus dagli anni 90...Ma d'altra parte Mariuccia, che non sa fare niente, in qualche modo deve pur mangiare.
Chiudi i commenti