Gli infrarossi volano a 100 Mbit/s

Le interfacce a infrarossi che equipaggiano telefoni cellulari, PDA e notebook potranno presto sparare dati a velocità paragonabili a quelle di una rete wireless. E, per ottenere qualche miglioria, basterà un aggiornamento software
Le interfacce a infrarossi che equipaggiano telefoni cellulari, PDA e notebook potranno presto sparare dati a velocità paragonabili a quelle di una rete wireless. E, per ottenere qualche miglioria, basterà un aggiornamento software


Walnut Creek (USA) – Se con l’arrivo delle tecnologie wireless, prime fra tutte Bluetooth, gli infrarossi sono diventati la cenerentola delle tecnologie di comunicazione a corto raggio, la Infrared Data Association ( IrDA ) sembra assolutamente decisa a risollevarne le sorti.

Negli scorsi giorni l’IrDA ha pubblicato una nuova specifica, chiamata IrSimple Protocol e Profile Specifications , che a suo dire consentirà a dispositivi come i videofonini e e i PDA di connettersi istantaneamente ad un televisore, ad un monitor o ad un proiettore e trasmettere centinaia di foto in pochi secondi.

Il nuovo protocollo IrSimple promette velocità di trasferimento dati intorno ai 100 Mbit al secondo, ovvero 25 volte superiori a quelle che caratterizzano le attuali interfacce IrDA. L’evoluzione dello standard avverrà in due fasi, ciascuna corrispondente ad un differente layer fisico: il primo di questi, chiamato VFIR (Very Fast InfraRed), supporterà velocità fino a 16 Mbps; il secondo, chiamato UFIR (Ultra FIR), spingerà le performance a 100 Mbps, ovvero la velocità di una comune rete wired Fast Ethernet.

Sebbene entrambe le evoluzioni di IrDA richiederanno l’implementazione di un nuovo layer fisico per il trasporto dei dati, e quindi di una differente interfaccia hardware, l’IrDA ha detto che i dispositivi da 4 Mbps già sul mercato potranno essere aggiornati via software: l’update non farà miracoli, tuttavia dovrebbe contribuire a ridurre i ritardi nella comunicazione e incrementare così l’efficienza della trasmissione dati.

Le interfacce da 16 Mbps sono già state sviluppate e dovrebbero essere integrate nei primi dispositivi consumer entro la fine dell’anno. I 100 Mbps, invece, potrebbero diventare realtà non prima del 2007.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

31 08 2005
Link copiato negli appunti