Gnutella2 si muove più rapidamente

L'arrivo del sito dedicato al progettone di sviluppo di una delle grandi promesse del peer-to-peer spinge all'ottimismo vecchi e nuovi fan, timorosi per le iniziative delle major contro il P2P
L'arrivo del sito dedicato al progettone di sviluppo di una delle grandi promesse del peer-to-peer spinge all'ottimismo vecchi e nuovi fan, timorosi per le iniziative delle major contro il P2P


Roma – Da qualche ora è disponibile online il nuovo sito dedicato a Gnutella2, con l’obiettivo dichiarato di contribuire a giungere rapidamente ad una versione funzionante e ottimizzata della piattaforma Gnutella di nuova generazione.

Va detto che Gnutella2.com è prima di tutto un sito dedicato agli sviluppatori e si descrive infatti come “developer network”, sebbene i suoi autori incoraggino a visitare il sito tutti coloro che sono stati o sono fan di Gnutella. Come noto, l’apparire di Gnutella provocò uno scossone nel mondo del file sharing, aprendo nuove prospettive nei mesi in cui Napster, sistema di condivisione centralizzato, veniva travolto in tribunale.

Anche per questo attorno a Gnutella2.com è destinato probabilmente a raccogliersi un ampio interesse tanto nella comunità degli sviluppatori quanto in quella degli utenti. Le caratteristiche della rete Gnutella, nonostante le numerose questioni tecniche aperte, la rendono secondo molti una candidata ideale a rispondere alle recenti iniziative annunciate dall’industria del disco. Gnutella2 vuole essere una evoluzione di quella “rete”.

Gnutella2 viene descritta dal sito come una piattaforma di peering di terza generazione pensata per consentire la comunicazione, la localizzazione di dati e il trasferimento tra i suoi utenti. Sebbene Gnutella2 sia spesso pensato come un protocollo P2P (al pari di FastTrack, quello usato da Kazaa ) in realtà è qualcosa di più. Dietro a Gnutella2 vi sono sistemi di sharing come Shareaza e strumenti vari come mlDonkey.

Il principale sviluppatore dietro Shareaza è, non a caso, anche la mente di Gnutella2.com, un sito che a suo dire dovrà evolvere proprio come Gnutella2, “attraverso il supporto e la partecipazione della comunità. Tutti possono partecipare alla discussione, proporre documenti, inserire risorse per lo sviluppo o altri materiali di interesse”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 07 2003
Link copiato negli appunti