Google annuncia ricorso: difenderemo Android

Google difende Android dalle accuse dell'antitrust europea: il sistema operativo non ha ridotto le possibilità di scelta, ma le ha anzi ampliate.

Google annuncia ricorso: difenderemo Android

Android non ha ristretto le possibilità di scelta, ma le ha ampliate : è questo l’incipit della difesa di Google a pochi minuti dalla comunicazione con cui la Commissione Europea ha ufficializzato la sanzione di 4,34 miliardi di euro imposta al gruppo dall’antitrust. L’accusa è quella di aver abusato della posizione dominante nel mercato dei sistemi operativi mobile ottenendo un illecito vantaggio concorrenziale nel drenare traffico verso il proprio motore di ricerca (con relativa susseguente monetizzazione delle query).

La tesi di Google è chiara: in un mercato che avrebbe rischiato di trasformarsi in un monopolio Apple, Android è stato l’argine che ha consentito a molti produttori di recitare un proprio ruolo sul mercato differenziando così le soluzioni a disposizione dell’utenza finale. Per questo Google rigetta le accuse nel merito, ribaltando il punto di vista della Commissione:

Una decisione che non tiene in considerazione il fatto che i telefoni Android siano in concorrenza con i telefoni iOS, cosa che è stata confermata dall’89% di coloro che hanno risposto all’indagine di mercato condotta dalla stessa Commissione. Inoltre non riconosce quanta scelta Android sia in grado di offrire alle migliaia di produttori di telefoni e operatori di reti mobili che realizzano e vendono dispositivi Android; ai milioni di sviluppatori di app di tutto il mondo che hanno costruito il proprio business con Android; e ai miliardi di consumatori che ora possono permettersi di acquistare e utilizzare dispositivi Android all’avanguardia.

Google rivendica per Android un ruolo fondamentale che profuma di libertà: ha omologato l’esperienza mobile, ha omologato le regole di sviluppo per il developer, ha omologato l’esperienza d’uso consentendo libera concorrenza tra un alto numero di attori di mercato. Sono 24 mila i dispositivi che attingono al motore di ricerca (soprattutto in virtù della sua gratuità e del favore che gli utenti hanno per i suoi meccanismi e il suo marketplace). La libertà è inoltre totale, tanto che Amazon per i propri Fire ha adottato un “fork” del sistema operativo, ha rigettato l’uso di Google Play e ha tracciato una strada propria.

Rimuovere un’app preinstallata, inoltre, è questione di pochi secondi e sostituirla è un attimo: via Chrome e dentro Opera Mini, ad esempio, senza colpo ferire: questione di scelta degli utenti (argomentazione che appare tuttavia debole a priori: anche Microsoft a suo tempo obiettò che chiunque avrebbe potuto usare Internet Explorer per scaricare e installare Google Chrome, ma tutti sappiamo come sia andata a finire).

Nella propria disamina, il CEO Google Sundar Pichai esprime timore per il futuro: “siamo preoccupati che la decisione di oggi possa alterare il delicato equilibrio che abbiamo creato per Android, e che questo rappresenti un segnale allarmante in favore dei sistemi proprietari e a svantaggio delle piattaforme aperte”. La sentenza non boccia infatti Android, né Google Play, né Chrome, ma rigetta il modello di business con cui Google aveva messo in piedi tutto ciò. La scelta è pertanto obbligata: Google farà appello e tenterà di ribaltare in tribunale il modo con cui la Commissione ha dipinto il ruolo di Google sul mercato mobile e in quello della ricerca.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bubba scrive:
    Re: Trucchi retorici
    - Scritto da: ...
    - Scritto da: spulciatore

    Primo: il livello di spionaggio è permesso

    Apple è un mondo a se perché non è in posizione
    dominante, windows è peggiorata con gli anni, di
    certo ai tempi di windows 98 o 2000 (ma neppure
    XP penso) pensavano a
    profilarti.non ci pensavano, pero' lo facevano :) dall'NTP a winupdate...
  • bubba scrive:
    Re: Trucchi retorici
    - Scritto da: Panda Assassino
    - Scritto da: Dumah Brazorf

    Perchè cosa pensi che faccia iOS o Windows
    Phone?

    Senza contare poi che anche il produttore
    dello

    smartphone o chi cucina la rom potrebbe
    metterci

    dentro roba

    sua...
    Ci vanno decine di migliaia di euro per riuscire
    a leggere quel che sta su un
    iPhone.eh? la apple e i vendor lo leggono bydesign, anzi li paghi pure per questo..
    Con Android basta un mini smanettone cresciuto in
    cantina.

    Segno che a livello di privacy ci sono differenze
    abissali.
  • ... scrive:
    Re: Trucchi retorici


    Apple ha avuto per anni una posizione dominante
    nel settore smartphones negli USA grazie ai
    contratti degli operatori che includevano il
    telefono.
    E va be', con questa affermazione ho capito con chi sto parlando.Arrivederci
  • spulciatore scrive:
    Re: Trucchi retorici


    Apple è un mondo a se perché non è in posizione
    dominante, Apple ha avuto per anni una posizione dominante nel settore smartphones negli USA grazie ai contratti degli operatori che includevano il telefono.Al giorno d'oggi Apple ha un numero minore di utenti, ma su quegli utenti esercita un potere molto forte.windows è peggiorata con gli anni, di
    certo ai tempi di windows 98 o 2000 (ma neppure
    XP penso) pensavano a
    profilarti.
    Profilare è iniziato come metodo per ottenere con l'aiuto della statistica quelle informazioni che non poteva ottenere dall'acXXXXX diretto al sistema operativo.
  • ... scrive:
    Re: Trucchi retorici
    - Scritto da: spulciatore
    Primo: il livello di spionaggio è permesso dal
    numero di sensori associati alla SIM che funziona
    da itentificativo. Quindi lo spionaggio è
    aumentato grazie all'hardware (Anche se il
    controllo centralizzato di contatti,
    messaggistica e simili fa la sua parte).Google sa chi sei anche se ti siedi per un'ora in un computer pubblico, della SIM penso che glieni freghi meno di niente (per profilarti dico, poi è ovvio che è un dato che usa)
    I
    sistemi Apple e Windows mobile non sono tanto
    meglio, Windows desktop neanche, perché secondo
    te hanno fatto tanti sforzi per anni per
    introdurre Palladium e
    simili?
    Apple è un mondo a se perché non è in posizione dominante, windows è peggiorata con gli anni, di certo ai tempi di windows 98 o 2000 (ma neppure XP penso) pensavano a profilarti.
    Secondo: ho scritto che Google invece di
    rispondere alle accuse ha spostato il discorso
    dai suoi servizi ad Android e tu hai fatto la
    stessa cosa riportando il discorso su
    Android.Ma io ti dò ragione, ho aggiunto solo chi sono i complici e cioé una massa di pecoroni, quello che odio di Android è l'occasione persa, non il sistema in se.
  • spulciatore scrive:
    Re: Trucchi retorici
    Primo: il livello di spionaggio è permesso dal numero di sensori associati alla SIM che funziona da itentificativo. Quindi lo spionaggio è aumentato grazie all'hardware (Anche se il controllo centralizzato di contatti, messaggistica e simili fa la sua parte). I sistemi Apple e Windows mobile non sono tanto meglio, Windows desktop neanche, perché secondo te hanno fatto tanti sforzi per anni per introdurre Palladium e simili?Secondo: ho scritto che Google invece di rispondere alle accuse ha spostato il discorso dai suoi servizi ad Android e tu hai fatto la stessa cosa riportando il discorso su Android.
  • ... scrive:
    Re: Trucchi retorici
    - Scritto da: Dumah Brazorf
    Perchè cosa pensi che faccia iOS o Windows Phone?
    Senza contare poi che anche il produttore dello
    smartphone o chi cucina la rom potrebbe metterci
    dentro roba
    sua...Ma che discorso del XXXXX è? A parte che windows phone è morto, a me di quello che iOS non me ne frega un XXXXX, quello è un sistema chiuso di una azienda che comunque non fa business sulla profilazione e che comunque non ha la "potenza di fuoco" di google, ad esempio non dispone di un suo servizio di ricerca.Qua si tratta di avere un pezzo di ferro con un XXXXXX di sensori, ci hanno costruito su un sistema che potenzialmente poteva essere libero, ed invece lo hanno infarcito con le applicazioni google che più di una volta sono state beccate, guarda caso, a raccogliere dati in maniera non proprio chiara. Ed aggiungiamo il software che ci mette il produttore.Questo è il grande sucXXXXX del kernel linux, tutti lo prendono e lo riempiono di XXXXX, la comunità al posto di protestare o è tronfia del fatto che si diffonde, o si cucina delle rom che funzionano da XXXXX e che usano 10 persone in croce.La maximulta riguarda solo il motore di ricerca, pensa appena la UE si accorge che google si registra anche i passi che fai, dove vai ecc ecc, tutto di default attivo sui cellulari usciti dal negozio.
  • Panda Assassino scrive:
    Re: Trucchi retorici
    - Scritto da: Dumah Brazorf
    Perchè cosa pensi che faccia iOS o Windows Phone?
    Senza contare poi che anche il produttore dello
    smartphone o chi cucina la rom potrebbe metterci
    dentro roba
    sua...Ci vanno decine di migliaia di euro per riuscire a leggere quel che sta su un iPhone.Con Android basta un mini smanettone cresciuto in cantina.Segno che a livello di privacy ci sono differenze abissali.
  • Dumah Brazorf scrive:
    Re: Trucchi retorici
    Perchè cosa pensi che faccia iOS o Windows Phone?Senza contare poi che anche il produttore dello smartphone o chi cucina la rom potrebbe metterci dentro roba sua...
  • ... scrive:
    Re: Trucchi retorici

    Non è Android sotto accusa, ma solo come
    Google ha imposto i suoi
    servizi.
    E come complici abbiamo l'ignoranza della gente ed un manipolo di XXXXXXXX pro linux che hanno visto in android la loro rivincita contro Microsoft, di fatto ripetendo la storia in maniera peggiore della precedente, almeno windows si poteva togliere ed all'epoca non spiava, un telefono con andorid uscito di fabbrica è come avere uno che guarda tutto il tempo quello che fai.
  • bubba scrive:
    speriamo che la UE almeno stavolta
    speriamo che la UE almeno stavolta capisca qualcosa... non come per l'affaire M$/browser :PL'idea GENERALE della UE e' sensata.. sono i "dettagli" decisamente cannati... l'unico punto su cui insistere era AOSP... google di proposito ha trasformato AOSP in googledroid (o meglio, cio che installano gli OEM e' googledroid e non AOSP.. essendo stato depauperato)... non e' una questione di azzeccagarbugli & mercati ma di codice.. si doveva insistere sulla dipendenza di librerie di google framework e il suprastante.. e mettere api adeguate in AOSP.. in modo da poter installare per es gmaps senza tirarsi dietro il mondo.. tutto il resto (imposizioni certificare tel android) ecc sono normali dinamiche... Putin e il suo yandex sara' contento :P
  • Spulciatore scrive:
    Trucchi retorici
    La principale difesa di Google è uno straw man argument.https://en.wikipedia.org/wiki/Straw_manL'UE avvia una procedura per Chrome e il suo motore di ricerca infilati di forza dentro Android e Google risponde che la UE attacca Android. Non è Android sotto accusa, ma solo come Google ha imposto i suoi servizi.Lo spauracchio di un possibile monopolio Apple è un altro trucco ampiamente usato dagli americani (insieme ai Russi è dai tempi della guerra fredda e anche prima che campano di spauracchi).
Chiudi i commenti