Google cannibalizza la Ricerca

Un progetto di archiviazione dei dati scientifici che arriva alla Sorgente. Raccontare il progresso dell'umanità con strumenti innovativi

Roma – Adesso vogliono pure la ricerca scientifica. Quelli di Mountain View non si accontentano mai, e lanciano un nuovo progetto dedicato all’ archiviazione e pubblicazione di tutto il materiale proveniente dal lavoro di scienziati e ricercatori, più o meno recente, messo a disposizione dai rispettivi autori sulle pagine di Google. L’hanno chiamato “Palimpsest”, dal nome del più antico manoscritto di matematica del mondo al cui restauro BigG collabora.

Come già accaduto nel caso del Archimedes Palimpsest , Google mette a disposizione di quanti facciano richiesta un array RAID 5 da tre terabyte . Semplicemente spazio disco, dunque, nella conveniente forma di un piccolo case con interfaccia e-SATA. Una volta che gli scienziati abbiano riempito la memoria, non dovranno fare altro che rispedirla a Google per consentire la diffusione del materiale e la sua indicizzazione.

Il tutto dovrebbe finire in una sorta di incrocio genetico tra Google Code (per quanto attiene la rappresentazione dei testi) e YouTube (che dovrebbe fornire il modello di struttura per i commenti). Nel calderone ci finirà pure Trendalyzer , l’applicazione acquisita lo scorso anno dall’organizzazione non profit Gapminder , in grado di mostrare i dati statistici in modo diretto ed innovativo .

Per partecipare, l’unica condizione posta è che i dati siano tutti rilasciati con licenza Creative Commons, con altre formule “open” o siano di pubblico dominio. Tra i primi contributi si registrano i 120 terabyte delle immagini NASA provenienti dal telescopio orbitante Hubble, il primo terabyte della digitalizzazione del Archimedes Palimpsest , ed infine 10 terabyte in arrivo dall’osservatorio astronomico di Monte Palomar.

Di seguito, alcune slides di presentazione del progetto realizzate da Jon Trowbridge, alle dipendenze di Google e tra i curatori dell’ iniziativa :

Se la notizia dovesse far accendere la lampadina del “già visto e già sentito”, niente paura: è tutto normale. Poco più di un mese fa , Internet Archive aveva annunciato un programma analogo per la raccolta e l’indicizzazione del materiale di scarto della ricerca (i cosiddetti dark data ), cioè la selva disordinata di appunti, grafici, fotografie e banche dati che spesso gli studiosi mettono da parte senza averli fatti conoscere a colleghi e grande pubblico.

C’è solo da augurarsi che i due archivi divengano interoperabili . Ma non potrebbero mettersi d’accordo? Quale progetto riuscirà meglio? Ai posteri, l’ardua sentenza.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • CCC scrive:
    dispiacere...
    accidenti... ma quanto sono dispiaciuto... poverini, quasi quasi mi viene da piangere...;-)
  • ano scrive:
    la news è anche qui
    www.download4ever.org
  • Banana Joe scrive:
    Controproducente.
    Cosi' fai passare i minchioni delle major come vittime di chissà quale circolo di pericolosi pirati informatici.Escludendo una azione a livello politico, impossibile quando la politica e' una scatola cinese attorno al business, c'e' solo un modo di combattere. 1 non condividere, 2 non comprare.
  • Gianni scrive:
    Screensaver anti-RIAA
    Hmm... stavo pensando che sarebbero veramente problemi per la RIAA se qualcuno creasse un salvaschermo (magari pure simpatico) che una volta al secondo contatta il loro server... un attacco DDOS da paura! :|Conosco gente che lo installerebbe subito!... meno male che non ci ha pensato ancora nessuno... :D
    • galessandroni scrive:
      Re: Screensaver anti-RIAA
      - Scritto da: Gianni
      Hmm... stavo pensando che sarebbero veramente
      problemi per la RIAA se qualcuno creasse un
      salvaschermo (magari pure simpatico) che una
      volta al secondo contatta il loro server... un
      attacco DDOS da paura!
      :|
      Conosco gente che lo installerebbe subito!

      ... meno male che non ci ha pensato ancora
      nessuno...
      :DGianni,io certe cose non le direi nemmeno per scherzo sull'internet.
      • Anonimo scrive:
        Re: Screensaver anti-RIAA
        Io invece lo farei :D
        • galessandroni scrive:
          Re: Screensaver anti-RIAA
          - Scritto da: Anonimo
          Io invece lo farei :DAttento Anonimo, non sei tale.IP e TimeStamp bastano alla Polizia Postale per sapere chi sei, dove abiti, quando fai pipi' (basta guardare gli intervalli tra i click).Attento Anonimo. L'internet non e' trasparente: cristallino.
          • Mah scrive:
            Re: Screensaver anti-RIAA
            Ha detto che gli piacerebbe farlo, non che lo ha fatto (non è che la polizia postale si attiva ad ogni parola detta dal solito ragazzino, i forum ne sono pieni)
          • galessandroni scrive:
            Re: Screensaver anti-RIAA
            - Scritto da: Mah
            Ha detto che gli piacerebbe farlo, non che lo ha
            fatto [...]Forse mi sono spiegato male e frettolosamente.Non volevo dire: "il nostro amico ha scritto cose penalmente rilevanti", volevo trasmettere un messaggio leggermente diverso.Se - per ipotesi - un programmatore realizza uno screensaver con un attacco DDOS verso i server RIAA si potrebbe pensare che l'"Anonimo" non dico sia l'untore, ma l'ispiratore.A me le case discografiche stanno antipatiche: "sogno un mondo dove i cantanti si guadagnano da vivere ai concerti, non grazie a balzelli imposti dal mercato dell'editoria" [cito a memoria], ma questa è un'altra storia.Visto che ci siamo.- Scritto da: Silvione
            Per sovraccaricare un sito in modo inattaccabile basterebbe
            essere in tanti ad autoconvincersi che e' un sito porno con
            foto e film in HD gratis, ed usarlo di conseguenza :)Dai, passa alla 2.0 e smettila di giocare con le figurine. :-)
          • pibedeoro scrive:
            Re: Screensaver anti-RIAA
            Se escludiamo un paio di cose tipo l'apologia di fascismo e il vilipendio alla bandiera, per il momento in Italia esiste ancora la liberta' di opinione
          • Mr.Blond scrive:
            Re: Screensaver anti-RIAA
            Sarebbe Psico-Polizia.Io lo farei, ma ciò non costituisce reato.Non ho paura di loro, ma sono pronto a difendermi legalmente.Io lo farei,io lo farei,io lo farei,io lo farei,io lo farei,IO LO FAREI!!!!!!!
          • galessandroni scrive:
            Re: Screensaver anti-RIAA
            - Scritto da: Mr.Blond
            Sarebbe Psico-Polizia.
            Io lo farei, ma ciò non costituisce reato.Forse non hai letto l'art. 414 del c.p."Dura lex, sed lex" (motto riferito al periodo di introduzione delle leggi scritte nell'antica Roma)
          • Mr.Blond scrive:
            Re: Screensaver anti-RIAA
            Adesso ho letto l'art. 414 del c.p.: Istigazione a delinquere.Ok, capisco, ma:1) se il server della RIAA risiede in USA, è comunque applicabile?2) affermare di poter compiere personalmente un reato è istigazione a delinquere?
          • Mr.Blond scrive:
            Re: Screensaver anti-RIAA
            Ah dimenticavo:L'art. 414 del codice penale, si riferisce a "Delitti contro l'ordine pubblico".Reato informatico a danni di privato in territorio extra nazionale, rientra nei "Delitti contro l'ordine pubblico"?
          • galessandroni scrive:
            Re: Screensaver anti-RIAA
            - Scritto da: Mr.Blond
            Ah dimenticavo:

            L'art. 414 del codice penale, si riferisce a
            "Delitti contro l'ordine
            pubblico".

            Reato informatico a danni di privato in
            territorio extra nazionale, rientra nei "Delitti
            contro l'ordine
            pubblico"?Purtroppo sì. Il server sarà pure dove Dio solo sa, ma se il reato è commesso in Italia vale la legislazione italiana.Inoltre se paralizzi un servizio crei danni anche all'erario [ad esempio non erogando servizi a pagamento si verificano mancati introiti IVA].Infine se "affermi di saper compiere un reato" è come mandare un messaggio in codice ai malviventi o chi per loro.Diciamo pure che siamo ai limiti della legalità, ma anche - citando Crozza mentre imita Veltroni - in un territorio dove un avvocato bravo ti fa a pezzi con immensa gioia. Pacatamente.
          • Mr.Blond scrive:
            Re: Screensaver anti-RIAA

            Inoltre se paralizzi un servizio crei danni anche
            all'erario [ad esempio non erogando servizi a
            pagamento si verificano mancati introiti
            IVA].I danni all'erario italiano non dovrebbero esserci, essendo il server in U.S..
            Infine se "affermi di saper compiere un reato" è
            come mandare un messaggio in codice ai malviventi
            o chi per
            loro.Affermo di "essere pronto a compiere un reato personalmente"Io non vedo l'istigazione a delinquere.
            Pacatamente.Ancora più pacatamente, Mr.Blond
    • Silvione scrive:
      Re: Screensaver anti-RIAA
      - Scritto da: Gianni
      Hmm... stavo pensando che sarebbero veramente
      problemi per la RIAA se qualcuno creasse un
      salvaschermo (magari pure simpatico) che una
      volta al secondo contatta il loro server... un
      attacco DDOS da paura!
      :|L'ha gia' fatto Lycos tre anni fa, con uno screensaver che ddos-ava i siti usati dagli spammers.
      Conosco gente che lo installerebbe subito!Cosi' ti esponi legalmente. Per sovraccaricare un sito in modo inattaccabile basterebbe essere in tanti ad autoconvincersi che e' un sito porno con foto e film in HD gratis, ed usarlo di conseguenza:)
    • metallo diabolico scrive:
      Re: Screensaver anti-RIAA
      chi l'ha detto che non si può essere anonimi?basti pensare che solo affacciandomi al terrazzo col wifi trovo decine di reti sprotette....il resto lo sapete già
      • galessandroni scrive:
        Re: Screensaver anti-RIAA
        - Scritto da: metallo diabolico
        chi l'ha detto che non si può essere anonimi?
        basti pensare che solo affacciandomi al terrazzo
        col wifi trovo decine di reti sprotette....il
        resto lo sapete
        giàDa un punto di vista rischi di avere ragione. Pero' al momento in cui ti connetti c'e' anche un indirizzo fisico MAC, un sistema operativo, un pacchetto che viene confezionato in maniera diversa a seconda delle macchine e, se proprio vogliamo essere non pignoli ma paranoici, la sproporzione.Le forze dell'ordine dispongono di un tempo molto maggiore del nostro. E per giunta stanno diventando parecchio bravi [io sono di Pesaro, ricordo l'operazione "Hardware II" quando la finanza entrava in casa, sequestrava il monitor e lasciava il computer].Baci.
        • BiGAlex scrive:
          Re: Screensaver anti-RIAA

          Da un punto di vista rischi di avere ragione.
          Pero' al momento in cui ti connetti c'e' anche un
          indirizzo fisico MAC, un sistema operativo, un
          pacchetto che viene confezionato in maniera
          diversa a seconda delle macchine e, se proprio
          vogliamo essere non pignoli ma paranoici, la
          sproporzione.
          Il mac chiaramente è possibile falsificarlo (sia da windows che da linux); il resto è inutile. Avvii una distro live di linux (proprio per i paranoici!) ed hai fatto. Poi, pulito e trasparente come prima :P
          Le forze dell'ordine dispongono di un tempo molto
          maggiore del nostro. E per giunta stanno
          diventando parecchio bravi [io sono di Pesaro,
          ricordo l'operazione "Hardware II" quando la
          finanza entrava in casa, sequestrava il monitor e
          lasciava il
          computer].
          Avranno pure quanto tempo vogliono... ma ben sappiamo che tanti reati reali e non virtuali restano impuniti... figuriamoci quelli virtuali!Oltre questo, saranno pure bravi... ma certamente c'è molta più gente che ci sa fare davvero ed è ancora in giro a fare danni... quindi...Buona serataBiGAlex
  • Magomerlin scrive:
    questo link va ancora
    http://riaa.com/goldandplatinum.php?content_selector=tblArtTal'%20UNION%20ALL%20SELECT%201,1,1,1,1,1,%22%3Cscript%3Ealert('www.mp3festa.com%20riaa%20sucks')%3C/script%3E%22,null,1,1%23
  • Immanuel scrive:
    oh...sono contento :D
    Oh...bello!!Sono contento..così ci pensano su due volte prima di continuare a dare fastido!! p)
  • Nilok scrive:
    La ragione o la forza?
    Ave.Chissà se in questa battaglia vincerà la ragione della razionalità o la brutalità della forza?Anche chi, come la RIAA, dovrebbe dare l'esempio, in realtà non vuole ascoltare la ragione della razionalità ed aspetta solo di essere costretta con la forza a smetterla di vivere alle spalle degli Artisti.Certo che hanno contribuito, non poco, alla decadenza culturale di questo piccolo pianetino blu sospeso nel nulla.A presto.Nilokhttp://informati.blog.tiscali.it/http://it.youtube.com/Nilok1959
  • Franz87 scrive:
    Chi la fa l'aspetti
    Con tutte quelle che combinano agli utenti, è normale che qualcuno prima o poi si incazzi!E adesso vediamo quanto sono bravi a rintracciare gli autori :P e magari a chiedere il copyright
  • Wargames scrive:
    Jukebox?
    Quella del Jukebox non la sapevo!:-D
Chiudi i commenti