Google: Chrome Frame non serve più

Fine dei giochi per Chrome Frame, il discusso plug-in usato da Google come cavallo di Troia per far girare l'engine di Chromium all'interno delle vecchie versioni di Internet Explorer. Oggi i browser sono tutti giovani e moderni
Fine dei giochi per Chrome Frame, il discusso plug-in usato da Google come cavallo di Troia per far girare l'engine di Chromium all'interno delle vecchie versioni di Internet Explorer. Oggi i browser sono tutti giovani e moderni

Google annuncia di voler abbandonare lo sviluppo e il supporto per Chrome Frame , plug-in pensato per “innestare” il layout engine WebKit all’interno delle versioni meno recenti di Internet Explorer e che oggi – a sentire Google – non ha più motivo d’esistere in ragione di un ciclo di sviluppo e rinnovamento dei browser web molto più serrato.

Chrome Frame cesserà di essere a partire da gennaio 2014, comunica Google. A quel punto gli sviluppatori di app tarate sul plug-in dovranno scegliere un browser più moderno e gli amministratori di sistema avranno a disposizione l’estensione Legacy Browser Support per passare da Chrome a un browser non aggiornato in caso di necessità.

Nel comunicare la notizia della morte di Chrome Frame, Google rivendica l’idea che nel 2009 portò alla nascita del plug-in e sorvola sul fatto che la tecnologia scatenò non poche polemiche in seno alle aziende di settore per le possibili conseguenze sul fronte della sicurezza e non solo.

Oggi il web è un posto migliore, spiega Google, grazie al fatto che la gran parte dei netizen usa browser moderni che si aggiornano automaticamente e la velocità dell’adozione delle nuove tecnologie telematiche è nettamente superiore che in passato. Chrome Frame ha fatto il suo tempo, ed è divenuto – fortunatamente – obsoleto.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

17 06 2013
Link copiato negli appunti