Google denunciata per frode sui clic

Questa l'accusa di uno degli inserzionisti della grande G secondo cui Google non fa abbastanza per impedire clic casuali sugli spot che pubblica


San Francisco (USA) – Chi utilizza Google per promuovere i propri servizi lo sa bene: ad ogni clic degli utenti è associato un corrispettivo predeterminato che l’inserzionista versa nelle casse di Google. L’abuso di questi clic è ora al centro di una denuncia contro Google scagliata dalla società americana Click Defense .

Secondo quest’ultima, dunque, Google non monitora a sufficienza l’utilizzo di quei clic da parte degli utenti, o di software sviluppati ad hoc per generare clic fasulli ma costosi, tanto che Click Defense avrebbe letteralmente buttato via 5 milioni di dollari di advertising.

Il fatto che la denuncia arrivi proprio da una società focalizzata sulla produzione di strumenti che contengano le frodi sui clic solleva naturalmente non pochi interrogativi. Il software dell’azienda è studiato per consentire agli inserzionisti di spot basati sul clic degli utenti di verificare se vi sia stata la cosiddetta “click fraud”, in modo tale da ottenere il rimborso per clic pagati ma fasulli.

Per Click Defense, dunque, la causa contro Google ha senz’altro un importante risvolto promozionale, cosa che non è detto giovi all’azienda quando il tutto finirà in tribunale.

Da parte sua Google, che già rimborsa i propri clienti dinanzi a casi di abuso conclamati, e che da sempre sostiene di monitorare con attenzione l’utilizzo di questo strumento di advertising, ha fatto sapere di ritenere la denuncia “destituita di ogni fondamento” e ha avvertito la controparte che in tribunale si difenderà “vigorosamente”.

Va detto che non è la prima volta che finisce sotto accusa questo sistema pubblicitario, utilizzato anche da altri big del settore, come Overture . Soltanto pochi mesi fa, in aprile, un inserzionista ha denunciato i principali motori di ricerca che adottano questo genere di spot sostenendo che tra di loro esiste un accordo di cartello che porta alla manipolazione dei prezzi ma anche alla generazione abusiva di clic fasulli.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    X tutti no?
    Non possono fare una lagge mondiale che impedisce a tutti di mandare schifezze?Sarebbe difficile da scrivere? secondo me no? cosi come lo scritta io è perfetta.Vedrai che cominceranno a spedire solo cose che sanno che saranno benvolute, se ogni volta che a qualcuno arriva qualcosa che non vuole il mittente viene punito.In fondo, il pc è mio, e se non voglio che mi arrivi niente...così dev'essere!
    • Anonimo scrive:
      Re: X tutti no?
      - Scritto da: Anonimo
      Non possono fare una lagge mondiale che impedisce
      a tutti di mandare schifezze?Una l"a"gge mondiale, certo. Che "impedisca", comunque.
      secondo me no?Non lo so. Come faccio a sapere se secondo te no ?
      cosi come lo scritta io è perfetta."Lai" scritta perfetta ? Ne dubito.
      Vedrai che cominceranno a spedire solo cose che
      sanno che saranno benvolute, Benvolute, certo.
      se ogni volta che a
      qualcuno arriva qualcosa che non vuole il
      mittente viene punito.Blblbllblb
      In fondo, il pc è mio, e se non voglio che mi
      arrivi niente...così dev'essere!Bravo.
  • Anonimo scrive:
    E gli articoli x bambini?
    Finalmente quelli che costruiscono giocattoli,e cose simili potranno cominciare anche loro a riempire il mondo di "scassature di cocomeri rosa",visto che dato l'articolo riservato ad una "ristretta cerchia",non aveva senso mandare mail,popup,etc a tutti.
  • Anonimo scrive:
    Dubbio atroce...
    ...i pedofili avranno una lista bella pronta?E' per questo che al supermercato c'era la fila di tizi in calzini e impermeabile che facevano incetta di champagne?
  • Anonimo scrive:
    Voglio iscrivermi anche io
    Voglio iscrivermi anche io. E' la quinta volta che cerco di togliere la mia iscrizione dalla mailing list di Cisco, ma quelli continuano a mandarmi e-mail. Sapete per caso a chi dovrei rivolgermi, ministero per la privacy o polizia postale?
    • Anonimo scrive:
      Re: Voglio iscrivermi anche io
      Rivolgiti ad un rivenditore cisco, e spiegagli che ti sei rotto il c*zzo dello spam del suo schiavista.
  • blueplatinum scrive:
    Un dubbio? Di più!
    Mi chiedo: ma quante "aziende" dello spam utilizzeranno proprio queste liste per la loro immondizia?
    • Anonimo scrive:
      Re: Un dubbio? Di più!
      - Scritto da: blueplatinum
      Mi chiedo: ma quante "aziende" dello spam
      utilizzeranno proprio queste liste per la loro
      immondizia?Tutte quelle straniere che non possono certo essere penalizzate in alcun modo da questa nuova trovata :DIncominciamo a scrivere SPAM! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Un dubbio? Di più!
      - Scritto da: blueplatinum
      Mi chiedo: ma quante "aziende" dello spam
      utilizzeranno proprio queste liste per la loro
      immondizia?Se fare SPAM è già *VIETATO* perchè dovrebbe essere "più vietato" mandare SPAM agli indirizzi contenuti in tale lista?Tra "vietato" e "severamente vietato" non c'è alcuna differenza: rimane sempre una cosa che NON si può fare...
  • Anonimo scrive:
    Un dubbio...
    Ma chi tutela i minorenni iracheni dalle bombe USA? :
    • Anonimo scrive:
      Re: Un dubbio...
      - Scritto da: Anonimo
      Ma chi tutela i minorenni iracheni dalle bombe
      USA? :Ma soprattutto... se vengono a casa mia per darmi 10000 dollari di multa gli rido in faccia e gli faccio notare che gli Stati Uniti hanno confini ben precisi e le loro leggi valgono solo nel loro territorio.Evidentemente chi fa queste leggi non si rende ancora ben conto che Internet non è una cosa solo Americana, solo Italiana o solo [inserisci qui].
      • Anonimo scrive:
        Re: Un dubbio...
        Viene la CIA e ti porta via...(una volta c'era l'uomo nero... oggi bisogna dire così ai bambini)
        • Anonimo scrive:
          Re: Un dubbio...
          - Scritto da: Anonimo
          Viene la CIA e ti porta via...
          (una volta c'era l'uomo nero... oggi bisogna dire
          così ai bambini)LOL, è vero... tristemente... ma lo è :(
        • daluso scrive:
          Re: Un dubbio...
          :) Eh! Eh! già... ma mentre prima avevano delle pistole giocattolo ora giocano con armi vere... non sò quanto gli convenga all' "Uomo della CIA"... ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Un dubbio...
            - Scritto da: daluso
            :) Eh! Eh! già... ma mentre prima avevano delle
            pistole giocattolo ora giocano con armi vere...
            non sò quanto gli convenga all' "Uomo della
            CIA"... ;)vorrà dire che quelli della CIA prima sparano e poi chiedono se sei la persona che vogliono portare VIA. :)
  • Anonimo scrive:
    Hmmm
    "...la creazione di registri pubblici contenenti indirizzi email non utilizzabili per alcuna operazione di marketing..."Hmmm... ed è possibile anche per gli adulti entrare a far parte di questa lista? Chi si deve corrompere? :)
Chiudi i commenti