Google e le mappe dello shopping

Contro il logorio da centro commerciale, una nuova versione di Google Maps per Android. Negozi e ristoranti censiti e geolocalizzati, per non perdersi neppure un'offerta speciale

Roma – Voi che vi sentite persi quando mettono piede in un centro commerciale di dimensioni mastodontiche, che passate ore a studiare le mappe appese in quei larghi corridoi con la testa un po’ inclinata alla ricerca del fantomatico pallino rosso con la scritta “voi siete qui”: Google non vi ha dimenticati. La nuova versione di Google Maps per Android (6.0) ha una nuova funzione che permette la geolocalizzazione dell’utente e l’individuazione di tutti i negozi e i servizi che sono vicini a lui.

Questa tecnologia di localizzazione, che sfrutta i segnali GPS, gli hotspot WiFi e le reti cellulari, riesce addirittura a determinare il piano in cui l’utente sta camminando e in base a questo cambia automaticamente la mappa per mostrare le attività commerciali limitrofe. Con un’accuratezza che varia dai 5 ai 10 metri, l’utente si vede visualizzato come un pallino blu e può facilmente individuare non solo negozi ma anche punti di interesse come i bagni, gli sportelli bancomat o le uscite aeroportuali.

Oltre ai centri commerciali, infatti, saranno pian piano mappati anche gli aeroporti: al momento il servizio è attivo in 18 aerostazioni , tra cui quelle di San Francisco, Chicago, Las Vegas, Houston, Atlanta e Seattle. La lista completa dei luoghi attualmente coperti dalla mappatura (al momento solo negli Stati Uniti e in Giappone) è pubblicata sul sito di Google, ma BigG invita chiunque possegga un’attività in un centro commerciale a inserire nel sistema la mappa del piano dove è collocato il negozio.

Dopo aver introdotto la possibilità di visualizzare immagini panoramiche e navigabili dell’interno dei negozi , Google apre nuovi e interessanti scenari per il marketing: in maniera simile a quanto già ideato per Foursquare , si potrebbero inserire i brand nelle mappe e magari attraverso il logo dare accesso ai cataloghi o ai menù se si tratta di punti di ristoro. Potrebbe anche essere ideato un sistema per pubblicizzare sconti e offerte geolocallizate e a tempo nel momento in cui si entra in un centro commerciale.

Elsa Pili

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • aaa scrive:
    errore
    le password 000 significano che i rispettivi account NON avevano password.Leggeteli i pastebin ed evitate di scrivere XXXXXXX.
  • Giusalex1 scrive:
    Siamo messi bene
    Sono cracker, idioti e cospirazionisti siamo messi bene.....
    • Anticristo6 66 scrive:
      Re: Siamo messi bene
      - Scritto da: Giusalex1
      Sono cracker, idioti e cospirazionisti siamo
      messi
      bene.....beh considerando che dall'altra parte ci sono professoroni ancora più idioti e autoreferenziali, direi che stiamo messi proprio male :D
Chiudi i commenti