Google Go è 1.0

Il nuovo linguaggio di programmazione voluto da BigG raggiunge la sua prima "major" release. Tante le novità tecniche. Unico neo: la mancanza di interesse degli sviluppatori a due anni dal debutto
Il nuovo linguaggio di programmazione voluto da BigG raggiunge la sua prima "major" release. Tante le novità tecniche. Unico neo: la mancanza di interesse degli sviluppatori a due anni dal debutto

Go, il linguaggio di programmazione cucinato da Google nel 2009 come alternativa alla complessità raggiunta in questi anni dagli ambienti di sviluppo più popolari, si è appena “laureato” con la distribuzione della versione 1.0 di specifiche e toolkit. Importanti le novità della release, mentre i programmatori continuano a snobbare il nuovo linguaggio.

Go 1.0 comprende miglioramenti lato programmazione (nuove tipologie di errori e caratteri Unicode), per le librerie standard, una migliore e più coerente organizzazione gerarchica dei vari componenti del linguaggio (i pacchetti networking ricollocati come sottodirectory della cartella “net”) e via elencando.

Un’altra importante novità introdotta dai Googlers è un aumentato livello di compatibilità dei listati di codice sorgente: il codice creato secondo le specifiche Go 1.0, promette Google, continuerà a funzionare senza problemi almeno fino alla prossima major release (Go 2.0).

Go cresce e matura, ma a latitare è sempre l’interesse degli sviluppatori operanti fuori dalle mura del Googleplex: la più recente edizione dell’ indice TIOBE (marzo 2012) posiziona Go tra il 51esimo e il 100esimo posto nella classifica dei linguaggi di programmazione più popolari, con una percentuale molto al di sotto dello zero virgola percentuale.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 04 2012
Link copiato negli appunti