Grow My Store: il pagellino Google al tuo sito Web

Google ha lanciato il servizio Grow My Store per supportare tutti i piccoli esercenti che hanno una presenza online ma non sanno sfruttarla a dovere.
Google ha lanciato il servizio Grow My Store per supportare tutti i piccoli esercenti che hanno una presenza online ma non sanno sfruttarla a dovere.

La situazione attuale ha portato un altissimo numero di piccole aziende a ripensare il modo in cui ci si rapporta con gli utenti, i clienti e il mercato: il sito Web, la cui utilità di “volantino” è terminata da molto tempo, è oggi un fondamentale punto di riferimento per farsi trovare, per farsi riconoscere, per proporre la propria merce e per aumentare il perimetro della propria attività. Con Grow My Store, il gruppo intende ora mettere a disposizione dei piccoli esercenti un tool di monitoraggio in grado di verificare la bontà di un sito Web e di fornire un report che possa fungere da punto di partenza per evolvere la propria presenza online.

Il ruolo di consulenza di Google può essere importante in questo frangente soprattutto per chi ha budget risicati e alta necessità di approdare efficacemente online. Così come la consulenza EasyCommercio può diventare una leva fondamentale per progettare ogni singolo passaggio in questo percorso di digitalizzazione, Grow My Store può invece essere un rapido check-up per siti già in essere, necessitanti di interventi urgenti per migliorarne l’appeal ed aumentarne le performance.

Google lancia Grow My Store

Il servizio Grow My Store di Google è online e raggiungibile da questo link. Il servizio chiede anzitutto di inserire l’indirizzo Web della propria attività, punto di partenza necessario per l’avvio del monitoraggio. Il tutto si conclude con pochi click ed in un minuto appena.

In questo momento di incertezza, siamo al tuo fianco per aiutarti a gestire la tua attività. Ricevi una valutazione rapida e senza costi del tuo sito web.

Il pagellino di Google Grow My Store

Ben prima di ogni ragionamento sulla digital transformation, ma un passo oltre il negozio che ancora ha mai nemmeno pensato di andare online: un servizio per chi ha intuito l’importanza dell’esserci, ma non ha ancora affrontato il tema del come. Quel che ne esce, sulla base del tipo di attività che si è dichiarata al servizio (vendita online, vendita in-store, entrambe), è una sorta di pagellino che analizza blandamente vari aspetti per riconsegnare una sorta di check-list sulle cose fatte e quelle ancora da sistemare. Per ricevere il report completo occorre inserire il proprio indirizzo di posta elettronica, ricevendo così un resoconto contenente l’intera analisi, punto per punto.

Non si tratta di un servizio utile per chi ha già fatto un sito con tutti i crismi: è questo un valido riferimento per coloro i quali si trovano nell’impasse della situazione attuale di fermo, con la necessità di portare online la propria attività ma senza minimamente sapere come muoversi. Chi aveva già online un sito, magari dimenticato da tempo e ora urgentemente da risistemare, ha la possibilità di passare questo controllo ed avere così un quadro complessivo di valutazione. Dopodiché avvalersi di consulenti specializzati (anche con servizio di consulenza gratuita nell’ottica della ripartenza) è un passo del tutto fondamentale se l’obiettivo è quello di creare una presenza online che rimanga, che si possa monetizzare nel tempo e che possa ampliare il perimetro della propria attività ben oltre i limiti evidenziati dalla crisi attuale.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 04 2020
Link copiato negli appunti