Italia in Digitale: 900 milioni da Google

Con un investimento da oltre 900 milioni di euro in cinque anni Google annuncia il progetto Italia in Digitale per supportare la ripartenza del paese.
Con un investimento da oltre 900 milioni di euro in cinque anni Google annuncia il progetto Italia in Digitale per supportare la ripartenza del paese.

Progetti di formazione, partnership finalizzate a supportare sia le aziende sia le persone alla ricerca di opportunità lavorative, la creazione di regioni cloud e il lancio di iniziative a sostegno della Trasformazione Digitale: è quanto messo oggi sul piatto da Google con l’annuncio del programma Italia in Digitale la cui finalità dichiarata è quella di supportare la ripartenza del paese.

Cloud e Trasformazione Digitale: Google per l’Italia

In termini concreti lo sforzo consiste in un investimento quinquennale da oltre 900 milioni di euro. Una parte della somma sarà destinata alla realizzazione di due Cloud Region sul territorio realizzate insieme a TIM (al momento non è dato a sapere dove). A renderlo ufficiale è un intervento di Sundar Pichai, CEO di Google e della parent company Alphabet.

Google è orgogliosa di essere partner della ripresa economica dell’Italia. Per aiutare a trasformare le aziende italiane grandi e piccole, investiremo oltre 900 milioni di dollari in cinque anni, che includono l’apertura delle due Google Cloud Region in partnership con TIM.

L’obiettivo di Italia in Digitale è quello di accelerare la ripresa economica. L’iniziativa nasce dall’esperienza acquisita nel corso degli anni con altri progetti come Crescere in Digitale e Google Digital Training che hanno fin qui aiutato 500.000 persone ad acquisire le competenze digitali necessarie per rilanciare un’attività o migliorare la propria carriera. L’impegno annunciato oggi mira ad aiutare altre 700.000 persone nonché le piccole e medie imprese a fare altrettanto. Questo il commento di Fabio Vaccarono, Managing Director di Google Italy.

Da molti anni Google è impegnata in Italia per diffondere le competenze digitali utili a trovare un lavoro o far crescere un’attività. Se queste competenze erano importanti prima della pandemia, ora sono diventate tanto più necessarie: per superare le sfide del presente la digitalizzazione è un elemento imprescindibile, per trovare nuove opportunità lavorative, per rilanciare un’impresa, e a vantaggio dell’intera società. È su questa linea, arricchita da nuovi strumenti, che intendiamo proseguire con il nuovo progetto Italia in Digitale, rivolto in particolare alle piccole e medie imprese. La crisi ha accelerato il nostro uso della tecnologia: ora la tecnologia può aiutarci a uscire dalla crisi.

Durante gli ultimi difficili mesi il gruppo di Mountain View ha collaborato tra gli altri anche con il Ministero della Salute per mostrare sul motore di ricerca, su YouTube e su Maps una serie di informazioni essenziali relative a COVID-19, attivando poi una partnership con il Ministero dell’Istruzione per favorire l’adozione degli strumenti della didattica a distanza. Oltre a questo sono stati distribuiti crediti e grant pubblicitari a PMI, agenzie governative e associazioni non-profit.

Oggi da Google.org arriva anche un 1 milione di euro destinato a Unioncamere per supportare nella Trasformazione Digitale dei business in difficoltà, da destinare a formazione specifica e assistenza da parte di esperti.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti