Google, le anteprime degli altri

Mountain View realizza i desideri degli editori tedeschi: da ora in poi godranno di molta meno visibilità sul motore di ricerca e sull'aggregatore di notizie Google News

Roma – Google ha deciso di cedere alla pressione degli editori tedeschi che avevano deciso di fargli battaglia, rimuovendo dai suoi servizi anteprime ed immagini dei loro contenuti .

Gli editori riuniti sotto l’egida della collecting society VG Media sono ricorsi ai tribunali tedeschi per protestare contro anteprime e gallerie con le immagini assemblate a partire dai loro contenuti: dal momento che ritengono il servizio di aggregazione di notizie Google News e le informazioni pubblicate tra i risultati del motore di ricerca di Google forme illecite di sfruttamento dei loro contenuti protetti da diritto d’autore, che permettono oltretutto a Mountain View di trarre un profitto, chiedono alle autorità giudiziarie tedesche di costringere Big G a pagare loro un commisurato obolo.

Per tutta risposta Google ha provveduto ora a rimuovere completamente anteprime ed immagini (sia dal motore di ricerca che da Google News) degli editori riuniti sotto VG Media, tra cui bild.de , bunte.de e hoerzu.de : di tutti loro mostrerà solo link e titolo senza anticipare nulla dei contenuti.

Dal momento che una eventuale sentenza contraria a Google sembra improbabile dopo la prima decisione emessa dalla giustizia tedesca e favorevole a Mountain View, la mossa non sembra avere l’obiettivo di limitare i possibili danni legali conseguenti ad una condanna.

Google, piuttosto, sembra dire elegantemente ma categoricamente peggio per loro : “Ogni mese portiamo ai siti di notizie tedeschi circa mezzo milione di click, ognuno dei quali vale tra i 12 ed i 16 centesimi secondo l’Associazione degli editori americana. Inoltre abbiamo negli ultimi tre anni distribuito un milione di euro in advertising a partner tedeschi collegati ai media.”

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Aleb scrive:
    Non si dice "LGBT"
    Facebook prevede una quarantina di generi diversi, per cui ci vuole un acronimo con altrettante lettere.
  • Winaro scrive:
    La soluzione è semplice...
    da ora in poi verificheranno l'identità degli iscritti prendendo loro l'impronta dei piedi ed applicando un simpatico tatuaggio sulla natica destra.In questo modo sarà anche possibile usare degli pseudonimi! Non è fantastico?Parola di Winaro! ;)
  • Leguleio scrive:
    Solo!?
    " Dal momento, poi, che nel 99 per cento dei casi segnalati si trattava effettivamente di profili malevoli per la community (troll,... "Solo 99 per cento? (newbie)
    • ... scrive:
      Re: Solo!?
      - Scritto da: Leguleio
      " Dal momento, poi, che nel 99 per cento dei
      casi segnalati si trattava effettivamente di
      profili malevoli per la community
      (troll,... "

      Solo 99 per cento? (newbie)Ti obbliga qualcuno a rispondere ad ogni messaggio. No perché altrimenti non si spiega.
Chiudi i commenti