Google: organizzo io il computing distribuito

La toolbar del celebre motore potrebbe presto diventare il trait d'union di milioni di utenti internet interessati a partecipare a progetti di ricerca collettivi. Ecco come


Roma – Google vuole scendere nell’arena del computing distribuito online, basato sulla raccolta degli sforzi di migliaia o milioni di computer connessi ad internet. E intende farlo attivando nuove funzionalità nella propria toolbar.

Il celebre motore di ricerca ha iniziato le sperimentazioni coinvolgendo circa 500 persone dotate di sistemi Windows. Questi possono partecipare, utilizzando la toolbar, al progetto di ricerca Folding@Home dell’Università di Stanford, un progetto su come siano trasformate in proteine alcune specifiche informazioni genetiche.

Il progetto richiede una notevole capacità di calcolo per l’elaborazione e ciascun aderente all’iniziativa di Google “dona” all’Università una parte delle capacità di processo del proprio elaboratore quando non lo utilizza per altri scopi.

Questo sistema di computing distribuito, per Google appunto in fase sperimentale, si va diffondendo da tempo e coinvolge già molti utenti in progetti come la ricerca sui tumori , dove Intel svolge un ruolo preminente. Ma il primo e più celebre progetto di questo tipo è quello che supporta la ricerca di attività extraterrestri nello spazio, Seti@Home . In Italia il CNR da tempo ha iniziato ad affrontare la questione delle opportunità del computing distribuito via internet.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Io farei pagare anche ...
    Io farei pagare anche l'aria che si respira mentre si guarda un film .. non è giusto che si respiri gratis!
  • Anonimo scrive:
    E con i produttori di Taiwan come la mettiamo?
    E con quelli di Hong Kong? E i Sudcoreani?Le leggi "amerregane" posso forse costringere anche loro? :P
  • Anonimo scrive:
    La soluzione
    La soluzione esiste basta non comprare le cose protette sia hardware che software e alla fine tutto si risolverà. In questo periodo dovevo acquistare diversi cd audio ma vedendo che sono protetti li ho lasciati in negozio.
  • Anonimo scrive:
    Ma chi obbliga i produttori di hardware?
    I produttori di hardware non hanno nessun obbligo di "arrivare a uno standard". Se il parlamento definisce uno standard e obbliga i produttori a rispettarlo è un conto. Ben diverso il fatto che lo standard non ci sia, e i parlamentari "vogliano" che i produttori di hardware raggiungano un accordo.E chi li obbliga? I parlamentari non hanno niente in mano, se i produttori di hardware se ne sbattono, la cosa peggiore che può capitare è che gli mettano fuori legge tutti gli hard disk.E dopo?E dopo torneranno sui loro passi, perché senza hard disk i computer non vanno, e siccome l'alternativa i parlamentari non sono capaci di trovarsela da soli, ecco che il resto viene di conseguenza...
  • Anonimo scrive:
    autoradio, stereo, player portatile
    ragazzi, investite OGGI su Autoradio, stereo da casa (mp3-player-cd che leggono i riscrivibili ecc ecc) e lettori portatili (flashmemory) che leggano MP3.Non aggeggi ibridi.e state attenti ai prossimi firmware.E spassatevela per i prossimi 10 anni._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._.
  • Anonimo scrive:
    acquistare masterizzatori OGGI in blocco
    acquistate OGGI masterizzatori buoni in blocco.poi apponete bollino "NO-DRM"acquisto garantito tra 2 anni
  • Anonimo scrive:
    Legittima difesa
    Questa e' l'unica strada, e' la legittima difesa degli artisti e dei distributori. Prendetevela in saccoccia ragazzini.
    • Anonimo scrive:
      Re: Legittima difesa
      La vedremo.- Scritto da: spyme spyyou
      Questa e' l'unica strada, e' la legittima
      difesa degli artisti e dei distributori.
      Prendetevela in saccoccia ragazzini.
    • Anonimo scrive:
      Re: Legittima difesa
      - Scritto da: spyme spyyou
      Questa e' l'unica strada, e' la legittima
      difesa degli artisti e dei distributori.
      Prendetevela in saccoccia ragazzini.E' lo stesso principio per cui i piedi di porco devono essere obbligatoriamente costruiti in gomma, per evitare che possano essere utilizzati per furti con scasso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Legittima difesa

      Questa e' l'unica strada, e' la legittima
      difesa degli artisti e dei distributori.se solo questo riuscite a vedere, avete bisogno di un controllo della vista oltre a quello del cervello...
      Prendetevela in saccoccia ragazzini.vedremo chi la prendera...intanto io spendevo qualche millioncino ad anno in vari componenti vari...che adesso faranno un'altra fine...
  • Anonimo scrive:
    PLAYSTATION
    basta copiare l'idea della sony: un playstation facilmente craccabile per poter inserire normali cd masterizzati. Al produttore che ci riuscirà andrà tutto il mercato.
    • Anonimo scrive:
      Re: PLAYSTATION
      - Scritto da: leoiogv
      basta copiare l'idea della sony: un
      playstation facilmente craccabile per poter
      inserire normali cd masterizzati. Al
      produttore che ci riuscirà andrà tutto il
      mercato.Oppure come il limitatore a 45 km/h, necessario per legge, sui motorini...Si... il limitatore c'è...il motorino non supera i 45 km/h... poi giri una vite ed escludi il limitatore. E il motorino fa gli 80 km/h...Comunque io la mia decisisione l'ho presa da tempo: non compro più un CD o una cassetta VHS. Perlomeno nulla che costi più di 10 Euro.Peccato: mi è sempre piaciuto ascoltare la musica, ma sono stufo di essere preso per il culo. E poi quella che mettono in giro oggi non è musica...
  • Anonimo scrive:
    CBDTPARIAAMPAACBDTPARIAAMPAACBDTPARIAAMPAA
    CBDTPARIAAMPAACBDTPARIAAMPAACBDTPARIAAMPAACBDTPARIAAMPAA
    • Anonimo scrive:
      Re: CBDTPARIAAMPAACBDTPARIAAMPAACBDTPARIAAMPAA
      - Scritto da: Virtuoso
      CBDTPARIAAMPAACBDTPARIAAMPAACBDTPARIAAMPAACBDBrutta nottata he ? :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: CBDTPARIAAMPAA[ecc..]
        - Scritto da: Nemo
        - Scritto da: Virtuoso


        CBDTPARIAAMPAACBDTPARIAAMPAACBDTPARIAAMPAACBD

        Brutta nottata he ? :-)Sono d'accordo con Virtuoso. Da una sigla impronunciabile a regole inapplicabili. Credo sarà un bel flop per le major del disco.-beebox
  • Anonimo scrive:
    Abolire le tasse su CD vergini
    il costo dei CD e cassette verginie` pompato da tasse mirate a sovvenzionarele casse di questi gentiluomini chefanno processo alle intenzionise si adotta questa tecnologiaqueste tasse andrebbero abolitePino Silvestre
    • Anonimo scrive:
      Re: Abolire le tasse su CD vergini
      diventeranno comunque inservibili, non credi?- Scritto da: Pino Silvestre
      il costo dei CD e cassette vergini
      e` pompato da tasse mirate a sovvenzionare
      le casse di questi gentiluomini che
      fanno processo alle intenzioni

      se si adotta questa tecnologia
      queste tasse andrebbero abolite

      Pino Silvestre
    • Anonimo scrive:
      Re: Abolire le tasse su CD vergini
      - Scritto da: Pino Silvestre
      il costo dei CD e cassette vergini
      e` pompato da tasse mirate a sovvenzionare
      le casse di questi gentiluomini che
      fanno processo alle intenzioni

      se si adotta questa tecnologia
      queste tasse andrebbero abolite

      Pino SilvestreMi piacerebbe sapere quanto risparmieresti tu personalmente al mese se non esistessero queste tasse...
  • Anonimo scrive:
    ok..
    io intanto mi compro un lettore mp3 senza limitazioni ... i super lettori dei prossimi anni con 20+gb delle dimensioni di un portachiavicon il loro bel sistema anticopia resteranno sugli scaffali.Non sono certo favorevole alla pirateria ma NON SOPPORTO di essere limitato nell'ascolto di musica che ho pagato.
    • Anonimo scrive:
      Re: ok..
      questo è il punto PER TUTTI.nessuno vuole essere trattato così.Quando si allargano troppo, noi ci incazziamo. Pazzesco che non lo capiscano.E' come se fosse tornata fuori la "vecchia guardia", ma quella vecchia-vecchia.Quella cieca.Peggio per loro.- Scritto da: Zanna Bianca
      io intanto mi compro un lettore mp3 senza
      limitazioni ... i super lettori dei prossimi
      anni con 20+gb delle dimensioni di un
      portachiavi
      con il loro bel sistema anticopia resteranno
      sugli scaffali.

      Non sono certo favorevole alla pirateria ma
      NON SOPPORTO di essere limitato nell'ascolto
      di musica che ho pagato.
      • Anonimo scrive:
        Re: ok..

        E' come se fosse tornata fuori la "vecchia
        guardia", ma quella vecchia-vecchia.
        Quella cieca.E' tornata fuori da tempo, e l'avete voluta e votata *voi*, con tutte le vostre forze.
        • Anonimo scrive:
          Re: ok..
          ah si'? vorrei ben ricordare chi in italia ha approvato la leggina sulla pubblicazione dei siti web... e tante altre leggine che passano in sordina.. Collegare il cervello prima di parlare...
        • Anonimo scrive:
          Re: ok..
          La legge sul diritto d'autore, ti ricordo, è stata approvata nella scorsa legislatura, quasi all'unanimità!Lascia perdere... - Scritto da: tg

          E' come se fosse tornata fuori la "vecchia

          guardia", ma quella vecchia-vecchia.

          Quella cieca.

          E' tornata fuori da tempo, e l'avete voluta
          e votata *voi*, con tutte le vostre forze.
  • Anonimo scrive:
    non solo hardware...ma anche software...
    pare...
Chiudi i commenti