La versione consumer di Google+ chiuderà il 2 aprile

Il gruppo di Mountain View ha annunciato la data di chiusura ufficiale per la versione consumer di Google+: le attività si fermeranno il 2 aprile.

La versione consumer di Google+ chiuderà il 2 aprile

Ormai ci siamo, ancora poco più di due mesi e anche Google+ diverrà l’ennesimo ramo secco tagliato dal gruppo di Mountain View, un progetto che non ha saputo nel corso degli anni raggiungere gli obiettivi fissati, pur passando attraverso una serie di cambiamenti e correzioni in corsa. Per la versione consumer della piattaforma la chiusura è stata fissata in via ufficiale e definitiva il 2 aprile.

Google+, la chiusura il 2 aprile

Nessun ripensamento, dunque, rispetto a quanto annunciato nell’ottobre scorso. Il social network non verrà del tutto spento, ma continuerà a vivere sotto forma di servizio destinato al mondo enterprise. In questi giorni inizia a interrompersi l’attività delle API messe a disposizione alla community di sviluppatori. Determinante per la decisione di porre fine al progetto la scoperta di un bug che per lungo tempo ha esposto i dati degli utenti. G+ è stato lanciato nel 2011 con l’obiettivo rivelatosi poi troppo ambizioso di arrivare a competere con il concorrente Facebook e con le altre alternative di quello che allora veniva definito “Web 2.0”. Oggi bigG torna sul tema, con nuovi dettagli.

Il 2 aprile i profili attivi su Google+ e tutte le pagine Google+ create saranno messi offline e inizieremo a eliminare i contenuti legati agli account consumer di Google+.

Un processo che si protrarrà per alcuni mesi, durante i quali gli utenti potrebbero osservare ancora attività sui loro account. Chi desidera scaricare le foto e i video condivisi oppure i propri dati pubblicati sulla piattaforma può farlo seguendo la procedura descritta sulle pagine del supporto ufficiale.

A partire dal 4 febbraio non sarà più possibile creare nuovi profili, pagine, community o eventi su Google+.

Coloro che fino ad oggi hanno sfruttato il pulsante Google+ Sign-in per effettuare l’autenticazione in applicazioni o servizi online non potranno più farlo a partire dalle prossime settimane: in alcuni casi la funzionalità sarà rimpiazzata dal pulsante Google Sign-in per il login attraverso le credenziali del proprio account.

Al capolinea anche il sistema di commenti per siti esterni: smetterà di funzionare dal 4 febbraio per il network Blogger e dal 7 marzo per gli altri. Tutti i commenti pubblicati verranno eliminati a partire dal 2 aprile.

Diventerà un social enterprise

Per gli abbonati alla soluzione G Suite, invece, non cambierà nulla. I profili creati sul social rimarranno attivi. Anzi, per i professionisti è arrivo un restyling del social accompagnato da feature inedite, a testimonianza di come il gruppo di Mountain View abbia intenzione di continuare a investirvi, rendendolo però un prosotto solo ed esclusivamente enterprise. L’intervento odierno di bigG si chiude con un ringraziamento che riportiamo di seguito in forma tradotta.

Da tutti noi del team Google+, grazie per aver reso G+ un posto tanto speciale. Siamo grati ai talentuosi gruppi di artisti, a chi ha creato le community e ai leader che hanno scelto Google+ come loro casa. Non sarebbe stato lo stesso senza la loro passione e dedizione.

Fonte: Google

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti