Google rimuove link. In trasparenza

di G. Mondi. Con la vicenda Scientology, Google vuole dimostrare che se la legge va rispettata fino in fondo allo stesso modo occorre reagire. Con la compostezza e l'eleganza che appartengono al grande sito di ricerca


Roma – Nell’occhio del ciclone da quando è divenuto legge eppure mai abbastanza criticato, il Digital Millennium Copyright Act (DMCA) americano continua a far danni, limitati solo talvolta dall’avvedutezza di chi ne rimane coinvolto, come, nel nostro caso, Google .

Il celebre motore di ricerca, infatti – che ha scalato suo malgrado le prime pagine dei media americani per le iniziative della Chiesa di Scientology contro la pubblicazione di certi link sulle sue pagine – ha deciso di rendere trasparenti le azioni che è costretto a compiere per adeguarsi al DMCA.

L’azienda Google ha infatti deciso di fornire ad un sito che si batte per le libertà digitali, Chillingeffects.org , le lettere inviate da Scientology e probabilmente tutte quelle che riceverà in futuro da parte di chi ritiene illecite le pubblicazioni di certi collegamenti ipertestuali, in particolare quelli che portano a siti che duplicano senza autorizzazione materiale protetto da copyright. Era proprio per questo che la Chiesa di Scientology, da sempre attenta a perseguire online chiunque faccia uscire i “testi segreti” dalla cerchia dei propri affiliati, aveva chiesto e ottenuto che Google rimuovesse alcuni dei suoi link alle pagine di Xenu.net , sito anti-Scientology accusato di violazione del DMCA.

La “mossa” di Google è spiazzante per i fautori del Web-ma-non-troppo, perché rende pubbliche operazioni delle quali in genere si sa poco, quelle con cui lentamente ma inesorabilmente viene delimitato lo “spazio legale” della rete. È evidente, infatti, che impedire ad un motore di ricerca di fare il proprio mestiere, che è quello di indicizzare risorse internet e presentarle in modo neutro al pubblico, significa togliere alla rete uno dei suoi strumenti più importanti e centrali.

Google questo lo sa bene e ha deciso di difendersi trasmettendo pubblicamente le lettere di warning che gli arrivano da avvocati di terze parti.

Non solo. Nella pagina che ha dedicato al DMCA , Google spiega cosa significa il DMCA ma spiega anche come reagire nel caso si riceva una notifica da parte di terzi per violazione del DMCA stesso. Una pagina che dunque guadagna a Google i molti consensi di chi ritiene oggi la rete assediata dall’armata del copyright a tutti i costi.

E se Cindy Cohn, direttore legale della Electronic Frontier Foundation ha accolto con ovvio entusiasmo l’iniziativa di Google, rimane da vedere quanto a lungo i principali snodi della rete dovranno subire indebite amputazioni come quelle imposte dal DMCA, che trasforma chiunque gestisca link ipertestuali in un poliziotto che, se non agisce, allora può essere impiccato come complice.

Gilberto Mondi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • classe '83 scrive:
    C=64
    PSX AND C=64
    AND PC C=64
    OSX
    "Il commodore 64 rompe il c**o al pc, il commodore 64 è più di Xp e OS X.Col C=64 ora ci giocano gli dei e il C=64 si è inc*lato anche la play!" - Articolo 31. E io straquoto. Anche se l'articolo è stravecchio. Le partitone a pool, memory, circus charlie ecc in famiglia ...
  • Anonimo scrive:
    La linguetta no..ma la graffetta si'
    La linguetta poteva andare bene per i telefoni americani,ma vi assicuro che una graffetta (o attach) srotolata funzionava piu' che bene all'epoca.Basta infilare un lato nel microfono e toccare con l'altra estremita' un qualsiasi punto metallico (massa) e si sentiva prima un click e poi si poteva telefonare tranquillamente.Ora ovviamente questo espediente non funziona piu' ma il principio era esattamente lo stesso della linguetta della lattina :)
  • Anonimo scrive:
    emulatori
    ragazzi! sono mitici e quel tocco di smanettamento necessario per farli funzionare li rende ancora piu' belliper la serie no pain no gainnon immaginate quanto vi divertirete!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: emulatori
      - Scritto da: tSk
      ragazzi! sono mitici e quel tocco di
      smanettamento necessario per farli
      funzionare li rende ancora piu' belli
      per la serie no pain no gain

      non immaginate quanto vi divertirete!!!Guarda; Frodo lo ho da diversi anni e sebbene abbia l'emulazione di un 1541 e anche l'emulazione dello speeddos, anche fare una partita a Last Ninja 2 non è la stessa cosa. Altri tempi, tra l'altro non avrei ora la possibilità per mettermi a giocare a Great Giana Sister o Bubble Bobble di filata come facevo allora!Carina invece l'idea del Sid plugin per Winamp dicui non ero a conoscenza.
  • Anonimo scrive:
    Esisterà ancora qualche BBS per C64..?
    come sopra
  • Anonimo scrive:
    Hacker nel vero senso della parola
    cioè geni che riescono a tutti i costi a risolvere un problema. Immaginate cosa vuol dire uno stack tcp-ip, la gestione della ethernet, lo straming, il tutto nei pochi kb di ram dei c64.
    • Anonimo scrive:
      Re: Hacker nel vero senso della parola
      - Scritto da: Vertigo
      cioè geni che riescono a tutti i costi a
      risolvere un problema. Immaginate cosa vuol
      dire uno stack tcp-ip, la gestione della
      ethernet, lo straming, il tutto nei pochi kb
      di ram dei c64.Dimostra solo cio che e' vero!Che se win 2000 vuole 128M di ram per partire e' solo per gli accordi segreti tra Bill Gates ed i produttori di RAM.
      • Anonimo scrive:
        Re: Hacker nel vero senso della parola

        Dimostra solo cio che e' vero!
        Che se win 2000 vuole 128M di ram per
        partire e' solo per gli accordi segreti tra
        Bill Gates ed i produttori di RAM.Il Kernel di Win98 occupa in Ram 96Kb.L'immagine che stai vedendo sul browser occupa oltre un 1Mb.Per quanto ottimizzata possa essere la programmazione (e non lo è) la differenza lo fanno i contenuti multimediali non il codice.Vuoi immagini a 32bit? Vuoi le animazioni? Vuoi le icone colorate? Aumenta la RAM.Non vuoi nulla di tutto ciò? Passa a Ms.dos/shell unix/c-64/quellochevuoi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Hacker nel vero senso della parola

          Il Kernel di Win98 occupa in Ram 96Kb.
          L'immagine che stai vedendo sul browser
          occupa oltre un 1Mb.
          Per quanto ottimizzata possa essere la
          programmazione (e non lo è) la differenza lo
          fanno i contenuti multimediali non il
          codice.
          Vuoi immagini a 32bit? Vuoi le animazioni?
          Vuoi le icone colorate?
          Aumenta la RAM.
          Non vuoi nulla di tutto ciò? Passa a
          Ms.dos/shell unix/c-64/quellochevuoi.Leggi prima di rispondere!!!Io ho scritto *PER PARTIRE*!!Se per partire mi devo sorbire per forza le animazioni *che non ho chiesto e non ne ho bisogno* non faccio altro che convincermi di piu' della mia ipotesi.Il resto lo so anche io!2 precisazioni:La schermata che ho davanti occupa anche di piu' di 1M ma sta nella memoria della scheda video che e' li' apposta!Exec.library di Amiga erano meno di 32k e faceva quasi quello che fa un kernel linux oggi... ben oltre W98!
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            - Scritto da: Nic
            Exec.library di Amiga erano meno di 32k e
            faceva quasi quello che fa un kernel linux
            oggi... ben oltre W98!I microkernel dei moderni RTOS occupano anche MENO di 32 k (escluso VxWorks... :-/) e fanno MOLTO PIU' di qualsiasi kernel linux ;-)Forse qui si vede il fil rouge che lega noi ultratrentenni, l'ottimizzazione estrema e la programmazione d'elite ? :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola

            Forse qui si vede il fil rouge che lega noi
            ultratrentenni, l'ottimizzazione estrema e
            la programmazione d'elite ? :-)Non sono ancora ultratrentenne, anche se ancora per poco :-((Comunque che vuoi che ti dica...Per certa gente e' una cosa normale che in un PC ci sia 1 G di ram... Non ci si pone neanche la questione di come facevano a far stare i videogiochi da 200 livelli in 64k! Ed un gioco che occupa 4 CD e' quasi una cosa ovvia!E pensare che qualcuno giocava con il segnale M1 e studiandosi i cicli di FETCH dello Z80 per arrivare a collegarci 128K quando se ne potevano attaccare al massimo 64... E qualcuno c'e' pure riuscito con grandi festeggiamenti finali!L'unica cosa positiva che grazie a 'sto andazzo la ram ormai costa uno sputo!
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            - Scritto da: Nic

            Forse qui si vede il fil rouge che lega
            noi

            ultratrentenni, l'ottimizzazione estrema e

            la programmazione d'elite ? :-)

            E pensare che qualcuno giocava con il
            segnale M1 e studiandosi i cicli di FETCH
            dello Z80 per arrivare a collegarci 128K
            quando se ne potevano attaccare al massimo
            64... E qualcuno c'e' pure riuscito con
            grandi festeggiamenti finali!Per non parlare della cartridge Z80 autoprodotta da infilare nel C64 per trasformarlo in una specie di 128... eheheh... gran bei tempi quelli !
            L'unica cosa positiva che grazie a 'sto
            andazzo la ram ormai costa uno sputo!Sì, ma a che serve ? Avere in un PC da scrivania una quantità di RAM che, negli anni '70, non avevano neppure alla NASA... per far girare applicativi goffi, lenti, enormi, con frameworks elefantiaci e con quelle orrende VM ammazzavelocità :-(
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola

            Sì, ma a che serve ? Avere in un PC da
            scrivania una quantità di RAM che, negli
            anni '70, non avevano neppure alla NASA...
            per far girare applicativi goffi, lenti,
            enormi, con frameworks elefantiaci e con
            quelle orrende VM ammazzavelocità :-(stavo giusto pensando una cosa: se uno prendesse un pc, tornasse indietro nel tempo di 30 anni e andasse alla nasa di sicuro gli chiederebbero: "80 gb di hard disk, mezzo giga di ram, processore da un gigahertz, che uso fate nel futuro di questo gioiello? ricerca farmaceutica? simulazioni di reazioni nucleari? gestione di db bancari?" e il tipo risponderebbe :"no, ci scrivo le lettere con word". pensa le risate che si farebbero...
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola

            stavo giusto pensando una cosa: se uno
            prendesse un pc, tornasse indietro nel tempo
            di 30 anni e andasse alla nasa di sicuro gli
            chiederebbero: "80 gb di hard disk, mezzo
            giga di ram, processore da un gigahertz, che
            uso fate nel futuro di questo gioiello?
            ricerca farmaceutica? simulazioni di
            reazioni nucleari? gestione di db bancari?"
            e il tipo risponderebbe :"no, ci scrivo le
            lettere con word". pensa le risate che si
            farebbero...E qual'e' l'unica spiegazione se non quella che sono stati messi di proposito tanti fronzoli al solo fine di incrementare le vendite di hardware e di renderlo desiderabile anche da chi del PC non ha mai avuto la minima necessita'?Alla fine le 4 cose fondamentali che facevamo, non dico 30 anni ma 15 anni fa tutti, sono sempre e solo le stesse!
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            Madonna...............Quanta verita.........Che spreco di forza bruta all'americana.Yehaaaa, va pianoooo, cambia il processoreeee!!!!Vi ricordate gli annunci festosi dei produttori di memoria e di processori ad ogni rilascio di SO Microsoft?Yeppaaaa!!! Siiii mangiiaaaaa!!!!!Se ricordo le belle cosine che faceva il mio c64...Li per scrivere programmi dovevi avere i marroni veri, ma veri veri veri!!!!Ogni ciclo macchina, ogni Kb era prezioso...Ci siamo abituati male
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            Scusate, in parte sono d'accordo con voi, ormai il SW è fatto coi piedi senza badare per nulla ad ottimizzare l'occupazione di memoria né le prestazioni, ma se veramente credete che l'aumento di potenza dell'HW non abbia portato *nessun* vantaggio, perché non usate ancora il C64 o qualche altro computer di venti anni fa?L'evoluzione dell'HW ha portato moltissimi vantaggi:- interfacce grafiche sempre più semplici ed usabili, che permettono anche a mia mamma o ad un disabile di usare un computer- linguaggi di programmazione più potenti: io sono felice di avere linguaggi e piattaforme ad alto livello con cui programmare senza preoccuparmi delle prestazioni se non alla fine del ciclo di sviluppo (se necessario)- applicazioni più potenti: non credo che i word processor o i DB per C64 fossero al livello di quelli attuali...e si potrebbe continuare... che l'evoluzione non punti ad un miglioramento della qualità è fuori da ogni dubbio, ma l'evoluzione dell'HW e del SW è sicuramente utile...
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola

            L'evoluzione dell'HW ha portato moltissimi
            vantaggi:Il problema e' che queste cose sono solo dei vantaggi collaterali nella mente di certe persone invece di essere l'obiettivo da raggiungere!Il resto e' ovvio...
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            - Scritto da: Nic

            L'evoluzione dell'HW ha portato moltissimi

            vantaggi:
            Il problema e' che queste cose sono solo dei
            vantaggi collaterali nella mente di certe
            persone invece di essere l'obiettivo da
            raggiungere!Ok, così sono un po' più d'accordo e purtroppo non ci si può fare niente, quando una cosa diventa un grosso business, la qualità viene sacrificata ai profitti (vedi cinema, musica, ecc.).Non mi piaceva molto l'idea che stavate portando avanti sull'inutile evoluzione dell'HW...
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola

            Ok, così sono un po' più d'accordo e
            purtroppo non ci si può fare niente, quando
            una cosa diventa un grosso business, la
            qualità viene sacrificata ai profitti (vedi
            cinema, musica, ecc.).
            Non significa che debba andarmi bene per forza o che mi vada di smettere di lamentarmi...
            Non mi piaceva molto l'idea che stavate
            portando avanti sull'inutile evoluzione
            dell'HW...Io sono sempre stato conto la mentalita' del "se non frutta lasciamo stare anche se serve, se frutta spingiamo al massimo anche verso l'inutile" che prima o poi, inevitabilmente, ci fara' finire tutti con il sedere per terra!Non sono contro la tecnologia in se!
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola

            Vi ricordate gli annunci festosi dei
            produttori di memoria e di processori ad
            ogni rilascio di SO Microsoft?
            Yeppaaaa!!! Siiii mangiiaaaaa!!!!!Correva l'anno 94, se non sbaglio. sull'allora mia rivista di informatica preferita, Pc magazine, c'era un commento quasi profetico, che diceva pressapoco così :"ci lamentiamo delle limitazioni del dos, della mancanza dell'interfaccia grafica e cosi' via. ma un giorno, forse non lontano, saremo costretti a investire i nostri sudati stipendi in ram, dischi velocissimi, processori rapidissimi per tenere in piedi interfacce lente e voraci di risorse. allora torneremo sulla tomba del dos e invocheremo il suo nome...". ora, non dico che sia sbagliato avere un'interfaccia grafica, ma facciamo un confronto: win 9x+browser internet=decine di mega.se qualcuno ha scaricato il demo disk di qnx saprà già cosa voglio dire: come si è riusciti a inserire un so, un'interfaccia grafica, un browser e utilities varie su un dischetto da 1.44?sicuramente non con riti voodoo, è semplicemente buona programmazione.un minimo di sforzo non ci starebbe male...e non dico solo ms. linux, così come *bsd, sono enormi. per non parlare delle loro gui. x+kde è pesante.
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola

            Correva l'anno 94, se non sbaglio.
            sull'allora mia rivista di informatica
            preferita, Pc magazine, c'era un commento
            quasi profetico, che diceva pressapoco così
            :"ci lamentiamo delle limitazioni del dos,
            della mancanza dell'interfaccia grafica e
            cosi' via. ma un giorno, forse non lontano,
            saremo costretti a investire i nostri sudati
            stipendi in ram, dischi velocissimi,
            processori rapidissimi per tenere in piedi
            interfacce lente e voraci di risorse. allora
            torneremo sulla tomba del dos e invocheremo
            il suo nome...". ora, non dico che sia
            sbagliato avere un'interfaccia grafica, ma
            facciamo un confronto: win 9x+browser
            internet=decine di mega.
            se qualcuno ha scaricato il demo disk di qnx
            saprà già cosa voglio dire: come si è
            riusciti a inserire un so, un'interfaccia
            grafica, un browser e utilities varie su un
            dischetto da 1.44?
            sicuramente non con riti voodoo, è
            semplicemente buona programmazione.
            un minimo di sforzo non ci starebbe male...
            e non dico solo ms. linux, così come *bsd,
            sono enormi. per non parlare delle loro gui.
            x+kde è pesante.si, ma qnx e' pensato per essere un sistema realtime.Per fare un esempio stupidissimo.Pocket Windows gira su dispositivi con ben poca memoria e capacita' di elaborazione.E ci gira con una interfaccia grafica.Ma io non vorrei mai un pocket windows (ne un qnx) come OS per tutti i giorni.Si puo' anche fare una macchina che consuma 1 litro di benzina ogni 50 kilometri, ma non si puo' fare in modo che faccia lo stesso i 200 all'ora (esempio ancora piu' stupipdo...).La programmazione e' l'arte dei compromessi.Ottimizzare in un verso, spesso vuol dire ottenererisultati disastrosi in un altro settore.Ad esempio velocita' di esecuzione e dimensione del codice spesso non vanno d'accordo.Il workbench di Amiga girava in 512 k di ram.Non credo che qualcuno oggi lo userebbe se lo trovasse sul pc...
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            - Scritto da: penetrator

            Si puo' anche fare una macchina che consuma
            1 litro di benzina ogni 50 kilometri, ma non
            si puo' fare in modo che faccia lo stesso i
            200 all'ora (esempio ancora piu'
            stupipdo...).Scusa, ma non vedo il nesso. QNX (quello vero, non l'RTP addomesticato che danno in omaggio) e qualche suo simile RTOS microkernel come VRTX o iRMX sono nati con un footprint piccolissimo già venti anni fa, e sono rimasti ottimizzati all'estremo, anche usando tecniche modernissime, come gli scheduler sostituibili a priorità di deadline o le pipes intertask. Questi sistemi sono certificati per l'impiego nel controllo di reattori nucleari, impianti di raffinazione, piattaforme petrolifere, avionica civile e militare, cose che nessun *nix o *BSD o VMS potrà mai fare (incluso RTlinux, che di certificazioni non ne ha e, sic stantibus rebus, non ne avrà mai). Il fatto è che prestazionalmente QNX e gli altri RTOS hard realtime non sono confrontabili con nessun sistema server o desktop, sono almeno 10 volte più veloci in qualsiasi situazione, per non parlare della predicibilità assoluta. E QNX scala dai più semplici 16 bit al SMP... quindi il paragone non c'entra niente, sarebbe un'auto che consuma 1 lt ogni 100 km *E* fa 300 all'ora !Il concetto è che un RTOS hard realtime scalabile può fare ANCHE tutto quello che fa un OS server, mentre il contrario non è mai vero. E' un altro pianeta, con paradigmi ed architetture totalmente diverse, che affondano le loro radici proprio nell'ottimizzazione ed in una solidissima teoria matematica della schedulabilità e dei percorsi di esecuzione: quella che negli anni '80 era poco più che un'arte per noi "pionieri" della programmazione sui PET, oggi è una scienza ben definita, con i suoi paradigmi, le sue regole e le sue rigorose dimostrazioni incontrovertibili. Il fatto che la maggior parte dei sistemi commerciali se ne freghi di questi tre o quattro scaffali di libri e punti all'apparenza, usando infrastrutture pesantissime ed inefficienti, è solamente un discorso commerciale, oltre che di risorse interne e mantenimento del codice legacy - e quindi di costi. In fondo, nessuno ti impedisce di sborsare 20.000$ per metterti in casa QNX Neutrino e tutto il development kit ufficiale, ma poi magari non troverai in giro tante applicazioni office o DTP o grafiche... al limite, potrai arrangiarti a fare qualche porting, data la compatibilità assoluta con le Posix. QNX (o VRTX, pSOS, iRMX, VxWorks...) sono nati per i problem solvers industriali, che costruiscono applicazioni complete basate su analisi specifiche, ed hanno bisogno di una solida base, sempre affidabile e già certificata con 100% di code coverage, tutto qui. E' "solo" il passo successivo rispetto ai controlli embedded systemless di fascia più bassa. Nessun RTOS commerciale (ma neppure gli accademici un minimo seri) è inteso come "sistema *nix per utenti qualsiasi", e lo stesso QNX RTP è più che altro un demo tecnologico... però non è un caso che molti ingegneri over30 della mia generazione, che avevano iniziato proprio con l'assembler su 6502/6510 e Z80, siano finiti a lavorare in questo segmento "dimenticato" della ICT, schifando l'orrenda javaVM, le figurine colorate e tutti gli HLL OO, per non parlare di quei mostri di lentezza che si chiamano DCOM e CORBA !
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola

            In fondo, nessuno ti impedisce di sborsare
            20.000$ per metterti in casa QNX Neutrino e
            tutto il development kit ufficiale, ma poi
            magari non troverai in giro tante
            applicazioni office o DTP o grafiche... tante parole per dire quello che ho detto io.So che l'esempio dell'auto non era pienamente calzante, ma stai dicendo le mie stesse cose.20.000$ per un sistema, mi scuserai, ma non ti sembrano troppi?Ovvero, hai ottenuto un ottimo risultato in termini di qualita' dell'OS, ad un prezzo (non solo metaforico) inaccettabile per la maggior parte degli utenti.Come dicevo, ottimizzare da una parte, vuol dire perdere da un'altra.QNX, VxWorks e gli altri, semplicemente costano talmente tanto in termini di studio e di risorseumane, che il loro "costo reale" e' per lo piu' poco adatto a renderli general purpose.Il codice legacy impera perche' chi acquista applicazioni oggi, vuole che funzionino anche domani, senza modifiche, in modo da salvaguardare il loro investimento.Una casa produttrice di software il suo investimento lo protegge, facendo in modo che gli utenti possano passare da unapiattaforma vecchia ad una nuova senza eccessivi traumi (meglio se nulli). Ecco il perche' del codice legacy e dellla compatibilita' all'indietro.Mi dirai "ma non potevano progettarli da subito bene".La risposta e' ovvia e credo tu la sappia gia'.Dove si colloca QNX e dove windows o MacOS?Quanti anni di vantaggio in termini di mercato hanno?Beninteso che non sono fautore del "basta che funzioni", ma capisco che in una realta' di mercato consumer in ben pochi casi la differenza fra un ottmo sistema ed uno discreto salterebbe fuori.E personalmente preferisco essere produttivo da subito potendo contare su molte applicazioni diverse, su un sistema imperfetto, che essere costretto ad adattarmi su un sistema pressoche' perfetto.tanti saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            - Scritto da: Vertigo
            sicuramente non con riti voodoo, è
            semplicemente buona programmazione.
            un minimo di sforzo non ci starebbe male...
            e non dico solo ms. linux, così come *bsd,
            sono enormi. per non parlare delle loro gui.
            x+kde è pesante.Bisognerebbe fare anche attenzione ad avere le informazioni al completo. Linux sta su 1 floppy con browser web, interfaccia grafica e WindowManager. Basta saper selezionare quali. Ovvio che se vuoi KDE non puoi pretendere di farlo andare su un 286. Anche QNX in versione completa occupa 1 cd intero...
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola

            Bisognerebbe fare anche attenzione ad avere
            le informazioni al completo. Linux sta su 1
            floppy con browser web, interfaccia grafica
            e WindowManager. Basta saper selezionare
            quali. mi sapresti dire dove reperire istruzioni per farlo? thanks
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            http://sunsite.dk/mulinux/
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola

            http://sunsite.dk/mulinux/questo lo sapevo, ma è su piu' floppy.
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            - Scritto da: Vertigo

            http://sunsite.dk/mulinux/

            questo lo sapevo, ma è su piu' floppy.no un basta un solo disco da 1.44per la full un disco formattato a 2.88
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            ma non sistema base + x + browser. ne servono come minimo 2.
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            - Scritto da: Gian
            Madonna...............
            Quanta verita.........

            Che spreco di forza bruta all'americana.
            Yehaaaa, va pianoooo, cambia il
            processoreeee!!!!

            Vi ricordate gli annunci festosi dei
            produttori di memoria e di processori ad
            ogni rilascio di SO Microsoft?
            Yeppaaaa!!! Siiii mangiiaaaaa!!!!!

            Se ricordo le belle cosine che faceva il mio
            c64...
            Li per scrivere programmi dovevi avere i
            marroni veri, ma veri veri veri!!!!

            Ogni ciclo macchina, ogni Kb era prezioso...

            Ci siamo abituati maleci mettevi anche 1000 volte tanto.parole come framework, ingegneria del software,riusabilita' etc. etc. non si sapeva neanche cosa fossero.Scusa, ma vorresti dirmi che scrivere migliaia di righe di codice per fare una musichetta a 4 canalie' una cosa da paura?certamente era fatta da geni (the last ninja rulez!!!), ma di certo non era un bel lavorare(anche se dava enorme soddisfazione).E la qualita' del codice, scusa se te lo dico, faceva pena.saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            - Scritto da: Giorgio Massagrande
            I microkernel dei moderni RTOS occupano
            anche MENO di 32 k (escluso VxWorks... :-/)
            e fanno MOLTO PIU' di qualsiasi kernel linuxSolo il microkernel però, senza i servizi esterni... e allora non hai niente, hai solo un microkernel che passa messaggi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            - Scritto da: A.C.
            - Scritto da: Giorgio Massagrande

            I microkernel dei moderni RTOS occupano

            anche MENO di 32 k (escluso VxWorks...
            :-/)

            e fanno MOLTO PIU' di qualsiasi kernel
            linux

            Solo il microkernel però, senza i servizi
            esterni... e allora non hai niente, hai solo
            un microkernel che passa messaggi......e lo scheduler a prova di catastrofe, ed il gestore della memoria, ed un paio di altre cosette, e scusa se è poco. Con tutti i servizi necessari, a quanto vogliamo arrivare ? 64 k ? 128 forse ? Con 256k di flash ci metti anche la GUI ed il browser. Suvvia, non facciamo i pignoli per nulla... è sempre una frazione risibile rispetto a quel mostro mangiamemoria che è il kernel linux. Con prestazioni molto, ma molto, ma molto migliori...
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            - Scritto da: Nic
            Exec.library di Amiga erano meno di 32k e32KB? Ma per chi mi hai preso? Per Re Mida? ;o)http://v2os.v2.nl/
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            - Scritto da: Nic
            Leggi prima di rispondere!!!
            Io ho scritto *PER PARTIRE*!!
            Se per partire mi devo sorbire per forza le
            animazioni *che non ho chiesto e non ne ho
            bisogno* non faccio altro che convincermi di
            piu' della mia ipotesi.Se il sistema fa cose che non vuoi/non chiedi, cambia sistema operativo e non rompere. O meglio, scrivitene uno in 4kb e usa quello.
            2 precisazioni:
            La schermata che ho davanti occupa anche di
            piu' di 1M ma sta nella memoria della scheda
            video che e' li' apposta!Ma come 1M per leggere qualche decina di caratteri? Cazzo, con i Vt100 stava tutto in 1024 byte! Ti sei fatto fregare dalle multinazionali delle memorie video!
            Exec.library di Amiga erano meno di 32k e
            faceva quasi quello che fa un kernel linux
            oggi... ben oltre W98!Vedi? Hai trovato la soluzione! Usa quello e vivi felice!
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            Mi spiace solo che probabilmente non leggerai questo visto che l'articolo e' di ieri.
            Se il sistema fa cose che non vuoi/non
            chiedi, cambia sistema operativo e non
            rompere. O meglio, scrivitene uno in 4kb e
            usa quello.Mi sa che stai uscendo dal bersaglio...Io sostengo che c'e' un accordo tra M$ e chi produce HW... cosa centra quello che uso io?
            Ma come 1M per leggere qualche decina di
            caratteri? Cazzo, con i Vt100 stava tutto in
            1024 byte! Ti sei fatto fregare dalle
            multinazionali delle memorie video!Questa e' memoria usata in modo intelligente!C'e' una netta differenza.

            Exec.library di Amiga erano meno di 32k e

            faceva quasi quello che fa un kernel linux

            oggi... ben oltre W98!

            Vedi? Hai trovato la soluzione! Usa quello e
            vivi felice!Nessun problema... l'ho fatto per anni.Comunque il tuo reply non centra una mazza con il senso del discorso, vedi sopra!
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola
            - Scritto da: Nic
            Mi spiace solo che probabilmente non
            leggerai questo visto che l'articolo e' di
            ieri.E invece eccomi qui.
            Mi sa che stai uscendo dal bersaglio...
            Io sostengo che c'e' un accordo tra M$ e chi
            produce HW... cosa centra quello che uso io?Mi porteresti delle prove?Non basta dire che ci guadagnano entrambi, altrimenti potrei dire che tu rubi perchè così guadagni.Non basta dire che MS (tutti in realtà) fa spreco di memoria (ed è assolutamente vero), perchè ottimizzare le risorse costa MOLTO.E il target di un OS sono gli utenti che hanno i Pc attuali (intendo dal Pentium 100 in su, non i p4).Quindi, se il mio target ha le X risorse e a me costerebbe molto creare programmi che girano con X-1 risorse NON ho nessun vantaggio a farlo.Semplice no?.Guarda non sto dicendo che non è possibile l'accordo tra chi fa OS e memorie (o HW più in generale).Ma un'accusa del genere NON PUOI FARLA SENZA PROVE MATERIALI!Cosa diresti se la gente andasse in giro a dire che rubi?

            Ma come 1M per leggere qualche decina di

            caratteri? Cazzo, con i Vt100 stava tutto
            in

            1024 byte! Ti sei fatto fregare dalle

            multinazionali delle memorie video!

            Questa e' memoria usata in modo intelligente!
            C'e' una netta differenza.Ah ecco, ci vuole la tua certificazione per ottenere il permesso di scrivere programmi che consumino memoria. Adesso è tutto più chiaro.P.s.Su Amiga ho scritto un motore 3d in 4Kb, e so benissimo cosa significa risparmiare il byte.
          • Anonimo scrive:
            Re: Hacker nel vero senso della parola

            Guarda non sto dicendo che non è possibile
            l'accordo tra chi fa OS e memorie (o HW più
            in generale).
            Ma un'accusa del genere NON PUOI FARLA SENZA
            PROVE MATERIALI!
            Cosa diresti se la gente andasse in giro a
            dire che rubi?Non sono prove, restano
            supposizioni.Sbagli a pensare che io voglia provare qualche cosa (nel senso giuridico del termine).Le stesse cose che qualcuno fa in 1k qualcun'altro le fa in 1M... io traggo le mie conclusioni, libero di pensarla diversamente.Per quanto mi riguarda quello che vedo mi basta valutando anche la *MORALITA'* cui ci ha abituato una certa azienda.Il principio e' quello che se ogni volta che incontri una certa persona quello ti da una badilata sui denti dopo un po' cerchi di evitarla anche se non vedi il badile!
            Ah ecco, ci vuole la tua certificazione per
            ottenere il permesso di scrivere programmi
            che consumino memoria. Adesso è tutto più
            chiaro.Ribadisco... io non certifico niente e nessuno.Ho le mie idee su cosa ci puo' stare in 1M per sfruttarlo bene e cosa dovrebbe stare in meno spazio. Tutto qui.
            P.s.
            Su Amiga ho scritto un motore 3d in 4Kb, e
            so benissimo cosa significa risparmiare il
            byte.Sono contento per te, davvero!
  • Anonimo scrive:
    C64 Deskmagic
    Un'altra pietra miliare del C64: la prima (insieme ad apple II) interfaccia grafica che poteva essere manipolata attraverso il joystick. Possedeva il cestino per eliminare i file, la macchina da scrivere per elaborare testi e qualche altra funzioncina. Veramente un precursore !
    • Anonimo scrive:
      Re: C64 Deskmagic
      - Scritto da: Stefano Mecchia
      Un'altra pietra miliare del C64: la prima
      (insieme ad apple II) interfaccia grafica
      che poteva essere manipolata attraverso il
      joystick. Possedeva il cestino per eliminare
      i file, la macchina da scrivere per
      elaborare testi e qualche altra funzioncina.
      Veramente un precursore !E ti ricordi il Graphic Enviroment Operating System (G.E.O.S.)?
      • Anonimo scrive:
        Re: C64 Deskmagic
        Ricordo che a quel tempo c'erano un sacco di piccole softwarehouse anche a conduzione familiare che producevano una valanga di programmi gestionali e utilities per C64. Era uno scenario che potremmo immaginare oggi con l'open source: un sottobosco di ditte e singoli sviluppatori che producono software per un certo tipo di piattaforma. Tempi eroici.
      • Anonimo scrive:
        Re: C64 Deskmagic
        Chi potrebbe mai dimenticare? Era della Berkley SoftWorks ed era un portento !!W GEOS !! ciao[ jay ]- Scritto da: Nic
        - Scritto da: Stefano Mecchia

        Un'altra pietra miliare del C64: la prima

        (insieme ad apple II) interfaccia grafica

        che poteva essere manipolata attraverso il

        joystick. Possedeva il cestino per
        eliminare

        i file, la macchina da scrivere per

        elaborare testi e qualche altra
        funzioncina.

        Veramente un precursore !

        E ti ricordi il Graphic Enviroment Operating
        System (G.E.O.S.)?
  • Anonimo scrive:
    Jeff Minter
    Ma vi ricordate i diari di quel pazzo fuori di testa?Che fine avrà fatto?I suoi cammelli nel deserto?Era un dio!! Con quel poco che gli dava il buon c64 riusciva a fare delle cose incredibili!!Vi ringrazio tutti.Mi avete fatto tornare alla mente flash della mia vita che erano sepolti sotto tonellate di cazzate iconose: copiarsi a mano un gioco dalle riviste, caricarne uno da cassetta, il mio primo drive, il turbo per il disco, io e mio papa che costruivamo il mobile per il computer, le sere in cui stampava il magazzino del negozio, ore e ore di gneeeegneeee, io che programmavo in basic, il mio primo modem...Quante cose sono passate sotto le nostre dita.Stiamo qui seduti, il mondo cammina.La "gente" non puo' capire quante cose sentiamo legate a queste tastiere....
  • Anonimo scrive:
    Eavy metal paradroid gioco del decennio
    Si è un pò una sparata, ma l'intelligenza di quel giochino, a ripensarci oggi, mi stupisce ancora...dico ma elite se lo ricorda qualcuno?e Turrican dove lo lasciate? daccordo che eravamo già negli anni della maturità del C64e magic miner?poi mi viene in mente in ordine sparso: Zamzara, superfrog!!!slap fight, ghouls'n'ghost che ascoltavo le musiche con stupore,e...scusate ma mi fermo, sta suonando la campanella della ricreazione ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Eavy metal paradroid gioco del decennio

      dico ma elite se lo ricorda qualcuno?Come no !Io ho First Encounter per PC e sono annic he aspetto Elite 4 che David Braben dice sara` giocabile in rete !
      e Turrican dove lo lasciate? daccordo che
      eravamo già negli anni della maturità del
      C64Turrican: il piu` bel gioco mai fatto in assoluto !
  • Anonimo scrive:
    telefoni pubblici
    Riguardo alla storia dei telefoni pubblici crackabili con una lattina, vorrei dire all'autore dell'articolo che non è vero che funzionava solo nei film...FUNZIONAVA PER DAVVERO!!!!Nel 1990, anno in cui facevo il servizio militare, c'era la fila in alcune cabine telefoniche!!! Bastava ritagliare un pezzo di lattina, inserirlo nella fessura tra il corpo dell'apparecchio telefonico e il coperchio anteriore, all'altezza del display. Il telefono andava in tilt e liberava la linea...GRAZIE SIP (allora si chiamava così).
    • Anonimo scrive:
      Re: telefoni pubblici
      Ho visto un telefono aperto... c'era un pulsantino la dietro. Molto probabilmente il reset... le prime versioni del firmware facevano ricadere i soldi... quelle dopo li incassavano !!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    è possibile...
    scaricare da qualche parte giochi o software per C64 e riversarli da pc su nastro?(non posseggo il drive per i floppy)
    • Anonimo scrive:
      Re: è possibile...
      - Scritto da: C64ista
      scaricare da qualche parte giochi o software
      per C64 e riversarli da pc su nastro?
      (non posseggo il drive per i floppy)Prova a vedere questo:http://free.pages.at/commodore/transfer.htm
      • Anonimo scrive:
        Re: è possibile...
        allora questo è il paradiso!! :http://www.lemon64.com/pensa che ho persino ritrovato delle vecchie glorie della llamasoft !!buon revival :)ciao[ jay ]
        • Anonimo scrive:
          Re: è possibile...
          - Scritto da: jay
          allora questo è il paradiso!! :
          http://www.lemon64.com/Yesss, it's the Heaven!!Ho appena notato che ci sono tutte le musiche nella sezione Covers!Ora non ci sono scuse per farsi un bel Cd : )
          buon revival :)Yep! Puoi dirlo forte!Hi
  • Anonimo scrive:
    reboot?
    qual'era il comando?sys 64738... ???
    • Anonimo scrive:
      Re: reboot?
      Come rispondevo più in basso era così. Quello era l'ultimo indirizzo di memoria ma già oltre i 55000 si otteneva lo stesso effetto se si aveva memoria libera. Ciao :-))- Scritto da: gix
      qual'era il comando?
      sys 64738
      ... ???
      • Anonimo scrive:
        Re: reboot?
        - Scritto da: Stefano Mecchia

        Come rispondevo più in basso era così.
        Quello era l'ultimo indirizzo di memoria ma
        già oltre i 55000 si otteneva lo stesso
        effetto se si aveva memoria libera. Ciao
        :-))Sbagliato.Era l'indirizzo in cui iniziava la routine dicold start del S.O.E per la cronaca, il basic del C64 era in licenzadalla MACROSFOTT!!! :-(Cio' spiega xche' faceva cosi' schifo!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: reboot?
          Sai, non è facile avere tutto in memoria dopo tanto tempo. Avevo 14 anni; ora ne ho 33...! Dire inoltre che faceva schifo mi fa capire che non sai valutare giustamente quel periodo storico, in cui un semplice c64 poteva mandare avanti il lavoro di uno studio commerciale. Ciao. - Scritto da: The FoX
          - Scritto da: Stefano Mecchia



          Come rispondevo più in basso era così.

          Quello era l'ultimo indirizzo di memoria
          ma

          già oltre i 55000 si otteneva lo stesso

          effetto se si aveva memoria libera. Ciao

          :-))

          Sbagliato.
          Era l'indirizzo in cui iniziava la routine di
          cold start del S.O.

          E per la cronaca, il basic del C64 era in
          licenza
          dalla MACROSFOTT!!! :-(

          Cio' spiega xche' faceva cosi' schifo!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: reboot?
            - Scritto da: Stefano Mecchia
            Sai, non è facile avere tutto in memoria
            dopo tanto tempo. Avevo 14 anni; ora ne ho
            33...! Dire inoltre che faceva schifo mi faIo ero un pelo piu' giovane, visto che ora ne ho 30.
            capire che non sai valutare giustamente quel
            periodo storico, in cui un semplice c64
            poteva mandare avanti il lavoro di uno
            studio commerciale. Ciao. Come basic faceva schifo in quanto mancante di alcuni costrutti avanzati e di altri utili comandi.Io sopperivo col Simon Basic, estensione pubblicata dalla Commodore.E cmq io preferivo l'assembler, con cui era probabilmente scritto anche il programma di gestione a cuiti riferivi.Saluti.
        • Anonimo scrive:
          Re: reboot?

          E per la cronaca, il basic del C64 era in
          licenza
          dalla MACROSFOTT!!! :-(Beh come il 95% dei Basic di allora (si salvavano in pochi assai tipo Texas Instrument o Sinclair).Tra l'altro per un gioco astuto di licenze (e si Bill si e' fatto infinocchiare) la Commodore pagava una tantum le licenze e poteva farsi modifiche ed stensioni al linguaggioil Conte
        • Anonimo scrive:
          Re: reboot?

          E per la cronaca, il basic del C64 era in
          licenza
          dalla MACROSFOTT!!! :-(

          Cio' spiega xche' faceva cosi' schifo!!!"NON TUTTI SANNO CHE"...L'AmigaBasic era fatto da Microsoft che, nella loro storica lungimiranza nei progetti (640k dovrebbero bastare per tutti), e nella loro storica capacita' di utilizzare le funzioni di sistema in modo pulito e di non andare a sparare a casaccio nei registri della macchina, avevano ben pensato di utilizzare per i loro dati temporanei i 32 bit piu' alti dei registri indirizzi del 68000 che nell'amiga 1000 erano inutilizzati...Vi eravate mai chiesti perche' dal sistema operativo versione 2.0 non si e' piu' visto l'Amigabasic?
          • Anonimo scrive:
            Re: reboot?
            Ops... cantonata mostruosa...I 16 bit piu' alti... erano 32 in tutto!Scusate!
    • Anonimo scrive:
      Re: reboot?
      - Scritto da: gix
      qual'era il comando?
      sys 64738
      ... ???sys 64760 faceva un reboot piu' furbo. Preservava la memoria ed era istantaneo (64738 ci metteva un secondo o poco piu'). Avere la mem integra era utile se volevi fare qualche "porcata" :)
      • Anonimo scrive:
        Re: reboot?
        E troppe ne abbiamo fatte su quell'hardware... ancora ricordo le mie prime righe di assembler: sentire la musica del registratore sul televisore.Pensate che ora ho 29 anni... quanti ne avevo quando scrissi quel programmino ? POCHI !!!Poi ci feci anche un campionatore (1 bit... ma la soddisfazione era tanta).Ciaoooooooo e buon ricordo a tutti.
        • Anonimo scrive:
          Re: reboot?
          - Scritto da: Andale
          E troppe ne abbiamo fatte su
          quell'hardware... ancora ricordo le mie
          prime righe di assemblermauha... poche decine di opcodes per fare il disastro :D un accumulatore, due (ben DUE registri) per le indicizzazioni, ma guai ad uscire dal limite di pagina che le prestazioni scemavano (e te credo i banchi ram erano multiplexati con dei CMOS! :D)
          sentire la musica
          del registratore sul televisore.
          Pensate che ora ho 29 anni... quanti ne
          avevo quando scrissi quel programmino ?
          POCHI !!!beh... ne ho meno di te, ma ricordo quei giorni con piacere... e certe volte mi viene voglia di riesumarlo dalla soffitta... chissa' se funziona ancora? penso di si'.. era hardware che non moriva mai.
          Poi ci feci anche un campionatore (1 bit...
          ma la soddisfazione era tanta).beh... non avevo tanta maestria, pero' avevo fatto una sorta di utility totale per il managing di dischi, file, dump della memoria, fino all'ultimo mio programma... disegnare l'insieme di mandelbrot punto per punto (con quella cazzo di indicizzazione in ram video a quadretti 8x8! pork)... dopo 36 ore di calcolo era solo a meta'... poi l'enel ha deciso che avevo sperimentato a sufficienza :)infine, l'ultima follia... disassemble totale della rom per capire come funzionava l'interprete basic e la tabella dei salti (il "kernel" del C64... che figata... ) e stampa del disassemblato con la stampante a 9 aghi... ore ed ore di stampa per ottenere un blocco di carta piena di opcodes che custodisco gelosamente nell'armadio.si potesse tornare indietro :/
        • Anonimo scrive:
          Re: reboot?
          - Scritto da: Andale
          E troppe ne abbiamo fatte su
          quell'hardware... ancora ricordo le mie
          prime righe di assembler: sentire la musica
          del registratore sul televisore.
          Pensate che ora ho 29 anni... quanti ne
          avevo quando scrissi quel programmino ?
          POCHI !!!
          Poi ci feci anche un campionatore (1 bit...
          ma la soddisfazione era tanta).L'ho fatto anch'io in assembler.E sfruttando l'espansione di memoria da 256KBriuscivo a registrare quasi 3 minuti...
  • Anonimo scrive:
    POKE (36878, 1)
    Vabbe', questo era il Vic-20...
    • Anonimo scrive:
      Re: POKE (36878, 1)
      per c=64 erano se non ricordo malepoke 53280, 0-15poke 53281, 0-15senza dimenticare il mitico sys 64738 [RESET]emozione !!!ciao[ jay ]
  • Anonimo scrive:
    Fantasma del passato
    oddio... cos'era SYS 57483?... o era SYS 56473?o forse SYS 54768?
    • Anonimo scrive:
      Re: Fantasma del passato
      Leggendo la tua domanda non ho potuto fare a meno di avere un sussulto al cuore. Mi hai ricordato qualcosa di assolutamente antico. Era un comando per indirizzare il puntatore della memoria; fatto ad un certo indirizzo ti resettava il c64, una sorta di refresh da linea di comando. Si usava quando i giochi si piantavano ed occorreva sbloccarli senza perderne il caricamento (di 10 minuti !!!). Grazie amico. - Scritto da: aaargh!
      oddio... cos'era SYS 57483?

      ... o era SYS 56473?

      o forse SYS 54768?

    • Anonimo scrive:
      Re: Fantasma del passato
      - Scritto da: aaargh!
      oddio... cos'era SYS 57483?

      ... o era SYS 56473?

      o forse SYS 54768?

      64738
  • Anonimo scrive:
    Non è un C-64
    QUello nella foto non è un C-64 !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è un C-64
      Ok, è un C64s, cioè un C64 con una CPU praticamente uguale e un SID praticamente uguale e una scocca diversa.Cosa cambia?-E
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è un C-64
      - Scritto da: chris
      QUello nella foto non è un C-64 !!!Sì, invece, è un C64 C.
      • Anonimo scrive:
        [OT]Re: Non è un C-64
        - Scritto da: fiat1100d
        - Scritto da: chris

        QUello nella foto non è un C-64 !!!

        Sì, invece, è un C64 C.Se il 1100d che penso io (ICR ti dice qualcosa)?il Conte Francese
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è un C-64
      Si che lo e'!E' un C64 seconda versione.Ah, beata gioventu'...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è un C-64
      Quello _E'_ un C64, nella sua penultima incarnazione.
  • Anonimo scrive:
    Hamburger time...
    eheh, si chiamava burger time !punto informatico, stavolta mi hai veramente deluso, questa non è informazione, e non leggerò più nemmeno una rig... Ahahah, scherzo :)chi si ricorda creatures ?Quello si, faceva piangere i chippetti del buon c64 ! e turbo out run con la voce campionata dei "maniac of noise" ?E shadow of the beast, con 11 livelli di parallasse ?vabbè, mi stoppo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Hamburger time...
      e chi, dico chi, è tra quelli che non ha fatto accapponare la pelle ai genitori all'urlo mortale di Impossible Mission con i suoi puzzle ed i robot assassini?Insuperato.P
    • Anonimo scrive:
      Re: Hamburger time...
      Ehehe, hai proprio ragione! La memoria a volte gioca brutti scherzi ;-)))Corretto, gracias ;-)- Scritto da: kokoko3k
      eheh, si chiamava burger time !
      punto informatico, stavolta mi hai veramente
      deluso, questa non è informazione, e non
      leggerò più nemmeno una rig... Ahahah,
      scherzo :)
      chi si ricorda creatures ?
      Quello si, faceva piangere i chippetti del
      buon c64 ! e turbo out run con la voce
      campionata dei "maniac of noise" ?
      E shadow of the beast, con 11 livelli di
      parallasse ?
      vabbè, mi stoppo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Hamburger time...
      hehehe... si hai fatto bene, adesso mi metto veramente a piangere... shadow of the beast con 13 livelli di parallasse hehe.. mamma mia che tempi ragazzi..
      • Anonimo scrive:
        Re: Hamburger time...
        ...e Forbidden forest...con quella musica da sballo...Regards
      • Anonimo scrive:
        Re: Hamburger time...
        si ma quello era Amiga ed era prodotto dalla psygnosys (ex Imagine) non confondiamoci .. :)ciao[ jay ]- Scritto da: science451
        hehehe... si hai fatto bene, adesso mi metto
        veramente a piangere... shadow of the beast
        con 13 livelli di parallasse hehe.. mamma
        mia che tempi ragazzi..
        • Anonimo scrive:
          Re: Hamburger time...

          si ma quello era Amiga ed era prodotto dalla
          psygnosys (ex Imagine) Esiste anche per C64, su cartuccia.Uno degli ultimi giochi usciti, ed è impressionante se si considera che si tratta appunto di una conversione da amy.
  • Anonimo scrive:
    2 precisazioni ...
    Ciao a tutti quelli che con modem a 300 baud si collegavano noti intere in teleselezione.Il mitico C64 aveva 1,67 MHz di clock, 20 KB di OS, 64 KB di RAM, piu' 2 processori ausiliari (video VIC II e audio SID) ... e' ancora un mito!La canzoncina era Burger Time ... e non Hamburger Time ... quello che fischiettava ero IO.At salut,Franz70.
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 precisazioni ...
      Mi sono dimenticato di dire ...... ora sono in colonna in Tangenziale, come tutte le mattine qui a Milano ... e sul mioCommunicator sto giocando Lode Runner con l'emulatore C64 by Frodo(Tm).Buona giornata di pseudo-finto-sciopero a tutti.Ciao,Franz70
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 precisazioni ...

      Il mitico C64 aveva 1,67 MHz di clock, 20 KB
      di OS, 64 KB di RAM, piu' 2 processori
      ausiliari (video VIC II e audio SID) ... e'
      ancora un mito!
      Ti dimentichi che il floppy 1541 aveva la stessa potenza di calcolo del c-64!
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 precisazioni ...
        E' verissimo. Era uno spasso vedere due drive che effettuavano la copia settore-settore da soli a computer spento...-E
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 precisazioni ...
          - Scritto da: Enigma
          E' verissimo. Era uno spasso vedere due
          drive che effettuavano la copia
          settore-settore da soli a computer spento...
          -EOppure il drive che stampava file sulla mia MPS-802 a C=64 staccato!!!Periferiche intelligenti:la Commodore ha precorso i tempi anticipando alcune caratteristiche dello SCSI...
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 precisazioni ...
        e che al 1541 si poteva insegnare a suonare... e che nei suoi 2k di RAM si potevano infilare i programmi per la gestione di un db sul disco.IO... IO... LO RIFAREIP
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 precisazioni ...
          L'esigenza era quella di non assorbire le già scarse risorse del c64. Non a caso il costo dell'unità floppy era pari a quella della console. Il fatto veramente all'avanguardia dell'epoca era che l'unità floppy non era gestita da un semplice "driver" come accade oggi ma dal...DOS...! Il che rendeva anche disponibili le funzioni dello stesso. - Scritto da: dardo
          e che al 1541 si poteva insegnare a
          suonare... e che nei suoi 2k di RAM si
          potevano infilare i programmi per la
          gestione di un db sul disco.

          IO... IO... LO RIFAREI

          P
    • Anonimo scrive:
      Altra precisazione....

      Il mitico C64 aveva 1,67 MHz di clock, 20 KB
      di OS, 64 KB di RAM, piu' 2 processori
      ausiliari (video VIC II e audio SID) ... e'
      ancora un mito!Il c64 ha un clock di ~1 Mhz da quello che ricordo, potrei sbagliare...ma non mi sembra, ho sempre letto 0.9 e qualcosa.Per la ram il discorso è ostico, in quanto dei 64 KB di ram, effettivamente utilizzabili erano appena 32 K, gli altri erano "nascosti" dal sistema operativo, mappa caratteri e porte I/O.Questo a causa del sistema di paging che permetteva di "vedere" solo 64k, per i utilizzare i restanti occorreva disattivare il SO, ma ovviamente era un pratica limitata ai grossi giochi in LM, che necessitavano di spazio e non utilizzavano il basic.Cmq sì, ha 64k... era giusto per essere un pò pignoli :)
  • Anonimo scrive:
    T99-4A FOREVER!
    Come da subject.PS comunque quello non è un vero C=64; quello reale era marroncino scuro (i primi) e a forma di dolceavvolto (un dolce che fanno dalle mie parti). Quello lì è uno degli ultimi miseri C=64 post era 128.
    • Anonimo scrive:
      Re: T99-4A FOREVER!
      SIIII!!!! GRANDEEE!!!!!C'avevo l'Extended Basic e l'espansione di memoria: quanti ricordi.Quanto poi s'e' rotto, ci sono rimasto proprio male.Piu' tardi mio padre mi compro' un XT con una Hercules: che shock passare dagli sprite (seppure sfigati come quelli del TI-99) alla modalita' carattere (e chi lo sapeva come mettere la Hercules in modalida' grafica dal GW-Basic?) e dal joystick al controllo della tastiera con l'autorepeat (solo MOLTO piu' tardi il primo handler per l'int 9).Nostalgia....- Scritto da: Juda
      Come da subject.

      PS comunque quello non è un vero C=64;
      quello reale era marroncino scuro (i primi)
      e a forma di dolceavvolto (un dolce che
      fanno dalle mie parti). Quello lì è uno
      degli ultimi miseri C=64 post era 128.
    • Anonimo scrive:
      Re: T99-4A FOREVER!
      - Scritto da: Juda
      PS comunque quello non è un vero C=64;
      quello reale era marroncino scuro (i primi)
      e a forma di dolceavvolto (un dolce che
      fanno dalle mie parti). Quello lì è uno
      degli ultimi miseri C=64 post era 128.E' anche quello un C=64, solo con un nuovo design e diversi chip riuniti in un paio di integrati...Poi non e' colpa del C=64 se il T99-4A e' stata una delle macchine piu' bistrattate e sottovalutate degli anni '80, anche e soprattutto dalla sua casa produttrice!Era addirittura un 16bit, molto prima di Amiga!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: T99-4A FOREVER!
      Mi viene da piangere! Io ce l'ho ancora e funzionante, dopo innumerevoli disavventure, coi primi programmini fatti in Extended Basic e le poche cartucce di sotware recuperate. Ogni tanto mi viene voglia di riaccenderlo. Magari lo farò... prima o poi... sic!
  • Anonimo scrive:
    BESTEMMIAAAAA
    ....Hamb...Hamburg......Hamburger Time !!!!!!?!?!?!??BURGER TIME !non fate mai più un'errore simile, o miscredenti :)E non è neppure uno dei grandi classici, come dimenticare pezzi di storia c64stica come Katakis, Slimey's mine, i 2 Turrican, i classici LucasFilm, l'incredibile Creatures dei fratelli Rowlands, le prime avventure 3D in Freescape e tutte le belle musiche di Tim Follin, Ben Daglish e del maestro Rob Hubbard...Troppa nostalgia, stacco il PC e mi metto a giocare a Last Ninja....see ya!
    • Anonimo scrive:
      Re: BESTEMMIAAAAA
      - Scritto da: Tharon
      Troppa nostalgia, stacco il PC e mi metto a
      giocare a Last Ninja....see ya!deheheee back with a vengeance
  • Anonimo scrive:
    Trentenni ad 8 bit...
    ...purtroppo e per mia fortuna (in senso economico e non) sono gli unici 'esperti' validi sul mercato... gli altri son cresciuti con troppo visual basic... forse il famoso:10 print "Digita un numero:"20 input a30 print "Il numero e'"; a40 goto 10...per loro è solo un rompicapo di Lara Croff da risolvere!Raffaele
    • Anonimo scrive:
      Re: Trentenni ad 8 bit...
      - Scritto da: Raffaele
      ...purtroppo e per mia fortuna (in senso
      economico e non) sono gli unici 'esperti'
      validi sul mercato... gli altri son
      cresciuti con troppo visual basic... forse
      il famoso:
      10 print "Digita un numero:"
      20 input a
      30 print "Il numero e'"; a
      40 goto 10
      ...per loro è solo un rompicapo di Lara
      Croff da risolvere!Come si dice dalle mie parti "A T'AL PO' BEN DIR", puoi dirlo chiaro, scandito e forte... :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Trentenni ad 8 bit...
      - Scritto da: Raffaele
      ...purtroppo e per mia fortuna (in senso
      economico e non) sono gli unici 'esperti'
      validi sul mercato... gli altri son
      cresciuti con troppo visual basic... forse
      il famoso:
      10 print "Digita un numero:"
      20 input a
      30 print "Il numero e'"; a
      40 goto 10
      ...per loro è solo un rompicapo di Lara
      Croff da risolvere!
      RaffaeleMa hai sbagliato su 40 non puoi mettere goto 10 al massimo un call :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Trentenni ad 8 bit...


        10 print "Digita un numero:"

        20 input a

        30 print "Il numero e'"; a

        40 goto 10

        Ma hai sbagliato su 40 non puoi mettere goto
        10 al massimo un call :-)...perchè sbagliato su 40 goto 10... era proprio un loop da interrompere solo premendo RUNSTOP + RESTORE !
        • Anonimo scrive:
          Re: Trentenni ad 8 bit...

          ...perchè sbagliato su 40 goto 10... era
          proprio un loop da interrompere solo
          premendo RUNSTOP + RESTORE !
          sempre che tu non avessi fatto prima un bel POKE 808,103 :))))))Sigh! Che nostalgia!
    • Anonimo scrive:
      Re: Trentenni ad 8 bit...
      - Scritto da: Raffaele
      ...purtroppo e per mia fortuna (in senso
      economico e non) sono gli unici 'esperti'
      validi sul mercato... gli altri son
      cresciuti con troppo visual basic... forse
      il famoso:
      10 print "Digita un numero:"
      20 input a
      30 print "Il numero e'"; a
      40 goto 10
      ...per loro è solo un rompicapo di Lara
      Croff da risolvere!
      RaffaeleIt is pratically impossible to teach good programming to students that had a prior exposure to BASIC: as potential programmers they are mentally mutilated beyond hope of regeneration.Chi lo ha detto? Se non lo sai non puoi passare il livello...
      :-
      • Anonimo scrive:
        Re: Trentenni ad 8 bit...


        It is pratically impossible to teach good
        programming to students that had a prior
        exposure to BASIC: as potential programmers
        they are mentally mutilated beyond hope of
        regeneration.

        Chi lo ha detto? Se non lo sai non puoi
        passare il livello...
        :-
        Edsger W. Dijkstra in "Selected Writings on Computing: A Personal Perspective"In questo momento ricordo piu' in che anno.Ahh, tra l'altro non mangio quiche!il Conte
        • Anonimo scrive:
          Re: Trentenni ad 8 bit...
          18 giugno 1975 per l'esattezza. Vedi anche il link . Non risparmiava proprio nessuno...-E
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: Enigma
            18 giugno 1975 per l'esattezza.
            Vedi anche il href="http://www.cs.virginia.edu/~evans/cs655

            -EApparte l'esagerazione tutto cio` che dice in quell'articolo e` sacrosanto.Insomma: Hanno poco da vantarsi i BASICari di ogni eta`...
        • Anonimo scrive:
          Re: Trentenni ad 8 bit...
          - Scritto da: CountZero
          In questo momento ricordo piu' in che anno.
          Ahh, tra l'altro non mangio quiche!O__OSei un Vero Programmatore?? ^__-
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...

            O__O

            Sei un Vero Programmatore?? ^__-LOLDiciamo che ho il manuale dell'Intercalc sulla scrivania (ovviamente non l'ho mai usato!) :-DSe vuoi saperne di piu':-----BEGIN GEEK CODE BLOCK-----Version: 3.1GE/CS d- S:-
            : s- C++++(++) US++ UD?
            ++ P L+ E? W++ N++ o? K+ w- O? M- V PS+ !PE Y+ PGP? t+ 5? X++ R+ !tv b+++ DI+++++ D++ G e* h++ r% y**------END GEEK CODE BLOCK------il Conte
    • Anonimo scrive:
      Re: Trentenni ad 8 bit...
      Eh, si, l'esperienza non si vende...Io proporrei un bel paio di corsi accademici sul "computing of the eighties" da affiancare al programma di ingegneria. Tutti giu' a smanettare con PIO, SIO, CTC, Z80, o meglio ancora a programmare in asm 6502 con un solo registro a 8 bit.Forse gli informatici di domani sarebbero migliori.Ciao !
      • Anonimo scrive:
        Re: Trentenni ad 8 bit...

        Io proporrei un bel paio di corsi accademici
        sul "computing of the eighties" da
        affiancare al programma di ingegneria. Tutti
        giu' a smanettare con PIO, SIO, CTC, Z80, o
        meglio ancora a programmare in asm 6502 con
        un solo registro a 8 bit.

        Forse gli informatici di domani sarebbero
        migliori.Sicuramente servirebbe ad evitare discussioni in questi forum del tipo "Meglio IDE o SCSI?" con certi elementi. :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Trentenni ad 8 bit...

          Sicuramente servirebbe ad evitare
          discussioni in questi forum del tipo "Meglio
          IDE o SCSI?" con certi elementi. :-);-)vabbe gli ultimi ide non sono tanto male...con qualche mega di cache hanno prestazioni simili agli scsi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: blah

            Sicuramente servirebbe ad evitare

            discussioni in questi forum del tipo
            "Meglio

            IDE o SCSI?" con certi elementi. :-)
            ;-)
            vabbe gli ultimi ide non sono tanto
            male...con qualche mega di cache hanno
            prestazioni simili agli scsi...Sì, prestazioni "quasi" simili... ma l'affidabilità ? :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Trentenni ad 8 bit...
        Guarda, lascia perdere ingegneria. Giusto ieri abbiamo fatto quattro ore a programmare in Java su un JBuilder che risiedeva in toto sul server... praticamente ad ogni comando dovevi aspettare che il server lo mandasse a tutti i 48 pc dell'aula... sob... e il professore si lamentava perche' era lento...
        • Anonimo scrive:
          Re: Trentenni ad 8 bit...
          - Scritto da: biffuz
          Guarda, lascia perdere ingegneria. Giusto
          ieri abbiamo fatto quattro ore a programmare
          in Java su un JBuilder che risiedeva in toto
          sul server... praticamente ad ogni comando
          dovevi aspettare che il server lo mandasse a
          tutti i 48 pc dell'aula... sob... e il
          professore si lamentava perche' era lento...Non a caso, ai bei tempi di FIDOnet, eravamo un gruppetto di fuoco spaventosamente accanito contro quella schifezza di java e chi lo osannava (i più). Stranamente, tutti ultratrentenni... :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: Fabio Matteini
            Non a caso, ai bei tempi di FIDOnet, eravamo
            un gruppetto di fuoco spaventosamente
            accanito contro quella schifezza di java e
            chi lo osannava (i più). Stranamente, tutti
            ultratrentenni... :-)Sarei curioso di sapere, secondo gli "ultratrentenni" quale linguaggio potrebbe sostituire Java (o C#, ma questo so già che non l'avresti nominato ;o).
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...

            Sarei curioso di sapere, secondo gli
            "ultratrentenni" quale linguaggio potrebbe
            sostituire Java (o C#, ma questo so già che
            non l'avresti nominato ;o).Sarei curioso di sapere, secondo gli under-30, che bisogno c'e' di averne uno per forza!
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: Nic

            Sarei curioso di sapere, secondo gli

            "ultratrentenni" quale linguaggio potrebbe

            sostituire Java (o C#, ma questo so già

            che non l'avresti nominato ;o).
            Sarei curioso di sapere, secondo gli
            under-30, che bisogno c'e' di averne uno per
            forza!Beh, premesso che non sono molto lontano dai 30...Che bisogno c'è di avere un linguaggio di programmazione? ROTFL!... e cosa te ne fai di un computer?
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...

            Che bisogno c'è di avere un linguaggio di
            programmazione? ROTFL!Non travisare...Si parlava di sostituti a Java!Di linguaggi senza la pretesa di andare bene per tutti ce ne sono ottimi a decine!
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: Nic

            Che bisogno c'è di avere un linguaggio di

            programmazione? ROTFL!
            Non travisare...
            Si parlava di sostituti a Java!
            Di linguaggi senza la pretesa di andare bene
            per tutti ce ne sono ottimi a decine!Ok, non avevo capito bene quello che dicevi...Java (come qualsiasi altro linguaggio di programmazione) non va bene per tutti e chi dice il contrario sbaglia, però in alcuni ambiti (per esempio programmazione web *lato server*) Java ha grandi vantaggi rispetto ad altri linguaggi che me lo fanno preferire alle alternative.Lo strumento deve essere scelto in base al lavoro che devi fare ed ogni linguaggio di programmazione ha un settore o una particolare applicazione in cui è più indicato. Ci sono alcuni ambiti in cui Java è ancora insuperato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...

            Java (come qualsiasi altro linguaggio di
            programmazione) non va bene per tutti e chi
            dice il contrario sbaglia, però in alcuni
            ambiti (per esempio programmazione web *lato
            server*) Java ha grandi vantaggi rispetto ad
            altri linguaggi che me lo fanno preferire
            alle alternative.
            Lo strumento deve essere scelto in base al
            lavoro che devi fare ed ogni linguaggio di
            programmazione ha un settore o una
            particolare applicazione in cui è più
            indicato. Ci sono alcuni ambiti in cui Java
            è ancora insuperato.Cio' che dici e' giustissimo.La mia domanda pero' e' a monte...Riposto con parole differenti: "Siamo sicuri che degli ambiti in cui java e' il migliore ne avevamo davvero bisogno?"
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: Nic
            Riposto con parole differenti: "Siamo sicuri
            che degli ambiti in cui java e' il migliore
            ne avevamo davvero bisogno?"Non ho "bisogno" di Java, lo uso perché in quegli ambiti è migliore (e perché mi è chiesto dall'azienda in cui lavoro :-p). Se non ci fosse Java, si potrebbe ovviamente fare in altri modi, nessuno mi/ti impedisce di scrivere i CGI in C o in Assembly...Se prima non c'era e ora che c'è ha migliorato il modo in cui posso lavorare, allora sono contento che qualcuno l'abbia creato.Non sto difendendo Java a priori, ci sono linguaggi e piattaforme che mi piacciono di più... vorrei capire perché tu (e altri, pare) ritenga che Java non sia utile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: A.C.
            - Scritto da: Fabio Matteini

            Non a caso, ai bei tempi di FIDOnet,
            eravamo

            un gruppetto di fuoco spaventosamente

            accanito contro quella schifezza di java e

            chi lo osannava (i più). Stranamente,
            tutti

            ultratrentenni... :-)

            Sarei curioso di sapere, secondo gli
            "ultratrentenni" quale linguaggio potrebbe
            sostituire Java (o C#, ma questo so già che
            non l'avresti nominato ;o).java? Non ha mica bisogno di sostituti: è già perfettamente inutile ed inefficiente ! E' un linguaggio del quale proprio non si sentiva la mancanza...
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: Fabio Matteini
            java? Non ha mica bisogno di sostituti: è
            già perfettamente inutile ed inefficiente !
            E' un linguaggio del quale proprio non si
            sentiva la mancanza... Dipende in che ambito sviluppi... se sei uno di quelli che crede che ogni linguaggio nasca con l'obiettivo di sostituire tutti i precedenti, invece che colmare dei vuoti, siamo messi male...P.S: Java non è solo un linguaggio, è soprattutto una piattaforma...
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: A.C.
            - Scritto da: Fabio Matteini

            java? Non ha mica bisogno di sostituti: è

            già perfettamente inutile ed inefficiente
            !

            E' un linguaggio del quale proprio non si

            sentiva la mancanza...

            Dipende in che ambito sviluppi... se sei uno
            di quelli che crede che ogni linguaggio
            nasca con l'obiettivo di sostituire tutti i
            precedentiQuesto è ESATTAMENTE quando andavano affermando i tuoi progenitori FIDOnettardi (la maggioranza, tra l'altro): java, ultima frontiera, il resto è vecchiume inutile. Soprattutto, avrebbe dovuto sostituire C++ ed anche essere usato a quattro mani nell'embedded... ROFLASTC !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: A.C.

            Questo è ESATTAMENTE quando andavano

            affermando i tuoi progenitori FIDOnettardi

            (la maggioranza, tra l'altro): java,
            ultima

            frontiera, il resto è vecchiume inutile.Vediamo di inquadrare esattamente il discorso anche per farlo capire a chi, evidentemente, non c'era. TUTTI, tranne una mezza dozzina di persone, andavano cianciando che java si doveva imporre universalmente, surclassare il C++, essere usato nei tostapane e sui server, negli orologi e su ogni PC, insomma andare bene per tutto e tutti, e chi non usava java era out. Queste opinioni, peraltro, venivano da programmatori, persone interessate al 100%, poichè FIDO era estremamente selettiva, non c'erano "visitatori casuali".Oggi è banale capire che java, al più, va bene sul lato server, e deve fare i conti con PHP, Phyton, e chissà quale altro interpretato, parimenti inefficiente e "portabile" ovunque esista un interprete.

            Soprattutto, avrebbe dovuto sostituire C++

            ed anche essere usato a quattro mani

            nell'embedded... ROFLASTC !!!

            E Java *è* molto usato nell'embedded... (hai
            presente la nuova SimActiva di Omnitel?)Mi sono espresso male: colpa dell'università, a noi han fatto una testa così per farci entrare nella zucca che embedded vuol dire SOPRATTUTTO "controlli embedded", non la robetta consumer. Volevo dire, appunto, controllo embedded, roba molto critica, una delle tante promesse java.
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: Matteo


            Soprattutto, avrebbe dovuto sostituire


            C++ ed anche essere usato a quattro mani


            nell'embedded... ROFLASTC !!!

            E Java *è* molto usato nell'embedded...

            (hai presente la nuova SimActiva di Omnitel?)
            Mi sono espresso male: colpa
            dell'università, a noi han fatto una testa
            così per farci entrare nella zucca che
            embedded vuol dire SOPRATTUTTO "controlli
            embedded", non la robetta consumer. Volevo
            dire, appunto, controllo embedded, roba
            molto critica, una delle tante promesse
            java.1. La "robetta" consumer è il mercato più grande... (casa digitale?)2. Real-Time in Java? ROTFL!:o)
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: A.C.
            1. La "robetta" consumer è il mercato più
            grande... (casa digitale?)Sarà un caso, ma tra quelli che conosco, i più pagati sono dentisti o ingegneri controllisti... quest'ultimi anche i più cazzuti tecnicamente, ci lavoro spesso facendo applicazioni contabilità industriale e scheduling della produzione. La responsabilità e la qualità totale (quella vera, non le menate di carta UNI/EN ISO 29000 o 45000) si pagano, secondo me. Se si rompe un PDA o un telefonino, lo butti nel cesso e lo ricompri, sono acritici e chiunque si può improvvisare e mettere in concorrenza. Se s'inchioda un controllo industriale critico, o un elettromedicale, e qualcuno ci rimette le penne e/o una secchiata di miliardi, prima mettono in galera tutta la piramide progettuale fino al CEO, poi con calma vanno a spulciare i sorgenti... tra parentesi, altro che rivoluzione opensource, mi dicono che da oltre vent'anni nei controlli critici c'è l'obbligo del deposito dei sorgenti, è una pratica normalissima e nessuno ha mai detto pio. Strano mondo, il nostro, quello che stupisce molti, per alcuni è banale normalità quotidiana...
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: Matteo
            Sarà un caso, ma tra quelli che conosco, i
            più pagati sono dentisti o ingegneri
            controllisti... quest'ultimi anche i più
            cazzuti tecnicamente, ci lavoro spesso
            facendo applicazioni contabilità industriale
            e scheduling della produzione.
            La responsabilità e la qualità totale
            (quella vera, non le menate di carta UNI/EN
            ISO 29000 o 45000) si pagano, secondo me. Se
            si rompe un PDA o un telefonino, lo butti
            nel cesso e lo ricompri, sono acritici e
            chiunque si può improvvisare e mettere in
            concorrenza. Se s'inchioda un controlloNon ho assolutamente parlato di qualità (e su questo sono d'accordo al 101% con te), dico solo che il mercato consumer non va snobbato solo perché la "qualità" dei prodotti non è quella a cui sei abituato negli elettromedicali o negli industriali... il consumer genera fatturati di tutto rispetto, anzi è i mercato in cui la guerra è più accesa, basta vedere le console da gioco...
            sorgenti... tra parentesi, altro che
            rivoluzione opensource, mi dicono che da
            oltre vent'anni nei controlli critici c'è
            l'obbligo del deposito dei sorgenti, è una
            pratica normalissima e nessuno ha mai detto
            pio. Strano mondo, il nostro, quello che
            stupisce molti, per alcuni è banale
            normalità quotidiana...Bene, adesso la domanda è il SW utilizzato da enti governativi è critico? :-p
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: Fabio Matteini

            Non a caso, ai bei tempi di FIDOnet, eravamo
            un gruppetto di fuoco spaventosamente
            accanito contro quella schifezza di java e
            chi lo osannava (i più). Stranamente, tutti
            ultratrentenni... :-)Sono andato a rivedermi la MSGbase della PRG.ITA e dintorni che mi ha regalato il mio mitico SysOp - io sono arrivato quasi alla fine :( che nostalgia... Hai ragione, eravate una mezza dozzina voi "veci" spaventosamente competenti (FAQ e BOA sono tutte vostre) puntigliosi spaccaballe e accaniti contro un sacco di mode, dal java ai pirati a linux, e non faccio i nomi solo per la 675, tanto sai benissimo di chi parlo :)Però devo ammettere che avevate ragione voi, e la "storia" lo ha poi dimostrato... si vede che l'esperienza non è acqua ! :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: Matteo
            accaniti contro un sacco di mode, dal java
            ai pirati a linux, e non faccio i nomi solo[...]
            Però devo ammettere che avevate ragione voi,
            e la "storia" lo ha poi dimostrato... si
            vede che l'esperienza non è acqua ! :)Infatti... sia Java che i pirati che Linux sono morti e sepolti...
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: A.C.

            Però devo ammettere che avevate ragione
            voi,

            e la "storia" lo ha poi dimostrato... si

            vede che l'esperienza non è acqua ! :)Java è una moda al tramonto, non ha mantenuto neppure un centesimo delle promesse di pervasività, portabilità "compile once, run everywhere" e di sconvolgimento di tutti i paradigmi, ovvero i punti di forza dei suoi sostenitori e delle campagne strombazzate da Sun. I pirati non hanno spostato di un centimetro gli equilibri del grande mercato software, ma se non hai mai sguazzato nella DEMO.ITA non puoi sapere a che livelli arrivavano certi beoti... per finire linux perde "in casa" contro i *BSD, come desktop fa abbastanza ridere, e non mi pare che sia al 50% di market share come predicato nel 95-97 da taluni profetastri... ecco perchè avevano ragionissima "loro", che tutte queste cose le dicevano nonostante i lanci di verdura generali, i flames interminabili, e i bla bla bla di quelli che hanno sempre ragione perchè seguono la nouvelle vague...
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: Matteo
            Java è una moda al tramonto, non haOk, lo dico subito al mio CTO... passiamo a .NET che qua fallisce tutto... peccato che dobbiamo buttar via le decine di server Solaris e Linux che abbiamo e dobbiamo fare rinnovare tutto il parco macchine ai clienti di alcuni dei più importanti portali italiani...
            mantenuto neppure un centesimo delle
            promesse di pervasività, portabilità
            "compile once, run everywhere" e di
            sconvolgimento di tutti i paradigmi, ovvero
            i punti di forza dei suoi sostenitori e
            delle campagne strombazzate da Sun. I piratiMa tu ascolti le campagne pubblicitarie?"Con Microsoft un solo passo tra il tuo business e Internet" (mi pare...)
            non hanno spostato di un centimetro gli
            equilibri del grande mercato software, ma seAppunto, stai guardando dalla parte sbagliata. Java è totalmente fallito nel mercato del software per uso personale, ma è (per ora) insuperabile in ambito web (lato *server*)
            non hai mai sguazzato nella DEMO.ITA non
            puoi sapere a che livelli arrivavano certi
            beoti... per finire linux perde "in casa"
            contro i *BSD, come desktop fa abbastanza
            ridere, e non mi pare che sia al 50% di
            market share come predicato nel 95-97 da
            taluni profetastri... ecco perchè avevanoAppunto quelli che parlano in quel modo erano e sono profetastri e meritano solamente di essere ignorati.Linux perde in qualità sui server (ma neanche tanto) perché il mercato sta chiedendo un Linux più semplice, più grafico, che richiede compromessi, ma nonostante questo continua a diffondersi, dopotutto se si usava NT4 sui server...Linux sul desktop non fa ridere ma non è ancora ai livelli di SO commerciali, i problemi sono nella disponibilità di applicazioni e nella configurazione. Secondo me gran parte di questi problemi saranno risolti entro i prossimi 3 anni, che non vuol dire che Linux avrà il 50% di mercato, ma che avrà un parco di potenziali utenti soddisfatti molto più ampio. Credo sia *molto* difficile che Linux (o qualsiasi altro SO) riesca ad eguagliare Windows come diffusione sui desktop nel breve termine (cioè prima di 5-10 anni).
            ragionissima "loro", che tutte queste cose
            le dicevano nonostante i lanci di verdura
            generali, i flames interminabili, e i bla
            bla bla di quelli che hanno sempre ragione
            perchè seguono la nouvelle vague...Ripeto, hai (avete?) ascoltato le persone e le opinioni sbagliate...
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: A.C.
            Ripeto, hai (avete?) ascoltato le persone e
            le opinioni sbagliate...Quella era la "comunità" informatica italiana all'epoca. E quelli erano i pareri del 95% degli "opinion-makers" all'epoca, cioè del grosso dei programmatori... lode e gloria a chi gli ha dato coraggiosamente contro, andando controcorrente al 100% con tanto di considerazioni tecniche coi controc@zzi. Non ci guadagno nulla a dirlo, ma quando uno ha ragione, ha ragione !
          • Anonimo scrive:
            Re: Trentenni ad 8 bit...
            - Scritto da: Matteo
            Quella era la "comunità" informatica
            italiana all'epoca. E quelli erano i pareri
            del 95% degli "opinion-makers" all'epoca,
            cioè del grosso dei programmatori... lode e
            gloria a chi gli ha dato coraggiosamente
            contro, andando controcorrente al 100% con
            tanto di considerazioni tecniche coi
            controc@zzi. Non ci guadagno nulla a dirlo,
            ma quando uno ha ragione, ha ragione !Se hanno detto una di queste cose:- Java è inutile- Java è una moda morente- Java è sbagliatoavevano torto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Trentenni ad 8 bit...
        Sono d' accordo forse imparerebbero cosa vuol dire otimizzazione del codice... mica visual basic che per fare 1+1 ti genera 10000 righe di codice binario !
  • Anonimo scrive:
    quelli si...
    che erano computer con le p....., non gli Apple!!
    • Anonimo scrive:
      Re: quelli si...
      - Scritto da: arkanoid
      che erano computer con le p....., non gli
      Apple!!Buono, buono... che non sai quello che stai dicendo...Con Commodore64, se volevi la stampante dovevi per forza comprare la loro, altrimenti nisba. Stessa cosa per il floppy.Con Apple no (anche se poi alla fine compravi la loro roba semplicemente perche' era migliore).Diciamo, in conclusione: C64 ed Apple sono due realta' molto diverse tra loro, e fare un confronto solo perche' tutt'e due sono dei pc e' a dir poco superficiale. Un po' come paragonare un'auto berlina con una da Formula Uno. Una serve per spostarsi, l'altra per gareggiare.
      • Anonimo scrive:
        Re: quelli si...
        su ragazzi, adesso non ricominciamo a litigare !sono passati 20 anni e ormai non è più tempo di azzuffarsi fra sostenitori del commodore e non......anche se c'è da dire che quelli che compravano l'atari erano veramente inferiori !! ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: quelli si...
        - Scritto da: Gengiv Khan
        Con Commodore64, se volevi la stampante
        dovevi per forza comprare la loro,
        altrimenti nisba. Stessa cosa per il floppy.Mica vero!Esistevano stampanti e drive compatibili.E per le stampanti esistevano cartrige che permettevano di collegare stampanti parallele standard.
        Diciamo, in conclusione: C64 ed Apple sono
        due realta' molto diverse tra loro, e fare
        un confronto solo perche' tutt'e due sono
        dei pc e' a dir poco superficiale. Un po'
        come paragonare un'auto berlina con una da
        Formula Uno. Una serve per spostarsi,
        l'altra per gareggiare.Infatti il C=64 l'ha lasciato al palo l'Apple...almeno nell'entrare nella storia dell'informatica.Solo il PC puo' vantare piu' vendite del C=64...
        • Anonimo scrive:
          Re: quelli si...

          Solo il PC puo' vantare piu' vendite del
          C=64...Si... ma solo se contiamo TUTTI i PC insieme... se prendi quelli di ogni singola casa non ce la fanno a raggiungere il C64!
          • Anonimo scrive:
            Re: quelli si...
            - Scritto da: Nic

            Solo il PC puo' vantare piu' vendite del

            C=64...

            Si... ma solo se contiamo TUTTI i PC
            insieme... se prendi quelli di ogni singola
            casa non ce la fanno a raggiungere il C64!ESATTO!!!Il C=64 e' stato (ed E') il computer piu' venduto di tutti i tempi!!!Solo non volevo infierire troppo... ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: quelli si...
          - Scritto da: The FoX
          Infatti il C=64 l'ha lasciato al palo
          l'Apple...
          almeno nell'entrare nella storia
          dell'informatica.
          Solo il PC puo' vantare piu' vendite del
          C=64...Con la differenza che l'Apple esiste ancora...P.S: Avevo un C64 e poi l'Amiga...
          • Anonimo scrive:
            Re: quelli si...
            - Scritto da: avevounC64
            Con la differenza che l'Apple esiste
            ancora...Come azienda.Ma chi scrive piu' programmi per L'Apple 2e, o 2c o 2gs?Invece il C=64, periodicamente e nonostante gli anni, torna alla ribalta...
          • Anonimo scrive:
            Re: quelli si...

            Con la differenza che l'Apple esiste
            ancora...Il fatto e' che il marketing di C= pensava di essere li' a vendere "gameboy con l'alimentazione a 220"!
            P.S: Avevo un C64 e poi l'Amiga...Idem... pero' sono passato anche dal 128!
          • Anonimo scrive:
            Re: quelli si...
            Anche io 8032-
            64-
            128-
            Amiga500 (ipermodificato a livello hardware... overclock, 68010, migliorie audio, espansioni... gli ho fatto di tutto)-
            Amiga1200 ...e alla fine sono davanti ad un pentium3Pensare che proprio qualche giorno fa ho trovato un'emulatore di C64, l'ho lanciato, l'ho messo full screen e momenti mi metto a piangere.La memoria non mi ha ingannato:poke 53280,1 ... poke 53281,4Fondo e cornice cambiano coloreeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee... sono passati 20 anni...e me lo ricordo !!!Che tempi ragazzi... che tempi !!
  • Anonimo scrive:
    sono commosso
    • Anonimo scrive:
      Re: sono commosso
      pure io ricordando quei tempi eroici!! sob
      • Anonimo scrive:
        Re: sono commosso
        Mi associo
        • Anonimo scrive:
          Re: sono commosso
          piango
          • Anonimo scrive:
            Re: sono commosso
            Anche a me scende una lacrima...
          • Anonimo scrive:
            Re: sono commosso
            che nostalgia ragazzi ....poke poke poke
          • Anonimo scrive:
            Re: sono commosso
            sigh! sigh! gosub! :P
          • Anonimo scrive:
            Re: sono commosso
            Chi ha posseduto un C=64 è inevitabile cheriesca a trattenere una lacrimuccia;come si fa del resto a dimenticare i capolavori della system 3 tipo Last Ninja o tutte le quintalate di software utility?La soddisfazione poi a scrivere le migliaia righe di codice dei giochini della Jackson e pure funzionanti (quanto di più era appagante per i giovani smanettoni?)...Veramente bei tempi...
          • Anonimo scrive:
            Re: sono commosso
            eh? ma di che parlate?
          • Anonimo scrive:
            Re: sono commosso
            Di un'era fatta di notti insonni e grandi emozioni che non si proveranno mai più... almeno davanti ad uno schermo ed una tastiera.
          • Anonimo scrive:
            Re: sono commosso
            LDA #$FASTA $D012LDA $D011AND #$7fSTA $D011...Ah il VIC II...!!Non dimentichiamo che questo è stato :)
          • Anonimo scrive:
            Re: sono commosso
            100999897969594939291908988878685848382818079787776757473727170696867666564636261605958575655545352515049484746454443424140393837363534333231302928272625242322212019181716151413121110987654321...caricamento bobble bobble completato ;))EVVAI!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: sono commosso
            Mi commuovo con un giorno di ritardo ma ieri sciperavo!
          • Anonimo scrive:
            Re: sono commosso
            .Matro
Chiudi i commenti