Google robocar, incidente per causa umana

Per la prima volta un'auto robo-comandata di Google provoca un incidente. Ma la causa è da imputare a un errore umano, dice Mountain View
Per la prima volta un'auto robo-comandata di Google provoca un incidente. Ma la causa è da imputare a un errore umano, dice Mountain View

Ci sono volute oltre mille miglia di guida automatica sulle highway californiane, ma alla fine è successo: la “driverless car” progettata da Google ha provocato un tamponamento a catena per le strade di Mountain View, finendo paparazzata sul web e scatenando la prevedibile polemica sulla sicurezza di un’auto che si guida da sola. Il problema non è l’auto ma l’umano che si trovava a bordo, dicono dal Googleplex.

L’incidente è avvenuto non molto lontano dal quartier generale di Google: una Toyota Prius modificata dalla corporation per la guida automatica ha tamponato un’altra Prius “liscia” con umano a bordo, scontro che ha scatenato una serie di altri 3 tamponamenti per un totale di cinque auto incidentate.

La Prius di Google è progettata per tenere la strada in completa autonomia grazie a un sistema di videocamere, sensori radar, laser e sensori di prossimità, seguendo una mappa stradale precedentemente raccolta da un guidatore in carne e ossa.

Mai fino a ora la Google robo-car era stata coinvolta in un incidente, e la sicurezza del suo sistema di guida sembrava efficace al punto da spingere lo stato del Nevada alla sua legalizzazione . Ma Google ha risposto per le rime alle polemiche naturalmente scaturite dal fattaccio: la guida automatica delle nostre Prius tiene in massima considerazione il fattore sicurezza, e durante l’incidente al volante c’era un nostro addetto .

Si è trattato di un semplice errore umano, conferma Google, non di un sistema robotico impazzito come vorrebbero far credere i sensazionalisti. Per gli “errori” dei software di guida bisognerà insomma attendere.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 08 2011
Link copiato negli appunti