Google robocar, incidente per causa umana

Per la prima volta un'auto robo-comandata di Google provoca un incidente. Ma la causa è da imputare a un errore umano, dice Mountain View

Roma – Ci sono volute oltre mille miglia di guida automatica sulle highway californiane, ma alla fine è successo: la “driverless car” progettata da Google ha provocato un tamponamento a catena per le strade di Mountain View, finendo paparazzata sul web e scatenando la prevedibile polemica sulla sicurezza di un’auto che si guida da sola. Il problema non è l’auto ma l’umano che si trovava a bordo, dicono dal Googleplex.

L’incidente è avvenuto non molto lontano dal quartier generale di Google: una Toyota Prius modificata dalla corporation per la guida automatica ha tamponato un’altra Prius “liscia” con umano a bordo, scontro che ha scatenato una serie di altri 3 tamponamenti per un totale di cinque auto incidentate.

La Prius di Google è progettata per tenere la strada in completa autonomia grazie a un sistema di videocamere, sensori radar, laser e sensori di prossimità, seguendo una mappa stradale precedentemente raccolta da un guidatore in carne e ossa.

Mai fino a ora la Google robo-car era stata coinvolta in un incidente, e la sicurezza del suo sistema di guida sembrava efficace al punto da spingere lo stato del Nevada alla sua legalizzazione . Ma Google ha risposto per le rime alle polemiche naturalmente scaturite dal fattaccio: la guida automatica delle nostre Prius tiene in massima considerazione il fattore sicurezza, e durante l’incidente al volante c’era un nostro addetto .

Si è trattato di un semplice errore umano, conferma Google, non di un sistema robotico impazzito come vorrebbero far credere i sensazionalisti. Per gli “errori” dei software di guida bisognerà insomma attendere.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Osvy scrive:
    Desiderio di piccolo contribuente
    In un momento in cui "giocoforza" ai poveracci persone più o meno oneste che hanno "roba al sole" toccherà "cacciare li soldi", non mi dispiacerebbe leggero un elenco di chi ha usufruito del provvedimento di rientro dei capitali dall'estero (quello che ha permesso di "fotterci" pagando un misero mi pare 5%? traduco: se quel capitale - ammesso pure che sia frutto di attività "lecite", sarà? - fosse stato a suo tempo dichiarato secondo le norme, avrebbe pagato almeno il 50% in tassazione.. e se fosse stato soggetto ad accertamento, ancora di più..), che invece la legge ha "protetto nell'anonimato" (lo so che è logico, ci mancherebbe).Oh, non fraintendetemi, non sto suggerendo di crakkare quei dati.. sto parlando di una pubblicazione volontaria da parte di chi ha riportato i capitali.... ;-)ciao
  • Masque scrive:
    paradossale?
    Mi sono reso conto di una cosa che può sembrare paradossale. Mi sento più sicuro sapendo che è ancora possibile a persone come quelli di Anonymous fare le loro incursioni, che non in una possibile prospettiva futura in cui ogni cosa è strettamente controllata da polizia e sistemi di sicurezza ristrettissimi.
    • prova123 scrive:
      Re: paradossale?
      Loro informano in continuazione il mondo di realizzazione di sistemi mirabolanti per la sicurezza.... password a 1000 bit, ma poi "si dimenticano" per strada computer con dati sensibili in chiaro ... mitico l'oscuramento dei dati sensibili con l'evidenziatore nero di Acrobat, con un banale copia e incolla si poteva leggere il documento in chiaro.Semplicemente fanno come quelli che parlano sempre di sesso ... sesso ... sesso ... sesso ... sesso ... purtroppo la lingua batte sempre dove il dente duole!Sarà preoccupante il giorno in cui non ne parleranno più.
      • spalarating scrive:
        Re: paradossale?
        - Scritto da: prova123
        Loro informano in continuazione il mondo di
        realizzazione di sistemi mirabolanti per la
        sicurezza.... password a 1000 bit, ma poi "si
        dimenticano" per strada computer con dati
        sensibili in chiaro ... mitico l'oscuramento dei
        dati sensibili con l'evidenziatore nero di
        Acrobat, con un banale copia e incolla si poteva
        leggere il documento in
        chiaro.
        Semplicemente fanno come quelli che parlano
        sempre di sesso ... sesso ... sesso ... sesso ...
        sesso ... purtroppo la lingua batte sempre dove
        il dente
        duole!
        Sarà preoccupante il giorno in cui non ne
        parleranno
        piùmah http://goo.gl/zIDsa
    • Guybrush scrive:
      Re: paradossale?
      - Scritto da: Masque
      Mi sono reso conto di una cosa che può sembrare
      paradossale. Mi sento più sicuro sapendo che è
      ancora possibile a persone come quelli di
      Anonymous fare le loro incursioni, che non in una
      possibile prospettiva futura in cui ogni cosa è
      strettamente controllata da polizia e sistemi di
      sicurezza
      ristrettissimi.L'unico sistema realmente sicuro e' quello spento.Finché è possibile per due o più computer scambiare dati, è possibile che qualcuno ne approfitti per fare altro.GT
Chiudi i commenti