Google sceglie di donare il suo codice

Il colosso di Mountain View regala 5 milioni di dollari, tra proprietà intellettuale e codici sorgenti, alla fondazione Eclipse. Sono due degli strumenti Java precedentemente acquisiti da Instantiations

Roma – Dalle parti di Mountain View hanno sempre avuto un debole per la Eclipse Foudation , organizzazione non profit che crede in un ambiente di sviluppo integrato, multi-linguaggio e multipiattaforma. Già da tempo, BigG si era dichiarato disponibile ad aiutare gli sviluppatori open source, sia tecnicamente che finanziariamente, ed ora l’offerta si è concretizzata in un vero e proprio regalo di Natale.

Google Code ha donato infatti WindowBuilder Pro e CodePro Profiler al progetto Eclipse. Il primo è un famoso plug-in visuale per lo sviluppo di interfacce in Java, che può lavorare sia sul codice che sulla grafica. Uno strumento open che può anche essere modificato con diverse estensioni.

Code Pro Profiler è invece uno vero e proprio strumento di analisi. Anch’esso è dedicato al mondo Java ma il suo compito è quello di aiutare gli sviluppatori a tenere sotto controllo le applicazioni in esecuzione, rilevare i problemi di memoria o gli eventuali colli di bottiglia.

A conti fatti, il valore di questa recente donazione (considerando il codice sorgente e la proprietà intellettuale in ballo) è di circa 5 milioni di dollari. Ma il coinvolgimento di Google non si ferma a questo: l’azienda sta anche fissando una serie di accordi con aziende di terze parti, pronte a supportare commercialmente i nuovi progetti realizzati con questi tool.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti