Google si lancia nello spazio

Partirà a giorni GeoEye-1, un nuovo satellite che condividerà le sue accuratissime riprese con il gigante di Mountain View. Per migliorare Google Earth. Vietato, però, distribuire immagini troppo precise

Roma – Un nuovo satellite per la ripresa di immagini è prossimo al lancio: lo ha costruito GeoEye , azienda del settore, con cui Google ha siglato un accordo per migliorare il proprio servizio Google Earth.

Battezzato “GeoEye-1”, il satellite pesa 1950 Kg e porta anche il logo di Google impresso sulle fiancate. Sarà lanciato questa settimana, precisamente giovedì 4 settembre , dalla base californiana dell’aeronautica statunitense di Vandenberg. Volerà a 680 chilometri di altezza dalla superficie terrestre: ciò nonostante, il satellite potrà riprendere con il massimo dettaglio oggetti grandi fino a 41 centimetri . Google, però non potrà impiegare alcun dettaglio più piccolo di 50 cm : lo impedisce un accordo tra GeoEye e il governo americano.

Ogni giorno il GeoEye-1 potrà riprendere una superficie pari alle dimensioni del New Mexico: “Il GeoEye-1 ha la maggior risoluzione finora disponibile commercialmente e produrrà librerie di immagini di alta qualità, georeferenziate con grande precisione”, ha detto Kate Hurowitz, portavoce di Google, precisando che la maggior parte degli altri servizi si limitano ad oggetti non più piccoli di 60 cm. “Vogliamo avere immagini ad alta risoluzione della maggior parte possibile della sfera terrestre e il GeoEye-1 è quel che ci vuole per raggiungere l’obbiettivo”, ha concluso.

Con risoluzioni così elevate, dunque, non ci sarà nulla da temere circa la perdita di dettagli: persino i servizi cartografici avranno risoluzione sufficiente a dirimere qualche “vuoto” o qualche “sovrapposizione di epoche” di cui alcuni sembrano lamentarsi .

Nel frattempo, all’aumentare della fedeltà di ripresa, c’è chi prepara delle BCI ( Brain Computer Interface ) da collegare ai servizi di Google: uno strumento per volare sulla Terra vera , restando seduti davanti al computer, con la sola forza del pensiero. Resta solo da sperare che l’accuratezza non diventi talmente elevata da esporre a rischio di violazione della privacy, come accade per altri segmenti di cui si occupa il gigante di Mountain View.

Marco Valerio Principato

( fonte immagine )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • xpoint scrive:
    non funziona con fon!
    ciao,in realta` piu` che di roaming si parla di handover tra celle della stessa rete L2, per mantenere inpiedi il connessione tcp e` necessario che poi la rete L3 a monte sia la stessa: vale per chi ha piu` di un accesspoint collegato alla stessa rete fissa per coprire una estensione superiore in wireless (es coprire tutta l'azienda in wifi)
    • Gino Lallo scrive:
      Re: non funziona con fon!
      il SIP utilizza UDP non TCP, quindi é stateless, quindi funziona anche con passaggio a reti distinte
      • xpoint scrive:
        Re: non funziona con fon!
        ciao,- Scritto da: Gino Lallo
        il SIP utilizza UDP non TCP, quindi é stateless,
        quindi funziona anche con passaggio a reti
        distinteUDP e` stateless, ma SIP no: non puoi presentarti al sip server da un ip diverso quando fai handover di accesspoint da una rete ip all'altra :-)
  • Gaglia scrive:
    Reti wireless ditribuite: Netsukuku
    Non e' proprio pertinentissimo e forse lo conoscevate gia', ma vi segnalo questo interessante progetto:http://netsukuku.freaknet.org/?pag=faq
  • Oxide scrive:
    Prerogativa
    Il roaming non è prerogativa delle sole reti cellulari: da decenni esiste la tecnologia DECT per la fonia mobile limitata ad uno o più edifici (o comunque a zone ben definite). L'handover viene gestito correttamente dall'accoppiata antenne/telefoni portatili.Secondo me l'obiettivo principale di chi ha promosso questo ennesimo standard 802 è proprio sostituire la telefonia fissa/DECT nelle aziende. Fin'ora la fonia WiFi interna era limitata dal fatto di dover rimanere agganciati allo stesso AccessPoint.
    • pentolino scrive:
      Re: Prerogativa
      quoto, nel caso di aziende con elevata estensione territoriale della sede penso che una cosa del genere sia indispensabile.
    • simone scrive:
      Re: Prerogativa
      Ma quando mai??esistono già da anni sistemi di Roaming su WIFI 802.11abg!!!!CISCO, NORTEL ,Etc etc forniscono questi sistemi....
      • fsn scrive:
        Re: Prerogativa
        - Scritto da: simone
        Ma quando mai??
        esistono già da anni sistemi di Roaming su WIFI
        802.11abg!!!!
        CISCO, NORTEL ,Etc etc forniscono questi
        sistemi....Già. Vedi ad esempio Cisco FSR - non saremo sui 50ms, ma sui 150.. non è che cambi poi moltissimo
        • mavors scrive:
          Re: Prerogativa
          Si certo,ma non sono STANDARD!!!L'802.11 ABG NON prevede la possibilità di handover,e se questo viene implementato è grazie alla bontà del fornitore e al marchio Wi.FI che garantisce una sorta di collaborazione tra i router dei diversi fornitori.fare uno standard in tal senso è una necessità che consente a TUTTI i router/access point 802.11 R di poter gestire un Handover.
  • bubba scrive:
    molto interessante
    non sapevo fosse stato praticamente finalizzato l'802.11R .. moh vado a cercare delle specs.
    • Paperoliber o scrive:
      Re: molto interessante
      Si ma tanto vedrete che appena questo standard comincerà a diventare "interessante" il soliti noti cercheranno di accaparrarsi tutta la torta con nuove leggi e normative ad hoc. E noi poveri utenti dovremmo sborsare un sacco di soldi per avere le stesse cose che in realtà costerebbero poco o niente. E' già successo con la Telecom che quando a capito che il Voip sarebbe stato un pericolo per il suo monopolio, ha tolto la possibilità a società terze di vendere l'ADSL senza telefono, cioè solo dati e così tutti sono costretti ugualmente a pagare il canone alla stessa. Tanto loro hanno chi gli fa le leggi e le Authority non servono ad una cippa come al solito !!
      • Guybrush scrive:
        Re: molto interessante
        - Scritto da: Paperoliber o
        Si ma tanto vedrete che appena questo standard
        comincerà a diventare "interessante" il solitiAppena fuori dall'italia, in svizzera (ma pure in Francia) ho attivato il WiFi del mio portatile, ho beccato Orange WiFi (aperto e senza password), sono stato dirottato alla pagina di pagamento, ho pagato (10 eur), lasciato i miei dati e vuala'.Ho cominciato a navigare. Una passeggiata.Qui in itaglia... rotfl.GT
Chiudi i commenti