Google si piega ai voleri di AFP

L'agenzia di informazione sottoscrive un accordo con il portalone per il suo Google News, che ora tornerà a linkare gli articoli AFP. Nulla si sa di quanto tutto questo sia costato al gigante di Mountain View

Roma – Pace fatta tra Google e Agence France Press , news agency di origine francese che lamentava l’utilizzo illegittimo dei propri contenuti sull’aggregatore di notizie Google News . Le due parti sono infine giunte ad un accordo, e la causa multimilionaria di AFP è stata conseguentemente dismessa. Ma nulla si sa riguardo ai termini dell’accordo e c’è chi dice che BigG abbia pagato non poco per spingere AFP a fornire i propri contenuti per Google News.

AFP, una delle più importanti agenzie mondiali, aveva denunciato Google nel marzo del 2005 per la presunta violazione dei diritti d’autore su fonti, contenuti e fotografie riprodotte indebitamente dal servizio di news di BigG : il funzionamento automatico del suddetto, e il fatto che i link alle fonti dirette avrebbero giovato alla popolarità delle stesse, non è mai bastato alla AFP per giustificare Google News. AFP fonda peraltro il suo business sui compensi per la riproduzione dei propri contenuti da parte di editori di mezzo mondo.

L’accordo di pochi giorni or sono cancella le ombre allungate dall’agenzia transalpina sull’aggregatore web, ma fa purtroppo ben poco per rendere chiari i termini dell’intesa: nulla è trapelato dalle parti in causa circa eventuali dettagli della contrattazione, incluse le possibili e probabili transazioni finanziarie che ne sono alla base.

Come prima conseguenza dell’intesa, ben presto i contenuti AFP potrebbero tornare a far parte del materiale raccolto e presentato da Google News. Ma non solo: l’accordo prevede l’impiego di questi contenuti – testuali, fotografici o quant’altro – in tutti i servizi mantenuti da BigG. Si ritorna in tal senso a parlare di un nuovo, fantomatico prodotto in cui il materiale potrebbe essere utilizzato , alla stessa stregua del precedente accordo di Google con Associated Press, giunto dopo che quest’ultima aveva denunciato BigG per analoghe infrazioni al diritto d’autore.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Un'altra vittoria delle Major
    Come volevasi dimostrare, le Major stanno avendo il sopravvento: quello che possono comprano, e quello che non comprano lo fanno chiudere.Non ci dovrebbero essere più dubbi a questo punto: la vittoria finale delle multinazionali dell'intrattenimento è inevitabile. E' solo questione di tempo perchè Internet diventi TV 2.0.
  • Anonimo scrive:
    uTorrent
    e Opera, a questo punto, mi sembrano i programmi per .torrent migliori.Anche la recente versione di BitComet è piena di pubblicità per i 'movie'.Con uTorrent ed Opera, invece, mi collego e scarico ciò che voglio senza dovermi subire la pubblicità.Non conosco Vuze, ma ricordo che con Zudeo avevo molte immagini, ma era difficile usarlo come semplice programma per .torrent. A questo punto mi son chiesto che differenza vi fosse rispetto ad un qualunque sito commerciale / pubblicitario.O rispetto a iTunes.
  • Anonimo scrive:
    ma siete sicuri?
    Vuze c'è pure per mac... sicuri che i contenuti non siano poi leggibili?
  • Anonimo scrive:
    win media player non-pirata
    non ci si rende conto che la roba che va SOLO su winmediaplayer tra un po' sarà inservibile.la gran parte degli utenti che hanno XP pirata non possono scaricare le nuove versioni (e farle funzionare) salvo peripezie acrobatiche... che la maggior parte non farà.tutti si REINSTALLANO xp pulito e NON si comprano la roba.quindi usano quello che permette loro di andare avanti: altri formati, altri player, altri codec.
    • UnrealWar scrive:
      Re: win media player non-pirata
      Se tutti conoscessero K-lite codec sarebbe un mondo + felice.
      • bontakun88 scrive:
        Re: win media player non-pirata
        - Scritto da: UnrealWar
        Se tutti conoscessero K-lite codec sarebbe un
        mondo +
        felice.molto meglio ffdshow: decodifica tutto ed è leggero, altro che quelle merde di pacchetti contenitori di codec!!
    • rockroll scrive:
      Re: win media player non-pirata
      - Scritto da:
      non ci si rende conto che la roba che va SOLO su
      winmediaplayer tra un po' sarà
      inservibile.

      la gran parte degli utenti che hanno XP pirata
      non possono scaricare le nuove versioni (e farle
      funzionare) salvo peripezie acrobatiche... che la
      maggior parte non
      farà.

      tutti si REINSTALLANO xp pulito e NON si comprano
      la
      roba.

      quindi usano quello che permette loro di andare
      avanti: altri formati, altri player, altri
      codec.Perfettamente daccordo, quoto tutto.Si hanno solo vantaggi con "altri formati, altri player, altri codec".
  • Anonimo scrive:
    Un flop colossale : tutti ne parlano !
    Le Major si sono impegnate anima e corpo per utilizzare il p2p a scopo legale, inserendo pero' al suo interno tante e tali restrizioni che la fruibilita' e' diventata pari allo zero per l'utente comune.Difatti proprio in questo periodo si parla moltissimo del flop derivato dall'uso di DRM, di lucchetti e protezioni, di software chiusi e blindati messi in un angolo dagli utenti perche' poco pratici e costosi.Insomma : un disastro colossale, perdite per milioni di dollari, e le Major insistono, imperterrite, senza capire che cosi' facendo si stanno solo inimicando l'utenza, sempre piu' frustrata da queste imposizioni ingiustificate, che portano i piu' sui mari della pirateria.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un flop colossale : tutti ne parlano
      in fin dei conti ritengo sia chiaro a tutti quale sia il posto dove possono mettersi questo oggetto di cui si parla nell'articolo. Un posto che inizia per C e finisce per o, di 4 lettere.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un flop colossale : tutti ne parlano
        - Scritto da:
        Un posto che
        inizia per C e finisce per o, di 4
        lettere.caro coro, cito Cato:'ciao'
Chiudi i commenti