Google, una nuova licenza cinese?

Secondo indiscrezioni, le autorità di Pechino avrebbero garantito a BigG la possibilità di operare almeno fino al 2012. Ma Mountain View smentisce: quella sulla homepage di Google.cn sarebbe l'attuale licenza ICP. Scaduta

Roma – B2-20070004 . Sarebbe questo il numero della nuova licenza Internet Content Provider (ICP) di Google in terra cinese. Il condizionale è però d’obbligo, dal momento che si tratta di semplici rumors apparsi tra le pagine di alcune fonti a Pechino .

Le autorità avrebbero dunque accettato le richieste del search engine , per il rinnovo di una licenza necessaria a continuare ad operare in Cina come sito di natura commerciale.
Il numero della ICP licence ha dunque fatto la sua apparizione in fondo alla homepage di Google.cn , insieme ad alcuni servizi apparentemente ripristinati. L’azienda di Mountain View avrebbe smesso di reindirizzare Google Music, Translation e Shopping verso i server di Hong Kong .

Probabilmente soddisfatte le autorità di Pechino, che avrebbero dunque autorizzato Google ad operare almeno fino al 2012 . Questo secondo un responsabile di Google Cina, smentito però da una mail inviata dal quartier generale californiano.

Quella alla fine della homepage di Google.cn sarebbe infatti l’attuale numero di licenza , ovvero quella scaduta alla fine dello scorso mese. BigG resterebbe ancora in attesa, mentre qualcuno ha sottolineato come la pubblicazione della ICP licence scaduta sia una mossa per garantire al sito un’aura di legalità e credibilità.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • NOXNcJeKrkP fiCqGVf scrive:
    SaNGpPvxboQFbm
    http://www.mega1031.org/ home owner insurance coverage fsmjz http://www.tophealthinsurers.com/ new york health insurance 8(( http://www.cheaphealthinsurancequotes.net/ cheap health insurance zavymj http://www.getcheaphealthinsurance.net/ health insurance srgha
  • SulTqzpOdAm TZZYGuad scrive:
    NiltyXhWQCuZnFsdkU
    http://www.joshstricklandonline.com/auto.html insurance auto auctions 33602 http://www.joshstricklandonline.com/health-insurance.html personal health insurance uvkxj
  • Steve Robinson Hakkabee scrive:
    certo che...
    legarsi ad una sola piattaforma è da miopi, speriamo che questa moda per le app finisca e si inizi a produrre soluzione serie multipiattaforma.Un governo, che deve essere accessibile a tutti, non puo permettersi queste uscite creando di fatto una discriminazione.
    • DarkSchneider scrive:
      Re: certo che...
      - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
      legarsi ad una sola piattaforma è da miopi,
      speriamo che questa moda per le app finisca e si
      inizi a produrre soluzione serie
      multipiattaforma.
      Un governo, che deve essere accessibile a tutti,
      non puo permettersi queste uscite creando di
      fatto una
      discriminazione.In misura più piccola abbiamo lo stesso problema in Italia per quanto riguarda radio Rai.Non sarà un servizio necessario ed istituzionale ma è comunque servizio pubblico pagato con i nostri soldi del canone.Ed invece abbiamo i podcast su iTunes e l'app che permette di accedere a questi, allo streaming, alla programmazione ed ad altri servizi disponibile solo per il device Apple.Ora questo lo posso capire da un'emittente privata, ma non dalla Rai.
Chiudi i commenti