Google: volate con noi

Flight Search diventa internazionale. Il servizio copre ora più di 500 destinazioni dagli Stati Uniti al resto del mondo. La concorrenza trema. Le compagnie aeree si fregano le mani
Flight Search diventa internazionale. Il servizio copre ora più di 500 destinazioni dagli Stati Uniti al resto del mondo. La concorrenza trema. Le compagnie aeree si fregano le mani

Il servizio Flight Search di Google è diventato globale. BigG ha annunciato che da ora in poi sarà possibile estendere la ricerca dei voli aerei dagli Stati Uniti a destinazioni internazionali come Amsterdam, Buenos Aires e Venezia. Le mete coperte dalla funzione saranno più di 500, a condizione che il viaggio inizi e termini sul suolo a stelle e strisce.

Si tratta dell’ennesima novità importante del servizio nel giro di poche settimane: a febbraio Google aveva reso Flight Search accessibile per Android e iOS .

Nato a settembre dello scorso anno, in un primo momento la funzione copriva solo le tratte statunitensi. A dicembre Google ha cominciato a inserire i risultati di Flight Search in cima alle ricerche, creando non pochi grattacapi a concorrenti come Expedia , Priceline e Kayak .

“Da quando abbiamo lanciato Flight Search, abbiamo sentito da molti giramondo il desiderio di utilizzare la funzione al di fuori degli Stati Uniti – ha rivelato Google in una nota postata sul blog aziendale – Ora è possibile trovare tratte, comprese quelle internazionali, che partono dagli Stati Uniti in modo rapido e conveniente”. BigG ha inoltre annunciato di voler ampliare la copertura globale e di voler aggiungere in futuro nuove destinazioni.

Per creare Flight Search Google si è fatta molti nemici, ma anche molti amici. Il servizio potrebbe essere di grande utilità per numerose compagnie aeree, le quali finanziano il progetto con la pubblicità e possono smarcarsi da agenzie di viaggio e operatori turistici online.

Gabriella Tesoro

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 03 2012
Link copiato negli appunti